skip to main | skip to sidebar
35 commenti

Panico: Facebook ha dato le chiavi al Ministero degli Interni. Ma è una vecchia bufala

“Facebook: il ministero degli Interni ha ottenuto le chiavi per entrare nei profili”. Titolone da panico, sbandierato da vari blog e dalla pagina ufficiale di Vasco Rossi (come nota Faceblog) come se fosse una novità totale.

Ma una rapida invocazione di San Google, che qualunque aspirante blogger-giornalista avrebbe potuto fare prima di rigurgitare l'ennesima bufala paranoica, rivela che il testo dell'articolo è non solo rubato (a L'Espresso, per la precisione), ma è anche vecchio. Risale a ottobre del 2010. Ne avevo parlato qui, linkando anche la smentita e la risposta della Polizia Postale.

Ovviamente ognuno è libero di non credere alle smentite della Polizia Postale e fidarsi invece di un blogger anonimo o di Vasco Rossi. Ma in ogni caso sarebbe magari opportuno chiedersi se non sia un tantinello da ingenui sovversivi della domenica fidarsi delle promesse di privacy di Facebook e pubblicare su un social network qualcosa che potrebbe far gola agli inquirenti.

Per dirla com'è, che son di fretta: con o senza intercettazioni o chiavi ministeriali per entrare nei profili, postare qualcosa su Facebook e presumere che resti privato è semplicemente idiota.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (35)
Mi ricordo male io, o vi fu chi si stupì di quando la polizia di Sua Maestà incarcerò alcuni teppisti che - nel mezzo della rivolta- misero in rete il filmato in cui rubavano delle scarpe di marca?
O di quello che faceva i trecento e venti sull'autostrada in moto?
Me la vedo proprio la Cancellieri che scliccazza su Facebook! :->
Ne parla anche Fabio Chiusi qui:

http://ilnichilista.com/2012/10/16/la-disinformazione-di-spidertruman-sugli-spioni-su-facebook/
Nell'articolo-spazzatura di Spidertruman si parla di ... provvedimenti contro i writer del vicesindaco di Milano De Corato ...
Per esempio parlerei di Livorno - Spezia 1-5 risultato over 3.5 anticipato su facebook da una pagina francese. Ma secondo voi la polizia postale non ci ha messo l'occhio?
purtroppo, con la disinformazione (e la non volontà di pensare delle persone) presente nel mondo, questi allarmismi avranno sempre più audience!
non dico che le persone siano stupide, ma che non hanno la minima voglia di pensare e fanno tutto quello che si trovano scritto sul monitor con parole abbasstanza convincenti..
se ci si pensa è un po' come se mi trovassi sulla macchina un foglietto con scritto "sei stato beccato, per continuare a poter guidare devi pagare 100€ oppure il motore prenderà fuoco".
[quote-"Locomotiva"-"/2012/10/panico-facebook-ha-dato-le-chiavi-al.html#c9127044810501667344"]
Mi ricordo male io, o vi fu chi si stupì di quando la polizia di Sua Maestà incarcerò alcuni teppisti che - nel mezzo della rivolta- misero in rete il filmato in cui rubavano delle scarpe di marca?
O di quello che faceva i trecento e venti sull'autostrada in moto?
[/quote]

se pubblichi un video in cui commetti un reato (e lo rendi pubblico).. è normale che ti vengano a prendere!!!
Salve sono il Ministero degli Interni e dopo Facebook, ho ottenuto anche le password di Google....buah buah buah
quando succedono queste cose mi chiedo sempre perché i "giornalisti" siano bravissimi a interpellare l'oracolo google per copiare un articolo ma non altrettanto bravi a farlo per cercare fonti, conferme o smentite...
Avete letto questa?
http://it.notizie.yahoo.com/blog/the-newsroom/virus-piu-letale-al-mondo-potrebbe-ucciderci-in-cinque-anni.html
Avete letto questa?

http://attivissimo.blogspot.com.es/2012/10/panico-facebook-ha-dato-le-chiavi-al.html
Scusate volevo dire questa del virus che tra 5 anni annienterebbe l'umanià:

http://it.notizie.yahoo.com/blog/the-newsroom/virus-piu-letale-al-mondo-potrebbe-ucciderci-in-cinque-anni.html
Quale macchietta userebbe Facebook come database per schedare la gente? Nessun dato è stato verificato, tutto è facoltativo. Potenza della paranoia.
Mario,

considerando il livello del GAT (chi se lo ricorda il vecchio sito? HUAHUAHUAHUAHUAHUAHUA) mi sa che no... neanche se glielo avessero detto di persona
Perché ho sempre più voglia di uscire da FB (mi frena una sorta di perverso voyeurismo, come quando leggo Novella 2000 dalla parrucchiera), mentre continuo a cercare il tasto "Mi piace" sui commenti del Disinformatico?

