skip to main | skip to sidebar
114 commenti

11/9, l’FBI pubblica nuove foto dei rottami dell’aereo al Pentagono. Quello che non c’era, secondo i complottisti

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

L'FBI ha pubblicato una serie di immagini in gran parte inedite dei danni e dei rottami d'aereo al Pentagono. La serie completa è su Undicisettembre.info: qui segnalo solo quelle che mostrano i famosi rottami d'aereo che secondo i complottisti non c'erano (ignorando disinvoltamente le foto di rottami pubblicate subito dopo gli attentati). Allora questi come sono arrivati sul prato del Pentagono? E chi ce li ha messi i brandelli di corpi che si scorgono in alcune delle immagini?

Chiedetelo a Giulietto Chiesa, Massimo Mazzucco e agli altri sostenitori delle tesi alternative. Perché a dieci anni di distanza dagli attentati dell'11 settembre 2001, questi grami mercanti del nulla non sono ancora riusciti a dare una “versione non ufficiale” che spieghi questi dettagli senza sconfinare nel ridicolo. Altre foto già note dei rottami sono raccolte qui su Flickr.

Intanto il mondo va avanti, lasciandosi dietro questi dinosauri, e i veri nodi dell'11 settembre vengono al pettine: i Lloyds hanno avviato una causa contro alcuni cittadini ed enti benefici sauditi, accusandoli, sulla base di documenti ottenuti da Wikileaks, di aver contribuito materialmente al finanziamento di Al-Qaeda. Un argomento sul quale il governo statunitense ha sistematicamente cercato di glissare per non offendere l'Arabia Saudita e gli immensi interessi petroliferi della zona.

Intanto che i complottisti berciavano di aerei fantasma e demolizioni controllate, gli investigatori seri si sono dati da fare a scavare nelle vere zone grigie dell'11 settembre.


Questa fotografia era già stata pubblicata nel libro Pentagon 9/11 (2007).


Un frammento di pneumatico e un cerchione compatibili con quelli di un Boeing 757, vicino alla breccia d'uscita. Dettaglio di un'inquadratura più ampia pubblicata su su Undicisettembre.info.

Rottami con forme e rivettature tipiche d'aereo, vicino alla breccia d'uscita. Dettaglio di un'inquadratura più ampia pubblicata su su Undicisettembre.info.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (114)
Mentre le persone normali sperano che gli investigatori veri continuino a fare il proprio lavoro, i complottisti diranno che "le foto sono state preparate ad arte ed escono oggi perchè hanno richiesto 10 anni di preparazione". E quindi siamo punto e a capo :(

Chiaramente con questi articoli si cerca di informare gli "scettici", purtroppo per i complottisti "hardcore" non c'è prova che tenga.
Insomma, in 10 anni avranno ben avuto tempo per ricostruire la scena in qualche area 51 e scattare le foto, non credi? Ogni prova il bravo gomplottista te la può ribaltare come gli pare.
Paolo, su Undicisettembre credo tu abbia pubblicato due foto uguali.
...foro di cinque metri cinque..... no comment.


Paolo, perche' le facce degli operatori sono "censurate"? questione di privacy o sono agenti FBI...?????
Avevo appena letto su undicisettembre ...
Non so se si può dire che sono belle, non mi viene un aggettivo per commentare correttamente ...
Mi chiedevo, vedendo un po' di sporco sulle immagini, sono ancora foto fatte con le pellicole ? Nel 2001 mi pare che le digitali non fossero ancora ubiquitarie come oggi, o no ?
...mercanti del nulla...

Mi chiedo se sono più bravi loro a vendere il nulla o più ingenui i loro "acquirenti"
Capitan A: mi par che siano parecchi agenti FBI (dalla pettorina che portano)
Proprio la foto dei brandelli si presta alle speculazioni dei soliti noti:

-diranno che sembrano pezzi di animale messi lì a bella posta

-la foto è sovraesposta per via del sole e diranno che è manipolata, perché il soccorritore in primo piano sembra galleggiare sulla pozzanghera
Scusate, spero di non essere volgare, ma mi viene una battuta. Per come sono fatte le foto, quelle che hanno dei resti di un aereo, hanno valenza zero visto che sono totalmente decontestualizzate. E' come se io, per dimostrare che ho un membro enorme, faccio una foto a quello di Rocco Siffredi e lo pubblico dicendo che e' il mio.
Al di la di complottismo o meno e' abbastanza evidente che queste foto non provano assolutamente nulla. Tralasciando il particolare di etichette di alluminio neanche annerite dall'incendio talmente forte da fondere motori e corpi.. Per amor di verita' finche' si continua a dire che cose del genere provano una cosa o l'altra (in entrambi gli schieramenti) non si va da nessuna parte.
documenti ottenuti da Wikilaks

avessi scritto Wikilacks avrei pensato ad un lapsus freudiano ;-)
Rado,

refuso corretto, grazie!
Thebloggereccetera,

sì, aveo postato due foto uguali. Sistemato, grazie!
Anubi,

E' come se io, per dimostrare che ho un membro enorme, faccio una foto a quello di Rocco Siffredi e lo pubblico dicendo che e' il mio.

È ovvio che la foto da sola non basta. Se però hai 55 testimoni oculari che confermano la taglia siffrediana del tuo instrumentum coeundi, allora non ha più molto senso dubitarne.


Tralasciando il particolare di etichette di alluminio neanche annerite dall'incendio talmente forte da fondere motori e corpi..

Un briciolo di ragionamento e di confronto con altri incidenti aerei (Concorde a Gonesse, per esempio: valigie e frammenti intatti sparsi ovunque) ti farebbero capire che non tutto brucia e si carbonizza, specialmente se viene scagliato via dall'impatto, prima dell'incendio. Non siamo mica a Hollywood.


Per amor di verita' finche' si continua a dire che cose del genere provano una cosa o l'altra (in entrambi gli schieramenti) non si va da nessuna parte.

Per amor di verità, se si scrivono commenti senza riflettere non si va da nessuna parte.
perche' le facce degli operatori sono "censurate"? questione di privacy o sono agenti FBI...?

Le due cose, credo.
sono ancora foto fatte con le pellicole ?

Probabilmente sì, anch'io ho avuto quell'impressione.
@Anubi

Immagini decontestualizzate? Ma sei andato a vederle sul sito del FBI? Tutte quelle con titolo "pentagon_exterior", ad esempio questa? Ti pare decontestualizzata?
Paolo se accetti la testimonianza delle 55 persone riguardo al mio membro allora la foto non ti serve se non per curiosita'. Invece mi sembra che vengano indicate come la prova definitiva che non e' vero che al pentagono non sia arrivato un Boeing.
Del resto nell'esempio che prendi non si era polverizzata gran parte della fusoliera e sopratutto i motori come puoi vedere da questa immagine http://www.google.it/imgres?q=Concorde+a+Gonesse&um=1&hl=it&sa=N&biw=1040&bih=668&tbm=isch&tbnid=xdPd6TYhkoi9kM:&imgrefurl=http://www.chron.com/business/article/Continental-to-appeal-Concorde-verdict-1595320.php&docid=HzN-VSFLXmAfTM&w=410&h=400&ei=z554Tqa5K-r44QTynND7Cw&zoom=1&iact=hc&vpx=772&vpy=253&dur=2&hovh=222&hovw=227&tx=163&ty=122&page=2&tbnh=142&tbnw=141&start=12&ndsp=14&ved=1t:429,r:4,s:12 o tutte le altre che ci sono in giro.

Ma ripeto il mio commento era pacifico proprio per riflettere sulle modalita', piu' o meno giuste, per arrivare ad una conclusione inconfutabile di un accadimento storico cosi' grave e cosi' discusso. Mi dispiace che sia stato additato come un commento effettuato "senza riflettere". Ma ognuno ha il suo modo di fare.
Pace e bene
@Paolo
IMHO sarebbe utile specificare che le foto che hai riportato qui sono ritagli delle foto originali, altrimenti salteranno fuori altri Siffredi.
"Thebloggereccetera,"

Non c'è più rispetto :|

"Per come sono fatte le foto, quelle che hanno dei resti di un aereo, hanno valenza zero visto che sono totalmente decontestualizzate."

Non mi risulta, a parte forse quella della targhetta. Le altre sono contestualizzate eccome, a meno che tu non ipotizzi che abbiano costruito un set perfettamente compatibile col Pentagono e lo abbiano disseminato di falsi detriti compatibili con un Boeing della AA.


