skip to main | skip to sidebar
397 commenti (ultimi)

Un anno di terremoti, video da brivido

Visualizzare un anno di terremoti in Giappone


Alzate il volume, ma non troppo, e guardate almeno il primo paio di minuti di questo video che riassume graficamente e acusticamente un anno di scosse di terremoto in Giappone, indicando localizzazione, intensità e profondità. Vengono mostrati solo scosse di magnitudo 3 o superiore.

Tenetevi forte per la sorpresa.


All'inizio il video è affascinante: rivela con forza visiva quanto siano frequenti i terremoti e di conseguenza quanto siano stupidi i vari tentativi alla Bendandi di correlarli ad allineamenti planetari o astrali. Poi arriva la grande scossa, e quel ribollire che ci aveva impressionato all'inizio assume tutt'altra proporzione.

Questo è il pianeta che abitiamo. È fatto così, che ci piaccia o no. È violento e inospitale. O meglio, è indifferente. Non gliene frega nulla delle nostre aspirazioni, delle nostre guerre imbecilli e delle nostre visioni romantiche che lo dipingono come la culla ideale donataci per intercessione divina. Prima ci svegliamo e accettiamo questo fatto e meglio è per tutti.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (397)
Il terremoto del Giappone fu provocato dall'avvicinamento della Luna come ipotizzato da Bendandi ma nessuno lo vuole ammettere.

http://pianetax.wordpress.com/2012/01/27/causa-dei-terremoti-la-luna/

Almeno lei lo dica

Albino
Beh, non male: 19.000 eventi a Magnitudo superiore a 3 e 691 superiore a 5.
Chi vuole ancora trasferirsi in Giappone?
che si può dire?
agghiacciante!

e l'effetto grafico è davvero efficace
Un anno di terremoti, una marea di punti nel filmato... e nemmeno uno, dico uno, dove abito io.
Forse ho un magnete anti-terremoti tra le natiche!
PianetaX,

pubblico il tuo commento affinché tutti possano leggerlo e ridere delle tue idee totalmente idiote.

La Luna che si avvicina e nessuno se ne accorge? Seriamente?

Ti consiglio di smettere di pensare che il mondo sia popolato di persone aflitte dai tuoi stessi limiti mentali. Nonostante i tuoi titanici sforzi per rimbambire l'umanità, non è così.
Benche' l'evento dello scorso anno sia stato notevole, il Giappone ha una lunga storia di terremoti, dal momento che siede (mica poi tanto tranquillamente) nel Pacific Ring of Fire, una delle prima cose che vengono introdotte quando si inizia a studiare geologia.

La wikipedia ha una pagina con i terremoti in Giappone: http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_earthquakes_in_Japan e una lista storica meno asettica ma non meno interessate puo' essere letta qui: http://historyofgeology.fieldofscience.com/2011/03/historic-earthquakes-in-japan.html

Catastrofisti, neo-millenaristi, stregoni, sciamani e ciarlatani assimilati se ne facciano una ragione: la Terra e' in costante mutamento e questi sono normali effetti, per quanto non piacevole, di questo mutamento.
parole "sante" Paolo ( mai aggettivo fu tanto errato xD )
sono rimasto a bocca aperta per un minuto buono. impressionante
@ pianetax

..e io che credevo fosse colpa di quei simpaticoni del NWO -_-'
"Questo è il pianeta che abitiamo. È fatto così, che ci piaccia o no. È violento e inospitale. O meglio, è indifferente. Non gliene frega nulla delle nostre aspirazioni, delle nostre guerre imbecilli e delle nostre visioni romantiche che lo dipingono come la culla ideale donataci per intercessione divina. Prima ci svegliamo e accettiamo questo fatto e meglio è per tutti."
@Paoloattivissimo bè, il tuo commento personale lascia un po' il tempo che trova. Il tuo pensiero filosofico a proposito non è che una delle tante interpretazioni possibili che durante tutta la storia l'uomo ha cercato.
"il tuo commento personale lascia un po' il tempo che trova"

Dici? Prova a spiegarlo ai bigotti che credono che il mondo sia stato creato su misura per l'uomo, legittimandone quindi l'assoggettamento e lo sfruttamento.


"Il tuo pensiero filosofico a proposito non è che una delle tante interpretazioni possibili che durante tutta la storia l'uomo ha cercato. "

... con la piccola differenza che questo pensiero – non mio, ma di ben altri intelletti – è fondato sui fatti anziché sulle speranze e il romanticismo.
Questo è ancora più impressionante, con i terremoti su tutto il pianeta:
http://www.youtube.com/watch?v=cwWn_W6ZbT4&feature=related
accettiamo questo fatto

Io terrei distinti i dati di fatto, come già sottolineato, dalle legittime (e magari maggioritarie, perchè no) interpretazioni di senso che si possono dare dei fatti.
Una interpretazione, anche se universalmente accettata, è comunque una cosa diversa da un fatto.

Va da sè poi, o almeno dovrebbe, che tra pensare che la Terra è la casa dell'uomo e legittimarne lo sfruttamento insensato c'è un passo lungo, immotivato e da non percorrere.
... con la piccola differenza che questo pensiero – non mio, ma di ben altri intelletti – è fondato sui fatti anziché sulle speranze e il romanticismo.
E ben altri intelletti pensavano tutt'altro... non mi pare utile buttarla sull'autorità o simili...
(Che non sia il più ospitale possibile, certo che è un fatto. Che questo provi quale è la risposta giusta alle più fondamentali questioni esistenziali... sarebbe troppo facile...)
E per fortuna che il giappone quanto a costruzioni antisismiche è avanti (almeno nelle zone più ricche, in alcune parti ovviamente no): pensate a una situazione del genere qui in europa, sarebbe un disastro! Per loro una mag. 5 o 6 è cosa giornaliera, da noi un evento da una volta ogni 20 anni (grande stupore i due terremoti dell'altro giorno in Svizzera e nord italia: i giapponesi ci ridono dietro).

Guarda a caso i disastri dell'anno scorso erano in minima parte dovuti ai terremoti e in massima parte allo Tsunami.

Per quanto riguarda la luna che provoca i terremoti... lol!
Martinobri,

Io terrei distinti i dati di fatto, come già sottolineato, dalle legittime (e magari maggioritarie, perchè no) interpretazioni di senso che si possono dare dei fatti

Certamente. Il dato di fatto, qui, è che la Terra è un luogo pericoloso, niente affatto su misura per l'uomo. L'interpretazione che ne scaturisce è che qualunque visione antropocentrica dell'universo è smentita dai fatti.
Chissà se staranno fischiando le orecchie a Leopardi
Martinobri,

tra pensare che la Terra è la casa dell'uomo e legittimarne lo sfruttamento insensato c'è un passo lungo, immotivato e da non percorrere

Un passo della Bibbia, intendi? :-)

"Dio benedisse Noè e i suoi figli, e disse loro: «Crescete, moltiplicatevi e riempite la terra. Avranno timore e spavento di voi tutti gli animali della terra e tutti gli uccelli del cielo. Essi sono dati in vostro potere con tutto ciò che striscia sulla terra e con tutti i pesci del mare. 3 Tutto ciò che si muove e ha vita vi servirà di cibo; io vi do tutto questo, come l'erba verde".

Frasi come questa sono state usate anche troppo come giustificazione per gli scempi. E questa cultura della supremazia dell'uomo è ancora molto diffusa. Sarebbe ora di accantonarla insieme all'astrologia e ai salassi.
Il fatto che la terra non sia a misura d'uomo lo dimostra il fatto che l'uomo si è dovuto adattare e non viceversa e che anzi quando l'uomo ha cercato di adattare la terra a se stesso ne sono scaturiti dei disastri immani (vedere Vajont per stare in casa, ma il lago D'Aral è ancora peggio).

Impressionante comunque il numero e l'intensità dei terremoti. Qualcuno mi spiegherà perché un magnitudo inferiore al 7 ha provocato un disastro immenso in Italia, mentre in Giappone non fa nemmeno notizia.
B'rat,

non mi pare utile buttarla sull'autorità o simili...

Scusami, non era questo il senso della mia precisazione. Volevo soltanto chiarire che non sono io ad aver inventato l'idea e non me ne voglio prendere il merito. Se mi conosci, sai bene che il principio d'autorità e gli ipse dixit mi irritano quanto un SUV parcheggiato sulle strisce.

Che questo provi quale è la risposta giusta alle più fondamentali questioni esistenziali... sarebbe troppo facile...

Indubbiamente. Ma prova quale risposta è sbagliata :-)
E' curioso che il commento del nostro ospite sia stato letto solo in chiave anti-religiosa. Questa era la sua intenzione, beninteso. Però il riconoscimento del'identificazione della Terra come un posto pericoloso e del tutto indifferente non solo a noi, ma a tutte le forme di vita che la popolano, vale anche contro tutte le melense scempiaggini "New Age" circa "Gaia", "l'equilibrio della natura", eccetera. La verità è che "Madre Natura è una brutta puttana" (Bonnie Eldred).

Attenzione però: anche senza cedere a nessuna fantasticheria religiosa, proprio questa percezione della reale natura del posto in cui viviamo implica che tutte le nostre attività volte a modificare anche profondamente l'ambiente per renderlo più favorevole alla nostra esistenza sono perfettamente logiche e giustificate - anche sa comportano magari la distruzione di interi ecosistemi. Bisogna solo stare bene attenti a non segare il ramo su cui siamo seduti.

O forse no, e dovremmo avere un atteggiamento diverso?
öla
Grazie del contributo: è un'interessante riflessione...mi permetto di segnalare, per completezza di informazione, anche una visione complementare a quella qui esposta.

http://it.wikipedia.org/wiki/Principio_antropico

buona giornata a tutti
"Qualcuno mi spiegherà perché una magnitudo inferiore al 7 ha provocato un disastro immenso in Italia, mentre in Giappone non fa nemmeno notizia."

Dopo questo filmato dovresti avere anche tu una risposta in merito.
La risposta è però semplice: in Giappone capitano così spesso che ogni abitante è costretto ad adattarsi durante la sua vita. Ecco quindi che per secoli i giapponesi hanno costruito case in legno, spesso a uno, massimo due piani. In Italia, in uno stesso luogo, il terremoto di grande intensità si ripresenta dopo due-tre secoli e la gente tende a dimenticarsene (anzi, si dimenticava quasi del tutto) e subentra l'idea (umanissima, ma deleteria) che "a me non capiterà mai" e si costruiva sempre allo stesso modo, con tecniche non adatte.
PianetaX,

pubblico il tuo commento affinché tutti possano leggerlo e ridere delle tue idee totalmente idiote.

La Luna che si avvicina e nessuno se ne accorge? Seriamente?

Ti consiglio di smettere di pensare che il mondo sia popolato di persone aflitte dai tuoi stessi limiti mentali. Nonostante i tuoi titanici sforzi per rimbambire l'umanità, non è così.

Egregio signor Paolo,
gli studi ifficiali sulla Luna ci dicono che si starebbe allontanado leggermente ogni anno di qualche cm (per una questione di quantità di moto o roba simile).
Tuttavia, avendo io poca fiducia nella scienza 'canonica', (uso un aggettivo a prestito da Giampaolo Giuliani) dico che tutto è possibile. In partilare gli effetti della Luna quando si avvicina nei perieli.

Albino
Insomma, mettetevi d'accordo. il terremoto è stato provocato dalla luna in avvicinamento, da Dio per punire i giapponesi per i fumetti hentai, dall'HAARP o dall'Alieno Pleiadiano Alaje? Io non so più quale di queste Verità è la più vera.
Almeno una frase OnT: il video è meraviglioso!
E volendo trovare una qualche logica bendandiana, quanti e quali sismi bisognerebbe correlare su 19000 (e se non ho capito male quelli sotto i 3.0M non sono neppure calcolati?)... vabbè, i dati parlano da sè!

Ma, visto che i dati parlano da sè, e visto che il già evidenziato doppio salto della quaglia è stato fatto, sento di dover dire la mia. (e vai con l'OT)

I dati dicono una cosa: che la Terra è una mina anti-umanità? No al massimo è una ditta di fuochi d'artificio. Una cosa bella e piacevole, ma attenzione a dove metti i piedi.
Non si sta poi così male sulla Terra, ma ci si deve fare un po' di attenzione.
La Bibbia dice che viviamo nell'Eden? no! dice che "La creazione infatti è stata sottoposta alla caducità - non per sua volontà, ma per volontà di colui che l'ha sottoposta - nella speranza che anche la stessa creazione sarà liberata dalla schiavitù della corruzione per entrare nella libertà della gloria dei figli di Dio.Sappiamo infatti che tutta insieme la creazione geme e soffre le doglie del parto" (Paolo-non-attivissimo, ai Romani 9,22)
Questo passo dice che la creazione non è perfetta (anche perchè questi poveri illusi dei cristiani pensano che ci sia un altro luogo preparato per l'umanità, dopo questa vita, ma non allargo oltre il discorso) ma che è in travaglio e in divenire. [scusate ma la Bibbia non usa categorie culturali e filosofiche analoghe alle nostre].

Che la creazione sia dono di Dio, poi non vuol dire che ne possiamo fare ciò che vogliamo.
Potere significa responsabilità (Spiderman è un libro della Bibbia?).
E basta leggere oltre il passo che hai citato: "Soltanto non mangerete la carne con la sua vita, cioè con il suo sangue" (Genesi 9,4) che è un modo per dire che non sei "padrone" della vita e del creato, perchè la vita (simboleggiata dal sangue) è in mano a Dio, quindi da custodire.
Gli scempi non sono giustificati, nè dalla Bibbia, nè dai documenti della Chiesa.
Chi pensa che io posso fare del pianeta ciò che voglio, chi pensa che i terremoti e le alluvioni siano una punizione per Crozza o chi per lui, non è credente, è egoista e stupido e piega la fede (che è preziosa, ma delicata) al proprio egoismo e alla propria stupidità.

Quindi questo video non dimostra l'insensatezza della fede, ma quanto sia delicato ed importante cogliere il senso profondo del nostro esserci, stare qui e rendere questo mondo più vivibile (per l'uomo e per tutto il creato).

Per me questo è importante, ed è importante impegnarmi anche con chi ha convinzioni differenti dalle mie. Mi dispiace che a volte chi non la pensa come me trovi necessario irridere la mia fede, confondendo la vera fede coi suoi travisamenti. [ultimo paragone: è come se dicessi che la scienza è fonte di idiozie perchè penso che Giulietto Chiesa è uno scienziato]

Scusate l'OT e la lungaggine.
Salute a tutti
"È violento e inospitale."

Non puoi assolutamente affermarlo se prima non ne trovi uno più ospitale :D
Impressionante, e molto ben realizzato. Grazie Paolo.
OT?

http://metilparaben.blogspot.com/2012/02/ce-di-peggio.html

:)
Attenzione però, per dire che cosa pensa a proposito della natura una certa scuolael filosofica o religiosa, bisogna conoscerla davvero.

Ad esempio, secondo la dottrina cristiana la natura è fondamentalmente "per" l'uomo, ma è soggetta a sconvolgimenti dovuti alla sua transitorietà e caducità (così come l'uomo è fondamentalmente buono, ma soggetto alla tentazione del male). Nell'ottica escatologica cristiana, ciò fa parte della tensione di tutto l'universo (l'uomo innanzi tutto, in quanto essere spirituale, ma anche la natura) verso la salvezza e perfezione definitiva in Cristo, che si compirà alla "fine dei tempi".
Non si ritiene che questo sia un mondo perfetto per l'umanità.

Riporto il famoso passo di S. Paolo (Romani 8,20-25):
«La creazione infatti è stata sottoposta alla caducità - non per sua volontà, ma per volontà di colui che l'ha sottoposta - nella speranza che anche la stessa creazione sarà liberata dalla schiavitù della corruzione per entrare nella libertà della gloria dei figli di Dio. Sappiamo infatti che tutta insieme la creazione geme e soffre le doglie del parto fino ad oggi. Non solo, ma anche noi, che possediamo le primizie dello Spirito, gemiamo interiormente aspettando l'adozione a figli, la redenzione del nostro corpo. Nella speranza infatti siamo stati salvati. Ora, ciò che si spera, se è visto, non è più oggetto di speranza; infatti, ciò che uno già vede, come potrebbe sperarlo? Ma, se speriamo quello che non vediamo, lo attendiamo con perseveranza.»
@ pianetax

..e io che credevo fosse colpa di quei simpaticoni del NWO -_-'

visto che lei mi provoca...
mi sono fatto 4 risate quando ho letto sull'altro blog del sig. Paolo che, casualmente, è morto il tizio che ha rimaneggiate, pardon, volevo dire restaurato, i filmati lunari.
Mi sono venuti in mente i poveri Seals, unici testimoni della cattura e uccisione di Bin Laden, tutti morti in uno sfortunatissimo incidente d'elicottero.

Albino
Il dato di fatto, qui, è che la Terra è un luogo pericoloso, niente affatto su misura per l'uomo. L'interpretazione che ne scaturisce è che qualunque visione antropocentrica dell'universo è smentita dai fatti.

Uh... si aprirebbe un discorso lungo e complesso che porterebbe qualcuno a tirare in ballo, ci scommetto, le peculiarità della Luna, il principio antropico, la costante di struttura fine, gli unniversi paralleli, e compagnia bella.
Lasciamo stare. In ogni caso, il dato di fatto più di base è che la nostra specie poteva anche non esserci, e invece c'è.

Un passo della Bibbia, intendi? :-)

"Dio benedisse Noè e i suoi figli, e disse loro: «Crescete, moltiplicatevi e riempite la terra. Avranno timore e spavento di voi tutti gli animali della terra e tutti gli uccelli del cielo. Essi sono dati in vostro potere con tutto ciò che striscia sulla terra e con tutti i pesci del mare. 3 Tutto ciò che si muove e ha vita vi servirà di cibo; io vi do tutto questo, come l'erba verde".

Frasi come questa sono state usate anche troppo come giustificazione per gli scempi.


Vero che sono state usate così. Ma l'interpretazione unanime perlomeno negli ultimi tempi è che il possesso di cui si parla è un possesso volto al mantenimento affettuoso, come il possesso di un campo da parte del suo contadino, che ha interesse a curarlo e a farlo star bene. E' molto simile al concetto di custodia, come si evince anche da tutto il racconto sull'Eden.
hihihihihi... A me piace la teoria di PianetaX!
(come si legge? Pianetàx? Pianèta-ics?)

Comunque ragazzi c'è una voglia di fantasie e nostalgie varie che è incredibile... giusto un paio di giorni fa mi hanno passato un link dove si mostrava una "idea straordinaria" applicando la quale si era in grado di produrre energia, acqua calda, gas e concime da sfalci di bosco... il depliant pubblicato era di una comune francese degli anni 70... Qualcuno ha un libro di alchimia del medioevo? Sapete: ho i pesi da sub che non uso più e tramutarli in oro mica farebbe schifo.
Video davvero, davvero impressionante.
Questi dati sono disponibili in rete da qualche parte? C'é stata davvero una concentrazione cosí fitta e prolungata di fenomeni sismici?

