skip to main | skip to sidebar
6 commenti

Quanto guadagna una celebrità da una foto su Instagram o Twitter? Tanto

Se vi siete mai chiesti come mai le celebrità passano così tanto tempo sui social network, il New York Times ha la risposta: non è solo questione di autopromozione, ma c'è un mercato pubblicitario davvero notevole intorno a una foto su Instagram, un video su Youtube o un messaggio su Twitter.

Secondo i dati raccolti dall’agenzia Captiv8, chi ha da tre a sette milioni di seguaci può percepire circa 187.000 dollari per un video su Youtube, 75.000 dollari per un post su Instagram o Snapchat e 30.000 dollari per un tweet. Chi ha da 50.000 a 500.000 follower può aspettarsi offerte di 400 dollari per un tweet, 1000 dollari per un post su Instagram o Snapchat e 2500 dollari per un video su Youtube.

Cifre notevoli, ma secondo il NYT sono nulla rispetto a quello che guadagnano celebrità che hanno decine di milioni di seguaci, come Kim Kardashian. Niente di male, per carità, ma le autorità statunitensi, in particolare la Federal Trade Commission, obiettano che i consumatori dovrebbero essere avvisati chiaramente quando una celebrità parla bene di un prodotto perché viene pagata per farlo e non perché lo ritiene davvero degno di essere segnalato. Finché non ci saranno avvisi che permettano di distinguere fra spot e opinioni sincere (per esempio l’uso di un hashtag come #ad), sarà meglio presumere che ogni prodotto citato da una persona con tanti seguaci possa essere fortemente sponsorizzato.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (6)
Ecco come sei diventato ricco! :P
Beh credo che solo quelli per cui ultimamente è stata creata una categoria apposta "webete" credano che una celebrità parli bene di un prodotto, di un servizio o di qualcosa di commerciale solo per amicizia.
In effetti hashtag #ad non sarebbe male.
Domanda per gli esperti di pubblicità: Ma palesare il fatto che lo sia non rischia di diminuirne l'efficacia?
Mai avuto dubbi sulle celebrità, non solo ho l'adblock attivato su youtube, ma anche l'estensione Video Blocker, che mi nasconde i canali più "insistenti".
Un Casey Neistat qualcunque.. con più di 5 milioni di seguaci.. quindi.. andrà a 100.000 euro a episodio...
Azz..
Le (poche) volte che ho visto dati reali, la discrepanza con le stime di questo tipo che di tanto in tanto vengono pubblicate erano di 2 ordini di grandezza.

Può sicuramente essere che in casi specifici (hai un target estremamente focalizzato su ciò che vuole promuovere l'inserzionista; sei il top influencer del mondo; sei sul mercato USA) si possa arrivare a quelle cifre; vanno tuttavia prese molto con le pinze.