skip to main | skip to sidebar
189 commenti

Voyager e gli alberi marziani

Voyager: tracce di vita intelligente su Marte. Su Raidue, invece, è difficile trovarne


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "fabricio.cola*" e "bleeding".

La puntata dell'8 settembre scorso di Voyager ha presentato una serie di immagini di Marte che a detta dell'intervistato, il giornalista Ennio Piccaluga, dimostrano la presenza di strutture artificiali e di forme di vita sul pianeta rosso. Ci sarebbero addirittura in questo momento, su Marte, alberi giganteschi, rivelati dalle foto delle sonde spaziali.

Piccaluga parla di "strutture che sembrano essere in un certo degrado" e Voyager accompagna le sue parole con questa immagine, che non mancherà di far sbellicare gli astronomi e chiunque altro si occupi seriamente di studio dei pianeti.


Quello è l'Olympus Mons: un vulcano alto tre volte il monte Everest. Lo potete localizzare, sulla superficie di Marte, anche con Google Mars. È famosissimo. Altro che struttura con un certo degrado. O per dirla tutta: una struttura con un certo degrado c'è, ma non è su Marte. Perché non è ammissibile che certe bestialità vengano trasmesse da una rete nazionale in prima serata. È come se qualcuno vi mostrasse una cartolina del Cervino e vi dicesse che è una piramide un po' malconcia. Con che pelo sullo stomaco Giacobbo e il suo staff insistono a propinare idiozie ai contribuenti?

Piccaluga aggiunge che c'è una "struttura", nelle Valles Marineris, "che in effetti ha una struttura palesemente artificiale o almeno ha molti elementi che spingono in quella direzione, in quanto ha molti elementi in comune con le ziggurat... una struttura alta circa 5-600 metri, costruita a gradoni. Il fatto che sia costruita a gradoni esclude che possa trattarsi di una struttura naturale." E lì vicino "sembra che ci sia quella che è la pianta di una città".



Evidentemente il buon Piccaluga non se ne intende granché di analisi delle immagini e dei rilevamenti digitali delle sonde spaziali, perché altrimenti saprebbe benissimo che i "gradoni" e la "pianta di una città" non sono altro che artefatti dell'elaborazione delle immagini, come ben sanno i veri ricercatori, quelli che lavorano all'ESA e alla NASA e che quelle sonde le seguono per lavoro. Quelli che scrivono documenti tecnici come questo, per esempio, che parla appunto di artefatti. Quelli ai quali la redazione di Voyager avrebbe potuto chiedere prima di trasmettere queste farneticazioni, che sono uno schiaffo a chi studia e lavora per far valere l'Italia in campo scientifico.

Quando un altimetro o una fotocamera stereoscopica esplora la superficie di un pianeta, lo fa con un certo margine di precisione in altezza, per esempio cinque metri, e suddivide la superficie in punti. Non vede le sfumature al di sotto di quei cinque metri e di quei punti, e arrotonda verso l'alto o verso il basso. Ci sono poi ulteriori arrotondamenti dovuti all'elaborazione digitale dei dati per trasmetterli a terra, come spiegato bene sul sito della fotocamera stereo della sonda Mars Express.

Per cui se il terreno è in pendenza e sale dolcemente, l'altimetro descrive quella pendenza dicendo che l'altezza del terreno inizia per esempio a 55 metri e poi passa bruscamente (al punto successivo rilevato) a 60 e poi a 65 e così via, senza passare per i valori intermedi. Se questi dati vengono elaborati per generare un modello tridimensionale, una collinetta verrà per forza interpretata come una "ziggurat".

Mostrando quelle immagini, Piccaluga ha dimostrato di non sapere nulla della materia di cui sta parlando. Ma allora perché Voyager lo fa parlare?

Inoltre le immagini mostrate da Voyager non sono fotografie del terreno marziano: sono modelli 3D costruiti digitalmente partendo dai rilievi altimetrici e stereoscopici. In particolare, la foto nella quale Piccaluga indica la "ziggurat" è questa (dal sito dell'ESA): la presunta struttura artificiale è nell'angolo in alto.


Si tratta di un modello 3D generato partendo da un'immagine piatta, che è questa, identificativo ESA SEMMKMWA6QD, scattata dalla sonda Mars Express sopra le Valles Marineris il 14 gennaio 2004 da un'altezza di 275 chilometri, con una risoluzione di 12 metri per pixel. Ne esiste anche una versione da 14 megabyte.


La "ziggurat" si troverebbe nell'angolo in basso a sinistra: prendiamo la porzione corrispondente dell'immagine e ruotiamola in modo che corrisponda all'orientamento dell'immagine 3D.


Ora ingrandiamo la porzione dove ci dovrebbe essere la "ziggurat" (quella sul bordo sinistro, in alto, dove c'è un cratere tagliato dal bordo stesso) e vediamo cosa c'era nella foto prima dell'elaborazione digitale eseguita per renderla tridimensionale.


La presunta "ziggurat" è semplicemente un cratere deformato, squadrato e scalettato dagli errori di elaborazione digitale. Lo stesso effetto si nota negli altri due dettagli indicati dalle frecce.

La seconda immagine mostrata da Piccaluga a Voyager è tratta dalla stessa rappresentazione 3D:


Si tratta ancora una volta di artefatti dell'elaborazione digitale, che nella foto originale non ci sono.

Fra l'altro, l'errore dilettantesco non è solo di Piccaluga, ma anche del Centro Ufologico di Benevento Mars Group Campano, almeno stando a questo comunicato stampa di aprile 2010 a firma di Angelo Carannante, dove si annuncia la "sensazionale scoperta" e si anticipa proprio la puntata di Voyager: "Ma la bomba esploderà anche in TV tra pochissimo quando andrà in onda la puntata di Voyager che Piccaluga ha già registrato, dedicata proprio alle rivelazioni di Ossimoro Marte. Era ora che ciò avvenisse, il grande pubblico deve sapere, perché lo ziqqurat non è altro che un piccolo antipasto della sconvolgente realtà che c’è sul Pianeta Posso [sic]. Questo non è che l’inizio e nei prossimi giorni se ne vedranno delle belle anche su internet, sperando che qualcuno non provi a fermare la verità perché, non c’è dubbio, la storia così come la conosciamo, dovrà forse essere riscritta..."

Sì, avete letto bene, Carannante dice proprio "Pianeta Posso".

Non è finita. Piccaluga dice che su Marte, checché ne dicano gli scienziati brutti e cattivi, "sembra che ci siano addirittura delle piante. Una delle ultime foto mandate dalla sonda americana MRO ha mostrato un campo innevato da cui sembrano innalzarsi delle piante, delle piante che dovrebbero avere dimensioni di centinaia di metri." La foto è questa:


Dove l'avete già vista? Qui sul Disinformatico, oppure presso il Centro Ufologico Taranto, che l'ha sbufalata a gennaio scorso. Nessuna rivelazione scottante. Anzi, la foto è stata addirittura l'Astronomy Picture of the Day della NASA. Non sono alberi: sono rivoli di sabbia che scorrono lungo le dune, dalla cresta verso la base. La visuale dall'alto fa perdere la prospettiva: la "base" degli "alberi" è la cresta di una duna, e la "chioma" è l'accumulo della sabbia a valle. Questa è l'immagine originale:


Ora mi chiedo: visto che un popolo ignorante si comanda più facilmente, sarà mica che Roberto Giacobbo fa parte di un piano per rincitrullire gli italiani e garantire così che continuino a farsi governare nonostante qualunque porcata del governo di turno?

Per fortuna non sono il solo ad avere questi conati: mi tengono compagnia il Corriere del Ticino e Le Scienze
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (189)
No no no no... io sto dalla parte del Piccaluga e della sua "Struttura a gradòuni".
Se il Piccaluga è considerato una forma di vita intelligente, mi pare ovvio che certe forme di vita possano svilupparsi anche in assenza di ossigeno!
Il pianeta Posso è il pianeta in cui tutti possono spararla grossa. Quella dell'Olmypus Mons poi le batte tutte, è clamorosa! Dai, ma è assurdo... Da contribuente non posso che provare sconcerto, nel vedere come una rete nazionale proponga cose del genere. Mi sembra una vera presa in giro. Che roba!
Il solito Kazzenger
Direi che Giacobbo è stato colpito da un po' troppi fotoni.
A questo punto devo dirmi sempre più felice di essere uno dei pochi, in Italia, a non avere il segnale dell'antenna a casa. Per scelta.

Per favore, chiamatemi quando arrivano i Marziani, perché Giacobbo non riuscirei a sentirlo.
Typo

invece di "Quello è l'Olympus Mons" hai scritto "Quello è l'Olmypus Mons".

Ciao
S.
io ho risolto così: al passaggio al digitale, non ho comprato il decoder; né un nuovo televisore.
addio giacobbo.
Ditemi che non è vero. Non può essere vero.
Mi sono fatto grasse risate appena vista la puntata (e dire che Piccaluga e Carannante la sventolano come puntata ufficiale, mentre era solo una squallida anteprima). Non ho mai visto una puntata di Voyager in vita mia (è stata la prima, visto che seguo l'argomento del Pianeta Rosso come appassionato) e devo dire che ha più rigore scientifico l'esperimento settimanale delle Giovani Marmotte pubblicato su Topolino (se esiste ancora XD) rispetto alla trasmissione di Giacobbo e compagnia.
Per concludere: tristezza a palate.

Voglio solo dire una cosa a Paolo: purtroppo la tendenza generale che vedo, è che si dà respiro a questa gentaglia solo per alimentare disinformazione continua, e non scordiamoci che Piccaluga stesso è "ingegnere" (non si sa di che cosa, io mi aspetterei almeno che sia un ingegnere con qualcosa relativo a materie astronomiche, ma non ci giurerei) quindi (almeno in Italia) quando lui parla è più considerato per via del titoletto (almeno questa è l'opinione che mi sono fatto).

Per il resto ripeto: tristezza a palate.

Ciao.
Proprio ieri ho lasciato un commento OT che trattava del tema della disinformazione. A mio avviso dovrebbe essere trattata al pari della diffamazione: reato perseguibile per legge. A potere (in questo caso mediatico) corrisponde responsabilità, e non c'è responsabilità se ognuno può fare quel cazzo che vuole.
L'ho visto "in diretta" mentre diceva che il monte olympus era inequivocabilmente una struttura artificiale in degrado. Preso da un forte senso di nausea ho dovuto spegnere e riprendere a leggere il libro che stavo leggendo nel frattempo.
A proposito di digitale terrestre e RAI: in Emilia Romagna lo switch off avverrà in novembre e ad oggi la RAI NON HA ANCORA UN TRASMETTITORE di Rai 1/2/3 funzionante.

Vergogna!!!
@Paolo: sai se esiste un indirizzo mail della redazione di voyager cui indirizzare delle proteste?
Sul sito della trasmissione non l'ho trovato, ho trovato solo un form da compilare sul sito di Rai2 che, immagino, non serva a nulla.
Un'altra chicca dal promo di voyager: "quale nuova verità e stata trovata negli abissi dello stretto dei Dardanelli?"
Io conosco la misteriosa verità di giacobbo...
Gli "abissi" dello stretto dei Dardanelli hanno una profondità media di 60 metri.
Il vero mistero e' come sia possibile che un cialtrone del genere sia vicedirettore di Rai 2
Io direi che sia utile protestare, molto educatamente, ma protestare. Qui:

http://www.contattalarai.rai.it/eservice_ita/start.swe?SWECmd=Start&SWEHo=www.contattalarai.rai.it

*E* qui:

http://www.voyager.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-a6827f91-4619-4039-87da-48de8f80e3d4.html?refresh_ce
Mi sembra che hai nuovamente colpito nel segno.

L'unica cosa che mi sento di segnalarti è le osservazioni che fai sulla definizione dell'altimetro:
"Per cui se il terreno è in pendenza e sale dolcemente, l'altimetro descrive quella pendenza dicendo che l'altezza del terreno inizia per esempio a 55 metri e poi passa bruscamente (al punto successivo rilevato) a 60 e poi a 65 e così via, senza passare per i valori intermedi. Se questi dati vengono elaborati per generare un modello tridimensionale, una collinetta verrà per forza interpretata come una "ziggurat".

é chiaro che non è questo il caso, ma come specifichi meglio più avanti si tratta di un "errori di elaborazione digitale".
In quanto il bordo scosceso a destra degli "zigurat" presenta una definizione molto più fina degli "zigurat" stessi.

PS: solo per segnalarti un punto dell'articolo esponibile a critiche.
Paolo, ti devo dare delle notizie terribili. Magari le sai già, ma ricordarle fa male lo stesso, lo so. Facciamo che lo dico ai tuoi lettori occasionali. Sei seduto? Siete seduti? Hai/avete vicino qualcuno che ti/vi possa soccorrere?
Bene.
.
.
.
.
.
.
Fai/fate un bel respiro e leggi/leggete:

Da 3 anni c'è anche Voyager Ragazzi. Forse tu vivevi nella beata ignoranza e avresti voluto continuare a farlo. Ma la dura realtà è questa. Ma le notizie terribili non finiscono qui. Voyager ha vinto anche dei premi ( http://www.voyager.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-e93be6c3-76f4-461a-919f-2335ea62e39a.html ):

2003 Personalità Europea a Roberto Giacobbo.

2005 Premio Nazionale Culturale "Torre di Castruccio" a Roberto Giacobbo.

2006 Premio Zeus, premio internazionale di archeologia della città di Ugento al programma Voyager, ai confini della conoscenza.

2008 Premio Paestum Archeologia a Roberto Giacobbo.

2007-2008 Sigillo qualità nella Comunicazione 2008 al programma Voyager, ai confini della conoscenza.

22/12/2008 Premio Nazionale "Tv Educativa" consegnato a Roberto Giacobbo per il contributo alla ricerca e alla divulgazione di contenuti culturali con il programma Voyager.

E secondo wikipedia dal 2009 va in onda con il patrocinio dei beni culturali.

Ecco, ho detto tutto.
Buona arrabbiatura.
"RB211 ha commentato:
A proposito di digitale terrestre e RAI: in Emilia Romagna lo switch off avverrà in novembre e ad oggi la RAI NON HA ANCORA UN TRASMETTITORE di Rai 1/2/3 funzionante.
Vergogna!!!"

beh, se ti può consolare non siete i soli...guarda qui... :(

http://www.verbanianews.it/joomla/fatti/politica/1173-digit


per il resto (voyager e giacobbo) solo tristezza e un bel po' di giramento di scatole a pensare che i soldi che ESIGONO per il canone vengono bruciati per realizzare della spazzatura del genere... :(
A proposito de "Le scienze" ci sono in edicola a 15€ due DVD con la raccolta di tutte le uscite fino ad oggi.
garantire così che continuino a farsi governare nonostante qualunque porcata del governo di turno


Non ho capito quale sarebbe il contrario. Come si fa a non farsi governare dal governo "di turno"?

O forse ce l'avevi con qualcuno in particolare e, nel tagliare la frase a misura bipartisan, hai finito per scrivere una cosa senza senso...
E noi paghiamo il canone RAI... ogni volta che ci penso mi viene da piangere...
Ora mi chiedo: visto che un popolo ignorante si comanda più facilmente, sarà mica che Roberto Giacobbo fa parte di un piano per rincitrullire gli italiani e garantire così che continuino a farsi governare nonostante qualunque porcata del governo di turno?

Non attribuire alla malafede ciò che può essere spiegato con la semplice stupidità... com'era quella legge?
Ciao a tutti, scrivo molto poco ma leggo quotidianamente il blog.
Sull'argomento avrei da esternare solo due umiliazioni personali: nell'ultima puntata Giacobbo ha detto (non ricordo esattamente le parole) qualcosa come : "...queste sono cose che troverete nei libri di storia..."; da laureato in Storia mi son messo a piangere.
Poi scorrendo i titoli di coda è venuto fuori che i servizi di Voyager hanno il patrocinio del Ministero dei beni culturali; da cittadino mi sono rimesso a piangere...
22/12/2008 Premio Nazionale "Tv Educativa" consegnato a Roberto Giacobbo per il contributo alla ricerca e alla divulgazione di contenuti culturali con il programma Voyager.
questa non la sapevo e mi ha lasciato proprio scioccato....è come dare a Hitler il premio nobel per la pace....
Comunque davvero sono stupito e incredulo. Ma è possibile che Giacobbo, dopo anni di esperienza televisiva, ci caschi ancora su bufale del genere? Basta una ricerca su google per smascherare i ciarlatani di turno...