Detto questo, trovo che fare della tettonica delle placche un manifesto dell'ateismo sia davvero una caduta di stile.
"Ma prova qual'è la risposta sbagliata" con tanto di occhiolino... Bah... la probabilità che Io non esista è la stessa del contrario... devo ri-scomodare Pascal? Non è questo il luogo. A me piace com'è venuto questo pianeta e credo che sia un buon posto per far nascere forme di vita intelligenti che volgano lo sguardo verso l'infinito (fisico e meta-fisico). È alla giusta distanza da una stella decisamente stabile, è abbastanza lontano dal centro della galassia e da fonti di raggi ionizzanti, e comunque ha un campo magnetico che la protegge in maniera eccellente. Anche l'atmosfera, seppure molto maltrattata, fa un discreto lavoro di filtraggio e mitiga in maniera eccellente la differenza di temperatura tra giorno e notte, anche grazie al periodo di rotazione piuttosto breve. Insomma, non mi pare di essermi sbagliato troppo quando ho scelto il terzo pianeta di questo sistema solare per farci nascere un giornalista curioso, alquanto spiritoso e piuttosto dotato di intelligenza... certo poteva venirmi meglio... e invece eccolo lì, scettico sul mio conto... che volete che vi dica? farlo nascere senza il libero arbitrio mi sembrava di fargli un torto che non mi sarei MAI perdonato. ;-)
Grazie per l'articolo: è un contributo interessante! Quanto al commento inerente la visone "anti-antropica" del mondo mi permetto di segnalare, per completezza, una visione antitetica: http://it.wikipedia.org/wiki/Principio_antropico

Buona serata a tutti!
Paolo, fra parentesi avrei aggiunto che la "grande scossa" si è verificata l'11 marzo 2011 al largo della costa della regione di Tōhoku, nel Giappone settentrionale, magnitudo 9. Con il passare del tempo certe cose si dimenticano. Internet serve anche a formare una memoria collettiva.
In quanto a Bendandi ci andrei cauto. Un po' di ragione può darsi ce l'abbia. La scienza ufficiale sta ancora lavorando sui terremoti; o sbaglio? Una cosa è evitare la stupidità, un'altra è escludere le possibilità. Non trovi? ;-)
Ho visto il video due o tre volte per assimilarlo bene. Non c'è che dire, il Giappone è situato in una zona estremamente attiva della crosta terrestre. Esatto Paolo, la terra non è un posto ospitale.
Impressionate il video, impressionante il succedersi degli eventi simici nell'arco dell'anno.

Ma mai quanto impressionante è la stupidità di certa gente che ancora crede che le perturbazioni gravitazionali della luna possano scatenare terremoti... Certe affermazioni mi scatenano...terremoti intestinali!!! (della serie PantetaX, va vai a.......)
Pienamente d'accordo sul fatto che l'universo non va letto in chiave antropocentrica. Aggiungo però che prendere un passo della Bibbia come un ordine, che sia da parte di un credente (come pretesto per vari scempi) o di un ateo (per screditare qualcuno), è un po' bigotto (IMHO).
Emanuele,

fare della tettonica delle placche un manifesto dell'ateismo sia davvero una caduta di stile.

Strano. Mi sembra che i religiosi non si facciano problemi di stile, né vengano particolarmente criticati dai loro correligionari, quando dicono che i terremoti sono causati dai peccati dell'umanità.
Pianetax,

i poveri Seals, unici testimoni della cattura e uccisione di Bin Laden, tutti morti in uno sfortunatissimo incidente d'elicottero

Bufala. Stanno talmente bene che sono stati in missione di nuovo di recente. Oppure gli USA mandano in missione gli zombi.

Complimenti per aver dimostrato ancora una volta la serietà con la quale ti informi.
Converrete che lazarillo de tormes
ha stile :-)
Harlequin,

Chi pensa che io posso fare del pianeta ciò che voglio, chi pensa che i terremoti e le alluvioni siano una punizione per Crozza o chi per lui, non è credente, è egoista e stupido e piega la fede (che è preziosa, ma delicata) al proprio egoismo e alla propria stupidità.

Il vestiario immodesto causa i terremoti, secondo Hojatoleslam Kazem Sedighi (<a href="http://www.nytimes.com/2010/04/20/world/middleeast/20briefs-Iran.html").

Prova a dire a lui e ai suoi seguaci (leader della preghiera del venerdì a Teheran) che sono non credenti, egoisti e stupidi. Buona fortuna.
Harlequin,

Mi dispiace che a volte chi non la pensa come me trovi necessario irridere la mia fede

Non sto irridendo la tua fede, ma le fedi in generale quando pretendono di sostituirsi alla scienza.
mi ha fatto sobbalzare dalla sedia...
E' vero, ci sono religiosi che, complice il fanatismo e l'ignoranza scientifica, credono che Dio punisca con particolare fervore i peccatori che... si trovano sui confini delle placche della crosta terrestre; ma almeno partono da un Dio senziente per formulare queste correlazioni.

Per quanto errato, trovo questo piú sensato di un ateo che vorrebbe disprovare Dio partendo dall'indifferenza dei fenomeni geologici; sarebbe piú efficace il discorso piú generale, e cioé la presenza del male nel mondo.
Pianetax,

Tuttavia, avendo io poca fiducia nella scienza 'canonica', (uso un aggettivo a prestito da Giampaolo Giuliani) dico che tutto è possibile.

Però hai così tanta fiducia da usare Internet, che è un prodotto della scienza 'canonica'.

Perché non usi i mezzi di comunicazione della scienza 'non canonica' per diffondere il tuo sapere? Che so, telepatia? Viscere di pollo? Foglie di tè?


In partilare gli effetti della Luna quando si avvicina nei perieli.

La Luna si avvicina e si allontana ogni mese. Se fosse vera la stupidaggine che dici, dovremmo avere terremoti puntuali come le maree. Non succede. Quindi la tua tesi è sbagliata.

Ma una studiatina di astronomia, prima di dire certe imbecillità, no, eh?
Lazarillo,

A me piace com'è venuto questo pianeta e credo che sia un buon posto per far nascere forme di vita intelligenti che volgano lo sguardo verso l'infinito (fisico e meta-fisico)

Un giorno la pozzanghera si guardò intorno e si commosse della propria fortuna. Viveva in un avvallamento che le si conformava perfettamente, e questo le parve prova ovvia di un avvallamento fatto su misura per lei da un'entità d'infinita saggezza.


È alla giusta distanza da una stella decisamente stabile, è abbastanza lontano dal centro della galassia e da fonti di raggi ionizzanti, e comunque ha un campo magnetico che la protegge in maniera eccellente

Davvero. A parte inondazioni, pestilenze, infezioni, incendi, terremoti, siccità, ere glaciali, qualche asteroide che ogni tanto devasta l'intero ecosistema terrestre e un gamma ray burst che lo può sterilizzare, la Terra è davvero su misura per noi! Yay! :-)
Oggi Paolo... Ha la LUNA STORTA!!!

hahahahaha
Perché non usi i mezzi di comunicazione della scienza 'non canonica' per diffondere il tuo sapere? Che so, telepatia? Viscere di pollo? Foglie di tè?


In partilare gli effetti della Luna quando si avvicina nei perieli.

La Luna si avvicina e si allontana ogni mese. Se fosse vera la stupidaggine che dici, dovremmo avere terremoti puntuali come le maree. Non succede. Quindi la tua tesi è sbagliata.

Ma una studiatina di astronomia, prima di dire certe imbecillità, no, eh?

Sulla storia che i Seals del compound di Bin laden sono ancora vivi, io fossi in lei non ne sarei così certo.
Premesso questo, ogni volta che la Luna si avvicina alla Terra, in effetti 'perigeo', a causa del fatto che la orbita è ellittica, la distanza minima da terra non è mai uguale ma talvolta è veramente minima, in termini astronomici, con dei cicli credo attorno ai 20 anni.
Lei ed i suoi blogger dovete tenere in considerazione che il problema non sono le forze di marea (attrazione lunare) ma la loro variazione nel momento in cui la luna si avvinina e allontana che fa smuovere oltre che l'acqua marina anche le rocce come suggerito da Bendandi e da altri, prima e dopo, per la verità. Per questo le date dei terremoti possono non coincidere esattamente con i perigei.

Albino
Proprio il mese scorso ricorreva il centenario della presentazione della teoria della deriva dei continenti, da parte di Wegener.

La rilevanza dell'idea della deriva dei continenti di Wegener (e del meccanismo sottostante: la tettonica a placche) non è solo questione di un vecchio dibatto scientifico. E' la base della moderna scienza dei sistemi terrestri che comprendono anche la scienza del clima. La deriva dei continenti è una manifestazione delle forze dinamiche esistenti sulla Terra, nella regione che chiamiamo “mantello”. E' a causa del flusso di materia dalla crosta al mantello e viceversa che il sistema mantiene una concentrazione di biossido di carbonio nell'atmosfera sufficiente per consentire la fotosintesi delle piante. Senza la tettonica a placche non potrebbe esserci vita sulla Terra. Infatti Venere e Marte non hanno alcuna tettonica a placche attiva e – a quanto ne sappiamo – nessuna vita organica.

Ma la tettonica a placche non conserva solo il biossido di carbonio nell'atmosfera. Ne regola anche la concentrazione e, di conseguenza, la temperatura della superficie della Terra. L'anidride carbonica è un gas serra che agisce come la “manopola del termostato” della Terra. Il meccanismo della tettonica a placche ha lentamente ridotto la sua concentrazione in modo da mantenere una temperatura media costante, nonostante il graduale aumento della radiazione solare attraverso tempi geologici (circa il 10% ogni miliardo di anni). Questa regolazione è lontana dall'essere perfetta: duranti gli Eoni passati la Terra ha visto ere glaciali e periodi molto caldi ma, in media, le temperature sono rimaste entro i confini necessari alla vita per esistere. Sfortunatamente questo meccanismo di regolazione è troppo lento per rimediare alle perturbazioni che stiamo causando oggi al clima con le nostre emissioni di biossido di carbonio. Tuttavia, quello che sappiamo sul meccanismo della tettonica a placche e le sue conseguenze sulla storia passata del nostro pianeta, ci rende più prudenti su quello che stiamo facendo agli ecosistemi. Questa conoscenza risale, in ultima analisi, al lavoro di Alfred Wegener: scienziato e pioniere della scienza dei sistemi della Terra.


http://ugobardi.blogspot.com/2012/01/centenario-della-teoria-della-deriva.html
Paolo, grazie. Sei un grande.
Impressionante davvero: dopo la visione mi sento come una pulce sul dorso di un cane che si gratta in continuazione...
Razionalmente, potrei pensare che il Giappone è il posto dove stare quanto a sicurezza sismica, quantomeno loro sanno con cosa hanno a che fare.
Irrazionalmente, il bellissimo video mi ha colpito per l'audio.
Io ho pensato "ma non finisce più?" mentre lo ascoltavo, chissà cosa provavano le persone che vivevano queste scosse in real time e sotto le chiappe!!!

Comunque per cortesia non mischiamo il sacro (i Navy Seals) con tutto il resto.
@ pianetax

ti ha risposto Paolo, smentendo efficacemente le solite fantasie di voi complottari.
pianetax: Dato che ci sono terremoti quotidianamente le date possono coincidere anche col mio compleanno.
per qualche motivo, il fatto che siano tutti nella stessa zona mi fa venire il nervoso. Ho voglia di gridare allo schermo "e dai, basta, cambia posto, hai rotto le scatole!" Vivere in quell'area dev'essere irritante.
"Culla ideale donataci per intercessione divina"? Capisco che in fatto di religione c'è in giro di-tutto-e-di-più ma è decisamente affrettato, secondo me, liquidare come "addormentato" chiunque abbia un'idea di Dio. Dai tuoi commenti sembra che questo mondo non ti piaccia affatto, eppure ci sono tanti non-credenti che non sarebbero affatto d'accordo su questa affermazione, anche se è vero che navighiamo su un budino gigante tremolante. Come dici tu, "ci piaccia o no" questa cosa che chiamiamo vita esiste e non fa calcoli, è indifferente all'ostilità almeno quanto il pianeta lo è delle nostre aspirazioni.
Il giudizio "morale" che chiude il tuo post mi ha disturbato ma solo perché distrae l'attenzione di chi lo legge dalla forza comunicativa ed emotiva della rappresentazione grafica che hai proposto. Suggerisco di non dividere il mondo fra credenti e atei, personalmente lo trovo triste; piuttosto farei la divisione fra pensanti e non-pensanti); amo la scienza e contemporaneamente vivo una fede che coltivo anche con la ragione.
Bel video.

Ho un paio di domande per pianeta x:

1) quale dei 19.349 terremoti del 2011 sarebbe stato provocato dalla luna?

2) gli altri 19.348 terremoti da cosa sono stati invece provocati?
@PaoloAttivissimo

Prova a dire a lui e ai suoi seguaci (leader della preghiera del venerdì a Teheran) che sono non credenti, egoisti e stupidi. Buona fortuna.

ok, ma lo dico sottovoce, eh? XD

Paolo, hai ragione, che vuoi che ti dica? Per dialogare bisogna essere in 2 e certi fondamentalisti (islamici, cristiani o di altre fedi) credono nell'imposizione e non nel dialogo.

Mi rendo conto che possa sembrare (e per molto tempo si è caduti in quest'errore) che la fede sia fatta di imposizione e non di dialogo. Ma (IMHF - ed "F" sta x Faith) un Dio che decide di dialogare con l'uomo dovrebbe insegnarci un po' di cose.

Ma in questo fai attenzione a non fare lo stesso errore anche tu. Se avessi ragione tu (Dio non esiste perchè la natura va per conto proprio e opera una cattiva gestione di un locale che ha dei clienti molto abituali) la tua sarebbe comunque una verità non "insindacabilmente" suffragata dai fatti.
I tuoi dati sono da te letti secondo la tua chiave di lettura ma non "dimostrano" alcunchè. [ma di questo si è già parlato in qualche altro thread]


Per non parlare poi di chi crede di essere dalla parte della scienza e si nasconde dietro l'etichetta di "scienza non canonica" e oplà: ecco un altro tipo di fondamentalismo bigotto [PianetaX, non me ne volere, ma già se insisti su dati che ti smentiscono automaticamente, diventi un esempio lampante di chi nega l'evidenza].

Non sto irridendo la tua fede, ma le fedi in generale quando pretendono di sostituirsi alla scienza.

La fede che pretende di sostituirsi alla scienza dà fastidio anche a me. Ma confido che ci si possa incontrare sempre più e capire sempre meglio. (non dico per forza essere d'accordo, ma almeno capirsi...)

Per me il significato della Pentecoste (i 12 apostoli che parlavano ed erano compresi da persone di altre lingue) è anche questo. La mia speranza è di far incontrare "linguaggi" diversi (scienza, fede, cultura...)


@lazarillo
Concordo con Martinobri: hai stile! :)

@Floriano
ma ci hanno fatto un analogo lavaggio di cervello? :p
giusto per buttare li un dato, oltre il 98% di tutte le specie che sono esistite nel corso della storia si sono estinte. Quando sento quelli che dicono che la terra è perfetta per la vita, mi viene un po' da ridere.
Giusto per dare il colpo di grazia alla stron... storia del terremoto in Giappone provocato dalla vicinanza della Luna:
http://www.wolframalpha.com/input/?i=distance+between+earth+and+moon+11%2F3%2F2011

Distanza minima: circa 363100 km
Distanza media: circa 385000 km
Distanza l'11 marzo 2011: 397656 km
Distanza massima: circa 405700 km

Oops... La Luna era a una distanza superiore alla media...
Bravo Paolo... un altro post davvero fantastico con commento superbo. La mia stima nei tuoi confronti aumenta ogni giorno.
non posso che essere pienamente d'accordo.
------RIFLESSIONE-----
quando vedo un film di fantascienza, penso alla realtà.. viviamo su un pianeta che "galleggia" nel vuoto, all'interno di miliardi di miliardi di altri mondi galleggianti, illuminati da stelle gigantesche.

più fantsscienza di questo!

mi sono lasciato trasportare. pardon!
------RIFLESSIONE-----

per concludere, questo tuo post è l'ennesima dimostrazione che fai parte del complotto :P
Decisamente interessanti anche gli effetti sonori... mi è tornata in mente la scena finale di War Games. Peccao che in questo caso non si sia trattato di una simulazione :(
Noto che il rispetto da parte dell'attivissimo insultatore non tende a diminuire per imporre i propri dogmi che poi critica a chi ha altri dogmi e qui poi nasce la ridicola lite fra religione e scienza che in comune hanno di certo appunto il dogma.Attivissimo Concorde in parte con quanto dice spero che accetti la provocazione se le dico a riguardo della scienza canonica che la rete internet di cui lei parla come strumento inventanto dalla scienza era altrettanto ridicolizzato dalla stessa qualche decenio prima!
E si sa la storia si ripete e molti non imparano mai da essa ! Con cordialità !
Ai religiosi che ancora credono a Dio come un omino che sta in cielo e comanda il mondo e tutto il resto delle cose ... bè mi vergnognerei meno a dire ad un bambino che è nato sotto un cavolo !
Qualcuno fa confusione tra principio antropico (se l'universo fosse diverso non esisterebbe l'Uomo) con quello "divino", (l'universo è stato fatto per l'Uomo) l'esempio della pozzanghera da questo punto di vista è perfetto.

Poi non ho capito per quale motivo il post di Paolo sarebbe ateo tou cure... forse il Papa o Zichichi pensano che pregando si possano evitare i terremoti? più che Teologia, qui si sta facendo catechismo da prima comunione.

P.s
Comunque sono fieramente Ateo e sbattezzato. Scazza se dico la mia, o non credere è una caduta di stile?
Me ne ricordo bene. Ero a Tokyo quel giorno (tra l'altro in un edificio alto).
La seconda cosa che ho pensato:

Ah, finalmente capisco cosa aveva in testa quello psicopatico di Katō Kiyomasa. Mi ero sempre chiesto perchè quel tizio avesse il pepe al culo.

La prima cosa che ho pensato:

In futuro, quando e se la cosa sarà fattibile, potrebbero voler piantare una bella isolozza artificiale o una struttura palafitticola un 7-900 km a sud est, dove quei buffi pallini rossi non appaiono mai.

La terza cosa che ho pensato:

La vita dei peones prima dell'era moderna doveva essere ben modesta e precaria per considerare un buon affare la colonizzazione dell'arcipelago giapponese.
P.S.

Hey!
Quando son tornato alla main...
Per un istante, per un brevissimo attimo, mi è parso che i tic-tac viola dell'articolo sottostante si siano mossi.
Siete ridicoli voi scienziati!
Siete ridicoli perchè pensate che un telescopio possa decidere il percorso dei pianeti o quando si estingue una stella!!!
.....
Fate attenzione a non pensare di chi crede ciò che volete voi e non ciò che effettivamente è (la frase provocatoria di sopra è esemplificativa di un'accusa che non corrisponde a realtà)

@Giovanni Pili (e @Alex)
Non mi fa problema se si è atei "tout court" [Acàdemie des pèdants où es-tu?]. Il problema è quando si pensa di chi crede ciò che non corrisponde a realtà.
No, non crediamo che pregare faccia scomparire i terremoti. No, non crediamo che Dio sia un omino. No, non crediamo che stia seduto in cielo a comandare.

