skip to main | skip to sidebar
47 commenti

La Mitsubishi Outlander si ruba via Wi-Fi

Le automobili moderne sono sempre più spesso dotate di servizi online, ma la loro sicurezza a volte è davvero patetica. Ho già segnalato il caso della Nissan Leaf; ora emerge che la Mitsubishi Outlander PHEV si può rubare usando la sua connessione di controllo remoto. Come se non bastasse, è possibile localizzare tutti gli esemplari di quest’auto.

La scoperta è stata fatta e documentata dagli esperti della società di sicurezza PenTestPartners. Normalmente l’app di gestione delle auto informatizzate usa la connessione cellulare. La Outlander, invece, usa una connessione Wi-Fi, che costa meno (non ci sono spese di trasmissione dati) ma ha una portata limitata. In pratica l’auto è una postazione Wi-Fi mobile: l’app di gestione funziona solo nel raggio di questa connessione.

Primo problema: la password che protegge la connessione è troppo semplice e corta, per cui gli esperti l’hanno trovata in meno di quattro giorni di tentativi. Quattro giorni possono sembrare tanti, ma non sono un ostacolo per un ladro di professione, specialmente se l’auto è parcheggiata a lungo nello stesso posto come capita di solito, e con computer più potenti il tempo necessario per scoprire la password si può ridurre.

Secondo problema: una volta scoperta la password, decifrare i comandi usati è piuttosto facile. Gli esperti di PenTestPartners sono riusciti ad accendere e spegnere le luci, l’aria condizionata e il riscaldamento, ma soprattutto sono riusciti a disabilitare l’antifurto. Sì, questa automobile ha un antifurto disabilitabile mandando un comando via Wi-Fi.

Terzo problema: il nome della postazione Wi-Fi di tutte le Outlander segue lo schema [REMOTEnnaaaa], dove nn è in cifre e aaaa è in lettere minuscole, per cui si possono usare servizi come Wigle.net per localizzare tutte le auto di questo tipo. Il ladro, insomma, può scegliersi con comodo da casa dove andare a rubare l’auto,

Il quarto problema è forse il peggiore: la società di sicurezza dice di aver contattato privatamente Mitsubishi per avvisare della grave vulnerabilità, ma di essere stata completamente ignorata. A quel punto si è rivolta alla BBC, rendendo pubblica la falla (senza darne tutti i dettagli) e ottenendo finalmente l’attenzione della Mitsubishi.

In attesa che la casa produttrice dell’auto sistemi la vulnerabilità, gli utenti possono disaccoppiare tutti i dispositivi mobili che si sono connessi all’auto. Questo mette in standby il modulo Wi-Fi di bordo, che si riattiva soltanto premendo dieci volte di seguito il telecomando della chiave d’avviamento.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (47)
Attendo con ansia i dispositivi a comando vocale sulle auto, in modo da potermi togliere lo sfizio di aprirne una semplicemente pronunciando la frase "apriti sesamo 12345" (12345 è ovviamente la password che sarà preimpostata di fabbrica).
Si può comandare con l’app? (cit.) :-D
> la società di sicurezza dice di aver contattato privatamente Mitsubishi per avvisare della grave vulnerabilità, ma di essere stata completamente ignorata. A quel punto si è rivolta alla BBC, rendendo pubblica la falla (senza darne tutti i dettagli) e ottenendo finalmente l’attenzione della Mitsubishi.

Che figura di m...!
Nei grandi parcheggi non uso nemmeno più l'apertura col telecomando sulla chiave: basta un ladro appostato con lo scanner radio per copiare la frequenza e riprodurla quando me ne sono andato, aprendo l'auto.
ecco i dettagli tecnici
https://www.pentestpartners.com/blog/hacking-the-mitsubishi-outlander-phev-hybrid-suv/
E qui nasce spontanea la domanda: perché uno dovrebbe comandare un'auto via app?

Anzi, riformulo: esistono motivi SENSATI per farlo? (NB: "fa figo" e "mi pesa il c**o per farlo alla vecchia maniera" non sono motivi sensati).