Come è possibile che faccia un servizio col National Geographic degno di Superquark (non scherzo, c'è riuscito davvero) e allo stesso tempo da spazio a ciarlatani?? Io non me lo spiego.
Beh, quello non è sicuramente stupido...non è che ci casca, semplicemente la fantascienza fa più ascolti della pallosa realtà...
Personalmente, ho deciso di dare il mio piccolo contributo concreto al tentativo di limitare i danni che fa 'sta gente.
Per cui, se negli autogrill vedete le sue vele pubblicitarie girate verso il muro, o nelle librerie trovate in cima alle pile dei suoi libri quello di Saviano o di Margherita Hack, sappiate che sono passata di lì.
Per Andrea

22/12/2008 Premio Nazionale "Tv Educativa" consegnato a Roberto Giacobbo per il contributo alla ricerca e alla divulgazione di contenuti culturali con il programma Voyager.
questa non la sapevo e mi ha lasciato proprio scioccato....è come dare a Hitler il premio nobel per la pace....


Legge di Godwin già enunciata al commento 24? Non è un po' presto? Un po' di pazienza, perbacco...
Per Fabio

garantire così che continuino a farsi governare nonostante qualunque porcata del governo di turno

Non ho capito quale sarebbe il contrario. Come si fa a non farsi governare dal governo "di turno"?


In attesa di una risposta del padrone di casa, provo a rispondere io: farsi governare nonostante qualunque porcata del governo è in antitesi a farsi governare consci delle porcate del governo di turno. Se non si capisce nemmeno che gli atti compiuti sono porcate perché la sera prima Voyager ci ha dato nuovi punti di riferimento logici e scientifici, è un po' difficile votare consapevolmente.
Come si fa a non farsi governare dal governo "di turno"?

Esiste sempre la protesta civile. Ricordo per esempio la Poll Tax britannica, che costò il posto alla Thatcher.
"È come se qualcuno vi mostrasse una cartolina del Cervino e vi dicesse che è una piramide un po' malconcia."

Ricordo che, a detta di Voyager, il Machu Picchu visto lateralmente è il profilo di un alieno... :D
Esiste sempre la protesta civile. Ricordo per esempio la Poll Tax britannica, che costò il posto alla Thatcher.

È qualcosa di simile a quanto accaduto colla tassa sulla salute di italica memoria?

Comunque ho la mia personalissima convinzione che gl'italiani "continu[eranno] a farsi governare nonostante qualunque porcata del governo di turno" quando basta ricordare ad un sottosegretario che in diretta tv riesce a dire che tradire il coniuge è moralmente ineccepibile basta che non lo si faccia con un trans o che un medico componente di commissioni parlamentari se la prenda coi ginecologi perché col parto cesareo gli oroscopi non funzionano più, tra l'indifferenza generale o peggio il plauso convinto.
Paolo, in verità hanno ragione...
La vita su Marte c'è davvero, e questa immagine ne è una prova inconfutabile:

http://www.design-r.com/varie/vita-su-marte.jpg

Chissà come mai non l'hanno menzionata su Voyager una prova di questo tipo...
Santi numi, continua a spron battuto la carrellata di idiozie proposte da Voyager, vedo! Il fatto di chiamare a parlare un sedicente esperto è più che sufficiente agli occhi del pubblico per avvalorare qualsivoglia tesi, questo è il problema. Chi ha la pazienza e le competenze per andarsi a cercare e leggere le fonti? Ahimé, una volta finita la trasmissione quel che è fatto è fatto, e smantellare le certezze assolute che lo spettatore si è costruito diventa un'impresa titanica e assai frustrante (a me provoca avvilimento, lo confesso). Lode al nostro Attivissimo che combatte questa battaglia con costanza e dedizione!!!
Sulla piramide a gradoni (e tutte le foto da marte simili ad essa): onestamente non avevo mai pensato al passaggio foto-> ricostruzione 3D ma semplicemente all'erosione. Basta guardare una qualsiasi foto del grand canyon per vedere centinaia di piramidi a gradoni... O MIO DIO! Ho scoperto/rivelato che il grand canyon è opera di un'antica civiltà aliena!!
Ho dato uno sgaurdo veloce al sito di Ennio Piccalunga non ho visto il video su youtube su Nibiru ( è bloccato qui da me)...ma l'impressione è che ci creda a sto pianetone vagante. Il che se confermato è tutto un dire sul suo metodo di ricerca...
Giacobbo non è uno stupido, è volpone se è riuscito ad arrivare a vicedirettore di Rai2. E sarebbe tremendamente ingenuo pensare che lui creda veramente alla fregnacce che propina, semplicemente ha una gran faccia di tolla e sa fare i suoi interessi: in questo caso dovevano fare la solita marchetta di cortesia, questa volta al libro di Piccalunga, così la prossima volta che uscirà con un suo libro riceverà il favore in cambio da questi ambienti di ricercatori "alternativi".
sono d'accordo con erox..comunque è davvero un'indecenza. e la cosa peggiore è che quel mucchio di porcate vengono propinate come scientifiche!! l'italiano medio che di matematica e di scienza sa zero, me lo vedo pendere dalle labbra di questi zotici che sparano c@zzate, e la cosa mi rende veramente triste.
alla rai frega una cippa però, dovremmo protestare!! e forte, pure!
Olympus Monk's? Zigulì? Piccaluga le usa per eliminare l'odore acre che esce dalla sua bocca quando spara certe colossali scemenze..
:)
Chiaramente non sono alberi, ma asparagi.
E non venitemi a dire che gli asparagi non possono crescere su Marte.
Sconcertante è dire poco. E' a dir poco assurdo che queste cose vengano dette senza essere precedute da un grosso cartello "ATTENZIONE QUANTO STIAMO PER DIRE NON HA ALCUNA BASE SCIENTIFICA".

@RB.. se non vedi la rai non ti perdi niente, forse giusto NCIS ... comunque se vai sul sito di RAIway ci sono i dati di tutti i ripetitori, magari dove sei tu riesci a beccare qualcuno di quelli sulle Prealpi o uno di quelli toscani.

Riguardo a Giacobbo, il punto non è se crede o meno alle fregnacce, il punto è che le mandano in onda con una patina di serietà.

Protestare via mail/form è assolutamente inutile secondo me, però io proporrei un flash-mob davanti alla sede RAI di Milano. Civilmente si fa un pò di scena.

Che dite?
E' come per gli UFO, utilizzano solo le immagini peggiori, perchè non hanno utilizzato dati come questo per far vedere le "strutture che sembrano essere in un certo degrado"

http://www.youtube.com/watch?v=LcS_dftaE5U

Ciao
VB
Certo che quelli della NASA sono dei grandi imbecilli, a pubblicare immagini dove si vedono chiaramente strutture artificiali se non vogliono che si sappia (altrimenti lo direbbero prima loro)! :D
La colpa non è di Giacobbo bensì di coloro che l'hanno messo (e lo lasciano) lì... Lui certo non dirà mai di essere inadeguato per quel mestiere e si tiene posto e soldi... Sono i suoi capi i veri deficienti (nel senso che mancano di competenza e serietà).
Comuque: Questi cialtroni che lavorano nelle Reti Pubbliche, non sono in qualche modo nostri dipendenti (paghiamo noi i loro stipendi, no?)? Allora com'è che non possiamo licenziarli?
Eppure, in questo curioso e assoluto vuoto mentale che caratterizza la televisione italiana, invece di raschiare il barile per trovare nuove idee si potrebbe fare GIACOBBER il giorno dopo. Una trasmissione dedicata allo sbufalamento di tutto quel che ha detto Voyager il giorno prima!

E alla fine di ogni puntata un invito alla redazione di Voyager: tornate a casa, restateci, e non riproducetevi.
"sbufalata a gennaio scorso", perdonami, non lo si può proprio leggere.
Riposto anche qui il link già postato da Mad Dog sul blog Le Scienze di Claudia Di Giorgio.
http://dsmv.blogspot.com/2009/02/la-visione-di-voyager-da-vicino-der.html
Sono ancora a chiedermi se ridere o piangere. Di sicuro va letto.
"sbufalata a gennaio scorso", perdonami, non lo si può proprio leggere.

Come riformuleresti?
articolo un po' fumoso....
L'unica lancia che spezzo in favore della conduzione di Voyager è che, in genere, nulla viene dato per assodato. Le trasmissioni scientifiche classiche (non me ne vogliano gli Angela) invece erano appunto scientifiche, e quindi ciò che veniva detto, avendo criterio di scientificità, in genere passava per verità assoluta. In Voyager invece si butta a caso materiale con basi scientifiche insieme a teorie strampalate e personaggi di dubbia competenza, ma senza mai una presa di posizione, della serie "io ti dico questo e quello, scegli tu a cosa credere". Di fatto si propina spazzatura mescolata a cose utili e interessanti, ma può anche servire ad aguzzare il senso critico degli spettatori. La scienza "classica" in TV non è noiosa, è antipatica ai più proprio perché non lascia spazio alla riflessione negli spettatori, a mio avviso.
Premettendo che su Voyager coesistono, a mio parere sia castronerie come quella oggetto del post, che servizi interessanti, in linea generale concordo con Erox.
Ricordo, in particolare, un servizo sulle pietre di Ica, in Perù trattate come clamorosa prova storica: un falso dichiarato dagli stessi autori pochi anni dopo averlo realizzato e, sbufalato, (permettimi, Paolo, di prendere in prestito il tuo neologismo) da diversi giornalisti internazionali e persino da un documentario della BBC.
Canone RAI: quest'anno faccio finta di averlo destinato interamente a "Rigoletto a Mantova" di domenica scorsa. Uno dei rari momenti in cui vedo cultura in televisione...
Su Marte c'è anche una bellicosa popolazione indigena politicamente sinistrorsa nota come "I Mimimmi". Strano che Voyager non ne abbia parlato.
Pensate: potremmo essere tutti ricchi, e famosi, andando a sparare cazzate su RAI tivù. Invece ci tocca fare questi noiosi lavori seri.
sbufalata lo scorso gennaio.
Sempre che con "a gennaio scorso" non si sia voluto intendere "a febbraio".

Da una veloce ricerca in google noto però:
"a gennaio scorso" (565.000 risultati)
"lo scorso gennaio" (3.200.000 risultati)
quindi forse è corretto anche come scrivi tu, ma non l'ho mai sentito dire!
per la cronaca dubito che abbia citato l'Olympus come struttura artificiale(almeno spero, ma non l'ho visto quindi tiro ad indovinare)
Le anomalie presenti sul monte, dovrebbero essere il fulcro del discorso, che sono alcune strutture squadrate alla base del pendio.
Spero almeno si riferisse a queste.
Comunque il tizio è ben noto nell'ambiente per sparale davvero grosse. Complimenti a V.
+1 per il CdT.

Ma dovranno scrivere ancora 4-5 di articoli come questo per far dimenticare quello dove parlavano di allineamento della Terra col centro della galassia...
Ciao a tutti, sono indignato da questa spazzatura. Incredibile come possano far parlare gente incompetente, questo fa veramente male agli scienziati, che come me nel piccolo, studiano e si fanno il mazzo per poi essere "sbugiardati" davanti alla TV. Grazie del tuo servizio Paolo ti leggo sempre con interesse :-).
il conduttore ha fatto soldi a palata col libro pubblicato sul 2012. Evidentemente alla gente appassiona!
Quello che ad alcuni sembrano foreste non lo sono affatto, è sabbia, sabbia a non finire o curiose crepe nel suolo. Quelli non sono alberi o vegetazione...mi sorprende come alcuni sono convinti di queste cose senza nemmeno provare a cercare immagini migliori della stessa zona. Basta cercare tra le foto hirise...

A volte è da visionari il voler vedere cose che non ci sono... ed anche illogico: i robottini spirit e opportunity sarebbero li a scavare, prelevare campioni, analizzarli, percorrere centinaia di chilometri per vedere solo roccia e sabbia mentre da altre parti ci sono FORESTE???

La Nasa è così stupida e ottusa che manderebbe i robot nell'unica parte desertica di marte sapendo che altrove ci sono foreste? E si sforzerebbero così tanto di scoprire tracce di molecole di sostanze alla base della vita quando altrove ci sono ALBERI enormi??

Non ci si rende bene conto della realtà dei fatti...ma poi ci sono archivi immensi di foto spettacolari hirise e ci si ferma nel vedere una foresta in una zona scura su fondo chiaro???
Date un occhiata a questo archivio:
http://hirise.lpl.arizona.edu/

e state sicuri che se ci fossero foreste la Nasa lo direbbe...una cosa tanto palese non si può tener nascosta. e i robottini sono stati spediti un una zona molto molto interessante e non apposta nella zona meno interessante di marte come qualcuno crede...sono in una zona dove sono visibili tracce di antichi fiumi.

Non è che le hanno fatte giungere a casaccio su marte ma sono stati scelti per l'atterraggio due fra le aree più interessanti del pianeta, e questo dopo aver osservato minuziosamente tutte le carte e gli studi effettuati grazie alle precedenti sonde giunte attorno al pianeta.

Si sottovaluta troppo l'immane lavoro che c'è dietro.

Si trova una foto su internet e si decide che ritragga una foresta. Ma si ha idea delle migliaia di scienziati che le hanno analizzate prima di queste persone visionarie? Di quanto lavoro ci sia dietro ogni foto? Non dovete credere che la foto arrivi così, dal nulla e mai nessuno le abbia viste...c'è gente che osserva terreni marziani accidentati dalla mattina alla sera a risoluzioni forse maggiori di quelle che otteniamo noi...roba da addetti ai lavori...non saremo certo noi a scoprire enormi foreste su marte...se queste esistono...ma ne dubito fortemente...
Riguardo allo ziqqurat su Marte di Piccaluga

le immagini di Marte diffuse dell'ESA su cui si trovano le anomalie più strambe, come città e affini, sono delle elaborazioni tridimensionali di fotografie a due dimensioni, con l'aggiunta di filtri grafici, che finiscono inevitabilmente per far uscire le stranezze più strane grazie ad elaborazioni al computer: ovviamente queste anomalie sono assenti nella foto normale presente negli archivi RAW originari su internet del Mas Express, essendo anomalie nate da una elaborazione digitale e non anomalie realmente fotografate.

I Signori dell’ESA non hanno fatto altro che “taroccare” i loro stessi Original RAW Frames ingrandendoli oltre ogni logica ed oltre ogni misura, colorandoli color “zucca” e quindi tridimensionalizzandoli.
Conseguenze?
Una su tutte: l’iper-processing dei frames ha portato alla creazione di innumerevoli image-artifacts, ovvero di vizi e difetti di elaborazione che si sono manifestati ai nostri occhi come angoli “retti&fasulli” e come “rilievi fantasiosi”. Tutti quanti frutti del digitale più estremo.
Allora è stata tutta una conseguenza della Neo-Tecnologia conosciuta come Virtualizzazione?
Niente affatto!
La presenza nei “frames spaziali” degli image-artifacts è una circostanza abituale (e spesso facilmente riconoscibile) da Esperti ed Appassionati di Ricerca Spaziale, perché questi “vizi” dell’immagine sono presenti non solo nelle elaborazioni digitali di frames orbitali moderni (diciamo post Anni ’80), ma anche nelle stesse scansioni dei rullini Apollo e pre-Apollo!
O forse, molto più semplicemente, all’ESA (come alla NASA), sono davvero convinti che la Comunità dei Liberi (e Privati) Ricercatori ed Appassionati sia davvero costituita, nella sua interezza, da babbei che non solo non hanno la minima idea di quello che vedono, ma che non si rendono neppure lontanamente conto di ciò di cui parlano (anzi: blaterano).
E quindi, per concludere: complimenti. Complimenti davvero a tutti.
Quello che conta, in fondo, non è ricercare, evidenziare e diffondere usando la noiosa prudenza e lo stancante pragmatismo. No.
Quello che conta, quello che bisogna essere capaci di fare e di dare al Pubblico – in questo mondo che va troppo veloce e nel quale non serve più “essere” ma occorre, sempre ed a qualsiasi costo, “sembrare”– è solo sorprendere, meravigliare, stupire e far sognare (magari arraffando qualche euro, così, tanto per rifarsi del tempo impiegato per pensare e scrivere).
Giusto. Va bene così.
E poi…Poi non importa se i sogni andranno (inevitabilmente) infranti e le meravigliose e stupefacenti sorprese si riveleranno come delle "bufale di dimensioni planetarie"
Infine, invito tutti, Attivissimo compreso, a leggere questo articolo proprio sul tema specifico:

http://www.pianetamarte.altervista.org/ziqqurrat_su_marte.htm
Domenico, ma c'è bisogno di un predicozzo in italiano approssimativo per ripetere in 2000 parole gli stessi, identici concetti esposti nell'articolo in 250?
La prossima volta metti il link e basta.
L'unica lancia che spezzo in favore della conduzione di Voyager è che, in genere, nulla viene dato per assodato.
Nulla viene dato per assodato, perché a Giacobbo&co. non fa comodo che delle conoscenze acquisite e consolidate attraverso centinaia di anni di metodo scientifico vengano "date per assodate"

Le trasmissioni scientifiche classiche (non me ne vogliano gli Angela) invece erano appunto scientifiche, e quindi ciò che veniva detto, avendo criterio di scientificità, in genere passava per verità assoluta.
Forse perché tu non hai familiarità con il mondo scientifico, ma qui non si tratta di "verità assoluta", bensì limitarsi a riportare delle conoscenze scientifiche assodate (vedi sopra). Concordo però che sarebbe interessante vedere una trasmissione focalizzata al dibattito scientifico su vari temi, e che riporti le opinioni dei vari scienziati interessati.