Provate a prendere la cosa più difficile di vostra competenza (astronomia, ingegneria, medicina, biologia) e provate a spiegarla interamente, nei dettagli, ad un analfabeta. Ecco come Dio cerca di farci capire chi è e come ci riguarda.
E con questo non voglio dire che in fatto di fede io sia lo scienziato e voi gli analfabeti. Per quanto riguarda l'Essere Supremo (comunque lo si voglia chiamare) siamo tutti nella fatica di capire qualcosa che è ben al di sopra della nostra portata.
Poi c'è chi dice: "è troppo al di sopra, me ne disinteresso". C'è chi dice: "non esiste niente di troppo al di sopra, è tutto alla nostra portata". E c'è chi dice: "penso che questo al di sopra sia alla base di ciò che sono".


Sono contento che tu dica la tua, Giovanni. Non è una caduta di stile... non se l'è comprato tutto Lazarillo lo stile... ;)

Dio benedica la scienza! :)
Salute a tutti :)
Harlequin,

Se avessi ragione tu (Dio non esiste perchè la natura va per conto proprio e opera una cattiva gestione di un locale che ha dei clienti molto abituali) la tua sarebbe comunque una verità non "insindacabilmente" suffragata dai fatti.
I tuoi dati sono da te letti secondo la tua chiave di lettura ma non "dimostrano" alcunchè


Non vedo perché. Quale altra conclusione ne puoi trarre? Mancano segni chiari di intervento divino; ci sono chiari dati del contrario. La conclusione mi sembra inevitabile.
Alex,

Noto che il rispetto da parte dell'attivissimo insultatore non tende a diminuire per imporre i propri dogmi che poi critica a chi ha altri dogmi e qui poi nasce la ridicola lite fra religione e scienza che in comune hanno di certo appunto il dogma.Attivissimo Concorde in parte con quanto dice spero che accetti la provocazione se le dico a riguardo della scienza canonica che la rete internet di cui lei parla come strumento inventanto dalla scienza era altrettanto ridicolizzato dalla stessa qualche decenio prima!

Eh? Sono io che non capisco, o si tratta proprio di parole disseminate a casaccio?
@ Alex
"a riguardo della scienza canonica che la rete internet di cui lei parla come strumento inventanto dalla scienza era altrettanto ridicolizzato dalla stessa qualche decenio prima!"

Da quando in qua?
Internet e' stato prodotto nel 1969 dalla ricerca militare per garantire la sicurezza dei collegamenti fra computers in caso di guerra, nel caso che alcuni rami della rete fossero distrutti.
Il WWW wenne inventato venti anni dopo dai ricercatori del CERN per garantire uno standard comune per gli scambi di documenti fra i vari enti di ricerca.
Pianetax,

Sulla storia che i Seals del compound di Bin laden sono ancora vivi, io fossi in lei non ne sarei così certo

Quello certo, qui, sei tu. Sei tu che hai fatto la sparata: a te dimostrarla. Tu che prove hai che sono morti?


la distanza minima da terra non è mai uguale ma talvolta è veramente minima, in termini astronomici, con dei cicli credo attorno ai 20 anni

Ma documentarti prima di dire altre imbecillità ti è difficile, o lo stai facendo per farci sorridere?

Un'occhiata a una tabellina dei perigei lunari ti costerebbe tanta fatica?


Per questo le date dei terremoti possono non coincidere esattamente con i perigei

No. Non per questo. Ma per il semplice fatto che la differenza di attrazione gravitazionale lunare fra apogeo e perigeo è assolutamente trascurabile.

Ripeto: se sei venuto qui a collezionare figuracce da borioso incompetente, continua pure così. Se invece hai dubbi sinceri, studia e parlane con un astronomo.

Se invece vuoi continuare con le tue paranoie, è tuo diritto.
Magnum,

prendere un passo della Bibbia come un ordine, che sia da parte di un credente (come pretesto per vari scempi) o di un ateo (per screditare qualcuno), è un po' bigotto (IMHO)

Non sono stato io a inaugurare l'uso di quel passo della Bibbia per giustificare gli scempi.
Ciao a tutti!
Video impressionante...!!!

a ridicola lite fra religione e scienza che in comune hanno di certo appunto il dogma.

La scienza non ha dogmi preconcetti e se non sai neanche questo non dovresti permetterti di parlare di cose che non conosci! Altro discorso è se intendi "fare un atto si fede" ma c'è una bella differenza tra avere fede in un dogma astratto (che ti dice è così perché è così punto e basta...) e avere fede in un metodo di indagine che si basa sui dati oggettivi (osservazioni naturali e prove di laboratorio) per poter capire come funziona il mondo.

Nessuno qui vuole denigrare nessuno ma occorre evitare le invasioni di campo... Lasciamo all'indagine della scienza il mondo che ci circonda e alla religione (e altre discipline) il lato umano e spirituale (per chi ci crede) della vita...
Fate attenzione a non pensare di chi crede ciò che volete voi e non ciò che effettivamente è

L'invito è reciproco...

Siete ridicoli perchè pensate che un telescopio possa decidere il percorso dei pianeti o quando si estingue una stella!!!

CVD! Vedi che sei tu quello che parla di cose che manifestatamente non conosci...?!
Non ho capito una cosa: come mai l'ultima frase di Paolo ha scatenato tanto polverone? Non ci trovo grandi stranezze, al massimo la "luna storta" già citata da "Fabio quell'altro".

In fondo, è vero che siamo noi che siamo stati "creati" (o adattati, se il termine è più chiaro) per questo pianeta, e non viceversa. Quindi, che si sia atei, teofili o teofobi, che cosa cambia? Il dato rilevante è che i terremoti non finiranno domani e che comunque ci sono posti decisamente peggiori del Giappone dove vivere... (ringrazio Puffolotti per lo spunto di riflessione).

Le liti tra credenti e non credenti sono, secondo me, una terrificante perdita di tempo; quando un ateo e un credente non riescono a parlarsi, almeno uno dei due è partito per la tangente e ha anteposto il proprio orgoglio alla realtà.

Torniamo a noi, abbiamo già gli scombinati come i pianetax e i Bendandi da tenere a bada (trollallero trollallà), senza stare a perdere tempo in altre facezie.
@Paolo Attivissimo.

ho speso 30 secondi a cercare la distribuzione delle centrali nucleari in Giappone.
Mi pare strano che nessun sacerdote* sia venuto a strillare: "Vedete? dritto fra l'orecchio e la spalla! questa è la prova che dovete sottomettervi a me"

http://tinyurl.com/78e7z4z

Tuttavia questa immagine dimostra che qualunque terremoto di tali proporzioni su suolo giapponese ne avrebbe beccata almeno 1.
Anzi, in effetti se fosse capitato a mezz'ora di corriera a ovest di "Maebashi" ne avrebbe beccate 11-13 in un sol colpo.

Naturalmente sappiamo come i sacerdoti rigirano questa frittata dicendo: "Dio** ha voluto dare a voialtri infedeli un avvertimento, se avesse voluto seriamente..."

Ma per chi sa cosa sia la casualità, questo filmato espone una brillante spiegazione di come funzioni il caso.



*Di qualsivoglia confessione esoterica.

**Quale che sia il nome che una confessione attribuisce al suo dio... ho una brutta notizia: Più o meno tutte le confessioni politeiste concepiscono un nume a capo di tutti gli altri, più o meno tutte le confessioni monoteiste concepiscono degli angeli o dei servitori del dio a capo di tutto. La differenza fra monoteismo e politeismo è tutta nei termini adottati. Una volta chiarito questo possiamo tranquillamente affermare che in base alle stesse parole con cui i monoteisti definiscono il loro credo... non esistono religioni monoteiste.
Scusate se ritorno sull'argomento "pianeta inospitale". Ma inospitale de che??? Inospitale è Venere o Marte. L'agettivo "inospitale" per un pianeta, vuol dire che non ospita e che non può ospitare la vita. Se la Terra fosse stata inospitale la vita non si sarebbe sviluppata ed EVOLUTA. Se nel frattempo avete scoperto che Kepler22b è meglio della Terra e io non ne sapevo nulla, bhe, allora buon viaggio! A me questo pianeta sembra adattissimo alla vita, altrimenti non ce ne sarebbe così tanta e varia. Il fatto che la natura che ci circonda sia violenta ai nostri occhi non rende questo pianeta inospitale. Dire una cosa del genere, dopo aver visto il video dei terremoti, questo è principio antropico!
La scienza non ha dogmi preconcetti

Questa è una visione romantica della scienza. Di fatto anche lì ci sono un sacco di fazioni contrapposte.
Come mai signor Paolo tutta questa acredine nei confronti della religione? se esiste una certezza in questo mondo, un'ancora di salvezza è proprio la religione a fornircela. NOn la vostra "lercia" scienza che ha prodotto solo armamenti e disastri negli ultimi anni.
potevamo farne veramente a meno per quanto mi riguarda.
la Terra è un luogo sicuro, se ci sono problemi questi sono dovuti all'uomo che anela la guerra, che vuole la guerra, che vive nel caos.
Il pianeta che Dio ci ha dato è l'unico abitabile del sistema solare sta a noi poi decidere se farne un eden o un inferno. Purtroppo a volte è un inferno.
se non ci fosse Dio che ci protegge non so dove andremo a finire.
evidentemente però - negli ultimi anni - è indifferente all'ateismo imperante.

lei lo dimostra in pieno.

mi auguro che possa ravvedersi in futuro.
<< ... e delle nostre visioni romantiche che lo dipingono come la culla ideale donataci per intercessione divina >>

Nella Bibbia il mondo è descritto come una valle di lacrime, il suolo è maledetto e l'uomo è solo polvere (per es. Genesi 3).

Aggiungo che lo sfruttamento del pianetà non è giustificato dalla Bibbia (chi ha scritto quei versi citati da Attivissimo era un povero primitivo che non poteva fare danni, più che altro era modo per farsi forza contro la natura avversa) bensì è giustificato dalla odierna cultura materialista favorita dal potere tecnologico. Si consideri per esempio l'economia con il suo implicito concetto di crescita.
Ragazzi qui si sta facendo un po' di confusione. Non credo che per "inospitale" Paolo lo intendesse come inabitabile. Il senso era riassunto nel fatto che se le disgrazie capitano non è perché l'uomo merita di essere punito ma è perché la natura fa il suo corso indipendentemente dall'uomo (a parte i casi dove la sua attività influisce su scala planetaria...)
E' vero 3,8mld di anni fa la Terra era davvero "inospitale". e le uniche forme di vita in grado di sopravvivervi erano i più semplici (unicellulari procarioti) e per quasi 2mld di anni ci furono solo loro... E' stata la vita che nel corso del tempo geologico è riuscita a contribuire a rendere il pianeta come oggi lo conosciamo...

La scienza non ha dogmi preconcetti

Questa è una visione romantica della scienza. Di fatto anche lì ci sono un sacco di fazioni contrapposte.


E' vero: non bisogna dimenticarsi che se anche il metodo è buono chi lo applica sono sempre degli uomini con i loro pregi e difetti... Comunque ognuna di quelle "fazioni" non verrebbero considerate se non portassero delle prove alle loro asserzioni...

NOn la vostra "lercia" scienza che ha prodotto solo armamenti e disastri negli ultimi anni.

Ahahahahah! Questa è bella quindi le guerre di religione non esistono? Sono solo state la norma per svariati secoli! Hai mai letto un libro di storia?!

Le guerre non le fa la scienza ma le fanno i governi che utilizzano gli strumenti che vogliono per poter vincere tra i quali c'è anche la ricerca tecnologica!
(Non dimenticarti che forse l'invenzione della bomba atomica ha prevenuto lo scatenari di una terza guerra mondiale...)

potevamo farne veramente a meno per quanto mi riguarda.

Ok allora dovresti tornare a vivere nelle foreste/caverne e a morire a 20 anni per un raffreddore, per la fame o sbranato da un orso delle caverne...!

Il pianeta che Dio ci ha dato... se non ci fosse Dio che ci protegge non so dove andremo a finire...

Questi sono dogmi che implicano degli atti di fede per cui non puoi parlarne come se si trattasse di fatti concreti. Puoi crederci è ovvio ma non puoi pretendere che gli altri facciano lo stesso.
@ giovanni tancredi

spero sempre che chi commenta con questo tipo d'argomentazioni non stia parlando seriamente.
Anche se purtroppo credo di sbagliarmi.
Ciao a tutti, vorrei far notare ai credenti che sono loro stessi a dover cambiare il modo di concepire Dio. Io credo nell' esistenza di Dio, e da quando ho smesso di averne un concetto ho visto svanire tutte le contraddizioni tra religioni e scienza-religione.
Avvicinatevi alla visione mistica di tutte le religioni e troverete i punti comune, non le diversità. Avvicinatevi con la visione mistica alla scienza e vi accorgerete di avere un profondo rispetto per il suo lavoro.
Dio è una parola inventata dall' uomo in tempi arcaici per parlare di ciò che c' era prima della creazione, che c'è durante e che ci sarà dopo. Nessun scienziato è contrario a questo, solo cercano di portare delle risposte. Si oppongono al " è così perchè qualche autorità ha detto così,non c' è bisogno di indagine".
Grazie a tutti.
@puffolottoaccident

Caso, oppure i giapponesi avevano già statistiche delle aree più a rischio ed hanno costruito le centrali di conseguenza?

Quelo dice "la seconda che hai detto". :-)

Comunque ho trovato una mappa del rischio sismico del Giappone, ed in verità non me l'aspettavo così.
http://0.tqn.com/d/geology/1/0/c/j/1/japankorea.png
In particolare mi sorprende che non si sia costruito nel'isola a nord (che però so essere non molto popolata). Certo Fukushima non dovrebbe essere particolarmente sismica, tuttavia dobbiamo ricordarci che il problema non è stato tanto il terremoto (che probabilmente ha colpito diverse centrali, ma non lo so per certo), quanto l'onda dello Tsunami.
@Pietro

No, parlo proprio di caso.

Qualunque tipo di intelligenza senziente, se volesse mandare un messaggio di qualunque tipo, non si affiderebbe al caos perfetto.

Se ci pensiamo un attimo è ovvio, prendiamo ad esempio l'acqua: in passato la gente ha sofferto le inondazioni (bè, ancora oggi) perchè non poteva allontanarsi più di tanto dall'acqua.
Chi aveva il potere si assicurava di abitare in zone sicure, e tagliava fuori i poveri peones.

Ovviamente a 100 km dalla fonte d'acqua dolce più vicina un'inondazione è quantomeno improbabile, ma nessuno poteva fondare una comunità così lontano dall'acqua, quindi estendendo tale concetto, la razza umana si è dovuta sistemare dove tali cose accadono sovente.
In qualche modo la tettonica della Terra è influenzata sicuramente dalla Luna !
Però l'avvicinamento della Luna è una emerita stronzata visto che la Luna si sta allontanando dalla Terra (impercettibilmente ovviamente) .
Poi i Terremoti là sono frequenti e soprattutto mi ha spaventato di più constatare che quelli lì costruiscono le centrali nucleari proprio sulla costa che è soggetta a tsunami !
"se non ci fosse Dio che ci protegge non so dove andremo a finire." E meno male che ci protegge. Pensa cosa succederebbe se fosse indifferente.

Scusate, i credenti non si offendano, ma... non sono riuscito a farne a meno.
In qualche modo la tettonica della Terra è influenzata sicuramente dalla Luna!

Non credo... Non ho mai letto nessuna pubblicazione in cui si affermasse ciò...
Un tempo quando era molto più vicina (e in minima parte anche oggi...) i movimenti di marea hanno contribuito ad incrementare il calore interno della Terra...

Poi i Terremoti là sono frequenti e soprattutto mi ha spaventato di più constatare che quelli lì costruiscono le centrali nucleari proprio sulla costa che è soggetta a tsunami!

Credo che in Giappone non abbiano molta scelta... E' stata una disgrazia con moltissime implicazioni e cause per poterla liquidare così facilmente... :-)
aggiungo per giovanni tancredi che la scienza non è "buona" o "cattiva", dipende tutto da come vengono applicate le scoperte.

Certo che uno che usa internet e parla di "lercia" scienza è una contraddizione in termimi vivente.
Giusto! Ma una volta "accettato" come ti senti? Cosa cambia? Meglio rispetto a cosa? E proprio per tutti??
Di quali aspirazioni parli? E a quali visioni romantiche dovremo rinucuare? Meglio morire sepolti senza aver gioito o comunque morire con almeno il ricordo di aver amato, ambito, desiderato, e magari ottenuto?
Ottimo video, ma assolutamente inappropriate e fuori luogo i commenti, e non solo perchè non li condivido, ma soprattutto perchè non c'azzeccano proprio nulla!!
:-)
Bellissima la storia della pozzanghera!

E naturalmente bellissimo il filmato! Un paio di quelle scosse le ho sentite in vacanza la scorsa estate... Avessi visto allora questo video forse avrei avuto qualche attimo di paura in più :-|
*** mi sa che ho fatto un post doppio... Nel caso, tieni il primo più lungo, grazie! Colpa del tablet :-P
FrancoM essendo il Giappone un arcipelago con le montagne in mezzo, non hanno molto altro posto dove costruire un impianto grosso come una centrale nucleare, che oltretutto ha bisogno d'acqua. Mica sono scemi: le fanno lì perchè non possono fare diversamente. Non mi pare furbo pensare di, che so, spianare una montagna...
Credo che tutti i riferimenti che sono stati fatti inerenti alla religioni siano (almento parzilamente) sbagliati perché non tengono conto di due cose:
1. la Bibbia non è un libro di scienza, ma racconta la storia fra Dio e un popolo.
2. Il vecchio testamento è scritto in base alla mentalità che aveva l'umanità ai tempi, così come un libro per bambini è scritto in modo infantile.

Nessuna persona adulta di buon senso si metterebbe a discutere di un libro di scienza scritto per bambini nè citandolo come "verità assoluta" (come certi catastrofisti) nè condannandolo in toto perché dice cose strampalate (e tu Paolo ogni tanto lo fai).

Le prime persone semplicemente vanno ignorate e le seconde potrebbero provare a leggere un po' il contenuto e non la forma.
assolutamente fantastico!!!

sarebbe bello vedere una ricostruzione simile anche per l'Italia!
@Tancredi

Signor Tancredi, sviti subito la lampadina che illumina la stanza mentre legge questo post, e la butti, inoltre butti all'istante tutto il computer. Sono tutti frutti della "lercia" scienza.
Mancano segni chiari di intervento divino; ci sono chiari dati del contrario.

