skip to main | skip to sidebar
82 commenti

Luna e Italia dalla ISS

I vostri prossimi sfondi


Gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale ci mandano questi spettacolari promemoria delle ragioni per le quali sopportano i rischi e i disagi di un viaggio nello spazio.



I link per scaricare queste immagini in risoluzione esagerata sono questo e questo. Grazie a Francesco per il supporto tecnico e a Io9 per la segnalazione.

Di recente l'astronauta Douglas Wheelock, alias Astro_Wheels su Twitter/Twitpic, sta regalando delle fotografie magnifiche della vista da lassù. Questa credo piacerà in particolare a molti.


Tre splendide pillole di antidoto per le scemenze di Voyager.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (82)
bellissime! mi piacerebbe sapere come si fanno a trovare le img che cerchiamo :D
non ho capito quella dell'antidoto a voyager
Napoli vista dallo spazio è impressionante!!!
Bellissime immagini. Grazie Paolo per il tempo che ci dedichi.
La seconda è la più bella a mio personalissimo parere, peccato sia in verticale (e quindi non adatta a sfondo desktop)
> Questa credo piacerà in particolare a molti.

Forse non agli astrofili del centro-sud! :P
Non ci sono parole
Ahimé vedere lo stato dell'inquinamento luminoso della mia Sicilia, non mi ha riempito di gioia.... grazie comunque per le splendide immagini
Già.. luci a non finire, un colpo al cuore, quasi peggio di una puntata di Voyager
(quasi... :-) )

E dire che la ISS l'ho vista passare proprio ieri sera! È sempre emozionante pensare che ci sono delle persone lassù, in quel puntino luminoso che vediamo attraversare il cielo.

Per chi volesse prevedere i passaggi ed osservarla qui http://bit.ly/drCjvR c'è una breve guida all'utilizzo del fantastico heavens-above.com
Quella non è una luna...
Grazie mille per avermi fatto conoscere questo tipo! Mi sto emozionando a vedere le sue foto! :)
Nella foto verticale della falce di luna si vede chiaramente che attorno ad essa sta orbitando la Morte Nera. Sfido a dimostrare il contrario :P
La seconda è la più bella a mio personalissimo parere, peccato sia in verticale (e quindi non adatta a sfondo desktop)
Beh, riducendone le dimensioni (scalandola) può essere usata come sfondo per uno smartphone!
Che è quello che ho appena fatto!
La seconda foto in verticale è ottima per i cellulari.. nel mio iPhone ci sta in modo perfetto :)
@ Gioppo: non è la Morte Nera, è Nibiru
@ Cecilia: leggi l'articolo seguente
@martinobri si vede che non sono proprio avvezzo alle teorie complottiste, non sono bravo come certi maestri, comandanti e professori a inventarmi fesserie :)
Stupende

.
Ti sei dimenticato di pubblicare quella vera non photoshoppata: http://img718.imageshack.us/img718/3601/moonds.jpg
Le foto state fatte in uno studio: non si vedono le stelle :-)
Per Giuliano47

Le foto state fatte in uno studio: non si vedono le stelle :-)

Sono state fatte.
@Giuliano47:
> Le foto state fatte in uno studio: non si vedono le stelle :-)

No, si vedono (nella foto dell'Italia): bisognerebbe però riuscire ad identificarle.

Con Google Maps/Earth si può simulare una vista tipo ISS: http://tinyurl.com/3x6ukg3
Paolo, grazie!
peccato non ci siano a 2560x1600
In realtà quelle che vedete nel sud Italia non sono luci... sono pulviscoli radioattivi rilasciati attraverso le scie chimiche... questa foto è solo un test per vedere dove hanno già sparso le loro schifezze!!!

