skip to main | skip to sidebar
31 commenti

Fantastica nuova immagine della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko dalla sonda europea Rosetta

Credits: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

L'Agenzia Spaziale Europea ha pubblicato oggi questa stupenda immagine del nucleo della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, scattata da una distanza di 62 chilometri il 5 settembre scorso. Un pixel equivale a 1,1 metri.

Vista da Terra, persino con uno dei telescopi da 8 metri di diametro dell'ESO in Cile, la cometa è solo una nube confusa, lontana mezzo miliardo di chilometri, come si vede qui sotto in quest'immagine, sempre dell'ESA, scattata l'11 agosto scorso. Rosetta è dentro la tenue coda cometaria, che si estende già per circa 20.000 chilometri, e quindi non può mostrarci le emissioni gassose che formano la coda stessa e che invece da Terra sono ben visibili.

Credit: C. Snodgrass/ESO/ESA


Aggiornamento (22:45): @willgater ha provato a sovrapporre in scala la ISS alla foto della cometa. Il risultato, che vedete qui sotto, dà un'idea più concreta delle dimensioni di quest'oggetto celeste antichissimo.


Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (31)
Scusami Paolo ma l'articolo è tutto sbagliato.

La foto è presa da tre metri di distanza, come hanno già scritto "autorevoli" testate giornalistiche e non da 62 km.

Sembra che lo scatto sia avvenuto sul lato minore del triangolo disegnato dall'orbita, appunto triangolare, di Rosetta.

E' il lato minore perché dal lato maggiore si vedrebbe la cometa dal lato in cui è più lunga.

Non è una foto scattata dal vertice perché sarebbe venuta mossa. Rosetta, infatti, deve fare una curva strettissima e al vertice la sua velocità di rotazione è massima.

Mi dispiace che giornalista bravo come te commetta errori così colossali.

Ora che ho scritto questo sfogo vado a prendermi la pastiglietta che mi tiene la mente sveglia e lucida.
Uhm... chissà se ieri l'ho presa.
Oolà. Volevo giusto cambiare sfondo del desktop...
ingrandendo la foto originale, dal sito dell'esa, si notano dei "puntini" che sembrano abbastanza mossi intorno alla cometa. Sono frammenti della cometa stessa che le orbitano intorno, detriti che si staccano dalla cometa a formare la scia, le stelle o del rumore nell'immagine?
Guastulfo: 3 metri?

La cosa che più mi impressiona di quella cometa è che quell'imponente quantità di materiale sta assieme con meno dello sputo (mi riferisco alla sua forza di gravità, un millesimo di quella terrestre. E tra l'altro, per via della forma strana, mi immagino che sulla superficie dello "strozzo" centrale l'attrazione delle due masse si compensi parzialmente diminuendo ulteriormente la forza di gravità).
Sembra la foto delle alpi di giorno qualora la terra perdesse tutta l'atmosfera ... mi fa abbastanza paura.
@Edward-san

Infatti... a me di primo acchito sembrava la parete sud delle Grand Jorasses
Per essere una "palla di neve sporca" mi pare proprio tanto messa male! ;-)
Non ho capito la terza foto in cui si vede una zanzara spiaccicata a un sasso.
Sapete cosa succederà ? Avete presente quella specie di spuntone che si vede in alto a dx ? Vista l'effettiva somiglianza, quanto passerà prima che i soliti fuffologi ci vedano un'antenna ? Oppure, per i più fantasiosi, un bel razzo stile anni 50… ?
Spettacolo....
@Arcturus

Non è una zanzara. Credo sia uno di quei tizi che lavano i parabrezza ai semafori..
> @willgater ha provato a sovrapporre in scala la ISS alla foto della cometa. Il risultato, che vedete qui sotto, dà un'idea più concreta delle dimensioni di quest'oggetto celeste antichissimo.

L'idea la dà agli appassionati che conoscono bene le dimensioni reali della ISS
[img]http://www.nasa.gov/images/content/693259main_jsc2012e219094_big.jpg [/img]
O, per quelli ancor più appassionati

[img]http://cache.gawkerassets.com/assets/images/gizmodo/2008/11/ISS-size-comparison.jpg [/img]
Non ci sono foto a colori? Oppure il "colore" della cometa è neutro?
La zona centro-superiore della parte in secondo piano ha un aspetto sorprendentemente "dolomitico"!
Spettacolare !! Non ho parole, soprattutto pensando a dove è stata scattata
I complottisti direbbero che è un inutile spreco di denaro per fotografare una ammasso di roccia inerte.
a Quando una missione sui satelliti di giove, ricchi di acqua e ossigeno ?
C'é un geologo, o un astrofisico, che possa spiegare come si siano formati questi ammassi rocciosi? Credo che, trattandosi di una cometa, si debbano escludere fenomeni effusivi, intrusivi o sedimentari. E allora? Se se tratta di condensazione di gas, perchè non sono sferiche?

Sono particolarmente perplesso dalla roccia in primo piano, che sembrerebbe contenere dei "sassoni" bloccati in una matrice diversa. Qualcosa del genere l'ho vista nelle formazioni di arenaria della cosidetta "Svizzera Sassone", ma una cometa....?!?
>Se se tratta di condensazione di gas, perchè non sono sferiche?

