Cerca nel blog

2012/07/02

Disinformatico radio, podcast del 2012/06/29

Pronto il podcast del Disinformatico


È disponibile temporaneamente sul sito della Rete Tre della RSI il podcast della scorsa puntata del Disinformatico radiofonico. Ecco i temi e i rispettivi articoli di supporto:

7 commenti:

Stepan Mussorgsky [ ǚşå÷₣ŗẻễ] ha detto...

Ma HTTP non stava per Hyper Text Transfer Protocol? o_O

Paolo Attivissimo ha detto...

Stepan,

Ma HTTP non stava per Hyper Text Transfer Protocol? o_O

. Errore mio, correggo subito, grazie!

Enrico ha detto...

Nell'articolo "Le parole di Internet: HTTP" trovo una grossa imprecisione nell'ultimo paragrafo e la cito.

"La distinzione fra HTTP e HTTPS è importante proprio per motivi di sicurezza: una transazione HTTP è facilmente intercettabile, mentre una sessione HTTPS lo è solo con notevoli difficoltà. Tuttavia i browser e quasi tutti i siti normalmente danno per scontato che si voglia usare il protocollo normale, ossia HTTP, per cui occorre digitare manualmente "https://" quando si desidera usarlo per proteggere la comunicazione via Internet."

Lascia intendere che si possa sempre usare https per ottenere una connessione sicura mentre la realtà è che è possibile farlo esclusivamente se il server ce lo permette. E nella rete c'è ancora una valanga di siti, anche con servizi di autenticazione, che rispondono soltanto in chiaro; per esempio moltissimi forum.
Sicuramente ti riferisci al caso di facebook (insieme a molti altri siti che non mi vengono in mente) che permette di usare entrambe le modalità, ma questa situazione non è universalmente garantita.
Poi a voler fare i sapientini fastidiosi ci sarebbe anche da ridire sull'uso della parola "intercettabile" che andrebbe sostituita con "decifrabile".

Paolo Attivissimo ha detto...

Enrico,

Poi a voler fare i sapientini fastidiosi ci sarebbe anche da ridire sull'uso della parola "intercettabile" che andrebbe sostituita con "decifrabile".

Sii pure sapientino fastidioso, grazie! Ho corretto l'articolo in entrambi i punti.

Anonimo ha detto...

Ogni giorno che passa Facebook si dimostra un sito da evitare se si ha a cuore la sicurezza. CHIUNQUE lavori nel campo nel campo della sicurezza informatica lo sa, per questo molte aziende bloccano l'accesso ai propri dipendenti

Filippo ha detto...

Non c'entra niente (assolutamente), ma:
http://www.bbc.co.uk/news/science-environment-18693744
http://idealab.talkingpointsmemo.com/2012/06/cern-higgs-boson-announce-data-july-four.php

Che dopo l'epic fail del neutrino potrebbe essere una ventata di prestigio...

Pierluigi Lenoci ha detto...

Volevo comunicarti che dei cattivissimi gatti hacker ti stanno gattificando il sito!
http://cat.attivissimo.blogspot.com.meowbify.com/