No, per favore, non ipotizzarlo.
Vabbe' non voglio trovarmi a difendere o a sostenere nessuna tesi per cui, dopo questo messaggio, continuero' a leggere pacificamente ma la foto che Punteruolo mi allega e', per l'appunto, un'ala del pentagono crollata a seguito di un impatto violento. Prova, direi, che un'ala del pentagono e' crollata a seguito di un impatto violento.
Era proprio quello che intendevo, che un pezzo di fusoliera su un pezzo di asfalto-x, o una targhetta di alluminio su un pezzo di prato-x sicuramente non costituirebbe prova in nessun tribunale. Con cio' non voglio sostenere NESSUNA TESI. Ne sostengo che siano false o acchittate per l'occasione. Sto parlando di quanto queste foto possano supportare o meno una versione dei fatti.
[quote-"anubi"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/119-nuove-foto.html#c8369220122754587437"]
Paolo se accetti la testimonianza delle 55 persone riguardo al mio membro allora la foto non ti serve se non per curiosita'. Invece mi sembra che vengano indicate come la prova definitiva che non e' vero che al pentagono non sia arrivato un Boeing.
[/quote]

No, non vengono presentate come prova definitiva. Vengono presentate come ulteriore elemento a sostegno della ricostruzione.
anubi: tra il disastro del Concorde e questo ci sono evidenti differenze nella dinamica che non possono ovviamente creare rottami simili. Il pilota del Concorde sicuramente ha tentato di non farlo schiantare direttamente contro un edificio, anzi avrà probabilmente cercato di farlo "scivolare" a terra, rallentando il più possibile.
I terroristi invece l'hanno deliberatamente fatto schiantare a piena velocità contro la facciata del Pentagono.

E' inutile che contnui a girarci attorno, quelle foto dimostrano che un aereo s'è schiantato contro la facciata. Un impatto violento dici? Sicuramente si e qualcosa (tipo l'altezza da terra e la dimensione della breccia) mi dice che non è stata una Panda arrivata dal prato. Anzi, mi sbilancio dicendo che è compatibile con le dimensioni di un aereo passeggeri, e visto che il prato è disseminato di quelli che hanno tutta l'aria di essere rottami di un aereo passeggeri direi che ci sono diversi indizi del fatto che sia stato un aereo.
AAAAhhhhhh ecco le prove che mancavano.
Tirarle fuori prima no?
Grazie per le immagini, ma la cosa non mi convince ancora.
Mi chiedo ancora, dove siano finiti i motori ad esempio o il perchè la parte danneggiata della facciata del Pentagono sia relativamente ristretta; il danno causato dalle ali non è così evidente.
[quote-"anubi"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/119-nuove-foto.html#c3182806753063432628"]
...ma la foto che Punteruolo mi allega e', per l'appunto, un'ala del pentagono crollata a seguito di un impatto violento. Prova, direi, che un'ala del pentagono e' crollata a seguito di un impatto violento.[/quote]


Mmm, ok, e le altre foto in cui si vedono contemporaneamente pezzi di aereo, macerie e muro del pentagono (tipo questa)?
Punteruolo,

IMHO sarebbe utile specificare che le foto che hai riportato qui sono ritagli delle foto originali

Buona idea. Fatto.
Una riflessione sul metodo stimolata dai commenti di Anubi.

Ammetto, non senza vergogna, che quando ho sentito per la prima volta parlare di "teorie alternative", sul momento ci ho creduto, sembravano molto convincenti. Ma poi sono incappato nel sito undici settembre. Un esempio su tutti mi ha colpito (similmente mi e' accaduto per i complotti lunari).

Tesi: "Il pentagono e' stato colpito con un aereo di linea"

Giustificazione: elenco delle 86 persone che hanno riconosciuto un aereo di cui 55 hanno riportato si trattasse di un aereo di linea.

Su luogocomune:

Tesi: "Aereo militare travestito con i colori dell'American" oppure "Missile" (la tesi stessa non e' molto chiara)

Giustificazione: 8 testimonianze di cui:

5 non hanno visto direttamente l'impatto

1 ha visto un aereo, ma la descrizione non corrisponde con quella di un aereo di linea

2 hanno visto l'aereo di linea ma per descriverlo hanno usato il termine "missile"

Facendo questo confronto, mi sono reso conto della cantonata colossale che avevo preso: spero di trovare il tempo per leggere tutto il materiale al riguardo.

Anche secondo me le nuove foto sono elementi superflui a questo punto, ma un sostenitore delle teorie alternative dovrebbe tenerne conto e confutarle (dopo aver ovviamente confutato le 55 testimoniante dirette per l'aereo di linea).
Theblogger*,

"Thebloggereccetera,"

Non c'è più rispetto :|


Se vuoi rispetto, usa un nick corto e senza caratteri bizzarri! :-)
Anubi,

Paolo se accetti la testimonianza delle 55 persone riguardo al mio membro allora la foto non ti serve se non per curiosita'

Infatti. Le segnalo solo come elemento in più che smonta i castelli in aria dei complottisti.


mi sembra che vengano indicate come la prova definitiva

No. Non l'ho scritto e non lo penso. Hai letto male.


Del resto nell'esempio che prendi non si era polverizzata gran parte della fusoliera e sopratutto i motori

L'esempio di Gonesse serve solo a ricordare che quando un aereo si schianta non si brucia tutto fino all'ultimo fazzoletto di carta.

E' ovvio, o almeno dovrebbe esserlo, che uno schianto in un prato, fatto da un pilota che sta cercando di salvare la pelle, non è paragonabile in termini di frammentazione allo schianto intenzionale di un aereo che penetra in un edificio.


Mi dispiace che sia stato additato come un commento effettuato "senza riflettere".

L'ho additato perché lo era. la tua obiezione sul pezzetto non bruciacchiato era un evidente caso di "scrivo una cosa senza pensare se per caso ha senso o no".
Anubi,

Era proprio quello che intendevo, che un pezzo di fusoliera su un pezzo di asfalto-x, o una targhetta di alluminio su un pezzo di prato-x sicuramente non costituirebbe prova in nessun tribunale.

Questo è ovvio. Infatti nessuno dice che queste foto, da sole, sono prove processualmente schiaccianti.

Dico solo che queste foto sono un bel casino da spiegare per i complottisti e voglio vedere come le spiegano. In dettaglio.
Per anubi

Al di la di complottismo o meno e' abbastanza evidente che queste foto non provano assolutamente nulla. Tralasciando il particolare di etichette di alluminio neanche annerite dall'incendio talmente forte da fondere motori e corpi.. Per amor di verita' finche' si continua a dire che cose del genere provano una cosa o l'altra (in entrambi gli schieramenti) non si va da nessuna parte.

Quando vi pare il fuoco deve fondere OGNI cosa e sempre quando vi pare non può neanche intaccare la resistenza dell' acciaio nelle torri! Non dimentichiamoci il "principio di non contraddizione" o finiremo per diventare dei sofisti...

Ormai dopo 10 anni di ricerca seria si SA come sono andate le cose e (a parte le "zone grigie" ovviamente...) per amor di verità contano i fatti, le prove raccolte e l'opinione degli esperti di settore. Quindi non esistono "due scuadre" ma esiste solo un gruppetto di poveracci, cocciuti e paranoici che si credono esperti in campi nei quali dimostrano solo ignoranza.

Mi accodo a papageno nell'affermare che:
No, non vengono presentate come prova definitiva. Vengono presentate come ulteriore elemento a sostegno della ricostruzione.

Quindi, come al solito, bisogna informarsi prima di affermare certe cose...
Themoga,

AAAAhhhhhh ecco le prove che mancavano.
Tirarle fuori prima no?


Risparmia la tua trita ironia, mio buon complottista frustrato da dieci anni di viaggi mentali, e spiegami scientificamente come sarebbero arrivati al Pentagono questi rottami.

Aspetta che metto in fresco una birra.
Per Paolo Attivissimo

Dico solo che queste foto sono un bel casino da spiegare per i complottisti e voglio vedere come le spiegano. In dettaglio.

Si limiteranno a dire che sono dei falsi perché LORO (i cattivoni) sono onnipotenti e possono fare tutto...
Forse voleva lasciare intendere velatamente che sono foto false? Ma in questo caso 10 anni per fare delle foto false sono troppi anche per gli USA! :D

Mettila in freezer la birra, tanto mi sa che questa "obiezione" di themoga è più fragile di un castello di carte su una pedana vibrante...
Manarca,

Grazie per le immagini, ma la cosa non mi convince ancora.

Qual è il tuo dubbio? Come altro spiegheresti dei rottami d'aereo trovati sul prato del Pentagono subito dopo che 55 testimoni hanno visto un aereo di linea colpire il Pentagono? Che cosa non ti convince?

Davvero, vorrei capirlo.


Mi chiedo ancora, dove siano finiti i motori ad esempio

Dentro l'edificio, ubbidendo a Newton.


o il perchè la parte danneggiata della facciata del Pentagono sia relativamente ristretta; il danno causato dalle ali non è così evidente.