Sarò tardo, sarò ottuso, ma io non li vedo.
@Rico: oramai i telecomandi delle auto dovrebbero essere tutti dei rolling code, quindi non basta copiarlo e riprodurlo, perché, una volta usato, non è più valido. Piuttosto possono disturbare il canale radio, tu pensi di aver chiuso la macchina, perché hai premuto il pulsante del telecomando, ma non hai notato che la macchina non ha fatto i soliti lampeggi di conferma, e quindi sei fregato.
PS: il canale radio può essere disturbato anche per motivi legittimi, tipo una gru di un cantiere edile nelle immediate vicinanze, che usa, per legge, le stesse frequenze dei telecomandi. Quindi prestiamo sempre attenzione ai lampeggi di conferma delle nostre auto.
@Tommy: il primo motivo è che siamo tutti dei pecoroni, e siccome le smart-cose sono di moda, se qualcosa non lo è si vende di meno. Segue a ruota il fatto che tutto ciò che è smart, oltre a vendere di più, soprattutto costa di più, ragion per cui i produttori sono ben felici di svilupparlo, inoltre più una cosa è complicata e più si rompe, così lavora di più anche l'assistenza. L'utilità per l'utente, quando e ammesso che esista, è davvero l'ultimo dei motivi per cui le tecnologie smart vengono sviluppate.
Ormai, nel 2016, l'essere analogici è rivoluzionario tanto quanto lo fosse essere Che Guevara nel 1960.
La storia del segnale che viene copiato è una cazzata, il segnale cambia ogni secondo quindi non si può fare.
In realtà fanno in un altro modo, mandano un segnale che disturba il telecomando, così quando chiudi in realtà resta aperta.
Basta controllare ogni volta che la macchina sia veramente chiusa
perché uno dovrebbe comandare un'auto via app?

Al di là di rendere le auto usufruibili anche a chi abbia sviluppato solo la prensione e la mobilità dei pollici, resta un modo in più di fare qualcosa - non deve necessariamente essere un modo "più furbo" o "più tosto", basta che sia funzionante nell'eventualità (anche estremamente remota) che ci si ritrovasse ad averne bisogno.

Lo userei? Normalmente no; ma chissà, ci potrebbero essere parcheggi che solo stando fuori dall'auto riuscirei a fare senza toccare quella dell'energumeno parcheggiata dietro (energumeno che in quel momento magari mi osserva con occhi di fuoco a mezzo metro dalla sua spider nuova fiammante...)
Tommy,

dipende cosa intendi per "comandare", ma provo a farti qualche esempio concreto e sensato. Nulla di vitale, ma quanto ti capitano questi disagi apprezzi molto il fatto di avere una soluzione.

Sei in viaggio e perdi le chiavi della macchina. Dall'app sblocchi le serrature e recuperi la chiave d'emergenza che, previdentemente, hai nascosto in auto.

Vedi qualcuno che armeggia intorno alla tua auto. Da distanza di sicurezza fai suonare il clacson e accendi le luci.

Qualcuno ti ruba l'auto: l'app ti avvisa immediatamente.

Sei lontano dalla tua auto e ti viene il dubbio: l'ho chiusa? Con l'app lo verifichi e, se necessario, la chiudi.

Sei lontano dalla tua auto e non ti ricordi se devi partire prima per fare benzina e se le gomme sono a posto con la pressione. L'app te lo dice.

Lasci fuori l'auto in montagna. La mattina ci sono -12°C. Prima di partire, dall'app accendi i riscaldatori dei sedili e del volante.

Devi partire di corsa per un posto che non conosci. Dall'app imposti già il navigatore dell'auto. Quando sali in macchina è già pronto.
Fantastico, finalmente soluzioni nuove a problemi vecchi, peraltro già risolti da decenni, ma non sottilizziamo: è il futuro, baby.
La chiave di emergenza basta nasconderla in valigia e non in auto; l'allarme è da un pezzo si può far scattare a piacere dal telecomando; essere avvisati del furto dell'auto non è una soluzione; la chiusura centralizzata spesso si attiva già da sola; se non ti ricordi nemmeno quando devi far benzina non c'è app che ti possa aiutare; ok per la pressione precisa delle gomme ma, se uno pneumatico è pericolosamente sgonfio, si noterebbe comunque; ok anche per il riscaldatore del sedile, noi del millenovecento ce l'abbiamo integrato nelle chiappe, quindi richiede circa 5 minuti in più; quanto al partire di corsa per un posto sconosciuto, a me non è mai capitato una sola volta nella vita, però posso capire che io non sono Actarus chiuso nell'Istituto di Ricerche Spaziali pronto a uscire dalla cascata con Glodrake.
Ribadisco che il 90% e più delle diavolerie con cui saturano le automobili di oggi sono utilissime sì, ma ai produttori, perchè vanno di moda e quindi vendono di più, inoltre più qualcosa è complicato e più è probabile che si rompa (nemmeno voglio pensare che qualcuno sfrutti l'elettronica per far rompere apposta le cose in maniera programmata, però da ora è possibile).
Sarò antico, eppure continuo a vedere più svantaggi che soluzioni nelle tecnologie degli ultimi dieci anni.
Se c'è gente disposta a pagare un'auto il doppio solo per avere una pronta soluzione a disagi minimi ed estremamente rari, senza contare tutti i nuovi potenziali inconvenienti, il problema è nella loro testa, non nei produttori che fanno benissimo a vendere cose di cui il gregge non ha mai avvertito il bisogno.
dipende cosa intendi per "comandare", ma provo a farti qualche esempio concreto e sensato.

