Cerca nel blog

2012/03/19

Disinformatico radio, podcast del 2012/03/16

Pronto il podcast del Disinformatico


È disponibile temporaneamente sul sito della Rete Tre della RSI il podcast della scorsa puntata del Disinformatico radiofonico. Ecco i temi e i rispettivi articoli di supporto:

10 commenti:

paolofuture ha detto...

Mah....la vicenda dello studente che ha catturato le login di facebook a me puzza un po'. Ha usato tutte le tecniche del phishing. Deve aver pubblicato dal qualche parte l'URL se molti ci sono arriviati. Ha pure usato tecniche di wrapping dell'URL. Ciliegina sulla torta, si è salvato le Password su DB (cosa del tutto inutile se veramente il sito era solo a scopo didattico).

Non mi pare un'operazione così casta come l'autore la dipinge. Non sono un esperto...ma mi pare anche un tantino illegale.

alberto ha detto...

Riguardo il Phishtank, io uso invece Netcraft Toolbar. Ho gia segnalato più di 400 siti, facendomi 'vincere' due tazze ed una polo brandizzate Netcraft.

Darsh ha detto...

(OT: segnalo che uno alternativamente tra blogspot e Internet Explorer 9 si droga pesantemente, in quanto oggi tutti i commenti mi appaiono numerati come "NaN"... chi è che ha diviso per zero?)

Darsh ha detto...

(OT: segnalo che uno alternativamente tra blogspot e Internet Explorer 9 ha preso a drogarsi pesantemente, in quanto da oggi tutti i commenti mi appaiono numerati come "NaN"... chi è che ha diviso per zero?)

Paolo Attivissimo ha detto...

paolofuture,

Non mi pare un'operazione così casta come l'autore la dipinge

Risolvi il tuo dubbio prima che diventi un'insinuazione. Chiediglielo.

Hytok ha detto...

Facciamo una petizione e la presentiamo alla Rete Tre, per cambiare la coconduttrice?

martinobri ha detto...

Sulla stampante ecologica mi viene in mente che bisogna considerare anche il costo dello smaltimento dei gas; alla fine, su grande scala, costerebbe meno di un foglio nuovo? Boh.

martinobri ha detto...

"Costerebbe" in senso ambientale, ovvio.

pgc ha detto...

Martinobri:

probabilmente i gas vengono trattenuti da un filtro, quindi te li ritrovi in forma solida.

I residui, se su carta o nel filtro dovrebbero essere comunque trattati.

Cio' non significa che automaticamente la LCA di questo processo sia conveniente rispetto all'uso di carta nuova, magari riciclata, pero' le due cose sono diverse.

Non capisco comunque qual'e' il problema di usare un toner disegnato ad hoc. Anche perche' oggi il brevetto ce l'ha Toshiba ma domani si potrebbero trovare altre soluzioni. Ricordo che "matita e gomma da cancellare" lo fanno gia' da qualche secolo.

saluti

Alexandre ha detto...

Caro Paolo, condivido questo video di youtube lungo 24 ore che a qualcuno sembrerà insensato, ma fare le cose con questo sottofondo acquista un senso nuovo (e migliore).


http://www.youtube.com/watch?v=ZPoqNeR3_UA&feature=player_embedded