P.S. Il Mi piace è per te, IgorB
CHI SE NE FREGA
Proprio adesso ho finito di rispondere all'admin di un gruppo su fb che ha pubblicato questa bufala.
Per lui pubblicarla serve solo a far svegliare la gente e non crede alla smentita di Paolo perchè ha una mail con topone...
Gli ho detto che come argomentazione per controbattere è un po' poco e che così si mette sullo stesso piano di Sallusti e di tutti giornalisti che tanto distima
Ma lo sapete qual è la cosa più bella? Il COME è scritto il tutto. Non si bada nemmeno alla sintassi o alla forma di quello che dovrebbe essere un messaggio ufficiale, ma che invece riporta "Siete tutti vivamente consigliati". Come no, manca solo "Scendi il cane che lo piscio"...
Perché la gente è così rimbambita? Ormai si cuccano qualsiasi stupidaggine che giri su Facebook, eppure basterebbe fare 2+2, una volta ogni tanto..
Però pare che il comunicato sia pubblicato sul sito della polizia di stato..

http://www.poliziadistato.it/articolo/20060/

Uhhh....il Ministero degli interni ha già le "chiavi" di Facebook, qualunque cosa esse siano.

Si chiama mandato di sequestro.
Realisticamente, secondo voi quanti secondi impiegherebbero ad ottenerlo se ne avessero voglia o necessità?
Oppure pensate che facebook non si piegherebbe a dare il mio indirizzo di casa, quello dei genitori di mia moglie e anche quello di vostra nonna, ottenuto dai log degli IP di quella volta che vi siete collegati da casa sua nel febbraio del 2003 per soli 15 secondi perché vi siete seduti sul cellulare, non appena sentisse anche solo *l'odore* di un rischio simile?
E' incredibile come quello che tu consideravi una persona intelligente, Facebook ti ha fatto capire che in realtà non lo era.
Le notizie più incredibili e strepitose riescono a rimbalzare di una velocità supersonica.
Non oso immaginare quanti siano allora quelli che cliccano sui banner che promettono guadagni di minimo 500 euro al giorno.
Prima di ripetere come un pappagallo non sarebbe meglio controllare la veridicità di queste cose ?
Grazie a San Google ma anche a San Paolo !
solito popolo facebookiano paraocchi..
La cosa che continua a farmi sorridere, è che i FESSI (non trovo parola più appropriata di questa) che pubblicano questi appelli sono gli stessi che si ritrovano con 3-4-500 contatti di cui, ovviamente, ne conoscono personalmente una manciata.
Tra questi contatti vi sono perfetti sconosciuti, fake (perchè fa figo avere tra gli amici modelle dal nome russo o personaggi come "Jack Daniels"), personaggi famosi che ovviamente non sono loro, associazioni di qualsiasi tipo, partiti politici e chi più ne ha più ne metta...