Lo squarcio pre-crollo è largo 35 metri. Ti sembra una zona "relativamente ristretta"?
Piuttosto, io ho una domanda del picio da fare:

Solitamente i camion dei pompieri sono rossi, come mai quelli che si vedeno nelle foto sono verde pistacchio?
“…i Lloyds hanno avviato una causa contro alcuni cittadini ed enti benefici sauditi, accusandoli, sulla base di documenti ottenuti da Wikileaks, di aver contribuito materialmente al finanziamento di Al-Qaeda.”

Quindici dirottatori sauditi su diciannove, finanziamenti enormi dalle ricche famiglie di quel paese (oltre alla famiglia Bin Laden naturalmente), diciamo che se ci fosse stata una minima coerenza e volonta’ di stroncare Al Queida e la guerra santa islamica dopo l’11/9, il primo da martellare doveva essere proprio questo orribile regime.….seeee figuriamoci .
[quote-"[the blogger formerly known as ǚşå÷₣ŗẻễ]"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/119-nuove-foto.html#c6528128655782759212"]Piuttosto, io ho una domanda del picio da fare:

Solitamente i camion dei pompieri sono rossi, come mai quelli che si vedeno nelle foto sono verde pistacchio? [/quote]

Quelli verdi sono quelli dell'NWO.
Ho cercato delle foto e ho trovato foto di camion dei pompieri color verde pistacchio in Pennsylvania, Georgia, Kansas, Florida, Minnesota, New Jersey, Wisconsin... nessuno in Virginia. Magari quelli delle foto venivano da stati vicini...

Ce ne sono anche di gialli, ma molto più rari.

A quanto ho potuto appurare, la livrea rossa o rossa e bianca è ancora ampiamente la più diffusa, i mezzi verde pistacchio dovrebbero essere quelli di più recente fabbricazione o ricondizionamento, per la banale ragione che sono più visibili di notte.
[quote-"[the blogger formerly known as ǚşå÷₣ŗẻễ]"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/119-nuove-foto.html#c6528128655782759212"]
Piuttosto, io ho una domanda del picio da fare:

Solitamente i camion dei pompieri sono rossi, come mai quelli che si vedeno nelle foto sono verde pistacchio?
[/quote]

Credo che i camion che si vedono siano queste foam unit http://www.dcfd.com/Apparatus/FoamUnit2/FoamUnit2_01.jpg
Le autopompe non sono tutte rosso/bianco ma ci sono anche di colore verde acido... Alcune le vedi qui: http://goo.gl/iDzQA
[quote-"Stupor Mundi 83"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/119-nuove-foto.html#c1824486978992442112"]
Quando vi pare il fuoco deve fondere OGNI cosa e sempre quando vi pare non può neanche intaccare la resistenza dell' acciaio nelle torri!
[/quote]

Per favore, cerchiamo di non fare di tutt'un'erba un fascio. Soprattutto quando si finisce per attribuire a un singolo affermazioni che non ha fatto. Non credo aiuti il dibattito.
@ thebloggerfomrelyetc

Da una rapida ricerca, in America non sembra che ci sia alcuna legge che determini il colore dei camion dei vigili del fuoco. Su Yahoo answers (see, lo so che ad attendibilità è pari a zero) un utente riporta che dove abita lui i camion dei pompieri dell'aeroporto sono proprio verde lime. Potrebbero essere autopompe dell'aeroporto vicino, plausibilmente le più a "portata di mano" in quel momento.

Ora cerco di meglio.
Ecco qua una galleria dei camion dei pompieri.

Sono proprio quelli in forze all'aeroporto Reagan, proprio a ridosso del Pentagono. Notare il fatto che adesso abbiano uno scudetto che ricorda proprio il loro intervento, quel maledetto giorno.

http://tinyurl.com/3skhy9d
ma perché dopo dieci anni ci sono ancora materiali fotografici non visti?
Passalento,

se ci fosse stata una minima coerenza e volonta’ di stroncare Al Queida e la guerra santa islamica dopo l’11/9, il primo da martellare doveva essere proprio questo orribile regime.….seeee figuriamoci

Verissimo. Ha prevalso, come sempre, il cinismo pragmatico della ragion di stato.

La cosa tristemente ironica è che il fracasso dei complottisti ha distratto da questo problema. Per questo c'è chi dice che i complottisti sono i nuovi dirottatori dell'11 settembre. Hanno mentito, distorto, depistato e seminato false prove per allontanarci dalla verità. E con questo hanno fatto un gran favore proprio al governo statunitense che dicono di disprezzare tanto.
Paolo,

ma perché dopo dieci anni ci sono ancora materiali fotografici non visti?

È normale. Capita molto spesso nelle indagini e in generale in ogni evento storico. Dopo un po' cala l'interesse. Anche queste foto sono significative solo come ulteriore schiaffo ai complottisti, ma per l'opinione pubblica credo che aggiungano poco o nulla.
Per Gwilbor

Per favore, cerchiamo di non fare di tutt'un'erba un fascio. Soprattutto quando si finisce per attribuire a un singolo affermazioni che non ha fatto. Non credo aiuti il dibattito.

Hai ragione: rileggendo i commenti mi sono accorto di aver generalizzato un po' troppo... :-)
Attivissimo ha scritto:
"Hanno mentito, distorto, depistato e seminato false prove per allontanarci dalla verità".

Certo, e facendoci perdere tempo, e talvolta tanto, per ribadire alle loro affermazioni stupide, dettate da ignoranza e altro, talora perfino vergognose. Ad esempio, che le liste dei passeggeri dei quattro aerei sarebbero inventate.
Per me questo e' sofferenza dopo che, leggendo quelle liste dove si sanno nome, eta', luogo di lavoro, residenza, familiari ed amici, dopo che si cercano, e trovano, altri particolari sulle persone decedute facendole divenire quasi familiari, quasi membri della propria famiglia, si afferma, da parte complottista, che quei nomi sono inventati, pur fornendo ai complottisti elementi per raggiungere i familiari delle vittime.
L'esempio piu' semplice e' quello del fratello del capitano Burlingame, il pilota, sgozzato, del volo del Pentagono. Il fratello ha una pagina su facebook. Costa tanto scrivere anche a lui che il funerale del capitano Burlingame era una farsa?
Costa tanto rintracciare un parente di un membro dell'equipaggio del volo UA 175, e magari scrivere alla madre di Fangman, oggi 84-enne, che su quell'aereo suo figlio non c'era?
Non lo fanno, perche' lanciano il sasso e nascondono la mano, e perche' non hanno gli attributi.
Ho il sospetto, tutto da verificare, che molte teorie di complotto escano proprio dai servizi segreti. In gergo si chiama "inquinamento informativo". Ai servizi importa fino a un certo punto la veridicità degli studi fatti dai loro analisti, specialmente se possono servire a ricattare o a dirottare le energie delle menti più acute in vicoli ciechi. Penso anche che certi comportamenti, certi modi di divulgare le notizie, sembrano fatti a posta per foraggiare i complottisti. Come per l'omicidio di Bin Laden; sembra fatto apposta perché giornalisti alla Chiesa ci sguazzino beatamente.
Mi stupisce di leggere ancora osservazioni del tipo "mancano i rottami dei motori". In un paio di foto pubblicate fin dall'inizio (le trovate su questo sito ma anche altrove) i rottami dei motori ci sono eccome.
In particolare si vede chiaramente un disco palare, dalle dimensioni stimerei appartenente al tratto iniziale del turboreattore.
Ricordo che vidi per la prima volta una di queste foto poco dopo l'attentato proprio su di un volantino complottista....
@giuliano47
già, per me è questa la cosa che mi fa stare più male. più del calpestare la verità mi ferisce la disinvoltura con cui calpestano il lavoro e il dolore altrui!
Io vorrei dire soltanto una cosa, l'unica che trovo assurda della vicenda 11/9: possibile che non ci sia un'immagine o filmato che mostri l'aereo che entra nel Pentagono? Cioè, la banca dietro casa mia ha 3 telecamere puntate verso il bancomat e al pentagono tutte le telecamere non hanno visto niente? Sul serio dobbiamo accontentarci di quella ripresa sfigata dalla stazione di serivizio? Quand'è che le autorità mostreranno queste immagini? Queste foto del Pentagono sono preziose, per carità, ma aggiungono poco. Sinceramente trovo questo aspetto dell'11/9 veramente ridicolo e non capisco il motivo di segretare le riprese, visto che dell'avvenimento si conosce TUTTO. FBI forza, su, svegliarsi. Sono convinto, comunque, che per i complottisti vedere l'aereo che entra nel Pentagono non sarebbe sufficiente a farli ritrattare
non c'entra un casio, come sempre, ma se questa notizia è vera HOLY COW, speriamo non sia un altro Ecat o come si chiama...

http://www.bbc.co.uk/news/science-environment-14976893


sto cercando il paper ma non trovo una ceppola...
Max,

la banca dietro casa mia ha 3 telecamere puntate verso il bancomat e al pentagono tutte le telecamere non hanno visto niente?

