Cerca nel blog

2011/09/26

La Gelmini e il tunnel da 730 km: Epic Fail doppio

Ministero dell'Istruzione italiano: “tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso” non vuol dire “tunnel che collega materialmente Ginevra con il Gran Sasso”. Eh?


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Lo so, l'avete già letta e commentata tutti, ma ne voglio tenere traccia storica. Sì, storica, perché questa doppia bestialità attribuita al Ministro dell'Istruzione italiano è davvero spettacolare e merita di essere ricordata e soprattutto rinfacciata per gli anni a venire ai vari boriosi di governo che sistematicamente strangolano la ricerca ma poi ne usano i risultati per farsi belli.

È spettacolare perché ci vuole un talento speciale (o una faccia di bronzo massiccia) per scrivere una scemenza epica e poi riuscire a superarne l'epicità scrivendone una ancora più grossa. Perché quando un Ministro dell'Istruzione pretende di cambiare il senso della parola italiana “tra” pur di coprire la propria castroneria titanica, la diagnosi non è più manifesta incompetenza, ma è delirio di onnipotenza. Di solito queste cose si curano con due infermieri nerboruti e con una bella camicia con tante cinghiette.

Tutto inizia con un comunicato stampa, pubblicato sul sito del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca il 23 settembre scorso, che vedete qui accanto. È ancora pubblicato, al momento in cui scrivo: lo preciso perché il suo contenuto è talmente bizzarro che ha fatto pensare a molti che si trattasse di un falso.

Il comunicato stampa merita una dissezione dettagliata. Inizia precisando che si tratta di una “Dichiarazione del ministro Mariastella Gelmini” e le sue frasi successive sono virgolettate: secondo grammatica si ha quindi il chiaro intento di comunicare che si tratta di parole espresse direttamente dal ministro, non da un subalterno rimbambito da troppe puntate di Mistero.

“La scoperta del Cern di Ginevra e dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare è un avvenimento scientifico di fondamentale importanza” dice il comunicato. “Rivolgo il mio plauso e le mie più sentite congratulazioni agli autori di un esperimento storico. Sono profondamente grata a tutti i ricercatori italiani che hanno contribuito a questo evento che cambierà il volto della fisica moderna.”

Il comunicato considera già assodata la scoperta. Le parole di sensata prudenza dei ricercatori, che hanno invitato ripetutamente a non trarre alcuna conclusione dai dati dell'esperimento in attesa di ulteriori verifiche indipendenti, non contano. La Gelmini, stando al comunicato, ha già deciso ex auctoritate che l'esperimento è valido e incontrovertibile, tanto che cambierà il volto della fisica moderna. Metodo scientifico? Cos'è?

“Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo.” Vittoria di chi? Dei neutrini? Dei ricercatori, capaci di ottenere questi risultati sperimentali nonostante governanti inetti e tagli di fondi? E chi ha perso? Roberto Giacobbo con la sua cintura fotonica sponsorizzata RAI? Il Mago Otelma?

A questo punto arriva la Perla dell'Anno, il capolavoro assoluto della castroneria (il grassetto è aggiunto):

Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l'esperimento, l'Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro.
Inoltre, oggi l'Italia sostiene il Cern con assoluta convinzione, con un contributo di oltre 80 milioni di euro l'anno e gli eventi che stiamo vivendo ci confermano che si tratta di una scelta giusta e lungimirante.

Avete letto bene: la Gelmini parla della “costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l'esperimento”. Parole chiare e inequivocabili, secondo le quali ci sarebbe un tunnel (che sarebbe stato costruito, e quindi non si tratta di un concetto teorico o di una similitudine) che si estende dal CERN al Gran Sasso. Un tunnel di settecentotrenta chilometri che trapasserebbe mezza Italia. Quei poveretti degli svizzeri che stanno tribolando per costruirne uno da 57 chilometri al San Gottardo e quei cialtroncelli francesi e inglesi che hanno penato per costruire 50 chilometri di tunnel sotto la Manica sono dei dilettanti. Per la Gelmini, almeno stando al comunicato stampa del MIUR, c'è un tunnel almeno dodici volte più lungo sotto l'Italia. In confronto il ponte sullo Stretto di Messina è una bazzecola e si fa con quattro stecchini di shanghai.

Questa frase basterebbe per iscrivere il comunicato negli annali delle più grandi scemenze tecniche partorite dai politici. Ci vorrebbe una sezione apposita nel Guinness dei Primati, da dare come lettura obbligata a chiunque si candidi in politica. Ma di fronte al coro di risate e di sberleffi partito in Rete subito dopo la pubblicazione del tronfio messaggio, il MIUR ha saputo comunque superare le alte vette di cretineide già raggiunte.

Il giorno dopo, infatti, il MIUR pubblica un altro comunicato stampa, firmato stavolta dall'ufficio stampa (immagine qui accanto), che “precisa che, ovviamente, il tunnel di cui si parla nel comunicato di ieri, non è per nessuna ragione intendibile come un tunnel che collega materialmente Ginevra con il Gran Sasso. Questo è di facile intuizione per tutti e la polemica è assolutamente strumentale.”

Incalza il comunicato: “Il tunnel a cui si fa riferimento è quello nel quale circolano i protoni dalle cui collisioni ha origine il fascio di neutrini che attraversando la terra raggiunge il Gran Sasso. Alla costruzione di questo tunnel e delle infrastrutture collegate l’Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro. Questa polemica è dunque destituita di fondamento ed è assolutamente ridicola.”

In altre parole, il MIUR sta dicendo che la frase “tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso” non vuol dire “tunnel che collega materialmente Ginevra con il Gran Sasso”, ma “tunnel... nel quale circolano i protoni”. Ossia, presumibilmente, il tunnel circolare del CERN, che sta a Ginevra. Che è come dire che “autostrada tra Roma e Milano” significa in realtà “Grande Raccordo Anulare”. Scemi noi che non l'abbiamo capito.

Sarebbe stato più dignitoso porre rimedio alla prima castroneria scrivendo semplicemente “Scusate, gente, abbiamo scritto una cazzata e adesso la rettifichiamo. Il ministro, per penitenza, donerà il suo prossimo stipendio mensile alla ricerca scientifica e andrà in televisione a chiedere scusa”. Macché: piuttosto che ammettere di aver scritto una bestialità, per ottusità o per boria si pretende di ridefinire il senso di “tra” e si insinua che sia colpa dei cittadini, che non sanno capire il senso della frase “tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso”.

Una simile crassa, “ridicola” ignoranza degli italiani non può restare impunita: è chiaro che il ministero responsabile deve pagare le conseguenze di aver fallito nel suo compito di educare i cittadini a leggere l'italiano. Uhm, aspettate un momento...

Per questo monumento all'ignoranza e all'arroganza è necessario inaugurare un tag apposito. Capre di guerra.


Aggiornamenti


9:55.Dai commenti prelevo e incornicio questa splendida sintesi: “Ogni mattina, un neutrino si sveglia e sa che dovrà correre più veloce della luce. Ogni mattina, la luce si sveglia e sa che dovrà arrivare al Gran Sasso prima del neutrino. Ogni mattina, non importa che tu sia neutrino o luce, ti toccherà ascoltare le minchiate della Gelmini che si è laureata a 732 km da casa e non riesce ad uscire dal tunnel.”

13:30. Anche al professor Antonio Ereditato, responsabile dell'esperimento CNGS in questione, la frase del primo comunicato pare sbagliata: “Deve essersi trattato di un lapsus, sicuramente”. Ereditato chiarisce che c'è un tunnel, lungo solo un chilometro, che è orientato verso il Gran Sasso (SkyTG24). Anche così, comunque, la frase “tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso” non è giustificabile. Altrimenti si potrebbe costruire una passerella su uno scoglio al largo di Cagliari e poi vantarsi che c'è “un ponte tra Cagliari e Palermo”.

223 commenti:

1 – 200 di 223   Nuovi›   Più recenti»
fda008 ha detto...

.....diamogli tempo. Chissà che, al prossimo comunicato, il ministero non arrivi a dichiarare che l'Italia ha finanziato la costruzione di un accelleratore di 730 km di diametro.....sigh.......

alberto ha detto...

Rimbalzata da uno status all'altro: "Ogni mattina, un neutrino si sveglia e sa che dovrà correre più veloce della luce. Ogni mattina, la luce si sveglia e sa che dovrà arrivare al Gran Sasso prima del neutrino. Ogni mattina, non importa che tu sia neutrino o luce, ti toccherà ascoltare le minchiate della Gelmini che si è laureata a 732 km da casa e non riesce ad uscire dal tunnel."

Anonimo ha detto...

Il perentorio invito che spesso si fa ai politici "in miniera!", qui assume un sapore tutto nuovo.
Buon tunnel a tutti.

Van Fanel ha detto...

Il tag "capre di guerra" significa che noi siamo sani e i matti sono fuori dalle gabbie?

Van Fanel ha detto...

Ah, dimenticavo che le capre del MIUR le avevamo già incontrate in questo blog!

http://attivissimo.blogspot.com/2010/06/ufo-alla-maturita.html

anisotropia ha detto...

Pezo el tachion del boson [comprensibile solo nel nord-est, letta sul forum di Spinoza.it]

Denis Helicopters ha detto...

Cheffiguraddi***da

:D

Eretico ha detto...

Non so perché, ma questa ennesima "sparata" da parte di uno dei nostri ministri non mi stupisce più di tanto.
Sarà perché ormai sono assuefatto da 40 anni di politica e politici di questo paese da non farci quasi neanche più caso.

Bera ha detto...

Vi giro la battuta di un mio amico napoletano:
i neutrini del Cern di Zurigo hanno superato la velocità della luce e sono andati indietro nel tempo: in Italia!
La frase sul tunnel fa fare grasse risate, però quella sulla "vittoria" è forse più sconvolgente. Ma vittoria su chi? Su cosa? Questa è gente per cui "ricerca scientifica" significa un dottore (maschio ed in camice bianco)che cerca la cura al cancro, tutto il resto è inutile e non concepito (la scienza è male non come la cara vecchia natura).Quindi ogni scoperta è una vittoria. PS
Il vicepresidente del CNR ha detto che siamo vicini a scoprire come Dio causa gli tsunami :-)

Comunque il vicepresidente del CNR ha detot che presto scopriranno

fr33_mind ha detto...

Di questa cosa bisogna che se ne parli per settimane perché dopo le risate iniziali, condivisibili, sarà necessario riflettere sulla gravità di avere dei personaggi del genere che possano esprimere pareri istituzionali dopo il mazzo che si fanno tanti validi studiosi italiani magari sottopagati.

EquAzioni ha detto...

sempre grandissimo.
ma a nessuno del governo è venuto in mente che 45milioni di euro per un tunnel di 730km è un po pochino? (la Tav in valdisusa costerà 50 milioni AL KILOMETRO!) e poi quando è stato costruito non c'è mai stata nemmeno una contestazione dei NOTunnelDeiNeutrini?

mattia ha detto...

Paolo,

pensi davvero che la Gelmini scriva i comunicati di suo pugno?
Credi davvero che detti all'addetto stampa il comunicato parola per parola?
Sì, quello che ha scritto quel comunicato è una capra. Ma per quanto ne sappiamo noi può essere stato chiunque, anche se sopra hanno scritto che era una dichiarazione del ministro. O forse non sai come funziona un ufficio stampa?

Anonimo ha detto...

Già, una traccia storica ci voleva. E complimenti all'autore del commento!

Putroppo per quanto venga da sorridere e farsi una grassa risata fa riflettere sull'attuale stato dell'Italia, di nuovo. Cosa proponete per rimpiazzarla? E con chi?

Il fisico con i piedi per aria ha detto...

Paolo, su questa storia dei neutrini se ne è anche parlato troppo e il MIUR voleva cavalcare l'onda. Se si fosse fatto tutto a dovere, perché a questo punto è plateale che era meglio aspettare di fare il peer review prima di dare l'annuncio, ci saremmo risparmiati un sacco di affermazioni quanto meno fantasiose e discutibili.

Paolo Attivissimo ha detto...

Mattia,

pensi davvero che la Gelmini scriva i comunicati di suo pugno?

Certo che no. Avrai notato le ripetute precisazioni in tal senso nell'articolo ("almeno stando al comunicato stampa del MIUR" eccetera).

