skip to main | skip to sidebar
13 commenti

La Universal Pictures denuncia la pirateria di un film. All’indirizzo 127.0.0.1

Figuraccia per la filiale francese della Universal Pictures: nell'ambito della propria lotta alla pirateria audiovisiva ha dato incarico a una società, la Trident Media Guard, di pattugliare Internet alla ricerca di violazioni del diritto d'autore e di denunciare gli indirizzi IP dei pirati per farli oscurare. Solo che fra gli indirizzi IP denunciati a Google, specificamente per aver piratato il film Jurassic World, c'è anche il 127.0.0.1.

Sì, avete capito bene: la TMG ha denunciato l'indirizzo IP del proprio computer, sul quale evidentemente c'era una copia (si spera legittima) del popolarissimo film. 127.0.0.1 è infatti per convenzione l'indirizzo locale di ogni dispositivo.

Il pasticcio ha naturalmente scatenato l'ilarità degli internauti ed è stato immortalato dal sito Chilling Effects, che si occupa della tutela degli internauti dalle denunce false o vessatorie. La domanda che molti si pongono, di fronte a incidenti come questo, è che se il sistema antipirateria della Universal è così impreciso da segnalare come pirata il computer sul quale lavora, quanti altri utenti denuncia e assilla senza reale motivo? Tanti, a quanto pare, perché fra i siti “pirata” denunciati da TMG c'è persino l'Internet Movie Database, un sito popolarissimo che cataloga i film ma non li offre per lo scaricamento.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (13)
Dicevo mi ricorda un noto fuffaro nostrano
La figuraccia dovrebbe essere non della Universal ma della Trident.
O no?
"La domanda che molti si pongono, di fronte a incidenti come questo, è che se il sistema antipirateria della Universal è così impreciso da segnalare come pirata il computer sul quale lavora, quanti altri utenti denuncia e assilla senza reale motivo?"

Nell'articolo precedenti scrivevi: "In altre parole, anche se l'incidente di Fukushima ha certamente avuto effetti sulla vegetazione nella zona, questa fotografia non dimostra affatto che quelle margherite sono mutate a causa delle radiazioni."

Se uniformiamo la logica a quella più consona al blog, ovvero una più scientifica, dovrebbe valere sempre la seconda: se una foto non può dimostrare gli effetti della vegetazione, un errore specifico del software (che riguarda la parte che si occupa di individuare gli indirizzi da prendere in esame) non può dimostrare una sua imprecisione nel fare il suo mestiere. Per fare quello bisognerebbe avere un riscontro sui falsi positivi in percentuale, non in notizie (come quella di IMDB, se su un miliardo di siti presi in esame ha preso solo questa cantonata è estremamente valido, se le cantonate sono 20 su 100 è ben altro discorso).
Fx,

Per fare quello bisognerebbe avere un riscontro sui falsi positivi in percentuale

Le fonti che ho consultato e linkato parlano di almeno 2 errori su circa 200 segnalazioni.
Fx,

Per fare quello bisognerebbe avere un riscontro sui falsi positivi in percentuale

Le fonti che ho consultato e linkato parlano di almeno 2 errori su circa 200 segnalazioni.
Martinobri,

La figuraccia dovrebbe essere non della Universal ma della Trident.

Chi fa la figura peggiore, l'incompetente o chi assume l'incompetente? :-)

Per me se un'azienda subappalta un lavoro ne risponde comunque direttamente. Quindi se Universal incarica Trident, è Universal che è responsabile e va biasimata.
@Fx: Secondo me stai mettendo insieme le pere con le mele. Nel caso Fukushima, un'analisi di tipo scientifico è sufficiente. La stranezza della forma delle margherite può avere altre spiegazioni oltre all'influenza delle radiazioni, per cui in assenza di un'inferenza robusta (esempio, uno studio a carattere epidemiologico) non possiamo concludere che sia causata dal rilascio di contaminanti radioattivi nell'ambiente.

Nel caso della Universal invece, la precisione dell'algoritmo d'identificazione del pirata dovrebbe essere elevata al punto da permettere il suo utilizzo come elemento di prova in tribunale. In questo caso, errori come quelli segnalati, anche se apparentemente statisticamente poco significativi, gettano un dubbio che il software utilizzato possa essere utile come elemento di prova.

Insomma, il campo è molto più giuridico che scientifico, a mio parere, perciò non si possono applicare gli stessi criteri di giudizio.
Lì, da quello che ne so (ma potrei sbagliare) c'è scritto che il controllo è sulla porta 4001 di localhost ed è un protocollo http. Come se il pc avesse un webserver nascosto in ascolto sulla porta 4001.