Vera la prima cosa; ho molti dubbi sulla seconda.
A mio parere, nel mondo Iddio ha voluto solo seminare indizi. C'è abbastanza luce per chi vuol credere, e abbastanza buio per chi vuole non credere, diceva se non sbaglio il buon vecchio Pascal.
(Nel pensiero qua sopra invertite pure la posizione di luce e buio, il senso non cambia).
Un indizio? Ci siamo. Esistiamo e siamo qui a ragionare di queste cose. Potevamo non esserci (il nostro numero aveva una bassissima probabilità di uscire alla lotteria dell'evoluzione (non solo biologica)), e invece siamo qua. Con tutte le magagne che ben conosciamo (il male, la sofferenza degli innocenti, dovremo morire), ma siamo qua.
Non è una prova di niente; può essere un indizio.

PS: lasciate perdere i troll.
E intanto don Spencer, zitto zitto, se l'è pubblicato sul suo blog...
questi religiosi profittatori!
:-)
francoM ha commentato:
In qualche modo la tettonica della Terra è influenzata sicuramente dalla Luna !
Però l'avvicinamento della Luna è una emerita stronzata visto che la Luna si sta allontanando dalla Terra (impercettibilmente ovviamente) .
Poi i Terremoti là sono frequenti e soprattutto mi ha spaventato di più constatare che quelli lì costruiscono le centrali nucleari proprio sulla costa che è soggetta a tsunami !

la Luna si allontana ma le maree ci sono ancora e ho detto che il fatto non è quanto è vicina o lontana ma la 'variazione' della sua forza (notevole visto che varia col quadtrato della sitanza) quaando si avvicina o allontana

Albino
E meno male che ci protegge. Pensa cosa succederebbe se fosse indifferente.

Se un giorno smetterà di proteggerci, potremmo non accorgercene mai.
@harlequin
No, non crediamo che pregare faccia scomparire i terremoti. No, non crediamo che Dio sia un omino. No, non crediamo che stia seduto in cielo a comandare.

Allora rilassati, che ti devo dire.
inospitali siamo noi umani che malgrado si conosca il problema sismico del Giappone, si costruiscono centrali nucleari... prima dell'ultimo catastrofico sisma i nipponici erano i piu' preparati ai terremoti. Vediamo di trattare bene questo nostro pianeta. meraviglioso, come cantava Modugno. apra lei gli occhi.
@ PaoloAttivissimo

ci sono chiari dati del contrario
un terremoto (o una serie di sismi) è evidenza che un dio non può esistere? non capisco il passaggio logico.

Eh? Sono io che non capisco, o si tratta proprio di parole disseminate a casaccio?Eh?
Paolo!!! Evita certi commenti, dai! Non riesco a trattenermi dal ridere ma è tardi e rischio di svegliare il quartiere! :)
(Alex, quanno ce vo' ce vo')

Non sono stato io a inaugurare l'uso di quel passo della Bibbia per giustificare gli scempi
Qui ti capisco... le ferite di una lettura distorta della Bibbia le pagheremo per molto tempo ancora. (e c'è ancora chi piega i testi sacri a giustificare la propria idiozia!) :(

@Stupor Mundi 83
CVD! Vedi che sei tu quello che parla di cose che manifestatamente non conosci...?!
Nooooooooooo! quella era una frase volutamente provocatoria!!! Anzi se trovassi davvero qualcuno capace di credere ciò che ho scritto e inventato di sana pianta sul fatto dei telescopi chiamerei la neuro!
Era un modo per dire che come a te, ateo scientista, dà fastidio quando ti accusano di cose che non stanno in terra, così dà fastidio a me quando mi accusano di cose che non stanno in cielo. La frase "siete ridicoli..." non è ASSOLUTAMENTE ciò che penso. Chiedo scusa se qualcuno, per l'ambiguità -voluta- dell'incipit del mio intervento, ha potuto fraintendere e offendersi. Non era mia intenzione.

@giovanni tancredi
Dimmi che sei un troll! Dimmi che sei un troll! Dimmi che sei un troll! Dimmi che sei un troll!

@Il lupo della luna
Ti capisco... tranquillo.
Dio non è la pezza che risolve (intercettando e "fermando" i terremoti). Non è colui che punisce (mandando i terremoti). La natura, pur nella sua perfetta "matematicità" (scusate se non uso termini appropriati) resta qualcosa di imperfetto, di rischioso. Al credente dovrebbe bastare per capirne il grande valore, senza farne il valore assoluto. (perchè il valore assoluto è il bene dell'uomo, di ogni uomo)

@martinobri
grazie a te e a Pascal :)

@giovanni pili
Più rilassato di così... E lo sono proprio perchè credo che Dio non stia lì come giudice di linea a fischiare non appena la palla va fuori. :)

vi saluto. Buona settimana! :)
@harlequin

Quello che non capisco bene è perchè ti preme tanto sostenere l'esistenza di codesto "Dio".

Hai timore di essere punito se non lo fai? Pensi che se l'esistenza delle nostre coscienze persiste dopo il decesso, l'aver sostenuto l'esistenza di Dio ti farà avere ******* con le ***** più grosse di quelle che verranno mandate da me?

No, perchè quanto a fortuna in questa vita, è evidente che l'unica cosa che l'agnostico puro deve temere è che i religiosi gli facciano dispetti per dimostrare a sè stessi (più che all'agnostico... voglio dire, se trovo una cacca umana sullo zerbino... so benissimo che Dio non la ha suscitata dall'iperuranio) che l'agnosticismo porta sfiga XD
pero' bisogna dare atto ai credenti che, indipendentemente da cosa si stia discutendo, riescono a trasformare il dibattito in una discussione su dio e i cavoli loro... Non e' una battuta. Sono veramente efficienti.
Sulla storia che i Seals del compound di Bin laden sono ancora vivi, io fossi in lei non ne sarei così certo

Quello certo, qui, sei tu. Sei tu che hai fatto la sparata: a te dimostrarla. Tu che prove hai che sono morti?

Immagino che entrando in ottica complottista, e' ovvio che la notizia della loro morte e' stata tenuta nascosta e sono stati sostituiti da controfigure. Purtroppo se si entra in questo ordine di idee, tutto diventa fasullo e le certezze svaniscono come un pupazzo di neve ai tropici.

A parte questo, a chi dice che il Giappone e' il posto ideale dove vivere in caso di terremoti, non sarei molto d'accordo, dato che la costa nord orientale e' stata spazzata via dallo tsunami (causato dal terremoto ed effetto prevedibile, visto che la parola stessa e' giapponese) ... La societa' giapponese poi dal dopo guerra e' diventata una societa' ipocondriaca e paranoica. Le bombe atomiche, i terremoti e gli tsunami hanno finito per segnare la vita del giapponese medio, che e' cresciuto con il terrore di un nuovo fallout nucleare o di un altro cataclisma in grado di spazzare via il Sol Levante. Basta guardare la nutrita produzione artistica sull'argomento (film, manga, libri, videogiochi, etc). Questo vuol dire inevitabilmente che tutte le precauzioni prese e la preparazione decennale, non sono state ancora sufficienti. Ecco perche' non ci si puo' fidare ciecamente ne' della fede ne' della scienza. Come aveva detto qualcuno tra i commenti, siamo come pulci sul dorso di un cane. Possiamo fidarci ciecamente della pulce sacerdote o della pulce scienziato? Sempre pulci sono. Ovviamente, di questi tempi ci azzeccano di piu' le pulci scienziate, ma come abbiamo visto (dal Vajont a Fukushima, da Chernobyl a Bhopal) nei progetti di dighe e centrali nucleari ci possono essere dei design flaws o delle distrazioni o incuranze o sottovalutazioni dei problemi. Tutti problemi ovviamente non relativi alla Scienza naturalmente ma ai limiti umani. Quindi si puo' dire che la Scienza e' piu' o meno uno strumento quasi perfetto, ma l'uomo assolutamente no. Se poi consideriamo anche la natura umana soggetta a influenze non astrali ma meramente pecuniare, ecco che il rischio si moltiplica quando in mezzo finiscono appalti milionari, risarcimenti ingenti, etc.
volevo solo dire che trovo molto divertente tutto questo disquisire su un'entità senza neppure sapere se detta entità esista. A quando i commenti sugli inequivocabili indizi dell'esistenza del mostro di spaghetti volante? Perché ci sono inequivocabili indizi della sua esistenza, per chi vuole crederci.

Ezilaranto, come direbbe Abatantuono.
Non la vostra "lercia" scienza che ha prodotto solo armamenti e disastri negli ultimi anni.

Ahahahahah! Questa è bella quindi le guerre di religione non esistono? Sono solo state la norma per svariati secoli! Hai mai letto un libro di storia?!

Esatto, in passato l'uomo ha giustificato le guerre con la religione (pero' se leggiamo e citiamo i libri di storia ricordiamoci che quasi sempre la religione era solo una giustificazione per le guerre che erano mosse da motivi piu' pragmatici). Altrimenti dovremmo sottolineare che le donne sono inutili e pericolose, perche' si e' fatta la guerra di troia ...
La scienza invece e' sempre stata sfruttata per realizzare armamenti sempre piu' efficaci (dal bronzo al ferro, dall'acciaio alle bombe atomiche). Quindi si puo' dire tranquillamente che scienza e religione a lungo sono andate a braccetto. Comunque, ricordo anche che numerosi sono stati gli scienziati che erano religiosi (da Mendhel a Copernico). Quindi in effetti le due cose non sono in contrapposizione. Basta avere un po' di sale in zucca per fare dei distinguo e ragionare criticamente e lucidamente. Ricordatevi inoltre che la scienza, come la religione per le guerre, e' stata chiamata in causa per giustificare nefandezze di ogni tipo, a cominciare dal nazismo e la superiorita' genetica della (inesistente) razza ariana. La colpa del nazismo non e' di Darwin ovviamente, ma di chi lo ha sfruttato biecamente per le proprie propagande. E la scienza e' stata il substrato fertile da cui hanno preso vita le dittature comuniste (vi ricordo che il comunismo scientifico era uno dei tre ingredienti del marxismo/leninismo). Quindi diciamo che come disastri causati da un uso improprio pari sono. Ambedue pero' hanno contribuito alla umanita' in pari misura, l'una dandoci una moralita' e una etica (non uccidere, non rubare, rispetta il prossimo tuo ricordo che sono concetti a cui l'illuminismo e' arrivato 1700 anni dopo) e l'altra dandoci la medicina, la matematica, etc che non vi spiego che benefici ci hanno dato per non insultare le vostre intelligenze. Di esempi di un uso malsano della scienza ce ne sono a bizzeffe: dalla censura di internet in Cina realizzata con le tecnologie stesse della Silicon Valley (grazie Cisco ...) , alle armi invisibili delle unita' giapponesi 731 e 406 (vi ricordate cosa facevano gli scienziati di Ishii Shiro in nome della scienza?).
@puffolottiaccident e pgc

Non mi preme fare "pubblicità" all'esistenza di Dio. Non pretendo nè di convertire nessuno in questo blog, nè di "salvarmi l'anima". Ma siccome (nella maggior parte dei casi) in questo blog si dialoga anche animatamente ma correttamente lo faccio volentieri.

Siccome leggo spesso questo blog da "profano" (nel senso che non sono nè esperto informatico, nè esperto di qualche scienza, ma come persona che si vuole informare) non intervengo quasi mai. Ma quando vedo, dal mio punto di vista, che si arriva a conclusioni che per me non sussistono (passaggi logici indebiti), o si cita la Bibbia decontestualizzandola (questione di metodo) oppure si fanno analisi sui credenti non congrue* (questione di metodo 2) mi sento in dovere di fare qualche precisazione.
Se poi a qualcuno risulto noioso, può saltare i miei post. :)

Saluti!

* ad esempio: "i cristiani sono tutti guerrafondai." Sarebbe come analizzare una data specie di uccelli in un periodo di epidemia di aviaria e tirare le conclusioni che la specie X ha come caratteristica un virus che fa parte integrante del suo meccanismo). Oppure: "i cristiani credono nella logica del Dio che punisce Crozza" (riprendo quest'esempio perchè mi ha sconvolto). Ma questi non sono la maggioranza, solo che fanno più clamore.
@Lupo della Luna:
> Dato che ci sono terremoti quotidianamente le date possono coincidere anche col mio compleanno.

Dato che i terremoti ci sono sempre e la Luna c'è sempre si può ipotizzare che i terremoti li causa la Luna!

:D :D :D :D :D :D
Secondo me la cosa più impressionante è che, al di là della particolarità di quel tragico giorno, da lì in poi le scosse sono continuate a ritmi ben più alti di prima
[quote-"Gnome"-"/2012/02/un-anno-di-terremoti-video-da-brivido.html#c1690678966616703019"]
Quindi diciamo che come disastri causati da un uso improprio pari sono. Ambedue pero' hanno contribuito alla umanita' in pari misura, l'una dandoci una moralita' e una etica (non uccidere, non rubare, rispetta il prossimo tuo ricordo che sono concetti a cui l'illuminismo e' arrivato 1700 anni dopo) e l'altra dandoci la medicina, la matematica, etc che non vi spiego che benefici ci hanno dato per non insultare le vostre intelligenze.
[/quote]

Ma di che religione stai parlando perché qui si fa un po' di confusione e poi non ci si capisce. Il concetto di non rubare e di non uccidere per vivere sereni e prosperare in comunità risale a ben prima dell'avvento del cristianesimo, o anche solo dell'ebraismo, e poi cosa c'entra l'illuminismo?

La scienza e il progresso avranno tante colpe ma se oggi, con quel freddo polare che c'è, posso starmene al calduccio a perdere tempo a scrivere un commento qui e non devo andarmene in giro a caccia di mammut per nutrirmi devo ringraziare la scienza e il progresso, non di certo la religione.

Che poi in nome della scienza si siano commessi dei crimini nessuno lo nega ma per commettere un crimine ogni scusa è buona.

Probabilmente erano sinceri anche i primi spagnoli che hanno portato il vangelo nelle terre dimenticate da Dio ma il risultato è stato catastrofico e intere popolazioni sono state decimate. Colpa della religione o della avidità dell'uomo?

O forse anche qui è colpa della scienza che ha donato agli spagnoli le conoscenze indispensabili per attraversare l'atlantico in nome di Dio e dei regnanti cattolici spagnoli?

Quindi è inutile dire che una cosa è buona e l'altra è cattiva quando la colpa di tutto è sempre dell'uomo, o quasi sempre, ed è inutile metterle sullo stesso piano visto che una si occupa di capire il mondo fisico e quell'altra il mondo metafisico.

Ps. Comunque anche il comunismo* e il nazismo erano una forma di religione, atea ma pur sempre una religione.

Pss. Il comunismo inteso quello stile ex-USSR.
Credo che tutti i riferimenti che sono stati fatti inerenti alla religioni siano (almento parzilamente) sbagliati

A me sembra che siano state dette tante cose sbagliate sulla "lercia" scienza...!!! Per le religioni si criticava (come è giusto) gli estremismi... :-)

la Luna si allontana ma le maree ci sono ancora e ho detto che il fatto non è quanto è vicina o lontana ma la 'variazione' della sua forza (notevole visto che varia col quadtrato della sitanza) quaando si avvicina o allontana

Sì ma ciò non toglie che la Luna con i terremoti non "c'azzecca"...! [cit.]

inospitali siamo noi umani che malgrado si conosca il problema sismico del Giappone, si costruiscono centrali nucleari...

Hanno già detto altri che occorre informarsi su questa COMPLICATA faccenda prima di sparare sentenze semplicistiche... Come tu stesso hai detto loro sono i più esperti in terremoti, quindi...

Nooooooooooo! quella era una frase volutamente provocatoria!!! ecc...

Ok, ho frainteso... Comunque non siamo d'accordo ;-)

pero' bisogna dare atto ai credenti che, indipendentemente da cosa si stia discutendo, riescono a trasformare il dibattito in una discussione su dio e i cavoli loro... Non e' una battuta. Sono veramente efficienti.

Manca una "d" e c'è ina "f" di troppo... XD
Sto scherzando! Era una battuta... ;-)

A parte questo, a chi dice che il Giappone e' il posto ideale dove vivere in caso di terremoti

Infatti chi ha parlato di "posto ideale"? Per il solo fatto che quei terremoti ci siano, a prescindere dalla preparazione del paese, non rende quel posto "ideale". Comunque i giapponesi sono preparati anche per gli tsunami: ne hanno subiti tanto nella loro storia. Ma c'è un limitea tutto anche all'efficienza. Questo terremot è stato davvero potente. Per farti un classico paragone: se fosse capitato all'Aquila Roma sarebbe stata rasa al suolo...!!!
e' diventata una societa' ipocondriaca e paranoica ecc...

Scusami ma tu hai studiato la sociologia Giapponese o è una tua interpretazione della nutrita produzione artistica sull'argomento (film, manga, libri, videogiochi, etc)?

Ecco perche' non ci si puo' fidare ciecamente ne' della fede ne' della scienza.

Ogni cosa ha dei limiti! Il tuo è un ragionamento miope! Stai confondebdo uno strumento per indagare il mondo che ci circonda con la seguente tecnologia utile a "tenere in salvo l'umanità". Mettiti l'anima in pace ci saranno sempre calamità al di fuori della portata dell'uomo a prescindere dal prograsso scientifico-tecnologico!
E adesso scendo nel banale: di certo il tuo credo cosa avrebbe potuto fare in più rispetto alla tecnologia? Se in giappone si pregava di più lo tsunami sarebbe stato fermato da un muro invisibile?! Guarda che la dinamica interna della Terra prosegue regolarmente da milioni di anni a prescindere da quello che "dicono" certi esserini che camminano sul suo flilm superficiale...! :-)

Possiamo fidarci ciecamente della pulce sacerdote o della pulce scienziato? Sempre pulci sono.

Beh, uno usa i fatti e i dati. L'altro no. C'è una bella differenza! Allora sdovremmo credere anche al primo folle di turno che dice che "possiamo volare quindi non abbiate paura di buttarvi dalla finestra!!!" tanto Sempre pulci sono

Quindi si puo' dire che la Scienza e' piu' o meno uno strumento quasi perfetto, ma l'uomo assolutamente no.

Su questo sono pienamente d'accordo...! ;-)

pero' se leggiamo e citiamo i libri di storia ricordiamoci che quasi sempre la religione era solo una giustificazione per le guerre che erano mosse da motivi piu' pragmatici

E' vero c'erano ANCHE i motivi pragmatici (di potere o economici) ma in quell'epoca la religione era una cosa moltao importante per cui i motivi religiosi erano anche una scusa ma molti partivano credendoci veramente! E anche il Papa (spesso istigatore...) nel suo piccolo in parte ci credeva agli anatemi che lanciava... Non puoi giudicare il passato con gli occhi del presente. Nel tardo impero, nel Medioevo e all'inizio dell'età moderna la religione era una cosa centrale nella vita di ogniuno e bastava da sola a muovere ed inferocire le folle!