Bera ha detto...

La stupidata non l'ha scritta il ministro di getto ma il suo staff appositamente incaricato? Che magari ha anche il consulente scientifico?
caro Mattia quello che dici "peggiora" la situazione del ministro è di molto, non la "migliora". Non solo non è capace lei, ma anche tutti quelli di cui si circonda!

Paolo Attivissimo ha detto...

Cosa proponete per rimpiazzarla? E con chi?

Si rimpiazza ciò di cui si sente il bisogno perché ha una funzione importante e utile. Il resto si butta via.

Giako ha detto...

Non vorrei sbagliarmi, ma l'altra castroneria è che si brinda al superamento (eventuale) della velocità della luce. Non per sminuire la scoperta, ma non è che è stato grazie agli scienziati che i neutrini (eventualmente) hanno superato la velocità della luce. Gli scienziati sono stati in grado di misurarne la velocità. Ma rispetto al tunnel, tutto sembra più serio...

Paolo Attivissimo ha detto...

su questa storia dei neutrini se ne è anche parlato troppo e il MIUR voleva cavalcare l'onda

Humor da fisici :-)

Denis Helicopters ha detto...

pensi davvero che la Gelmini scriva i comunicati di suo pugno?
Però almeno leggere il testo e capirne il senso prima di approvarne la pubblicazione...

AcarSterminator ha detto...

Articolo necessario, e tanto preciso quanto duro.
Voto: spettacoloso!

Conto alla rovescia per un'altra querela?... ;)

A parte gli scherzi. A proposito della annunciata (arriverà mai per davero?) denuncia del piccolo paffuto-baffuto, il sostegno e la vicinanza sono scontate da parte di un po' tutti qui (credo), ma sappi che in caso di necessità il sostegno diventerebbe anche concreto per una eventuale partecipazione a spese legali.
Mica per niente; è anche un po' egoistico, visto che io paghere per vedere Paolo che ribatte a Giuliettino in tribunale, il quale comincerebbe ad alzare il proprio livello di deliri sempre più paonazzo, e i presenti che si girano ripetutamente verso la porta aspettandosi che da un momento all'altro entrino gli ometti in camice bianco...

Michele.

Bera ha detto...

prima che qualcuno mi fustighi: ho messo un accento su una "e" di congiunzione. Chiedo venia la cosa è sfuggita al mio staff ;-)

SaraS ha detto...

Paolo, guarda il lato positivo: la prossima volta, per tenere una conferenza a Tagliacozzo, potrai andare e venire in giornata, che è molto più comodo.

Guido ha detto...

il problema è che il ministero dell'istruzione ha fallito, quello dell'economia ha fallito, quello della sanità lasciamo perdere... Sai com'è si mettono persone preparate e competenti a capo di un ministero... chissà come mai poi succedono certe cose...

mistero... :P

Luca Favro ha detto...

Anche Famiglia Cristiana mette il dito nella piaga, anzi ci rivolta bene il coltello:

http://www.famigliacristiana.it/informazione/news_2/articolo/neutrino_240911213036.aspx

Il fisico con i piedi per aria ha detto...

Paolo,

Humor da fisici :-)

per giunta involontario. :-)

Fiz ha detto...

[quote-"Miss Physics"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c5365066236852353590"]
Putroppo per quanto venga da sorridere e farsi una grassa risata fa riflettere sull'attuale stato dell'Italia, di nuovo. Cosa proponete per rimpiazzarla? E con chi?
[/quote]
MAGARI fossimo "noi" a decidere i ministri.. in ogni caso non sarebbe affatto difficile. Una persona seria, con titoli e conoscenze facilmente dimostrabili, che abbia veramente a cuore la ricerca e l'istruzione.. ci sono molte più persone capaci in Italia di quanto si pensi, basterebbe solo volerle cercare seriamente.

SirEdward ha detto...

@ Mattia

Ma non importa davvero "chi" abbia scritto quel documento.

Il documento è un documento ufficiale del ministero ed è intestato: "dichiarazione del Ministro MariaStella Gelmini". Chiunque abbia scritto quelle parole, con quell'intestazione la Gelmini se ne assume la piena responsabilità.

Ha dei collaboratori a cui ha dato troppa fiducia? Colpa sua.
Ha dei collaboratori caproni a cui ha dato troppa fiducia? Colpa sua.
Non legge i comunicati che vengono emessi a suo nome? Colpa sua.
Condivideva quelle parole? Colpa sua.

Comunque la guardi, la Gelmini è responsabile di quell'atrocità, perché il messaggio è a suo nome ed è stato emesso dall'istituzione di cui lei è responsabile e cima gerarchica.

Elena ha detto...

Precisazione precisina: la Gelmini si è laureata vicino a casa. A Reggio Calabria ha fatto l'esame da avvocato e basta. Non che questo aumenti il sui Q.I., ma giusto per esattezza.
Accademia dei Pedanti, che fine hai fatto? A me manchi.

ubik15 ha detto...

Imbarazzanti.

Che il Ministro non sia ferrata in fisica ci può anche stare, non devi essere "tuttologo" per forza.
Certo, la geografia si studia durante la scuola dell'obbligo, e questo è già più grave.
Per non parlare delle preposizioni semplici, quelle si fanno alle elementari.

Il contenuto del comunicato è, poi, tutto sbagliato, tutto da rifare.

AcarSterminator ha detto...

pensi davvero che la Gelmini scriva i comunicati di suo pugno?
Credi davvero che detti all'addetto stampa il comunicato parola per parola?
Sì, quello che ha scritto quel comunicato è una capra. Ma per quanto ne sappiamo noi può essere stato chiunque, anche se sopra hanno scritto che era una dichiarazione del ministro. O forse non sai come funziona un ufficio stampa?


Questa è una obiezione che ho già sentito più volte.
È molto probabile che il comunicato non dica il vero quando afferma che quella è dichiarazione del Ministro; d'altrone dovremmo averlo imparato che questo è il governo del fare illusionismo...
Ma santo cielo: questo non fa altro che peggiorare la situazione.
Oltre a tutto il resto, si dice pure che il Ministero dell'istruzione è uso a mentire.

Michele.

Gwilbor ha detto...

Ma quanto è odiosa una frase come "Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo."? È un tipo di retorica veramente stantìo, sembra uscita direttamente da un cinegiornale Luce.

Anche Zichichi con la sua telefonata al Giornale pubblicata il 22 non è stato da meno: parte subito in quarta tirando in ballo Galileo, il principio di causalità, la rivoluzione della scienza, intesa come "logica che regge il mondo" (eh???). Facile parlare così, tanto se poi l'esperimento viene smentito non sarà certo lo stipendio della Gelmini o di Zichichi ad essere tagliato. Anzi, ora grazie all'intervento della Gelmini, in tal caso ci sarà qualche politico che si sentirà autorizzato a rispondere: "E noi paghiamo 80 milioni di euro a degli scienziati che poi sbagliano pure gli esperimenti? Via via, tagliamo questa spesa inutile!"

Fioravante Patrone ha detto...

Quello che fa accapponare la pelle è la "rettifica". Non avrei mai immaginato di trovarmi di fronte a tale arroganza, anche se forse avrei dovuto, visti i precedenti.

Aggiungo una domanda: il virgolettato di Roberto Petronzio apparso sul "Corriere" è stato smentito dal suddetto?
Il link è:
http://www.corriere.it/politica/11_settembre_24/gelmini-nota-ministero_69a3d0b2-e6b0-11e0-93fc-4b486954fe5e.shtml

Il commento della grande mente Valentina Aprea:
«È la sinistra che si ricopre di ridicolo montando una polemica surreale non prendendo occasione di strumentalizzare un comunicato del Ministero che come ovvio si riferisce al tunnel al cui interno sono stati lanciati i protoni»
me lo potevo aspettare e mi riconferma nell'opinione che avevo su di lei: il nulla.

Ma il prof. Petronzio?

Grezzo ha detto...

Ma scusate, che cosa ci dobbiamo aspettare da un ministero che nei testi di ingresso a MEDICINA (mica scienza delle merendine, eh?) inserisce quesiti sulla grattachecca che si vende all'angolo o su chi ha vinto il primo Grande Fratello?

ubik15 ha detto...

[...] che nei testi di ingresso a MEDICINA [...]
Per la precisione era il test d'ingresso alle Professioni Sanitarie, ma il succo non cambia! ;)

Circa l'autore del comunicato: se l'avesse scritto il Ministro, ci sarebbe da mettersi le mani nei capelli perché scrive di cose che non sa, senza consultare un collaboratore; se l'avesse scritto un collaboratore, ci sarebbe da mettersi le mani nei capelli perché scrive di cose che non sa, lavorando al MIUR.

E, in ogni caso, sarebbe bastato un piccolo mea culpa, tutti sbagliamo, e non la risposta piccata e sdrucciolevole del giorno dopo.

Matteo FnF ha detto...

Ancora qualche giorno e probabilmente ti toccherà pure rettificare ...
http://tinyurl.com/5t9j5v5

cito:
ogni gestore di "sito informatico" ha l'obbligo di rettificare ogni contenuto pubblicato sulla base di una semplice richiesta di soggetti che si ritengano lesi dal contenuto in questione. Non c'è possibilità di replica, chi non rettifica paga fino a 12mila euro di multa.
[...]
Ai fini della pubblicazione della rettifica, non importa se il ricorso sia fondato: è sufficiente la richiesta perché il blog, sito, giornale online o quale che sia il soggetto "pubblicante" sia obbligato a rettificare

Lorenzo Natali ha detto...

L'altro giorno, in giorno prima di sentire questa castroneria, mi hanno dato una definizione che calza a pennello sia a lei che a diversi politici:
"ignoranti come capre e furbi come faine,senza il senso della vergogna ne quello del limite "

IceMat89 (Mattia P) ha detto...

io dal mio piccolissimo blog ho scritto un articolo in cui chiedo le dimissioni del ministro Gelmini, con allegate motivazioni e indirizzo mail del ministero in cui mandare la richiesta.

Per chi volesse:
Chiediamo le dimissioni del Ministro Gelmini

The Rebel Ekonomist

Pablo ha detto...

Come tutti sanno, il ministro in questione, come tanti altri soggetti della classe dirigente del nostro Bel Paese, non si trova in quella posizione per un criterio di merito.
Cosa possiamo aspettarci di altro da soggetti del genere?

Se poi pensiamo anche sempre lo stesso soggetto e' volato in una citta' del sud solo per poter superare l'esame di abilitazione per la professione di avvocato ci rendiamo ancora piu' conto della triste realta' che ci governa...

Carson ha detto...

Come dice giustamente Fioravante Patrone...
...e Roberto Petronzio?
Su svariati giornali si trova VIRGOLETTATA una sua dichiarazione.

«È una polemica del tutto strumentale e pretestuosa. È ovvio che il ministero dell'Istruzione si riferisse al tunnel lungo un km, che l'Italia ha contribuito a costruire, al cui interno viene lanciato il fascio di protoni. Pertanto resto sorpreso su come si sia potuta ingenerare una simile polemica priva di fondamento».

Se fosse vera, provendo dal presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare sarebbe ben più grave.
Che per un fisico sia ovvio intendere una cosa ed indicarne chiaramente un' altra è qualcosa che mi lascia sbigottito.
Forse Roberto Petronzio quando parla di neutrini è ovvio che intenda neutroni?
O quando parla di proteine o di protozoi è ovvio che intenda protoni?
Non è che tra qualche giorno qualcuno si alzerà dicendo che era ovvio che quando si parlava della velocità della luce ci si riferisse alla velocità del suono?

Ah, visto che di questi tempi le intenzioni di querela pare siano di moda su questo blog, tengo a sottolineare che il mio post non intende dire qualsivoglia di offensivo o di lesivo della reputazione di chicchessia, ma solo fare i miei complimenti a Roberto e Maristella, QUESTO E' OVVIO.

Se vedete qualcosa di diverso dai miei complimenti, la vostra è solo una una polemica del tutto strumentale e pretestuosa.

Ciao

Carson

giovanni ha detto...

[QUOTE]Se poi pensiamo anche sempre lo stesso soggetto e' volato in una citta' del sud solo per poter superare l'esame di abilitazione per la professione di avvocato ci rendiamo ancora piu' conto della triste realta' che ci governa... [/QUOTE]

Ma allora nelle città del sud si fanno gli esami da avvocato "allegrotti"?