In Voyager invece si butta a caso materiale con basi scientifiche insieme a teorie strampalate e personaggi di dubbia competenza, ma senza mai una presa di posizione, della serie "io ti dico questo e quello, scegli tu a cosa credere".
Non penso proprio: alla fine il messaggio che acquista maggior peso è sempre il messaggio "antiscientifico", quello che fa leva su complotti, soprannaturale, superstizioni, ecc.

Di fatto si propina spazzatura mescolata a cose utili e interessanti, ma può anche servire ad aguzzare il senso critico degli spettatori.
Oppure ad atrofizzarlo: la gente che non ha gia un "senso critico" sviluppato abbastanza, tende a credere alle tesi sopra elencate. Per aguzzare il senso critico delle persone bisogna dar loro delle conoscenze solide (istruzione), non castelli di carta e informazioni alla rinfusa che fanno solo confusione.

La scienza "classica" in TV non è noiosa, è antipatica ai più proprio perché non lascia spazio alla riflessione negli spettatori, a mio avviso.
Questo lo dici tu. Io la penso diversamente. L'unica cosa sulla quale Voyager e affini mi da di che riflettere è il perché devo pagare con i miei soldi gente come Giacobbo.
il senso critico degli spettatori

C'è un controsenso tra queste parole.
Canone RAI: quest'anno faccio finta di averlo destinato interamente a "Rigoletto a Mantova" di domenica scorsa. Uno dei rari momenti in cui vedo cultura in televisione...

Da melomane ti posso dire che questo Rigoletto - pur tenendo conto del fatto che era uno spettacolo televisivo rivolto al grande pubblico - era secondo me indifendibile sotto tutti i punti di vista. E, frequentando molti altri appassionati, so che questa è l'opinione unanime.
Ovviamente sono contenta che ti sia piaciuto, e se sei un grande appassionato sei uno dei pochissimi fortunati che si è goduto l'evento ;-). Resta il fatto che a me è sembrata l'ennesima conferma della scarsissima qualità della divulgazione (culturale o scientifica) fatta dalla televisione e dai giornali: la maggior parte delle volte in cui da "esperti" ci si imbatte in una divulgazione ci si accorge dell'approssimazione, dell'incuria e persino dell'incompetenza con cui questi prodotti vengono preparati. Anche facendo la tara delle aspettative un po' eccessive e della pignoleria di giudizio insite nella fruizione dell'appassionato.
@Rodri
Perché?
@Paolo, vedo che qui siamo tutti d'accordo nel considerare questa trasmissione indegna del servizio pubblico...
Ma a questo punto mi chiedo, come fanno quelli del CICAP a partecipare a questa trasmissione? Non temono forse che con le loro "ospitate" da Giacobbo finiscono per legittimarlo?
Scusa questa cosa la chiedo a te perchè vedo sul tuo blog che sei attivo in questa associazione della quale ho una fortissima stima... (almeno quando non si fa vedere da Giacobbo)
@ Rubio

Perché il senso critico del 95% dei telespettatori è limitato alla scelta tra la pizza ed i biscotti al momento di mettersi sul divano.
Pur condividendo l'incompatibilità di Voyager su una rete del servizio pubblico, così come degli oroscopi e di molte altre trasmissioni non legate alla pseudoscienza, non posso fare a meno di ricordare che Giacobbo conduceva la sua trasmissione Stargate su TMC/La 7 fino al 2003, per poi passare in Rai, in seconda serata, per poi essere spostato in prima serata. Voyager ha colmato una voglia preesistente nel telespettatore medio, non l'ha creata dal nulla, ahinoi.
Caro Attivissimo, adesso ho capito come mai ha deciso di abitare in Svizzera :-)
La NASA vorrebbe esplorare Marte, nonostante tutte le difficoltà del caso (non dimentichiamo infatti che Marte è territorio Klingon [CIT.]), se poi ci aggiungiamo che c'è chi rema contro...

A proposito dei klingon: c'è qualcuno che potrebbe fare la recensione della prima opera teatrale dei klingon?
(http://www.u-theopera.org/)
@Accademia
Concordo assolutamente, rimane il fatto che Giacobbo e altri sfruttano l'ignoranza del telespettatore per macinare quattrini invece di proporre nuovi contenuti
Per Rubio

Concordo assolutamente, rimane il fatto che Giacobbo e altri sfruttano l'ignoranza del telespettatore per macinare quattrini

O piuttosto, sfruttano chi pur sapendo di essere ignorante non ha alcun desiderio di riscatto. In fondo, per chi vuole emanciparsi, la Rai ha i canali Rai Scuola e Rai Storia, e a un livello più alto Rai Nettuno Sat.
OT: tra pochi minuti su Current (canale 130 di sky, fondato dal Al Gore) andrà in onda "Speciale 11 settembre: uno speciale con alcune tesi proposte nel documentario Zeitgeist che analizza la vicenda del crollo delle torri a New York raccontando la storia da un altro punto di vista". Non vedo l'ora!
"sarà mica che Roberto Giacobbo fa parte di un piano per rincitrullire gli italiani e garantire così che continuino a farsi governare nonostante qualunque porcata del governo di turno?"

Epperò! Qui siamo in pieno complottismo! Maurizio Blondet docet?
@ Laura
Sarò breve perché siamo OT. Condivido l'idea che far cantare ad un tenore la parte di baritono, solo perché è Domingo, sia deprecabile.
Ma tieni presente che avevamo un'orchestra in diretta che suonava in un posto e cantanti che, in diretta, cantavano in un altro con la musica amplificata. E noi seduti su un divano senza le emozioni e il coinvolgimento della platea di un teatro. Tutto è migliorabile, ma parlare di "scarsissima qualità, approssimazione, incuria e incompetenza" mi sembra eccessivo. E credi che un direttore del calibro di Mehta avrebbe accettato di partecipare ad un progetto che non lo soddisfacesse?
@EmaBena
Sì, siamo terribilmente OT ;-).
Volevo solo replicare alla presunta "garanzia di qualità" offerta dalla presenza di Mehta. Non solo è successo a volte che grandi artisti si siano prestati a partecipare ad eventi di bassa qualità artistica (per fama, per soldi, per scarso intuito professionale, o per altre mille ragioni), ma c'è purtroppo da aggiungere che Mehta - direttore indubbiamente capace - ha partecipato a gran parte degli spettacoli "circensi" lirici degli ultimi decenni (alcuni artisticamente riusciti, come Tosca, altri indifendibili come questo Rigoletto o come Traviata; e - lo ripeto ancora a scanso di equivoci - non critico l'intento divulgativo e "spettacolare", ma proprio la qualità del prodotto).
Lancio una proposta.
Dal momento che in autogrill e in libreria si trovano le pubbicazioni di Giacobbo, quando le troviamo spostiamone qualche copia nella sezione fantasy, facciamo una foto e spediamola alla Rai, o proponete voi dove :)
ci indignamo, ci indignamo... ma non serve a nulla. Il marito di una mia amica segue tutte le manifestazini di divulgazione scientifica fatte dall'osservatorio astrofisico dellla mia città, ma poi mischia le informazioni che ha recepito con le fandonie di Giacobbo. Perchè mai dovrebbe assere Giacobbo messo in discussione se la rete pubblica lo accredita??
Mi chiedo come sia possibile che non esista una commissione di controllo RAI che possa intervenire per stroncare questo approfittarsi della buona fede della gente?
@ Laura & EmaBena

Laura, mi hai anticipato; non l'avessi fatto tu, avrei pubblicato io stesso un intervento molto simile al tuo.
Io sono molto legato a "Rigoletto" e francamente l'altra sera dopo aver assistito al primo atto ho semplicemente archiviato il tutto come "interessante esperimento".
Domingo, al di là del fatto che nella sua carriera non l'ho mai personalmente apprezzato più di tanto, era totalmente fuori ruolo e le entrate sbagliate erano sicuramente evitabili anche nel caso in cui abbia avuto dei problemi nell'udire la "base" (mi riferisco in particolare alla scena con i cortigiani prima del rapimento di Gilda).
L'unica ipotesi che mi è venuta in mente per questa sua partecipazione (cosa che spero non risponda a realtà!!!) è che magari sia malato e lo si sia voluto in qualche modo omaggiare.
Al di là di tutte le considerazioni tecniche, comunque, l'importante è l'emozione che suscita in noi una rappresentazione e questa in particolare mi ha lasciato così come mi aveva trovato un'ora prima.
Non so se tu ed EmaBena abbiate mai visto la versione con Ponnelle alla regia e con Pavarotti nel ruolo del Duca: a parte il re di petto sull'"Amor" di "Addio Amor" di quest'ultimo è un delirio di trovate di scena incredibili; si va da Gilda che imbarazzatissima in un momento lirico tragico e coinvolgente non sa più dove abbracciare il padre per non "beccare" la gobba a Wixell che interpreta sia la parte di Rigoletto che quella di Monterone (non sono infatti le due facce della stessa medaglia?); Rigoletto è un'opera in cui tutti i personaggi in modo più o meno conscio mentono a noi ed a se stessi: chi può scordare Sparafucile che considera se stesso non "un ladro" ma "un uom che libera per poco da un rivale" (Ah, beh, allora non ruba manco sulle tariffe, alle prossime elezioni ci faccio un pensierino) e che dopo aver rampognato Maddalena che gli propone di uccidere qualcun altro al posto del Duca ("Un ladro son forse? Son forse bandito? Qual altro cliente da me fu tradito? Mi paga quest'uomo, fedele mi avrà!") dopo manco due minuti appena qualcuno bussa se ne esce con "ebbene son pronto quell'uscio dischiudi, più ch'altro gli scudi mi preme salvar" od il Duca che è stato talmente colpito da Gilda che grazie a lei di se stesso non dice "sono diventato virtuoso"... non "divento virtuoso"... non "sono spinto a virtù"... non "sono quasi spinto a virtù"... non "quasi spinto a virtù mi credo"... ma, rullo di tamburi, "quasi spinto a virtù talor mi credo" (spero che Accademia dei Pedanti ne tragga un orgasmo sintattico).
Ponnelle percepisce tutto questo e ci restituisce un Rigoletto ironico ed amaro... il Rigoletto dell'altra sera cosa ci ha lasciato? A me, purtroppo, quasi niente.
Per terminare questo spaventoso OT, oltre all'ovvio consiglio di guardare il Rigoletto di Ponnelle, vi suggerisco caldamente di procurarvi sempre di Ponnelle "Il ritorno di Ulisse in Patria" e "L'incoronazione di Poppea" entrambe opere di Monteverdi (etteppareva: ecchilo!!!); nel caso potrei darvi una mano io ;-)
Invece per quel che riguarda "L'Orfeo" non so nemmeno io dove poterlo... "recuperare"... ehmmmm... :-
@ Laura & EmaBena

Laura, mi hai anticipato; non l'avessi fatto tu, avrei pubblicato io stesso un intervento molto simile al tuo.
Io sono molto legato a "Rigoletto" e francamente l'altra sera dopo aver assistito al primo atto ho semplicemente archiviato il tutto come "interessante esperimento".
Domingo, al di là del fatto che nella sua carriera non l'ho mai personalmente apprezzato più di tanto, era totalmente fuori ruolo e le entrate sbagliate erano sicuramente evitabili anche nel caso in cui abbia avuto dei problemi nell'udire la "base" (mi riferisco in particolare alla scena con i cortigiani prima del rapimento di Gilda).
L'unica ipotesi che mi è venuta in mente per questa sua partecipazione (cosa che spero non risponda a realtà!!!) è che magari sia malato e lo si sia voluto in qualche modo omaggiare.
Al di là di tutte le considerazioni tecniche, comunque, l'importante è l'emozione che suscita in noi una rappresentazione e questa in particolare mi ha lasciato così come mi aveva trovato un'ora prima.
Non so se tu ed EmaBena abbiate mai visto la versione con Ponnelle alla regia e con Pavarotti nel ruolo del Duca: a parte il re di petto sull'"Amor" di "Addio Amor" di quest'ultimo è un delirio di trovate di scena incredibili; si va da Gilda che imbarazzatissima in un momento lirico tragico e coinvolgente non sa più dove abbracciare il padre per non "beccare" la gobba a Wixell che interpreta sia la parte di Rigoletto che quella di Monterone (non sono infatti le due facce della stessa medaglia?); Rigoletto è un'opera in cui tutti i personaggi in modo più o meno conscio mentono a noi ed a se stessi: chi può scordare Sparafucile che considera se stesso non "un ladro" ma "un uom che libera per poco da un rivale" (Ah, beh, allora non ruba manco sulle tariffe, alle prossime elezioni ci faccio un pensierino) e che dopo aver rampognato Maddalena che gli propone di uccidere qualcun altro al posto del Duca ("Un ladro son forse? Son forse bandito? Qual altro cliente da me fu tradito? Mi paga quest'uomo, fedele mi avrà!") dopo manco due minuti appena qualcuno bussa se ne esce con "ebbene son pronto quell'uscio dischiudi, più ch'altro gli scudi mi preme salvar" od il Duca che è stato talmente colpito da Gilda che grazie a lei di se stesso non dice "sono diventato virtuoso"... non "divento virtuoso"... non "sono spinto a virtù"... non "sono quasi spinto a virtù"... non "quasi spinto a virtù mi credo"... ma, rullo di tamburi, "quasi spinto a virtù talor mi credo" (spero che Accademia dei Pedanti ne tragga un orgasmo sintattico).
- cont
prova
- cont
Ponnelle percepisce tutto questo e ci restituisce un Rigoletto ironico ed amaro... il Rigoletto dell'altra sera cosa ci ha lasciato? A me, purtroppo, quasi niente.
Per terminare questo spaventoso OT, oltre all'ovvio consiglio di guardare il Rigoletto di Ponnelle, vi suggerisco caldamente di procurarvi sempre di Ponnelle "Il ritorno di Ulisse in Patria" e "L'incoronazione di Poppea" entrambe opere di Monteverdi (etteppareva: ecchilo!!!); nel caso potrei darvi una mano io ;-)
Invece per quel che riguarda "L'Orfeo" non so nemmeno io dove poterlo... "recuperare"... ehmmmm... :-
Scusate: ho avuto qualche difficoltà a pubblicare il commento.
qui, nei commenti, Ennio Piccaluga si offende per le critiche mossegli da Claudia Di Giorgio: certa gente ha proprio una gran faccia tosta... Non solo mentono, ma spergiurano di non mentire... Mah
...Coraggio, Giacobbo fa meno danni del "Grande Fratello" e stimola la fantasia dei bambini, a cui oggi non pensa praticamente più nessuno, neanche la Gelmini.
Qualcuno sa dirmi cosa c'è rimasto di interessante in TV per i Ragazzi? A parte il Fanta Bosco?...C'era Screensaver ed è stato eliminato.
Ma per cortesia, lasciamo in pace la fantasia dei Ragazzi...Se uno non sogna qualcosa di IDEALE come fa a sviluppare l'aspirazione all'esplorazione scientifica e non.
Siamo la solita Italietta Cinica e provinciale.
Coraggio, Giacobbo fa meno danni del "Grande Fratello" e stimola la fantasia dei bambini

Se per te stimolare la fantasia consiste nel fargli credere che possono essere rapiti dagli alieni e che il mondo finirà nel 2012, hai avuto un'infanzia molto difficile :-)
Ma per cortesia, lasciamo in pace la fantasia dei Ragazzi...