La scienza invece e' sempre stata sfruttata per realizzare armamenti sempre piu' efficaci (dal bronzo al ferro, dall'acciaio alle bombe atomiche).

Da chi dai governi o dai ricercatori? Per piacere, ripeto: le guerre le fanno i governi! Ed esiste anche la tecnologia civile, non c'è solo quella militare. Se le cose non ti stanno bene puoi sempre tornare all'epoca della pietra, no?! Allora non sputare nel piatto da cui mangi! :-)

Quindi diciamo che come disastri causati da un uso improprio pari sono. Ambedue pero' hanno contribuito alla umanita' in pari misura, l'una dandoci una moralita' e una etica

Concordo, la colpa degli "usi malsani" è sempre degli uomini! Io non odio la religione voglio solo che ognuno rimanga nell' proprio campo senza intralciare l'altra... :-)
penso che a questo punto ci voglia un chiarimento. Le guerre di religione - laddove ci sono state e ci sono ancora - sono un pretesto per poter fare ciò che si vuole. La religione in questo caso viene travisata ed utilizzata volutamente verso le masse ignoranti per creare odio e discriminazione.
Riguardo all'esistenza di Dio, un credente si basa sulle sacre scritture.
Spero ora che questa polemica sterile abbia fine perché sinceramente mi sento insultato come credente e pure parecchio.
È violento e inospitale

Ma come? sulla guida galattica ho letto che è praticamente innoquo! :)

In mezzo a questa battaglia fra religiosamente-scientifici e scientificamente-religiosi uan battuta ci voleva! Non è il pianeta plasmato a misura dell'uomo ma l'uomo plasmato su misura del pianeta (si chiama evoluzione) e visto quanti miliardi siamo direi che non è poi così inospitale.

Quanto a Dio, difficile risalire all'autore osservando il prodotto finale se si ha un solo esemplare da osservare. Trovatevi un universo creato da un dio e uno che si sia formato da solo e confrontateli ... :)
Gnome: e ci sono altrettanti esempi di uso malsano della religione.

Ma per fortuna, in entrambi i casi, sono pochi. Eclatanti, ma pochi.

Sulle origini dei terremoti, vi sono numerose teorie*, nessuna delle quali prevede interventi di altri Corpi celesti.

* con teorie non si intende "baggianate non dimostrate" ma "modelli che spiegano la dinamica dei fatti in modo coerente".
* con teorie non si intende "baggianate non dimostrate" ma "modelli che spiegano la dinamica dei fatti in modo coerente".

Aahh...! Per poco ho avuto un sussulto! ;-)
Piccolo problema di fondo: la forza di gravità non varia col quadrato della distanza (r²), ma con l'inverso del quadrato della distanza (1/r²) e visto che sia la distanza minima che la massima sono molto grandi la forza varia molto poco. Altrimenti per lo stesso motivo dovremmo sentire le forze di marea determinate dalla variazione di distanza dal Sole fra estate (quando la Terra è più lontana) e inverno (quando è più vicina).

Altro dettaglio: la Luna esercita un'attrazione perpendicolare alla superficie terrestre, i terremoti (mi si corregga se sbaglio) sono dovuti principalmente a forze la cui componente principale è parallela alla superficie (scontri, separazioni e sfregamenti fra due placche).
@ giovanni tancredi

Riguardo all'esistenza di Dio, un credente si basa sulle sacre scritture.

Solo sulle sacre scritture? Lei si è sicuramente dimenticato un pezzo. Se così non fosse, sarebbe come dire che crede a Dio perché l'ha letto su un libro. Se al posto della bibbia ci fosse stato Alice nel paese delle meraviglie, ora lei crederebbe allo Stregatto.

Signor Tancredi, quel fantastico strumento che lei chiama "lercio",e che non fa altro che analizzare la realtà secondo uno schema logico funzionante, le serve anche nel suo cammino di fede, per non cadere vittima del primo venditore di sogni che passa per strada.

Paolo Attivissimo ha fatto notare, pur in maniera piuttosto brusca, che il pianeta dove viviamo è, come tutto quello che ci circonda, al di là del bene e del male, del buono o del cattivo, e che antropomorfizzarlo, dargli una volontà che non ha e una necessarietà che abbiamo inferito a nostro piacimento, è un errore.

Bene e Male nascono quando entra in scena l'uomo. Prima di esso, non esistono.

Il nostro universo, anche secondo la Bibbia, è nato PRIMA dell'uomo.
Se "la scienza e' sempre stata sfruttata per realizzare armamenti sempre piu' efficaci (dal bronzo al ferro, dall'acciaio alle bombe atomiche)." qualcuno mi spiega come mai la vita media e' triplicata in tutte le societa' che ne hanno fatto ampio uso, mentre e' rimasta praticamente immutata in tutte le altre?

grazie
@Puce72

Quello non è assolutamente strano.

Appare chiaro che una simile saracca tira una bella culata ai "sassini*" che senza quella scossa avevano in programma di sbottare decine o centinaia di anni più tardi. Credo vengano chiamate "scosse di assestamento" Il processo si chiama "reazione a catena."

Deduco inoltre (ma non ne sono certo) che una reazione a catena, una volta esaurita, renda il sito relativamente più sicuro, perchè fa tuonare molti sassini quando ormai tutto quello che c'era da tirare giù è andato giù con la scossa principale invece che lasciarli tuonare dopo la ricostruzione.

*monoliti le cui dimensioni sono nell' ordine di svariate decine di metri di diametro minimo
Stupor Mundi: non solo fino all'inizio dell'era moderna. La religione in quanto "entità che accomuna molte persone" è tuttora usata come "scusa" per guerre e persecuzioni.

Giovanni Tancredi: "per l'esistenza di Dio i credenti si basano sulle sacre scritture", insomma "si fidano sulla parola".
Sentirsi insultati perchè qualcuno ha delle idee diverse dalle tue è abbastanza infantile, tantopiù che mi pare che una delle basi del cristianesimo, almeno a sentire il Papa, sia la tolleranza.. O la tolleranza si applica solo verso chi è d'accordo con te?
"Ma come? sulla guida galattica ho letto che è praticamente innoquo! :)"

Riposa in pace, Accademia dei Pedanti :D
@ giovanni tancredi
No, non mi sento offeso in quanto cristiano. Ed anche la "d" e la "f" di Stupor mundi 83 mi hanno fatto sorridere. :)
No, non mi sembra una discussione sterile. C'è stato un confronto sereno e pacato, che mi fa pensare che alla fine siano meno in disaccordo di quanto si pensi:

"Che poi in nome della scienza si siano commessi dei crimini nessuno lo nega ma per commettere un crimine ogni scusa è buona. [...]
Quindi è inutile dire che una cosa è buona e l'altra è cattiva quando la colpa di tutto è sempre dell'uomo, o quasi sempre, ed è inutile metterle sullo stesso piano visto che una si occupa di capire il mondo fisico e quell'altra il mondo metafisico."
(motogio #116)

Per le religioni si criticava (come è giusto) gli estremismi (e molto altro di Stupor Mundi 83 #117 e #118)

E ci sono altrettanti esempi di uso malsano della religione. Ma per fortuna, in entrambi i casi, sono pochi. Eclatanti, ma pochi. (Il Lupo della luna #121)

Chiudo con una considerazione: mi rendo conto che da cattolico in questa discussione mi irritano più i toni e i contenuti di Giovanni Tancredi e Gnome, che quelli di chi dovrebbe andarmi contro. E quanto penso queste cose, capisco che se la religione viene percepita come qualcosa di incomprensibile e inutile è per una cospicua percentuale colpa nostra! ...:(
Mostro volante di spaghetti: Perché ci sono inequivocabili indizi della sua esistenza, per chi vuole crederci.

Ad esempio?
[quote-"harlequin"-"/2012/02/un-anno-di-terremoti-video-da-brivido.html#c1021318813470669709"]
"i cristiani sono tutti guerrafondai." Sarebbe come analizzare una data specie di uccelli in un periodo di epidemia di aviaria e tirare le conclusioni che la specie X ha come caratteristica un virus che fa parte integrante del suo meccanismo.
[/quote]

a parte il piccolo particolare che queste "epidemia di aviaria" è durata per 15 secoli su 20, e per il 100% dei secoli in cui il cristianesimo ha avuto il potere temporale nelle sue mani. tecnicamente, secondo il suo paragone, sarebbero gli ultimi 2-3 secoli di "moderazione" ad essere l'anomalia.....

...e ai "guerrafondai" aggiungo "torturatori e uccisori di infedeli, eretici, semplici sospetti di eresia o anche solo donne senza il controllo di un uomo accusate quindi di stregoneria".


sia chiaro, non sto dicendo che i cristiani odierni sono così, ma semplicemnte ho rivoltato la logica del discorso verso l'interlocutore: l'anomalia cristiana è la moderazione odierna, non l'intolleraqnza passata
innoquo
O_O
Paolo, di' la verità: i flame religiosi ti piacciono ;-)
@Lupo della Luna:

"Sulle origini dei terremoti, vi sono numerose teorie*, nessuna delle quali prevede interventi di altri Corpi celesti.

* con teorie non si intende "baggianate non dimostrate" ma "modelli che spiegano la dinamica dei fatti in modo coerente"."

In realta' non e' esattamente cosi'. Esiste certamente un effetto delle forze mareali sui terremoti. Il problema e' valutare se questo effetto e' trascurabile rispetto all'attivita' tettonica o ad altri fenomeni e la risposta, basata sull'analisi statistica e su quella teorica, sembra indicare che sia cosi'. Ma c'e' spazio per cambiare idea se qualcuno presentera' una paper sulle riviste di settore, che dimostri altrimenti.

E' accettato per esempio che sul satellite gioviano Io l'intensa attivita' vulcanica e' causata dall'attrazione gravitazionale del grande pianeta. Ovviamente parliamo di ordini di grandezza differenti, ma non c'e' nulla di bislacco nell'immaginare che tra le tante cause dei terremoti possa anche figurare l'attivita' mareale esercitata dalla luna.

Dal punto di vista teorico il conto non e' molto complicato. Basta utilizzare parametri come lo spessore delle zolle tettoniche, la distanza tra la luna e la terra, la plasticita' dei materiali. Dal punto di vista sperimentale basta prendere le frequenze dei terremoti e la loro collocazione geograica e correlarle con la posizione della luna o con qualsiasi parametro da esso derivato (inclusa la sua derivata). Cosa che e' stata fatta diverse volte in passato vedi per esempio questa bibliografia) e che ha dimostrato che non c'e' niente di statisticamente rilevante tra la luna e quello che succede sulla terra (anche in settori diversi dalla geologia).

Poi qualcuno mi deve spiegare perche' un referee dovrebbe avere dei pregiudizi nel valutare un articolo che dimostri che moto della luna e terremoti sono correlati, quando di articoli che contraddicono il sapere precedente ne escono - per definizione - centinaia ogni mese in tutte le discipline e vengono regolarmente pubblicati. Penso per esempio al caso estremo dell'articolo sui neutrini superluminali.

Vorrei ricordare che i referee, scienziati scelti in base alle loro competenze (capita anche a me di esserlo per le mie discipline) possono essere stronzi, simpatici belli, brutti, poveri, ricchi, di sinistra, di destra, neofascisti, hippy, furbi, arroganti, disabili etc. Se ci fossero tutte queste evidenze incredibili gli articoli sull'argomento pioverebbero come mosche nelle redazioni di riviste come JGR visto che prometterebbero sicura carriera e l'analisi e' abbastanza semplice, e alla fine si troverebbero certamente 2-3 referee che dicano "articolo ben fatto, documentato, consigliato per la pubblicazione - magari dopo avere corretto questo tipo e quest'altro". ... Se io per esempio ricevessi un articolo del genere lo leggerei con attenzione analoga a qualsiasi altro. Veramente non riesco a capire quale sia il problema.
@ motogio

"cristianesimo, o anche solo dell'ebraismo"

A me risulta che sia cristianesimo che ebraismo sono religioni ... E di quei tre comandamenti citati due sono in comune con l'ebraismo. Non voglio fare polemica o sembrare un integralista, pero' ci vuole un po' di oggettivita'. Il concetto di compassione verso il prossimo e' un concetto introdotto dalle religioni in particolare da quelle indo europee (religioni abramiche, buddhismo, induismo). Questo lo so perche' e' il mio mestiere. L'illuminismo centra in quanto e' solo con questa corrente di pensiero che torna l'attenzione ai diritti umani e per la prima volta non da un punto di vista religioso (Seneca fa eccezione), che per l'appunto la loro tutela e' stata affrontata per la prima volta all'interno di societa' dove la religione giocava un forte ruolo. E' un dato di fatto.

"Comunque anche il comunismo* e il nazismo erano una forma di religione, atea ma pur sempre una religione."

Tecnicamente no, poi ad ognuno la sua interpretazione, E comunque anche l'ateismo con questo ragionamento e' una forma di religione in quanto vengono profusi sforzi secondo un atto di fede (ovvero una tesi indimostrabile) per dimostrare la non esistenza di dio.

"Quindi è inutile dire che una cosa è buona e l'altra è cattiva quando la colpa di tutto è sempre dell'uomo, o quasi sempre, ed è inutile metterle sullo stesso piano visto che una si occupa di capire il mondo fisico e quell'altra il mondo metafisico."

E' proprio quello che ho detto io ....
@ Stupor Mundi 83

e' diventata una societa' ipocondriaca e paranoica ecc...

"Scusami ma tu hai studiato la sociologia Giapponese o è una tua interpretazione della nutrita produzione artistica sull'argomento (film, manga, libri, videogiochi, etc)?"

Vivo da sette anni in Asia senza mai essere tornato in Europa, sono un sinologo, sono direttore artistico di Bigscreen Asia, leggo il cinese e capisco un po' di giapponese.

"E adesso scendo nel banale: di certo il tuo credo cosa avrebbe potuto fare in più rispetto alla tecnologia? Se in giappone si pregava di più lo tsunami sarebbe stato fermato da un muro invisibile?! "

Non capisco se stai parlando con me. Mai detto di essere credente in vita mia, mai detto che pregare ti salva le chiappe. Qui c'e' un equivoco di fondo evidentemente, e questo equivoco mi dispiace ma non e' causato dalla mia incapacita' di esprimermi, ma da una mancanza di criticita' del lettore che per qualche pregiudizio crede che, solo perche' non ho insultato la religione, sono un prete ...

"Beh, uno usa i fatti e i dati. L'altro no. C'è una bella differenza! Allora sdovremmo credere anche al primo folle di turno che dice che "possiamo volare quindi non abbiate paura di buttarvi dalla finestra!!!" tanto Sempre pulci sono"

Per piacere non ragioniamo per paradossi. E' ovvio che se mi ammalo andro' dal dottore e non da uno stregone. Per i mali dell'anima magari pero' se hai fede, un prete ti puo' essere piu' utile di uno psicologo. E' proprio una questione di punti di vista. Io sinceramente non me la sento di condannare una persona che cerca conforto spirituale da un sacerdote o nella new age. Sono affari suoi, basta appunto che le sue scelte non diventino legge per gli altri.

"E' vero c'erano ANCHE i motivi pragmatici (di potere o economici) ma in quell'epoca la religione era una cosa moltao importante per cui i motivi religiosi erano anche una scusa ma molti partivano credendoci veramente! E anche il Papa (spesso istigatore...) nel suo piccolo in parte ci credeva agli anatemi che lanciava... Non puoi giudicare il passato con gli occhi del presente. Nel tardo impero, nel Medioevo e all'inizio dell'età moderna la religione era una cosa centrale nella vita di ogniuno e bastava da sola a muovere ed inferocire le folle!"

Anche qui dipende. Se stiamo parlando della crociata dei bambini (un evento mostruoso come esito finale) hai ragione senza dubbio. Se stai parlando dei papi alla Borgia, allora no. Se stiamo parlando dei genovesi o dei veneziani neanche ovviamente.

"Da chi dai governi o dai ricercatori? Per piacere, ripeto: le guerre le fanno i governi! Ed esiste anche la tecnologia civile, non c'è solo quella militare. Se le cose non ti stanno bene puoi sempre tornare all'epoca della pietra, no?! Allora non sputare nel piatto da cui mangi! :-)"

Si certo, ma il progetto Manhattan per dirne uno a caso, non era composto da generali e da politici e fu proprio Einstein a invitare il governo americano a sviluppare il piano per l'armamento atomico. Poi dopo e' stata l'ora dei pentimenti, pero', quel che e' fatto e' fatto. Non ho mai detto che vorrei rinunciare alla scienza, basta che venga utilizzata con criterio e non con cinismo come spesso e' accaduto. Per piacere, se uno critica o semplicemente fa notare una contraddizione non e' carino dargli del retrogrado ! Gli scienziati, essendo persone perfettamente qualificate dovrebbero essere in grado di stabilire dei confini oltre i quali non andare.

Poi ovviamente le mie sono solo opinioni, certo e' che bisogna mantenere lo stesso grado di oggettivita' verso qualunque materia.
"Quanto a Dio, difficile risalire all'autore osservando il prodotto finale se si ha un solo esemplare da osservare. Trovatevi un universo creato da un dio e uno che si sia formato da solo e confrontateli ... :)"

Questa e' la battuta migliore del post, imho. Comunque una puntata di Futurama ben sintetizzava il dilemma. Mi riferisco a quando Bender, catapultato nello spazio profondo, viene colpito da un frammento di una meteora (se non ricordo male) e sulla sua corazza si forma una colonia di esserini viventi che lo credono un dio. Ogni intervento di Bender e' catastrofico. Ad un certo punto, i suoi fedeli si dividono in due fazioni, e la fazione degli eretici decide di dichiarare una guerra santa contro i fedeli di Bender che distruggera' l'umanita' intera sviluppatasi sulla sua armatura.
semplici sospetti di eresia o anche solo donne senza il controllo di un uomo accusate quindi di stregoneria".

Oh mamma... un altro che ha studiato l'inquisizione su Skorpio e Lanciostory
In ottobre sono stato in Giappone per 2 settimane (dal 14 al 28) ed ero a Sapporo quando, nel filmato, un terremoto si è verificato in Hokkaido. Non ho avvertito nulla.
Quindi sì. Io in giappone mi ci trasferirei anche subito.
L'ente metereologico giapponese (che si occupa, sembra, anche di terremoti, prevede (?) che al 70% entro 4 anni si verificherà a Tokyo un sisma come quello di marzo. Ma i terremotio non erano imprevedibili?
Il terremoto del Giappone fu provocato dall'avvicinamento della Luna
gli studi ifficiali sulla Luna ci dicono che si starebbe allontanado leggermente ogni anno di qualche cm ...
dico che tutto è possibile. In partilare gli effetti della Luna quando si avvicina nei perieli.
E se anche fosse? E poi non ho capito: secondo lei sarebbe più pericoloso quando si avvicina o quando si allontana?
carissimi
il Cristo è qui, Dio è qui se voi non lo vedete il problema è il vostro.
ci sono i mali del mondo? si che ci sono ma sono dovuti all'uomo che pecca e quindi Dio non può far altro che scatenare le pestilenze, le carestie, la fame, i terremoti.
E' scritto tutto nelle scritture. Lui ci ama ma noi non lo amiamo e quindi non può far altro che farci capire la grandezza del suo amore in altro modo.
le vie del Signore sono infinite.
le vie della scienza sono finite da un pezzo.
se non ci fosse la scienza staremo tutti quanti molto meglio, ma molto meglio.
gli scienziati sono i nuovi alchimisti, i nuovi stregoni e lo sapete che fine facevano gli stregoni in passato?

a buon intenditor poche parole

e non dico altro.
terremoti (mi si corregga se sbaglio) sono dovuti principalmente a forze la cui componente principale è parallela alla superficie (scontri, separazioni e sfregamenti fra due placche).