Federico ha detto...

Se poi pensiamo anche sempre lo stesso soggetto e' volato in una citta' del sud solo per poter superare l'esame di abilitazione per la professione di avvocato ci rendiamo ancora piu' conto della triste realta' che ci governa...

perché gli esami al sud sono più semplici? sinceramente è molto triste anche questo....

Il Lupo della Luna ha detto...

Denis + AcarSterminator: molto spesso quei "comunicati" non vengono nemmeno letti da chi viene citato o ci mette la firma. Sicuramente vi ricordate quelle offerte tipo "club del libro" che vi arrivavano a casa negli anni 90.. quelli con la finta lettera di benvenuto al "Caro Lettore," che regolarmente finiva con la firma del direttore del club. Ebbene il direttore, nove volte su 10 non aveva assolutamente idea di cosa contenessero quelle "lettere", perchè erano scritte dall'ufficio marketing. I ministri molto probabilmente i comunicati che pubblica il ministero nemmeno li vedono.
Certo, che sia tecnicamente incompetente il ministro o un funzionario del ministero è esattamente la stessa cosa, ma non sono del tutto certo che spetti al ministro sapere nei dettagli come funziona un esperimento di fisica nucleare. Ok, un tunnel di 730 km magari appare assurdo anche a un profano, ma non pensiate che, al di fuori della Rete, se ne siano accorti così tanti.

E forse è questa la cosa di cui preoccuparsi di più.

Bera ha detto...

@Matteo FnF

Credo che la giurisdizione italiana non si applichi alla Svizzera Italiana :-)
Poi nella rettifica che ci scriviamo? Che il tunnel esiste? Che la lingua italiana va reinterpretata?

Ad ogni buon conto i blog rettificheranno, tanto la gente ha capito con chi ha a che fare.
PS
Mi ricorda una vignetta di Altan:
"lei è un cretino" "Maledizione! un'altra fuga di notizie"

Bera ha detto...

@IceMat89 (Mattia P)

Scusa Mattia ma perchè? Intendo dire: perchè ti limiti? Già che chiedi le dimissioni...

Giuseppe ha detto...

@Matteo FnF
cito:
ogni gestore di "sito informatico" ha l'obbligo di rettificare ogni contenuto pubblicato sulla base di una semplice richiesta di soggetti che si ritengano lesi dal contenuto in questione. Non c'è possibilità di replica, chi non rettifica paga fino a 12mila euro di multa.
[...]
Ai fini della pubblicazione della rettifica, non importa se il ricorso sia fondato: è sufficiente la richiesta perché il blog, sito, giornale online o quale che sia il soggetto "pubblicante" sia obbligato a rettificare


E come gliela notificano la multa?
Paolo attivissimo è in Svizzera e i server del blog sono in America (se non mi sbaglio, comunque non mi risulta che siano in Italia).
Forse potrebbero oscurargli il blog.
Però non credo che quelli di google resterebbero a guardare. Mia modesta opinione, ovviamente

Anonimo ha detto...

In quei raffazzonatissimi comunicati credo si faccia riferimento al SPS e ad un tunnel da 1 km, verosimilmente orientato verso il Gran Sasso (http://en.wikipedia.org/wiki/CERN_Neutrinos_to_Gran_Sasso#Function)

L'economa domestica ha detto...

[quote-"Grezzo"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c7822328318500852445"]Ma scusate, che cosa ci dobbiamo aspettare da un ministero che nei testi di ingresso a MEDICINA (mica scienza delle merendine, eh?) inserisce quesiti sulla grattachecca che si vende all'angolo o su chi ha vinto il primo Grande Fratello? [/quote]

Guardate che la domanda sulla grattachecca aveva il suo perché (non sto scherzando). Nei test mettono delle domande trappola in cui una lunghissima premessa dovrebbe distrarre il candidato prima di affrontare la parte a risposta multipla.
Sul fatto che grattachecca sia un termine romano, invece si poteva essere d'accordo.

Daelphinum ha detto...

Paolo, ti correggo perché le cose stanno anche peggio: “tunnel... nel quale circolano i protoni” equivale a dire, per esempio, “autostrada tra Milano e Genova da cui parte il Grande Raccordo Anulare”. I neutrini in questione, infatti, non si originano affatto dalle collisioni di protoni nel tunnel di LHC: i protoni vengono esratti da un acceleratore più piccolo (che, tra le altre cose, rifornisce di protoni anche LHC), vengono fatti sbattere su un bersaglio fisso e, da una catena di decadimenti, si produce un fascio di neutrini. Nessuna collisione dentro il tunnel quindi... solo un rumore assordante di unghie sugli specchi!

lullofish ha detto...

Ancor piu che per la dichiarazione della Gelmini, provo pena per il sostegno ricevuto da Roberto Petronzio, presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, curatore dell'esperimento sul superamento della velocità della luce. Vabbé che servono soldi, ma la dignità dello scienziato non conta piu nulla?

Bera ha detto...

@giovani e federico

sì.
Esiste un bellissimo studio della fondazione Debenedetti in collaboarazione con l'università Bocconi di Milano sull'accesso agli Albi professionali dove si evidanzia come in certe città sia praticamente impossibile passare l'esame ed in altre sia praticamente impossibile non passarlo. La Calabria (Catanzaro credo) è praticamente la più generosa per l'esame di avvocatura

Emanuele Ciriachi ha detto...

Inspiegabile davvero.
Sarebbe bastato scusarsi e spiegare che non e' lei a vergare le dichiarazioni di suo pugno, e nessuno avrebbe potuto argomentare il contrario neanche se fosse questo il caso.

Che poi immagino, la Gelmini avra' pure presente dov'e' Ginevra e dov'e' il Gran Sasso - ciononostante, di tutti i consulenti che ha a disposizione, neanche uno si e' accorto dell'errore? Mi viene in mente la scenda di Spaceball del tiratore scelto Philip Stronzo...

Doduz ha detto...

@Fioravante Patrone
@Carson

Infatti mi aspettavo che Paolo citasse pure lo sciagurato! comunicato del Presidente dell'INFN!

L'economa domestica ha detto...

[quote-"Paolo Attivissimo"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c1871616406379930979"]Mattia,

pensi davvero che la Gelmini scriva i comunicati di suo pugno?

Certo che no. Avrai notato le ripetute precisazioni in tal senso nell'articolo ("almeno stando al comunicato stampa del MIUR" eccetera). [/quote]

Paolo, mi è capitato di dover scrivere, se non comunicati stampa, testi che dovevano avere una certa diffusione. Bhé, se mi fosse scappata una cosa del genere, mi avrebbero spellata, messa sotto sale e data in pasto a Giacobbo.

Hanmar ha detto...

Beata ignoranza...
Ma del resto su quella poltrona mica c'e' arrivata per la sua competenza.

Saluti
Michele

Gian Piero Biancoli ha detto...

Beh, dai ragazzi, anche Rosario, quando diceva che le antenne di HAARP emettono gigabyte di watt, era chiaro che intendesse "programmi di musica da camera".
Suvvia, un po' di elasticità mentale.
:-)

Joram Rosebringer ha detto...

Piccola mia riflessione che definirei ironica (non si sa mai).
Il comunicato dice: "Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l'esperimento, l'Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro."
Ora... sapendo che 'sto tunnel non c'è, a cosa sono serviti quei soldi? E' una cifra buttata lì per fare impressione ("Ehi, guarda con quanti dindini abbiamo contribuito noi italiani a questa scoperta! Vedi che siamo bravi?") o sono stati stanziati per qualcosa di diverso?

Mumble mumble...

martinobri ha detto...

Che è come dire che “autostrada tra Roma e Milano” significa in realtà “Grande Raccordo Anulare”. Scemi noi che non l'abbiamo capito.

Ottimo esempio.

Per alcuni: accelerazione e derivati si scrivono con una elle (Stu, stattene buono)

Per altri: la domanda sulla grattachecca era molto diversa da come l'hanno raccontata i giornali. Su cinque possibilità, quattro avevano dentro un ingrediente che nessuno metterebbe mai in una granita, non ricordo se il mascarpone o lo zabaione.
Non mi sembra così grave escludere dal novero dei futuri medici uno che non capisce quello che legge, o che, forse peggio, è vissuto in un buco fino ad ora, tanto da non sapere cos'è una granita.
E che la grattachecca sia ghiaccio tritato io l'ho imparato leggendo Topolino.

Claudio Termografia ha detto...

che vergogna :-(

Admin ha detto...

Cronaca: Grave incidente nel tunnel del Gran Sasso. Coinvolta Autoblu ministeriale che rischia un frontale ed esce di strada dopo un sorpasso azzardato. L'autista dichiara "Quel Neutrino ...proprio non l'avevo visto, ma andava troppo veloce! Non è la prima volta che succede qui, dovrebbero fare un secondo tunnel e dividere i sensi di marcia."

Epsilon ha detto...

Emanuele Ciriachi dixit:
" la Gelmini avra' pure presente dov'e' Ginevra e dov'e' il Gran Sasso"

Come no? Ginevra è a Camelot, il gran sasso ad Amersfoort.
Per cui il tunnel non solo è sotterraneo ma pure sottomarino e fa concorrenza sleale a quello della Manica (o de La Manica, o di La Manica).

Harry Potter 2 ha detto...

Voleva dire che l'Italia ha contributo con diversi milioni di euro alla realizzazione dell'LHC che funziona all'interno di un tunnel di 27 chilometri a forma di anello.
L'LHC è lo strumento che ha permesso l'esecuzione dell'esperimento in questione.
Evidentemente lei non ha competenze di fisica e neppure i suoi collaboratori.
Si tratta di uno strafalcione alla portata di qualsiasi politico, nella storia Italica di politici che hanno sparato strafalcioni ce ne sono stati a bizzeffe, compresi i titolari di ministeri rilevanti come quello guidato dalla "povera" Gelmini.
Con questo non voglio giustificare né la Gelmini né i suoi incompetenti collaboratori, tuttavia sono certo che se lo stesso strafalcione fosse accaduto ad altri politici in altre condizioni di governo probabilmente non ci sarebbe stato tutto questo accanimento.

mastrocigliegia ha detto...

Ancor piu che per la dichiarazione della Gelmini, provo pena per il sostegno ricevuto da Roberto Petronzio...

Magari anche lui deve girare...

Carson ha detto...

@Paolo Attivissimo:
Approfitto del fatto che sei del posto visto che ho solo le mappe italiane sul navigatore: sai per caso se il tunnelgelmini abbia degli svincoli per Bellinzona &/o per Locarno?
Serve la vignetta?

Grazie in anticipo

Carson

Anonimo ha detto...

92 minuti di applausi Paolo
:DDDDD

Anonimo ha detto...

Quello del tunnel la possiamo anche considerare una leggerezza data dal fatto che magari non si conoscono bene le distanze dei due centri, ma come di può parlare di "vittoria epocale"?
Sembra quasi che ci sia stata lanciata una sfida dal mondo subatomico: non è che i neutrini erano dopati?

Giovanni Pili ha detto...

Altrimenti si potrebbe costruire una passerella su uno scoglio al largo di Cagliari e poi vantarsi che c'è “un ponte tra Cagliari e Palermo”.

Sarebbe l'unica cosa vagamente concreta che si sentirebbe riguardo la continuità territoriale tra Sardegna e Italia. Prega che nessun ministro di questo governo legga il finale del tuo post, altrimenti qualche scilipotide potrebbe prendere sul serio l'idea.

umberto ha detto...

non è mai finita . la fantasia di alcuni o forse tutti i ministri .
a me dispiace non aver studiato ,volevo fare il contadino, ma alcuni di loro a zappar terra e coltivare ortiche (ottime nella minestra ) li manderei volentieri.

Massimo Cassinari ha detto...

Ma come!
Il tunnel non c'è???
Già noi stavamo pensando ai vantaggi che il tunnel e la propulsione a nutrini potevano avere sul servizio ferroviario!!!!

The Foe-Hammer ha detto...

Tra l'altro mi sembra che nel comunicato facciano riferimento al LHC e non al SPS da cui, se non mi sbaglio, e' stato generato il fascio di neutrini.
In questo caso l'ufficio stampa del ministero aggiunge castroneria a castroneria ...

