Cerca nel blog

2015/02/25

Stazione Spaziale: di nuovo acqua nella tuta, ma niente pericolo

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alla gentile donazione di “remo.ian*” ed è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora.

Due astronauti, Terry Virts e Butch Wilmore, oggi hanno effettuato una passeggiata spaziale per preparare la Stazione all'arrivo di nuovi componenti e per fare manutenzione al braccio robotico Canadarm 2, comandato per l'occasione da Samantha Cristoforetti. L'attività extraveicolare ha regalato delle immagini bellissime in diretta streaming dallo spazio.







Al momento del rientro a bordo, sempre gestito da Sam, c'è stata anche un po' di concitazione perché nel casco di Terry Virts si stava accumulando dell'acqua, come era accaduto nel 2013 a Luca Parmitano, anche se in misura molto minore.

Potete rivedere gli eventi nei video qui sotto da 2:49:50 in poi, quando Sam aziona il meccanismo di sblocco del portello stagno. A 2:50:33, Sam riferisce dell'acqua nel casco e dice di non vedere nulla di drammatico. Dal Controllo Missione ordinano di procedere normalmente ma di dare priorità alla svestizione di Virts. Virts viene assistito e ispezionato da Sam. A 2:58:30 arriva Anton Shkaplerov a dare una mano.


Broadcast live streaming video on Ustream

La parte restante dei soccorsi è all'inizio del video qui sotto.


Broadcast live streaming video on Ustream

Queste sono alcune immagini catturate dalla diretta.

00:02:40. Terry viene inquadrato da vicino: sorride e fa segno di stare bene.



Terry soffia sull'acqua che riveste la parte frontale del suo casco, in modo da farla increspare e farle riflettere la luce: questo la rende visibile alla telecamera e permette di quantificarla. GENIO.



00:05:57. Sam e Anton tolgono il casco a Terry.



00:06:35. Sam ispeziona il casco e riferisce che è bagnato d'acqua fredda: dato importante per capire da dove proviene l'acqua.



00:08:00. Sam documenta fotograficamente l'acqua nel casco. Il comandante, Butch Wilmore, è ancora sigillato nella propria tuta e aspetta pazientemente.



00:23:10. Anton usa una siringa per raccogliere campioni dell'acqua dal casco e poi la fa oscillare per raccoglierla nel fondo della siringa e quantificarla. Sono circa 15 millilitri.

00:24:26. Terry dice che l'acqua aveva un “sapore chimico”, per cui non proviene dalla riserva d'acqua da bere che c'è nella tuta, ma da qualche componente dell'impianto refrigerante della tuta.

È davvero notevole la tecnica atletica di Sam per sfilare Terry dalla tuta (00:28:00): semplice, efficace ed energica, anche se comporta mettere i piedi addosso al collega. In tutti questi anni è la prima volta che la vedo usare:


Adesso stanno tutti bene: resta da decidere che fare per la prossima passeggiata, che si dovrebbe svolgere questa domenica ma che a questo punto rischia di slittare.

4 commenti:

AD Blues ha detto...

Io invece è la prima volta che vedo\sento tossire un astronauta. Lo ha fatto durante l'EVA e poi subito dopo essere rientrato a bordo dopo essersi sfilato il casco.
Non credo sia normale "ammalarsi" a bordo della Stazione, a meno che non sia stata una reazione alle sostanze chimiche con le quali vengono trattati i visori (antiappannanti) e l'acqua di raffreddamento (antifungini ed antimicrobici)...
Cosa ne pensi Paolo?

---Alex

Andrea P. ha detto...

Quando vedo la MIA bandiera sulla spalla di questa fantastica donna, vado in estasi (cit: Calboni)!

Guastulfo (Giuseppe) ha detto...

Mi chiedo se gli stronauti non abbiano qualche, anche minima, vertigine quando vanno all'esterno della ISS.

Anche se il cervello sa di trovarsi in condizioni di microgravità, uscire e vedere che sotto i piedi c'è il vuoto e, molto più sotto, la superficie terrestre, l'istinto ha solitamente "un'opinione" differente che deriva da ciò che si vede.

rico ha detto...

Brava Sam ! Piedi sull' anello rigido dei "pantaloni", mani che tengono la parte superiore, un colpo secco e via: Terry è libero. Diventerà procedura standard, ci scommetto.