La questione non è così semplice... La direzione dei movimenti e degli sforzi dei terremoti dipende da molti fattori raggruppabili in due grandi gruppi: 1)Direzione della forza (chiamiamola così...) "motore". 1)Geometria delle placche e dei limiti.
E i movimenti possono avvenire in tutte le direzioni con componenti verticali ed orizzontali...
Le maree lunari non influiscono sulla sismica perché muovono in egual misura tutto il sistema: non può capitare che in un limite di placca ci siano differenze tra il movimento di marea dalla placca A rispetto alla placca B... In sostanza sono fattori che agiscono su scale completamente diverse...

non solo fino all'inizio dell'era moderna. La religione in quanto "entità che accomuna molte persone" è tuttora usata come "scusa" per guerre e persecuzioni.

Io intendevo identificare il periodo in cui ciò era la regola soprattutto dal punto di vista del mondo occidentale...

Vivo da sette anni in Asia senza mai essere tornato in Europa, sono un sinologo, sono direttore artistico di Bigscreen Asia, leggo il cinese e capisco un po' di giapponese.

Tanto di cappello era solo per sapere come facevi a conoscere così bene un argomento... ;-) Sai sul web girano tante di quelle cavolate che è diventato abitudine per me chiedere certe cose... (niente di personale...!)

Qui c'e' un equivoco di fondo evidentemente, e questo equivoco mi dispiace ma non e' causato dalla mia incapacita' di esprimermi, ma da una mancanza di criticita' del lettore che per qualche pregiudizio crede che, solo perche' non ho insultato la religione, sono un prete ...

Probabile che abbia frainteso la tua affermazione... Nel caso ti chiedo scusa. Tu hai detto: "Questo vuol dire inevitabilmente che tutte le precauzioni prese e la preparazione decennale, non sono state ancora sufficienti. Ecco perche' non ci si puo' fidare ciecamente ne' della fede ne' della scienza."
Dato che non sono un prete ho deciso di rispondere alla seconda parte della tua affermazione. Dico che occorre fidarsi della scienza e spesso i disastri avvengono perché non si è tenuto da conto i risultati della ricerca (vedi dissesti idrogeologici e più in generale il "costruire dove non si dovrebbe"...) Il discorso del terremoto in Giappone e del conseguente disastro nulcleare non dovrebbe inficiare l'efficacia della ricerca scientifica e tecnologica in quanto ci sarà sempre un evento che andrà oltre le capacita di controllo dell'uomo sulla natura.
Per i mali dell'anima magari pero' se hai fede, un prete ti puo' essere piu' utile di uno psicologo. E' proprio una questione di punti di vista. Io sinceramente non me la sento di condannare una persona che cerca conforto spirituale da un sacerdote o nella new age.

Infatti, chi ha mai detto il contrario? Come ho già affermato il problema sta quando si sconfina ovvero quando non si rimane più nel campo dei mali dell'anima... Non fare lo stesso errore di cui mi accusi: certe affermazioni non le ho fatte ho solo parlato di "sconfinamenti" e di "estremismi"...

Anche qui dipende. Se stiamo parlando della crociata dei bambini (un evento mostruoso come esito finale) hai ragione senza dubbio. Se stai parlando dei papi alla Borgia, allora no. Se stiamo parlando dei genovesi o dei veneziani neanche ovviamente.

Ovvio...

e fu proprio Einstein a invitare il governo americano a sviluppare il piano per l'armamento atomico.

Certo! Perché c'era il rischio che ci arrivassero prima i nazisti... Cerca di dirla tutta la verità... E poi ti ricordo che l'invenzione dell'atomica con il rischio di "annientamento reciproco" ha prevenuto l'inizio di una terza guerra mondiale che è stata più vicino allo scatenarsi di quello che si crede...

Gli scienziati, essendo persone perfettamente qualificate dovrebbero essere in grado di stabilire dei confini oltre i quali non andare.

Lo fanno... Gli "scenziati pazzi" esistono solo nei film o, sotto certe forme, nei regimi totalitari...

Poi ovviamente le mie sono solo opinioni, certo e' che bisogna mantenere lo stesso grado di oggettivita' verso qualunque materia.

Certo e devono essere rispettate... Non intendevo offenderti :-)
[quote-"Gnome"-"/2012/02/un-anno-di-terremoti-video-da-brivido.html#c7278608275715115657"]
Non voglio fare polemica o sembrare un integralista, pero' ci vuole un po' di oggettivita'.
[/quote]

Nessuna voglia di fare polemica ed è per questo che ho chiesto a quale religione facevi riferimento; ma visto che le hai tirate in ballo tutte non posso obbiettare che non ci sia del vero in questa tua affermazione.

[quote-"martinobri"-"/2012/02/un-anno-di-terremoti-video-da-brivido.html#c5548669455134884103"]
Oh mamma... un altro che ha studiato l'inquisizione su Skorpio e Lanciostory
[/quote]

Non era solo l'inquisizione che bruciava le streghe in nome di Dio; anzi dalle mie parti la chiesa romana ha anche cercato di limitare il fenomeno, ma con scarso successo.
@ ST L'ente metereologico giapponese (che si occupa, sembra, anche di terremoti, prevede (?) che al 70% entro 4 anni si verificherà a Tokyo un sisma come quello di marzo. Ma i terremotio non erano imprevedibili?

Lo sono. Se un meteorologo mi dicesse "al 70% entro quattro anni verrà una grandinata", io non avrei guadagnato alcuna informazione utile sulla cosa.

@martinobri

Mostro volante di spaghetti: Perché ci sono inequivocabili indizi della sua esistenza, per chi vuole crederci.

Ad esempio?


martino, non mi stai attento!

Ecco una delle prove dell'esistenza del mostro volante di spaghetti

http://www.venganza.org/2011/10/petroglyph-proof/

:-P
2fools ha scritto: Mostro volante di spaghetti: Perché ci sono inequivocabili indizi della sua esistenza, per chi vuole crederci.

MartinoBri ha scritto:
Ad esempio?

Intanto gli spaghetti esistono, che è già un'eccellente condizione per considerarla una religione seria ^_^
giovanni tancredi

Il tuo commento (#140) Mi ha fatto rivoltare lo stomaco... Non sei degno di risposta. Sono pensieri come questo che fanno vergognare i credenti seri...

Senza il progresso scientifico/tecnologico ora staremmo ancora nelle caverne con una aspettativa di vita media di 20 anni!!! Vergognati!
@Gnome

I tuoi ultimi post, anche se non condivido del tutto l'impostazione, mi trovano più favorevole.
A me aveva irritato il tono di: Basta avere un po' di sale in zucca per fare dei distinguo e ragionare criticamente e lucidamente.
Ok, la frase era buttata là, ma se si parla è un conto, su un blog è una frase scritta e pesa di più. E un intero post prende il sapore dell'intolleranza...

@Nightshade

Sapevo che qualcuno avrebbe fatto quest'obiezione al mio esempio che in effetti non calza a pennello.
Ma il dato importante per me è un altro e cerco di spiegarmi.
Sul Vangelo io leggo: "avete inteso che fu detto , ma io vi dico che chiunque si adira con il proprio fratello sarà sottoposto a giudizio..." (Matteo 5,22) Ben oltre il precetto di "non violare la vita". Ok, e allora perchè quei 15 secoli di cui sopra? eeeh... perchè l'essere umano è gnucco - chepatost - de coccio. La strada dell'umanità verso quella "fraternitè" cercata da più fronti è lunga e travagliata. Ecco: l'essere "de coccio" è il virus, non l'essenza. (e questo vale per chi si affida alla scienza, come per il credente)

Ma a proposito di "guerrafondai, torturatori..." è stato già detto: attenzione a non leggere la storia di ieri con la sensibilità di oggi.
La guerra era "normale" per gran parte delle culture e religioni, ed anche il "non uccidere" cristiano aveva molte eccezioni ed attenuanti. Il XX secolo è stato fondamentale per fare un passo in avanti riguardo a questo. (e non ditemi che non c'entrano niente la definizione di guerra del 1918 come "inutile strage" data da Benedetto XV, o la sensibilità di Giovanni XXIII nel promuovere la pace)

Detto questo anticipo un'altra obiezione: ma allora a che serve la religione se non aiuta a superare gli empasse etici dell'umanità? La blocco subito perchè in realtà noi analizziamo la storia dei grandi eventi, delle guerre, ma se vediamo le opere benefiche, quelle che non sono sui libri di storia, allora vediamo che un certo modo di impostare l'educazione dei giovani o la cura degli ammalati negli ospedali, o l'attenzione verso gli orfani... sono frutto di persone che non hanno un nome nei libri di storia, ma che hanno contribuito alla crescita morale dell'umanità.

Spesso è la base che ha vissuto e fatto del bene sotto la guida del Vangelo, i piani alti molto di frequente (specie con lo scettro in mano) sono stati appannaggio di chi il Vangelo se l'è proprio scordato! Ed è questo che salta agli occhi, lo so...

Scusate la mia logorrea, sperate che torni presto il bel tempo così avrò meno tempo per rispondere! XD
"gli scienziati sono i nuovi alchimisti, i nuovi stregoni e lo sapete che fine facevano gli stregoni in passato?"

che cos'e' una minaccia? Lo ricordiamo bene che fine facevaMo grazie al vostro concetto di "amore misericordioso" e "tolleranza". Purtroppo pero' ti devo dare una pessima (per te) notizia: oggi e' il 6 Gennaio 2012, sono passati quei tempi a occhio e croce da qualche secolo, e certe affermazioni fanno ridere i polli.

Io sono uno scienziato, e sono fiero di esserlo, grazie al duro lavoro di gente che fa questo stesso lavoro malattie terribili come la varicella o la peste sono state sconfitte e l'aspettativa di vita e' cresciuta, grazie alla nostra curiosita' per il mondo abbiamo capito da dove veniamo veramente, altro che Paradiso Terrestre, mele e serpenti. Anche grazie a noi e a chi studia psicologia gli omosessuali possono vivere la loro vita senza essere disturbati dalla vostra disgustosa intolleranza. Anche grazie alla nostra scienza le donne oggi hanno un ruolo paritario e i contrasti tra etnie e razze diverse si stanno attenuando. Se stavamo ad aspettare voi stavamo ancora ai tempi delle figlie di Loth etc...

E a proposito, lascia quella tastiera creata dalle terribili forze del male e tornatene nelle caverne, tu e tutti i talebani come te.

Incredibile...
[quote-"martinobri"-"/2012/02/un-anno-di-terremoti-video-da-brivido.html#c6864221350226271558"]
Mostro volante di spaghetti: Perché ci sono inequivocabili indizi della sua esistenza, per chi vuole crederci.

Ad esempio?
[/quote]

Ad esempio, ci siamo. Esistiamo e siamo qui a ragionare di queste cose. Potevamo non esserci (il nostro numero aveva una bassissima probabilità di uscire alla lotteria dell'evoluzione (non solo biologica)), e invece siamo qua. Con tutte le magagne che ben conosciamo (il male, la sofferenza degli innocenti, dovremo morire), ma siamo qua.
Non è una prova di niente; può essere un indizio dell'esistenza del mostro di spaghetti volante.
dai gente, su, ignorate quel "giovanni tancredi", gli state solo facendo un favore, è un troll da 0/10, su, don't feed the trolls...
[quote-"giovanni tancredi"-"/2012/02/un-anno-di-terremoti-video-da-brivido.html#c1200998542226655660"]
e non dico altro.
[/quote]
Ecco, bravo, taci che ci fai più bella figura ed eviti di insultare l'intelligenza umana con le tue farneticazioni da invasato.
basta con questa menata del troll. non sono un troll credo solo che ci siano libri che vadano letti e capiti prima di criticare chi ha fede.
leggetevi di Abramo che voleva sacrificare il figlio; leggete la storia di Giona, leggetevi l'Apocalisse.
Poi, solo dopo, venite qui ad insultarmi.
E badate che l'ingiuria è reato.

nb: darmi del troll la prendo come offesa personale.



buona serata
Per giovanni tancredi

E tu prova a leggerti qualcosa sulla scienza e sui suoi progressi prima di avere l'arroganza di giudicare!

Ripeto: vergogna!!!
Giovanni Tancredi,

questo è un richiamo di moderazione. Sei invitato a darti una calmata.

Poi, solo dopo, venite qui ad insultarmi.
E badate che l'ingiuria è reato.

nb: darmi del troll la prendo come offesa personale.


Offenditi pure, anzi, fai anche denuncia. Dimostrerai solo di non avere niente di meglio da fare. Dev'essere un'esistenza davvero triste, quella di chi attacca briga nei commenti di un blog. Forse potresti trovare conforto nella fede -- ops, scusa, come non detto.



leggetevi di Abramo che voleva sacrificare il figlio; leggete la storia di Giona, leggetevi l'Apocalisse.

Perché dovrei preferire questa mitologia a quelle di altre religioni? La tua ha qualcosa di speciale che le altre non hanno? Hai motivi per privilegiare la Bibbia a, che so, il Corano o Beowulf o il Silmarillion?
@pgc

...una pessima (per te) notizia: oggi e' il 6 Gennaio 2012...
Così diffondi notizie false... Per essere uno scienziato ti attieni poco ai dati... XD
credo solo che ci siano libri che vadano letti e capiti prima di criticare chi ha fede.

Puaf. Storia già sentita. La tiritera di chi pensa che le religioni abbiano un senso concreto.
Non leggere quei libri non toglie nulla all'esistenza di una persona.
@ giovanni tancredi

e non dico altro.


e fai bene, dato che ne hai sparate anche troppe!
Oh, belli, non vi riconosco... cadere così nella trappola di un troll da quattro soldi...

A proposito, Tancredi, mi confermi che chi ha letto tutta la Bibbia ha il permesso di insultarti? Và che ho parolacce pronte in tre lingue, che fremono dal desiderio di uscire.
rispondo a paolo e poi vi lascio nel vostro brodo.

quella che tu chiami mitologia è migliore delle altre - se vogliamo usare questa terminologia - perché è rivelata, mentre le altre mitologie, come quella greca, per esempio, non è rivelata ma frutto di miti tramandati e creati nel corso dei secoli.
in questo caso invece abbiamo a che fare con una rivelazione da parte di profeti.
nella mitologia greca o romana non ci sono profeti e non ci sono rivelazioni.
tancredi,

è migliore delle altre - se vogliamo usare questa terminologia - perché è rivelata

E le altre fedi dicono lo stesso della propria. Che spettacolo deprimente.

Chi ti garantisce che proprio la tua, fra tutte, sia davvero rivelata da una divinità? Come fai a sapere che dei pastori astuti non si sono inventati tutto, esattamente come i miti greci o romani o tutte le altre religioni che stai liquidando?
[quote-"giovanni tancredi"-"/2012/02/un-anno-di-terremoti-video-da-brivido.html#c2680751207503441403"]
rispondo a paolo e poi vi lascio nel vostro brodo.

quella che tu chiami mitologia è migliore delle altre - se vogliamo usare questa terminologia - perché è rivelata, mentre le altre mitologie, come quella greca
[/quote]

secondo chi?
anche il razionalismo aristotelico era rivelato, secondo loro. Hanno ragione tutti? ripeto, 0/10, troll harder. però WAY harder.
@Stupor Mundi 83 @motogio

Per quello che riguarda il riferimento ad Einstein, mi rendo conto che c'era la guerra con il peggior regime della storia in ballo, pero' la bomba fu gettata quando i nazisti erano gia' stati abbattutti e i giapponesi erano allo stremo delle forze. E' possibile che se le bombe invece che sulle citta' fossero state gettate a largo delle coste giapponesi ad esempio, il risultato sarebbe stato il medesimo e il giappone sarebbe capitalato ugualmente (ovviamente questa cosa e' indimostrabile e si entra nella fantastoria, pero' e' una ipotesi plausibile).

Mi fa piacere che l'equivoco sia stato chiarito! In effetti, in questo sito, dal momento che vengono toccate tematiche sensibili per alcuni, e' ovvio che ci si lasci trasportare dalla foga del momento. Ad ognuno poi la capacita' di mantenere il sangue freddo e la lucidita' necessaria per analizzare le discussioni. Complimenti ancora a Paolo Attivissimo per avere dato vita ad un luogo di incontro e di discussione intelligente (cosa piuttosto rara di questi tempi).
Concordo con Martinobri.

A parte che parlare qui di rivelazione rischiamo di non uscirne più.
Giovanni cosa credevi? Non dirmi che pensavi che una volta scritto ...perché è rivelata Paolo e tutti gli altri rispondessero: "aaaaah, adesso ho capito. è vero, potevi dirlo prima. In effetti il cristianesimo è la Verità!"

O sei un credente molto ingenuo, o sei soltanto molto troll.
Ma siccome c'è un errore sostanziale nel tuo intervento propendo per la seconda.

beh, si sta facendo "tardi" e arrivano le affermazioni iperboliche e superficiali tipo quella di Rodri e non mi piace più...

Dico solo questo: Paolo, sul perchè non si possano essere inventati tutto ci sono tutta una serie di motivi. 12 pescatori che si inventano di sana pianta un Dio che si fa uomo è un'assurda strategia di marketing in una religione (quella ebraica) che non ammetteva neppure che si pronunciasse il nome di JHWH. Ma, lo so, anche questo è un indizio, non una prova stringente.

E sul valore delle altre religioni, non si tratta di "concorrenza", ma di prospettive diverse che portano verso il senso profondo del "chisiamodadoveveniamodoveandiamo".
Non so cosa darei per un faccia-a-faccia Attivissimo-Ratzinger!
@Tancredi

Non potete permettervi di lasciarci cucinare nel nostro brodo e questa è la fonte del problema.

Sei quantomeno buffo.
MR Credo che ne verrebbe fuori una discussione molto interessante. Alla fine ciascuno rimarrebbe con le proprie idee.

giovanni tancredi: "le vie della scienza sono finite da un pezzo."

Grazie, oggi era iniziato male, con le risate che mi sono fatto mi sono risollevato il morale. Ma poi scusate eh... se Dio fa venire un terremoto colpisce indiscriminatamente chi lo ama e chi no: che senso ha? E' il caso che ricordi COSA è crollato ad Assisi nell'ultimo terremoto?
Per quello che riguarda il riferimento ad Einstein, mi rendo conto che c'era la guerra con il peggior regime della storia in ballo, pero' la bomba fu gettata quando i nazisti erano gia' stati abbattuti e i giapponesi erano allo stremo delle forze.

