skip to main | skip to sidebar
31 commenti

Antibufala: università inglese annuncia che la Terra verrà distrutta da una meteora tra pochi giorni. MORIREMO TUTTI

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle gentili donazioni di “maurizio.to*” e “luca@*”. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora (anche con un microabbonamento, come ha fatto “emi.it*”). Ringrazio @lucianog, @mrdaltri e @ufoofinterest. Ultimo aggiornamento: 2015/10/01 14:30.


“«La Terra verrà colpita da un meteorite tra il 22 e il 28 settembre», la tesi choc di una università inglese.” Lo scrive oggi Emiliana Costa su Messaggero.it [donotlink; archive.is]. Non nella sezione Cazzate sentite al bar, ma nella sezione Tecnologia e Scienza. La stessa notizia esce anche su Ilmattino.it [donotlink; archive.is], sempre a firma di Emiliana Costa. E anche su Leggo.it [donotlink; archive.is]. Firmata da chi? Emiliana Costa. Ma pubblicata sotto la responsabilità delle singole redazioni.

Dice l'articolo: “"La Terra potrebbe essere spazzata via da un meteorite tra meno di una settimana". La tesi choc proviene da un gruppo di scienziati coordinati dal professor Robert Walsh, direttore esecutivo della ricerca alla University of Central Lancashire, nel Regno Unito”. Ma è una balla. La tesi non proviene affatto dal professor Walsh o dall'università: proviene dal tabloid inglese Mirror, che si è inventato la notizia di sana pianta, in una classica mossa attiraclic.

Il Mirror ha preso le dichiarazioni originali assolutamente rassicuranti del professor Walsh (che iniziano con un inequivocabile “Gli accademici dell'Università concordano con la NASA: non c'è alcun motivo di preoccuparsi”) e le ha completamente stravolte, titolando “Esperto dice che una meteora potrebbe spazzar via la Terra la settimana prossima nonostante la NASA dica che siamo al sicuro” [donotlink; archive.is], come mostrato qui accanto.

Indovinate da dove dice di aver preso la notizia Emiliana Costa? Ma dal Mirror, naturalmente. L'ammissione è nel secondo paragrafo del suo articolo.

I fatti sono questi: primo, il professor Walsh non ha mai detto che la Terra potrebbe essere spazzata via da un meteorite tra meno di una settimana. La “tesi choc” non proviene da un'università inglese. Questa stronzata (scusatemi, ma non c'è altro modo per qualificarla) gliel'hanno messa in bocca i giornalisti.

Secondo, l'idea che ci sarà un impatto catastrofico imminente è stata partorita esclusivamente da alcuni complottisti. C'è persino scritto chiaramente, e con chiaro tono di scetticismo, nell'articolo del Mirror usato come fonte autorevole (non ridete) da Emiliana Costa:

Conspiracy theorists still haven't pin pointed when earth's final day will come - insisting it could be anywhere from the 22 to the 28 September - but if we're to believe them - then we should start bidding bye-bye to our loved ones soon.

In italiano:

I complottisti non hanno ancora definito con esattezza quando arriverà l'ultimo giorno della Terra e insistono che potrebbe essere una qualunque data fra il 22 e il 28 settembre, ma se vogliamo credere a loro allora dovremmo cominciare presto a dire ciao ciao ai nostri cari.

Più chiaro di così non si può, eppure la Costa risponde così quando le segnalo che ha pubblicato una bufala: “Se legge il pezzo troverà le fonti. Compresa quella della NASA e del giornale da cui è stata ripresa la notizia Buona lettura”.

Solo che la NASA non c'entra nulla; ha anzi smentito seccamente. E persino il Mirror ha chiarito che l'annuncio di catastrofe non arriva dal professor Walsh, ma da un gruppo di complottisti.

Ma come si dice spesso nel giornalismo, mai lasciare che i fatti ostacolino una notizia ghiotta. Il Mattino e il Messaggero sembrano aver capito molto bene questa lezione. Se poi qualcuno si fa venire le crisi di panico di fronte alla dichiarazione, scritta su testate giornalistiche, che una università inglese ha annunciato una catastrofe meteorica per la fine di questo mese, chi se ne frega. L'importante è attirare clic. E se qualcuno ti fa notare che hai pubblicato una notizia da procurato allarme, chi se ne frega lo stesso. Tanto l'Ordine dei Giornalisti dorme sonni beati. Poi la gente mi dice che sono eccessivo quando parlo di “puttane del clic” riferendomi ai giornalisti (uomini e donne) e alle redazioni che tradiscono la deontologia in nome di qualche spot pubblicitario in più.