(...)

Quando passano le ragazze far partire di nascosto i LED sul radiatore e la musica tamarra.
Jonny,

La chiave di emergenza basta nasconderla in valigia e non in auto

Che peccato, le valigie sono dentro l'auto, perché eri in viaggio.


l'allarme è da un pezzo si può far scattare a piacere dal telecomando

Solo entro il raggio d'azione del telecomando, che in molti posti (parcheggi in cemento armato) è di pochi metri.


essere avvisati del furto dell'auto non è una soluzione

Preferisci che ti rubino l'auto senza che tu lo sappia? :-)


la chiusura centralizzata spesso si attiva già da sola

E così resti chiuso fuori con le chiavi in macchina. Yay!


se non ti ricordi nemmeno quando devi far benzina non c'è app che ti possa aiutare

Magari sono strano io, ma io non guardo l'indicatore della benzina ogni volta che salgo in auto. Magari passano due o tre giorni senza che io la usi. Per cui mi capita spesso di dimenticare che devo partire una decina di minuti prima per avere il tempo di andare a far benzina.

; ok per la pressione precisa delle gomme ma, se uno pneumatico è pericolosamente sgonfio, si noterebbe comunque

Definisci "pericolosamente" :-)

; ok anche per il riscaldatore del sedile, noi del millenovecento ce l'abbiamo integrato nelle chiappe, quindi richiede circa 5 minuti in più

Il confort proprio ti irrita :-)


quanto al partire di corsa per un posto sconosciuto, a me non è mai capitato una sola volta nella vita

Beato te. A me capita in continuazione, visto che faccio lezioni e conferenze ogni volta in posti differenti.


Se c'è gente disposta a pagare un'auto il doppio solo per avere una pronta soluzione a disagi minimi ed estremamente rari

Primo, non è il doppio. Secondo, quantificami il valore di un sistema di frenata automatica che salva la vita a te e ai tuoi cari. Magari ti capita una sola volta nella vita, ma basta un evento "estremamente raro" del genere per fare la differenza fra la vita e la morte.

il problema è nella loro testa, non nei produttori che fanno benissimo a vendere cose di cui il gregge non ha mai avvertito il bisogno.

Premesso che concordo con te che molti gadget sono appunto gadget, ce ne sono parecchi che sono realmente utili. Ti sembra inutile il sistema di allerta/mantenimento di corsia? Certo, a molti pare un orpello, ma io vedo spesso gente (specialmente camion) che sbandano e invadono lentamente la corsia adiacente. Del resto, purtroppo basta chiederlo alla famiglia Buonanno.
Noi abitiamo in un posto 'caldo'. Vi è mai capitato di andare, che ne so, in Finlandia a gennaio? Ecco, lassù parcheggi la macchina e la attacchi a una spina di corrente programmabile, in modo da trovarla preriscaldata (o non ghiacciatissima), motore compreso, quando devi ripartire. Se però devi anticipare la partenza sono dolori, anzi, geloni. Poter far partire il preriscaldamento in posti del genere penso sarebbe gradito a tutti.
"Finlandia"

Ciao, qui Italia, il paese del sole e degli intasamenti della viabilità alle prime gocce di pioggia...