Pensaci un attimo. Se un aereo di linea colpisse la tua banca, quante telecamere sarebbero puntate nella direzione giusta per inquadrarlo?

Ti sei già risposto :-)
Paolo Attivissimo
“La cosa tristemente ironica è che il fracasso dei complottisti ha distratto da questo problema. Per questo c'è chi dice che i complottisti sono i nuovi dirottatori dell'11 settembre. Hanno mentito, distorto, depistato e seminato false prove per allontanarci dalla verità. E con questo hanno fatto un gran favore proprio al governo statunitense che dicono di disprezzare tanto.”

Ma si, purtroppo a queste persone nulla importa di analizzare obiettivamente la realta’ e i fatti, per provare poi a partire da li’ per porsi domande e dubbi necessari;
non e’ voluto da parte loro, e’ una necessita’ di sopravvivenza direi: negli accadimenti piu’ svariati trovano la conferma e il rinforzo della impalcatura costruita ben prima dentro la propria testa.
Giovanni Pili
“Ho il sospetto, tutto da verificare, che molte teorie di complotto escano proprio dai servizi segreti.”

Mah, credo che le strutture caratteriali dei cospirazionisti sappiano fare tutto da soli (e piu’ che bene), senza bisogno di aiuti dalla CIA ...poi tutto puo’ essere.

Sull’uccisione di Bin Laden invece, io mi sento ancora davvero a disagio quando ci penso; quella e’ stata un’esecuzione, e anche comprendendo tutte le ragioni per questa scelta, non riesco a non pensare a quanto sarebbe stato, oltre che piu’ ”giusto”, anche la migliore dimostrazione di una grande forza, in tutti i sensi.
Per correttezza bisognerebbe anche distinguere tra volgari siti complottisti e siti che invece cercano una verità indipendente e accettano anche l'eventualità di giungere alle stesse conclusioni della versione ufficiale.
Su 911 Research, ad esempio, sin dal 2006 c'è un bel documento di Jim Hoffman nel quale si afferma che tutte le evidenze relative all'attentato al Pentagono sono pienamente compatibili con i danni che può provocare un Boeing 757:

The Pentagon Attack:
What the Physical Evidence Shows
@ Giovanni Pili

Sulle prime ho preso di petto il tuo scritto, perché non credo che nessuno abbia fatto tutto questo "apposta per depistare". Non deliberatamente, perlomeno. Soprattutto non funzionerebbe certo per tenere alla larga le menti più sveglie.

Ma prendendo il tuo discorso più alla larga, potrebbe essere interessante discuterne, perché, benché non credo che sia fatto deliberatamente, può essere possibile che il tacere determinate cose possa ingenerare (o legittimare) altrettanto determinati comportamenti. Comportamenti che presuppongono dei ben noti schemi mentali che tutti qui, ormai conosciamo bene.

Ma vedi, (ti prego di non prendere per oro colato quello che scrivo) credo anche che sebbene tutto il materiale concernente un qualsiasi evento fosse reso pubblico e disponibile in toto ed in tempi brevissimi, non servirebbe a molto. Non è il modo di dare l'informazione. E' il modo in cui il singolo la recepisce. C'è chi la beve come fosse acqua fresca, chi ne dubita, la valuta, la soppesa, s'informa e tra una conclusione e chi invece, fa tutto quello di cui sopra, tranne arrivare ad una conclusione. Spesso è la forma mentis del complottista che fa il complotto, non il governo di turno. Per maggiore chiarezza, vedere il caso di Silvia "affetta" da Morgellons che dopo svariati medici che hanno cercato di aiutarla a smettere di grattarsi via la carne, ha finalmente trovato un ciarlatano che le vende melatonina ed integratori alimentari per curarla. Chiedere a Bossari ed alla redazione di Mystero. (Considerazione personale: sfruttare un disagio mentale per fare audience... Sciacalli debosciati!Bel lavoro, complimentoni! Giacobbo è un Nobel ed un gran signore, a confronto!)

In realtà l'effetto che potrebbero avere una disattenzione, piuttosto che una dimenticanza, errore, ritardo o anche semplice eccesso di zelo, spesso sono una contrapposizione di due fronti. Tra quelli che riconoscono la realtà dei fatti e quelli che trovano sempre una spiegazione artatamente alternativa.

Senza contare che il fatto di trovarsi tra i piedi tutte le disattenzioni, dimenticanze, errori ecc. è controproducente anche per chi sta conducendo un'inchiesta, in quanto possono solamente generare altro caos da cui districarsi.
[segue]

Potrebbe essere affascinante il pensare che certe dichiarazioni vengano "tagliate" ad arte per dar da mangiare ai complottisti, i migliori insabbiatori che una loggia massonica possa trovare, ma il fatto che qualcuno lo facesse per davvero, darebbe ragione ai complottisti che vedono sempre un organo statale supersegreto dietro al lavoro delle commissioni d'inchiesta.

No. Anche se niente dev'essere mai dato per scontato, non credo proprio che una strategia "d'inquinamento informativo per paranoici" potrebbe avere effetti benefici per le inchieste in atto. In nessun modo.

Dopotutto, come qualcuno ha già fatto notare, la dissennata aggiunta di continui elementi ridicolmente fantasiosi (*), non fa poi molto per cercare d'insabbiare le magagne vere.

Esempio: di solito chi ne vuole sapere di più, si rivolge al web. Di solito chi soffre di disturbi della sfera affettiva più o meno conclamati finisce nelle grinfie dei signori della truffa. Ma altrettanto di solito, chi va oltre alla cortina di fumo (di ganjia) dei complottisti arriva anche in lidi come questi. E trova l'informazione che cercava.

Riassumendo: se qualcuno cercasse di nascondere qualcosa gettando fumo negli occhi , non solo attira l'attenzione di chi quel fumo lo brama, ma anche quella di chi vuole aprire le finestre per cambiare l'aria. Insomma, una strategia perdente sotto tutti i punti di vista.

(*)Per la serie "nuove e ridicolmente fantasiose" frontiere del complottismo in generale, sul sito del duo sanremese potrete leggere un lungo articolo sul complotto massone delle scie chimiche che viene addirittura coperto da Rihanna e Jay-Z! Ve lo giuro! Se non fosse che temo per la sua fragilità mentale, riderei a crepapelle del nuovo delirio. Rosario, ti rendi conto che stai andando veramente troppo oltre? Fatti aiutare. Davvero.
@Stupidocane

Il tuo discorso non fa una piega. Non di meno, conferma il mio. Ti spiego: sono proprio tutte queste circostanze - i format sensazionalisti di trasmissioni come Mistero, le patologie paranoidi, i Guru, (informatici, televisivi, ecc.)i pregiudizi e le prese di posizione politiche - l'umus su cui si fonda l'attività dei servizi segreti. Dalle lettere del Prete Gianni ai Protocolli dei Savi di Sion; dal vero o presunto tale "fraintendimento" del diplomatico russo, quando Castro gli detta la sua disponibilità a lanciare i missili contro gli USA, all'uso di carte false per dimostrare che Obama non sarebbe americano, eccetera. Stiamo parlando sempre di usare delle risorse già esistenti: la vanità del guru, i pregiudizi del bigotto, i deliri del paranoico.

Quali sono i vantaggi? Innanzitutto il senso di impotenza di fronte ad un governo che appare invincibile - oppure assolto da tutto, perché anch'esso marionetta di un vertice massonico. I radicali smettono di andare a votare, lasciando che alle urne ci vadano i moderati. Chi dovrebbe spendere il suo tempo a fare inchieste mirate ai veri complotti, deve invece sprecarlo a difendere la gente dalle bufale. Dall'altra parte i complottisti quasi mai attaccano il governo, bensì inquadrano come nemico lo scienziato, il quale a sua volta deve difendere la reputazione della comunità scientifica, ecc. Guarda sui possibili vantaggi ti potrei scrivere un libro!

Esempio pratico (solo un esempio, sia chiaro):

11Settembre 2001; attentato alle Torri e al Pentagono. Abbiamo precedenti relazioni della famiglia Bush con membri della famiglia Bin Laden. Un presidente che come comandante supremo delle forze armate ha fatto la più brutta figura dai tempi di Pearl Harbour. (scusate se l'ho scritto male) Le incompetenze nella costruzione delle Torri. I ritardi nel modernizzare la struttura del Pentagono: il centro della difesa americana (mondiale direi) era un edificio fatiscente, privo di muri portanti! Impreparazione totale della difesa aerea e incompetenze nel gestire informazioni importanti che potevano prevenire gli attentati, da parte della CIA, eccetera.

