Cerca nel blog

2014/04/23

Saltare con la tuta alare dal grattacielo più alto del mondo

Sì, lo so che è un video promozionale, ma è meraviglioso. Guardatelo a tutto schermo e a 4K.

20 commenti:

bznein ha detto...

Eh a 4K magari... quando potrò permettermi uno schermo 4k :D

theskig ha detto...

Servirebbe giusto un monitor da 4K

Stupidocane ha detto...

Mi fa sempre un certo che constatare che nei titoloni di imprese estreme ci sono sempre i protagonisti e mai neanche una parola per quel pazzo del cameraman che li segue il quale, oltre a dover stare attento a sé stesso ed a loro per non intralciarli, deve pure preoccuparsi di riprenderli bene...

Ricordate il video del tizio che sfrecciava ad oltre 200 km/h facendo il pelo agli alberi, vicino ad un tornante? Ecco. Erano in due. Lui ed il cameraman. Sul programma di DMax, "Te l'avevo detto" in onda qualche tempo fa, è stato pure premiato come miglior filmato adrenalinico, ma per il cameraman che lo seguiva, nulla.

taquenos ha detto...

4k con alice in Italia è un po' difficile...

frankbat ha detto...

Promozionale quanto vuoi, ma sono daccordo, e' fantastico.
E concordo con Stupidocane, i complimenti vanno a tutti e TRE, aì due jumper E al cameraman, pazzo come e forse piu' degli altri 2...

Federico "gufo" ha detto...

Spettacolare. Visto che provochi linko uno dei miei video preferiti :)
https://www.youtube.com/watch?v=oaMTSOI1Zk4

piccolo quiz: di chi è la voce all'inizio e alla fine del filmato? Il primo che da la risposta giusta vince un cammello di peluche in scala 1:1 :)

Stupidocane ha detto...

Bello comunque il video, anche se... paragonato a quelli di Gary Connery che con la tuta alare ci "atterra" senza paracadute...

Luigi Garlaschelli ha detto...

e questo era il precursore nel 1912 ...

https://www.youtube.com/watch?v=FBN3xfGrx_U

souffle ha detto...

Bello. Peccato soltanto che, come si dice a Roma, quelli lì all'anagrafe siano stati registrati a matita. Tenera.

Anonimo ha detto...

Ma dai, al cameraman viene dato ampio spazio, così come al resto della produzione. Gli sport estremi non godono di grandi sponsor e quando fanno i video, ci tengono a far sapere quanti e quali mezzi siano stati usati (basterebbe guardare qualche film della bigup production tipo la serie "dosage", per rendersi conto che sto dicendo la verità). D'altronde se ci si accorge di quali rischi prende il cameraman, è proprio perché viene ripreso anch'esso insieme alla truppa.

Il cameraman per quanto sia un bravo base-jumper, mi pare che segua comunque un comportamento conservativo (apre il paracadute molto prima per esempio), come poi è giusto che sia.
Quando Lama è riuscito finalmente dopo anni a conquistare in libera il Cerro Torre, aveva accanto a sé una produzione incredibile, con i climber cameraman che sfruttavano la via del compressore per stare dietro a Lama in artificiale (disciplina difficilissima dell'arrampicata) e a nessuno dell'ambiente è venuto in mente che i cameraman non valessero nulla, ma non si può proprio confrontare l'impresa di Lama e compagno con quella della produzione, sono due modi di salire completamente diversi, è Lama (e non il compagno o la produzione) ad aver fatto l'impresa, nessuno ha dubbi su questo. Ci sono delle regole ferree in ogni sport, in quelli estremi diventa etica addirittura, è per quello che non c'è modo di confondersi su chi ha fatto cosa. Non ci si preoccupi che ad ognuno viene dato il suo.

Giusto uno come Bonatti poteva pensare di essere allo stesso tempo alpinista, giornalista e fotografo di se stesso. Lui poi che era proprio un bel tipo, si fece il Cervino in solitario con la gente da sotto che lo guardava salire, aveva questo suo modo di far conoscere le sue imprese.

p.s. nota di colore: Lama avrebbe dovuto seguire i chiodi a pressione messi da quel pazzo isterico di Maestri col compressore (impresa titanica quanto stupida), ma pochi giorni prima la via era stata disingaggiata da due americani ... è la malafede si alza.

