Cerca nel blog

2012/11/27

Preservativi usati cinesi negli elastici per capelli? Bufala

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “linus88”.

Ha ripreso a circolare, in particolare su Facebook (per esempio qui e qui),  la “notizia” che in Cina vengono venduti elastici per capelli fabbricati usando preservativi usati. A conferma viene citato un articolo del TGCom datato 2007.

Basterebbero però trenta secondi di Google per scoprire che la storia è una bufala: ne parlano da anni Snopes.com, UrbanLegends e Hoax-Slayer.

Sì, alcuni elastici per capelli fabbricati in Cina erano fatti con i preservativi. Ma si trattava di preservativi scartati, non usati. Scartati durante la lavorazione, non dopo essere stati utilizzati dagli acquirenti.

Per capire che la storia dei preservativi usati non si regge in piedi sarebbe bastato fermarsi a riflettere per un nanosecondo. Da dove verrebbero questi preservativi usati? Chi mai si prenderebbe la briga e avrebbe il pelo sullo stomaco di andare in giro a raccoglierli uno per uno dopo l'uso? Non è invece più credibile che una fabbrica di elastici per capelli usi gli scarti di produzione di una fabbrica di prodotti in lattice, risparmiando sui costi della materia prima?

Infatti un giornalista cinese ha indagato la faccenda e ha trovato che erano, appunto, scarti di lavorazione. La sua indagine risale al 2007. Cinque anni fa.

Complimenti, quindi, a tutti coloro (compresa l'agenzia AFP) che hanno diffuso questa bufala, che funziona splendidamente perché fa leva sulle emozioni forti: il disgusto e – diciamola tutta – il razzismo e la paura del diverso. Viene facile pensare “son cinesi, fanno qualunque sconcezza”. Se al posto dei cinesi ci fosse stata un'italianissima fabbrica di Bassano del Grappa, la storia non sarebbe stata altrettanto emotivamente credibile.

37 commenti:

AbcHobby.it ha detto...

È Incredibile come ancora oggi la gente non sappia fare una ricerca sul web per verificare la veridicità di una notizia.
Ancora oggi ricevo via mail le bufale dei bambini malati che necessitano di cure e simili :O

puffolottiaccident ha detto...

Farsi gli affari propri é il crimine piú abominevole, seguito a breve dall´impinguare il porcellino col duro lavoro... agli occhi dell´Italiano medio.

Piú che di razzismo parlerei... non so quale sia la parola...

In generale per tappare la bocca ai lavativi che attribuiscono il benessere di chi lavora SODO a strani riti occulti o a misteriose operazioni mafiosesche allo scopo di giustificare il proprio status di lavativi, uso l´argomento del fiume pieno di pesci, variante moderna della favola della volpe e dell´uva.

Immagina un fiume, e gente che va a pescare, tutti tirano fuori lucci e storioni da un metro, e c´é un bambino che piange perché con la canna da pesca che si é ricavato da un pollone di nocciolo, con una spilla da balia per amo, il filo di cotone e un´ orsetto di gomma nell´amo, e va a pesca dalle 11 alle 15 per non prendere troppo freddo o troppo sole.
Questo bambino comincia a strillare, ad accusare gli altri pescatori di essere stregoni, di intorbidargli l´acqua, di mettere PCP nelle esche, di aver ricevuto l´attrezzatura dalla mafia, o che han fissato gli anelli della canna usando preservativi usati invece che costosa seta...
E il fiume continua a brulicare di lucci.
Questa é la figura che fa chi sostiene le leggende sulle (non sempre ma spesso) presunte nefandezze dei cinesi, e questa é l´esatta percezione che l´orientale medio ha di queste questioni.

Cummó vi erudisco su come va a finire la faccenda:

La volpe e l´uva parte 2

Mentre la prima volpe mannaggia che l´uva comunque é acerba, arriva una seconda volpe che con un agile balzo triangolare* stacca un grappolo e lo inghiotte senz´altro commentando: "ah, proprio quello che ci voleva dopo una scorpacciata di prugne."
La prima volpe la raggiunge e la aggredisce dicendo: "hey, mi hai rubato l´uva!"
La seconda volpe tranquillamente risponde: "Hai visto come ho fatto per prenderla, sulla vite ce ne é ancora un sacco, se pensi di non poterla raccogliere come mi hai visto fare, cosa ti fa pensare di potermi battere nel pugilato?"

*Manovra che consiste nel saltare contro un muro o un palo, ed usarlo come trampolino per saltare ancora piú in alto.