Appunto. Non imbottiamola di scemenze, spacciate oltretutto per realtà.

Prova a fare un giro nelle scuole, come faccio io per lavoro, e senti quanti ragazzini e ragazzine sono angosciati dalle stronzate catastrofiste propinate da Voyager.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Caro Attivissimo, io Insegno. Nelle scuole esiste il VUOTO, sia in Ideali che in SOSTEGNO. I Ragazzi di oggi non hanno bisogno di ulteriore Cinismo, ti assicuro. E questa televisione è solo generatrice di vanità, cinismo e odio...
Non mi risulta che un qualsiasi Cantastorie abbia mai fatto più dannidelle cose sopracitate.
E' (o sbaglio?) compito di Insegnanti e genitori correggere il tiro di Fiabe e Filastrocche...ma guai a negarle.
Obywan dixit:

"Caro Attivissimo, io Insegno. Nelle scuole esiste il VUOTO, sia in Ideali che in SOSTEGNO"

Mi perdoni la franchezza ma nelle scuole la formazione dei ragazzi dipende per la quasi totalità dai docenti; se nella sua scuola percepisce questo vuoto si faccia una domanda e si dia una risposta.
Come chiosa, personalmente, a me gli Ideali con la "I" maiuscola fanno un po' paura.
Rispetto al SOSTEGNO (tutto maiuscolo) taccio.
Per Obywan

Caro Attivissimo, io Insegno.

Anche a usare le maiuscole? Noto un'inflazione, nemmeno stessi scrivendo in tedesco...

Non mi risulta che un qualsiasi Cantastorie abbia mai fatto più dannidelle cose sopracitate.

Un cantastorie no. Ma nessuno ha mai presentato il programma Voyager e il giornalista Giacobbo come un cantastorie. Casomai il contrario.

E' (o sbaglio?) compito di Insegnanti e genitori correggere il tiro di Fiabe e Filastrocche...ma guai a negarle.

Anche su questo avrei qualcosina da ridire: non molti sanno che, mentre le prime edizioni delle Fiabe dei fratelli Grimm erano pubblicate integralmente e filologicamente, così come le avevano sentite dai racconti di amici e amiche, le edizioni successive presentarono fiabe purgate. Come si sarebbe detto un secolo prima, ad usum Delphini. Certi particolari raccappriccianti erano troppo anche per i bambini tedeschi dell'epoca romantica.
Da ciò la domanda: per farli addormentare leggeresti ai tuoi figli (se ne hai) alcune delle fiabe dei Grimm in versione non edulcorata?
Insegno anch'io, scienze.

La scienza è già abbastanza interessante per entusiasmare chiunque, anche i ragazzi. Non c'è bisogno di inventarsi fantasticherie come quelle di Giacobbo e C. Che anzi sono deleterie per motivi qui detti e ridetti.

Sputtanare Giacobbo e proporre il cinismo (cioè non credere in nulla) sono due cose molto, molto, molto diverse. Forse opposte.
Per (in effetti è più bello) Adp

"L'Orco, svegliatosi nella notte con l'intento di sgozzare i bambini, viene tratto in inganno dalla "sostituzione" e sgozza le proprie figlie"
da "Pollicino" di Perrault

Questo brano l'ho tratto dal riassunto di Wikipedia ma vi posso assicurare che nella versione che posseggo a casa il racconto si svolge similarmente e si parla esplicitamente di sgozzare.
Per Epsilon

"L'Orco, svegliatosi nella notte con l'intento di sgozzare i bambini, viene tratto in inganno dalla "sostituzione" e sgozza le proprie figlie"
da "Pollicino" di Perrault

Questo brano l'ho tratto dal riassunto di Wikipedia ma vi posso assicurare che nella versione che posseggo a casa il racconto si svolge similarmente e si parla esplicitamente di sgozzare.


Credo che nella versione originale dei Grimm ci sia anche di peggio, ma non ho modo di controllare da qui.
Una bella fiaba della buona notte, per i bambini in età prescolare. Poi, tanto, ci pensa Obywan a correggere il tiro.
Carissimi, se pensate che i genitori debbano essere esclusi da un corretto sistema didattico, siamo proprio fuori tema. Essi se non fondamentali sono, senz'altro, l'ausilio perfetto per un buon funzionamento della scuola. In molti casi stanno salvando, con il loro contributo attivo la scuola statale. In quanto alle fiabe dei F.lli Grimm, ne ero a conoscenza e sinceramente le eviterei in toto. Ma di certo non impedirei di far vedere Star Wars ai miei figli perché le astronavi nel vuoto cosmico non fanno rumore, oppure xchè è umanamente impossibile attraversare i Buchi Neri...Un insegnante o un genitore servono proprio a dare supporto anche per spiegare certe cose.
OK, la scienza è davvero più interessante così, chi può negarlo? Ma gente come Isaac Asimov e Arthur Clarke ci insegnano di come sia altrettanto importante fantasticare sopra tale argomento. Il classicissimo “Lo Zen e il tiro con l’arco di Herrigel ci insegna che per raggiungere una data Méta è fondamentale mirare ad un obbiettivo più alto ad essa contigua.
X Attivissimo, a me spaventa il suo spaventarsi di fronte agli Ideali: non è Lei stesso ad avere il "ferreo" ideale della Ragione? Amiamo forse tutti e due la frase di Voltaire "Non condivido le tue idee ma darei la vita affinchè tu possa esprimerle"? Perché, qual’ora così non fosse, faremmo solo torto a ciò che vorremmo salvaguardare…
PS: Le Maiuscole? Touchè…Un mio vezzo o licenza poetica nella libera conversazione. D’altronde non stiamo scrivendo documenti legali…
Ma gente come Isaac Asimov e Arthur Clarke ci insegnano di come sia altrettanto importante fantasticare sopra tale argomento.

Pienamente d'accordo. Ma nè l'uno nè l'altro spacciavano per reali le loro creazioni di fantasia
Santo Cielo, ma abbiamo discernimento no? Siamo gente matura, suppongo...Pure al Circo ci sono Maghi che garantiscono sulla veridicità, sincerità e genuinità delle loro performances, ma la gente(a volte) ci va, paga e si diverte.
Sarò Ottimista e Tollerante, ma a me da più fastidio il Reality, diseducativo in una maniera intollerabile, quello si, di un "Cantastorie" che "ci mette la faccia" e che chiunque, se vuole, può smentire e mettere alla gogna (come si fa in questo Blog del resto)...
Come suggerito da menti più eccelse della mia "Se il Re dei Ciarlatani vuol mettersi a fare il serio, chi mai gli crederà?"
Per Obywan

Carissimi, se pensate che i genitori debbano essere esclusi da un corretto sistema didattico, siamo proprio fuori tema. Essi se non fondamentali sono, senz'altro, l'ausilio perfetto per un buon funzionamento della scuola.

Qui il tema, se non te ne fossi accorto, non è la scuola, ma la trasmissione Voyager.

In quanto alle fiabe dei F.lli Grimm, ne ero a conoscenza e sinceramente le eviterei in toto.

E perché? Se Voyager può parlare ai bambini della fine del mondo in un dato anno e di sequestro di persona da parte di alieni, che cosa sarà mai una scena di infanticidio in più? Da un punto di vista narrativo, anzi, c'è più suspense nel secondo che nei primi.

Ma gente come Isaac Asimov e Arthur Clarke ci insegnano di come sia altrettanto importante fantasticare sopra tale argomento.

Anche se è solo un dettaglio a margine: il grande scrittore del mistero Tiziano Sclavi fa parte del Cicap: comitato italiano per il controllo delle affermazioni sul paranormale. E così il prestigiatore Silvan. Sono due persone che hanno l'onestà intellettuale di ammettere che il mondo della fantasia, sacro, è una cosa, la realtà un'altra. Un'ammissione che Voyager non ha mai fatto.

Amiamo forse tutti e due la frase di Voltaire "Non condivido le tue idee ma darei la vita affinchè tu possa esprimerle"?

Ma dove diavolo insegni?!? Voltaire quella frase non l'ha mai scritta!

Perché, qual’ora così non fosse, faremmo solo torto a ciò che vorremmo salvaguardare…

Sì, buonan'otte!

PS: Le Maiuscole? Touchè…Un mio vezzo o licenza poetica nella libera conversazione. D’altronde non stiamo scrivendo documenti legali…

Ah, se ti piace pensarla così. Il web è pieno di maestrini e maestrine pronti a fartelo notare, non ci sono solo io.
Per Obywan

Santo Cielo, ma abbiamo discernimento no? Siamo gente matura, suppongo...

Noi lettori del forum, forse sì. I telespettori di Voyager, decisamente no.

Pure al Circo ci sono Maghi che garantiscono sulla veridicità, sincerità e genuinità delle loro performances,

Esagerato. Ci mettono il bollino blu del garante, magari? A livello di battute, sì, "non c'è trucco non c'è inganno" è una frase fatta che non manca mai. Ma non si pongono come giornalisti.

ma la gente(a volte) ci va, paga e si diverte.

Appunto: paga per vedere uno spettacolo. Il telespettatore della Rai, invece, paga il canone per assistere a una trasmissione giornalistica che è a livello da circo (per essere generosi). E noi dovremmo dire: bravi, continuate cosi?

Sarò Ottimista e Tollerante, ma a me da più fastidio il Reality, diseducativo in una maniera intollerabile, quello si,

Sì, abbiamo capito che i reality show ti stanno antipatici. Qui ora si parla di Voyager: prendere o lasciare.

di un "Cantastorie" che "ci mette la faccia" e che chiunque, se vuole, può smentire

Ma magari si potesse andare a Voyager e avere pari tempo per controbattere punto per punto alle sue idiozie! Purtroppo non è così. E il numero di spettatori di Voyager è irraggiungibile con qualsiasi altro mezzo, fosse anche un intero quotidiano.
Santo Cielo, ma abbiamo discernimento no? Siamo gente matura, suppongo...

Noi sì. I nostri alunni? Io alla loro età no; tanto è vero che, ricordo, avevo una paura folle dell'alineamento planetario del 1982 su cui Peter Kolosimo tanto ricamava.
Un mio professore che all'epoca mi avesse spiegato che quei libri erano da buttare mi avrebbe fatto molto comodo.
allineamento: due elle
@ Obywan

..Coraggio, Giacobbo fa meno danni del "Grande Fratello"

DOPPIETTA!
Infatti in queste poche parole, vengono utilizzati ben due esempi di puerile demagogia:
1 - far notare che "c'è sempre qualcosa di peggio". Questa tecnica è ormai uno standart, da utilizzare ogni qualvolta si debba tentare dare giustificare ad un comportamento scorretto possibilmente il proprio. Molto gettonata quando si viene fermati dalle forze dell'ordine ("ma perchè non ve la prendete con i veri criminali?") oppure quando un qualsiasi provvedimento esterno rischia di minare una nostra -cattiva- abitudine ("ma come? con tutti i mali che ci sono nel mondo, vogliono impedirmi di fumare in un bar? ma pensino alla mafia, le guerre e la fame nel mondo").
Non a caso, guardare Voyager è una cattiva abitudine...

2- dal volume "demagogia del nuovo millennio": prendersela SEMPRE col Grande Fratello (oppure con un qualsiasi reality e/o programma di Maria De Filippi). Il GF è la rovina del mondo ed è causa del crollo dei valori umani e culturali.
Infatti è risaputo che prima del 2000, l'Italia era un pozzo d'intelligenza...

Siamo sicuri che il GF sia peggio?
Una persona che guarda il GF (o simili) difficilmente, il giorno dopo, andrà da amici colleghi pensando di aver scoperto le "verità nascoste" del mondo. Probabilmente racconterà una serie di idiozie su persone che si insultano, si picchiano o frignano...ma almeno non hanno la presunzione di saccenza di chi guarda Voyager e pensa di essersi acculturato.

e stimola la fantasia dei bambini, a cui oggi non pensa praticamente più nessuno, neanche la Gelmini.

Ah già...dopo il GF, è anche colpa della Gelmini.
Peccato che la fantasia vada stimolata nel momento appropriato e, soprattutto, bisogna insegnare ai bambini a distinguere la fantasia dalla realtà. Altrimenti nessuno avrebbe da obiettare se lasciasimo i bambini per 8 ore davanti ai videogiochi.
Senza contare che Voyager stimola anche la fantasia degli adulti...e pure troppo.

Qualcuno sa dirmi cosa c'è rimasto di interessante in TV per i Ragazzi? A parte il Fanta Bosco?...C'era Screensaver ed è stato eliminato.

I Simpsons.
Il programma più intelligente mai realizzato da quando esiste la tv. E non venitemi a dirmi che i bambini rimangono scandalizzati perchè sono brutti e gialli.
Altrimenti cosa dovrebbero pensare quelli che sono cresciuti con Paperino, il quale gira seminudo? (a proposito: perchè quando Paperino è nudo si copre il pube, ma non lo fa quando indossa la sua divisa? eppure questa lo copre solo fino alla vita)

Ma per cortesia, lasciamo in pace la fantasia dei Ragazzi...


Perfetto. Allora che presentino Voyager dicendo che è un programma per ragazzi atto a stimolare la loro fantasia.
Senza contare che la fantasia dei ragazzi può anche essere stimolata con le immagini REALI della natura, del cosmo e della chimica...senza cospargerla di teorie inventate.

Se uno non sogna qualcosa di IDEALE come fa a sviluppare l'aspirazione all'esplorazione scientifica e non.

E come si fa a sviluppare l'esplorazione scientifica se si guardano programmi anti-scientifici?

Siamo la solita Italietta Cinica e provinciale.

E' colpa di Berlusconi!
Santo Cielo, ma abbiamo discernimento no? Siamo gente matura, suppongo...Pure al Circo ci sono Maghi che garantiscono sulla veridicità, sincerità e genuinità delle loro performances, ma la gente(a volte) ci va, paga e si diverte.

Già. Poi ci sono i maghi che garantiscono la stessa cosa da un canale televisivo o da un giornale...la gente ci va, paga e NON si diverte.
Come vedi, a seconda di come confezioni il prodotto, il risultato è diverso.

Sarò Ottimista e Tollerante, ma a me da più fastidio il Reality, diseducativo in una maniera intollerabile,

Ribadisco: i reality sono brutti e volgari, ma trovo assurdo accusarli come la causa della "diseducazione" del popolo italiano.



Già. E per te è uguale se Giacobbo -con la sua bella faccia- parla senza contraddittorio davanti a milioni di telespettatori (e lettori) rispetto a un blog che ha una visibilità mediatica molto inferiore.
Casualmente Giacobbo non ha mai voluto affrontare un confronto faccia a faccia con un esperto e la redazione di Boyager ha sempre cestinato le mail di Paolo.
Due pesi e due misure.


Come suggerito da menti più eccelse della mia "Se il Re dei Ciarlatani vuol mettersi a fare il serio, chi mai gli crederà?"


Le persone che non sono in grado di capire che quello è il re dei ciarlatani.
Non a caso, i ciarlatani che fanno promesse serie (i maghi, ad esempio) hanno sempre la fila davanti alle loro porte.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ad essere sinceri, da un lato trovo assai stimolante questo Blog: E' davvero il primo che trovo cosi (scusate il gioco di parole) così "attivo". Per quanto riguarda il parteciparvi, è come correre in un campo di Rugby con la palla in mano, placcato da ogni lato...
Insegno Discipline Plastiche, Scenotecnica ed Educazione Artistica. Nel caso servisse, fornirò anche il curriculum.
Quella famosa frase attribuita a Voltaire, ammesso anche non fosse sua, quale problema pone? E' forse una frase Immorale? Oppure lontana dalla Logica e dalla Ragione...sì, forse è lontana dalla logica di quel mondo ove vige la legge del più forte. Non certo dal Mondo immaginato dagli Illuministi.
I SIMPSONS sono una sit-com come tutte le altre realizzate con attori umani. Gli Americani pare l'abbiano imparato, gli Europei no. Il Disegno animato è solo un mezzo espressivo, utilizzato a volte per raccontare ad un pubblico adulto. Una grande lezione degli Orientali, da sempre vittima del pregiudizio dalle nostre parti. Per farla breve, I SIMPSONS, non è un prodotto per bambini se non assistiti dai genitori. Idem potrei aggiungere VOYAGER e, oserei dire, anche SUPERQUARK...
Comunque avevo dimenticato di citare che per i ragazzi esiste ancora ART-Attack, che tra l'altro sponsorizzo gratuitamente nelle mie classi.
PS: E' vero, non c'è solo il Reality a far piangere...ma è quello più irritante, non trovate?
non è un prodotto per bambini se non assistiti dai genitori. Idem potrei aggiungere VOYAGER e, oserei dire, anche SUPERQUARK...