Sinceramente, il confronto con la Finlandia è sleale: voi avete contro solo il clima...
il fatto di avere un dispositivo connesso ad internet sul quale ho il controllo mi preoccupa, il fatto di avere un dispositivo connesso ad internet a scatola chiusa mi spaventa. Il fatto che sia un'automobile mi terrorizza... Possibile che tutto 'sto web duepuntozero e nessuno si preoccupi realmente di cosa succede se connetti X ad internet?
@Tommy the biker
E qui nasce spontanea la domanda: perché uno dovrebbe comandare un'auto via app?
perche' fa figo e perche' l'utOnto medio pensa "oooooh" (e basta)
la sicurezza non va piu' di moda, tutti questi dispositivi chiusi, tutta questa "user-friendliness" hanno come risultato che la gente non e' piu' abituata a pensare... c'e' un dispositivo che lo fa per lei
@Paolo
Dall'app sblocchi le serrature e recuperi la chiave d'emergenza che, previdentemente, hai nascosto in auto.
cosi' se ti sfondano un finestrino per rubarti qualcosa all'interno ti portano direttamente via la macchina...
@Paolo
Magari sono strano io, ma io non guardo l'indicatore della benzina ogni volta che salgo in auto. Magari passano due o tre giorni senza che io la usi. Per cui mi capita spesso di dimenticare che devo partire una decina di minuti prima per avere il tempo di andare a far benzina.
scusa sali in macchina, accendi, controllata al quadro strumenti se e' tutto a posto parti... Figurati io ho avuto (e ho) moto senza l'indicatore della benzina, e fidati impari presto a farti bastare l'odometro...
@Paolo (3)
Qualcuno ti ruba l'auto: l'app ti avvisa immediatamente.
se e' stata accesa con la chiave (che hai lasciato dentro la macchina) come fa a sapere l'app che si tratta di furto?
Magari ti capita una sola volta nella vita, ma basta un evento "estremamente raro" del genere per fare la differenza fra la vita e la morte
In realta' basta una volta sola... L'abs mi ha salvato il "culo" parecchie volte (scusa il gergale). Ma in moto non ce l'ho e sai cosa succede? Vado piu' piano e tengo una distanza di sicurezza maggiore (soprattutto se piove).
, ma io vedo spesso gente (specialmente camion) che sbandano e invadono lentamente la corsia adiacente
solo se l'auto si mantiene da sola nella corsia giusta. Non sai quante volte ho rischiato di essere spiaccicato sul jersey.
Per non parlare degli idioti che ti superano facendoti il pelo...

Sei lontano dalla tua auto e ti viene il dubbio: l'ho chiusa? Con l'app lo verifichi e, se necessario, la chiudi.

Esco dall'auto, chiudo con la chiave e poi provo a riaprirla. Se non ho provato a riaprirla non riesco ad allontanarmi. E' piu' forte di me. Poi saro' strano io...

Sei lontano dalla tua auto e non ti ricordi se devi partire prima per fare benzina e se le gomme sono a posto con la pressione. L'app te lo dice.

Si chiama responsabilita'. E' compito tuo verificare che l'auto sia in condizioni di marcia. Sul serio, ma fino agli anni 80 come facevate a guidare?

Lasci fuori l'auto in montagna. La mattina ci sono -12°C. Prima di partire, dall'app accendi i riscaldatori dei sedili e del volante.

Ti alzi 10 minuti prima, esci da casa l'accendi, fai colazione ti lavi i denti e monti sull'auto scaldata senza app...

Devi partire di corsa per un posto che non conosci. Dall'app imposti già il navigatore dell'auto. Quando sali in macchina è già pronto.

Perdi 5 minuti e li recuperi per strada oppure arrivi con 5 minuti di ritardo e pace...

Sinceramente non ci vedo tutti 'sti vantaggi oltretutto considerati i rischi di sicurezza a cui ti espone... E' roba di cui puoi fare benissimo a meno ( e di cui si e' fatto a meno fin'ora), non stiamo parlando di ABS o ESP...
Guido,

cosi' se ti sfondano un finestrino per rubarti qualcosa all'interno ti portano direttamente via la macchina...

Hai notato che ho specificato che la chiave è nascosta in un posto non ovvio che solo io conosco?


scusa sali in macchina, accendi, controllata al quadro strumenti se e' tutto a posto parti

E se non è tutto a posto e devi andare a far benzina, a quel punto è troppo tardi :-) Invece con l'app posso pianificare la sera prima senza dover uscire di casa e andare in garage a vedere se c'è benzina.


Sul serio, ma fino agli anni 80 come facevate a guidare?

