Cerca nel blog

2013/04/06

Torna l’allarme-bufala per il piombo nei rossetti

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “distegi” e “valerauso”.

Screenshot dell'appello (2013)
Ha ripreso a circolare, grazie a pagine Facebook incaute come questa, un appello-bufala che ha già più di dieci anni sulle spalle (l'originale risale al 2003):

Ho fatto la prova del piombo contenuto su 3 rossetti e una matita,
Risultato impressionante i rossetti piu persistenti KIKO e DIOR sono diventati neri mentre quello meno persistente DEBORAH e la matita non contiengono piombo. Ora Dior e Kiko si trovano nel bidone dei rifiuti farmaceutici.

Maggiore è il contenuto di piombo, maggiore è il rischio di provocare il cancro. Dopo aver fatto un test su rossetti, le labbra hanno presentato il livelo massimo di piombo sul prodotto AVON. I rossetti che presentano queste caratteristiche nocive sono quelli "persistenti". Se il vostro rossetto è persistente, è dovuto ad alti livelli di piombo.
Fate questa prova:
1. Mettete un poco di rossetto sulla mano;
2. Passate un anello d'oro su questo rossetto;
3. Se il colore del rossetto tende al nero, contiene piombo.
Si prega di inviare queste informazioni a tutti i vostri amici.

PROTEGGIAMO LE NOSTRE AMATE DONNE... CONDIVIDETE!

L'indagine dettagliata è su Antibufala.info dal 2008, ma la riassumo qui per chi ha fretta:

  • il piombo non causa il cancro;
  • il piombo non è l'ingrediente che produce la persistenza dei rossetti;
  • il “test” proposto non rivela affatto l'eventuale presenza di piombo.

11 commenti:

Nicola ha detto...

Quasi 45mila condivisioni di un post da un profilo con soli 75 amici! Ammazza oh, se è un condivisore di bufale... :D Per esempio ha condiviso l'appello dell'ICE (In Case of Emergency) oppure quello degli autovelox nascosti nei guardrail (si sa che in Italia i rilevatori di velocità regolari sono quelli ben segnalati)

Anonimo ha detto...

Grazie Paolo, proprio qualche giorno fa mi sono trovato in bacheca questo stupido appello da parte di un amico un poco incauto, gli ho incollato il collegamento alla tua vecchia indagine. A volte mi sembra di essere Don Chisciotte contro i mulini a vento, ma d'altro canto ogni mezzo per far conoscere l'informazione corretta è nelle mani del singolo, e più si è a diffondere il messaggio meglio è.

genesis61 ha detto...

No ... Un valore questo test cel'ha: rivela i babbani che diffondono le scemenze. Rispondete a queste cose (mail o fb) con un bel link a questa pagina ...

Anonimo ha detto...

@Paolo Attivissimo:
il piombo non causa il cancro;

Credo che sia un riassunto un po' fuorviante e ottimistico. Mi spiego.

La IARC (International Agency for Research on Cancer), tra le sue monografie sulla valutazione dei rischi carcinogenetici sull'uomo (Monographs on the Evaluation of Carcinogenic Risks to Humans), ha pubblicato un volume, l'87° del 2006, dedicato ai composti inorganici ed organici del piombo. Nelle valutazioni scriveva:

«There is limited evidence in humans for the carcinogenicity of inorganic lead
compounds
.
[...]
There is sufficient evidence in experimental animals for the carcinogenicity of
inorganic lead compounds.
There is sufficient evidence in experimental animals for the carcinogenicity of lead acetate, lead subacetate, lead chromate, and lead phosphate».

Nelle valutazioni complessive e conclusive scriveva invece:

«Inorganic lead compounds are probably carcinogenic to humans (Group 2A).
Organic lead compounds are not classifiable as to their carcinogenicity to humans (Group 3)»
.
IARC Monographs - volume 87 (2006) - pagg. 377-378

la monografia è scaricabile qui:
http://monographs.iarc.fr/ENG/Monographs/vol87/mono87.pdf
(se qualcuno l'aveva già riportata nell'indagine del 2008, chiedo venia!)

"Probabilmente cancerogeni" i composti inorganici e "non classificabili come cancerogeni" quelli organici. Quel "probabilmente" mi fa sembrare eccessivo il tuo riassunto: "il piombo non è cancerogeno". Anche se, chiaramente, nei cosmetici sono presenti tracce talmente insignificanti di piombo che se anche fosse...

P.S.: Grazie mille per il tuo servizio! :-)

Erminio Ottone ha detto...

Ma no, dai, non siate pessimisti. In più di 45.000 hanno condiviso aggiungendo: "non credete a queste stupidaggini".

Stiamo messi bene...

Replicante Cattivo ha detto...

Quasi 45mila condivisioni di un post da un profilo con soli 75 amici! Ammazza oh, se è un condivisore di bufale... :D

Beh no: vuol dire che ci sono almeno 45mila idioti che hanno condiviso il link. Basta che lo abbiano condiviso in 5 persone, e da ognuno di loro siano partite altre 5 condivisioni, e così via...in pochi giorni il disastro è fatto.
E questo conferma ciò che dico sempre in questi casi: se esistessero solo i creatori di bufale, queste avrebbero vita brevissima. Il vero cancro sono quelli che le condividono e le diffondono, per poi dare la colpa al loro creatore quando si accorgono di esserci cascati.

Staff ha detto...

Il piombo è stato classificato dall'Istituto per le ricerche sul cancro (Iarc di Lione) dell'Oms come probabilmente cancerogeno per l'uomo.
Alessandro Marescotti

MR ha detto...

Il piombo è stato classificato dall'Istituto per le ricerche sul cancro (Iarc di Lione) dell'Oms come probabilmente cancerogeno per l'uomo.
Alessandro Marescotti


Il benzene, se non ricordo male, è classificato come cancerogeno accertato, non probabile, ed è presente nella benzina "verde". Smettiamo quindi di usare le auto ?

martinobri ha detto...

Ricordate il vecchio principio della farmacologia: è la dose che fa il veleno.

Lighthousely ha detto...

http://qn.quotidiano.net/salute/2013/05/03/882621-allarmeda-usa-nei-rossetti-metalli-tossici.shtml

Non so se hai visto :)

Lighthousely ha detto...

http://qn.quotidiano.net/salute/2013/05/03/882621-allarmeda-usa-nei-rossetti-metalli-tossici.shtml

L'hai visto questo?