skip to main | skip to sidebar
23 commenti

Windows 10 tenta di installarsi a forza? Errore di Microsoft

Da qualche giorno numerosi utenti di Windows 7 e 8 segnalano che Windows 10 tenta di installarsi nonostante gli abbiano detto di non farlo.

L'aggiornamento a Windows 10 è gratuito per gli utenti che hanno già una regolare licenza dei Windows precedenti e lo adottano entro l'anno dal debutto (quindi entro luglio 2016), ma in alcuni casi gli utenti non vogliono o non possono passare al nuovo sistema operativo, per esempio perché hanno dispositivi o applicazioni non recenti che non sono gestibili da Windows 10.

In alcuni casi Windows 10 non solo viene scaricato automaticamente ma viene anche incluso in Windows Update come aggiornamento “facoltativo” che è già selezionato e attivato. Chi non si accorge di questa preselezione e preattivazione potrebbe trovarsi Windows 10 installato al posto del Windows precedente, con il rischio di problemi che ne consegue.

Microsoft ha dichiarato che questa situazione è dovuta a un errore: “...l'aggiornamento a Windows 10 può comparire come aggiornamento facoltativo nel pannello di controllo di Windows Update... nell'aggiornamento recente di Windows quest'opzione è stata resa attiva per impostazione predefinita: si è trattato di un errore e stiamo togliendo l'attivazione.”

Considerato che con Windows 10 Microsoft ha abbracciato l'idea che gli aggiornamenti debbano essere installati automaticamente, in modo da obbligare gli utenti a turare le falle di sicurezza man mano che vengono corrette, sarebbe forse auspicabile che certi errori non accadessero.


Fonti: The Register, Ars Technica.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (23)
Più che il 'tenta di installarsi a forza' ho riscontrato un 'propone di aggiornarti anche se la tua macchina non lo supporta'.

Il rompiballe ormai noto è il GWX.exe, non suggerisco di disinstallarlo perchè poi vi si ripropone come la peperonata ad ogni successivo Windows Update. La cosa migliore per evitare l'assillo è creare una chiave con un dword nel registro di Windows. Andate nel registro (Win-r, regedit, invio), navigate su HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows\ , create una chiave 'Gwx', all'interno di essa create un dword 'DisableGwx' e assegnategli un valore 1. Fine dell'assillo.

Se però avete una licenza valida di Windows 7 / Windows 8/8.1 , vi suggerisco caldamente, a meno che non abbiate problemi di compatibilità col vostro software, di passare a Windows 10 entro il 28/7/2016 in quanto è gratuito: potete fare una migrazione guidata e conservare sia le vostre app che i vostri dati.

Nel caso vogliate fare fare un'installazione da zero, Microsoft vi offre lo scaricamento gratuito delle iso di installazione, avviabili sia da cd che da usb, ma in quel caso dovete acquistare un product key originale Windows 10 (in ogni caso potete installare senza fornire il product key e avrete Windows 10 valido per 30 giorni).
...e due... Mamma microfrost sbaglia un po' spesso sul fronte aggiornamenti in questo periodo...
@Stepan
peccato che non tutti vogliano un sistema operativo orientato ai tablet su un computer... :P
Ma non è così. Windows 10 non è "orientato ai tablet" a meno che non ne abbiate uno. A dire il vero nemmeno Windows 8 con un paio di impostazioni modificate lo era. Se proprio voglio trovare difetti all'interfaccia, c'è da dire che per la parte del pannello di controllo sembra incompleta, ci sono due pannelli, uno identico a quello di w7 (e 8) e l'altro simile ad una interfaccia web che fa meno cose.
@Guido Pisano

Windows 10 non è (solo) più orientato ai tablet. Ti confondi con Win8.1
Windows 10 è un ottimo sistema operativo desktop che, pur con tutto il pesante bagaglio dei passati SO Microsoft, funziona molto bene e svolge egregiamente il suo lavoro, scattante, flessibile, stabile. Se si ha un tablet si adatta a tale periferica.

Merita una prova e - se posso consigliare - partendo da una installazione from scratch in modo da usare il sistema al massimo del suo potenziale, senza trascinarsi dietro problemi di migrazione.