Ok, lasciamo che informazioni equivoche, imprecisioni, ecc., siano di ispirazione a qualche regista e scrittore. Magari qualcuno è pure un agente che ha già lavorato per noi per altri motivi (la CIA si basa sul modello inglese, ovvero mercantile; quindi fa uso di capitani di industria, editori, scrittori, giornalisti, ecc.; i militari impiegati nello spionaggio sono relativamente pochi rispetto ad altri servizi, come quello italiano per esempio) ed ecco... basta poco perché paranoici, guru frustrati ecc., alimentino la miccia e ingrandiscano la bufala per conto loro.

Il resto è matematicamente inevitabile: 10anni di polemiche inutili e sterili, guardando due torri che cadono e uno squarcio nel Pentagono. Se anche solo il 10% di questa massa di carta stampata l'avessero usato per le denuncie alle falle reali del sistema americano e dell'amministrazione Bush, forse ... dico fore, avremmo combattuto un paio di guerre in meno. (roba ghiotta per chi vive vendendo armi) Eccoli i vantaggi. Costo zero... il 90% del lavoro è un effetto domino dovuto alla vanità degli autori e divulgatori di queste tesi. Aggiungi anche un pizzico di analfabetismo scientifico, ovviamente.

Molte delle informazioni che ho sul funzionamento dei servizi e sui metodi usati nella storia si basano sul seguente studio:
Aldo Giannulli, Come funzionano i servizi segreti, Ponte alle Grazie.

Anche leggere Eco è stato formativo. Bufale e servizi segreti vanno quasi sempre a braccetto.

Però non si può fare di tutta un'erba un fascio. Proprio perché le bufale possono partire spontaneamente, a prescindere dalle ragioni di stato, non è possibile - forse nemmeno agli addetti ai lavori - stabilire chi viene prima: se tale informazione è spontanea, e fa comodo ai governi che quindi la tollerano; o se è stata fabbricata a tavolino.
@passalento
Sull’uccisione di Bin Laden invece, io mi sento ancora davvero a disagio quando ci penso; quella e’ stata un’esecuzione, e anche comprendendo tutte le ragioni per questa scelta, non riesco a non pensare a quanto sarebbe stato, oltre che piu’ ”giusto”, anche la migliore dimostrazione di una grande forza, in tutti i sensi.
Ovviamente ti quoto.

Per il resto, è proprio l'autonomia di questo fenomeno a renderlo ghiotto. Però sto ipotizzando. Del resto sarebbe paranoico pensare che tutte le bufale sono scritte da James Bond. Secondo me è per lo meno plausibile che qualcuna lo sia, o che al limite una o più bufale "spontanee", si rivelino utili.
i motori? non mi pare che ci siano... dei blocchi di ferro che si disintregano?? fatemeli vedere e cambio idea!
"Ecco qua una galleria dei camion dei pompieri.

Sono proprio quelli in forze all'aeroporto Reagan, proprio a ridosso del Pentagono. Notare il fatto che adesso abbiano uno scudetto che ricorda proprio il loro intervento, quel maledetto giorno.

http://tinyurl.com/3skhy9d "

Grazie Stupidocane etc :D
@damiano.
Mi è piacito il tuo commento, perché dimostra la tua capacità di cambiare idea quando ti accorgi di avere sbagliato.
Più in generale, mi piacerebbe che ai complottisti venisse sempre richiesto di giustificare le loro ipotesi con la stessa paranoica precisione che loro richiedono agli altri.
L'onore della prova di una affermazione ricade su chi questa affermazione la propone, non è che una affermazione è vera finché non viene dimostrato che è falsa.
@ Giovanni Pili

Il resto è matematicamente inevitabile: 10anni di polemiche inutili e sterili, guardando due torri che cadono e uno squarcio nel Pentagono. Se anche solo il 10% di questa massa di carta stampata l'avessero usato per le denuncie alle falle reali del sistema americano e dell'amministrazione Bush, forse ... dico fore, avremmo combattuto un paio di guerre in meno. (roba ghiotta per chi vive vendendo armi) Eccoli i vantaggi. Costo zero... il 90% del lavoro è un effetto domino dovuto alla vanità degli autori e divulgatori di queste tesi. Aggiungi anche un pizzico di analfabetismo scientifico, ovviamente.

Il "forse, dico forse" non equivale al "matematicamente inevitabile" di poche righe più sopra. Se leggi bene tutto quello che hai scritto, ti ritrovi comunque con un pugno di mosche, in quanto solo i minus habens rimangono comunque ancorati ad idee sbagliate, senza nulla togliere a chi le inchieste le fa per davvero ed approfonditamente. Il marcio viene comunque a galla, senza che nessuno abbia alcun vantaggio. Non nel medio-lungo termine, almeno.

L'insabbiamento è certamente prassi dei servizi segreti, ma non credo che il farlo alimentando i deliri complottisti, possa avere degli effetti benefici sull'argomento da insabbiare. Attira di più l'attenzione ed implica una commistione di altri fatti contingenti che vengono a loro volta passati al microscopio, sia dai complottisti che da chi li sbufala.

Prima o poi anche i nodi del vero insabbiamento vengono al pettine, e più cercano d'insabbiare, più diventano vulnerabili alle intrusioni.

Vedi Wikileaks, ad esempio.
Una domanda:

Ad oggi, che si sappia, il premio Nobel Dario Fo, ha mai ritrattato pubblicamente la versione dei suoi 5 metri, ripeto 5 metri"?

Domanda n° 2. Il Nobel si può togliere? Non tanto per il merito letterario, per carità, ma per manifesta senilità. Dopotutto è un premio prestigioso. Oppure è ormai da considerare alla stregua di un Oscar alla carriera, ovvero un premio di cui solo la Loren va fiera?
@Paolo Attivissimo:

Ho appena saputo che sei stato querelato da Giulietto Chiesa per calunnie contenute in un tuo recente articolo.

Non vorresti commentare il fatto?
@ Giovanni Pili

Giusto per rimanere in tema con quanto detto finora, ecco un mirabile esempio di "non ci crederò mai!"

i motori? non mi pare che ci siano... dei blocchi di ferro che si disintregano?? fatemeli vedere e cambio idea!

Ma ti pare che uno che ragiona così abbia davvero un peso nel determinare il successo di un insabbiamento reale? Forse distoglie l'attenzione di altri per cercare di farlo ragionare, ma su cosa? Su qualcosa che esiste ed è stato provato, quindi passibile d'interpretazione solo da parte di taluni individui. Non da tutti gli attori interessati.

C'è chi non si cura nemmeno dei complottisti, e continua ad andare avanti per la sua strada a colpi di fatti reali e documentati.

Siamo noi che prendiamo più a cuore il lato complottista degli eventi. Dal punto di vista della razionalità e della scienza, sia chiaro, ma questo si può fare benissimo anche senza curarsi di dover interloquire con chi "non ci crede manco morto!".

A questo punto l'insabbiamento presunto avrebbe funzionato ai minimi termini, dato che gli altri che se ne occupano senza sbufalare nessuno potrebbero arrivare direttamente all'insabbiamento.
Ho appena saputo che sei stato querelato da Giulietto Chiesa per calunnie contenute in un tuo recente articolo.

Non vorresti commentare il fatto?


Volentieri. Non appena mi riprendo dallo sbigottimento per la spettacolare dimostrazione di assenza di senso dell'umorismo.
il premio Nobel Dario Fo, ha mai ritrattato pubblicamente la versione dei suoi 5 metri, ripeto 5 metri"?

Che io sappia no, ma confesso che non seguo ogni sua dichiarazione.
Molto plausibile che degli arabi scarsi a pilotare siano riusciti a centrare obiettivi sensibili senza che dei caccia militari li intercettassero. AH AH AH
i motori? non mi pare che ci siano... dei blocchi di ferro che si disintregano?? fatemeli vedere e cambio idea!

I motori sono stati documentati dai vigili del fuoco e dai testimoni oculari. Leggi il libro "Firefight" per i dettagli.

Tieni presente che un motore d'aereo non è un "blocco di ferro".
Danx,

Molto plausibile che degli arabi scarsi a pilotare siano riusciti a centrare obiettivi sensibili senza che dei caccia militari li intercettassero. AH AH AH

Eccone un altro che sentenzia senza conoscere.

I dirottatori piloti erano tutti dotati di licenza di pilota commerciale conseguita regolarmente in USA.

All'epoca il protocollo di gestione dei dirottamenti non prevedeva intercettazioni d'urgenza (scramble).