GP Frello ha detto...

E che caspita! Io sono di Bassano del Grappa :-)

JanQuarius ha detto...

Mha... cosa strana :)
Io non l'ho mai pensato, perchè mai dovrei disinformarmi? :D
Scherzo... mi sembra un articolo divertente!

Giuseppe ha detto...

...sarebbe bastato fermarsi a riflettere per un nanosecondo.

E come fanno se il loro cervello è ancora nell'imballo originale?

Eric Van Cram ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Non so per quale motivo con il mio profilo di Blogger mi va tutto nello spam.
Scusate il disturbo, ma vorrei capire...
Grazie! ;)

Jan

Anonimo ha detto...

Provo così, non so se andrà meglio! Non riesco a commentare senza che mi vada tutto nello spam.

Non so per quale motivo con il mio profilo di Blogger mi va tutto nello spam.
Scusate il disturbo, ma vorrei capire...
Grazie! ;)

Jan

MaTTiA ha detto...

Scusi lei finito di usale pleselvativo? Alloa dai a me che vado a fale elastico pel capelli.

Ha ha ha ha ma come si fa a credere ad una cosa del genere.

puffolottiaccident ha detto...

Consiglio estemporaneo ai giovanotti che hanno fra i 20 e i 30 anni.

Mollate la discoteca alla sera e andate all´emporio cinese al mattino presto.

Perché andate in discoteca? per mostrare le vostre schiene muscolose e provocanti alle sfittinzie.
Le sfittinzie vi vomitano sulle scarpe, e poi c´é il conto dell´ingresso e delle consumazioni, e poi se vi siete sfondati il porcellino laterizio viene pure il doposbronza.

Wrong tactic, bros.

Andate all´emporio cinese a scaricare camions, é lí che le Tactical Offensive Procedure (T.O.P.) sfittinzie vengono a cercar funghi, e se vi dice bene vi riducono peggio che Rambo. é lí che vale la pena di mostrare i muscolacci da galeotti.
In piú vi pagano, e c´é una bella differenza fra mollare il grisbí ed afferrarlo.

Ora mi scusassero, ché ho un po´da lavorare.

Lisa Lazzarini ha detto...

macchè razzismo!! è solo per preservare la nostra economia...

Lisa Lazzarini ha detto...

Non è per il razzismo, é solo un modo per preservare (mai parola fu più indicata)la nostra economia, che si sa, è minacciata dalla Cina.

Massimo Musante ha detto...

Domanda ... I preservativi scartati prodotti in Italia che fine fanno?

Guga ha detto...

Sai qual è il problema? Che uno apre Snopes e si legge "STATUS: TRUE". C'è anche da dire però che se uno è il tipo di persona che apre Snopes perché la situazione gli puzza, è anche il tipo di persona che poi si legge l'intero articolo di Snopes, dove viene specificato che sono profilattici scartati e non usati.

A dire il vero Snopes dice che la provenienza non è sempre certissima, ma in ogni caso si parla di 1) sette anni fa 2) episodi limitati alla Cina 3) semplici ipotesi.

Però intanto mi trovo Facebook invasa di link e commenti "'sti cinesi schifosi sono capaci di tutto"

eSSSSe ha detto...

Figurarsi se non ne parlava il TGCom-ico...

Antulla ha detto...

no, messa come è ,essa l'italia ora... menefreghista com'è... credo che ci avrei creduto... il fatto che in italia, appunto per menefreghismo, si usino davvero pochi preservativi...

Le Mani Magiche ha detto...

Il razzismo un pò forse è alimentato dall'evasione fiscale di massa cinese...per uno scontrino ancora devi bisticciare. Ecco perchè si arricchiscono e possono permettersi di pagare affitti alti per i locali commerciali. Noi italiani non siamo finanziati dalla mafia (nella maggior parte dei casi), non dormiamo in 12 in un appartamento o non mandiamo i bambini a scuola. Vogliamo mettere a paragone la qualità delle materie prime? Io non smetto di scandalizzarmi, anzi!!!!

Elena ha detto...

Lo scontrino io lo pretendo da TUTTI e se no chiamo la finanza. Devo dire che qui a Milano con i cinesi non ho mai avuto problemi. Degli appartamenti sovraffollati si deve occupare l'ASL, dell'evasione scolastica servizi sociali e alle brutte, forze dell'ordine, ma sta diventando sempre più rara:i cinesi oggi fanno soprattutto import-export, per cui l'istruzione gli serve.
Inoltre, se guardi bene dentro i capi, anche ottimi, dei più rinomati stilisti italiani, c'è spesso un'etichetta che dice "made in China".