My2¢
@Enrico e Lupo
guardate sono gia' abbastanza sdegnato da gnome3 e debian 7/8 - probabilmente sto invecchiando (male) - per cui riesco a trovarmi a mio agio solo con slack + xfce - e quindi non ritengo che nessuna di queste soluzioni "web 2.0" che fanno tanto figo ma poco usabili meritino una prova ne' il tempo perso ad installarlo e quello perso per distruggere fisicamente l'hdd dopo che e' stato contaminato...
Alcuni miei amici che hanno installato windows 10 hanno avuto e hanno una vagonata di problemi. Dal touchpad che non funziona più a problemi di risoluzione del monitor, fino a loop infiniti del sistema (si dice così vero?).

credo che mi terrò stretto il mio windows 7.
Prima però dovrò eliminare i 5 gb di non so cosa che mi ritrovo in una misteriosa cartella di windows, dopo aver richiesto il passaggio a windows 10.

Mi permetto di dubitare della buona fede di Microsoft, non fosse altro che è la terza volta che mi ritrovo l'icona in basso a destra che mi consiglia caldamente di passare a windows 10. Ovviamente dopo averla disinstallata e disabilitata. Anche il modo per NON avere Win 10 mi lascia qualche perplessità. Non credo sia difficile introdurre un flag, facilmente accessibile, con su scritto "Non voglio Win 10 sul mio sistema, non chiedermelo più." L'insistenza è quanto meno sospetta.

Qui alcune info per non avere Win 10:

https://ilcomizietto.wordpress.com/2015/10/10/windows-il-prodotto-sei-tu-3/
e debian 7/8 non sia mai che qualcuno intenda una versione di Debian di poco inferiore alla 1.0...
Io ho avuto molti più problemi con l'installazione da zero rispetto all'aggiornamento. L'unico danno grosso l'ho fatto io seguendo delle istruzioni che poi ho scoperto riferite alla versione RTM.
Una cosa che è un problema serio pero' è la funzione di ricerca in Start, che NON trova le applicazioni nel menù. Per eliminare i file di installazione di W10 inutilizzati ci sono un paio di guide proprio su questo blog. Di base devi nascondere l'aggiornamento e poi utilizzare lo strumento Pulizia Disco come amministratore per rimuovere il download.

Tra l'altro trovo buffissimo che ci si lamenti di problemi di risoluzione del monitor (che basta installare i driver aggiornati e si risolvono) quando ho Debian bloccato a 800x600 perché non riconosce la scheda grafica :p

Per chi ha eventualmente avuto problemi coi driver audio Realtek il workaround è stupidissimo: eliminare i driver proprietari Realtek e lasciare quelli standard di Windows.
@Guido

Boh per carità sono più che d'accordo. Il mio era solo un appunto sul fatto che win10 non è orientato ai tablet; io l'ho provato per curiosità via bootcamp sul Mac; tempo 20gg e mi è passata la poesia e ho cancellato tutto.
Slack + xfce è (per me) ai limiti dell'integralismo. Uso Ubuntu sempre in bootcamp e gli sto dando sempre più attenzione date le ultime politiche di mamma Apple.
Domanda: su Slack dici che ti trovi un ambiente più usabile ma - con esclusione del comparto office ben coperto da LibreOffice - la parte foto, video e audio come la gestisci?
Grazie se mi vorrai rispondere
@Enrico
Slack + xfce è (per me) ai limiti dell'integralismo
quell' "ai limiti" mi ha fatto sorridere nel senso di piu' scarno c'e' solo fvwm :D
beh innanzitutto il porcatile con slack e' una macchina di sviluppo/ammministrazione quindi mi serve principalmente per eclipse e shell
comunque se di qualcosa hai i sorgenti lo puoi avere anche per slack, quindi teoricamente puoi usare tutto quello che ti pare se hai voglia di compilare...
Se non c'hai voglia si trova comunque una tranata di roba che qualcuno ha compilato per te per le varie versioni di slack (cosa che nella filosofia slack andrebbe evitato se no avrebbero messo su un repository ufficiale come imbuto)
quello che uso su i miei pc e' lo stesso a prescindere dal sistema operativo: vlc per i video evolution/tb per la posta
opera/icewesael per il browsing. Editing foto non ne faccio.
@Lupo
dipende dalla scheda video, ma ati e nvidia rilasciano i driver anche per linux.
Lasciando perdere il fatto che sulla mia slack funzionano meglio i generici (la ati fa ottime schede video ma quanto a driver parliamone)... non so di che produttore e' la tua scheda video ma mi pare difficile che tu non riesca a trovare un driver. Per debian poi...
@Lupo
riferite alla versione RTM
che differenza c'e' con la RTFM? :D
@Guido