Se vuoi proseguire su questa linea, allora chiediti come facevamo a comunicare prima di Internet. Internet non è indispensabile, però vedo che la usi.

Non è detto che le tecnologie risolvano problemi. Magari rendono semplicemente più efficiente quello che si poteva fare prima con più fatica. Ho comprato un'auto con il cambio automatico perché mi sono stufato di cambiare marce e ho visto che mi stressava; lo so fare (anche con la sinistra, visto che ho abitato in Inghilterra), ma se ho una macchina che lo può fare per me, perché dovrei affaticarmi e arrivare stanco e stressato a destinazione?


Ti alzi 10 minuti prima, esci da casa l'accendi, fai colazione ti lavi i denti e monti sull'auto scaldata senza app...

Dimmi tu se ha senso lasciare l'auto a benzina (o peggio ancora diesel) accesa per dieci minuti. Davanti a casa. Magari in un garage chiuso?


Perdi 5 minuti e li recuperi per strada oppure arrivi con 5 minuti di ritardo e pace...

Perdonami ma tu non conosci la mia vita e non sai quante volte mi capita di dover andare di corsa in posti che non conosco e di dover partire all'ultimo minuto a causa di ritardi o urgenze. Il tempo mi è sempre tiranno e ogni cosa che mi fa risparmiare tempo è preziosa. Molta gente mi chiede come faccio a fare tutte le cose che faccio: in parte è grazie alla tanta tecnologia che mi assiste. Oltre a una moglie abilissima organizzatrice.
@Guido Pisano
Concordo in senso generale su alcune cose, dissento su altre. Accenderla 5 minuti prima per farla scaldare...? l'unico posto in cui puoi farlo è un cortile che abbia un cancello chiuso a chiave e tu solo hai la chiave, altrimenti come fai?
Si può fare a meno di tante cose, ma se averle NON comportasse alcun rischio della sicurezza, perché negarsele?
Il problema è tutto lì: certi orpelli dovrebbero essere completamente separati dal resto della gestione.
Ha senso che si possa da remoto comandare la chiusura dei cristalli (viene a piovere) ma NON deve essere possibili aprirli.
Ha senso controllare lo stato dei pneumatici o l’indicatore del carburante.
Ha senso che si possa comandare l’accensione del riscaldamento sedili ma NON del motore, con buona pace di quelli che la devono lasciare a -20° all’aperto.
Ha senso potere inviare comandi al navigatore, ha senso potere attivare l’allarme o verificare che sia inserito ma MAI poterlo disattivare, per ovvi motivi! Ha invece senso prevedere di avviare la macchina e disattivare l’antifurto senza chiave digitando un pin di 12 cifre su un touch screen, ma NON di aprire la macchina senza chiave: se perdo le chiavi, romperò un vetro…
Questo è quello che farei io, a richiesta: perché se voglio pagare una macchina migliaia di euro in meno e rinunciare a tutto ciò, devo poterlo fare. Ma sicuramente nessuna follia che permetta di fregarmi la macchina o inchiodarmi l’ABS da remoto.
La fretta..
DEGLI pneumatici.
E aggiungo: “se voglio pagare una macchina migliaia di euro in meno e rinunciare a tutto ciò perché ho una efficientissima moglie come quella di Paolo, devo poterlo fare.”
@Paolo
Hai notato che ho specificato che la chiave è nascosta in un posto non ovvio che solo io conosco?
Infatti e' risaputo che i ladri non frughino in macchina ;)... Scusa ma non sei il primo a dire che la sicurezza tramite segretezza non e' proprio il massimo della vita?
E se non è tutto a posto e devi andare a far benzina, a quel punto è troppo tardi :-) Invece con l'app posso pianificare la sera prima senza dover uscire di casa e andare in garage a vedere se c'è benzina.
Boh sara' che sono abituato a guardare per cui so se devo fare gasolio/benzina per cui non ne vedo l'utilita'...
Se vuoi proseguire su questa linea, allora chiediti come facevamo a comunicare prima di Internet. Internet non è indispensabile, però vedo che la usi.
Se e' per questo se si va abbastanza indietro non c'erano nemmeno i letti ;)
Di internet ne vedo la comodita' (in alcuni ambiti) e la pericolosita' in molti altri, ma posso configurare il mio pc e il mio hw di rete (firewall & co) per essere ragionevolmente sicuro. In un'app del genere le mani non ce le metti, nell'auto a quanto ho capito nemmeno...
ma se ho una macchina che lo può fare per me, perché dovrei affaticarmi e arrivare stanco e stressato a destinazione?
fondamentalmente d'accordo anche se a me piace guidare (ma non il traffico)
Dimmi tu se ha senso lasciare l'auto a benzina (o peggio ancora diesel) accesa per dieci minuti. Davanti a casa. Magari in un garage chiuso?
se ho 20cm di ghiaccio sopra il vetro e la devo usare si - soprattutto se l'alternativa mi mette a rischio che il primo che passa possa connettersi alla mia auto e fare quello che gli pare
Perdonami ma tu non conosci la mia vita e non sai quante volte mi capita di dover andare di corsa in posti che non conosco e di dover partire all'ultimo minuto a causa di ritardi o urgenze.
Hai ragione non conosco la tua vita, ma gli imprevisti accadono, sarebbe la stessa cosa che tu trovassi una coda... O no?
Il tempo mi è sempre tiranno e ogni cosa che mi fa risparmiare tempo è preziosa. Molta gente mi chiede come faccio a fare tutte le cose che faccio: in parte è grazie alla tanta tecnologia che mi assiste. Oltre a una moglie abilissima organizzatrice.
Abbiamo esigenze diverse sicuramente, pero' sinceramente vedo un pericolosissimo trend ad internettizzare tutto, a connettere tutto il connettibile (dov'e' accademia quando serve?) ma senza una vera attenzione alla sicurezza, con l'aggravante che essendo dispositivi proprietari non li puoi nemmeno modificare... Quello che contesto alla app in questione e' di causare piu' problemi di quanto ne risolva...
Quattro giorni possono sembrare tanti, ma non sono un ostacolo per un ladro di professione, specialmente se l’auto è parcheggiata a lungo nello stesso posto come capita di solito, e con computer più potenti il tempo necessario
botnet anyone?
@Guido Baccarini
Accenderla 5 minuti prima per farla scaldare...? l'unico posto in cui puoi farlo è un cortile che abbia un cancello chiuso a chiave e tu solo hai la chiave, altrimenti come fai?
A parte che non l'accendo per farla scaldare ma per sghiacciare il vetro. Personalmente preferisco essere dentro l'auto mentre la faccio, ma se sei in un paesino il rischio e' modesto anche se non sei in auto. Altrimenti per chi ha furia c'e' sempre il vecchio puzzolente alcol...

