skip to main | skip to sidebar
17 commenti

Antibufala: il consigliere di Obama dice che “abbiamo incontrato gli alieni”

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alla gentile donazione di “v.tonarel*” ed è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora.

Il Giornale titola senza esitazioni: Il consigliere di Obama: “Abbiamo incontrato gli alieni”. Secondo l'articolo a firma di Mario Valenza pubblicato oggi, il “consigliere uscente del presidente Barack Obama, John Podesta” avrebbe scritto su Twitter che “Dobbiamo ammettere che abbiamo incontrato gli alieni”.

Balle. Il tweet di Podesta citato nell'articolo dice una cosa completamente diversa. Dice testualmente: “1. Finally, my biggest failure of 2014: Once again not securing the #disclosure of the UFO files. #thetruthisstilloutthere cc: @NYTimesDowd”.

In traduzione: “Infine, il mio più grande insuccesso del 2014: non essere riuscito, ancora una volta, a garantire la #divulgazione dei file sugli UFO.” Segue un hashtag che cita e storpia lo slogan della serie TV X-Files: “la verità è (ancora) là fuori”.

Vedete da qualche parte le parole “abbiamo incontrato gli alieni” nel tweet citato? No. E non è emerso nessun altro tweet di Podesta che contenga queste parole. Se lo trovate, ditemelo.

Analoga fandonia, sempre attribuita a John Podesta, è stata pubblicata oggi da RaiNews, secondo la quale Podesta avrebbe detto “Dobbiamo dire la verità sugli UFO” e avrebbe parlato di “divulgare i file sugli alieni” [aggiornamento: dopo uno scambio di tweet, RaiNews ha corretto quest'ultima frase in “file sugli UFO”]. Ma non c'è nessun tweet di Podesta che dica queste affermazioni.

Va chiarito che parlare di “file sugli UFO” non significa parlare per forza di incontri alieni: significa chiedere che vengano pubblicati i documenti governativi sugli avvistamenti di oggetti volanti non identificati. Oggetti che non è affatto detto siano veicoli alieni: anzi, si è visto che molti avvistamenti si riferiscono ad aerei militari ad alte prestazioni e molti altri hanno spiegazioni molto normali (per esempio la Luna; sì, l'ufologo Flavio Vanetti, sul Corriere, ha scambiato la Luna per un UFO e per questo è stato meritatamente sbugiardato al volo da Ufoonline.it).

Inoltre attribuire a Podesta la frase “dobbiamo dire la verità sugli UFO” implica, molto gravemente, che finora siano state detto solo bugie, cosa ben diversa dalla semplice speranza di desecretazione dichiarata dal consigliere di Obama.

Ed è proprio “Dobbiamo dire la verità sugli UFO” la frase attribuita a Podesta ieri dal Il Mattino, da Blitz Quotidiano (che attribuisce a Podesta anche le frasi “gli alieni esistono”“chi sostiene l'esistenza degli alieni pensa che il 2015 potrebbe essere un anno di svolta” e “i governi dovrebbero ammettere non solo che gli alieni esistono, ma che sono stati in contatto con loro per anni”, senza linkare la fonte) e da Leggo, a conferma che il copiaincolla regna sovrano nelle redazioni e nelle tastiere di coloro che si atteggiano a giornalisti e purtroppo dimostrano sempre più spesso di essere soltanto puttane del clic:

Rainews, 17 febbraio (versione pre-correzione)

Leggo.it, 16 febbraio

Il Mattino, 16 febbraio.
Persino la foto dell'alienaccio brutto è uguale a quella di Leggo.

Se solo i giornalisti imparassero a copiaincollare da fonti decenti, invece che dalle fabbriche di cialtronate, sarebbe già un passo avanti: infatti le vere dichiarazioni ufologiche di Podesta (che non includono alcuna affermazione di aver incontrato alieni o di doverlo ammettere, ma solo il già citato rammarico di non aver ottenuto la pubblicazione delle varie indagini governative sul fenomeno degli oggetti volanti non identificati) erano già state pubblicate dal New York Times il 16 febbraio, da Russia Today il 15 febbraio e dal Washington Post il 13 febbraio. Sarebbe bastato riprendere quelle. Ma sarebbe stato necessario dire addio ai clic generati dal sensazionalismo bugiardo.


Aggiornamento: al coretto stonato dei traduttori disinvolti s'è aggiunto l'inossidabile Vladimiro Bibolotti, che sul Fatto Quotidiano ha scritto il 18 febbraio (quindi dopo lo sbufalamento pubblico della “notizia”) che John Podesta ha parlato di “incontri con gli Extraterrestri”. Non solo: da buon fufologo, ritiene che la chiusura dell'account Twitter di Podesta “fa sospettare [...] che forse le recenti dichiarazioni di Podesta, possono avere dato fastidio in certi ambienti”. Qualcuno dovrebbe spiegargli che l'account non è stato chiuso: è stato semplicemente rinominato perché Podesta cambia lavoro (va a fare il consulente elettorale per Hillary Clinton) ed è stato sostituito da Brian Deese, che quindi subentra all'account Twitter. Tutto qui. E il cambio di lavoro di Podesta è noto da ben prima delle sue dichiarazioni. Ma per i fufologi, tutto è prova di complotto.