Massimo ha detto...

Paolo, non appena ho letto su fb questa storia ho pensato "sul Disinformatico di sicuro se n'è già parlato" :D ti stimo!

Le Mani Magiche ha detto...

Elena sicuramente gli stilisti Italiani si fanno fabbricare gli elastici con gli scarti di lattice dei profilattici. Quì si discuteva della qualità in generale dei prodotti cinesi e non delle commissioni eseguite per le grandi firme. Anch'io chiedo sempre lo scontrino, lo pretendo!!! ma sulla questione dell'infanzia e dell'asl ho molti dubbi. In Campania, ma come in altre regioni d'Italia ci sono centinaia di bambini nati e neanche dichiarati...lasciati pregare. Sicuramente io denuncio mettendo a repentaglio la mia incolumità. E' facile fare i commenti, con i fatti vorrei vedere....

Replicante Cattivo ha detto...

Ma sì...chi condivide questo appello, si schifa all'idea di un oggetto, a contatto con i nostri capelli, che potrebbe ospitare il residuo dei "soldatini" sparati chissà quanto tempo prima.
Poi sono le stesse persone che ti danno del paranoico, quando fai notare loro che mangiare gli aperitivi nelle ciotoline dei bar è l'equivalente di farsi pisciare direttamente sulle mani.

puffolottiaccident ha detto...

@Le mani magiche
@Elena

La questione degli appartamenti sovraffollati é un semplice vantaggio naturale, come la resistenza allo sforzo o al freddo.

Tirando fuori questo argomento si fallisce nel nascondere la veritá: il desiderio é quello di sparar loro alle gambe perché gli italiani non riescono a stare al passo.

Quanto all´evadere... i cinesi che evadono le tasse, in generale non si avvalgono di assicurazioni che comunque devono pagare. Questo non raddrizza il torto, ma fa quadrare i conti.

Inoltre, con tutto quello che succede negli ospedali italiani... Elena... Ti garantisco che se tu potessi scegliere andresti partorire da una veterinaria mongola piuttosto che in una clinica Italiana.

In fondo... quei cinesi che fanno le cosacce che dite si avvalgono di un sistema che gli italioti han voluto per sé stessi per non avere il fiato dello stato sul collo quando fanno piccole cosacce.

18 politico, ganja, assistenza anche per legarsi le scarpe, lotta alla meritocrazia...

E pirateria... Suvvia, adesso non facciamo i santarellini: in tutto il mondo Italia é sinonimo di Pirateria, mafia, furbizia & esultanza...

Tutte cose alle quali la societá avrebbe dovuto opporre un netto rifiuto.

C´erano fondati motivi per scoraggiare le cosacce, lo stato attuale di crisi é uno di quei fondati motivi.

Ora, Le Mani Magiche. non hai motivo di non andare a denunciare un caso di sovraffollamento, il rischio che corri é di fare la figura dell´imbecille e del razzista quando i cinesini tirano fuori un permesso di soggiorno con un indirizzo differente da quello in cui avviene la sortita delle SS con tanto di Rottweilers, e spiegano che si trovavano in quell´appartamento per una festa di compleanno.

Quanto alle multazze...

Mi confesso in pubblico, da quando lavoro per i vietnamiti piglio una multa per divieto di sosta al mese... il fatto é che 15 euri non sono nulla in confronto ai $oldi che perderei cercando ad ogni consegna un parcheggio legittimo... Tanto che pago di tasca mia solo una ogni 3, le prime due le paga il signor Wu in quanto le considera una spesa propedeutica al lavoro.

Giá... Sicurezza sulla strada... Un´altra cosa che agli italiani non piace. é poco Chic mettere qualcuno nei guai solo perché ha mangiato qualche cioccolatino al Rhum, giusto?
Bisogna essere flessibili...

E che vi devo dire...

Spegni il termosifone, butti via le coperte ed apri tutte le finestre quando fuori ci sono -20 gradi? crepare di freddo non é neanche una punizione divina mod. Lacoonte & figli, é la naturale conseguenza di un comportamento da idioti che non vedono le conseguenze del rammollimento.

Dalla saggezza cinese vi dico: Rilassarsi é un dovere, rammollirsi non é mai una buona idea.

Mike J. Lardelly ha detto...

Magari in Cina c'è la raccolta differenziata dei preservativi!

Anna ha detto...

Della serie, non si butta via niente... :D

Mostro 34 ha detto...