O il pc che ha fatto il controllo era infetto e partecipava alla condivisione del film (questo si che Epic Fail :-) ) oppure è lo stratagemma usato dalla Trident Media Guard per stanare le copie pirata.

O entrambe le cose :-)
Ahh. There's no place like 127.0.0.1 ;-)
Ma quanto sono fuori di melone questi qua!..
Della serie, received from localhost ([127.0.0.1])! :D
Paolo, questo è uno di quei casi in cui l'intuizione porta fuori strada. Un po' come "la Nasa a speso milioni per creare la space pen e i russi hanno risolto usando le matite!". Divertente, ma inaccurato.

Perchè bannare dei link 127.0.0.1? Per la porta. La 4001.

Ci sono vari client p2p che avviano un server locale, raggiungibile sulla porta 4001, che permettono lo scaricamento di file da altri peer con un link 127.0.0.1:4001.
Per esempio: http://cacaoweb.org/en/

Come puoi vedere dagli screenshot della loro homepage, il client gira su 127.0.0.1:4001:

http://cacaoweb.org/en/images/feature_1_big.png

Tramite il loro server (in ascolto su 127.0.0.1:4001) puoi guardare filmati:

http://cacaoweb.org/en/images/feature_3_big.png

Una breve ricerca su Google Web Images (cacaoweb) ti mostra come condividere file (anche piratati) e vederli comodamente da 127.0.0.1:4001 :

http://imag.malavida.com/mvimgbig/download/cacaoweb-9711-1.jpg

Come vedi, il link 127.0.0.1:4001 contiene un hash code, che il client è in grado di utilizzare per localizzare e scaricare il file (l'equivalente dei magnet di torrent).

Quindi, se faccio una bella paginetta web che dice "vuoi il film degli avenger? scaricalo a http://127.0.0.1:4001/?play=xxxxxx", chiunque sul web può trovare e scaricare il film. Richiedere di bannare http://127.0.0.1:4001 significa far fuori quella rete p2p. Aggiungo che cacaoweb ha praticamente traction in Francia e paesi di influenza Francese (da dove la richiesta di take down prende luogo).

Insomma, non è poi la figuraccia che si vuol fare passare.
LB,

Richiedere di bannare http://127.0.0.1:4001 significa far fuori quella rete p2p.

Interessante, ma la richiesta di takedown è diretta a Google. Quindi, se ho ben capito, deindicizza l'URL richiesto. Chiede a Google "non elencare questo URL fra i risultati di una ricerca". Ma se un utente sta usando un client P2P come dici tu, non passa da Google.

E in più, come dici tu, l'URL di Jurassic World non è un generico http://127.0.0.1:4001, ma deve includere un hash code specifico. Quindi la richiesta, visto che si riferisce a JW, è malformata anche in questo senso.

Inoltre non ha senso chiedere il takedown di un'intera rete P2P perché quella rete può anche veicolare contenuti non vincolati da (C). E' come chiedere di bannare tutta Internet perché in certi siti ci sono cose piratate.

Credo che sia più plausibile lo spiegone di Geek.com

Several popular P2P clients and media servers set up servers on the machines they’re installed on. Someone who uses one of those apps probably posted a link (http://127.0.0.1:4001/#/fr/ to be specific) in a forum thread thinking they were sharing something useful. Trident’s scans noticed Universal’s content mentioned, flagged the link, and rolled it in among all the other URLs they were reporting. You know, URLs that would actually do something when other people clicked on them.
Chi fa la figura peggiore, l'incompetente o chi assume l'incompetente? :-)
Per me se un'azienda subappalta un lavoro ne risponde comunque direttamente.


Se chi assume l'incompetente ha qualche competenza nel campo in cui entrambi si dimostrano incompetenti, è incompetente. Nel senso che è competente sull'incompetenza. O forse il contrario, boh.
:-)
Insomma, la Universal fa film, non fa informatica; non è tenuta a sapere come si fa. Giustamente chiama uno che dovrebbe saperlo.
Io, non sapendo NULLA di elettrotecnica (sono riuscito a far saltare l'impianto mettendo le luci del presepio), se devo rifare l'impianto di casa chiamo un elettricista. Se costui è un elettricista professionista con tanto di qualifica però poi non sa fare il suo lavoro, io che c'entro?
:-)