Info e Matica ha detto...

La Gelmini non è nuova a queste perle:

http://rassegna.governo.it/testo.asp?d=37079731

A distanza di ANNI è ancora lì!

Gian Piero Biancoli ha detto...

Il lato positivo e che potrebbero scegliere la Gelmini per annunciare la realizzazione del ponte sullo stretto.
Appena avranno costruito una scala a Messina, il MIUR potrà dare l'annuncio della costruzione epocale.

eSSSe ha detto...

Ah ah ah ah. BELLISSIMA!!!

Quando l'ho sentita la prima volta redevo che fosse uno scherzo.

La giustificazione poi e' meravigliosa. Mi ricorda tanto il comandante Straker con la faccenda del telemetro.

ROTFL!!!

Ciao a tutti

Anonimo ha detto...

Anche l'espressione "fascio di neutrini che attraversando la terra raggiunge il Gran Sasso" è infelice, Svizzera e Abruzzo non sono agli antipodi, il fascio non "attraversa" la terra, ma passa ad una profondità massima di pochi chilometri…

[the blogger formerly known as ǚşå÷₣ŗẻễ] ha detto...

"Per alcuni: accelerazione e derivati si scrivono con una elle (Stu, stattene buono)"

Ma in 'derivati' non c'è la elle... :|

Manuel ha detto...

Il neutrino durante il viaggio da Ginevra ed il Gran Sasso

http://www.youtube.com/watch?gl=US&hl=en&client=mv-google&
v=sSSKhEkqNdE

Doduz ha detto...

@erox:
> Quello del tunnel la possiamo anche considerare una leggerezza data dal fatto che magari non si conoscono bene le distanze dei due centri

Certo, il Gran Sasso potrebbe trovarsi sulle Alpi italo/svizzere!

Massimo M. ha detto...

Non potremmo cambiare la Gelmini con un paio di senatori Creazionisti USA ... farebbero meno danni!

Epsilon ha detto...

per erox

Ma ti dirò di più: anche la "vittoria epocale"* potrei lasciarmela dietro come leggerezza.
Quella che proprio non sopporto è la replica arrogante e piccata che non ha alcun punto di intersezione con una qualsivoglia realtà.

* http://tinyurl.com/6e23tyg

Epsilon ha detto...

id dixit:
'il fascio non "attraversa" la terra'

Anch'io concordo; per quel che mi ricordo marciava sulle strade entrando in Roma il 28 ottobre del 1922.

Orsovolante ha detto...

Quello che da davvero fastidio non è neanche tanto lo svarione in se e per se, ma il fatto che si voglia cavalcare l'evento mediatico vendendo come straordinario un intervento dello stato tutto sommato infimo. Quasi sia merito di quel ministro quello che gli scienziati italiani riescono a fare malgrado tagli continui alla scuola e alla ricerca. Ignorando completamente che uno degli studiosi coinvolti è un italiano che ha deciso di andare a lavorare in Svizzera perché, come si legge sui giornali, in Italia la sua cariera non aveva più sbocchi.
La ministra su questo aspetto avrebbe dovuto soffermarsi a riflettere e magari fare un comunicato.

Il Lupo della Luna ha detto...

id: faccio le veci di Accademia:

la terra = il terreno
la Terra = il pianeta

Quindi la frase è corretta, la cosa terribile è che è corretta pure "tra Ginevra ed il Gran Sasso" e si tenta di farla passare per una frase metaforica.

Tra un pò ci sarà la rettifica della rettifica.

claudio ha detto...

Ragazzi... ringraziamo tutti il ministro che senza di lei gran parte degli italiani si starebbe ancora chiedendo se esiste un tunnel tra Ginevra e il Gran Sasso!

PS: lascio a chi legge (e al suo giudizio sulla capacita'/volonta' di ragionamento degli italiani) la liberta' di interpretare quanto sopra come ironico o meno :-)

VITRIOL ha detto...

Non vedevo l'ora che scrivessi un articolo su questa epocale castroneria. Grazie Paolo :)

Raffaele David ha detto...

Un saluto a tutti.
Da insegnante di Matematica e Fisica mi sono fatto come voi delle grasse risate dopo lo strafalcione del comunicato e ancora adesso me la ghigno con i miei studenti (che comunque grazie a questo scivolone ora sanno cosa sono i neutrini, cos'è il gran sasso, il CERN ecc.. ecc...).
Sono errori tutto sommato accettabili e perdonabili, soprattutto se confrontati con errori di ignoranza ben più profonda che dai nostri ministeri quotidianamente si diffondono.
Quello che mi preoccupa invece, come altri hanno giustamente fatto notare, è l'atteggiamento nei confronti della ricerca: "vittoria epocale", "superamento della velocità della luce" e così via.
Quelli non sono strafalcioni o svarioni, quello è esattamente ciò che "essi" (il ministro, i suoi collaboratori o altri) pensano della scienza e della ricerca. Su quello c'è poco da ridere, purtroppo.
Per chiudere in allegria:

*toc toc*
"I neutrini"
"Chi è?"

Anonimo ha detto...

Non avete capito: le scuse del Ministro Mariastella Gelmini per il record di minchiate in sole 6,2 righe di comunicato sono state pubblicate sul sito del ministero prima ancora del comunicato in questione, poiché più veloci della velocità della luce. Infatti, come ha sottolineato il ministro, in Italia siamo maestri nel condurre esperimenti che mirano a raggiungere "il superamento della velocità della luce".

"Tra" il MIUR e i cittadini italiani sarebbe opportuno costruire un tunnel all'altezza del personale del ministero.

PerpliMax ha detto...

@Info e Matica, ti prego, dimmi che è un sito di satira, non il vero sito governativo! poi hanno il coraggio di prendere in giro Di Pietro per come parla...

Lu ha detto...

[quote-"Grezzo"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c7822328318500852445"]
Ma scusate, che cosa ci dobbiamo aspettare da un ministero che nei testi di ingresso a MEDICINA (mica scienza delle merendine, eh?) inserisce quesiti sulla grattachecca che si vende all'angolo o su chi ha vinto il primo Grande Fratello?
[/quote]

Grezzo,
se parli di scienze delle merendine parli esattamente come la MaryStella, che ancora -mente vecchia come quelli che popolano il Parlamento- non ha capito nulla di alcuni di questi corsi così nominati. Ci sono dati che la smentiscono(dire che scienze della comunicazione oggi è inutile e son tutti disoccupati, alla luce dei dati AlmaLaurea, mi sembra una gran ca...volata). Parentesi piccola ma dovuta.

Ad ogni modo, la questione del test di medicina è vergognosa, come vergognosa è lei a ricoprire quella carica d'altronde.
Ci sarebbe così tanto da riformare in seno all'università, anche all'interno dei corsi da me seguiti...lo dico per esperienza personale.
Ciò che noto molto amaramente è una deriva quasi totale. Non c'è ALCUNA attenzione per l'istruzione, per la ricerca, per il progresso, dove per progresso non si intende solo costruire nuove macchine, nuovi computer potenti, nuove medicine, ecc. Si intende anche un po' di occhio critico e lungimirante su quel che implica la nostra modernità, e l'approccio e l'impronta da dare allo studio e alle varie discipline, in OGNI campo.
Dall'alto della sua tanto applaudita laurea in una non scienza delle merendine, riesce a sragionare e ad essere ignorante senza fatica.

Gianni "JovZ" ha detto...

Da studente non rappresentato dal M(IUR), pensavo per sdrammatizzare:
Non potremmo contattare la WBT e/o gli autori di TBBT? Credo affronteranno l'argomento e mi sembra un EPIC FAIL fantastico altro che "superamento della velocità della luce e scoperta epocale".
Potrebbe uscirci uno script molto divertente.

("Naturalmente se tutto questo venga confermato, figurati se è vero." - cit. Benigni)

Cittadino Italo ha detto...

Vabbè tralasciando le solite sparate su argomenti sconosciuti,la solita cavalcata elettorale su un cavallo a cui non si dà da mangiare, il solito metodo di tacciare il lettore di dislessia e l' immancabile "specchio riflesso"(attacco strumentale al governo!) non vedo nulla di nuovo su cui ridere..

..a parte un dubbio:
"Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l'esperimento, l'Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro."
"ovviamente, il tunnel di cui si parla nel comunicato di ieri, non è per nessuna ragione intendibile come un tunnel che collega materialmente Ginevra con il Gran Sasso. Questo è di facile intuizione per tutti"

Quindi dichiarano di aver stanziato 45 milioni di euro per un "tunnel metafisico"??

a_lounge_lizard ha detto...

Al secondo comunicato del MIUR manca solo la frase finale: "e tutto sommato chissenefrega di quattro secchioni occhialuti e dei netruini o neutroni chè c'ho' altro da fare".

pgc ha detto...

Mi ha sorpreso che ancora non sia stata presentata l'inevitabile interrogazione parlamentare in cui si chiede al Governo di "valutare il grado di pericolosita' per la salute dei cittadini italiani che risiedono tra Ginevra e il Gran Sasso, del fascio di neutrini bla bla bla..."

Merito dell'errore della Gelmini (che ha involontariamente suggerito di informarsi bene prima di dar fiato alla bocca) o e' solo una questione di tempo, prima che la gente faccia caso ai "misteriosi" fasci di particelle che trapassano la crosta terrestre al di fuori di ogni controllo?

Bruno (il mio blog ha traslocato) ha detto...

Paolo, ti sei superato! :D

mother ha detto...

Uscire dal tunnel dell'Ignoranza (beata ignoranza) si può. Basta mettere in moto i neuroni e cercare di competere con luce e neutrini.

Gabriele Massari ha detto...

Gelmini: "45 milioni di euro per la costruzione del tunnel Cern-Gran Sasso".
Confermato il "principio di indeterminazione" secondo cui:
- se c'è un tunnel, non si sa quanto è costato
- se si sa quanto è costato, non c'è alcun tunnel. (da Spinoza)

Stupidocane, fiero sbufalatore ha detto...

"Per alcuni: accelerazione e derivati si scrivono con una elle (Stu, stattene buono)"

Ma in 'derivati' non c'è la elle... :|


R.O.T.F.L.M.A.O!!!

marcovale ha detto...

@ Raffaele David
Per chiudere in allegria:
*toc toc*
"I neutrini"
"Chi è?"

ROTFL!!

Anonimo ha detto...

Beato te che sei svizzero...

Lorenzo ha detto...

Peraltro io credo che ci sia un'ulteriore castroneria (ma la cosa è da verificare): credo che "il tunnel dove circolano i protoni" pagato 45 milioni di euro sia LHC, il famoso acceleratore del CERN recentemente inaugurato... che non c'entra NULLA con l'esperimento in questione. Infatti i neutrini che partono dal CERN non vengono da questo acceleratore bensì da SPS, che è un acceleratore ben più vecchio (1976) che per LHC lavora solo come "pre-acceleratore".. .
Bisognerebbe controllare i costi ma non credo che l'upgrade necessario a far spedire a SPS i neutrini al Gran Sasso possa esser costato (alla sola Italia) così tanto, mentre il prezzo mi torna con la spesa nazionale per LHC.
Insomma è come se, dopo che la nazionale di Basket ha vinto una partita il CONI si complimentasse ricordando che ha investito molti soldi nella squadra di Baseball.

Gian Piero Biancoli ha detto...

Sulla scia di Garbiele Massari (citando sempre da Spinoza)

La Gelmini: "45 milioni per il tunnel Gran Sasso-Ginevra".
E ancora non sapete quanto è costato affrescare il muro del suono!

martinobri ha detto...

Mi sto rotolando per terra (minuscolo) dal ridere. E' il thread più divertente dai tempi di questo.


PS: ehi, psss, Lupo... po' con l'apostrofo

martinobri ha detto...

Il neutrino durante il viaggio da Ginevra ed il Gran Sasso

http://www.youtube.com/watch?gl=US&hl=en&client=mv-google&
v=sSSKhEkqNdE


Mi piace (visto che non c'è il tasto... servirebbe, però)

Il Lupo della Luna ha detto...

martinobri: sono un Accademia dilettante :p

martinobri ha detto...

Off Topic grande come il Gran Sasso, ma essendo io di mezza età (quasi) mi sembra doveroso:

addio

Rodri ha detto...