Lasciando da parte le s*****ate, sono immagini davvero stupende
Incredibile, ma allora l'Italia ha davvero la forma di stivale! E io che ero convinto che fosse un complotto architettato da Della Valle in combutta con Cesare Paciotti e che in realtà l'Italia fosse a forma di disco volante. Più guardo questa foto e più mi convinco che è un falso.
Faccio il mio solito passaggio radente in OT per sganciare questo link
http://www.nmm.ac.uk/visit/exhibitions/astronomy-photographer-of-the-year/
e mi riallontano, qua sono le 8.22 del mattino e sarà meglio che faccia qualcosa che assomigli a lavorare.
Ho cercato di posizionare il punto di osservazione su google earth in modo che combaciasse il meglio possibile con la foto del sud Italia, questo è il risultato: http://dl.dropbox.com/u/1716627/iss.png
Ovviamente il giorno e l'ora sono sbagliati (il post su twitter è del 22 Agosto, la data impostata su GE è il 10 Settembre) ma, come si può vedere, nel cielo riprodotto su google earth si possono riconoscere tre stelle quasi all'orizzonte. Adesso qualcuno trovi che stelle sono :)
bellissimissime!
un dubbio però: nella foto dell'Italia in notturna la superficie delle parti illuminate non è sproporzionata rispetto al buio? davvero l'inquinamento luminoso da noi è così elevato? o è una questione di esposizione?
ah, già che ci sono, anche se è OT: Paolo, com'è che l'Epico si è incartato? magari te lo hanno già chiesto altri, ma mi sono perso un po' di tuoi post.
Questo è un genere di foto che piacerebbe fare molto anche a me :-)
@don:
> un dubbio però: nella foto dell'Italia in notturna la superficie delle parti illuminate non è sproporzionata rispetto al buio? davvero l'inquinamento luminoso da noi è così elevato? o è una questione di esposizione?

L'inquinamento luminoso è abbastanza elevato al centro-sud e ormai insostenibile al nord, in particolare nella Pianura Padana.
La foto comunque è mossa (la ISS viaggia a 28 mila km/ora) e questo aumenta la superficie apparente illuminata (le stelle invece sono quasi perfettamente tonde).
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ma secondo voi prima dell'universo cosa c'era?


non possiamo negare al 100% nulla: nè alieni, nè super poteri nè altro. La terra, il sistema solare, l'intera galassia e l'universo sono misteri che non conosciamo. Ognuno che si fa portatore di affermazioni assolute commette un grave errore.

La scienza è stata creata dall'uomo, con regole date dagli uomini, con verifiche fatte in base ai sensi umani (vista, tatto etc.).

Quindi...
Quindi...

Quindi l'unica affermazione assoluta è che per ora nessuna delle presunte prove di vita extraterrestre è vera e tutte sono cialtronate.

Nessuno mette in dubbio la possibilità di vita aliena. Però prima di darla per confermata serve una cosa molto semplice: delle prove. Non mi pare una pretesa eccessiva.
Certo. E' praticamente ovvio che esista vita extraterrestre. Ma non pensate ai dischi volanti :)

Spesso, senza cattiveria, dico ai fantasticatori: "Non chiederti 'dove sei?'. Chiediti 'quando sei?'"
grazie doduz :)
@ noncicredo
non possiamo negare al 100% nulla: nè alieni, nè super poteri nè altro.

Questo perchè, secondo logica, è impossibile dimostrare la non-esistenza di qualcosa. Si può solo constatare l'esistenza.

E' come per la storia dei superpoteri: posso dimostrare che non esiste un tizio in grado di spostare oggetti col pensiero? No.
Però posso dimostrare che esiste. Guarda caso, finora nessuno è mai riuscito a dimostare l'esistenza di persone con "superpoteri" (a meno che non si consideri un superpotere la capacità di far roteare i testicoli altrui solo con le proprie parole).

Ognuno che si fa portatore di affermazioni assolute commette un grave errore.

E di chi stai parlando? Degli scienziati? Guarda che quelli che fanno "affermazioni assolute" sono persone all'antitesi dalla scienza
Prova a cercare il significato di "principio di falsificazione"

Interessante che tu abbia scelto come nickname "noncicredo"(suppongo che ti riferisca al fatto che tu non credi a ciò che ti viene detto dalle fonti "ufficiali"), ma poi fai intendere che saresti disposto a dar retta a chi ti parla delle teiere giganti su Plutone.

La terra, il sistema solare, l'intera galassia e l'universo sono misteri che non conosciamo.

Beh, per fortuna, grazie a gente che lavora e si sbatte, ne sappiamo un po' di più rispetto a 100 anni fa. Tant'è che abbiamo le foto di Marte.
No aspetta....per te anche la terra è un mistero? Visto che l'hai scritto minuscolo, penso ti riferisca a quella che dovrebbero andare a zappare Giacobbo e soci.

La scienza è stata creata dall'uomo, con regole date dagli uomini, con verifiche fatte in base ai sensi umani (vista, tatto etc.).

Certo. La legge di gravità l'abbiamo inventata noi. Anche i principi della dinamica.
Pure il comportamento che assumono gli elementi naturali in certe condizioni è qualcosa che abbiamo deciso noi...