Sì, ma per motivi opposti
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
...Naturalmente, sia il Ciarlatano (che asseconda la dura legge dell'Entertainment), sia lo scienziato che fa il suo sacrosanto mestiere, secondo quanto è stato fin'ora espresso, hanno la necessità di essere presentati nel modo più adatto ad un pubblico giovane. Le "cosiddette" persone mature dovrebbero saper discernere da sole...
X Attivissimo, a me spaventa il suo spaventarsi di fronte agli Ideali

Io non mi spavento affatto di fronte agli ideali. Mi preoccupo quando le cazzate monumentali di Voyager vengono propinate non come fiabe, ma come fatti.
Pure al Circo ci sono Maghi che garantiscono sulla veridicità, sincerità e genuinità delle loro performances, ma la gente(a volte) ci va, paga e si diverte.

Ma ti dicono che sono trucchi. Non si spacciano per stregoni con i superpoteri.

Davvero la differenza ti sfugge?
@ Obywan
Per quanto riguarda il parteciparvi, è come correre in un campo di Rugby con la palla in mano, placcato da ogni lato...


Questo accade solo a chi entra a gamba tesa, tentando di difendere l'indifendibile o presentando tesi demagogiche del tipo "c'è di peggio" per sminuire il danno che trasmissioni come Voyager hanno sulla società.

Per farla breve, I SIMPSONS, non è un prodotto per bambini se non assistiti dai genitori. Idem potrei aggiungere VOYAGER e, oserei dire, anche SUPERQUARK...

Infatti tu prima parlavi di RAGAZZI. E così ho fatto io. E non si tratta di una sottigliezza liguistica.
Per il resto, io guardo i Simpson da quando avevo 10 anni e non sono certo rimasto traumatizzato dal disegno o dalle parolacce (che nelle prime stagioni erano molto più esplicite). Forse non capivo gran parte dei riferimenti culturali e satirici, ma quella è una lacuna che avrei colmato negli anni a venire.
Al contrario, un bambino (ma anche un ragazzo) che guarda Voyager senza che gli venga spiegato che sono teorie DI FANTASIA e SENZA FONDAMENTO, il giorno dopo sarà convinto di aver ascoltato un programma di divulgazione scientifica.
E quando di mezzo ci sono i complotti, esiste pure il fattore "terrore".

Già io mi sono trovato costretto a rassicurare il mio cuginetto 11enne perchè il tg parlava della guerra in Iraq come se fosse la terza guerra mondiale...ci manca solo che gli venga puara ad uscire di casa perchè teme di essere avvelenato dalle scie degli aerei.
(a quel punto, io gli mostrerei una foto di Ro***io Mar***nò e gli direi "se non esci di casa, diventi come questo signore qui", vediamo chi lo spaventa di più)

PS: E' vero, non c'è solo il Reality a far piangere...ma è quello più irritante, non trovate?

No. I reality sono programmi di intrattenimento e senza alcuna pretesa di insegnamento; sono volgari, stupidi, ridicoli...ma si tratta di tv di svago. Se poi la gente dà troppa importanza a ciò che accade in quei programmi è colpa loro.

Naturalmente, sia il Ciarlatano (che asseconda la dura legge dell'Entertainment), sia lo scienziato che fa il suo sacrosanto mestiere, secondo quanto è stato fin'ora espresso, hanno la necessità di essere presentati nel modo più adatto ad un pubblico giovane. Le "cosiddette" persone mature dovrebbero saper discernere da sole...

Non è questione di età.
E' questione di avere dei mezzi culturali che molta gente non possiede. E ricordo che essere "ignoranti" non è reato, ma è reato approfittare dell'ignoranza altrui: e questo accade quando una persona realizza una trasmissione o pubblica un video spacciando per verosimili teorie che non hanno alcun fondamento, ma fanno leva sulle fantasie e paure degli esseri umani.

Naturalmente, ancora mi ricordo alcuni strafalcioni di Alberto Angela circa alcune sculture Ellenistiche del III°sec.a.C. ed è sicuramente "diseducativo" anche quello...magari in modo veniale...

Interessante. Prima parti con la tesi del "c'è di peggio in giro", poi ti attacchi agli strafalcioni di Angela (che presumono la sua buona fede, poichè Angela non credo ci guadagni qualcosa) rispetto ad un conduttore che volontariamente diffonde dati errati, intervistando non-esperti e confezionando il tutto come se fosse una trasmissione scientifica.
La gente crede a Voyager così come crede a Superquark. Perché Voyager è un programma rai in prima serata ed è presentato in modo apparentemente professionale per l'uomo medio, quindi la gente gli dà fiducia.
Inoltre POCHE persone hanno le competenze tecniche o le capacità di fare ricerca per capire che Voyager dice delle bufale.
Non so voi, ma io vedo praticamente sempre che la gente crede a Voyager. Si sulla rete ci sono delle ridicolizzazioni ma si tratta di siti con accesso ristretto in termini di lettori.
Quanta gente avrà davvero letto questo articolo di attivissimo? Pochi.
Quante persone avranno visto le cretinate di Voyager sulle costruzioni marziane? Milioni.
Ho visto questo post su molti blog. Lo stesso, rancoroso post di chi crede, con l’insistenza e la ripetizione, di poter condizionare l’informazione. Questo gioco che valeva finora con la TV e la carta stampata, non vale su Internet dove viene facilmente identificato e smascherato. Io decumento le mie affermazioni sui miei articoli e nelle mie conferenze ed è questo ciò che vale. Le affermazioni acide e perdenti di evidenti soggetti carichi di livore sono riconosciute come tali e non hanno alcuna autorità di prova, per fortuna. Invito chi non può comprare il libro a leggere gli articoli su http://www.elleepi.com/mars e su http://www.areadiconfine.it , per farsi un’idea senza i condizionamenti di chi è mosso solo da invidie e personalismi. Giacobbo? E’ pressato da un lato da chi avrebbe voluto molto più tempo per gli indizi di vita su Marte. Dall’altro lato, c’è gente che tenta di screditarlo per lo stesso motivo. E’ proprio difficile accontentare tutti, ma di certo non dev’essere accontentato chi è a favore della censura preventiva su certi argomenti che invece stanno a cuora ad un pubblico vastissimo.
Se ne discuta e vinca chi ha argomenti vincenti. Questa è la libertà di informazione. Ma c’è qualcuno che non lo sa, e vorrebbe spacciarsi per paladino della scienza. Dove posizionare costoro? IN SOFFITTA, fra le cianfrusaglie inutili(G.Viola)
Grazie Internet
Ennio: quindi vorresti dire che, visto che tanta gente crede ai fantasmi, ai medium, ai cartomanti che indovinano i numeri del Lotto, ed al malocchio, alla vita su Marte e alla terra piatta bisogna dedicare una trasmissione a tutte queste cose senza dire NEMMENO UNA VOLTA che sono tutte balle?

Ovvero stai dicendo che è bene lasciare che la gente resti ignorante in nome di una presunta "libertà di stampa" che in realtà è la libertà di prendere in giro gli altri?

Spero d'aver capito male.
Per Domenico

La gente crede a Voyager così come crede a Superquark. Perché Voyager è un programma rai in prima serata ed è presentato in modo apparentemente professionale per l'uomo medio, quindi la gente gli dà fiducia.

Ha perfino un patrocinio importante, non si tratta solo di un'impressione lasciata nello spettatore.

Inoltre POCHE persone hanno le competenze tecniche o le capacità di fare ricerca per capire che Voyager dice delle bufale.

In alcuni casi son talmente evidenti che ci arriverebbe anche un ragazzino. Ma concordo che lo spettatore che se lo sorbisce tutta la serata anziché cambiare canale dopo un minuto, questi strumenti critici non li ha.
Diciamo che gli italiani che Voyager non lo guardano, e nemmeno sono interessati agli argomenti che tratta, non sono poi così pochi, e che per loro non ha senso venire qui a commentare.

Si sulla rete

Sì, sulla rete

ci sono delle ridicolizzazioni ma si tratta di siti con accesso ristretto in termini di lettori.

E purtroppo chi lo ha ridicolizzato più di una volta su Raitre, in una trasmissione molto seguita, non aveva le carte in regola per farlo: è convinto che il viola porti sfortuna, e lo evita come la peste. :-(
C'è un'inchiesta apposita qui sul Disinformatico, credo tu l'abbia letta.
Per Replicante Cattivo

Naturalmente, ancora mi ricordo alcuni strafalcioni di Alberto Angela circa alcune...

Interessante. Prima parti con la tesi del....


Ma quella frase nel suo commento precedente non c'è! Non so tu da dove l'abbia estratta.
Per il Lupo della Luna (mousse)

Ennio: quindi vorresti dire che...

Suppongo ti rivolga a Ennio Piccaluga: ma dove avrebbe sarebbe intervenuto? Qui non vedo interventi a suo nome.
Upps: dove sarebbe
Lo stesso, rancoroso post di chi crede, con l’insistenza e la ripetizione, di poter condizionare l’informazione

Ma che condizionare e condizionare. Si chiede solo che in televisione non si dicano cazzate prive di alcun fondamento che sono un'offesa ai tanti ricercatori italiani che si fanno un mazzo così per scoprire l'universo e poi si vedono spiazzare da un gigione contastorie.
Per Paolo Attivissimo

E due: rispondi a un commento che io non vedo. Che succede?
@Accademia
Si tratta di commenti che, anche sono ancora bloccati dall'anti-spam di blogger, arrivano nella casella di posta a chi si è iscritto alle notifiche.
E due: rispondi a un commento che io non vedo. Che succede?

Stramaledetto filtro antispam di Blogger.
Ho confuso i commenti: mi arrivano via mail (e vedo anche quelli che vengono eventualmente cancellati).
In pratica, per seguire una discussione ora devo iscrivermi ogni volta e controllare la mia e-mail. Che due palle!
Signor Accademico, basta completare il Profilo ;O)))
Per Obywan

Signor Accademico, basta completare il Profilo

Accademia dei pedanti.
Il "due palle" è riferito alla consultazione dei messaggi via e-mail. Mi trovo così bene a leggerli qui, belli ordinati... uff!
Non ho tempo; solo una precisazione al volo per Obywan: quello un po' inquietato dagli Ideali non era Paolo ma io.
Gli ideali con la "i" minuscola invece mi piacciono molto ed ognuno sceglie i propri mentre in genere quelli con la "I" maiuscola è qualcun altro che li impone.
@Ennio

Non si preoccupi, è solo questione di tempo... Presto le sonde spaziali su Marte dimostreranno in modo inequivocabile che lei scrive soltanto scemenze inventate di sana pianta...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Stramaledetto filtro antispam di Blogger

Ah! è per quello che ogni tanto i messaggi spariscono, come mi è successo nel trhead di Lost? (ma lì potrebbe essere stata una macchinazione di Ben Linus! :) ) Ma almeno questo filtro antispam funziona? Perché se no è la solita storia, fastidio per l'utente "buono" e ben poco fastidio per il malintenzionato...

Amiamo forse tutti e due la frase di Voltaire "Non condivido le tue idee ma darei la vita affinchè tu possa esprimerle"?

Ma dove diavolo insegni?!? Voltaire quella frase non l'ha mai scritta!


La frase fu usata per descrivere il suo atteggiamento, purtroppo chi la scrisse commise l'errore di metterla tra virgolette: ecco. Un effetto non molto diverso da quello provocato dai "titolisti" dei giornali di oggi!
Per Van Fanel

Amiamo forse tutti e due la frase di Voltaire "Non condivido le tue idee ma darei la vita affinchè tu possa esprimerle"?

Ma dove diavolo insegni?!? Voltaire quella frase non l'ha mai scritta!

La frase fu usata per descrivere il suo atteggiamento, purtroppo chi la scrisse commise l'errore di metterla tra virgolette: ecco.


Ah, ecco: grazie alla rete possiamo leggere la frase nel suo contesto originario. Sicuro che Evelyn Beatrice Hall fosse stata la prima a coniare la frase? Oppure nel 1906 divulgò al grande pubblico una frase da bignamino di filosofia che già circolava?

Un effetto non molto diverso da quello provocato dai "titolisti" dei giornali di oggi!

Nel caso dei titolisti, c'è la mala fede: in un quotidiano il virgolettato è una citazione letterale, o quasi letterale. In un saggio, le virgolette possono anche evidenziare il succo di un pensiero.
Ah, ecco: grazie alla rete possiamo leggere la frase nel suo contesto originario. Sicuro che Evelyn Beatrice Hall fosse stata la prima a coniare la frase? Oppure nel 1906 divulgò al grande pubblico una frase da bignamino di filosofia che già circolava?

Sicuro al 100%? No, pare che tale Norbert Guterman la pensi diversamente, ma la cosa è controversa.

Nel caso dei titolisti, c'è la mala fede: in un quotidiano il virgolettato è una citazione letterale, o quasi letterale

A me l'hanno insegnato senza quel "quasi", mentre i titolisti (che, mi dicono, non sono gli stessi che scrivono gli articoli) fanno del "quasi" la loro bandiera. Comunque non attribuire alla mala fede ciò che puoi spiegare con semplice ignoranza... unita a caratteri tipografici grossi e poco spazio! :)
Per Van Fanel

A me l'hanno insegnato senza quel "quasi", mentre i titolisti (che, mi dicono, non sono gli stessi che scrivono gli articoli) fanno del "quasi" la loro bandiera.

No, con "quasi letterale" si intende che se il personaggio Tizio in pubblico dice "Questa bevanda è... diciamo... come dire... una ciofeca!", il titolista Caio può virgolettare: "Questa bevanda è una ciofeca!" per ragioni di spazio. Appena si travisa il senso si passa dalla parte del torto.
Beh, in effetti è vero che l'Olympus Mons è un po' malandato.
Potremmo rattopparlo utilizzando l'Himalaya come materiale di riempimento, forse...
chi non può comprare il libro

non rischia di buttare dei soldi nel cesso :D
Ringrazio tutti per la precisazione circa la "Frase" celebre, la quale anche non fosse, come meriterebbe, di quella male interpretata origine rimane...bella, così com'è.
E concluderei con "Il sonno della ragione genera mostri (El sueño de la razón produce monstruos)" frase tratta dal titolo di un'acquaforte e acquatinta realizzata nel 1797 dal pittore spagnolo GOYA...una frase che si adatta perfettamente al momento presente.
per rimanere nel campo dell'apocrifo io userei invece "Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima." Albert Einstein
A Voyager fumano roba scadente.Comunque in caso di arrivo ufo ho in mente giusto giusto un presidente capace di riceverli.
Caro Paolo, lei parla di scrivere commenti educati, quando già dal titolo scritto da lei, per questo articolo, non è massimo esempio di educazione...

Ennio Piccaluga le ha già fornito più volte risposte in merito alle cose che, secondo lei, sono sbagliate. Quindi fa finta di nulla...? Il problema dove risiede?

Il Sig. Piccaluga le aveva già mostrato l'ENORME differenza tra un artefatto di scansione e una struttura reale fotografata. Eppure, di tanto in tanto, lei se ne esce con questi articoli dove il suo unico scopo sembra abbattere il Sig. Piccaluga stesso. E non se ne capiscono effettivamente le ragioni.

Il fatto che la trasmissione Voyager mostri delle immagini, mentre Ennio Piccaluga parla di altro, non può certo essere una colpa di Ennio, nè sminuisce la sua tesi.

Se io, ad esempio, vengo intervistato su Rai 1, parlo del Vesuvio, e inquadrano l'Etna, non è certo colpa mia che sto facendo l'interivsta, ma di chi ha montato il filmato.