@ Raffaele e Alberto

Ridere fino ad avere mal di testa is priceless. Grazie :-D

Roberto ha detto...

@ pgc

Vedrai che prima o poi uscirà qualche tesi complottista sul fatto che i governi bombardano i cittadini con i neutrini... poi arriverà Di Pietro a fare un'interrogazione parlamentare in proposito.

Alexandre ha detto...

la mia lettera

Ministro Gelmini,

Le scrivo in relazione alle recenti polemiche innescate dalle ridicole affermazioni recanti il Suo nome da parte del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Che un Ministro dell’Istruzione dia per assodati i risultati di un “esperimento” ancora tutto da dimostrare, risultati che gli stessi scopritori ritengono anomali, e sui quali invitano ad investigare ulteriormente e a mantenere la calma e uno scientifico scetticismo, dimostra un’ignoranza del metodo scientifico che, in bocca ad un Ministro dell’Istruzione, fa vergognare l’intero Paese.

Che un Ministero definisca “una vittoria epocale” il “superamento della velocità della luce” e si congratuli con i “ricercatori italiani” che avrebbero “contribuito” a questo evento, equivale a congratularsi con un vigile urbano per aver reso possibile il superamento dei limiti di velocità consentiti, misurandoli con un autovelox.

Il Suo riferimento ad un ipotetico “tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso”, poi rettificato con un tunnel “nel quale circolano i protoni dalle cui collisioni ha origine il fascio di neutrini che attraversando la terra raggiunge il Gran Sasso” solleva dei dubbi sulla capacità di utilizzo delle preposizioni da parte di un Ministro dell’Istruzione. La preposizione “tra” ha infatti un significato unico ed inequivocabile, “per nessuna ragione intendibile” in modo distinto da “un tunnel che collega materialmente Ginevra con il Gran Sasso”. In lingua italiana, “tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso” vuol dire PRECISAMENTE “un tunnel che collega materialmente Ginevra con il Gran Sasso”.

Infine, la spocchia e boria con cui il Ministero accusa le – assolutamente legittime – polemiche di essere “strumentali”, dimostrano la malafede dei rappresentanti del MIUR, pronti ad etichettare come “strumentali” delle polemiche mosse da privati cittadini e organizzazioni apolitiche che si limitano ad evidenziare l’assoluta, crassa ignoranza di un Ministro dell’Istruzione che, oltre a non saper utilizzare propriamente la grammatica, ignora cosa sia il metodo scientifico e ritiene una “vittoria epocale” la mera misurazione strumentale di una velocità.

Tale dimostrazione di ignoranza, poco adatta a un organismo che dovrebbe favorire la cultura e la ricerca, porterebbe a credere che la carica di Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca sia stata assegnata in maniera errata, e richiederebbe, in un Paese normale, le dimissioni del Ministro in carica, per manifesta incompetenza e incapacità di ricoprire l’incarico.

Nel nostro Paese, che normale – purtroppo – non è, uno si accontenterebbe anche delle scuse per aver scritto delle palesi inesattezze, e per l’ignoranza grave che ha causato tali inesattezze. Riconoscere la propria ignoranza è essenziale per poterla eliminare. Arroccarsi su posizioni difensive, difendendo poi una cosa grave come l’ignoranza, quando questa proviene da un Ministero dell’Istruzione, è inacettabile e trasmette l’immagine di un Paese in mano a dei boriosi ignoranti.

Speriamo che non sia così. Delle scuse e una rettifica, con l’ammissione di aver sbagliato, aiuterebbero in questo senso.

Saluti
Alexandre Bortolan
un privato cittadino

Stupidocane, fiero sbufalatore ha detto...

Off Topic grande come il Gran Sasso, ma essendo io di mezza età (quasi) mi sembra doveroso: addio

Grazie Sergio! Grazie di tutto il divertimento, l'avventura, il piacere, i momenti di relax e di riflessione. Grazie!

Un ex adolescente sognatore...

Bera ha detto...

Grazie Sergio e grazie a chi lo ha ricordato.
PS
Scusa Paolo se usiamo il tuo sito come una bacheca

tcp-ip ha detto...

Un elemento interessante è il costo: secondo il comunicato 45 milioni di Euro sono un grande contributo ad un tunnel di 730Km. In Italia questo è il costo di 1Km, uno, di ferrovia ad alta velocità, 2-3 volte quanto all'estero (fonte).

Bruno Stucchi ha detto...

Il commento del Ministero (o di chi per esso) è una fesseria, ma non è da meno la grafica del Corriere della Sera di domenica che mette i laboratori del CERN di Ginevra e quelli del Gran Sasso a 11 km di profondità!

Paolo Attivissimo ha detto...

Scusa Paolo se usiamo il tuo sito come una bacheca

Scusarvi? E di che, diamine? Anch'io condivido il dispiacere per la morte di Bonelli.

crugiolo ha detto...

Per tutti quelli che non conoscono la materia, hanno voglia di imparare, sono umili e magari si vergognano un pò: c'è un link dove viene spiegato in maniera semplice come avviene questo tipo di esperimento? Magari in questo thread molti sono esperti, ma c'è molta gente che viene qui a leggere per capire qualcosa in più.
grazie a tutti.

Zio Flat ha detto...

Il problema vero è che l'ignoranza è bipartisan... ecco cosa risponde tal Manuela Ghizzoni, capogruppo PD commissione Cultura Camera dei deputati (fonte repubblica.it) "Siccome non c'è naturalmente nessun tunnel fra l’Infn ad Assergi, sotto quattro chilometri di dura roccia del Gran Sasso e l’Lhc di Ginevra "
Quattro chilometri??? Quantomeno difficile visto che il Gran Sasso è alto 2912 metri e l'entrata dei laboratori sotto il tunnel della A24 si trova più o meno a mille metri...
Della serie, "parliamo per far prendere aria ai denti"...

scrat ha detto...

Quello che mi rende ancora più triste e mi disgusta, come italiana e come fisico è la difesa a spada tratta della nostra,purtroppo, ridicola ministra,da parte del presidente dell' INFN. Inoltre da italiana e da futuro scienziato(spero) chiedo scusa alla comunità scientifica mondiale.
PS: ringrazio il sig. Paolo Attivissimo per questo blog,appena scoperto grazie alle boiate che la gente vuol spacciare per notizie vere.

Sihaya B16 ha detto...

@Fioravante
"Il commento della grande mente Valentina Aprea:
«È la sinistra che si ricopre di ridicolo montando una polemica surreale non prendendo occasione di strumentalizzare un comunicato del Ministero che come ovvio si riferisce al tunnel al cui interno sono stati lanciati i protoni»"

Cercavo di farmi venire una battuta sulla sinistra, e la Aprea mi ha battuto (scusate il bisticcio)! Scherzi a parte, io ho ipotizzato fin dal primo momento che ci potesse essere l'ineffabile Valentina Aprea dietro quel comunicato!

@Alexandre
La tua lettera è un capolavoro!!!

harlequin ha detto...

non so se ce la faccio a reggere!

Non reggo la... la... non so come definirla oltre che ignoranza boriosa... del MIUR e di chi le sta attorno.

Non reggo la panza per le risate! Paolo, condivido il commento di Martinobri...

Non reggo le mani: un applauso sentito ad Alexandre, chiaro, preciso, diretto.

@martinobri
Non reggo le correzioni errate: io l'ho sempre scritto con una sola ELLE: accELLErazione!

TwoFools ha detto...

@Sihaya B16

heh... l'ho scritta in fretta, fai conto che sia corretta (inaccettabile alla fine, invece di inacettabile, e le d eufoniche, sparse qua e la, toglile...)

grazie comunque :D

(Alexandre dall'account che decide blogger)

axlman ha detto...

quando è stato costruito non c'è mai stata nemmeno una contestazione dei NOTunnelDeiNeutrini?

Si chiamano NO-TeV...

Sul resto non mi esprimo altrimenti altro che denuncia.

RagazzaAcidella ha detto...

@ martinobri
E che la grattachecca sia ghiaccio tritato io l'ho imparato leggendo Topolino.
Nooo! Anche tu come mio marito hai una cultura Topolinesca?! Dopo anni di "come in quella storia di Topolino in cui" mi sono ribellata! Comunque questa non la sapeva... al vostro prossimo incontro, avrete argomenti in comune per una bella chiaccherata!

Fede_Rinhos ha detto...

Questo articolo è praticamente una messa in prosa di tutto quello che ho pensato quando ho letto l'agghiacciante apologia della nostra ministra...

avisintini ha detto...

credo che abbia azzeccato il punto chi si è soffermato sul fatto che il comunicato in se era inopportuno, non tanto per la mancanza di cautela nell'applaudire la scoperta quanto per il fine meramente propagandistico dello stesso. non ho visto nessun comunicato del genere da parte del governo svizzero ne degli altri eventuali paesi coinvolti. Esistesse ancora, il MIUR ci avrebbero fatto il cinegiornale LVCE. tutto ciò è ben più grave della questione tunnel si tunnel no.

Nicho ha detto...

Dopo aver letto tutti i commenti mi è venuta ho notato una piccola cosa: molti lamentano il fatto che la Sig.ra Gelmini ha fatto l'esame in un posto per un certo motivo o che chiede del grande fratello ai test di ammissione, ma nessuno si chiede come può un avvocato fare il ministro dell'Istruzione e della Ricerca? Me lo sono sempre chiesta.. Non ho niente contro gli avvocati per carità, che magari ne sanno di scienza molto molto più di me, ma partendo da un presupposto di conoscenze derivanti da una laurea non mi sembra ci azzecchi molto.
Poi è anche probabile che abbia una visione sbagliata io della questione, perciò accetto ogni tipo di correzione. =-)

Mario ha detto...

Sull'onda di Beata Ignoranza, il ministro dei trasporti ha proposto una multa per i neutrini. Sembra che abbiano eseguito un sorpasso in un tunnel non illuminato.

^_^''

Foxxya ha detto...

Gelmini: bastaaaa. Esiste veramente il tunnel che va dall'Italia alla Svizzera....secondo voi da dove passano i fondi neri che vanno in Svizzera?!
Berlusconi: da dove si entra?

-------------------------

Il paradosso della Gelmini: ma sono più veloci i neutrini che percorrono il tunnel immaginario della Gelmini o i neuroni dei cervelli in fuga dalla riforma Gelmini che scappano verso la Svizzera?

Elena ha detto...

@Nicho
In realtà, i ministri "tecnici" sono piuttosto rari e spesso non ottengono risultati brillanti. Il mestiere del ministro è "politico": deve conciliare le richieste degli elettori, quelle della varie lobbies e sindacati, la necessità di stare dentro a un budget... Insomma, un casino. Il ruolo del tecnico è diverso: deve indicare al ministro qual è la direzione giusta in cui cambiare le cose perché funzionino meglio. Ma di solito il tecnico non ha la capacità di mediazione, propriamente "politica" che si richiede a un ministro. Ovviamente, però, il ministro dev'essere abbastanza sveglio da capire quello che gli dicono i suoi consulenti tecnici.
Gelmini, all'inizio, ma aveva dato buone speranze: da coordinatore del suo partito in Lombardia era riuscita a mediare tre le varie correnti, ponendo fine a una "guerra per bande" che pareva irrisolvibile. Magari poteva farcela anche con la scuola. Invece...

martinobri ha detto...

Non reggo le correzioni errate: io l'ho sempre scritto con una sola ELLE: accELLErazione!

LOL!

@Acidella
OK, prima però fagli questo esame; digli di completare questo verso (l'80% della mia generazione lo sa): "quant'è bella giovinezza, che sì fugge tuttavia, resta solo la certezza..."

Epsilon ha detto...

Per Nicho

E' la famosa questione dei "tecnici" ovvero: un ministro deve avere per forza un CV&S aderente al ministero che va a dirigere?

Qualsiasi risposta tu dia, ne sono stati comunque rilevati nel tempo vantaggi e svantaggi.

Ad esempio un tecnico spesso ha una visione ristretta ed interiorizzata alla propria materia (niente flame per cortesia) non possedendo magari adeguate capacità di gestione e di adattamento all'ambiente politico laddove invece un "generico" magari è un ottimo amministratore e può basarsi su uno staff tecnico per sapere di che sta parlando.