Beh, considerando che queste regole valgono per tutto il pianeta Terra (o almeno: nessuno ha ancora dimostrato il contrario) e anche al di fuori esso, vuol dire che noi uomini siamo veramente forti*

*(questa frase va detta strizzando l'occhio e puntando l'indice come fa Celentano)
Inoltre è interessante come tu stia negando il valore della scienza e delle sue scoperte, ma non ti sbilanci neppure nel fornire una tua ipotesi.
Non vedete che quello non è l'italia, ma uno stivale lasciato dagli ufo??? Provate a ruotare l'immagine...
@noncicredo:
> La scienza è stata creata dall'uomo, con regole date dagli uomini, con verifiche fatte in base ai sensi umani (vista, tatto etc.).

Proposte alternative?
Imposto l'Italia della terza immagine come sfondo sul portatile capra, (definisco così ogni PC, con età media compresa tra i 50 e i 60 anni che uso per testare apparati in telnet o al massimo in web server).
Finisco un paio di prove, tutto OK, esco per imballare gli apparati nuovi e spiegare che dove c'è scritto 12Vdc non bisognerebbe collegare la 230V, torno e...
...sullo sfondo c'è Ibra.
OK, benvenuto, ma...

...ditemi se posso vivere così.

Così ho iniziato la mia rivoluzione e ho lasciato il Disinformatico aperto.

A patto di sopportare i colleghi che dicevano "carina 'sta foto, l'ai fatta tu in aereo???"

O_O
[SEGNALAZIONE ASTRO-NOMICA/-FILICA]
Se ne parlava qualche tempo fa: la possibilità di scorgere un pianeta in pieno giorno ad occhio nudo.
Per chi fosse interessato, oggi proprio "sopra" uno spicchio di Luna crescente, si vede molto chiaramente (complice la bella giornata limpida in tutto il nord) il pianeta Venere.
La Luna è al meridiano nel primo pomeriggio, a SW/W più tardi.
Meravigliosi. Grazie, Paolo!
le foto sono vere?
Relativamente alla foto in notturna del Sud-Italia, non ho ben capito se vedremmo la stesso identico panorama ad occhio nudo - se fossimo a bordo della ISS - o se è necessaria una certa esposizione della fotocamera?
@ don: il Thread Epico è morto perchè Google ha limitato i commenti a 5000

@ don
Inquin lumin: magari la foto fosse sovraesposta!
http://cielobuio.org/

@ gioppo: la soluzione?
Noncicredo, ma tu sei solo capace a fare domande o sei in grado anche di formulare un'ipotesi tua?

Non hai ancora spiegato cosa intendevi dire al commento 33.
Se gli astronauti dell'ISS che, come dici, "sopportano i rischi e i disagi di un viaggio nello spazio", si dovessero stufare, basterebbe un fischio ed andrei volentieri io al posto loro ;-)
Immagini stupende

Per chi volesse osservare la iss, segnalo anche questo sito
http://www.n2yo.com/?s=25544
inserendo le proprie coordinate, si attiva anche il pulsante che indica nei prossimi 5 giorni i passaggi "visibili"
riguardo le luci:

in Libia si intravede un enorme bagliore: con tutto il rispetto per la Libia e Gheddafi ehm con tutto il rispetto per la Libia le luci di Tripoli non possono essere così visibili! Quindi da NON esperto di fotografia propendo per un qualche effetto
Scusatemi tanto ma io faccio veramente una gran fatica a credere che le nostre luci urbane siano visibili dallo spazio ad occhio nudo, come vorrebbero farci credere queste immagini e quelle analoghe che si trovano su siti come Cielobuio.

Un conto è dire che esiste l'inquinamento luminoso (e vivendo a Firenze posso testimoniare di come il cielo notturno sia diventato una massa lattiginosa arancione per via delle luci cittadine) un altro conto è sostenere che i suoi effetti siano visibili da 350 km di distanza! (altezza della ISS da fonte Wiki, senza neanche tenere conto dei problemi di triangolazione)

Magari con una pellicola molto sensibile e lunghi tempi di esposizione si può riuscire ad ottenere questi risultati. Non sono un esperto di fotografia, ma 1/3 di secondo di esposizione (informazione riportata nell'immagine full-size) mi sembra troppo poco.

Così come mi lascia perplesso quella miriade di lucine che punteggia tutto lo stivale, comprese le zone che dovrebbero essere montuose e persino impervie e sperdute come la Sila.

Insomma, possibile che si tratti di una bufala? O meglio, di una informazione presentata da alcuni in modo fuorviante ed avallata da alcuni dati stravaganti riportati nell'immagine stessa?