Fino a che c'era il pericolo concreto che ci arrivassero prima i nazisti, Einstein sollecitò gli Stati Uniti.
Successivamente ormai il progetto era avviato. Vallo a dire tu ad un governo che è vicino ad una super-arma che è il caso di rinunciarci...! Soprattutto in vista di un Giappone determinato a far arrivare ancora molte bare in America e con i russi che già si dimostravano un potente, guerrafondaio e altrettanto violento regime totalitario rispetto al nazismo?! Quest'ultimo è il punto fondamentale...!

E' possibile che se le bombe invece che sulle citta' fossero state gettate a largo delle coste giapponesi ad esempio, il risultato sarebbe stato il medesimo e il giappone sarebbe capitalato ugualmente

No, non è questo il punto. Un po' per cinismo: non puoi buttare via anni di costose ricerche e un aggeggio di milioni di dollari. Un po' per questioni militari: il Giappone ebbe serie intenzioni di arrendersi solo dopo la prima bomba e la dichiarazione di guerra da parte dell'URRS (ci sarebbe quindi da discutere sul perché della seconda bomba e su questo le critiche non possono che essere dure verso gli USA...); prima ha solo tergiversato. Un po' per questione di politica internazionale: si doveva mostrare i muscoli a Stalin (questo era il principale scopo delle atomiche e di alcuni inutili atti di enorme ed inutile violenza come il bombardamento di Dresda...). Inoltre non c'erano telecamere a filmare il tutto per cui l'unico modo per far vedere la potenza era su una città.
E aggiungiamoci infine un pizzico di razzismo perché, IMHO, sono pronto a scommettere che in Europa non l'avrebbero lanciata...

Come vedi il tutto è una questione militare, di equilibrio di potere e di politica estera dove la ricerca scientifica è solo uno strumento. Ognuno cerca di fare il bene della propria patria e quegli scienziati lo hanno legittimamente fatto dando agli USA (una democrazia!)la possibilità di poter tener testa al potentissimo nemico russo (potente, totalitario, sanguinario e guerrafondaio!).

Oltre a questo ci sono anche altri aspetti positivi, ripeto per l'ennesima volta: il rischio di annientamento reciproco ha prevenuto l'inizio di una nuova guerra mondiale con effetti evidentemente disastrosi date le immani forze in campo. Inoltre la ricerca di vettori a razzo per il trasporto delle testate ha dato inizio alla corsa nello spazio e ha permesso all'umanità di incominciare quella bellissima, interessante ed utile avventura delle esplorazioni spaziali... Ecc... potrei continuare, come sapete sono appassionato di storia ma dato che siamo in OT non ritengo necessario dilungarmi oltre...

Buona giornata a tutti! :-)
harlequin scrive:


O sei un credente molto ingenuo, o sei soltanto molto troll.
Ma siccome c'è un errore sostanziale nel tuo intervento [di giovanni tancredi,ndr]propendo per la seconda.


ah, non sono l'unico che l'ha notato, allora...

Ragazzi, giovanni tancredi è, con ogni probabilità, un trollone da competizione. Era più o meno palese dall'inizio, ma ora, dopo i tentativi di dialogo, gli indizi si sommano. Errori dottrinali basilari, mancata risposta a qualsivoglia commento intelligente, sparate a effetto, atteggiamento ridicolmente infastidente.

harlequin ha ragione, o è un trollone, o è un "credente" afflitto da ingenuità e ignoranza stratosferiche. E io cerco di concedere sempre la migliore ipotesi tra le due. Quindi voto trollone.

@ martinobri

Oh, belli, non vi riconosco... cadere così nella trappola di un troll da quattro soldi...

Sì, in effetti anche a me stupisce, però li capisco, perché di persone che ragionano come giovanni tancredi ma in quella roba ci credono davvero ce ne sono, e mi è pure capitato di incontrarne diverse. Io una (piccola) cultura sul cristianesimo me la sono fatta, ma chi è ateo potrebbe non avere mai avuto interesse a farlo. E' normale. E quindi considererà tancredi come un esponente credibile del cristianesimo. Gente come tancredi dovrebbe essere confrontata prima di tutto dai propri correligionari, e invece troppo spesso viene tollerata oltre ogni sensatezza, spesso in nome di quei concetti, miti ma molto pericolosi, su cui si basa la tolleranza verso tradizioni folkloristiche idolatre o eretiche vecchie di uno o più secoli. A volte sono un modo per avvicinare persone con sensibilità molto diverse, ma altrettanto spesso sono solo residui irrazionali che nulla hanno a che vedere con il messaggio cristiano, e, come vediamo, fanno più danni che altro.

Tra l'altro, è ovvio che un ateo puro noti e segnali proprio e principalmente personaggi che si comportano come tancredi. Che altro dovrebbe fare? E' assolutamente naturale e assolutamente sano. Anzi! Meno male che accade! Sono i credenti che dovrebbero rendersi conto che il discorso dell'ateo su queste persone è perfettamente logico, e tenere conto di questo nelle proprie valutazioni.
@Il lupo della luna.

Sono propenso a credere che il terremoto di Assisi fu causato da S.Francesco che si rivoltava nella tomba assistendo alla simonia in suo nome.
[quote-"Gnome"-"/2012/02/un-anno-di-terremoti-video-da-brivido.html#c7355894140263296776"]
Per quello che riguarda il riferimento ad Einstein, mi rendo conto che c'era la guerra con il peggior regime della storia in ballo, pero' la bomba fu gettata quando i nazisti erano gia' stati abbattutti e i giapponesi erano allo stremo delle forze. E' possibile che se le bombe invece che sulle citta' fossero state gettate a largo delle coste giapponesi ad esempio, il risultato sarebbe stato il medesimo e il giappone sarebbe capitalato ugualmente
[/quote]

È fantastoria dire cosa sarebbe successo "se" ma purtroppo è andata come è andata.

Comunque (IHMO) sono convinto che la decisione di utilizzare la "bomba" ha comunque risparmiato innumerevoli vite umane. Eticamente non discuto sul fatto che sia stata una scelta scellerata ma in guerra l'etica non fa vincere le battaglie e sotto questo punto di vista gli alleati non si comportarono poi tanto meglio dei loro avversari con la popolazione civile dei paesi belligeranti.

Non bisogna dimenticare che i giapponesi non concepivano la sconfitta e le battaglie di Iwo Jima e di Okinawa avevano terrorizzato l'alto comando statunitense per la ferocia dei combattimenti e per il numero di perdite sia tra le file giapponesi, compresi i civili, che quelle statunitensi; una cosa di cui si parla poco è l'elevato numero di vittime, tra le file statunitensi, causate dallo stress post-traumatico come conseguenza della ferocia inumana di quei combattimenti.

Va inoltre ricordato che in mano Giapponese vi erano quasi un milione di prigionieri alleati alla fine del conflitto e che, nonostante le due "bombe", una parte della élite militare giapponese tentò un colpo di stato per impedire all'imperatore Hirohito di pronunciare la dichiarazione di resa; preferivano sacrificare il Giappone, e i giapponesi, all'onta della resa.

Siamo ampiamente OT quindi smetto ma se t'interessa capire un po' la mentalità Giapponese di quel tempo di consiglio un paio di libri:
"Addio ciliegi in fiore" di Yoshida Mitsuru.

Un racconto, intriso di tristezza e un senso del dovere inconcepibile per un occidentale, di un sopravvissuto alla missione "kamikaze" della corazzata Yamato.

"Samurai" la biografia di Sakai Saburo, un asso dell'aviazione giapponese sopravvissuto alla guerra e a una missione "kamikaze". Un libro che racconta la storia vista con gli occhi di un giapponese ma interessante anche per capire la mentalità dei giapponesi di quel tempo.
va be ragazzi io ci rinuncio. Ringrazio Paolo per lo spazio che mi è stato fornito. Vi ricordo che Cristo è risorto anche per voi e che alla fine dell'anno il 21 dicembre per tutti suoneranno le trombe del giudizio e anche voi sarete giudicati.
l'armageddon è prossimo carissimi!

prendetene atto.

sia lodato Gesù Cristo

e buon proseguimento di discussione.

a presto
tancredi,

Cristo è risorto anche per voi e che alla fine dell'anno il 21 dicembre per tutti suoneranno le trombe del giudizio e anche voi sarete giudicati.

Sì, sì, certo. Ma ci sarà anche la marmotta che fa il cioccolato? Senza la marmotta io non ci sto.
a presto

Per l'amor del cielo! Dio ce ne scampi... (mmmmhhh...! Buoni gli scampi...!)
Ma ci sarà anche la marmotta che fa il cioccolato?

[AdP mode on]
La marmotta si limitava a confezionarla la cioccolata e non a produrla...
[AdP mode off]

;-)
Harlequin: "Così diffondi notizie false... Per essere uno scienziato ti attieni poco ai dati... XD

be', almeno qualcuno se n'e' accorto :) (come abbia fatto a sbagliarsi non lo so).

Comunque se uno pensa che nel 2012 uno come questo Tancredi (ammesso che non si stia a sganasciare dalle risate - ma ne ho conosciute di persone cosi'...) puo' farsi una famiglia, educare dei figli, etc. etc. ci si rende conto perche' abbiamo bisogno di una scuola pubblica, uguale per tutti, dove si sia obbligati a mandare i propri figli: per mediare almeno un po' la follia di certi individui e dare a tutti i bambini la possibilita' di un futuro sano e normale.

Scuole anche private, ma il modo di insegnare e le materie insegnate dovrebbero essere decise dalla comunita' (che, lo ricordo, si chiama Stato...) e sottoposte a servero controllo. Altro che "ho il diritto di mandare mio figlio alla scuola della mia confessione"...
Giovanni Tancredi, piantala.
Se te lo dice un prete lo stai a sentire o sei un cattolico autonomo?
Come troll sei riuscito a suscitare le reazioni che volevi, quindi accontentati.
Ma se ti presenti come cattolico non vorrei che a qualcuno venisse il sospetto che anche gli altri siano tutti imbecilli come te.
@Don Spencer

Non pretendo di parlare a nome di tutti, ma ritengo mio dovere rassicurarLa sul fatto che non La confondo assolutamente col tànghero di cui sopra.
@giovanni tancredi

Normalmente non me ne preoccupo, ma questa me la segno, sono veramente curioso di sentire cosa ne dirai il 22 dicembre.

Cosa farò se il mondo verrà cremato dal pianeta Nibiru? La stessa identica cosa che se un terrorista mi cava un rene per strada o se un camion mi si rovescia addosso... morirò.

TU invece cosa farai se il mondo non verrà cremato? tornerai qui a spiegarci dov'è che pensi di esserti sbagliato, sparirai come un cannolicchio o resterai disponibile e adoperandoti per sostenere di non aver mai detto l'emerita cretinata di cui sopra?
Accuserai di mendacia chi vorrà ricordartela?

Sai che fra i comandamenti c'è: "non proferire falsa testimonianza?"

Sei certo che il mondo finirà il 21 dicembre? se non accadrà, ti aspetto proprio qui.
Se non altro il Tancredi Giovanni sarà ringraziato da tutta la fauna eventualmente sopravvissuta dopo la scomparsa dell’Uomo:
scomparsa la causa cesseranno i disastri.

Niente più terremoti, alluvioni, frane, epidemie, grandine fulmini scalmane e saette, neve a Roma, cacche di cani sui marciapiedi.

La Terra tornerà come era in origine prima della comparsa dell’Uomo peccatore e debosciato; tornerà ad essere un solo enorme sconfinato giardino fiorito con un T-Rex che passeggia tra gli zampilli di fresca e dolce acqua e meli in fiore.

Grazie Giüan a nome di chi rimarrà.
Come disse qualcuno, talvolta è inutile discutere; le idee sono come i chiodi. Più ci batti sopra, più si conficcano. scusate, cosa significa troll da 0/10, troll harder. però WAY harder? troll è un disturbatore, ma il resto?
Ciao
"Ma se ti presenti come cattolico non vorrei che a qualcuno venisse il sospetto che anche gli altri siano tutti imbecilli come te."

Caro Don Spencer,

piu' sopra c'e' chi ha minimizzato gli effetti e il ruolo dell'Inquisizione (almeno 100.000 morti, di cui l'80% circa donne), come nel piu' becero negazionismo. Ma nessuno, neanche te, sembri averci fatto caso.
Mi spiace, ma e' per questo che non mi fido piu' dei credenti di ogni religione, nella vita come in politica: perche' abdicano alla loro capacita' di giudizio in nome di entita' e interessi superiori. Perche' non siete in grado di fare un mea culpa fino in fondo. Perche' alla fine c'e' sempre un "si pero'" che salva la vostra storia di orrori e discriminazioni (e qui mi riferisco a quella della Chiesa, ma potrei parlare di tante altre credenze) servita a conservare un potere secolare ai danni di altre etnie, generi e persone.
hahahahahha
ok, l'ultimo intervento l'ha confermato: trollissimo.
Grazie anche a Sir Edward e a don Spencer, pienamente d'accordo.
Grazie a Paolo e stupormundi per le risate a proposito della marmotta,
ma il top è il cannolicchio citato da Puffolottiaccident! LOL

Ci sentiamo in altri thread, se capita, visto che spesso mi limito a leggere e far tesoro.
:)

ps. si dev'essere perso un mio intervento... peccato era quello più breve. :p
12 pescatori che si inventano di sana pianta un Dio che si fa uomo

A dire il vero, di pescatori ce n'erano tre o quattro. C'era anche un esattore delle tasse, e poi non sappiamo.

ci si rende conto perche' abbiamo bisogno di una scuola pubblica, uguale per tutti, dove si sia obbligati a mandare i propri figli: per mediare almeno un po' la follia di certi individui e dare a tutti i bambini la possibilita' di un futuro sano e normale.

Scuole anche private, ma il modo di insegnare e le materie insegnate dovrebbero essere decise dalla comunita' (che, lo ricordo, si chiama Stato...) e sottoposte a servero controllo. Altro che "ho il diritto di mandare mio figlio alla scuola della mia confessione"...


Pgc, spesso ammiro i tuoi interventi, ma stavolta hai proprio sbagliato bersaglio.
Ho insegnato in scuole religiose e scuole pubbliche in buon numero, e stà tranquillo che di invasati non ce n'è. Nelle scuole private li mandano via, in quelle pubbliche magari no ma fanno poco danno. Come si diceva altrove, i ragazzi hanno un istinto molto efficiente per capire a chi val la pena dare retta e a chi no.
piu' sopra c'e' chi ha minimizzato gli effetti e il ruolo dell'Inquisizione (almeno 100.000 morti, di cui l'80% circa donne)

Qua sopra, un luogo comune.
Qua sotto, dati.

(Paolo Mieli va bene come fonte o è un negazionista anche lui?)

http://archiviostorico.corriere.it/2004/giugno/28/Papa_Wojtyla_quella_sua_richiesta_co_9_040628084.shtml
Cià, sono generoso e ve lo ricopio qua. Risposta alle lettere al direttore, Paolo Mieli, 28 giugno 2004, Corriere della Sera (nota emanazione del Vaticano).

Caro signor Gotta, io credo che i termini della questione vadano capovolti: oggi si può parlare con maggiore serenità dell' Inquisizione e ridimensionarne la «leggenda nera» proprio perché papa Wojtyla all' epoca in cui si tenne il convegno aveva manifestato l' intenzione di chiedere perdono. E' vero che dagli atti di quel simposio è emerso, come ha spiegato il professor Agostino Borromeo curatore della pubblicazione, che si ebbero tra il 1540 e il 1700 oltre quarantaquattromila processi nei tribunali dell' Inquisizione ma solo l' 1,8 per cento si concluse con il rogo e un altro 1,7 con la morte in effigie dell' imputato; che in Portogallo su 13.255 processi tra il 1540 e il 1629 le condanne a morte rappresentano il 5,7 per cento. Che le procedure furono assai più garantiste di quanto comunemente si creda (cosa peraltro già documentata da un libro di Adriano Prosperi pubblicato nel ' 96 da Einaudi: «Tribunali della coscienza»). «Verso il XVI secolo», ha detto Borromeo, «per opera di circoli protestanti, si è diffusa in tutta Europa la falsa credenza che i tribunali dell' Inquisizione fossero spietati; eppure i ricorsi alla tortura e alla condanna alla pena di morte non furono così frequenti come si è per molto tempo creduto; ad esempio su 125.000 processi dell' Inquisizione spagnola solo cinquantanove streghe sono finite sul rogo (su un totale di 1.300 condannati a morte, ndr)». Sono poche cinquantanove streghe arse vive e milletrecento «puniti» con la pena capitale? No, assolutamente no. Ma sono assai meno delle centomila vittime accreditate all' inizio dell' Ottocento da un inquisitore spagnolo pentito, Juan Antonio Llorrente. E, quanto alle streghe, fa riflettere la circostanza che i roghi furono un centinaio in Portogallo, Spagna e Italia a fronte delle cinquantamila vittime nel resto d' Europa, soprattutto in terra di Riforma. Dopodiché va detto che le carte d' archivio su cui sono stati compiuti gli studi sono incomplete, molte sono andate distrutte. E altro ancora emergerà con il tempo. Ma mi è piaciuta l' intervista di un docente dell' università di Trieste, Andrea Del Col, che ha partecipato al simposio e ha dichiarato a Fulvio Fania (Liberazione): «Oggi proviamo a rimettere i puntini sulle i e indagare su un' Inquisizione che non condannava tutti a morte; si sfatano abitudini mentali, cui anche io credevo, ma non per revisionismo». O, per meglio dire (e sono parole mie), non per l' impulso dettato da una qualche autorità a riabilitare i malvagi del passato bensì per quel sano revisionismo che ci impone di rimettere sempre in discussione la versione ufficiale dei fatti del passato.

Paolo Mieli

Pagina 35
(28 giugno 2004) - Corriere della Sera
"Cià, sono generoso e ve lo ricopio qua. Risposta alle lettere al direttore, Paolo Mieli, 28 giugno 2004, Corriere della Sera (nota emanazione del Vaticano)."

Questo dimostra esattamente come fede e ricerca scientifica siano inconciliabili. Praticamente, di centinaia di articoli pubblicati da vari storici sull'argomento, tu prendi una risposta a Paolo Mieli, un giornalista, e assumi che questa sia la verita'. Chi applica il metodo scientifico (e nota che non dico "lo scienziato" perche' questi e' ovviamente soggetta come le altre ai vari bias cognitivi) non fa cosi', non perche' e' piu' bravo o piu' buono, ma proprio perche' non ha nessuna idea da difendere a priori, come i "credenti", ma solo interesse a capire e migliorare la propria conoscenza.

Quello che fa e' andarsi a cercare le carte, metterle su un tavolo, e pesarle tutte alla stessa maniera, adattando le sue opinioni a quello che legge, valutando e andando avanti. E' proprio questo che intendevo Martinobri, quando dicevo che non ci si puo' fidare di chi antepone alla logica la fede.