Due fatti su cui ti invito serenamente a meditare.
@Stupidocane
Be' i 10 anni di polemiche sul sesso degli angeli sono sicuramente un fatto, a quello si riferisce il matematicamente; quel forse invece... è un forse, che tocca non la "causa" ma "l'effetto" che c'è stato dopo. Anche le tecniche di inquinamento informativo e di triangolazione sono dei fatti, e sono prassi dei servizi.

solo i minus habens rimangono comunque ancorati ad idee sbagliate, senza nulla togliere a chi le inchieste le fa per davvero ed approfonditamente. Il marcio viene comunque a galla, senza che nessuno abbia alcun vantaggio. Non nel medio-lungo termine, almeno.

Questa è una opinione, come la mia, che rispetto, ma non condivido. Chiedi per esempio ad uno psicologo se secondo lui è più suscettibile alle suggestioni un idiota o un genio. Dare del minus habens a chi crede nelle tesi di complotto è del resto riduttivo, sono tanti i fattori: disinformazione, orgoglio, convinzioni politiche, ecc.

L'insabbiamento è certamente prassi dei servizi segreti, ma non credo che il farlo alimentando i deliri complottisti, possa avere degli effetti benefici sull'argomento da insabbiare. Attira di più l'attenzione ed implica una commistione di altri fatti contingenti che vengono a loro volta passati al microscopio, sia dai complottisti che da chi li sbufala.

La verità prima o poi viene sempre a galla, su questo non ci piove. Basta saperla cercare. Non di meno, a quanto pare le bufale sull'11 Settembre, sulle scie chimiche, ecc., sono servite eccome. Altrimenti non ci sarebbe l'esigenza di fare un convegno sui veri lati oscuri del 9/11, di cui nessuno parla. Come ha fatto di recente Paolo.

Vedi Wikileaks, ad esempio.
Qui faccio autocritica: se quello che dico è fondato, come mai non è uscito niente del genere nei cabli di Assange? Dovrei coprire il buco sostenendo che magari Assange fa il doppio gioco, ma non mi chiamo Mazzucco.

Comunque onestamente, anche io sarei scettico se leggessi quanto ho detto, da parte di un altro. Perché non ho le prove, solo indizi. Mi limito a ritenerlo plausibile.
Danx
"Molto plausibile che degli arabi scarsi a pilotare siano riusciti a centrare obiettivi sensibili senza che dei caccia militari li intercettassero. AH AH AH"

C'e' un bel po' di razzismo in questa frase; scommetto che se i dirottatori fossere stati svedesi, avresti considerato piu' che sufficiente la scuola da loro fatta per ottenere la licenza.
Ho appena saputo che sei stato querelato da Giulietto Chiesa per calunnie contenute in un tuo recente articolo.

Non vorresti commentare il fatto?

Volentieri. Non appena mi riprendo dallo sbigottimento per la spettacolare dimostrazione di assenza di senso dell'umorismo.


Vedrai che sarà una passeggiata anche perchè, oltre all'evidente mancanza di insulti nel tuo post, dovrà anche dimostrare che tu hai detto il falso il che si concluderà con un'evidente umiliazione e dimostrazione di ignoranza... Sempre che abbia davvero il coraggio di portare fino in fondo questa sua "battaglia" e che non si tratti solo di un fuoco di paglia...

Leggete come conclude il suo annuncio (dove, come sempre, sbraita senza mai entrare nel merito) il baffone:

Segnalo ai lettori che si è costituito il "Consensus 9/11" (Consensus911.org), che raggruppa 22 esperti: di esso fa parte, assieme a me, Massimo Mazzucco ecc...

GC e MM esperti di cosa? Ahahahahahah!!! I complottisti sono sempre inclini ad autocertificarsi competenze che non hanno. Magari mi sbaglio e MM è esperto in sartoria mentre GC è espertissimo nel NON saper fare il giornalista!!! Stra-LOL!!!
@Stupidocane
In risposta al tuo secondo commento:

E' così che funziona l'inquinamento informativo: si mischiano fatti veri e sciocchezze più o meno credibili. Un Giulietto Chiesa che accusa gli USA di essere uno stato criminale e invece di parlare dell'11 Settembre di Allende (il golpe in Cile del '73) mi parla di nanotermite, verrà deriso dai più... ma solo per la nanotermite? non è che per caso discredita anche la prima osservazione? Per te non è così, ma per il macellaio e la massaia... pensi che faranno questo tipo di sottigliezze, mentre fanno zapping?
[quote-"Stupidocane, fiero sbufalatore"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/119-nuove-foto.html#c1553599737131888945"]
Una domanda:

Ad oggi, che si sappia, il premio Nobel Dario Fo, ha mai ritrattato pubblicamente la versione dei suoi 5 metri, ripeto 5 metri"?

Domanda n° 2. Il Nobel si può togliere? Non tanto per il merito letterario, per carità, ma per manifesta senilità. Dopotutto è un premio prestigioso. Oppure è ormai da considerare alla stregua di un Oscar alla carriera, ovvero un premio di cui solo la Loren va fiera?
[/quote]

Beh, allora (viste le scemenze dette successivamente su vitamina C e dintorni) a Pauling dovrebbero toglierne due, di premi Nobel.
[quote-"Stupor Mundi 83"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/119-nuove-foto.html#c4955556285405546896"]
Ho appena saputo che sei stato querelato da Giulietto Chiesa per calunnie contenute in un tuo recente articolo.

Non vorresti commentare il fatto?

Volentieri. Non appena mi riprendo dallo sbigottimento per la spettacolare dimostrazione di assenza di senso dell'umorismo.


Vedrai che sarà una passeggiata anche perchè, oltre all'evidente mancanza di insulti nel tuo post, dovrà anche dimostrare che tu hai detto il falso il che si concluderà con un'evidente umiliazione e dimostrazione di ignoranza... Sempre che abbia davvero il coraggio di portare fino in fondo questa sua "battaglia" e che non si tratti solo di un fuoco di paglia...

Leggete come conclude il suo annuncio (dove, come sempre, sbraita senza mai entrare nel merito) il baffone:

Segnalo ai lettori che si è costituito il "Consensus 9/11" (Consensus911.org), che raggruppa 22 esperti: di esso fa parte, assieme a me, Massimo Mazzucco ecc...

GC e MM esperti di cosa? Ahahahahahah!!! I complottisti sono sempre inclini ad autocertificarsi competenze che non hanno. Magari mi sbaglio e MM è esperto in sartoria mentre GC è espertissimo nel NON saper fare il giornalista!!! Stra-LOL!!!
[/quote]

Un paio di esempi di biografie di 'sto "panel":

Massimo Mazzucco, award-winning filmmaker, screenwriter, and journalist. Editor of luogocomune.net, dedicated to 9/11 research. His 2006 9/11 documentary “Inganno Globale” was broadcast on Italian TV (Berlusconi’s Canale 5), sparking a national debate. His documentary “The New American Century” appeared in film festivals worldwide. Mazzucco is currently preparing his third documentary, which will rebut the counter-claims against the 9/11 Movement.

Manco fosse John Ford o Montanelli (oltretutto non è un giornalista, MM).

Daniel Sunjata, American actor in film, television and theater; performed in a Tony award-winning Broadway play, “Take Me Out;” also featured in the TV series Rescue Me, where a sub-plot has included 9/11 as a false-flag operation; more recently featured in ABC’s “Grey’s Anatomy.”

Un attore? Questo http://tinyurl.com/raonlr (da wiki inglese) attore?

Un vero consesso di esperti. E ne ho citati solo due (anzi 3, Chiesa compreso).
@ Giovanni Pili

Concordo con te per quanto riguarda la nomea di "minus habens". Mi sono fatto prendere dal "trend" di etichettare come "stupidi" anche personaggi che non lo sono affatto.

Sono infatti un sostenitore della tesi che i complottisti sono più "matti" che scemi.

Questo per dire che concordo in pieno sulla suscettibilità dell'intelligenza al complottismo, ovvero, un genio può essere più vicino alla psicosi di altri e magari tendente anche al complottismo, ma non che questo sia necessariamente la regola.

Vero è che se dovessimo fare una casistica tra le fila dei complottisti, sono dell'idea (speculazione mia) che troveremmo più facilmente un'intelligenza limitata che quella di un vero genio. Almeno questa è la mia impressione da "scontri sul campo". Ooh, e per "limitazione d'intelligenza" non intendo stupidità, ma altri fattori non fisici che possono averne limitato il normale sviluppo, come atteggiamenti accidiosi o superbi, piuttosto che una elevata dose d'ignoranza dovuta a cause contingenti (ad es. la non possibilità di poter continuare gli studi per cause varie), piuttosto che casi conclamati di mania di persecuzione (o altre forme di nevrosi/psicosi).