Poi, cari colleghi, non lamentatevi se nessuno compra più giornali. A furia di pubblicare balle, la gente magari s'è stufata di pagare soldi buoni in cambio di notizie marce.


Ma il povero professor Walsh che c'entra?


Magari vi state chiedendo come ha fatto il professor Walsh a finire coinvolto in questa bufala. Semplice: ha pubblicato sul sito dell'Università del Lancashire una pagina in cui sbufala le previsioni di catastrofe mentre la sua collega, Sarita Robinson, spiega gli aspetti psicologici dell'attrazione diffusa per l'idea della fine del mondo. Tutto qui. Ai giornalisti in cerca di clic facili questo basta e avanza.

Fra l'altro, le considerazioni psicologiche della Robinson sono interessanti, ma sono state ignorate in favore dell'annuncio di catastrofe. Cito in sintesi qualche brano:

La gente tende a pensare che le credenze apocalittiche siano legate alla religione e che la credenza in una fine del mondo sia un elemento chiave di una teoria spirituale. Ma risulta di no: ci sono molte persone non religiose che credono all'imminenza della fine del mondo a causa della minaccia nucleare o di altre tecnologie umane come la manipolazione genetica.

È interessante chiedersi perché le persone sono attratte da queste credenze. Una possibilità è che in un mondo imprevedibile offrono un senso di controllo. La gente può essere preoccupata per il futuro e per cosa pianificare, ma senza informazioni su cui basarsi è difficile fare piani. Se un leader carismatico ti dice che il mondo finirà in una data precisa, puoi preparare i tuoi piani di conseguenza. La data toglie l'incertezza dalla tua vita. Non solo: hai persone che la pensano come te con le quali puoi lavorare per questo obiettivo comune. Per alcuni (specialmente i religiosi) la fine del mondo può portare a un mondo migliore.

Il problema nasce quando il mondo non finisce. Può essere molto difficile per le persone quando scoprono improvvisamente che il mondo non è finito. Devono trovare una maniera di spiegarlo, come per esempio un errore nei propri calcoli.

Credere che la fine del mondo sia vicina non è una brutta cosa, se non interferisce con la tua vita quotidiana. Se non vendi la casa e spendi i soldi per farti una bella vacanza, o se non dai i tuoi soldi al leader di qualche setta, prepararsi per la fine del mondo potrebbe non essere una cattiva idea. Noi non prendiamo in considerazione molti rischi nella vita di tutti i giorni: per esempio non consideriamo le conseguenze di una pandemia d'influenza e la maggior parte della gente non vuole pensare alla morte perché la mette psicologicamente a disagio. La maggior parte di noi non si prepara per i disastri e non fa neanche i preparativi sensati, come tenere in auto una coperta e un thermos di caffé se ci troviamo bloccati per strada dalla neve in inverno.


2015/01/10: La fine del mondo è stata annullata


Siamo al primo ottobre e l'asteroide non s'è visto; siamo ancora qui. Due parole di rettifica, da parte dei giornalisti e dei giornali che hanno seminato allarme per nulla, sarebbero gradite. Attendo fiducioso? Neanche un po'.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (31)
Segnalo refuso, al terzo paragrafo:

come mostrato qui accanto. Indovinate da dove dice di aver preso la notizia Emiliana Cost? Ma dal Mirror,

Manca la "a" finale al nome dell'autrice dell'articolo (no, il termine giornalista per chi scrive queste robe e risponde così alle segnalazioni di errore non lo voglio usare).
Ripropongo la scommessa che qualcuno aveva inventato prima del 21/12/2012: se l'umanità dovesse estinguersi a causa dell'impatto di questo meteorite entro il 28/9/2015 pagherò 10 volte l'importo scommesso. Si accettano carte di credito, bonifici e Paypal (ma anche i contanti vanno bene, giuro che pagherò tutte le tasse previste).
La cosa più assurda è che mi compare tra le notizie di Google News. Evvai di panico generale.
http://oi61.tinypic.com/20as7tj.jpg
solita arroganza di chi pretende di sapere...
mi riferivo alla risposta della costa... ovvio
Incredibile, ormai certe testate usano le smentite per rafforzare una tesi campata in aria.
Si chiama "girare la frittata", ma le uova le hanno rotte lo stesso.
Ma qualcuno che si prende la briga di segnalare alla procura della repubblica, polizia postale, carabinieri, ordine dei giornalisti, ecc questo procurato allarme?
sul fatto che 'moriremo tutti' non ci piove: prima o poi, quello è il nostro destino.
mi piace però pensare che se gli esseri umani si estinguessero, sarebbe la salvezza di questo pianeta.
Gliel'avrà detto Paolo Fox...
@ bastian contrario