Io non sono un esperto di Inquisizione, e infatti ho dato un limite inferiore alle morti. Tu invece prima ridicolizzi l'avversario ("un altro che ha studiato l'inquisizione su Skorpio e Lanciostory") dando per scontato che la verita' non puo' essere in contrasto con il tuo credo, poi quando qualcuno ti becca riporti il parere di 1 (uno) studioso tra diverse centinaia, tralasciando il fatto che gran parte degli storici danno cifre molto diverse da quelle citate nel testo che hai riportato. Tra l'altro Paolo Mieli e' stato allievo di Renzo De Felice, storico accusato da piu' parti di revisionimo storico (del Fascismo). Bada bene che non sto dicendo che per questo si tratta di un revisionista anche lui, ma la mia affermazione, basata sui fatti, vale quanto la tua ironia ("Corriere della Sera (nota emanazione del Vaticano").

Il punto e' proprio qui. Voi fate propaganda, ed e' per questo che spendo tempo a risponderti. Non per convincere te, tanto voi avete il vostro credo e nulla lo mettera' in crisi, ma magari per evitare che qualche distratto, leggendo una singola citazione, sia portato a credere che le cose siano come le metti te in 2 righe. Notare tra l'altro che il "Conte" Prof. Agostino Borromeo e' in chiaro conflitto di interessi essendo persona legatissima al Vaticano, nominata piu' volte a varie cariche tra gli assurdi titoli legati al loro potere medioevale. Niente in contrario, ma certamente, cosi' come te, poco incline a mantenere il distacco LAICO, necessario quando si fa una ricerca storica.

Ti ringrazio tuttavia per le citazioni. Non ho molto tempo da dedicare all'Inquisizione ma una certa curiosita' si, e io, al contrario di te, accetto qualsiasi fonte PRIMA di averla letta, perche' non ho nessuna, appunto, versione da difendere ma sono solo interessato a capire e informarmi. Quindi aggiungero' questi punti di vista a quelli che ho gia' sentito sull'Inquisizione.

So bene invece, e l'hai confermato, che per te tutto quello che va contro gli interessi della tua religione e della tua fede, e' pattume. L'hai dimostrato accomunando anni di ricerche e studi storici a Lancio Story.

Un saluto
@giocasa, commento 180

Siccome sono chiamato in causa, mi spiego: troll harder vuol dire “prova a trollare impegnandoti di più, che fino ad ora hai fatto schifo”. “Harder” significa “più duro”, nel senso di “mettici più impegno, sforzati di più”. Gli sto dicendo che è un troll scadente, insomma.
"cuole anche private, ma il modo di insegnare e le materie insegnate dovrebbero essere decise dalla comunita' (che, lo ricordo, si chiama Stato...) e sottoposte a servero controllo. Altro che "ho il diritto di mandare mio figlio alla scuola della mia confessione"...

Pgc, spesso ammiro i tuoi interventi, ma stavolta hai proprio sbagliato bersaglio.
Ho insegnato in scuole religiose e scuole pubbliche in buon numero, e stà tranquillo che di invasati non ce n'è. Nelle scuole private li mandano via, in quelle pubbliche magari no ma fanno poco danno. ‘‘

Diciamo che forse non mi sono spiegato...

Quello che intendo e' che una delle ragioni piu' importanti che giustificano l'esistenza di una "public education" nelle moderne democrazie, anzi, forse la piu' importante, e' quella di compensare i limiti fisiologici e gli eventuali aspetti negativi della famiglia. Questo aspetto con gli anni e' andato dimenticato, specialmente in Italia dove grazie al predominio Cattolico sulla scuola privata si e' fatto credere che ci sia una specie di diritto del genitore di iscrivere i figli dove pare loro per conservarne i pregiudizi. Ma in gran parte del mondo moderno non e' cosi'. Il motivo dell'esistenza di una scuola pubblica e' proprio quello di offrire ai ragazzi un'alternativa, una "media" di pensieri, di reddito, di classe sociale, di etnia, di atteggiamento religioso, di sesso, di stili di vita, ed evitare che se capiti male in famiglia tu possa vedere solo quello. Il problema quindi non e' quello di avere o meno degli invasati, ma di offrire una possibilita' a tutti di mediare le carenze, le ristrettezze, i limiti del proprio ambiente familiare. Che sia una famiglia cattolica o ebrea ultraortodossa o di sinistra o di ladri, non cambia. Io mi batto per una scuola pubblica, o anche privata, ma con limiti strettissimi a quello che si puo' insegnare (via quindi l'insegnamento confessionale), e a come va insegnato.

"Come si diceva altrove, i ragazzi hanno un istinto molto efficiente per capire a chi val la pena dare retta e a chi no".

In base a quali evidenze? Lo ripeti come un mantra perche', come al solito, e' funzionale al tuo credo e alla tua difesa d'ufficio dell'insegamento della TUA religione nella Scuola. Ma e' un'affermazione priva di evidenze. Quello che invece ho letto - anche se non riesco a trovare la fonte - e' che in media 9 figli su 10, in tutte le culture, condividono l'atteggiamento religioso dei propri familiari. D'altronde la tua affermazione e' in stridente contrasto col fatto che il credo religioso e' distribuito in areali geografici precisi, i cui confini variano molto lentamente di generazione in generazione, e non casualmente, come dovrebbe essere se fosse vero che i ragazzi hanno questo presunto istinto. Dimostrando che la fede e' semplicemente conseguenza dell'ambiente culturale che si respira. Il problema infatti non e' "a chi credere e a chi no", come fosse comprare la carne al mercato, ma dotarsi di strumenti in grado di farci capire in base a quali criteri avallare una teoria invece di un altra. Insegnare COME pensare, invece che COSA pensare, come ripeto sempre. E' per questo che avete il terrore che il metodo scientifico (e non i nomi degli elementi) si diffonda tra la gente. Perche' il vostro potere si estinguerebbe come una qualsiasi bufala quando si impara a pensare.
1 o 100000 non cambia niente, secondo me. Per te, caro martinobri, non so.
Perche' non siete in grado di fare un mea culpa fino in fondo. Perche' alla fine c'e' sempre un "si pero'" che salva la vostra storia di orrori e discriminazioni (e qui mi riferisco a quella della Chiesa, ma potrei parlare di tante altre credenze) servita a conservare un potere secolare ai danni di altre etnie, generi e persone.

no, spiegami.
IO di cosa dovrei scusarmi?
ho fatto quelle discriminazioni? no.
ho perpetrato questi eccidi? no.
li ho supportati o giustificati? no.
i miei valori morali e i miei principi etici, implicano/permettono/giustificano quanto sopra? proprio per niente.

Quindi di cosa dovrei sentirmi in colpa?
che altre persone, in uno spaziotempo al di fuori del mio intervento, si siano travestiti dei miei ideali per azioni che aborrirei?
Io mi incazzo pure come una iena quando sento cristiani vari fare discriminazioni contro gli omosessuali, o contrastare la costruzione di moschee, o qualsiasi altra azione che preveda di imporre i propri e personali valori morali come legge statale. Molti di questi sono valori in cui credo (non quelli sopradescritti, in realtà :D), ma se non ci credi per me devi essere libero di fare ciò che vuoi.
Perché però mi dovrei sentir dire di rimando che sono ottuso, che mi devo pentire per peccati altrui, che patteggio per la fede anziché per la scienza? (e perché mai dovrei decidere tra le due? la scienza per me è altrettanto una delle cose più belle di questo mondo)
@ pgc

Secondo me sbagli a usare sempre il "voi" per riferirti ai cattolici presenti su questo sito. Il mondo dei credenti è molto, molto più complesso di così.

Mi sembra che tu stia semplificando le persone mettendole tutte insieme nel calderone di un'unica entità malvagia spersonalizzata (quindi più facile da detestare). Ma le cose sono più complesse e ricche di così, e infatti questo modo di vedere cozza contro la realtà e contro la sensibilità di chi hai riunito nel "voi".
[quote-"martinobri"-"/2012/02/un-anno-di-terremoti-video-da-brivido.html#c8884449845575593270"]
E, quanto alle streghe, fa riflettere la circostanza che i roghi furono un centinaio in Portogallo, Spagna e Italia a fronte delle cinquantamila vittime nel resto d' Europa, soprattutto in terra di Riforma.
[/quote]

Se non ricordo male avevi già postato questa lettera qualche anno fa ma comunque, non mettendo in dubbio i dati riportati, c'è un particolare che è stato omesso; probabilmente perché poco pertinente: non tutte le terre a nord dell'Italia sono terre riformate.

A esempio a Friburgo, dove ha sede l'unica università cattolica svizzera, le vittime dei roghi sono state ca 500.

Va detto che in questi casi l'Inquisizione c'entrava poco ed erano le autorità locali che si assunsero la responsabilità di condannare al rogo le persone scomode.

Ps. Comunque un centinaio di roghi suddivisi tra Spagna, Portogallo e Italia mi sembrano un po' pochini; ma forse anche Como è terra riformata.

I processi alle streghe: storia comasche di ordinaria follia
Ok, ora parte la discussione fiume sulle streghe, l'inquisizione e quant'altro.

Sento buone opportunità di imparare qualcosa.

Vado a prendere i pop-corn.

Qualcuno ne vuole un po'?
"no, spiegami.
IO di cosa dovrei scusarmi?"

di quello che viene fatto in nome del tuo Dio

"ho fatto quelle discriminazioni? no."

No, ma appoggi una religione che tra i suoi dogmi e la sua pratica ne fa continuamente, creando e avendo creato continui problemi a chi viene discriminato. Ricordati che c'e' gente che paga e ha pagato per questo. Prendi ad esempio gli omosessuali. Non sono un'entita' teorica, sono persone come me e come te che sono state prese in giro, discriminate sul lavoro, che hanno pagato questo atteggiamento, che non possono godere di diritti basiliari garantiti agli eterosessuali. Ricordo il caso di coloro che non possono nemmeno andare a visitare il proprio compagno di una vita morente perche' non considerati parenti stretti, mentre se ti sposi dopo un'ubriacatura a Niagara Falls ti e' consentito.

"ho perpetrato questi eccidi? no."

No, ma appoggi una fede che non ha mai chiarito totalmente le sue colpe e la sua responsabilita' su eccidi fatti in nome del suo Dio e con la sua benedizione. Pensa al caso recente della pedofilia e di come sia stata palesemente nascosta dalle gerarchie ecclesiastiche. Pensa alla situazione confusa e contraddittoria con cui ancora adesso si pone nei confronti della morte di Giordano Bruno (tanto per prendere il primo che mi viene in mente...).

"li ho supportati o giustificati? no."

No, ma giustifichi una fede che questi crimini li ha compiuti.

"i miei valori morali e i miei principi etici, implicano/permettono/giustificano quanto sopra? proprio per niente."

Scusami ma e' troppo facile. Tu non aderisci ad un sistema laico (come per esempio il metodo scientifico), ma ad un insieme di dogmi che sono rappresentati dalla Chiesa Cattolica e dalle sue istituzioni. Non puoi dire "credo in quello stesso Dio ma non nell'istituzione che li sopporta" perche' con questo diventi, per dirla con Don Spencer, un cattolico autonomo. Tu credi proprio in quello stesso dio in nome del quale sono state compiute e vengono tuttora compiute centinaia di nefandezze, coperte dal clero quanto piu' possibile per conservare il suo potere secolare. Il problema della fede, rispetto a tutte le credenze laiche, e' che non e' negoziabile a proprio piacimento. Se io sono di sinistra posso criticare lo stalinismo e gli effetti disastrosi del Comunismo, perche' non c'e' un "dogma", posso modulare il mio pensiero in modo da includere per esempio le conquiste sindacali della sinistra senza per questo dover accettare il concetto di dittatura del proletariato. Ma se credo nel dio, come

"Secondo me sbagli a usare sempre il "voi" per riferirti ai cattolici presenti su questo sito. Il mondo dei credenti è molto, molto più complesso di così."

verissimo. E' molto complesso. Ma quello che vedo e' che mentre vi sbracciate per difendere l'insegnamento dlela religione cattolica nelle scuole, NON si sbraccia analogamente per denunciare la vergogna di una Chiesa che ha determinato cosi' tanti errori. E' una questione di quantita'. Su 100 persone che si impegnano per difendere le mie liberta', quelle dei miei figli di accedere all'ora alternativa garantita per legge, quella degli omosessuali di non essere discriminati e di vivere la loro vita come credono senza imporla agli altri di chi vuole usare il profilattico (ancora: senza imporre a te di usarlo), mi sembra che si e no 1 o 2 siano cattolici. Gli altri sono laici. Allora e' chiaro che viene facile dire "tutti" invece di 99 su 100. Anche perche' quell'1 o 2 li devo ancora incontrare. E dire che di gente ne ho conosciuta tanta nella mia vita...

pgc
vedo che continuate a darmi del troll. io non sono un troll. Sono un credente, uno dei tanti, che crede che delle leggi morali ed etiche debbano regolare la vita di tutti, credenti e non.
queste leggi, stabilite dall'alto vanno inserite nel contesto sociale per riformare la società e purificarla da infiltrazioni atee o agnostiche.
Qui non si tratta di fare il troll ma di capire l'interezza della religione.
Vi faccio notare inoltre che io non vi ho insultati mentre voi insultate.
Questo non è tanto lecito credo e non è corretto ai fini di un dialogo.
Ho espresso ciò in cui credo (in nome del cui credo sarei disposto a compiere 1000 crociate) e l'ho esposto senza canzonare.
Eppure sono stato richiamato all'ordine solo io mentre voi no.
qui sopra c'è scritto:

"Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione"

io sono civile, voi un po' meno nei miei confronti.

come mai la censura in questo caso non viene applicata?

ho scritto che toglievo il disturbo ma se continuate ad insultarmi mi obbligate a rimanere.
quindi decidetevi: o la piantate di darmi del troll e di citarmi pure se non ci sono oppure devo per forza di cosa tentare di discutere con voi.
anche se è tempo perso.

fatemi sapere
Heheeheheh, questi studi che la chiesa commissiona per pulirsi la coscienza mi fanno sempre un po’ ridere, come quello studio commissionato sulla pedofilia che concludeva che i preti pedofili erano colpa di woodstock. Borromeo, poi, cattolico e noto per occupare posti di rilievo in associazioni legate al vaticano (ovviamente va detto che il libro di Borromeo è stato anche pubblicato dal vaticano, ci mancherebbe), insomma dovrebbero incaricare questi studi a gente con un minimo di credibilità.
"Quindi di cosa dovrei sentirmi in colpa?"

per finire, quello di colpa e' un concetto cristiano che a me personalmente interessa poco. Quello che vorrei vedere e' molta piu' attivita' per protestare verso le merdate fatte da madre Chiesa. Quando vedro' tutta questa dura protesta (non solo privata, ma pubblica) contro le imposizione fatte a tutti dei vostri principi in campo di sesso, procreazione, insegnamento della religione, quando vedro' che vi battete per garantire a tutti la liberta' di pensare e fare nel nostro privato quello che vogliamo pensare e fare, allora certamente non avro' problemi a fare quelle distinzioni di cui parla Sir Edwards. Fino ad allora mi spiace ma non ci sono sconti da parte di chi come me si batte per una societa' laica e per riportare la religione o quello che e' nell'ambito personale.

Ma ho dei dubbi che accadra' mai, perche' i cattolici sanno benissimo che se fossero garantiti elementari diritti come quello ad avere una scuola laica veramente, o almeno un insegnamento della loro religione alla pari con quello delle altre, il loro potere secolare si scioglierebbe come neve al sole, e con questo tutti i benefici che ne derivano (inclusi per esempio le indecenti esenzioni fiscali, tanto per fare un esempio a caso...).

Quindi, mi spiace, io continuo a combattervi dove e quando posso, sebbene nei limiti di cio' che e' garantito per legge naturalmente.
>tralasciando il fatto che gran parte degli storici danno cifre molto diverse da quelle citate nel testo che hai riportato.


Nell'articolo postato da me vengono citate delle fonti. Tu e quell'altro non lo avete fatto. Chi sta dando per sontate delle cose non sono io.

>Tra l'altro Paolo Mieli e' stato allievo di Renzo De Felice, storico accusato da piu' parti di revisionimo storico

Ma bene, siamo già agli attacchi ad personam.
Renditi conto che la logica di questa affermazione è la stessa di chi sottolinea che Attivissimo è un ex disc-jokey.

>L'hai dimostrato accomunando anni di ricerche e studi storici a Lancio Story.

Se rileggi dopo aver tirato il fiato, vedrai che nel commento che io criticavo (e anche le tuo) non c'era nessun riferimento. A niente. Altro che "anni di ricerche".

Comunque è inutile che stiamo qui a discutere; nè io nè te siamo storici (Mieli sì, tra l'altro), per cui non abbiamo gli strumenti per capire chi ci caccia balle. Quello che è certo che venire qui a sparare cifre sulle quali c'è già stata un'ampia revisione (nel senso positivo indicato alla fine dell'articolo) è solo avallare acriticamente quello che conferma il mio pregiudizio.
@Giovanni Tancredi

Ah, eccoti. Spiegami esattamente cos'è che succederà il 21 dicembre, visto che hai fatto la cortesia di rimanere qui.
In base a quali evidenze? Lo ripeti come un mantra perche', come al solito, e' funzionale al tuo credo e alla tua difesa d'ufficio dell'insegamento della TUA religione nella Scuola. Ma e' un'affermazione priva di evidenze. Quello che invece ho letto - anche se non riesco a trovare la fonte - e' che in media 9 figli su 10, in tutte le culture, condividono l'atteggiamento religioso dei propri familiari.

Come si dice dalle mie parti, stai prendendo la vacca per le palle.
Il mio discorso era limitato all'ambito scolastico; la questione religione non c'entra.
Capisco il chiodo fisso, ma orsù, cerchiamo di capirci.

E' per questo che avete il terrore che il metodo scientifico (e non i nomi degli elementi) si diffonda tra la gente.

E' quello che cerco di fare per lavoro. Quindi secondo te dovrei terrorizzarmi di me stesso?
Eppure non sono così brutto :-)

. Notare tra l'altro che il "Conte" Prof. Agostino Borromeo e' in chiaro conflitto di interessi essendo persona legatissima al Vaticano, nominata piu' volte a varie cariche tra gli assurdi titoli legati al loro potere medioevale. Niente in contrario, ma certamente, cosi' come te, poco incline a mantenere il distacco LAICO, necessario quando si fa una ricerca storica.

Ti ringrazio tuttavia per le citazioni. Non ho molto tempo da dedicare all'Inquisizione ma una certa curiosita' si, e io, al contrario di te, accetto qualsiasi fonte PRIMA di averla letta,


Al di là della pesantezza della prima affermazione, è facile notare che la prima cosa è in contrasto con la seconda.
Prima dici nientemeno che il tale non fa bene il suo lavoro (squalificandone implicitamente le conclusioni), poi che accetti qualsiasi fonte... deciditi.