@puffolotti

non so se sai che il sistema sanitario italiano è considerato il secondo miglior sistema sanitario al mondo, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità...

@tutti
scusate l'OT

Elena ha detto...

@Puffolotti: le mie sorelle hanno partorito in Italia (un totale di 3 figli) e i medici hanno lavorato benissimo, anche la volta che ci sono stati dei grossi problemi.

puffolottiaccident ha detto...

@Elena

Eppure ho sentito di un sacco di casi che dimostrano il contrario...

... Se lo ho sentito allora deve essere vero, giusto?

@Mostro 34

Non é che la cosa mi interessi molto, comunque faccio questa riflessione: perché gente negligente si aspetta che il medico non sia negligente?

Io, se dovessi farmi male, vorrei un medico che lavora secondo la mia etica o vorrei un medico che ha un´etica diversa dalla mia?
Nel mio caso é la prima, comunque é una domanda divertente da fare in giro, se ti piacciono le smorfie alla Jim Carrey.

Faber ha detto...

Chi mai si prenderebbe la briga e avrebbe il pelo sullo stomaco di andare in giro a raccoglierli uno per uno dopo l'uso?

La vecchia della barzelletta :-)

Elena ha detto...

@Puffolotti. Non so dove abbia tratto TU l'idea che la sanità italiana sia molto peggio della media occidentale. Se la vita media continua ad allungarsi, un motivo ci sarà.

puffolottiaccident ha detto...

@Elena

Ho detto una colossale cavolata, e la ho detta di proposito.

Da dove la ho saputa?

Da quello che protestava contro il far east film festival starnazzando che i cinesi ci avrebbero infettato con la SARS. XD

Andrea B. ha detto...

@ puffolottiaccident

ti meriteresti un mese di esposizione della tua foto accanto a quella del Grande Timoniere a Pechino, o quanto meno uno striscione con il tuo nome sulla Grande Muraglia ! :-)

Scherzi a parte ( ma nemmeno troppo), posso dire che sul lavoro dei cinesi in Italia ne ho viste e ne avrei da raccontare e da ragionarci sopra per così, in quanto, parlando per metafore, sono in trincea e pure in prima linea... quantomeno come giornalista "embedded" al fronte, se non direttamente in qualità di arruolato nella legione straniera del Dragone ... che ci vuoi fare, i casi della vita !
Per cui non posso che quotare buona parte delle le tue affermazioni.

Preve ha detto...

Molto strane le critiche a riguardo la mancata emissione dello scontrino.
Dalle mie parti (Veneto) osservo l'esatto opposto:
quando entro in un locale gestito da cinesi (e stranieri in genere), ottengo sempre lo scontrino.
Quando invece consumo in un locale italiano... beh, in effetti a volte mi danno quel pezzo di carte stampato dalle calcolatrici. Ovviamente non sempre, ma ci provano spesso.

puffolottiaccident ha detto...

@Andrea B.

Lavoro come fattorino ed aiuto cuoco in un ristorante vietnamita...

Se tu sapessi metá delle cose che so io... Io ne saprei il doppio. ;)

pgc ha detto...

"non so se sai che il sistema sanitario italiano è considerato il secondo miglior sistema sanitario al mondo, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità..."

Sistema di valutazione molto criticato, perche' dipende al 50%' dall'aspettativa di vita, che e' un parametro parzialmente indipendentemente dalla "qualita" della "Sanita'" ma dipende dall'alimentazione, dal numero di incidenti stradali, dal clima, dall'inquinamento, da alcune caratteristiche della societa' come il consumo di alcohol o il fumo, etc.





pgc ha detto...

p.s. anche il WHO ha abbandonato questo sistema di ranking dei sistemi sanitari da 12 anni proprio perche' troppo complesso e poco obiettivo.

Fabio ha detto...

"Se al posto dei cinesi ci fosse stata un'italianissima fabbrica di Bassano del Grappa, la storia non sarebbe stata altrettanto emotivamente credibile."

Mah, di questi tempi basta aggiungere che la fabbrica evade le tasse, ed ecco pronti i forconi (virtuali, che prendere quelli veri costa troppa fatica).

Anonimo ha detto...

Secondo me tale bufala si è diffusa perchè ormai la cina ed i prodotti made in cina automaticamente vengono associati al concetto di bassa qualità (e non è che si abbiano torno), però come giustamente diceva un utente prima: la gente dovrebbe avere un minimo di cognizione e fare delle ricerche per verificare l'autenticità di una notizia prima di diffonderla...