Quello che precede è solo un esempio, sia ben chiaro; francamente sinora non sono riuscito a farmi un'idea in merito: ho visto ministri tecnici bravi e "generici" bravi; ministri tecnici scarsi e "generici" scarsi".

Paolo da Nola ha detto...

@Grezzo
Ma scusate, che cosa ci dobbiamo aspettare da un ministero che nei testi di ingresso a MEDICINA (mica scienza delle merendine, eh?) inserisce quesiti sulla grattachecca che si vende all'angolo o su chi ha vinto il primo Grande Fratello?
Quella delle grattachecca era sì nei test di accesso alla Facoltà di Mecidina, ma non per Medicina e Chirurgia, bensì per le professioni sanitarie della sola Università Sapienza di Roma: a preparare i test è stata la locale commissione che nulla ha a che fare con il Ministero o con il Ministro.
Per quanto riguarda la domanda sul Grande Fratello: visto che circola dall'anno scorso, chi ha messo in mezzo questa bufala? Perché nei test dello scorso anno la domanda era chi ha utlizzato per la prima volta il termine "Grande Fratello", come puoi vedere qui (domanda 31).
Vedi se mi devo mettere a fare l'avvocato difensore della Gelmini.

brain_use ha detto...

Ovviamente, però, il ministro dev'essere abbastanza sveglio da capire quello che gli dicono i suoi consulenti tecnici.

Ecco...
Conciso, ma espresso alla perfezione.

puffolottiaccident ha detto...

la pubblica istruzione Italiana è in caduta libera... è ancora a qualche centinaio di tese dall'asintoto... Ma ci arriverà con un angolo quasi retto.

Eh... sì, messo alle strette lo ammetto: "Politicante" e "Intellettuale" per me sono insulti estremamente pesanti.

Van Fanel ha detto...

[quote-"axlman"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c7095590832950385625"]
quando è stato costruito non c'è mai stata nemmeno una contestazione dei NOTunnelDeiNeutrini?

Si chiamano NO-TeV
[/quote]

Stra-ROTFL nerdico!

Van Fanel ha detto...

OT su Topolino e grattachecca (ah, ma allora non è questo...)

@martinobri e RagazzaAcidella:
Però di solito cerco di trattenermi! Ma a volte non ci riesco, la disneyite è più forte di me (e poi la Disney è parte del NWO quindi...)!
Ma il mio Topo-sapere è limitato ad una stretta finestra temporale (un decennio?), quindi no, non ho mai letto una storia con la grattachecca né so completare la parodia di Lorenzo De' Medici.

Però grazie a Topolino ho imparato parole utilissime nella vita di tutti i giorni, come valsente, cordiale (quello che si beve), occipite, acconcio, consono, compendio, tristanzuolo, esecrato, transeunte, succedaneo, autoctono, sciollare, dividendo, insider trading, joint venture, toro/orso...

Van Fanel ha detto...

[quote-"id"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c3118501779790419503"]
Anche l'espressione "fascio di neutrini che attraversando la terra raggiunge il Gran Sasso" è infelice, Svizzera e Abruzzo non sono agli antipodi, il fascio non "attraversa" la terra, ma passa ad una profondità massima di pochi chilometri…
[/quote]

Ti sbagli, perché in realtà per Gran Sasso intendevano questo!

Van Fanel ha detto...

[quote-"Paolo da Nola"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c7522421976239978901"]
Per quanto riguarda la domanda sul Grande Fratello: visto che circola dall'anno scorso, chi ha messo in mezzo questa bufala? Perché nei test dello scorso anno la domanda era chi ha utlizzato per la prima volta il termine "Grande Fratello", come puoi vedere qui (domanda 31).
[/quote]

LOL adesso ha un senso! Sarei curioso di sapere quanti hanno risposto "D"...

Elena ha detto...

Avete notato ch nel test di medicina la risposta esatta è sempre la A?!

puffolottiaccident ha detto...

@Van fanel

Allora il prossimo apostolo con la camicia verde invece di "becchinarlo a stivalate" gli "interro il becco in modo acconcio percuotendolo sull'occipite con un succedaneo equipollente al caucciù"

( è dai paperi che si impara.
Invece Topolino... Si suppone sia un detective, ex giornalista e proprietario di una agenzia di viaggi, ma da lui si impara solo qualche misera nozione di elettrotecnica elementare.)

Van Fanel ha detto...

@puffolotti: ialla! dalli al bestio! kanifestò, kanò!
è dai paperi che si impara
sante parole! dai paperi si impara anche come funziona un reattore nucleare! Per "Topolino" intendevo la testata periodica, non la pantegana che si crede Holmes ;)

RagazzaAcidella ha detto...

Ma non è giusto, quando ho fatto io il test di ingresso a Medicina (16 anni fa) non c'erano domande divertenti, solo di logica! Peccato!

puffolottiaccident ha detto...

@Elena

Se non sai che risposta vogliono non vai lontano.

La risposta che darei alla domanda "quanto fa 2 + 2?" è "4"

Ma non è assolutamente detto che sia quella che fa passare il test.

Van Fanel ha detto...

[quote-"Elena"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c2999907389797308794"]
Avete notato ch nel test di medicina la risposta esatta è sempre la A?!
[/quote]

A naso (e con un piccolo aiuto di Gugol) direi anche nelle altre materie.
...
Ma aspetta un attimo (*)...
...
...non è un epic fail: a pagina 14 infatti c'è scritto: "LA RISPOSTA GIUSTA È SEMPRE QUELLA ALLA LETTERA A"

Probabilmente le copie effettivamente distribuite durante la prova hanno le domande in ordine casuale. Si spera!



(*) snort. Sono caduto nel tranello che mia madre propinava ai suoi studenti, quando consegnava loro una specie di "quiz" con una serie di domande assurde, ma l'ultima riga diceva "rispondi solo alla prima domanda" (che era "Come ti chiami?"). Ovviamente non dava voti, era un "esperimento" :P

martinobri ha detto...

Però grazie a Topolino ho imparato parole utilissime nella vita di tutti i giorni

E' vero, è quella che io chiamo la strategia di Topolino. Rileggendolo da adulto, mi sono reso conto che il lessico che utilizzano non è da bambini; vi sono effettivamente parole difficili o poco comuni. Non è la Pimpa, per dire.
Posto che gli sceneggiatori sanno fare il loro mestiere, secondo me lo fanno apposta. In questo modo il bambino che legge può, magari chiedendo alla mamma, imparare qualcosa di nuovo.
Il che è un suggerimento di metodo anche per un insegnante: bisogna mirare sempre un pochino più in là, un po' oltre il livello raggiunto dai ragazzi (se giochi sempre contro squadre di serie B, non sarai mai un campione). Non troppo oltre, se no non capiscono nulla.
La decisione di quanto mirare più in là perchè il tuo lavoro non sia
a) superfluo perchè lo sanno già fare
b) inutile perchè per loro è troppo e scorre via,
questo è mestiere.

Avete notato che nel test di medicina la risposta esatta è sempre la A?!


Ho fatto precorsi per i test di accesso a medicina per 6-7 anni, e non è l'unico caso; succedeva anche in alcune esercitazioni.
Il che non è del tutto sbagliato: lo faccio anch'io, a volte, nei quiz dei primi anni (liceo).
Quando proponi un test a crocette, a volte i ragazzi più giovani e più svegli invece di riflettere sul problema fanno ragionamenti del tipo "è già due domande che quella giusta è la 4, per cui nella quarta non lo sarà".
Meglio che rispondere a macchinetta, s'intende (uno che ragiona così perlomeno ha gli emisferi cerebrali ben ossigenati), però è ancora più meglio studiare e ragionare sul problema in sè.

RagazzaAcidella ha detto...

@martinobri
Mi dispiace, come hai letto la Topo-cultura del mio consorte è lacunosa su quanto non sia uscito tra fine anni Ottanta e fine anni Novanta!
Però sta già indottrinando nostra figlia maggiore (5 anni) così presto avrà la scusa per comprare i numeri attuali!

Fry Simpson ha detto...

MINIGNOR ocoparlatrice arciplusbuona.
comunuffic riportato sbene. rettificare.

Paolo da Nola ha detto...

@"La risposta esatta è sempre la A"
È un mistero insolubile, ma per qualche motivo il MIUR ha sempre fatto così (guardate nell'archivio degli anni precedenti): invece di pubblicare il questionario (per altro è unico, senza versioni di stampa differenti) distribuito il giorno dell'esame (con relativo correttore), ne mettono uno in cui la risposta esatta è sempre la A.
Perché? Bo! Forse non vogliono che gli studenti si esercitino sugli altri test: potremmo chiedere a Giacobbo di organizzare una puntata di Voyager a riguardo.

Stupidocane, fiero sbufalatore ha detto...

Visto che siamo tra acculturati topo-cultori, butto lì la Saga della Spada di Ghiaccio (Massimo De Vita), le Paperolimpiadi (Romano Scarpa) e tutte le bellissime tavole di Giorgio Cavazzano.

Per non parlare della cronostoria di Zio Paperone (Don Rosa) e tutte le storie del grandissimo Carl Barks...

puffolottiaccident ha detto...

@Van fanel

sorcio di campagna, pliiis.

La pantegana è un animale ricco di dignità, astuto, discreto e con i consimili pervaso da sentimenti di solidarietà e compassione da cui tanti esseri tecnicamente umani farebbero bene a trarre esempio.

bisonte_biscottato ha detto...

Questa volta non sono d'accordo, tutto sto macello per la mancanza di un aggettivo tipo "virtuale", "immaginario", etc....

Sinceramente mi pare tempo perso!

RagazzaAcidella ha detto...

@ puffolottiaccident
Ad un ammiratore delle pantegane, consiglio uno dei miei libri preferiti, "Memorie di un ratto"
di Andrzej Zaniewski

Alexandre ha detto...

[quote-"Stupidocane, fiero sbufalatore"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c6030507570622503070"]Visto che siamo tra acculturati topo-cultori, butto lì la Saga della Spada di Ghiaccio (Massimo De Vita), le Paperolimpiadi (Romano Scarpa) e tutte le bellissime tavole di Giorgio Cavazzano.

Per non parlare della cronostoria di Zio Paperone (Don Rosa) e tutte le storie del grandissimo Carl Barks... [/quote]


Cribbio, mi ricordo che leggendo la cronostoria di Zio Paperone (milllle anni fa) a qualche punto mi si sono inumiditi gli occhi e stavo per iniziare a frignare...

Lo svantaggio di vivere all’estero è che non trovo i fumetti che mi è sempre piaciuto leggere... uno dei miei rituali del sabato mattina era sveglia, passaggio in edicola, comprare uno fra i seguenti: Topolino, Rat-Man, Dylan Dog, Martin Mystére e a volte gli speciali di Bonelli (se non ricordo male) quando c’erano Jacovitti o altri autori che mi piacevano, e poi svaccarsi al bar per il tempo necessario a leggerli, accompagnato da briochine e cappuccino (di solito, 4+ brioche e 2 cappuccini, piu un succo d’arancia.... ehhhh....)

I fumetti di Topolino (e dei paperi) all’estero non sono per niente la stessa cosa. (E poi, che ca**o di nome è “Ratón Mickey”) Ma quando torno in italia mi rimetterò in pari.

Fry Simpson ha detto...

[quote-"bisonte_biscottato"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c711132150216739716"]
Questa volta non sono d'accordo, tutto sto macello per la mancanza di un aggettivo tipo "virtuale", "immaginario", etc....

Sinceramente mi pare tempo perso!
[/quote]

Immaginario nel senso che se lo è solo immaginato la Gelmini.

Andiamo: ha parlato di tunnel fra il CERN e il Gran Sasso nel quale si è svolto l'esperimento, e alla cui costruzione ha contribuito l'Italia!

I tunnel "immaginari" NON si "costruiscono", e soprattutto l'esperimento non "si è svolto" "all'interno" del fantatunnel Ginevra-Assergi. Si è svolto a Ginevra e ad Assergi. Nel senso che i macchinari e gli scienziati erano in questi due estremi; nei 700 km intermedi percorsi dai neutrini non c'è una beneamata mazza che l'Italia o chi altri abbia potuto "costruire"... A meno che non si voglia sostenere che la crosta terrestre sia una delle Grandi Opere del Governo. o_O

Di questo si è resa conto - tardivamente - persino Mary Star, visto che ha precisato che "il tunnel" è quello in cui sono stati accelerati i protoni... cioè quel tunnel REALE che si trova nei pressi di GINEVRA, e NON fra Ginevra e Assergi.