Vihai Varlog ha detto...

Non vedo tute alari, però :)

Edoardo Volpi Kellermann ha detto...

Sul monitor retina del mio MacPro è già un bel vedere

Diego Laurenti ha detto...

La lingua Inglese con l'accento francese mi fa troppo ridere! :)

Bytho ha detto...

E bravi gli arabini del Dubai……da noi non puoi neppure pensare di farlo (probabilmente ti arresterebbero per progetto di disturbo della quiete pubblica e ipotesi di lancio di oggetto pericoloso). Da loro lo fanno, ci fanno un bellissimo spottone pubblicitario e gli costruiscono pure il trampolino sulla cima del grattacielo. Poi noi saremmo quelli avanti? Mah…

avariatedeventuali ha detto...

Ci vorrebbe uno schermo tv 4k da 120", ma il problema diventa avere una parete libera abbastanza grande... :-)

martinobri ha detto...

>pochi giorni prima la via era stata disingaggiata da due americani ... è la malafede si alza.

Sibillino. Che intendi?

Anonimo ha detto...

@martino: perché sono cintura nera di errori di sintassi e ortografici: c'è un accento di troppo e una parola scritta male, strano anzi che non abbia inserito anche virgole ad minchiam in quell'ultima frase.

Racconto l'aneddoto, faccio prima: Lama aveva fatto un primo tentativo nel 2008 (vado a memoria) con tanto di troupe hollywoodiana al seguito, perché gli sponsor speravano di sfruttare l'hype e l'impresa per un giusto ritorno economico (Lama fallì il primo tentativo). La prima spedizione aveva lasciato in parete tra l'altro di tutto, andando ad aggiungere fix, fisse e altre porcherie ai chiodi a pressione di Maestri, cosa che non si fa più, guai.
Ne erano nate (ma dai!) polemiche enormi nell'ambiente.
Al secondo tentativo Lama e gli sponsor avevano cercato di riabilitarsi agli occhi del pubblico, promettendo una salita che rispettasse maggiormente l'etica climber, cioè in sintesi cercando di sfruttare meglio e di più i pressione messi da Maestri durante la sua furia vendicatrice e nel caso promettendo di togliere tutto quello aggiunto da loro in parete. Si ricordi poi che l'opera di Maestri è invisa ai più, ma il Cerro Torre non ha mai fatto mancare polemiche, Maestri poi ha aggiunto il suo carattere sanguigno (mettiamola così) per farsi molti nemici.

Ritornando ai fatti, nel 2012/2013 (anche qui vado a memoria), Lama annuncia, decisamente più in sordina, un secondo tentativo e aggiungo che l'invidia e le cattiverie nel mondo dell'alpinismo si sprecano, alcune hanno rischiato di essere addirittura assassine come cattiverie (esempio, Bonatti sul K2). Curiosamente poco prima di Lama, tentano la "via del compressore" due americani, che salgono parte in libera e parte in artificiale, a differenza di Lama che dichiara di voler far tutto in libera come poi farà (da un punto di vista alpinistico c'è un abisso, non sono nemmeno paragonabili le due salite).
Durante la discesa, curiosamente, i due 'meriGani decidono di spaccare i pressione di Maestri, perché a loro dire, volevano riportare la montagna al suo essere sfida (come se seguire i pressione fosse facile, chiedere a Bridwell nel caso). Ad alcuni è risultato strano questa improvvisa riscoperta di un'etica così ferrea per una via storica degli anni '70, rimane il fatto che Lama e la troupe si è trovata parecchio in difficoltà a causa di questo gesto, ecco la malizia di cui parlavo. Ad ognuno le sue conclusioni.

p.s. è comunque difficile spiegare certe cose, è un'ambiente delirante. :D

martinobri ha detto...

Chiaro.
Grazie.

Tubaz ha detto...

Non solo cameraman ma anche i fotografi non scherzano.
Un linkino
Ciao
http://blog.flickr.net/en/2014/04/25/extreme-photographer-travels-the-world-capturing-death-defying-acts/

Claudio L ha detto...

Spettacolare, fantastico! GRANDI !