Quasi d'accordo. Basterebbe che ne morissero solo alcuni ed il pianeta sarebbe comunque salvo.
Grazie mille per il lavoro che quotidianamente fai per noi!
Ma non si puo' fare nulla affinche' queste panzane non vengano divulgate? Ma questa Emiliana Costa non puo' essere segnalata all'ordine dei giornalisti? A me sinceramente non ha fatto nessun effetto leggendo la notizia riportata poi dal Mirror (a priori so gia' che e' un giornale ''cazzaro'') ma in paese stamattina ,specie tra chi non ha dimestichezza con il web,e quindi fa il passa parola c'era un po' di allarmismo
Io ho una teoria sul perché le catastrofi apocalittiche abbiano tanto fascino nelle persone. Secondo me l'uomo ha nell'istinto di conservazione della specie un disperato appiglio verso l'immortalità. Una catastrofe che cancelli l'umanità significa vanificare tutto. Io posso anche morire, ma i miei figli faranno dei figli e l'umanità rimarrà. Con un'apocalisse, invece, niente da fare. Game over.
Cadesse dritta sulla testa di Emiliana Costa!
Contro la religione non avrai mai nulla da dire perché è impossibile per chiunque.Anni fa degli amici seguaci di un santone pensavano che il mondo sarebbe finito in un determinato anno.Quindi tutti i devoti hanno vissuto quegli anni di attesa certi della verità della loro guida spirituale,alcuni magari donando parte dei loro cospicui patrimoni alla setta.Una fede,o meglio,una fiducia totale e totalizzante verso il loro maestro.Poi la fine del mondo non avvenne, e sai che successe?Grazie alle loro preghiere la fine del mondo venne rimandata.Non solo.Qualche anno fa ci hanno riprovato.Le tv di Silvio hanno dato ampio spazio e pubblicizzato la loro sede italiana.Quello,insieme a un altro,erano luoghi protetti,tutti gli altri posti e le persone che vi si fossero trovate sarebbero state spazzate via.Avranno pregato anche questa volta?Ciao.
AhDumdum... Eddai sù... :)
Unico appunto alle considerazioni della Robinson:

Che ce ne facciamo di un thermos di caffè freddo se non rimaniamo bloccati? E perché il caffè? Non sarebbe meglio un brodo di carne che almeno ci nutre un pochino? Ma allora sarebbe molto meglio portare con sé un fornelletto da campeggio e delle scatolette di zuppa. Durano di più e si utilizzano alla bisogna.

O meglio ancora! Se nevica tanto tanto, girare il gallone e rimettersi a dormire...
Questo articolo cade a fagiolo nella questione introdotta nei commenti dell'altro articolo relativa a donne e scienza. La Costa è una donna: una coincidenza? Noi di Cazzenger crediamo di no.

Ecco, ora vediamo chi vince il premio "stordito dell'anno" e mi prende seriamente. :)
Chissà perché l'umanità è così affascinata da ciò che è più grande e incontrollabile...
Abbiamo bisogno di un Dio, o di un fenomeno qualunque immensamente al di sopra di noi.

Da dove arriverà questo bisogno?
Riassunto giornalistico dell'articolo: Paolo Attivissimo ha scritto "la Terra verrà distrutta da una meteora tra pochi giorni"! :D
@Paolo

Io segnalerei anche che l'articolo originale del Mirror, perché quello citato dalla signora Costa è il remake di quel articolo, ripreso da "Libero Quotidiano" nel mese di luglio, era già stato sbufalato da te sempre in quel mese:

http://attivissimo.blogspot.it/2015/07/antibufala-settembre-un-asteroide.html

Altro che montagna di escrementi, qui c'è l'universo intero da spalare ;)
Paolo Attivissimo ha scritto "la Terra verrà distrutta da una meteora tra pochi giorni"!