Io stesso sono imbarazzato se penso di quante persone (che non ho mai visto di persona) conosco l'indirizzo esatto, conosco il nome, l'età e il volto dei loro figli, la fede politica e religiosa, le opinioni riguardo gli omosessuali e gli extracomunitari. So anche in quale periodo dell'anno se ne vanno in vacanza (dato che hanno la premura di fare il countdown nei loro status) lasciando la casa deserta e incustodita. E la domenica, posso apere quanti di loro si sono ubriacati la sera prima, nonostante non avessero nessuno che potesse guidare loro (e sono gli stessi che poi urlare la loro rabbia contro il rumeno di turno che guida ubriaco e ammazza qualcuno).
E non ho dovuto fare assolutamente niente.
intanto è nata la contro-catena:
ATTENZIONE: IL MINISTRO DEGLI INTERNI DELLA LAPPONIA HA OTTENUTO DI POTER ENTRARE NEI NOSTRI PROFILI FACEBOOK PER FAR SAPERE A SANTA CLAUS SE FACCIAMO I CATTIVI!
Copiate e incollate questo messaggio sulla vostra bacheca. Io sottoscritto, tipo che dopo 10 anni di internet non riconosco ancora una bufala e nemmeno mi sforzo di cercare su google, dichiaro quanto segue: non acconsento che Babbo Natale, la befana, gli humpa lumpa, l'fbi ed il governo del regno di Frascati mi spiino il profilo Facebook al fine di evincere da esso che sono brutto e cattivo. Se entrate nel profilo senza il mio permesso è "toppa", quindi non vale e sette e mezzo a chi ci entra. Allo stesso modo vieto l'utilizzo delle mie foto al bagno, dei miei commenti, dei miei pensieri più reconditi e dei miei calzini. Divieti precedenti si applicano anche a Maria De Filippi e a topo Gigio . La violazione della mia privacy è punita dalla legge xzs-123 stella-777 di televideo.
Siete tutti mortalmente consigliati di pubblicare questo coso buffo sul vostro profilo, altrimenti autorizzerete quella stronza di Samara ad uscire dal pozzo e a farvi un mazzo tanto tramite VHS, DVD E BLUERAY (si è modernizzata).
... Samara ad uscire dal pozzo e a farvi un mazzo tanto tramite VHS, DVD E BLUERAY (si è modernizzata).

Non troppo a quanto pare. Basta un Divx e la Samara s'ammoscia...
Ultimamente sta girando su facebook la storia che i gatti nei verrebbero uccisi in gran numero durante Halloween. La notizia è riportata anche nel Corriere: http://www.corriere.it/animali/07_ottobre_08/halloween_strage_gatti_neri.shtml

Mi puzza molto di bufala. E' la prima volta che sento una cosa del genere.
Per chi no ssè magnagato:
succede solo se nevica.
Vi è conferma se dopo una settimana qualcuno fa la polenta.
Abbondante.
E invita amici a cena.
…e comunque, così tanto per rompere un po', non è il ministero deGLI INTERNI, ma il ministero deLL'INTERNO…
A me pare che questa faccenda sia un gioco di equivoci, in cui siccome si fanno delle affermazioni imprecise tutti hanno ragione. Bisognerebbe invece non essere superficiali.
Può la polizia leggere le chat e i pm senza mandato? NO
Possono leggere e archiviare i post pubblici? SI'
Possono leggere e archiviare i post privati? NO, però vedi dopo.
Può fb controllare i contenuti pubblicati da un utente e se si presenta il caso comunicarlo alla polizia? SI'
Può la polizia con false identità infiltrarsi in gruppi sospetti o chiedere l'amicizia a un utente al fine di visionare i suoi contenuti? SI'
Può la polizia profilare una persona, anche non indagata, per mezzo delle informazioni dalla stessa rese disponibili o carpite con qualche strumento di social engineering? SI'

In conclusione, possiamo trarre due conclusioni contrastanti. Da un lato, le forze dell'ordine sono tenute a rispettare e probabilmente rispettano le informazioni che gli utenti vogliono mantenere circoscritte a una cerchia di amici. Dall'altra i social network sono diventati comunque un formidabile strumento d'indagine e prevenzione. Pensate a un hooligan, una volta l'investigatore doveva andare sotto casa, suonare al campanello o chiedere ai vicini, ora probabilmente sarà lo stesso sorvegliato a scrivere in rete cos'ha fatto ieri e dove andrà domani!
Probabilmente ci sono molti profili su FB di sensuali ragazze e/o elementi paracriminali che in realta' appartengono ad agenti delle forze dell'ordine in attesa di acchiappare il primo fesso che ci casca.

Un aspetto utile di FB e' che fornisce prove preconfezionate dei crimini di tanti vandali et similia abbastanza imbecilli da pubblicare i video delle loro prodezze.

