Cerca nel blog

2013/04/04

Per il TGcom si va sui campi da golf in aliscafo

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “nessy81” e alla segnalazione di “manfar”.

Superato lo sgomento iniziale e la preoccupazione per i poveri giardinieri che si vedranno i campi da golf arati dagli aliscafi, ho soltanto una domanda: è più colpevole la capra che non sa cos'è un aliscafo, non riconosce un hovercraft neanche se lo vede in fotografia, ma comunque ha la pretesa di credersi titolato a scrivere in pubblico, o chi gli ha dato lavoro?

Ultimamente sento tanto parlare dell'introduzione del fact-checking, come se fosse una grande scoperta del giornalismo italiano, quando in realtà è semplicemente una forma chic per dire “prima scrivevamo qualunque cazzata senza controllarla”. Forse è il caso di affiancarle anche un po' di goat-checking.

Va notato che, come molto del giornalismo spazzatura, la notizia dell'hovercraft da golf è copiata pari pari dal Daily Mail britannico. Ovviamente senza citare la fonte.

Per gli increduli, il link all'originale del TGcom è qui.

32 commenti:

alberto ha detto...

Ecco perché non riesco ad abbassare la mia media! Io continuo ad usare la golf cart, dovrò comprarmi un aliscafo anche io! :D

maurizio mozzoni ha detto...

Faccio notare che il TGcom è famoso per vendere bufale senza citare la fonte, ma non solo loro... ricordo che durante le ultime elezioni sull'Iphon della mia ragazza lessi la notizia "Bush sbaglia a votare e da la sua preferenza a Obama"... la prima domanda che mi sorse spontanea fu: "ma c'era un giornalista nella cabina elettorale con lui?"... il punto è, se io povero fesso me lo sono chiesto in una frazione di secondo com'è possibile che non se lo siano chiesti loro prima di mandarlo on line?

Carmeluccio ha detto...

:D Semplicemente perche' Google Translate traduce "hovercraft" con "aliscafo"! :D

Il Lupo della Luna ha detto...

E direi che c`è pure un traduttore automatico, dato che dice "carrello" quando tutti lo chiamano "cart"

Massimo Musante ha detto...

Sono penosi: per leggere le notizie fatte col traduttore automatico tanto vale usare direttamente il servizio fornito da Google

Powhatan ha detto...

Invece, notizia fresca fresca secondo il TG La7: in Australia, la vicenda OffshoreLeaks nasce "dall'invio di un compact disc contenente 260 Gb di dati".

Dice che il lettore per questi dischi consumi 1,21 Gigowatt...

Chris Priestly ha detto...

Tra l'altro, i "laghetti così frequenti sul green", dove li hanno visti?

omar paglia ha detto...

Che vergogna

Stupidocane ha detto...

Se fosse stata una testata russa che metteva? Ekranoplani?

Alessandro Madeddu ha detto...

Non vogliono più pagare nemmeno il correttore di bozze, figurarsi se si preoccupano di scrivere boiate... -_-

Io ha detto...

Ekranoplani :D bellissimi mezzi...

E*

DigitalJail ha detto...

...er me è solo tradotta con google e pubblicata, brutale!
A questo punto io sono un giornalista contropallatissimo!!!

dani1967 ha detto...

Non so che google translate abbiate voi, ma il mio hovercraft non lo traduce affatto.

Alessio ha detto...

beh dai, col tempo di queste settimane in effetti ci starebbe bene pure l'aliscafo :D

mc57 ha detto...

Beh, considerato che in passato un ministro si era dichiarato orgoglioso che l'Italia avesse contribuito alla realizzazione del mitico tunnel da Ginevra al Gran Sasso, l'autore di questo articolo si merita senz'altro la carica di ministro dei trasporti o dello sport, o anche di tutti e due i ministeri contemporaneamente.

Max Slo ha detto...

ci sarebbe da morire dal ridere, se solo non ci fosse da piangere.
E pensare che tanta gente capace è a casa senza lavoro.
Io mi vergognerei. No davvero, mi vergognerei.
Sapete cosa manca a questi qua? Il talento, ovvio, ma anche e soprattutto l'umiltà di dire 'scusate, per l'ennesima volta abbiamo preso una cantonata. Ci scusiamo con i cittadini e nel futuro non ripeteremo'.
Vi vuole molto?
Pagliacci stipendiati. Con tutto il rispetto per i clown, per quanto io odio i circhi. XD

Max Slo ha detto...

ci sarebbe da morire dal ridere, se solo non ci fosse da piangere.
E pensare che tanta gente capace è a casa senza lavoro.
Io mi vergognerei. No davvero, mi vergognerei.
Sapete cosa manca a questi qua? Il talento, ovvio, ma anche e soprattutto l'umiltà di dire 'scusate, per l'ennesima volta abbiamo preso una cantonata. Ci scusiamo con i cittadini e nel futuro non ripeteremo'.
Ci vuole molto?
Ci vuole davvero così tanto?
Mah...
Evidentemente al Direttore non gliene frega nulla di essere lo Zelig del giornalismo italiano. Contento lui.

manfar ha detto...

....E ci sono pure stato su un hovercraft, nel 1986 Calais-Dover-Calais. Formidabile.

Io ha detto...

