skip to main | skip to sidebar
13 commenti

L‘11 settembre 2001 a New York, visto dallo spazio

Credit: NASA.

Dal diario dell'astronauta Frank Culbertson, che era a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e scattò questa e altre fotografie: “È orrendo vedere il fumo scaturire dalle ferite del tuo paese da un punto d'osservazione così fantastico. La dicotomia di trovarsi su un veicolo spaziale dedicato al miglioramento della vita sulla Terra e di assistere alla distruzione della vita con atti così intenzionali e terribili è una scossa alla psiche, chiunque tu sia.... Le lacrime non scorrono allo stesso modo nello spazio.”

Queste sono le riprese video che realizzò quel giorno:


Culbertson ricorda gli eventi dell'11 settembre in questo video:



Vide anche il crollo di una delle Torri, e lo squarcio al Pentagono, quel giorno. Non sapeva ancora che in quello squarcio era perito un suo compagno di corso, Chic Burlingame, uno dei piloti del volo American Airlines 77. Per lui suonò il Silenzio a bordo della Stazione.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (13)
Non ci sono immagini satellitari degli aerei che si sono schiantati sulle Torri?
Almeno per smontare questi http://www.losai.eu/nessun-aereo-contro-torri-gemelle-lo-dicono-la-boeing-e-numerosi-piloti/
Il filmato (con FF) non si vede :-(
Io con FF lo vedo correttamente.
Con Chrome sì :-)
A me (con Chrome) non va nella pagina, mentre col link diretto ( http://www.space.com/12834-9-11-01-manhattan-space.html ) si
Adesso va ;-)
db,

non risulta che ne esistano, principalmente perché i satelliti non eseguono riprese video continue ma scattano foto. Al massimo potrebbe esserci un'immagine fissa. Ma finora non è emersa e nel 2001 non c'erano così tanti satelliti commerciali con risoluzione sufficiente. Se ce l'ha qualcuno, quel qualcuno è un governo. E comunque la foto in sé non proverebbe nulla e non aiuterebbe nelle indagini: avrebbe solo un effetto emotivo.
@db
dubito che i complottisti (che non credono ai testimoni oculare o alle immagini televisive) possano convincersi con le foto di un satellite (magari USA) ...
La Rai riesce a infilare un refuso anche nella commemorazione della tragedia :(

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/America-ricorda-11-settembre-ground-zero-tredici-anni-dopo-492025e2-b208-4a13-81c6-762081a63e76.html
"Verranno letti i 2752 nomi delle vittime morte nell'attentato del 2011"
Non hanno mica corretto, quei besughi...
L'ultima trovata dei complottisti: hanno trovato morto l'autore del libro che svela il complotto delle Torri Gemelle.

Nota bene: sono talmente pasticcioni questi servizi segreti (o chi per loro) che l'hanno ucciso DOPO che ha pubblicato il libro (e non prima).

Mah ...
Ma soprattutto, com'è possibile prendere sul serio un articolo in italiano traballante tradotto da Google? Cioè, "questa notizia conta talmente poco che non perdo nemmeno tempo a scrivere un articolo in proposito e copio incollo quello che esce dal traduttore di Google".

Secondo me è una grande mancanza di rispetto sia per le vittime dell'assassinio che per i propri lettori.
Purtroppo, andando a cercare qualche fonte, scopro che non solo è un articolo scritto con i piedi, ma che è anche vecchio. I fatti risalgono al febbraio 2013 e non si riferiscono ad un omicidio ma ad un omicidio - suicidio. Purtroppo la paranoia di Marshall ha portato con sé i suoi due figli.

Schifo. Disgusto. Come può un essere umano ignorare fatti così importanti e costruirci sopra un articolo sul complottismo? Quanta pochezza mentale ci vuole per strumentalizzare una tragedia famigliare? Schifo. Disgusto.

Alex e Micalia. Riposate in pace.