In risposta al tuo commento sul golpe cileno, al macellaio od alla massaia non interessa, perché non sanno nemmeno chi è Giulietto Chiesa. O Mazzucco. Fai una prova tu stesso. Prova a rivolgerti ad un campione di persone a caso tra i tuoi conoscenti. Chiedi loro non cosa pensino dell'11 settembre, ma se sanno chi sono Chiesa e Mazzucco. Anche Attivissimo, per par condicio. Vedrai che forse Paolo è più conosciuto degli altri due, ma per il servizio antibufala delle mail allarmistiche che per il suo impegno nella faccenda 9/11.

Questo forse ti fa ridimensionare un po' il presunto fenomeno "polverone" ordito da chissà chi. In effetti questo presunto insabbiamento, non avrebbe molta presa sulla vita di tutti i giorni.

Questo non toglie, ne convengo, che non sia assolutamente possibile. Come non posso escludere che qualcuno ci abbia pensato, o peggio, l'abbia fatto. Rimane una possibilità tutta da dimostrare, come molte altre, il che ci porta dritti dritti nelle fauci del complottismo tout court: come si può dimostrare l'esistenza di qualcosa che esiste principalmente per eclissare sé stesso e la verità che lo circonda? E tutto questo partendo dal vago sospetto che forse, chissà, magari potrebbe essere possibile che questo qualcosa esista per davvero e che faccia esattamente ciò di cui stiamo parlando io e te. Ma soprattutto con l'unico scopo, al momento l'unico vero e tangibile, di distogliere solamente me e te dal punto focale di discussione, mica Chiesa o Mazzucco o tutti gli altri del blog e men che meno la massaia ed il macellaio.

Mi ripeto, potrebbe essere possibile, ma del tutto inutile. Di solito i complottisti ci pensano da soli ad impantanarsi per bene senza che nessuno debba nascondere nulla. Anzi, più cose riveli, più appigli gli dai per costruire realtà alternative. Vedi "colui che non crede nei motori" di qualche commento fa.
in merito al Nobel di Fo

Neanch'io seguo molto il duo Fo/Rame, troppo spesso impantanato in cause dagli esiti indefinibili.

Ma oggi mi è venuto in mente di andare a vedere se riuscivo a trovare una qualche sua frase successiva alla "lezione" tenuta per Zero e... trovo che sul suo blog ha invece rimesso da poco on line i link a Zero... Forse in concomitanza con l'uscita in edicola del Nocumentario...

E pensare che lo stimavo dai tempi di "Mistero buffo" (ho l'LP!!)... Ora invece lo bbiasimo di bbrutto... :(

Altra cosa che mi fa pensare è che fuoriuscite di materia grigia come questa di Fo, (o di altri su altro), sviliscono premi importanti come il Nobel.
Comunicazione diSServizio

@ USA

Grazie Stupidocane etc :D

Ma ti pare. Per così poc etc. :)
Ok scusa l'ironia. Ma se sono riusciti 30 anni prima ad andare sulla Luna (niente da dubitare a riguardo), non pensi che riescano a buttare su un prato qualche pezzo di lamiera accartocciato?
@Stupidocane
E' sulla utilità che non ci troviamo. Del resto non si può essere nella testa di tutti. Ognuno fa i suoi calcoli, e deduce cosa è utile, cosa no. Del resto, non possiamo escludere che si tratti di un "piano fallimentare". Noi stiamo ragionando col senno di poi.

Era utlie bloccare i panzer a Dunkerque? per Hitler sì... ma non sapendo cosa gli frullava in testa e col senno di chi conosce il resto della storia, deduco che era una decisione inutile. Eppure è successo. Secondo i piani originali era utilissimo. La storia è piena di piani falliti, molti rivelatisi inutili.
@Paolo Attivissimo.

Bene! Attenderò con ansia il momento in cui sarai "pronto"... sai com'è... noi "complottisti" abbiamo molta pazienza e, soprattutto, il TEMPO...

Saluti,
TÃÐ.
Themoga,

Ok scusa l'ironia.

No, non scuso l'ironia. Il tuo atteggiamento è inescusabile.


Ma se sono riusciti 30 anni prima ad andare sulla Luna (niente da dubitare a riguardo), non pensi che riescano a buttare su un prato qualche pezzo di lamiera accartocciato?

Senza che nessuno se ne accorga, su un prato che sta in fianco a un'autostrada cittadina con la gente (reporter compresi) che accorre sul posto? Dimmi come. Senza invocare David Copperfield, per favore.

Poi spiega perché sarebbe necessaria questa pantomima delle lamiere magiche quando 55 testimoni oculari hanno visto un aereo della American Airlines colpire il Pentagono e i vigili del fuoco hanno trovato i resti dei passeggeri di quel volo.
Io vorrei mettere molti complottisti convinti nella stessa stanza coi parenti delle vittime degli attentati. Sarei seriamente curioso di vedere se riescono ad esprimere dubbi anche in quella situazione. Con di fronte qualcuno che in quell'aereo ha perso una persona a cui voleva bene. Avrebbero il coraggio di dirgli in faccia "ma no, guarda che i rottami erano finti, hahaha, gli arabi ignoranti non avrebbero mai potuto pilotare l'aereo, hahaha" come ho letto qui.

La cosa inquietante non è tanto che i fautori di queste teorie alternative ci credano ciecamente, ma che dimentichino tranquillamente che qui stiamo parlando di tragedie, di persone morte, di qualcuno, che sugli aerei non c'era, che non avrà più accanto i propri cari.

Il peggio poi è quando dicono "ah si ma guardate gli Americani quanti morti han fatto con la guerra in Iraq e Afghanistan" o fanno sottintendere che, alla fin fine, "quegli americani bastardi se lo sono meritati".

Non è semplicemente "io ho ragione e tu torto" cari complottisti. E' "sono morte delle persone" contro "non sono morte delle persone".
Nel frattempo è stata proposta una nuova teoria, scientifica non complottista sulle cause del crollo delle Twin Towers:
SINTEF

Sembrerebbe che l'alluminio fuso delle carlinghe abbia fatto reazione con l'acqua dell'antincendio, e questo tipo di reazione ha carattere esplosivo
ValterVB teoria interessante, bisogna capire cosa si intenda per esplosiva in chimica (anche fare l'acetato di sodio si definisce reazione esplosiva se non erro). Resta confermato quindi il crollo per l'incendio.
Leggermente OT:
http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/09/21/news/linate-22018114/

Purtroppo sembra ancora piuttosto facile eludere i metal detector.
Alla faccia di chi pensa che sia impossibile salire sugli aerei armati.
eheh, difficile credere che sia stato un aereo a fare quel buchetto al pentagono. Ma ognuno segue le proprie impressioni.
sarebbero VAGAMENTE piu' utili le riprese delle millemila telecamere di sorveglianza che di certo circondano il pentagono, come mai quelle non vengono ancora rilasciate, dopo 10 anni?
O tutte le telecamere erano spente?
O erano tutte puntate da un'altra parte?
O riprendevano tutte cose troppo strasegretissime da far vedere? (tipo il giardino di fronte al pentagono o il nido di un passero in cima a un albero del cortile).
@SkyBuck
Si tratta ovviamente di un falso costruito a tavolino. Con tutte le telecamere in un aeroporto non esistono foto del passeggero, poi i controlli di sicurezza di Linate sono impenetrabili, lo avrebbero intercettato in pochi secondi. Su 87 testimoni 55 non concordano sul colore della cravatta, 8 parlano di una donna e due di uno strano animale simile a un lama. Analizzando la polvere del pavimento sono state rinvenute tracce di nanotermite.
Se tutto questo non vi basta siete dei disinformatori prezzemolat.. prezzolat... pagati dal nuovo ordine mondiale!
@Fulgenzio
Eehh..
Quanta pazienza che ci vuole.
Ma sai che Fulgenzio ti stavo quasi per prendere sul serio?
Ti avevo scambiato per un serio gomblottista.
Dico solo quello...
:)
@Stupidocane

"Mi sono fatto"
"cortina di fumo (di ganjia)"
"C'è chi la beve"
 "la valuta, la soppesa"
"fumo negli occhi"
"quel fumo lo brama"
"scie chimiche"
"effetti benefici"
"tagliate" ad arte
"una elevata dose"
"semplice eccesso"
"vicino alla psicosi"
"nuovo delirio"
"eclissare sé stesso"
"costruire realtà alternative"
 la realtà dei "fatti"


I see a pattern here...




P.S. si, oggi ho tempo da buttare :-)
@ Eugenio Minucci

eheh, difficile credere che ci sia razionalità tra chi scrive interventi come il tuo. Ma ognuno segue le proprie impressioni.
@SkyBuck
Si, in effetti non è facile, per quanto tu possa mettere cose inverosimili, poi scopri che qualcuno le ha dette seriamente. Come l'amico su che ancora parla dei video del Pentagono, dopo chili di spiegazioni e dichiarazioni pochi commenti sopra...
Cmq sia, le diverse versioni dei testimoni a Linate si spiegano con impianti bioplasmatici difettosi. ;-)
@ Riobaldo

Credo tu sia stato l'unico a vederlo, sto "pattern". Pensiero fisso? :)
"@ Riobaldo

Credo tu sia stato l'unico a vederlo, sto "pattern". Pensiero fisso? :)"

Non lo so, non mi ricordo piu' perche' l'ho scritto...
@P. Attivissimo
Se un aereo di linea colpisse la tua banca, quante telecamere sarebbero puntate nella direzione giusta per inquadrarlo?

