Cerca nel blog

2013/04/21

Il primo volo del missile Antares è un successo


La società commerciale Orbital Sciences ha collaudato con successo pochi minuti fa Antares, un missile da 240 tonnellate, alto 40 metri, capace di rifornire la Stazione Spaziale Internazionale. Questo è il video del suo volo di prova, decollato dalla base di Wallops, in Virginia. Ci sono anche un po' di foto. Dopo due rinvii a causa di un guasto a un cavo di telemetria e a causa del vento eccessivo, stavolta tutto è andato liscio.

A bordo c'era un carico di prova pieno di sensori e c'erano anche dei nanosatelliti PhoneSat, cubi di 10 cm che costano 3500 dollari e hanno come nucleo i componenti di un normale cellulare.

Chicca: i motori del primo stadio sono una versione adattata dei motori russi NK-33 costruiti per il fallito tentativo russo di portare un uomo sulla Luna prima degli americani, negli anni Sessanta.

17 commenti:

rccs ha detto...

E porterà su Cygnus, costruito interamente a Torino. In realtà quelli di Orbital sono un pochetto in ritardo, un anno buono buono. Speriamo sia la volta buona.

Alessandro Madeddu ha detto...

Mi sto occupando del programma spaziale sovietico in questo periodo: sapere che i motori del razzo N1 sono serviti a qualcosa mi stupisce e mi rallegra insieme.

Anche i privati si lanciano nella corsa allo spazio... dove andranno? :)

V3len0 ha detto...

che immagini meravigliose

coecolab ha detto...

Paolo, perdona l'ignoranza ma la base di lancio non e' un po' troppo vicina al mare ....?
Se arriva l'onda lunga ?

Giuliano47 ha detto...

"motori russi NK-33 costruiti per il fallito tentativo russo di portare un uomo sulla Luna prima degli americani, negli anni Sessanta".

Gia', la famosa tecnologia degli anni Sessanta che, secondo i lunacomplottisti, era una schifezza :-)

Ermanno ha detto...

Immagini meravigliose, ma la qualita' delle immagini della NASA e' un'altra cosa…
Ciao,
Ermanno

Santino83 ha detto...

Come commentato anche nel video, immagini stupende! Quando supera i 40k/50k piedi è uno spettacolo il mondo!

Stepan Mussorgsky ha detto...

Un'ottima notizia! :)

Rennadonder ha detto...

Certo che veder volare questi tampax giganti al posto degli shuttle, ammazza tutta la fantasia e la poesia. ...

Rennadonder ha detto...

Certo che vedere questi tampax giganti al posto degli shuttle, distrugge tutta la poesia...

Platoon ha detto...

ma qual è il combustibile??come mai si vede "vapore" per le pareti esterne del missile?magari è il mio un occhio da principiante(e lo è, tranquilli :D )

Paolo Attivissimo ha detto...

Rennadonder,

veder volare questi tampax giganti al posto degli shuttle, ammazza tutta la fantasia e la poesia. ...

Già. Chiedilo ai 14 morti degli Shuttle Columbia e Challenger, quanto era fantastico e poetico.

Preferisci arrivare nello spazio intero con un missile a forma di Tampax o morto con stile? :-)

Per fortuna i progettisti non si curano delle ansie estetiche e si preoccupano di fare un veicolo che sia affidabile e non ammazzi gli occupanti.

Paolo Attivissimo ha detto...

coecolab,

ma la base di lancio non e' un po' troppo vicina al mare ....?
Se arriva l'onda lunga ?


Quel "mare" è l'Atlantico.

Se hanno costruito lì le rampe e in quasi 70 anni di attività non hanno mai avuto problemi, presumo che sia perché la conformazione della costa non consente la generazione di "onde lunghe".

Rennadonder ha detto...

Giustissimo paolo, però oggettivamente sono più belli ! ;)

pgc ha detto...

ma qual è il combustibile??come mai si vede "vapore" per le pareti esterne del missile?magari è il mio un occhio da principiante(e lo è, tranquilli :D .

E' normale. Il vapore è causato dalla continua ebolizione dell'ossigeno liquido che alimenta il motore e che viene immagazzinato in forma liquida, a circa -220 C, per ridurre il volume necessario e anche per essere utilizzato per il raffreddamento di certe componenti del propulsore. Ma a quella temperatura deve essere lasciato bollire continuamente, altrimenti a causa delle perdite termiche del criostato che lo contiene, andrebbe in pressione, portando all'esplosione. L'O2 liquido che fuoriesce crea, al contatto con l'atmosfera circostante, le classiche piume di vapore che si vedono in tutti i lanci di missili mossi da motori a combustibile criogenico.

Infatti gli SRB dello Space Shuttle, per esempio, che sono a combustibile solido, non ne creano.

Claudio ha detto...

@coecolab - commento #4
"ma la base di lancio non e' un po' troppo vicina al mare?"

Dettaglio storico: la base di Wallops è la stessa da cui un missile Scout lanciò il primo satellite italiano, il San Marco, nel 1964 (quarta nazione a lanciare un satellite proprio dopo URSS, USA e Canada).

Oggi dalla stessa base parte un altro missile americano, che porta in orbita un altro pezzetto di Italia (il modulo pressurizzato di Cygnus è costruito da Alenia).

Massimo ha detto...

1) bellissimo video!

2) Il video incorporato sul tuo blog risulta tagliato :(

3) al min 8.59 si vedono dei puntini dietro il missile. Satelliti o stelle?

4) Bellissima la telemetria sul finale quando mostra una accellerazione pari a ZERO e una velocità di 6000 Km/h costante a linea piatta!!