Per la privacy... le forze dell'ordine possono accedere (si, solo con mandato, ahahah) ai registri dei provider internet dove viene conservato ogni singolo byte di traffico. Non serve altro per mettervi nei guai.
A me la cosa che ha stupito è proprio vedere l'appello ri-pubblicato da persone che considero avere una cultura medio alta. Devo ammettere che un po' mi sono cascate le braccia (non tanto da cancellare amici eh, solo stupore). Addirittura mi sono dovuto rileggere l'appello per accertarmi di non essere io in errore, per dire. Per altro non si capisce bene come, immedesimandosi anche in una mente con paranoia dilagante, ci si possa convincere che un testo possa bloccare l'intrusione di un ente come la polizia o di chiunque (è un po' con le dovute proporzioni come se io volessi fermare un ladro appendendo un cartello "vietato ai ladri" sulla porta di casa). Misteri su cui avrebbero dovuto indagare Ruggeri e Voyager.

Poi non ci possiamo stupire se geologi -notizia di oggi su corriere, prendetela com'è, data la fonte - http://www.corriere.it/cronache/12_ottobre_22/sentenza-grandi-rischi_a6f15a5e-1c59-11e2-b6da-b1ba2a76be41.shtml - , condannino per "omicidio e lesioni" geologi per aver rassicurato la popolazione aquilana durante lo sciame sismico che precedette il terremoto più forte. Omicidio e lesioni, ahahah. La natura scagionata da ogni accusa, dunque. Del resto è sempre così buona con noi, il sole, il mare, i fichi d'india... :D



https://www.facebook.com/records
io so solo che si sono creati molti movimenti, gruppi a favore delle intercettazioni dopo le polemiche del ex-premier.
Intercettateci tutti si diceva....
Ora che c'è un sentore (finto) che le FFOO guardino il vostro profilo parte il DRAMMA.... :-)
[quote-"Mu Ho"-"/2012/10/panico-facebook-ha-dato-le-chiavi-al.html#c3003417279845355953"]
A me la cosa che ha stupito è proprio vedere l'appello ri-pubblicato da persone che considero avere una cultura medio alta. Devo ammettere che un po' mi sono cascate le braccia (non tanto da cancellare amici eh, solo stupore). Addirittura mi sono dovuto rileggere l'appello per accertarmi di non essere io in errore, per dire. Per altro non si capisce bene come, immedesimandosi anche in una mente con paranoia dilagante, ci si possa convincere che un testo possa bloccare l'intrusione di un ente come la polizia o di chiunque (è un po' con le dovute proporzioni come se io volessi fermare un ladro appendendo un cartello "vietato ai ladri" sulla porta di casa.[/quote]

Perchè davanti al terrore del big brother, la gente si rende conto, più o meno consapevolmente, che la storia del "non ho niente da nascondere" è una leggenda metropolitana.
TUTTI abbiamo qualcosa da nascondere. Non necessariamente si tratta di informazioni scabrose, comportamenti illegali o roba di cui ci si dovrebbe vergognare; semplicemente si tratta di informazioni private e che vorremmo rimanessero tali. Punto. A questo aspetto, si somma il tipico atteggiamento dell' "attivista da tastiera" che pensa di ottenere qualsiasi qualcosa a colpi di click o di copia-incolla.

E' più o meno simle all'esempio che hai fatto tu nel tuo commento. Una persona normale che tiene spalancata la finestra del proprio soggiorno, nel momento in cui si accorge che qualcuno potrebbe guardarci dentro, va a chiuderla e tira le tende.
L'utente medio di FB, non solo spalanca la finestra che dà sulla strada, ma lo fa apposta per far vedere a chi sta fuori quanto è bello il suo soggiorno. Non gliene frega nulla che si tratti di perfetti sconosciuti: l'importante è sperare di vedere in loro sguardi di ammirazione o di invidia. Poi, quando qualcuno gli fa notare che tra i passanti potrebbe esserci qualche malintenzionato, anzichè alzarsi e chiudere la finestra (troppo faticoso) preferisce rimanere seduto in poltrona a fare "no no" col ditino pensando che sia sufficiente.
"Per dirla com'è, che son di fretta: con o senza intercettazioni o chiavi ministeriali per entrare nei profili, postare qualcosa su Facebook e presumere che resti privato è semplicemente idiota."

Questo l'utente medio di faccialibro ancora non l'ha capito, figuriamoci poi certi complottisti dal fare poco educato.