Ovvìa... siamo seri: questo è il record intergalattico di mirror climbing!

Nicho ha detto...

@ Elena ed Epsilon
Purtroppo io non ricordo granché sui precedenti ministri dell'istruzione, Moratti a parte, anche lei non tecnico, perciò le mie considerazioni non si basano su una grande esperienza.
Le vostre risposte mi hanno permesso di ragionare da un punto di vista diverso perciò vi ringrazio davvero.

pgc ha detto...

"Questa volta non sono d'accordo, tutto sto macello per la mancanza di un aggettivo tipo "virtuale", "immaginario", etc...."

Chi dice che e' piu' importante quello, chi che e' piu' importante quell'altro. Chi che la frase puo' essere interpretata cosi', chi dice cola', chi sostiene che in un mondo immaginario..., chi in uno virtuale... Chi infine che e' una montatura della sinistra e chi che non capisce bene qual'e' il problema. Oltre a tutti quelli che non leggono i giornali e non ne sanno niente.

Pensate a che cosa significa fare politica (in Italia, vorrei dire, ma e' vero un po' ovunque): mettere assieme una maggioranza di elettori che sono d'accordo su qualcosa.

Sgorbyo ha detto...

Purtroppo le male lingue ;-) commenteranno che ai nostri tempi le ministre per essere assunte fanno solo esami orali.
Il risultato è che non sono poi così brave con i comunicati scritti...

AcarSterminator ha detto...

Questa volta non sono d'accordo, tutto sto macello per la mancanza di un aggettivo tipo "virtuale", "immaginario", etc....

Le belle balle! Non c'è verso di rigirarla in nessun modo. Non ha senso parlare di tunnel, virtuale o meno.
Sarebbe come dire che la luce del sole arriva sulla Terra attraverso un tunnel virtuale. Ma dai, per favore.

Narcolessico ha detto...

Ad "ogni mattina un netrino si alza..." dovrebbe seguire "ogni mattina un *fotone* si alza"... sarò pignolo ma almeno la satira facciamola per bene :p

Elena ha detto...

@Puffolotti
Se il padrone di casa me lo consente, linko il mio "Elogio della pantegana", che mi portò qualche guaio con gli animalisti. Vabbé.
http://it.groups.yahoo.com/group/adottagattiveneto/message/398

spacesurfer ha detto...

@Nicho
Rispondo in ritardo, putroppo ieri non riuscivo a inviare nessun commento.

Dopo aver letto tutti i commenti mi è venuta ho notato una piccola cosa: molti lamentano il fatto che la Sig.ra Gelmini ha fatto l'esame in un posto per un certo motivo o che chiede del grande fratello ai test di ammissione, ma nessuno si chiede come può un avvocato fare il ministro dell'Istruzione e della Ricerca?

Più che altro mi domando come possa fare il ministro, o anche semplicemente avere una qualsiasi carica pubblica, una persona che quando faceva il consigliere comunale (nel 2000) è stata sfiduciata per "manifesta incapacità ed improduttività politica ed organizzativa"...

Rado il Figo ha detto...

E poi, che ca**o di nome è “Ratón Mickey”

Magari la traduzione letterale di "Mickey Mouse", che in italiano sarebbe qualcosa tipo "Topo Michi"?

Epsilon ha detto...

Da Topolino ho imparato tante parole nuove sia da piccolo* che da grande (lo compro tuttora e guai se una delle mie bimbe osa sfiorarne uno).

Guai anche però a prender fischi per fiaschi: mi rammento un giorno di 'nta anni fa; ero in tram con mia madre e dissi "Guarda mamma, quella macchina ha un tetto di zecca" ed allo sguardo spaesato della mia genitrice, insistetti: "Ce n'era uno uguale su Topolino e c'era scritto che era un tetto nuovo di zecca"... d'altra parte sempre in tenera età sentendo parlare di auto da rally ero convinto che fossero in realtà automobili di marca Darelli.

Solamente una quindicina d'anni fa, invece, mi sono imbattuto in una bellissima storia disegnata da Cavazzano (non rammento lo sceneggiatore) e da qualche parte devo ancora averne le immagini passate allo scanner.
C'erano un paio di vignette in essa in cui si prendeva in giro la musica "antica" ed in cui due cantanti in pose buffe intonavano: "Bel pastor, dal cui bel guardo spira foco ond'io tutt'ardo, m'ami tu?", "Sì cor mio", "Com'io desio?", "Si cor mio", "Dimmi quanto?", "Tanto tanto".
L'effetto comico, per me che oltretutto iniziavo già ad essere estimatore del periodo, era semplicemente irresistibile sopratutto sul "Dimmi quanto?", "Tanto tanto"; poi scoprii il libro IX dei madrigali di Monteverdi... http://www.recmusic.org/lieder/get_text.html?TextId=42287
:-)

Comunque, i disegnatori e sceneggiatori italiani di Topolino sono invidiati in tutto il mondo, USA compresi ed hanno anche creato personaggi importanti dell'universo di Topolino (inteso come testata) quali Brigitta, Trudy e Paperinik. Abbastanza attivi, ma un po' più "loffi" se mi consentite, quelli brasiliani (ricordiamo Pennino e Turz**... pardon, Truz).
Quelli che proprio non mi piacciono sono in genere quelli tedeschi e nord-europei.
Ad ogni modo, già prima che prendesse piede l'abitudine di indicare il nome del disegnatore e dello sceneggiatore, la provenienza di tutte le storie era riconoscibile da una piccola sigla inserita nella prima pagina del racconto, come potete vedere qui http://www.afnews.info/wordpress/wp-content/uploads/2011/02/figura3.jpg

* la mia preferita è sempre stata "autoctono" seguita da "trifonìa"
** dove sei finito?!?

Epsilon ha detto...

Scordavo: in parecchie storie di Topolino, soprattutto in quelle italiane, si coglie spesso un'ironia che è inequivocabilmente rivolta ad un pubblico se non proprio adulto per lo meno non imberbe ed ugualmente si possono trovare riferimenti, come nel mio esempio precedente del IX libro dei madrigali di Monteverdi, non immediatamente accessibili a tutti.

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

@spacesurfer
è stata sfiduciata per "manifesta incapacità ed improduttività politica ed organizzativa"...

Quest anon la sapevo. Done l'hai trovata?

Van Fanel ha detto...

[quote-"Elena"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c7192810741826881061"]
@Puffolotti
Se il padrone di casa me lo consente, linko il mio "Elogio della pantegana", che mi portò qualche guaio con gli animalisti. Vabbé.
http://it.groups.yahoo.com/group/adottagattiveneto/message/398
[/quote]

Mah, vorrei capire perché gli animalisti se la siano presa, non mi pare che parli male degli animali... Ma visto che siamo in OT disneyano, mi viene da citarti una frase (che tra l'altro possiamo applicare anche al "caso Giulietto Chiesa"): "Tempo senza querele, tempo di lamentele!"

@puffolottiaccident
Hai ragione, mi cospargo il capo di cenere, del resto la stessa Disney ci insegna che le pantegane sanno fare di tutto, non solo l'alta cucina (Ratatouille, come ci ricorda Elena nel suo articolo) ma anche tenere in ordine la casa (Come d'incanto).
(In realtà stavo scrivendo sorcetto, ho cambiato in pantegana perché pensavo a Bisio)

[quote-"Fry Simpson"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c3658095085939761042"]
MINIGNOR ocoparlatrice arciplusbuona.
comunuffic riportato sbene. rettificare.
[/quote]

La Neolingua è sempre efficace e concisa!

Van Fanel ha detto...

[quote-"martinobri"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c3638190903892707487"]
Però grazie a Topolino ho imparato parole utilissime nella vita di tutti i giorni

E' vero, è quella che io chiamo la strategia di Topolino. Rileggendolo da adulto, mi sono reso conto che il lessico che utilizzano non è da bambini; vi sono effettivamente parole difficili o poco comuni. Non è la Pimpa, per dire.
[/quote]

Più che altro la strategia di Rodolfo Cimino, è soprattutto lui quel ribaldo d'un tapino-tapiro che non scriverà mai "sostituto" se può scrivere "succedaneo"!

p.s. Giù le mani dalla Pimpa o ti mando i miei figli in assetto da battaglia a bordo di un Mezzo Speciale ciminiano! :D

[quote-"martinobri"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c3638190903892707487"]
Posto che gli sceneggiatori sanno fare il loro mestiere, secondo me lo fanno apposta. In questo modo il bambino che legge può, magari chiedendo alla mamma, imparare qualcosa di nuovo.
[/quote]

Il rovescio della medaglia è la mamma disperata che non riesce a trovare su nessun vocabolario i cumbalioni, i catafurgioni...

Joram Rosebringer ha detto...

Giusto per riderci un po'. :oD

http://youtu.be/sK2Yq1irL9I?t=3m29s

P.S.: sorry, ma non so come mettere il collegamento ipertestuale. Prendo il gatto a nove code e mi fustigo per cotanta ignoranza.

Rado il Figo ha detto...

Scordavo: in parecchie storie di Topolino, soprattutto in quelle italiane, si coglie spesso un'ironia che è inequivocabilmente rivolta ad un pubblico se non proprio adulto per lo meno non imberbe

Ricordo infatti in una storia degli anni '70 un inquietante cartello di un manifestante "Paperone Takkagno!", stranamente rimasto inalterato nelle moderne ristampe edulcorate.

PerpliMax ha detto...

@Van Fanel & C
Per non parlare del gangarone e del suo cibo preferito, i manzanilli!

puffolottiaccident ha detto...

Se parliamo di Don Rosa scopriamo che in realtà il favoloso PDP non è di cultura scozzese ma è un friulano.

Il luogo di nascita è la Scozia, ma Don Rosa ci tiene a far sapere che per il carattere si era ispirato a suo nonno Gioacchino.

Billie MacGowan ha detto...

A parte il ministro in sé, a me preoccupa una cosa: ma un gabinetto che si occupi di rettificare e controllare le dichiarazioni pubbliche che fa il ministro non c'è? E se c'è, che sta combinando invece di fare il suo lavoro?

Elena ha detto...

@Billy
Conoscedo come funziona lo staff dei politici, credo che sia stato proprio l'ufficio stampa del Ministro a sbagliare. Certo è grave che la Gelmini abbai assunto dei deficienti e non se ne sia accorta.

Epsilon ha detto...

Per Billie MacGowan

Per esserci il gabinetto c'è ma gli è che qualcheduno l'ha intasato...

Rado il Figo ha detto...

Fra l'altro pare che sia stato pure trovato l'autore materiale del comunicato firmato dalla Gelimini, stipendiato qualcosa tipo 300 milioni di lire annue.

http://www.giornalettismo.com/archives/152179/chi-si-e-inventato-il-tunnel-gelmini/

spacesurfer ha detto...

@Riccardo (D.O.C.)
E' uscita qualche anno fa, l'ho letta in diversi siti tra cui Wikipedia (che ha un link alla Delibera del consiglio comunale n. 33 del 31/03/2000 sul sito del comune di Desenzano del Garda, purtroppo non funziona a causa di un problema col database) e Facebook, in cui ci sono link ad altri siti ma non ad una conferma ufficiale.
So che se ci fosse ancora Accademia mi bacchetterebbe perché non fornisco un link funzionante, comunque mi piacerebbe vedere la delibera per verificare se la frase che ho visto riportata molte volte è corretta.

grAz ha detto...

Vi prego teniamo vivo l'off topic su Topolino! Vi giuro che nel leggere i vostri commenti mi sto commuovendo... (quasi mi consolo di avere come ministro questo ministro e come governo questo governo. Quasi.)

Tanto per buttarla lì, qualcuno leggeva PKNA - Paperinik New Adventures???

grAz ha detto...

[QUOTE]"Tempo senza querele, tempo di lamentele!"[/QUOTE]

Angus... @_@

Van Fanel ha detto...