Nè geologo nè astrofisico, provo a dare una risposta parziale.
Un corpo può livellare tutte le differenze di quota e diventare sferico se la sua gravità è superiore a un certo livello. Tra l'altro, questo è il criterio per distinguere un nanopianeta dai corpi minori. Le comete hanno una massa ridotta, per cui la loro forza di gravità è insufficiente a renderle sferiche o anche solo ellissoidali.
@Guastulfo

stavo per risponderti ma poi mi sono detto "ah, ma sta facendo dell'ironia"...perchè stavi facendo dell'ironia giusto?
@Martinobri: sì, certo, la gravità è insufficiente a rendere sferico il corpo di una cometa - ma questo solo se si parte da materiali solidi, che dovrebbero essere "forzati" in una palla. Io invece avevo premesso, "se é formato dalla condensazione di gas..."

Insomma, la mia domanda è: Ma cosa sono, quei pezzi di roccia nel cuore della cometa? Frammenti di un pianeta, che quindi recano tracce di processi fisici di vario genere? Asteroidi di altra origine? O cosa?

Le comete si sono formate per solidificazione in ghiaccio del vapor d'acqua presente nel sistema solare (per questo si sono formate in genere solo a grandi distanze dal Sole) e poi per aggregazione causata prima da forze elettrostatiche, poi gravitazionali. Non si forma per collasso gravitazionale come un pianeta gassoso. Collisioni successive ne definiranno poi la forma finale. Infine raccoglierà tutti i detriti che formano la crosta durante il suo "viaggio" attraverso il sistema solare.

Un corpo può livellare tutte le differenze di quota e diventare sferico se la sua gravità è superiore a un certo livello.

In realtà un corpo non livella mai TUTTE le differenze. L'altezza tipica delle montagne di un corpo celeste solido dipende dal suo raggio medio e quindi in ultima analisi dalla sua massa. Fino a 2-300 km di raggio (detto "potato radius") in genere non si ha una forma sferoidale ma irregolare in quanto la forza di gravità non riesce a far "collassare" le montagne nemmeno su tempi scala geologici.

Comunque, anche corpi celesti molto massicci hanno "montagne". Una stella di neutroni per esempio ha montagne alte... qualche millimetro che però quando collassano rilasciano una quantità spaventosa di energia provocando potenti fasci di onde gravitazionali. Come noto sulla Terra - che è un pianeta geologicamente attivo e che quindi riforma le sue montagne - l'altezza massima di una montagna è di 10200 m, il Mauna Kea. Su Marte invece, che è meno massiccio della Terra, il Monte Olimpo supera i 20 Km.

Come?... La montagna più alta della Terra è l'Everest?...

NO. Infatti quando si misura l'altezza di una montagna dalla BASE alla VETTA, e non dal livello del mare, l'Everest è un nanetto di meno di 6.000 m di altezza. Ovviamente questa misura dipende un bel po' da cosa si sceglie come base, ma è la quantità utile per definire il rapporto tra raggio medio delle montagne e raggio del corpo celeste: se questo rapporto è - diciamo - meno del 10%, allora il pianeta appare sferoidale, altrimenti "patatoidale".

p.s. Nell'articolo di Paolo si parla di nube confusa per quanto riguarda l'immagine del VLT di P67, ma in realtà sarebbe meglio parlare di corona cometaria, sebbene deforme, come risulta da una lettura del testo nell'articolo di ESO: the comet is clearly active, revealing a dusty coma extending at least 19 000 km from the nucleus. The comet's dusty veil is not symmetrical as the dust is swept away from the Sun – located beyond the lower-right corner of the image – to begin forming a tail.".
@Santino83
stavo per risponderti ma poi mi sono detto "ah, ma sta facendo dell'ironia"...perchè stavi facendo dell'ironia giusto?

No. Avevo solo dimenticato la pastiglietta quotidiana.
Se non la prendo gli articoli "scentifici" di certi giornali mi mandano in confusione ;-)
Un'ultima cosa: la "verticale" in un punto della cometa qualsiasi non è ovvia in un corpo così irregolare. Per cui pietre che appaiono "incastrate" su una parete quasi verticale e in procinto di cadere in realtà potrebbero essere solo su di un leggero declivio, se non su un piano. Due persone che passeggiano in due punti diversi della cometa (con cautela: c'è il rischio di sfuggire alla debole gravità presente e perdersi nello spazio) potrebbero risultare completamente disallineati l'uno rispetto all'altro in maniera difficile da credere.

e dimenticavo: che immagini straordinarie ragazzi...
67P naturalmente, non P67, scusate...
Nuove immagini più dettagliate mostrano inequivocabili segni di vita aliena.
@martinobri
Nuove immagini più dettagliate mostrano inequivocabili segni di vita aliena.

...e sono appassionati di samba :-)

[img]http://jumpibrasil.files.wordpress.com/2012/04/rio_copa_marciapiede.jpg [/img]
Per me bastano pochi chilometri e sono a "Copa" Lazise...

[img]http://cdn1.vtourist.com/4/6812188-Lazise_Lazise.jpg?version=2 [/img]
una risposta a Marco (con 2 mesi di ritardo...):

Non ci sono foto a colori? Oppure il "colore" della cometa è neutro?

Le foto che vedi sono riprese da NAVCAM, non da Orisis, la camera "scientifica" che dispone di una ruota di 16 filtri.

Questo a causa del veto opposto dal Principal Investigator di Questo strumento alla diffusione di immagini prima dei 6 mesi che gli spettano, per cui ESA ha deciso la pubblicazione delle foto della camera usata per la navigazione.

Le foto a colori arriveranno tra qualche mese. La cometa NON è del tutto in bianco e nero.
Ok, grazie.
Suppongo che il filtro usato in queste foto sia quello per la luce visibile (ovviamente monocromatica)...
Ne hanno scattate altre in altre bande?