Scusate se ribadisco un concetto... Ekranoplani, Lun, Bartini... Tre parole, ma magari qualcuno le googla, guarda su wiki, e scopre qualcosa di nuovo...

E*

Anonimo ha detto...

Grande Attivissimo!! Ha tutta la mia più sincera stima.
Ho riso per 10 minuti leggendo l'articolo: come si fa a chiamare giornalista la capra che ha "scritto" questa buffonata?
Comunque c'è un piccolissimo errore nell'articolo, precisamente quando dice "quando in realtà è semplicemente è una forma"

Anonimo ha detto...

Caro, per il TG La7 di ieri a Wikileaks è arrivato un dvd con 128 Gb di dati...
;)

marcov ha detto...

" per il TG La7 di ieri a Wikileaks è arrivato un dvd con 128 Gb di dati..."
Lo voglio anch'io!

Petitfrere ha detto...

Pur non giocando a golf per problemi di schiena ): , ne sono da sempre molto appassionato e ho anche avuto la possibilità di assistere alla Ryder Cup 2012... MA sto divagando.

Tornando all'hovercart... per quanto ho potuto appurare, la storia è vera.

Uno dei protagonisti della storia è uno dei protagonisti del circuito americano Bubba Watson (vincitore fra le altre cose del Masters 2012, mica fischiett) e tra l'altro è la mente dietro a questa idea.

I motivi per pensare a un pesce d'aprile ci sono tutti, anche io sono rimasto MOLTO scettico quando ne ho letto qualcosa la prima volta, sulla pagina FB della PGA, il DUE DI APRILE (questo è l'articolo originale riportato sulla pagina fb).

Però in questo articolo sia Bubba che il costruttore (Neoteric Hvercraft) ci tengono a specificare che non si tratta di un April's fool. E' anche vero però che per il momento è solo allo stadio di prototipo. Tra l'altro, penso che il modello dal quale sono partiti per la conversione sia questo.

Perchè un Hovercart? Beh, conoscendo Bubba Watson, non mi stupisce che gli sia venuta un'idea del genere, dato che è conosciuto e riconosciuto come il prototipo del redneck dei campi da golf. Ma torniamo al perchè: Bubba lo spiega nel video e il tutto si riassume nella possibilità di andare dovunque e di lasciare una "impronta" inferiore rispetto alle ruote di un cart, quindi di rovinare meno il manto erboso.

Concludendo, per quanto assurda e per quanto per il momento non si sa se avrà un seguito commerciale, l'hovercart esiste. Che poi i giornalisti italiani scrivano aliscafo invece di hovercraft... non mi stupisce.

Claudio ha detto...

Sorvolando sulle capre che traducono a membro di segugio, avrei una domanda più interessante: ma quanto consuma un hovercraft da golf? A parte simostrare di essere il più tamarro, che vantaggi reali ha rispetto a una golf-cart?

Stupidocane ha detto...

@ Claudio

Ne avevo sentito già parlare di usare gli hovercraft per il golf e suggerivano due motivi: danneggiano meno l'erba delle ruote di un golf cart e nel contempo tengono il prato pulito dai fili d'erba secchi. Mah... Io, visto il tasso alcoolico dei golfisti della domenica, prevedo più hovercraft inabissati nei laghetti e tornado-da-hovercraft-nel-bunker che benefici per il prato... :D

granmarfone ha detto...

Claudio #24
Sorvolando sulle capre che traducono a membro di segugio, avrei una domanda più interessante: ma quanto consuma un hovercraft da golf? A parte simostrare di essere il più tamarro, che vantaggi reali ha rispetto a una golf-cart?

che potrà sicuramente fare a meno del clacson risultando certamente rumoroso rispetto alla tipica golf-cart elettrica.
Per il consumo credo sarà pari a quello delle Ferrari o Jaguar tipiche dei tipici frequentatori di golf club - sarà il minore dei loro problemi!

Paolo Attivissimo ha detto...

Franz,

grazie della segnalazione, ho corretto il refuso.

Max Senesi ha detto...

Mah, se sui campi da golf circondano il green di laghetti MOOOLTO grandi, un aliscafo torna sempre comodo, ciò...:-))

Paolo C. ha detto...

Segnalo l'ultima cantonata del Corriere:

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=19332

pgc ha detto...

"Mah, se sui campi da golf circondano il green di laghetti MOOOLTO grandi, un aliscafo torna sempre comodo, ciò...:-))"

Be', se è per questo torna molto più comodo un'hovercraft.

Chaplin89 ha detto...

@rjky: esistono i blue ray a 4 strati che riescono a contenere fino a 128GB e sono in commercio che io sappia...

pgc ha detto...

Paolo C.: Peccato veniale!

Non è solo il CdS ad esserci cascato. Sorprendentemente anche JPL sembra aver abboccato, così come molte altre websites.

E' possibile che il CdS abbia preso la notizia da quest'ultima o da altre pagine web che non hanno riportato la nota finale. D'altra parte ci sono immagini preesistenti dalla stessa sonda che indicano come Mercurio possa presentare ancora qualche attività vulcanica, quind non darei per scontato che l'immagine sia falsa.

A mio modesto parere questi pesci d'Aprile cominciano un pò a stufare. Se come in questo caso non sono totalmente assurdi, minano alla base la credibilità della fonte e rischiano di propagare false notizie, difficilissime da fermare, anche tra gli addetti ai lavori.