Si può fare a meno di tante cose, ma se averle NON comportasse alcun rischio della sicurezza, perché negarsele?

Se per te sono una comodita' e non comportano un rischio di sicurezza nessuno dice niente. Il problema che sollevavo e' proprio quello. L'atteggiamento di moltissimi tende ad ignorare completamente l'aspetto sicurezza.

Il problema è tutto lì: certi orpelli dovrebbero essere completamente separati dal resto della gestione.

L'atteggiamento di solito e' attaccalo ad internet, metti una password banale e bona li' "cosa vuoi che succeda".
Sul resto non ti quoto per non allungare inutilmente, tanto sono fondamentalmente d'accordo pur non trovando tutta questa comodita' ne' condividendo la moda odierna di "appizzare" ogni cosa
Oltre a una moglie abilissima organizzatrice.

Ma che "oltre". E' tutto qui. Proprio tutto.
Un paio d'anni fa, spiegando Linneo, mettevo in risalto l'enormità del lavoro di strutturazione di un sistema, di denominazione e di classificazione di centinaia di specie.
Al termine l'alunno del secondo banco quarta colonna fa: "Prof, Linneo non era sposato, vero?"
@Guido Baccarin (ma anche paolo)
il problema di fondo e' che qualsiasi cosa connessa ad internet e' potenzialmente violabile, quindi il buonsenso vuole che si connetta solo quello che e' strettamente necessario. Se puoi fare la stessa cosa in maniera non connessa sarebbe meglio che tu usassi quel metodo e non l'altro.
L'ultima volta che pensai "che idiozia. Ma a che serve? Solo per fare scena" fu durante i primi anni in cui si diffusero i telefoni cellulari. Da allora ho imparato la lezione e capito che il fatto che una possibilità tecnologica aggiuntiva sia irrilevante o inutile oggi non significa che lo sia ancora tra 10 anni.
Pure io mi sono convertito all'automatico nonostante i difetti che ha.

Sull'accesso remoto all'auto beh se è sicuro perché no?
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
se è sicuro perché no?