@grAz
A parte il fatto che ti sei risposto da solo :D guarda qui: in quattro nominiamo i simpaticoni viola. Su un blog che sbufala UFO e cerchi nel grano? Coincidenza? E il famoso scienziato esimio egregio biprofessor tridottor Aleotti sostiene che gli alieni si nutrono di emozioni, altra coincidenza? Noi di Boyager...

@Epsilon
Da Topolino ho imparato tante parole nuove sia da piccolo* che da grande (lo compro tuttora e guai se una delle mie bimbe osa sfiorarne uno).
(...)
in parecchie storie di Topolino, soprattutto in quelle italiane, si coglie spesso un'ironia che è inequivocabilmente rivolta ad un pubblico se non proprio adulto per lo meno non imberbe


Ad esempio è difficile che un bambino conosca I promessi sposi, quindi molte chicche de I promessi topi si capiscono solo in seguito, dopo aver letto il capolavoro manzoniano. Romanzo che - chissà! - forse avrei apprezzato di meno se non avessi letto prima gli spassosi promessi topi!

E tu pensa che alle medie (dico, alle MEDIE) mi dicevano che chi leggeva Topolino era un "bambino infantile" (notare la ridondanza). Al liceo una psico-cosa-ricercatrice sminuiva Topolino e i suoi lettori mentre propinava alle classi il suo "questionario su Dylan Dog" perché "ah, quello sì che è un fumetto adulto/serio/blablablabla" (ovviamente non ho niente contro il mitico indagatore dell'incubo, ma era proprio necessario deridere Topolino?). Poi ovviamente c'è mia moglie ma di questo già sapete ;)

vinceroma29 ha detto...

Personalmente non mi stupisce (quasi) più niente. E sempre personalmente ritengo che la colpa maggiore ce l’abbia la gente, che sceglie certi rappresentanti … e se li tiene pure! Qualcuno, andando ben oltre, sostiene che IL SUFFRAGIO UNIVERSALE E’ LETALE! E che ci sono tuttavia non 1 ma 2 soluzioni… Quali? Eccovele: http://mondocineroma.wordpress.com/2011/09/28/il-suffragio-universale-%E2%80%A6-e%E2%80%99-letale-le-soluzioni-patentno-per-votare-%E2%80%A6-o-%E2%80%A6-voti-con-peso-differente/

Rado il Figo ha detto...

per Van Fanel (a proposito: è per il personaggio dei Cieli di Escaflowne?)
mio Dio! non puoi citare come parodia dei Promessi Sposi i Promessi Topi! Sacrilegio! Vuoi metterla coi Promessi Paperi, disegnata da Giulio Chierchini, con personaggi della risma di Paperenza Strafalcino, il cugino Gastolo, il Mescola Intrugli, i Bravotti, don Cicciondio e l'episodio in cui "scoppiarono le poste a Milano" a causa delle missive lì accatastatasi!
Quanto alla psicocosa da te citata... vabbe', Dylan Dog fumetto "serio ed adulto" (tecnicamente fatto bene, sul punto nulla da obiettare, ma per il resto...)

a vinceroma29:
però non è che i ministri solo scelti dagli elettori né questi ultimi possono rimuoverli. Capisco i parlamentari, per quanto col sistema attuale si vota una serie di nomi preconfezionata, ma per i rappresentanti del governo c'è poco da fare.

Epsilon ha detto...

Van Fanel dixit:
" Poi ovviamente c'è mia moglie ma di questo già sapete"

Eh, se ne sappiamo tutti di cose su tua moglie
:-)

Mi sono permesso solo perché se mi rispondi piccato: "Come ti permetti?!? Che, abbiamo mai cenato insieme io e te?" io posso onestamente replicare "Sì" :-)

Van Fanel ha detto...

@Rado:
a proposito: è per il personaggio dei Cieli di Escaflowne?)

certo, chi altri?

@sempre Rado:
mio Dio! non puoi citare come parodia dei Promessi Sposi i Promessi Topi! Sacrilegio! Vuoi metterla coi Promessi Paperi, disegnata da Giulio Chierchini, con personaggi della risma di Paperenza Strafalcino, il cugino Gastolo, il Mescola Intrugli, i Bravotti, don Cicciondio e l'episodio in cui "scoppiarono le poste a Milano" a causa delle missive lì accatastatasi

hihi... anzi IGH IGH IGH... ci avrei scommesso che arrivava una risposta del genere! ma vedi, i Promessi Paperi sono fuori dalla mia "finestra temporale" (vedi sopra), li ho letti "tardi", in una ristampa, e una volta sola, così non li ho mai apprezzati come apprezzo i Promessi Topi.
Ti capisco però: anch'io mi stupisco che esista qualcuno che preferisce la trilogia prequel di Guerre Stellari alla trilogia classica (e qui si rischia un altro OT mostruoso)...

@Epsilon: LOL! Ma la prossima volta mi sa che viene anche mia moglie!

Gero ha detto...

Il portavoce del ministro Gelmini si è dimesso!!!

http://tinyurl.com/3zbjemg

[the blogger formerly known as ǚşå÷₣ŗẻễ] ha detto...

http://www.ilpost.it/2011/09/29/zennaro-gelmini-dimissioni/

Sì è dimesso solo da portavoce, a quanto pare :D

Elena ha detto...

volendone parlar bene, è un bell'uomo.

Adriano Esposito ha detto...

Si è dimesso il portavoce:

http://www.giornalettismo.com/archives/153137/tunnel-gelmini-si-dimette-il-portavoce

RagazzaAcidella ha detto...

@ Epsilon
Epsilon ha commentato:
Eh, se ne sappiamo tutti di cose su tua moglie
:-)

Va beh che c'è la faccina sorridente... ma non puoi dire queste cose a mio marito, che poi si insospettisce! :)
E comunque sì, alla prossima cena verrò anche io, non si sa mai!

Verzasoft ha detto...

Chierchini?????

BBRRRRRRRRRRRRRRR

Spero non disegni mai più niente. Tra lui, pastrovicchio, asteriti e qualcun'altro di cui ho rimosso, mi stanno facendo odiare sempre di più il topo!

Pure la ziche ultimamente comincia a starmi sulle balle...

martinobri ha detto...

volendone parlar bene

Dobbiamo proprio?

:-)

Stupidocane, fiero sbufalatore ha detto...

Ah, s'è dimesso il portavoce...

Questo è ciò che succede quando un ministro ha la faccia come il Coulomb.

Van Fanel ha detto...

[quote-"Verzasoft"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c326479682247661546"]
Chierchini?????

BBRRRRRRRRRRRRRRR

Spero non disegni mai più niente. Tra lui, pastrovicchio, asteriti e qualcun'altro di cui ho rimosso, mi stanno facendo odiare sempre di più il topo!

Pure la ziche ultimamente comincia a starmi sulle balle...
[/quote]

Uh, qui altro che flame religioso!
Sono davvero così peggiorati? La mia finestra temporale (se la mia scarsa memoria non mi inganna) va approssimativamente da qui a qui (con buchi ogni tanto), del "prima" ho letto solo qualche ristampa e del "dopo" so pochissimo...

Ma aggiungiamo benzina: un personaggio di Kierkini ke ho sempre odiato è Little Gum, antipatiko prekursore dei bimbominkia nell'era pre-SMS, patetiko emulo di Eta Beta (parla strano? check! Tira fuori oggetti dal niente? check!).
A parte questo la tecnica del colore di Chierchini mi ha sempre affascinato. E da buon genovese mi chiedo se la storia della mia città sarebbe stata diversa se il pesto all'ERBA GATTA di Paperin Pestello avesse avuto successo! :D

[quote-"Stupidocane, fiero sbufalatore"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/la-gelmini-e-il-tunnel-da-730-km-epic.html#c3077533096674588215"]
Ah, s'è dimesso il portavoce...

Questo è ciò che succede quando un ministro ha la faccia come il Coulomb.
[/quote]

LOL mi hai fatto pensare a questo!

Rado il Figo ha detto...

Asteriti e Chierchini fanno odiare la produzione Disney italiana?!? Fra l'altro stiamo parlando, al contrario di Pastrovicchio (ma anche lui genera repulsione?), di due delle più vecchie matite italiane.

Oddio, concordo, anzi konkordo su Little Gum, ma credo che le migliori diatribe fra Paperino e Anacleto (Mitraglia? Faina?) siano tutte frutto del disegnatore genovese, mentre di Asteriti ho sempre apprezzato il segno tondeggiante, anche se sulle proporzioni a volte lascia a desiderare.

Se mi avessi parlato di Intini, avrei capito, ma dei tre citati...

granmarfone ha detto...

Mi sembra degno di nota il commento di Gramellini, nello specifico e anche in generale.

Rado il Figo ha detto...

Mi sembra degno di nota il commento di Gramellini, nello specifico e anche in generale.

Insomma: a meno che non fosse ironico (ma mi è sfuggito il tono) cosa voleva dire? Che uno stipendiato a 300 milioni lordi di lire all'anno per fare un lavoro a tempo pieno dev'essere scusato se commette errori pacchiani?

Joram Rosebringer ha detto...

Bel commento di Gramellini sulla faccenda, soffermandosi anche sulla situazione dei ricercatori italiani del Gran Sasso.

http://youtu.be/LPNzoiiMW8Q?t=5m35s

P.S.: come sempre chiedo venia per non saper inserire un collegamento ipertestuale.

Epsilon ha detto...

Pastrovicchio, ed Intini mi piacciono abbastanza; Chierchini un filo meno.
Non chiedetemi perchè ma il mio subconscio associa invece le tavole di Asteriti al Gorgonzola (quello fresco) ma mentre il secondo lo apprezzo a tavola, il primo su Topolino non tanto.
Non mi piaceva nemmeno quel disegnatore degli anni '70 che "slungava" i personaggi (prima di generare flame non intendo i fantasmi ed i mostri di Scarpa).
Paperino Paperotto è stata una delle novità migliori degli ultimi dieci anni; mi fan cadere le braccia invece le storie di Qui Quo Qua disegnate e sceneggiate stile blog.
Possibile però che solo a me facciano cadere altro che le braccia le storie disegnate e sceneggiate in Nord Europa?

Epsilon ha detto...

RagazzaAcidella dixit:
"E comunque sì, alla prossima cena verrò anche io, non si sa mai!"

Di bene in meglio! Così potrò, in tutta onestà, asserire di essere uscito a cena con la moglie di Van Fanel...
:-)

Verzasoft ha detto...

essendo le piu' vecchie spero anche non manchi molto alla pensione...
le mie critiche?
chierchini è spigoloso, tetro, poco coincidente con il "canone" imposto da cavazzano. qualcuno salta? volùte, esplosioni e deformazioni. qualcuno sbeffeggia un'altro? posa da geroglifico e faccia alienata. insomma, a me sembra il diesgno di un bambino di due anni. senza contare che le sceneggiature che gli passano sono senza senso. mi ricorda molto l'ORRIDO andersen o comesichiama, insomma il nordico degli ultimi tempi (e anche lì soggetti totalmente sfasati col carattere italiano dei personaggi, surreali, estremi, grotteschi).
per asteriti, a parte che disegna solo topi, ma il suo disegno è troppo incasinato! horror vacui a manetta eh?? puntini, tondini, cicciottine, pì pò e pà... ohè, esistono anche le linee rette eh! almeno se disegni una casa cribbio (cit.)

al contrario intini e faccini me gustan assai. pulito, sintetico, chiaro.
ovviamente cavazzano è il dio in terra e non ci piove (attendo insulti).

oui, c'est moi ha detto...

Insomma: a meno che non fosse ironico
Io penso che lo sia.
E sia qual che sia o "lascia che sia tutto così
e il vento volava sul tuo foulard" ... :-)

granmarfone ha detto...

@ Rado il Figo
a meno che non fosse ironico (ma mi è sfuggito il tono) cosa voleva dire? Che uno stipendiato a 300 milioni lordi di lire all'anno per fare un lavoro a tempo pieno dev'essere scusato se commette errori pacchiani?

Io sono riuscito a cogliere solo toni ironici rivolti al funzionario e ironicamente amareggiati per gli amministratori politici; non assoluzioni.

Apagacoca ha detto...

Grave incidente nel tunnel Ginevra-Gran Sasso

Joram Rosebringer ha detto...

Altro link divertente. :o)

http://www.youtube.com/watch?v=FcUDjxXu0pc

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 223   Nuovi› Più recenti»