Astrofili ed amanti del cielo buio, non prendetela male. Diciamo che sono estremamente ignorante ed ho bisogno di delucidazioni, ma consentitemi di essere scettico e meravigliato.
Scusatemi tanto ma io faccio veramente una gran fatica a credere che le nostre luci urbane siano visibili dallo spazio ad occhio nudo, come vorrebbero farci credere queste immagini e quelle analoghe che si trovano su siti come Cielobuio.

Chiedi a un astronauta e togliti il dubbio. Io l'ho fatto, e la risposta è che si vedono eccome.
Ho una casa in un punto elevato da cui si vedono le sponde opposte di un lago a 15 km di distanza. Vedi tranquillamente le luci di un singolo lampione. E qui la luce deve attraversare uno spessore di 15 km di aria a densità pari a quella del suolo. Verso lo spazio la luce invece deve attraversare uno spessore maggiore di aria, ma via via più rarefatta, per cui se ne perde di meno.
@martino

Aggiungiamo che l'atmosfera è via via più "corta" man mano che si sale di latitudine: le luci di Rio De Janeiro devono passare 15 o addirittura 20 km di atmosfera, quella di San Pietroburgo neanche 10.
(Dati riportati a memoria, non ho controllato)

(Questo è incidentalmente il motivo per cui i temporali subtropicali e equatoriali sono molto più cattivi: possono crescere in altezza molto di più di quelli delle zone dal tropico ai poli.)
Direi che la risposta di Paolo è tranchant: se i testimoni oculari confermano, c'è poco da stare a discutere...

Deposta quindi l'incredulità, rimane solo lo stupore. Forse da 15 km di distanza si riescono a vedere i singoli lampioni. Da 350 però immagino di no: questione di dimensioni. Se anche l'atmosfera fosse spessa solo 10/20 km (secondo la wikipedia però sembrano molti di più) resta il fatto che un "puntino" luminoso a forza di allontanarsi diventa sempre più piccolo fino a - credo - scomparire.

A me è successo di viaggiare in autostrada di notte e vedere da lontano la piana di Firenze costellata di luci, ma pensavo che un simile spettacolo fosse tipico di poche città caratterizzate da una certa dimensione.
Vedere invece l'Italia completamente piena di puntini luminosi mi riempie di stupore. Evidentemente anche paesotti di poche centinaia di anime riescono a creare un'alone sufficientemente ampio da essere visibile dallo spazio.

Sarei anche curioso di sapere che tipo di obiettivo usi il nostro astronauta, per avere un'idea del livello di zoom. Magari anche una foto all'intero pianeta, scattata sempre dalla solita postazione, potrebbe essere indicativa.

Guardando queste due foto
http://twitpic.com/2ndq3b
http://twitpic.com/2lp2z0
che hanno un'inquadratura un po' più ampia, sembra quasi di essere affacciati ad un balcone. 350 km alla fine non sembrano poi una distanza così abissale.
@theDRaKKaR:
La punta meridionale della Sicilia è a circa metà strada tra Napoli e Tripoli.
L' area metropolitana di Napoli conta 4,4 milioni di abitanti.
L' area metropolitana di Tripoli conta 2,4 milioni di abitanti.
Direi che ci sta che si vedano le luci di Tripoli.

@Lys:
Dall' alto (parlo della quota di crociera di un aereo di linea) in condizioni ottimali le luci una grande città sono visibili ad occhio nudo ad un paio di centinaia di chilometri.
Se ti capitasse di sorvolare qualche grande città di notte in aereo puoi calcolare con una discreta approssimazione la distanza a cui la vedi calcolando il tempo che intercorre tra quando la scorgi e quando la raggiungi: un quarto d' ora => 200-230 Km.
Ovviamente non puoi farlo se sei in fase di decollo o di atterraggio.
Non puoi inoltre andare oltre i 300-350 Km. a causa della curvatura terrestre.

noncicredo wrote:
"ma secondo voi prima dell'universo cosa c'era?"
Stai scherzando, vero?

Ciao

Carson
@carson

Non sapevo fosse così grande Tripoli. In questo caso ci può stare.

PS Nel mio commento sull'altezza della troposfera, ho scritto invece atmosfera. Ho sbagliato, ma comunque la troposfera è la parte meno rarefatta, quindi è vantaggioso che sia il più corta possibile.
noncicredo wrote:
"ma secondo voi prima dell'universo cosa c'era?"
Stai scherzando, vero?