Non me la sento per adesso di provare Slack, non ho tanto tempo da dedicargli. Magari quando avrò completato il passaggio a Ubuntu e avrò un termine di riferimento potrò dargli un'occhiata interessata. Giusto per sintetizzare il mio percorso ho provato Kubuntu (molto bello) ma ho preferito Ubuntu per la leggerezza dell'interfaccia che è anche più funzionale.
In fin dei conti devo sostituire OSX e non posso passare dalla sua intuitività alla compilazione dei sorgenti di botto e prima di tutto devo trovare una soluzione per la gestione delle foto e dei video (sia catalogazione che editing/montaggio). Da buon padre di famiglia ho un pacco di foto e video dei bimbi che devo rendere fruibili.

Grazie delle dritte.

Una F :) RTM -> Ready To Manufacture

In effetti avessi applicato RTFM mi sarei risparmiato una formattazione.
@Enrico, Guido e Lupo: su laptop Asus mi trovo benissimo con Linux Mint Cinnamon, e la consiglio a chi vuole migrare da windows (inizialmente è piuttosto simile e facile da installare), mentre gli altri o laggano (DE unity di Ubuntu) o perdono le configurazioni (xubuntu e kubuntu).
Poi su altri PC magari è vero il contrario, è solo esperienza personale...
@rico
un mio amico user friendly di mint me ne ha parlato dicendo che e' come avrebbe dovuto essere imbuto (e di mate come la vera evoluzione di gnome 2)
Ogni volta che installo linux sul mio laptop non funziona una cosa diversa: o è l'audio, il display non viene riconosciuto, o il lettore di SD-Card, o la firewire. Tra l'altro non ho trovato UNA distro che riuscisse a farla funzionare (uso ancora quel laptop solo perché ha la firewire che uso ogni tanto con la videocamera).
Errore? Ahah, come no, da un'azienda pluripregiudicata come Microsoft c'è da aspettarsi qualsiasi cosa, tipo ""errori"" come questo.
Sanno benissimo che un'abbondante fetta del mercato non ha interesse, per un motivo o per l'altro, a passare a Windows 10 e quindi cercano di spingerlo in ogni maniera possibile.
@Lupo
Ogni volta che installo linux sul mio laptop non funziona una cosa diversa: o è l'audio, il display non viene riconosciuto, o il lettore di SD-Card, o la firewire. Tra l'altro non ho trovato UNA distro che riuscisse a farla funzionare (uso ancora quel laptop solo perché ha la firewire che uso ogni tanto con la videocamera).
hai auto-risposto alla domanda prima che ti venisse chiesto... Beh che l'hw funzioni tutto al primo colpo e' culo. Inutile girarci intorno. Quindi devi comunque dare per scontato che qualcosa non funzionera'... (un po' come con windows, solo che per quest'ultimo i driver di solito ci sono, magari inguattati ma ci sono) - quindi scegliere la distro che
a) ti fa funzionare piu' hardware
b) ti gusta di piu'
per il resto si tratta di giocare un po' di lspci/lsusb capire che cosa e' realmente il componente xy (tipo una schedina wireless asus ma con chipset brodocom della quale il primo driver non esiste sulla faccia della terra ma il secondo si eccome) e trovarne il relativo driver...
Buona caccia ;)
sembra che lo scherzetto di Windows 10 che cerca di installarsi a forza, stia succedendo ancora, almeno un amico mi ha avvisato che gli è successo giorni fa