Ti dò in effetti ragione e ti pongo l'ultima domanda, se posso. Ricordo di avere visto sul blog di 11/9 varie foto di telecamere sulla facciata del Pentagono. Si sa se almeno una di esse puntasse verso la direzione giusta?
O si sa per certo che le immagini non le ha neanche l'FBI e quindi ci mettiamo il cuore in pace? Questo è uno dei pochi lati grigi per me dell'11/9
Si sa se almeno una di esse puntasse verso la direzione giusta?
O si sa per certo che le immagini non le ha neanche l'FBI e quindi ci mettiamo il cuore in pace? Questo è uno dei pochi lati grigi per me dell'11/9


Non si sa per certo. Ricordo che la BBC ottenne una dichiarazione secondo la quale il Dipartimento della Difesa "non conferma e non smentisce" di avere video dell'impatto al Pentagono.
difficile credere che sia stato un aereo a fare quel buchetto al pentagono.

Parli di questo foro, vero?
(qui visibile completamente).

Non parli mica delle foto parziali e coperte con gli idranti che fanno vedere i complottisti, vero?

Siamo nel 2011 e siamo ancora qui a parlare di dimensioni del foro e di filmini che non mostrano l'aereo...

Quando al Pentagono:
- 55 testimoni parlano esplicitamente di liner dell'AA che si schianta sul pentagono.
- Altre decine parlano genericamente di "aereo" e nessuno parla di missile
- NEL Pentagono è stata ritrovata la scatola nera di AA77
- i cui dati sono coerenti coi tracciati radar e finiscono al Pentagono
- NEL Pentagono sono stati raccolti i rottami di AA77
- insieme, purtroppo, ai cadaveri dei passeggeri e dell'equipaggio di AA77, riconosciuti col DNA (e nessuno dei familiari si sogna di mettere in dubbio il riconoscimento)
- Qualche centinaio di civili fra pompieri, medici, paramedici, giornalisti e semplici volontari, hanno lavorato ai primi soccorsi al Pentagono e nessuno ha mai messo in dubbio di essersi trovato di fronte a un aereo di linea schiantatosi.

Ora, io mi chiedo: perché stiamo ancora a disquisire del foro (che peraltro è evidentemente di dimensioni assoutamente compatibili con un liner) e dei filmini?

Qualcuno dei "dubbiosi" ha mai visto il filmino dello schianto del Titanic? Sarà mica che il Titanic sia stato affondato dal mostro di Loch Ness in trasferta temporanea a Terranova?

Santa pazienza.
@ brain_use

Qualcuno dei "dubbiosi" ha mai visto il filmino dello schianto del Titanic? Sarà mica che il Titanic sia stato affondato dal mostro di Loch Ness in trasferta temporanea a Terranova?

Miscredente, quella fu una tragedia che ancora oggi solleva molti dubbi, sarà solamente un caso? ^__^
@brain_use
Da quello che ho capito da neofita dell'argomento che sono, i complottisti hanno dei problemi di personalità, e penso godano sul fatto che dicendo cose a caso rispetto alla verità dei fatti, la gente, giustamente, ha da ridire. Sembra siano come i bambini che per attirare l'attenzione rompono oggetti o infastiscono gli altri.
Suvvia il Titanic.
Si sa benissimo che fu un sabotaggio per far si che le scorte di BIZANIO contenenti nella stiva fossero poi recuperate durante la guerra fredda dai sovietici. Meno male che la NUMA e Dirk Pitt lo hanno riportato a galla scongiurando il pericolo..
@Mattsana:

vero, ma "thank God for Southby!"
foto 11 settembre

no comment
@Giordano Bruno:

Cioè?
@Marco:
Questo è un bel saggio sulla "capoccia" cospirazionista.

@mattsanna:
Ricordo l'avventura di Dirk Pitt! :)

@tutti i titanic-fili:
Ma, in effetti... sarà mai affondato il Titanic?
Non sarà una ripresa di James Cameron fatta ad Hollywood?
Le ombre dei portelli saranno compatibili con la direzione dell'illuminazione e con le ombre prodotte dai soffioni vulcanici oceanici?

Infine, una piccola chicca: conoscevate la storia della presunta previsione di Robertson? (scusate lo spam al mio microblogghetto)
@Brain_use

Mitico Dirk.

Che oltretutto l'ha tirato su tutto intero, quando sappiamo benissimo che si è spaccato a metà. Che Cussler volesse dirci qualcosa? Perchè questa discrepanza con Cameron? E perchè nel romanzo non c'è traccia di DiCaprio?
E il Bizanio non poteva essere stato caricato e messo nelle torri successivamente? Quà c'è qualcosa che non quadra.

@ Giordano Bruno

Che vuol dire quello che hai scritto?
@Brain:

che ti scherzi?

Io non mi sono ancora deciso a buttare "I due Titanic" del quale la pagina WikiEng fornisce una discreta sinossi
.

Ho scritto sinossi? Volevo dire sbufalata :)
Salve Attivissimo. So già, che anche essendo civile, le risulterò uno scocciatore, visto che sono ( a vostro dire ), un complottista !
Volevo porle 2 domande. La prima riguarda l' ultima foto, dove afferma che quelle visibili sono "forme e rivettature tipiche d'aereo". Domanda : come fa ad esserne certo ? ha potuto constatare e osservare quei rottami di persona Per affermarlo ?
La mia seconda "obbiezione", riguarda la foto n° 3, dove si vede la lettera C, molto probabilmente da voi attribuita alla scritta AMERICAN, giusto ? In tal proposito le pubblico un link di un video postato da me, dove c'è un paragone tra la C ritrovata e la C di un 757 ! la ringrazio per la sua attenzione, e spero vorrà rispondere a questi miei quesiti, se può.
http://www.youtube.com/watch?v=JoHpfPRykME
@ Frank Dex

Secondo me hai una concezione errata delle dimensioni di una testa umana, oppure sbagli le dimensioni degli oblò.

Solitamente gli oblò degli aerei di linea hanno dimensioni che variano approssimativamente tra i 30x40 cm ed i 40x50 cm. (Fonte http://www.itisfalco.it/files/strutture_delle__fusoliere.pdf, pagina G/13).

Prendendo in esame questa foto del Boeing 757-200 dell'American Airlines (http://www.airplane-pictures.net/images/uploaded-images/2010-6/19/92509.jpg, copyright Tony Scruton) possiamo fare un esperimento:

Prendiamo un righello e misuriamo l'altezza dell'oblò sotto la "C" della scritta American e misuriamo. Sul mio schermo ho una misura di 6,5 mm in altezza.
Facendo lo stesso con la "C" della scritta, sul mio schermo ho una misura di 16 mm in altezza.

Facendo un rapido calcolo, partendo dalle misure citate nell'articolo linkato, abbiamo due possibilità:

Se gli oblò dell'aereo fossero da 30x40 cm avremmo: 6,5:40=16:X ovvero 98,5 cm di altezza della "C"
Se gli oblò dell'aereo fossero da 40x50 cm avremmo: 6,5:50=16:X ovvero 123 cm di altezza della "C"

Ammetto che è un metodo alquanto empirico, ma anche arrotondando la misura dell'oblò a 6 mm avremmo come risultato un'altezza di 106,5 cm nel primo caso e di 133,5 nel secondo. Anche ammettendo la non precisione del nostro rilevamento, avremmo grossomodo una misura della lettera "C" che varierebbe tra i 95 ed i 135 cm di altezza. Credo che siano misure compatibili con quelle mostrate nel tuo video, contando che il pezzo in quesitone è accartocciato su sé stesso.

Naturalmente questa non è la prova definitiva che dia ragione alla cosiddetta "versione ufficiale", in quanto per quello ve ne sono molte altre molto più tangibili e che rispondono direttamente anche alla tua prima domanda. Questo mio tentativo di spiegazione cerca di dare una dimensione un po' più realistica a ciò che sostieni. Lungi da me cercare di cambiare la tua visione delle cose. Volevo solo darti un suggerimento per approfondire la tua tesi.

Magari con una ricerca più approfondita riesci a scoprire direttamente le misure reali della scritta "American" sugli aerei della compagnia. Da quello potresti fare considerazioni più corrette di quanto sostieni anziché basarti su percezioni erronee di parti anatomiche.

Buona giornata.