Fonti aggiuntive: Doubtful News.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (17)
pubblicato anche su rainews24: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Dobbiamo-dire-la-verita-sugli-ufo-la-rivelazione-del-consigliere-di-Obama-d6338283-c8a9-4ab2-aaa7-8eac8ae69579.html
sono soltanto puttane del clic

Da quanto è on line questo articolo?
Perchè non è ancora saltato fuori quello che dice sempre che vuole denunciarti per vilipendio della professione giornalistica.
puttane del clic mi sembra un pó offensivo....
Ci casca anche retenews, ma invece di limitarsi a copia-incollare lavora di fantasia.

Perchè non è ancora saltato fuori quello che dice sempre che vuole denunciarti per vilipendio della professione giornalistica.

LOL.
Ma loro invece non sono passibili di denuncia (chiunque siano le autorità competenti)? o forse non hanno ancora finito i punti sulla patente?
Il tweet del tizio mi sa tanto di PNL (e fatta bene): il lettore distratto si concentra sulla questione UFO e quindi da per scontato che sia vero che quello sia il suo più grande insuccesso.

Che poi i giornalisti nostri capiscano quel che vogliono per adescare click non mi stupisce affatto
mikylace,

puttane del clic mi sembra un pó offensivo....

Anche il tuo accento su "po’" non scherza come offesa all'italiano, ma pazienza :-)

Non trovi che sia invece molto più offensivo che dei giornalisti inventino una notizia?
Paolo, si tratta del giornale che, insieme al "fatto" quotidiano e libero è il PEGGIOR girnale italiano, se non al mondo.
Da questi "fogli di regime" non ti puoi aspettare altro che PUTTANE DEL CLIC
“chi sostiene l'esistenza degli alieni pensa che il 2015 potrebbe essere un anno di svolta”

Curioso: sostituiti gli alieni con invenzioni impossibili, lo sento dire nei pressi di ogni capodanno, per l'anno seguente, presso comunità di credenti in quelle bufale.
Si vede che certi ragionamenti sono trasversali all'oggetto in questione: "presto sapremo" e "non ci saranno più dubbi (illeciti?) o posti dove nascondersi per i negazionisti" - o una cosa del genere - si ripete cone un mantra. Di smentite, ovviamente, nemmeno a parlarne, che fanno male alla fede...
Parliamo della bufala della tassa sul contante a cui sono abboccate tutte le testate specializzate?


@Mikylace
Hai ragione, "puttane" è offensivo per la categoria. Che fanno il mestiere che fanno discutibile quanto vuoi ma non si spacciano per quello che non sono, come i "giornalisti" che sono in realtà mercenari a cottimo. Io posso capire tutto (sono pagati a pezzo, non hanno tempo, un lavoro è un lavoro) ma se si comincia a giustificare qualsiasi cosa, allora tolleriamo anche i medici che sbagliano (le università sono affollate, avevo il fratellino piccolo che piangeva quando studiavo, ero antipatico al primario), l'automobilista che ti centra al semaforo (ho starnutito, la spazzola ha pulito male il vetro, mi è suonato il telefono) e qualsiasi, qualsiasi, qualsiasi cosa. Siamo tutti innocenti, c'è sempre una scusante. Se fai il giornalista, ti documenti. Se fai il giornalista puttana per un milione di motivi anche plausibili, allora accetti che ti offendano perchè lo fai MALE.
Paolo,

"Anche il tuo accento su "po’" non scherza come offesa all'italiano, ma pazienza :-)"

hai ragione, mi eserciterò di più sul layout della mia tastiera da lavoratore straniero prima di esprimere un'opinione. Grazie per la pazienza e mille scuse all'Italiano!

"Non trovi che sia invece molto più offensivo che dei giornalisti inventino una notizia?"

Si certo, ovviamente. Ma lamentarsi de "Il Giornale" perché si inventa le notizie, è come arrabbiarsi con tuo figlio di sei mesi perchè si caga addosso. Legittimo, ma abbastanza inutile :-)
Paura eh? Vi abbiamo quasi scoperto, sta quasi per uscire la verità su di voi...
Ci è cascato con tutte le scarpe anche il Fatto Quotidiano: http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/18/ufo-john-podesta-gli-scienziati-e-la-minaccia-dellinvasione-extraterrestre/1435125/
Scivolone anche de ilfattoquotidiano

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/18/ufo-john-podesta-gli-scienziati-e-la-minaccia-dellinvasione-extraterrestre/1435125/

Giacobbo ha fatto scuola evidentemente... E con un certo successo disgraziatamente.
John Podesta: "Dobbiamo dire la verità sugli UFO". E Obama gli ha risposto:
"Se diciamo tutto, come facciamo poi a divertirci leggendo certi giornali?" :-)
mi eserciterò di più sul layout della mia tastiera da lavoratore straniero

Nel senso che sei straniero o che lavori su una tastiera non italiana?
si tratta del giornale che, insieme al "fatto" quotidiano e libero è il PEGGIOR girnale italiano, se non al mondo.
Da questi "fogli di regime"


E invece i fogli non di regime sono meglio, no?
http://attivissimo.blogspot.it/2015/02/repubblica-parla-dellisis-usando-come.html
http://attivissimo.blogspot.it/2015/02/i-media-italiani-annunciano-blitz.html