Mi sembra fin troppo ovvio che con "strutture", Ennio non intendesse di certo riferisrsi all'Olympus Mons.

Io mi chiedo come sia possibile negare tali evidenze, è pazzesco. Se ha il coraggio di criticare, abbia il coraggio di postare anche questo mio commento. E se deve rispondere anche a me, è pregato di farlo senza battutine di sorta, ma con educazione, così come ho scritto io a lei, adesso.

E non ho alcun problema a presentarmi, mi chiamo Giuseppe Fragola, Segretario del Centro Ufologico di Benevento.

Resto in (curiosa) attesa di una sua pubblicazione e risposta a questo articolo.
Mi piacerebbe che Piccaluga venisse qui a dimostraci che su Marte ci sono strutture artificiali...
Sig. Fragola,

Caro Paolo, lei parla di scrivere commenti educati, quando già dal titolo scritto da lei, per questo articolo, non è massimo esempio di educazione...

Non sapevo fosse maleducazione esprimere dei dati di fatto. Su Raidue è difficile trovare tracce di vita intelligente, specialmente a Voyager. Considerata la scemenza di mostrare un vulcano e spacciarlo per una struttura artificiale degradata e le altre cretinate sparate da Voyager, direi che l'educazione non c'entra nulla.


Ennio Piccaluga le ha già fornito più volte risposte in merito alle cose che, secondo lei, sono sbagliate. Quindi fa finta di nulla...? Il problema dove risiede?

A me il Sig. Piccaluga non ha fornito risposte.


Il Sig. Piccaluga le aveva già mostrato l'ENORME differenza tra un artefatto di scansione e una struttura reale fotografata.

Dove?

Eppure, di tanto in tanto, lei se ne esce con questi articoli dove il suo unico scopo sembra abbattere il Sig. Piccaluga stesso. E non se ne capiscono effettivamente le ragioni.

La ragione è molto semplice: Voyager ha detto una bella cretinata che merita di essere segnalata.


Il fatto che la trasmissione Voyager mostri delle immagini, mentre Ennio Piccaluga parla di altro, non può certo essere una colpa di Ennio, nè sminuisce la sua tesi.

Infatti avrà notato che ho scritto "Voyager accompagna le sue parole con questa immagine". Non ho scritto che è stato Piccaluga a sceglierla. Ma Piccaluga ha comunque detto ben altre sciocchezze.


Io mi chiedo come sia possibile negare tali evidenze, è pazzesco. Se ha il coraggio di criticare, abbia il coraggio di postare anche questo mio commento.

La solita, trita, polemica lamentela "pubblicami se hai il coraggio". Mi perdoni se reprimo a stento uno sbadiglio.


E non ho alcun problema a presentarmi, mi chiamo Giuseppe Fragola, Segretario del Centro Ufologico di Benevento.

Nessuno è perfetto.


Resto in (curiosa) attesa di una sua pubblicazione e risposta a questo articolo.

Spero di aver soddisfatto la sua curiosità e resto in attesa di una spiegazione tecnica che documenti che il Sig. Piccaluga non ha detto castronerie.
@ Paolo:

Piccaluga fornisce risposte dettagliate nel suo libro "Ossimoro Marte". E questa non è pubblicità, è un dato di fatto.

Se nessuno (di coloro che criticano) si preoccupa di leggere PRIMA il libro e, successivamente, di rispondere di conseguenza, non vi può essere una critica costruttiva.

Piccaluga ha chiarito alcuni aspetti, proprio riguardo la trasmissione Voyager, già in due circostante. Dove?

1) Tramite un articolo scritto di proprio pugno, a questo link: http://centroufologicobenevento.wordpress.com/esclusiva-cub-ennio-piccaluga-risponde-alle-critiche-dopo-voyager/

2) Tramite un intervento durante una conferenza, tenutasi a Frageno Monforte (prov di Benevento). Dove, tra l'altro, chiarisce il concetto di "Artefatto di scansione", mostrandone alcuni e comparandoli poi con le foto di Marte. Il video di questo intervento lo si trova a questo link: http://www.youtube.com/watch?v=Ld5dhwken4Y

Queste sono risposte con fatti. Lei riesce a criticare, e soprattutto a rispondere ai due interventi di Piccluga che le ho appena linkati, in modo altrettanto convincente, che vada oltre espressioni del tipo "mancanza di vita ingelligente"...?

Saluti.

Giuseppe.
Al minuto 2.25 di questo video http://www.youtube.com/watch?v=rLMLqMjaC9w&feature=related (la parte 3 dell'intervento di Piccaluga al Convegno di Fragneto Monforte), si inizia a parlare esattamente dell'artefatto di scansione.

Giuseppe.
Pardon, forse ho scritto 3,25 minuti, in realtà 2,25 del video 3.

( http://www.youtube.com/watch?v=rLMLqMjaC9w&feature=related )

Saluti.

Giuseppe.
Per rui_crash (immagino pseudonimo di Giuseppe Fragola)

La critica è rivolta al padrone di casa, e quindi è giusto che risponda lui.
Io qui mi limito ad aspetti generali.

Piccaluga fornisce risposte dettagliate nel suo libro "Ossimoro Marte". E questa non è pubblicità, è un dato di fatto.

La critica non è al libro, ma ad affermazioni precise fatte durante la trasmissione Voyager. Limitati a parlare di quelle.

Se nessuno (di coloro che criticano) si preoccupa di leggere PRIMA il libro e, successivamente, di rispondere di conseguenza, non vi può essere una critica costruttiva.

A Voyager c'era Ennio Piccaluga come ospite, non il suo libro. Le critiche riguardano esclusivamente quello che è uscito dalla sua bocca, che sia aderente al contenuto del libro o meno è irrilevante.

Piccaluga ha chiarito alcuni aspetti, proprio riguardo la trasmissione Voyager, già in due circostante. Dove?

1) Tramite un articolo scritto di proprio pugno, a questo link: http://centroufologicobenevento.wordpress.com/esclusiva-cub-ennio-piccaluga-risponde-alle-critiche-dopo-voyager/


Di proprio pugno, dici? L'articolo è a firma sia Giuseppe Fragola, sia Ennio Piccaluga. È di vari mesi posteriore a questo, che risale al 10 settembre 2010. Chi scrive un articolo non si cura di seguire risposte e critiche esterne per tutti gli anni successivi.

2) Tramite un intervento durante una conferenza, tenutasi a Frageno Monforte (prov di Benevento).

E certo, tutta Italia era a Frageno Monforte a pendere dalle labbra del giornalista Piccaluga. L'incontro è stato trasmesso, in diretta o in differita, da Tg1, Tg2, Tg3 (edizione nazionale e regionale), Studio Aperto, Tg5 e Tg La7. Erano presenti anche inviati delle Televisione Svizzera Italiana, quindi Paolo Attivissimo non ha alibi!

http://www.youtube.com/watch?v=Ld5dhwken4Y

Sorvoliamo sugli errori di link che fai. Io sottolineo che l'audio è pessimo, seguire ciò che viene detto è uno strazio.

Queste sono risposte con fatti.

Temo che abbiamo idee diverse riguardo al significato di "fatti". Forse una ripassata al dizionario può aiutare.
@Accademia dei Pedanti.

Metto in virgolettato le tue risposte, poi rispondo io.

"La critica non è al libro, ma ad affermazioni precise fatte durante la trasmissione Voyager. Limitati a parlare di quelle."

Le affermazioni che Piccaluga fa a Voyager sono sostenute da prove, fatti concreti, che sono descritti nel libro Ossimoro Marte. Se la trasmissione non da il tempo di necessario di spiegare il tutto, non c'è altra soluzione che leggersi il libro e verificare con i propri occhi quanto detto.

"A Voyager c'era Ennio Piccaluga come ospite, non il suo libro. Le critiche riguardano esclusivamente quello che è uscito dalla sua bocca, che sia aderente al contenuto del libro o meno è irrilevante."

Critiche di che tipo? Ad esempio una critica potrebbe essere quella che, mentre Ennio parlava di strutture artificiali su Marte, la Regia ha mandato in onda tutt'altra immagine? Dato per scontato che questa non è una colpa di Piccaluga, e che vi ostinate a non leggere il libro di quest'ultimo, di quali critiche parliamo? O meglio, costruite su QUALI basi? E' possibile avere una risposta PRECISA a questa mia domanda? Senza insultare, scrivere frasettine "mezze-mezze", ecc, ecc...?

"Di proprio pugno, dici? L'articolo è a firma sia Giuseppe Fragola, sia Ennio Piccaluga. È di vari mesi posteriore a questo, che risale al 10 settembre 2010. Chi scrive un articolo non si cura di seguire risposte e critiche esterne per tutti gli anni successivi."

L'articolo è scritto da Ennio Piccaluga ma postato da me, per mera questione tecnica. Cioè l'articolo è stato caricato sul sito da me, con il mio account. L'articolo non è stato scritto negli "anni successivi" ma appena il 6 dicembre 2010 a 00:20.

"E certo, tutta Italia era a Frageno Monforte a pendere dalle labbra del giornalista Piccaluga. L'incontro è stato trasmesso, in diretta o in differita, da Tg1, Tg2, Tg3 (edizione nazionale e regionale), Studio Aperto, Tg5 e Tg La7. Erano presenti anche inviati delle Televisione Svizzera Italiana, quindi Paolo Attivissimo non ha alibi!"

Considerando che ho linkato il video del quale parlo, ed essendo d'accordo con te sulla qualità dell'audio non eccezionale, non mi sembra comunque tutta questa grande giustificazione, affinchè non possiate ascoltare le risposte di Piccaluga. Sforzati un tantino, così come hai fatto per criticarlo, tanto sono circa 20 minuti di video in tutto, poi fammi sapere se il concetto di "artefatti di scansione" ti sembrerà un pò più chiaro. A te, e non solo a te.

"Temo che abbiamo idee diverse riguardo al significato di "fatti". Forse una ripassata al dizionario può aiutare."

A parte il fatto che qui non parliamo della mia conoscenza in fatto di lingua italiana, una tua ripassata al concetto "educazione" sarebbe ben più gradita.

Comunque, non ci arrampichiamo sugli specchi. Fornite prove concrete per le critiche fatte ad Ennio Piccaluga. Altrimenti questo articolo non ha senso di esistere.
rui: Fermo lì. NON sono "prove e fatti concreti", sono interpretazioni a casaccio di immagini fatte senza sapere di cosa si sta parlando e con una conoscenza tecnica superficiale.

E se permetti c'è una bella differenza.

Farsi incantare dai paroloni è facile, ma è anche facile riconoscere il "technobabble" di certi ciarlatani.
Per rui_crash

Le affermazioni che Piccaluga fa a Voyager sono sostenute da prove, fatti concreti, che sono descritti nel libro Ossimoro Marte. Se la trasmissione non da il tempo di necessario di spiegare il tutto, non c'è altra soluzione che leggersi il libro e verificare con i propri occhi quanto detto.

Tagliamo corto: puoi citare estratti dal libro che abbiano una parvenza di prova delle affermazioni fatte in trasmissione? Altrimenti qui si gira attorno all'argomento senza entrarci mai.

Critiche di che tipo? Ad esempio una critica potrebbe essere quella che, mentre Ennio parlava di strutture artificiali su Marte, la Regia ha mandato in onda tutt'altra immagine? Dato per scontato che questa non è una colpa di Piccaluga, e che vi ostinate a non leggere il libro di quest'ultimo, di quali critiche parliamo?

Di quelle esposte in questo articolo di Paolo Attivissimo, ovviamente. Ti ricordo che tu sei intervenuto per questo.

O meglio, costruite su QUALI basi? E' possibile avere una risposta PRECISA a questa mia domanda?

Le basi sono la scienza, questa sconosciuta.
Provala, a volte dà risposte più semplici di quelle di Voyager.

Senza insultare, scrivere frasettine "mezze-mezze", ecc, ecc...?

Indicami il punto dove qualcuno ha insultato.

L'articolo è scritto da Ennio Piccaluga ma postato da me, per mera questione tecnica. Cioè l'articolo è stato caricato sul sito da me, con il mio account. L'articolo non è stato scritto negli "anni successivi" ma appena il 6 dicembre 2010 a 00:20.

Posso chiedere cosa avete fatto tu ed Ennio Piccaluga fra il 10 settembre 2010 e il 6 dicembre 2010?

Considerando che ho linkato il video del quale parlo, ed essendo d'accordo con te sulla qualità dell'audio non eccezionale, non mi sembra comunque tutta questa grande giustificazione, affinchè non possiate ascoltare le risposte di Piccaluga.

Il sospetto che dopo 3 mesi non interessino più a nessuno proprio non ti sfiora, eh?!?

Sforzati un tantino, così come hai fatto per criticarlo, tanto sono circa 20 minuti di video in tutto, poi fammi sapere se il concetto di "artefatti di scansione" ti sembrerà un pò più chiaro. A te, e non solo a te.

No. Proposta rifiutata. L'audio è uno disastro. E chi è interessato davvero a far cambiare opinione ai suoi critici, lo fa su un sito in cui include grafici, tabelle, riferimenti bibliografici.
Il video su youtube è un "di più", non li può sostituire.

Comunque, non ci arrampichiamo sugli specchi. Fornite prove concrete per le critiche fatte ad Ennio Piccaluga. Altrimenti questo articolo non ha senso di esistere.

Leggi l'articolo. È tutto lì dentro.
@ Lupo della Luna:

Finalmente qualcuno che non scrive battutine per rispondere, per questo ti stimo!

E in modo del tutto civile, ti parlo di una delle tante prove. Ci sono foto di Marte (descritte sempre nel solito libro, già menzionato) che mostrano delle Cave. Potrebbe essere stata la natura? Ok, diamolo anche per possibile (ma molto difficile).

Com'è possibile che nei pressi di questa Cava è ben visibile una scritta (una SCRITTA) che mostra il nome del materiale con il quale la cava è composta?

Io voglio anche accettare il fatto che la natura possa creare forme davvero strana, e alcune saranno sicuramente casuali. Ma una SCRITTA che nomina il materiale presente in quella che sembra essere una cava... Cos'è, se non negare l'evidenza? Cioè, più prova di così, cosa si deve fare, a parte andare su Marte di persona, non capisco..?

Giuseppe.
nei pressi di questa Cava è ben visibile una scritta (una SCRITTA) che mostra il nome del materiale con il quale la cava è composta?

Puoi indicare per favore la fonte di quest'affermazione e specificare da dove proviene l'immagine che citi? Grazie.

In che lingua è redatta questa "scritta"?
rui_crash,

ho visto il video che hai linkato. Supponiamo che Piccaluga abbia ragione. Allora come mai tutti gli esperti (quelli veri) che lavorano all'analisi delle immagini all'ESA e alla NASA non sono d'accordo con Piccaluga e non annunciano la clamorosa scoperta?

Sono bugiardi? Stupidi? Ricattati? Hai un'altra spiegazione? Grazie.
Reductio ad absurdum! Signor capo dell'NWO, noto una certa fiacca ;-) Non stiamo mica pettinando le bambole qui, anzi, non stiamo mica lasciato targhe in inglese sul suolo marziano qui!

:D
@ Accademia dei Pedanti:

(Risposte tue tra virgolette, poi rispondo io)

"Tagliamo corto: puoi citare estratti dal libro che abbiano una parvenza di prova delle affermazioni fatte in trasmissione? Altrimenti qui si gira attorno all'argomento senza entrarci mai."

Le foto che il sig. Attivissimo critica... Sono degli estratti. Superano lo status di "parvenza di prove", ovviamente a mio giudizio.

"Di quelle esposte in questo articolo di Paolo Attivissimo, ovviamente. Ti ricordo che tu sei intervenuto per questo."

Attivissimo critica l'immagine della Ziggurat, la ruota, la analizza. Ok, va bene, potrebbe anche avere ragione. Mi pare molto difficile, ma ok, potrebbe essere.

Nella foto che lo stesso Attivissimo mostra qui (parlo della foto dalla quale Piccaluga ha ritagliato lo ziqqurat), si nota solo ciò che si vuol notare.
In basso a destra, quasi nell'angolo, c'è una collinetta. Su questa collinetta è ben evidente il fenomeno di "artefatto di scansione".