Più o meno come la domanda, con la quale mi assillava mia sorella da piccolina: "Ma quando non c'era niente, che c'era?"
Ancora oggi non saprei rispondere...
M'era sfuggita la domanda di Noncicredo...

Comunque Ué, se il tempo non c'era, la parola quando non la puoi usare...

Equivarrebbe a chiedere quanto più freddo può diventare un oggetto che ha la temperatura di zero gradi Kelvin....
Comunque Ué, se il tempo non c'era, la parola quando non la puoi usare...

Giusto, quindi cambiando diventerebbe: "prima che ci fosse qualcosa (anche un solo atomo), che c'era?" "Nulla", rispondevo io. E lei: "S^, ma cos'è il nulla?" "Chiudi gli occhi, cosa vedi?" "Vedo buio (o nero) e non è nulla" ... Tenete presente che eravamo bambine, quindi non infierite, per favore :-)
Anche la parola prima non puoi usare...

Non puoi usare alcun avverbio di tempo...
Anche la parola prima non puoi usare...

Non puoi usare alcun avverbio di tempo...


The Drakkar, eravamo bambine! Vabbè, lasciamo perdere...
Anzi, no, tu come lo diresti?
The Drakkar, eravamo bambine!

Tutte così si giustificano le donne...

Anzi, no, tu come lo diresti?

Direi: perché il tempo è cominciato in quel dato momento e non, invece, esiste da sempre? Perché l'universo è così e non in altro modo che può "funzionare" lo stesso? Ecc. ecc.
perché il tempo è cominciato in quel dato momento

E cioè? Quale dato momento?
Perché me lo chiedi? Comunque 13,73 miliardi di anni con un'approssimazione di 200 milioni...
E se il tempo non fosse iniziato 13,73 miliardi di anni con un'approssimazione di 200 milioni fa, cosa ci sarebbe?
Non capisco bene la domanda.

Noi ora siamo in universo che ha una dimensione temporale e per quel che ne sappiamo tale dimensioni ci è fondamentale per vivere e non capiamo neanche bene come possa essere qualche universo che non abbia questa dimensione.

Se la tua domanda è "se non ci fosse il tempo?" non so proprio cosa risponderti. Sarebbe come chiedermi come sarebbe l'universo se avesse solo due dimensioni fisiche invece che tre (oddio qualcuno ci ha pensato e ha per esempio visto che non potrebbero esistere essere viventi con un buco per mangiare e uno per espellere, perché cioè significherebbe essere divisi in due...)
Se la tua domanda è "se non ci fosse il tempo?" non so proprio cosa risponderti.

Bene, ci siamo arrivati finalmente :-)
@theDRaKKaR:
Quando sarai papà, tua figlia di 5 anni ti chiederà "Ma quando non c'era niente, che c'era?" e le darai una risposta del genere o le parlarai di gradi Kelvin, vorrei esserci a gustarmi la scena. :)

Ciao

Carson
ahahha infatti fare il genitore è un compito quasi sovrumano :)
Tra l'altro, non so se si era capito fra le righe, anche la temperatura di 0° K non è possibile secondo le leggi della fisica in vigore qui: è come un universo senza la dimensione del tempo, si può solo ipotizzare.
Ciccy–ciccy non trovi che sia illogico dire che uno zero assoluto non può essere raggiunto? Per farti contento diciamo che c'è uno zero assoluto teorico e uno reale. Cionondimeno il discorso non cambia.

Ciao Ciccy-ciccy del mio cuore :)
il discorso non cambia.

Quale discorso? Sul tempo o sulla temperatura?
Intendo dire che l'esempio funziona sia che si intenda lo zero assoluto teorico sia che si intenda quello reale. È Ciccy-ciccy che è pignolo fino al grottesco...
Per theDRaKKaR

Per farti contento diciamo che c'è uno zero assoluto teorico e uno reale.

Accidenti, mi son perso quello reale...
È qualche miliardesimo di grado... che dici è troppo caldo?
È Ciccy-ciccy che è pignolo fino al grottesco...

Vabbè, theDrakkar, però a volte sei più pedante di Accademia ... E ho detto tutto (cit.) :-)
Io? I M P O S S I B I L E


=D
"ma secondo voi prima dell'universo cosa c'era?"

A Sant'Agostino chiesero: "Cosa faceva Dio prima di creare il mondo?"
Rispose: "Stava creando l'inferno per chi fa domande come queste"
grazie veramente per queste immagini stupende la prima è diventata il mio desktop