E meno male che non ha aggiunto: NO!
Premesso che i giornali possano pubblicare qualunque cosa (compreso fuffa) e che ormai sono finiti i tempi in cui si pubblicavano solo fatti veri e verificati (se ci sono mai stati), ma il Dott. Walsh che cosa potrebbe fare legalmente per tutelarsi? No, perché qui nell'articolo, secondo me, rischia di passare per un incompetente, dopo che invece ha lavorato molto per farsi una rispettabile reputazione magari.
In italia (minuscolo volutamente) zero, conoscendo la giustizia italiana. In UK uguale? Cioé finché la Costa non paga 10000€ per ogni scemenza documentata che pubblica, così come il Mirror, questo stato di cose andrà avanti per sempre, secondo me. Questo se parto dal presupposto che su un giornale ci debbano essere sempre notizie veritiere, beninteso.
Manuel Voulaz

Superbia.

L'uomo non si rassegna ad accettare di essere solonuna variabile in un sistema molto più complesso, quindi si convince di essere speciale in quanto dotato di raziocinio e coscienza di sé. Detto questo, il passo da "io sono speciale" a "non è possibile che con la morte finisca la mia vita speciale" è fin troppo breve.

Sentendosi un eletto, ha bisogno dell'elettore.

Tutto torna. Tutto ha un senso. Niente a che vedere con l'incertezza della casualità. No. C'è un disegno.

Dicono...
@stu, commento #10:
è sull'entità di quell''alcuni' che dovremmo discutere.
sette miliardi e mezzo sono già troppi, anche se si dice che dieci miliardi siano possibili.
quindi, da parte mia, proporrei l'equazione: alcuni = quattro miliardi, ma anche così non sarei troppo tranquillo
perchè oltre all'eliminazione fisica di una congrua quantità di homo sapiens sapiens
(si vede che il nome ce lo siamo scelti noi, vero?), si dovrebbe anche modificare il comportamento dei superstiti
già gli antichi romani inquinavano allegramente a tutto spiano, senza elettricità, gasolio, energia nucleare,
semi della monsanto e compagnia cantante, ed erano molti meno
Sarebbe interessante poter denunciare gli estensori di questi atti terroristici chiedendo indennizzi stratosferici per l'ansia procurata... improvvisamente queste bufalazze sparirebbero tutte.
Sarebbe interessante poter denunciare gli estensori di questi atti terroristici chiedendo indennizzi stratosferici per l'ansia procurata... improvvisamente queste bufalazze sparirebbero tutte.

Aah, se solo esistesse un ordine dei giornalisti...


...


...

Come dite? Esiste? E loro lo sanno di esistere?
Refuso verso la fine: "prepararsi per la FONE del mondo".

Forse hai ancora in mente la presentazione dell'iFONE 6s? ;-)
Capisco che per molti sembri che non ci sia alcuna differenza, ma una cosa è affidarsi a santoni o sette che fanno delle "previsioni" sulla fine del mondo i loro cavalli di battaglia, un'altra è essere credenti.
Assimilare queste notizie catastrofiste con discorsi di fede equivale ad assimilare questi articoli alla categoria "scienza".

Almeno per i cristiani dovrebbe essere così: "Vegliate, dunque, perchè non sapete nè il giorno nè l'ora" (Mt 25,13); o più drasticamente: "Quanto a quel giorno e a quell'ora, nessuno lo sa, né gli angeli del cielo né il Figlio, ma solo il Padre." (Mt 24,36).
Ruggio81,

refuso sistemato, grazie!
Ripropongo la scommessa che qualcuno aveva inventato prima del 21/12/2012: se l'umanità dovesse estinguersi a causa dell'impatto di questo meteorite entro il 28/9/2015 pagherò 10 volte l'importo scommesso. Si accettano carte di credito, bonifici e Paypal (ma anche i contanti vanno bene, giuro che pagherò tutte le tasse previste).

Eppure il 21/12/2012 ha effettivamente portato a un'estinzione di massa: da quel giorno, infatti, tutti i vari catastrofisti che infestavano FB con i loro link, sono spariti nel nulla, senza lasciare traccia del loro passaggio sulla Terra.
Poi so bene che sono tutti tornati a postare altre bufale, altre cretinate e altre stupidaggini....ma intanto, mentre i vari complottisti continuano a proliferare e a sbandierare la loro esistenza, quando cerchi qualche fesso che ha creduto al 2012, non se ne trova nemeno uno. Tutti spariti, tutti scomparsi, peggio degli elettori di Berlusconi....

D'altronde il curriculum pubblico su linkedin della giornalista non solo traccia il profilo ideale dell'autore di articoli scientifici ma, confrontando i brillanti (non scherzo) risultati accademici con il tweet di risposta, si ottengono delle preziose indicazioni per un genitore che volesse investire sulla carriera universitaria dei propri figli.

Moriremo tutti, sì.