Però, STRANAMENTE, non vedo gradoni. Attivissimo è stato molto preciso nello spiegare il termine "artefatto di scansione", ma non altrettanto preciso nel mostrare questa "piccolissima" differenza, tra quella collina e lo ziqqurat. Com'è che non vedo gradoni, in basso a destra?
Il sistema non fotografa ogni 5 metri, come dice il Sig. Attivissimo? ("Se questi dati vengono elaborati per generare un modello tridimensionale, una collinetta verrà per forza interpretata come una "ziggurat"."). Come mi spiegate ciò?

"Le basi sono la scienza, questa sconosciuta.
Provala, a volte dà risposte più semplici di quelle di Voyager."

La scienza non è infallibile. Chi lo crede è un folle. La STORIA lo dimostra.

"Posso chiedere cosa avete fatto tu ed Ennio Piccaluga fra il 10 settembre 2010 e il 6 dicembre 2010?"

Il WEB è sterminato...

"Il sospetto che dopo 3 mesi non interessino più a nessuno proprio non ti sfiora, eh?!?"

Cosa c'entro il tempo intercorso tra una domanda ed una risposta, se l'argomento è ancora valido?

"No. Proposta rifiutata. L'audio è uno disastro. E chi è interessato davvero a far cambiare opinione ai suoi critici, lo fa su un sito in cui include grafici, tabelle, riferimenti bibliografici.
Il video su youtube è un "di più", non li può sostituire."

Allora non c'è verso. Criticate a prescindere.

Giuseppe.
Signor capo dell'NWO, noto una certa fiacca ;-)

Non è fiacca, è che vado dritto al sodo.
Signor capo dell'NWO, noto una certa fiacca ;-)

Non è fiacca, è che vado dritto al sodo.
Giuseppe Fragola,

Però, STRANAMENTE, non vedo gradoni. Attivissimo è stato molto preciso nello spiegare il termine "artefatto di scansione", ma non altrettanto preciso nel mostrare questa "piccolissima" differenza, tra quella collina e lo ziqqurat. Com'è che non vedo gradoni, in basso a destra?
Il sistema non fotografa ogni 5 metri, come dice il Sig. Attivissimo? ("Se questi dati vengono elaborati per generare un modello tridimensionale, una collinetta verrà per forza interpretata come una "ziggurat"."). Come mi spiegate ciò?


Non cercare di sviare la discussione parlando d'altro.

Piccaluga sostiene di avere trovato prove dell'esistenza di strutture artificiali su Marte. Gli esperti dicono che si sbaglia. Come mai? Questo è il nocciolo della questione. Piccaluga deve semplicemente rispondere a questa domanda basilare: come spiega che gli esperti non concordano con lui?
@ Paolo:

"Puoi indicare per favore la fonte di quest'affermazione e specificare da dove proviene l'immagine che citi? Grazie.
In che lingua è redatta questa "scritta"?"

Io non voglio far pensare che sia qui per fare continua pubblicità a Piccaluga e al suo libro, eppure, è quella la fonte.

Però, aspetta. La foto la puoi vedere sul nostro sito ( http://centroufologicobenevento.wordpress.com/?s=marte )

Ti riporto una parte del testo dell'articolo:

=== === ===
Ma l’elemento dell’immagine di Marte che ha lasciato letteralmente di sasso gli studiosi è la scritta, si proprio una scritta, visibile in alto a destra nella foto 2, composta di caratteri simili a quelli di una scrittura adoperata sulla Terra in tempi antichissimi. Ebbene, affidata all’attenzione del semiologo americano Patsy Nicolas di Falco essa è stata decifrata e conferma ulteriormente che, con elevata probabilità, siamo in presenza di un sito artificiale. Gli esperti, quando si sono trovati di fronte alla traduzione, non credevano ai loro occhi ed hanno controllato e ricontrollato.
=== === ===

Appena posso dare un'occhiata al libro ti fornisco chiarimenti su quale sarebbe, esattamente, questa lingua antichissima, ora non ho il libro con me.

"ho visto il video che hai linkato. Supponiamo che Piccaluga abbia ragione. Allora come mai tutti gli esperti (quelli veri) che lavorano all'analisi delle immagini all'ESA e alla NASA non sono d'accordo con Piccaluga e non annunciano la clamorosa scoperta?
Sono bugiardi? Stupidi? Ricattati? Hai un'altra spiegazione? Grazie."

Paolo, non sono di certo io a pensare di detenere la verità assoluta. Io non so il motivo esatto per il quale non tutto viene detto. Eppure, a me pare impossibile negare che ci siano TANTE cose strane, quando si parla di alieni, UFO, ecc, ecc. Ad esempio quella famosa intercettazione radio fatta tra terra e Apollo 11. Certo, potrebbe trattarsi di fake anche in quel caso, ma chi potrebbe dirlo?

Restando in argomento, ma tu DAVVERO ci credi al fatto che questa foto su Marte ---> http://centroufologicobenevento.files.wordpress.com/2010/12/foto-n-4.jpg?w=692&h=330

...non abbia nulla a che fare con questa, sulla Terra? ---> http://centroufologicobenevento.files.wordpress.com/2010/12/foto-n-5.gif?w=689&h=338

Tanto per fare un esempio. Si tratta anche in questo caso di artefatto di scansione? Ma allora perchè non vedo questi gradoni DOVUNQUE, visto che il terreno è tutto un continuo "sali-scendi"?

Giuseppe.
@ Paolo:

"Non cercare di sviare la discussione parlando d'altro.

Piccaluga sostiene di avere trovato prove dell'esistenza di strutture artificiali su Marte. Gli esperti dicono che si sbaglia. Come mai? Questo è il nocciolo della questione. Piccaluga deve semplicemente rispondere a questa domanda basilare: come spiega che gli esperti non concordano con lui?"

Non sto parlando d'altro! Hai spiegato il fenomeno dell'artefatto di scansione, però non hai spiegato il perchè in alto a sinistra (nella stessa foto) vedo dei gradoni su una "collinetta", e in basso a destra, su un'altra collinetta, non se ne vedono. Si vedono soltanto leggere sfumature (i veri "difetti" di scansione).

A me non pare proprio di cambiare argomento.

Puoi spiegarmi questo fatto che ho evidenziato, per piacere?

Giuseppe.
"Piccaluga sostiene di avere trovato prove dell'esistenza di strutture artificiali su Marte. Gli esperti dicono che si sbaglia. Come mai? Questo è il nocciolo della questione. Piccaluga deve semplicemente rispondere a questa domanda basilare: come spiega che gli esperti non concordano con lui?"

Non mi pare che tutti fossero d'accordo con Giordano Bruno, tanto per dirne una, eppure...

Giuseppe.
Chissà come spiega Piccaluga che gli esperti non concordano con lui? Qualcuno lo sa? :D
Non mi pare che tutti fossero d'accordo con Giordano Bruno, tanto per dirne una, eppure...

Questo commento te lo potevi proprio risparmiare, Giuseppe. Paragonare i tribunali religiosi di secoli fa al metodo scientifico moderno non ti fa onore.
Premetto che non sono esperto d'analisi delle immagini, ma un errore nei dati lo riconosco quando lo vedo. la "ziqqurat" è perfettamente quadrata ed il colore dei pixel è quello del livello massimo di altezza, quindi ha tutta l'aria di essere un errore di tramissione. Purtroppo Piccaluga s'attacca come una cozza a quell'*unica* immagine, senza fare quello che gli esperti della NASA e dell'ESA hanno sicuramente fatto, ovvero guardare la porzione d'immagine in alto a siinstra rispetto a quella che sicuramente avrà una parte di sovrapposizione con questa.

Ora non ho nè la voglia nè la competenza per andare a prendere l'immagine in questione, quindi mi limito a dare ragione agli esperti.

Comunque, Giuseppe, forse non sai che interpretare delle forme come "scritte" avviene semplicemente perchè il nostro cervello è abiutuato a cercare schemi riconoscibili in quel che vede. Quando studiavo giapponese "vedevo" ideogrammi ovunque..

Manca ancora la risposta alla domanda fondamentale ovvero: come fa Piccaluga a dire che gli esperti hanno sbagliato. Dire semplicemente "quella cosa è quadrata" non basta.
la scritta, si proprio una scritta, visibile in alto a destra nella foto 2, composta di caratteri simili a quelli di una scrittura adoperata sulla Terra in tempi antichissimi.

Quale scritta? Mi sembra che qualcuno stia interpretando malamente forme naturali casuali.


a me pare impossibile negare che ci siano TANTE cose strane, quando si parla di alieni, UFO, ecc, ecc.

Le cose sembrano strane solo a chi non le conosce. Chi ci lavora sa benissimo di cosa si tratta (fenomeni naturali).

Ad esempio quella famosa intercettazione radio fatta tra terra e Apollo 11. Certo, potrebbe trattarsi di fake anche in quel caso, ma chi potrebbe dirlo?

Quale famosa intercettazione?



Restando in argomento, ma tu DAVVERO ci credi al fatto che questa foto su Marte ...non abbia nulla a che fare con questa, sulla Terra?

Forme simili possono derivare da fenomeni totalmente differenti. La schiuma del mio caffè, quando lo rimescolo, forma spirali come i bracci della nostra Galassia. Non vuol dire che ci sia una galassia nel mio caffè o che Dio rimescoli le galassie.


Ma allora perchè non vedo questi gradoni DOVUNQUE, visto che il terreno è tutto un continuo "sali-scendi"?

Invece di pensare subito alle ziggurat artificiali, perché non considerare che l'effetto dipenda, per esempio, dalla rapidità delle variazioni altimetriche?

Costa tanta fatica pensare che magari la spiegazione più semplice è di solito quella giusta? E che comunque prima di lanciarsi in tesi di civiltà segrete sarebbe sensato escludere tutte le spiegazioni meno straordinarie?
@Paolo Attivissimo: credo si riferisca alla finta conversazione presa da quel film che presentava una "versione alternativa" dello sbarco. Quella in cui il presuno Controllo Missione dice "Passate a Tango Mike" o qualcosa del genere quando gli astronauti riferiscono di vedere qualcosa che gli viene incontro.

Insomma credo che abbia scambiato un film per una "intercettazione".

E non commento "l'antichissima scrittura".
Rispondo un pò a tutti:

"Questo commento te lo potevi proprio risparmiare, Giuseppe. Paragonare i tribunali religiosi di secoli fa al metodo scientifico moderno non ti fa onore."

Era per far capire rapidamente il concetto: Non è detto che una teoria sia sbagliata solo perchè la Scienza dice che lo è. Si è sbagliata così tante volte, in passato, la scienza, che non ritengo meriti questa fiducia incondizionata.

"Premetto che non sono esperto d'analisi delle immagini, ma un errore nei dati lo riconosco quando lo vedo. la "ziqqurat" è perfettamente quadrata ed il colore dei pixel è quello del livello massimo di altezza, quindi ha tutta l'aria di essere un errore di tramissione. Purtroppo Piccaluga s'attacca come una cozza a quell'*unica* immagine, senza fare quello che gli esperti della NASA e dell'ESA hanno sicuramente fatto, ovvero guardare la porzione d'immagine in alto a siinstra rispetto a quella che sicuramente avrà una parte di sovrapposizione con questa.

Ora non ho nè la voglia nè la competenza per andare a prendere l'immagine in questione, quindi mi limito a dare ragione agli esperti.

Comunque, Giuseppe, forse non sai che interpretare delle forme come "scritte" avviene semplicemente perchè il nostro cervello è abiutuato a cercare schemi riconoscibili in quel che vede. Quando studiavo giapponese "vedevo" ideogrammi ovunque..

Manca ancora la risposta alla domanda fondamentale ovvero: come fa Piccaluga a dire che gli esperti hanno sbagliato. Dire semplicemente "quella cosa è quadrata" non basta."

Piccaluga, a dire il vero, parla sempre con il condizionale. Il suo ragionamento è semplice: da quello che si vede, lui ha tratto le sue conclusioni, voi le vostre. Non vedo perchè debba necessariamente essere messo in ridicolo.

"Quale famosa intercettazione?"

"@Paolo Attivissimo: credo si riferisca alla finta conversazione presa da quel film che presentava una "versione alternativa" dello sbarco. Quella in cui il presuno Controllo Missione dice "Passate a Tango Mike" o qualcosa del genere quando gli astronauti riferiscono di vedere qualcosa che gli viene incontro.

Insomma credo che abbia scambiato un film per una "intercettazione"."

Esatto, mi riferivo a quella. E se davvero si tratta di un film, vabbè, in questo caso avrò sbagliato io. Ho sempre saputo che si trattasse di un'intercettazione reale di una reale comunicazione tra Nasa ed equipaggio dell'Apollo 11.

In ogni caso, non è che sbagliare annulla tutto il resto che ho detto. L'errore può capitare.

"Invece di pensare subito alle ziggurat artificiali, perché non considerare che l'effetto dipenda, per esempio, dalla rapidità delle variazioni altimetriche?"

Viene abbastanza istintivo scartare l'ipotesi a priori, notando che solo lì si notano dei gradoni del genere. Mentre in tutto il resto dell'immagine gli artefatti di scansione assomigliano a delle macchie un pò sfuocate.

"Costa tanta fatica pensare che magari la spiegazione più semplice è di solito quella giusta? E che comunque prima di lanciarsi in tesi di civiltà segrete sarebbe sensato escludere tutte le spiegazioni meno straordinarie?"

La più semplice quale sarebbe? Che la scritta se l'immagina la mente e che i gradoni sono artefatti di scansione? O che magari li ha creati la natura?

Così come, secondo alcuni studiosi, gli UFO sarebbero delle soggezioni di massa (nonostante siano filmati, al giorno d'oggi, di notte, di giorno, con folla, senza folla, ecc ecc)?

Mah. Ok, in ogni caso, è ovvio che nessuno di noi cambierà idea. Questo discorso potrebbe andare avanti all'infinito. Quindi non ha senso continuare.

Solo che sarebbe gradito un tono più rispettoso. Magari si sbaglia, ma anche Piccaluga ha studiato tutta questa "roba".

Alla prossima occasione. ;)

Giuseppe.
Era per far capire rapidamente il concetto

Non si fa capire un concetto usando un paragone del tutto sbagliato, fuorviante e offensivo.


Non è detto che una teoria sia sbagliata solo perchè la Scienza dice che lo è. Si è sbagliata così tante volte, in passato, la scienza, che non ritengo meriti questa fiducia incondizionata.

Si è sbagliata così tante volte in passato, l'ufologia, che non ritengo meriti questa fiducia incondizionata. :-)

Giuseppe, quello che purtroppo molti ufologi arrabbiati non riescono a capire è che il metodo scientifico non implica l'accettazione sottomessa dei dogmi. Non richiede fiducia incondizionata. Anzi: la scienza va avanti a forza di critiche. Va avanti perché viene messa in discussione.

Il metodo scientifico dice "Questa è una spiegazione di come funziona il mondo, basata sulle osservazioni e sul ragionamento. Se hai un'osservazione o un ragionamento che smentiscono questa spiegazione, fatti avanti: la verificheremo e se è esatta la incorporeremo in una spiegazione migliore."

L'edificio delle conoscenze astronomiche è piuttosto robusto. Ma porta delle prove concrete e robuste e l'edificio verrà ristrutturato. Per esempio, si pensava che Venere fosse un pianeta caldo e umido: sono arrivati i dati delle prime sonde spaziali e quest'idea è stata corretta. Perché è stata corretta? Perché sono state portate prove.

(continua)
Piccaluga non sta affatto portando prove robuste e concrete a supporto della sua tesi. Questo è il suo primo errore.

Piccaluga, a dire il vero, parla sempre con il condizionale. Il suo ragionamento è semplice: da quello che si vede, lui ha tratto le sue conclusioni, voi le vostre. Non vedo perchè debba necessariamente essere messo in ridicolo.

Non sono le "nostre" conclusioni. Non cercare di trasformare la discussione in una lite personale. Le conclusioni che riporto non sono le nostre: sono quelle della comunità scientifica degli esperti.

Viene messo in ridicolo semplicemente perché le sue tesi sono un insulto al metodo scientifico e un'offesa alla comunità degli astronomi, degli astrofisici e dei planetologi. Lui li sta accusando di essere omertosi complici di una congiura del silenzio, invece di chiedersi "E se magari io avessi torto?". Questo è il suo secondo errore.