Appunto. Se.
Una volta appurato che è sicuro, una possibile controindicazione è che l'automatismo fa perdere l'allenamento ad eseguire certe operazioni. Il gioco vale la candela? Dipende. Dipende da quanto l'abitudine persa è decisiva e quanto spesso il caso si presenterà (tabella a perlomeno doppia entrata).
In casi come il cambio automatico, si potrebbe dire che ti fa disimparare a guidare agilmente, e potrebbe dover capitare di dover portare qualcuno di fretta in ospedale. E' un caso così poco frequente e ha delle alternative praticabili (se non si è nel Sahara) che le opinioni a favore e contro sono per l'appunto opinioni, dello stesso valore.
Diverso sarebbe il caso di un alpinista che voglia disimparare ad orientarsi con le cartine perchè tanto c'è il GPS. O peggio: l'incidente aereo di San Francisco del 6 luglio 2013 avvenne per il malfunzionamento degli automatismi sommato a un pilota che aveva perso l'abitudine a pilotare.
Ultim'ora: dopo grande spremitura di meningi, ho inventato la smart-padella: connessa al wi-fi, permette le seguenti indispensabili cose: accensione e spegnimento via app, così arrivi a casa e trovi già l'acqua che bolle, antifurto elettronico, vedi mai che i vicini ti vogliano fregare il soffritto, tu li rintracci col gps, inoltre grandi vantaggi per la sicurezza, pensa a quante vite potrebbe salvare una padella che chiude il gas da sola quando trabocca. E in più visualizza le ricette e ti dice cosa devi comprare. Non vale la miseria di centocinquanta euro? Cerco finanziatori con un Q.I. inferiore a 60.
Come dite, esistono padelle che fanno tutto quello che serve con 10 euro? Cavernicoli, aggiornatevi alla vita 2.0, il lavaggio/aggiornamento software cerebrale ve lo fanno gratis vicino a Lugano. Pensate che la padella più economica non sia nemmeno quella da 10 euro ma quella che avete già? Siete sprecati per l'Europa, dovrebbero espellervi.
Chiedo scusa per il sarcasmo, ma la filosofia 2.0 si può applicare virtualmente a qualsiasi cosa, la vera sfida è quella di rimanere in grado di distinguere se è qualcosa che serve a tutti, ad alcuni o a nessuno e decidere di conseguenza.
" Una volta appurato che è sicuro, una possibile controindicazione è che l'automatismo fa perdere l'allenamento ad eseguire certe operazioni. Il gioco vale la candela? Dipende"


Sì dipende. Tipo:saper tirare di scherma e gestire un cavallo era fondamentale per alcuni nel 1700. Per molti di più lo era saper zappare un orto. Pare che oggi se ne possa fare in naggioranza a meno, mentre "saper far di conto" -almeno quando si parli di soldi- non è psssato di moda anche se in pochi fanno calcoli complessi a mente...
In casi come il cambio automatico, si potrebbe dire che ti fa disimparare a guidare agilmente, e potrebbe dover capitare di dover portare qualcuno di fretta in ospedale. E' un caso così poco frequente e ha delle alternative praticabili (se non si è nel Sahara) che le opinioni a favore e contro sono per l'appunto opinioni, dello stesso valore.

Non sono opinioni, in molte nazioni è vietato infrangere le norme della circolazione anche quando si tratta di trasportare un ferito in ospedale.

La maggior parte di noi non vive nel Sahara quindi, se non si vuole mettere in pericolo la vita altrui, quando si deve trasportare con urgenza una persona ferita va richiesto l'intervento di un'ambulanza.

I minuti "persi" sono ampiamente compensati dalla presenza di personale qualificato nelle misure di prima urgenza, da autisti avvezzi alla guida sotto stress e da veicoli concepiti per trasportare in sicurezza persone ferite e con il diritto* di infrangere la legge di circolazione.

Nota a margine: in molti paesi le autoambulanze, così come i veicoli di polizia, sono dotate di cambio automatico; un pensiero in meno nella guida veloce sotto stress.

Poi i gusti sono gusti e un cambio automatico può piacere o non ma questa è un'altra storia.
Non sono opinioni, in molte nazioni è vietato infrangere le norme della circolazione anche quando si tratta di trasportare un ferito in ospedale.

Parlando di opinioni mi riferivo solo all'opportunità di avere il cambio automatico.