Viene messo in ridicolo perché invece di considerare l'ipotesi di aver commesso un errore d'interpretazione, preferisce accusare tutti di connivenza mafiosa. Per fortuna la comunità scientifica ha il senso dell'umorismo e quindi ci ride sopra invece di querelarlo.

(continua)
Esatto, mi riferivo a quella. E se davvero si tratta di un film, vabbè, in questo caso avrò sbagliato io. Ho sempre saputo che si trattasse di un'intercettazione reale di una reale comunicazione tra Nasa ed equipaggio dell'Apollo 11.

Questo dimostra il livello dilettantesco del tuo approccio ai fatti, tipico purtroppo di tanta ufologia. Basta una semplice ricerca in Rete e un confronto delle voci per capire che è un falso (le voci attribuite ad Armstrong e Aldrin sono completamente differenti dalle loro). Invece no: quando un'asserzione si conforma alla tua visione del mondo, la accetti acriticamente. Sei colpevole di quella "fiducia incondizionata" che tanto lamenti.


In ogni caso, non è che sbagliare annulla tutto il resto che ho detto. L'errore può capitare.

C'è errore ed errore. Sbagliare un calcolo è un errore che può capitare. Invece pensare di essere l'unico depositario della verità e accusare gli esperti di essere bugiardi corrotti, senza chiedersi se per caso si è commesso qualche sbaglio, non è un errore: è sintomo di un metodo marcio e anche un tantinello megalomane. Per non dire paranoico.


Solo che sarebbe gradito un tono più rispettoso.

Perché dovremmo trattare con rispetto una persona che accusa gli astronomi di essere bugiardi? Se vuole rispetto, che dia rispetto.


Magari si sbaglia, ma anche Piccaluga ha studiato tutta questa "roba".

Evidentemente ha studiato male. Studiare per anni non farà di te un esperto se studi male, esattamente come starsene in garage per anni non farà di te un'automobile.
Il metodo scientifico dice "Questa è una spiegazione di come funziona il mondo, basata sulle osservazioni e sul ragionamento. Se hai un'osservazione o un ragionamento che smentiscono questa spiegazione, fatti avanti: la verificheremo e se è esatta la incorporeremo in una spiegazione migliore."

Aggiungo solo, ma per amor di scienza, non certo per Piccaluga e i suoi amici, che sicuramente farebbero un uso distorto di questa affermazione, aggiungo che anche nella scienza ci sono state vere e proprie rivoluzioni, cioè la formulazione di teorie che non potevano essere incorporate nelle vecchie perché le rivoluzionavo (nel vero senso del termine, le rigiravano, come calzini aggiungerei io).

E' tuttavia necessario sottolineare che più la scienza progredisce più questo tipo di fenomeno è meno probabile, perché l'edificio scientifico oltre a crescere in continuazione e ad arricchirsi, viene anche puntellato e ristrutturato in continuazione.

Diciamo che esiste ancora la possibilità di teorie rivoluzionarie. Ma, voglio ripetermi, le menti soggette a fare facilmente viaggi pindarici devono capire che non stiamo parlando di edifici su Marte :D
Eppure che?
Giuseppe,

Non mi pare che tutti fossero d'accordo con Giordano Bruno, tanto per dirne una, eppure...

Ma allora fai apposta. Ti è già stato spiegato (speravo chiaramente) che il tuo paragone è del tutto fuori luogo e offensivo.

Un processo religioso di secoli fa non c'entra un fico secco con il metodo scientifico moderno.

E soprattutto Piccaluga non è Giordano Bruno.
"Non sono le "nostre" conclusioni. Non cercare di trasformare la discussione in una lite personale. Le conclusioni che riporto non sono le nostre: sono quelle della comunità scientifica degli esperti."

...e magari sono sbagliate.

"Viene messo in ridicolo semplicemente perché le sue tesi sono un insulto al metodo scientifico e un'offesa alla comunità degli astronomi, degli astrofisici e dei planetologi. Lui li sta accusando di essere omertosi complici di una congiura del silenzio, invece di chiedersi "E se magari io avessi torto?". Questo è il suo secondo errore."

Usare il CONDIZIONALE non equivale, infatti, ad affermare con CERTEZZA una tesi. Piccaluga usa sempre il condizionale. Anche io, personalmente.

"Questo dimostra il livello dilettantesco del tuo approccio ai fatti, tipico purtroppo di tanta ufologia. Basta una semplice ricerca in Rete e un confronto delle voci per capire che è un falso (le voci attribuite ad Armstrong e Aldrin sono completamente differenti dalle loro). Invece no: quando un'asserzione si conforma alla tua visione del mondo, la accetti acriticamente. Sei colpevole di quella "fiducia incondizionata" che tanto lamenti."

Non si tratta di essere "di parte". Avevo letto da più parti questa notizia, data per vera, quindi la ritenevo tale. Non mi è mai capitato prima d'oggi di sentire che si trattasse di un falso. Può capitare.

Tu, invece, al contrario, non potresti essere colpevole di fiducia incondizionata verso la scienza...?

"Invece pensare di essere l'unico depositario della verità e accusare gli esperti di essere bugiardi corrotti, senza chiedersi se per caso si è commesso qualche sbaglio, non è un errore: è sintomo di un metodo marcio e anche un tantinello megalomane. Per non dire paranoico."

Qui se c'è uno che non usa MAI un forse o un condizionale sei tu... O sbaglio?

"Evidentemente ha studiato male. Studiare per anni non farà di te un esperto se studi male, esattamente come starsene in garage per anni non farà di te un'automobile."

O magari ha studiato fin troppo bene. Sei capace tu di valutare lui?

"Ma allora fai apposta. Ti è già stato spiegato (speravo chiaramente) che il tuo paragone è del tutto fuori luogo e offensivo."

Eh? Perchè scrivi questo? Ho fatto quel paragone una volta, qui ti rivolgi a me come se avessi ripetuto il paragone nuovamente. Non ho capito. O__o'
Giuseppe,

...e magari sono sbagliate.

Certo che possono essere sbagliate. Ma bisogna dimostrarlo. Piccaluga non lo ha fatto.


Piccaluga usa sempre il condizionale.

Falso. Ti cito la sua frase riportata nel mio articolo: "ha una struttura palesemente artificiale"... "Il fatto che sia costruita a gradoni esclude che possa trattarsi di una struttura naturale."

Condizionale?


Avevo letto da più parti questa notizia, data per vera, quindi la ritenevo tale. Non mi è mai capitato prima d'oggi di sentire che si trattasse di un falso. Può capitare.

Non dovrebbe capitare, perché questa panzana è circolata soltanto nel mondo degli ufologi sensazionalisti e non è stata ripresa da nessuna fonte esperta. Quindi non parlarmi di "più parti": l'hai letta da una parte sola, quella dei dilettanti. E ti bastava ascoltare le voci originali e confrontarle con quelle dello spezzone ufologico per renderti conto che non poteva essere autentico. Non hai fatto neppure il minimo sindacale di verifica, e questo non dovrebbe capitare.


Tu, invece, al contrario, non potresti essere colpevole di fiducia incondizionata verso la scienza...?

No. Basta leggere questo blog per rendersene conto. Non tentare di rivoltare la frittata. Non funziona.


Qui se c'è uno che non usa MAI un forse o un condizionale sei tu... O sbaglio?

Come sopra.


O magari ha studiato fin troppo bene. Sei capace tu di valutare lui?

Sì. Non ci vuole molto per capire quando qualcuno dice una castroneria. E dove non arrivo io, arrivano gli esperti.


Eh? Perchè scrivi questo? Ho fatto quel paragone una volta, qui ti rivolgi a me come se avessi ripetuto il paragone nuovamente. Non ho capito. O__o'

Lo hai fatto. O perlomeno c'è un commento alle 20:23:45 CET del 13/12 che lo fa.
Giuseppe,

faccio una precisazione: io ho ricevuto la notifica via mail del seguente commento postato qui dal tuo ID Blogger (11653995581877561081).

"Piccaluga sostiene di avere trovato prove dell'esistenza di strutture artificiali su Marte. Gli esperti dicono che si sbaglia. Come mai? Questo è il nocciolo della questione. Piccaluga deve semplicemente rispondere a questa domanda basilare: come spiega che gli esperti non concordano con lui?"

Non mi pare che tutti fossero d'accordo con Giordano Bruno, tanto per dirne una, eppure...

Giuseppe. "
@ Paolo:

Forse è stato un doppio invio, boh, ora non ricordo (riguardo il paragone con Giordano Bruno).

"Falso. Ti cito la sua frase riportata nel mio articolo: "ha una struttura palesemente artificiale"... "Il fatto che sia costruita a gradoni esclude che possa trattarsi di una struttura naturale."

Ok va bene, qui non v'è traccia di condizionale.

[riguardo il mio errore sull'intercettazione radio NASA-Apollo]
"Non dovrebbe capitare, perché questa panzana è circolata soltanto nel mondo degli ufologi sensazionalisti e non è stata ripresa da nessuna fonte esperta. Quindi non parlarmi di "più parti": l'hai letta da una parte sola, quella dei dilettanti. E ti bastava ascoltare le voci originali e confrontarle con quelle dello spezzone ufologico per renderti conto che non poteva essere autentico. Non hai fatto neppure il minimo sindacale di verifica, e questo non dovrebbe capitare."

Io mica faccio l'ufologo di professione, non ne guadagno un solo cent. Quindi, dal mio punto di vista, può capitare. Si sbaglia, pazienza, non è morto nessuno.

"Sì. Non ci vuole molto per capire quando qualcuno dice una castroneria. E dove non arrivo io, arrivano gli esperti."

...che, magari, si sbagliano. ;)

Giuseppe.
Giuseppe,

Forse è stato un doppio invio, boh, ora non ricordo (riguardo il paragone con Giordano Bruno).

Non è stato un doppio invio. Si tratta di due frasi differenti.


Io mica faccio l'ufologo di professione, non ne guadagno un solo cent.

Neanche io, ma questo non mi impedisce di usare il cervello (in questo caso specifico, le orecchie).

Quindi, dal mio punto di vista, può capitare. Si sbaglia, pazienza, non è morto nessuno.

Certamente. Però le accuse fatte agli astronauti, alla NASA e all'ESA rimangono. Non ho sentito una parola di scuse. Mi sembri molto generoso e tollerante verso i tuoi errori ma non verso quelli (ipotetici) altrui.

...che, magari, si sbagliano. ;)

Continui a insistere su quest'ipotesi, ma ti manca un ingrediente fondamentale: non basta dirla, devi dimostrarla. Altrimenti è solo pettegolezzo e fango da tirare, che non fa onore all'ufologia.
Giuseppe: ah, bene quindi questa cosa qui è CHIARAMENTE artificiale:
http://tinyurl.com/2bzxjer così come http://tinyurl.com/22m4azy(tutte e due in Islanda ma non sono la formazione rocciosa che cercavo, composta da migliaia di colonnine di pietra quasi perfettamente ottagonali). Oppure: http://tinyurl.com/2cz4sbg. E visto che ci sono, citiamo Ayers Rock in Australia http://www.travelwithacause.org/pimages/Ayers+Rock04.jpg o questo posto, che non so dove sia ma è da oggi il mio wallpaper: http://tinyurl.com/2dk4trs

E attenzione, dopo la faccia di Marte, la faccia del vulcano islandese dal nome impronunciabile che eruttò lo scorso anno (che come dice Paolo, chiameremo Mario) http://tinyurl.com/2dk4trs
Paolo: ho mandato un post con un pò di link a immagini, puoi sbloccarlo dalla coda di moderazione per favore?

Grazie ^^
Per il Lupo della Luna:

L'ultimo link è uguale al penultimo
uè: urka, sistemo subito http://tinyurl.com/38vkso9
Che impressione! Sembra un teschio che fa una smorfia, brrrrr
Uè: o "l'urlo" di Munch (spero d'aver scritto giusto)..
parole d'oro! E penso proprio che Giacobbo faccia parte del sistema con la parola d'ordine: "più sono cretini e più li possiamo convogliare verso i nostri desiderata".
Parola di astrofisico
Vincenzo Zappalà
Mi scuso per non aver risposto a quanti mi hanno spesso chiamato in causa: seguo solo sporadicamente i blog, non per snobismo ma per stringenti motivi di tempo disponibile. Colgo l'occasione per ringraziare Giuseppe Fragola del Centro Ufologico di Benevento (ora CUFOM)per le puntuali risposte fornite alle critiche sul mio intervento a Voyager. Avrei volentieri ringraziato anche il sig. Attivissimo se avesse portato avanti le sue critiche con minore acrimonia e meno personalismi. Spesso le sue argomentazioni sono apparse come un attacco personale, ingiustificato dal momento che non ci conosciamo personalmente. Nell'impossibilità di rispondere a tutti, posso però consigliare a tutti di leggere, sul numero di Agosto di Ufo Notiziario, il mio ultimo articolo relativo a straordinari ed inediti artefatti verosimilmente alieni sulla superficie del Pianeta Rosso. Sarei curioso di conoscere quali critiche potreste mai scrivere verso delle evidenze così lapalissiane. Spero che il presente non venga inteso come messaggio pubblicitario: Ufo Notiziario, organo mensile del Centro Ufologico Nazionale, non ha bisogno della mia pubblicità.La mia email, per chi volesse contattarmi, è la seguente piccalugaennio@gmail.com .
Sig. Piccaluga,

Avrei volentieri ringraziato anche il sig. Attivissimo se avesse portato avanti le sue critiche con minore acrimonia e meno personalismi

Nessuna acrimonia. Ho esposto i fatti, I fatti documentano che lei ha fatto delle affermazioni completamente sbagliate. Se farle notare un suo errore grossolano è acrimonia, stiamo usando due dizionari differenti.


Spesso le sue argomentazioni sono apparse come un attacco personale, ingiustificato dal momento che non ci conosciamo personalmente

Non ho capito perché ci si debba conoscere personalmente per potersi criticare. Niente di personale, comunque: critico lei come critico chiunque faccia affermazioni fasulle e interpreta incompetentemente le immagini (accusando implicitamente la NASA, l'ESA e gli altri enti spaziali di nascondere omertosamente dei segreti).


Sarei curioso di conoscere quali critiche potreste mai scrivere verso delle evidenze così lapalissiane

Me ne faccia avere una copia e le proporrò non solo le critiche mie, ma quelle degli esperti del settore.

Le ho risposto anche via mail per trasparenza.
@Paolo Attivissimo
ringrazio per i chiarimenti. Penso sia inutile da parte mia aggiungere altro a quanto già chiarito da Giuseppe Fragola e da me pubblicato su Area di Confine di Novembre 20120 e su vari siti web, fra cui http://www.ufoonline.it/2010/12/04/ennio-piccaluga-si-difende-ecco-la-mia-verit%C3%A0-su-marte/ , nonchè sul mio sito www.elleepi.com/mars . Quanto agli scettici ad oltranza, li invito a leggere il mio ultimo articolo in merito a indizi di vita intelligente su Marte, pubblicato sul n. di Agosto di Ufo Notiziario, ancora in edicola. Chi vorrà criticarmi, dovrà pur fare un minimo sforzo per documentarsi, prima di parlare.
Cerco di stare con i piedi per terra, ma Piccaluga riesce sempre a destabilizzarmi. Non sempre documenta perfettamente le sue tesi, ma mostra talmente tanto materiale e foto inedite da stupirmi. Mi viene il dubbio che abbia qualche "informatore" in qualche ente spaziale. L'ultimo articolo su Ufo notiziario riporta dei particolari fotografici incredibili che non ho mai visti da nessun'altra parte.
Ennio,

Piccaluga riesce sempre a destabilizzarmi. Non sempre documenta perfettamente le sue tesi, ma mostra talmente tanto materiale e foto inedite da stupirmi.

Non è difficile stupire, se si mettono in copertina foto false, come quelle che pubblichi nel tuo blog puramente pubblicitario a favore di Piccaluga.


Mi viene il dubbio che abbia qualche "informatore" in qualche ente spaziale

Se lo avesse, non pubblicherebbe le sciocchezze e le fandonie che pubblica.


L'ultimo articolo su Ufo notiziario riporta dei particolari fotografici incredibili che non ho mai visti da nessun'altra parte

Quando hai finito di fare promozione a Piccaluga, ti va di mandarmi una scansione dell'articolo? Così vediamo cosa c'è di così incredibile. Grazie.