La maggior parte di noi non vive nel Sahara quindi, se non si vuole mettere in pericolo la vita altrui, quando si deve trasportare con urgenza una persona ferita va richiesto l'intervento di un'ambulanza.
I minuti "persi" sono ampiamente compensati dalla presenza di personale qualificato nelle misure di prima urgenza, da autisti avvezzi alla guida sotto stress


Esattamente quello che intendevo: siccome non viviamo in posti isolati, c'è l'ambulanza, quindi dover trasportare qualcuno che sta male sarà un evento piuttosto raro.
Per me la cosa più grave è la mancanza della ruota di scorta. Non cambiavo la ruota da anni (più di 10) ma recentemente mi è capitato su una statale a decine di km da paesi vicini. Poiché i tubeless si sgonfiano lentamente, quando mi sono accorto che qualcosa non andava ho dovuto percorrere ancora un po' di strada, lentamente, perché c'erano delle curve e non era possibile fermarmi prima. A quel punto ormai lo pneumatico era da buttare.
Sono d'accordo dul concetto che i gadget possono essere comodi e belli ma non devono compromettere la sicurezza della macchina né un loro malfunzionamento mi deve impedire di mettere in moto ed andarmene.
Per quanto riguarda l'aspetto sicurezza ricordo che ci fu il caso di alcuni modelli BMW (o forse erano Audi?) e lessi l'articolo del tizio che scrisse come fu realizzato l'exploit: il buco era fra due microcontrollori della centralina che non comunicavano fra loro in modo criptato permettendo di scoprire il link, non cifrato, da cui partiva tutto.
Mi fido poco delle connessioni che richiedano un server esterno: a parte che una compromissione dei server avrebbe conseguenze disastrose (potrebbe succedere anche alle banche ma hanno un sistema semi offline) la casa automobilistica potrebbe sempre decidere di chiudere i server, oppure di non aggiornare la tua app che non girerebbe più sui nuovi sistemi.
@Cimpy
il problema e' che non siamo abituati a fare da noi, quanti di noi saprebbero accendere un fuoco senza fiammiferi? Non serve quotidianamente ma in certe situazioni potrebbe salvarti la vita. Non dico che si debba fare a meno delle comodita', ma bisognerebbe essere preparati alle evenienze piu' ragionevoli.
Scatola, se tu avessi avuto il sensore Della pressione gomme forse non sarebbe successo
Ho acceso un fuoco con una lente e con l'acciarino (quello che si sfrega e fa scintille) ma devo ammettere che si è trattato di casi fortunati in quanto ho trovato della roba da innescare ben secca.
Sfregando bastoncini mai provato.
Sono riuscito ad accendere un fuoco a partire da un tronco spiaggiato ormai senza corteccia e con il legno deteriorato in quanto aveva fatto alcune migliaia di km in mare. Ci ho messo un sacco di tempo a ricavare schegge con il coltellino e ho dovuto usare uno zippo per riuscire ad accendere il tutto.
Se vado in escursione dove ci potrebbe essere la possibilità di rimanere isolato mi attrezzo di conseguenza e di solito mi porto un accendino a benzina per cui mi pare difficile che mi capiti di dover accendere un fuoco senza accendino.

Poiché appartengo ad una generazione preGPS credo di ricordarmi ancora come andare con bussola e carta ma ultimamente la carta non la porto più e invece mi porto più GPS e le batterie di ricambio.
Il GPS mi è servito per ritrovare la strada nella nebbia fitta. Se lo reputo utile mi porto anche la carta e la bussola.
Perché la penso come martino. Alcune cose del passato sono inutili, altre no.


"Ho acceso un fuoco con una lente e con l'acciarino"

Chi non lo ha fatto, tra i 5 e i 7 anni? Se è per quello, io ho dato fuoco ad un sottoscala all'aperto, con quel sistema. Però dai 14 anni sono armato di accendino pur non essendo fumatore: hai visto mai che passi miss Peroni e mi chieda se ho da accendere...

ps:
Da allora - cioè, da quando avrei potuto incontrare miss Peroni - non mi è più successo di accendere un fuoco con le lenti. Incredibile ma vero, non mi è neppure successo di restare senza fuoco nel momento del bisogno (ed è passato mezzo secolo). Nel frattempo, ho imparato - nell'ordine - a sfrecciare sui rollerblade, a fare bungee jumping, ad usare l' internet banking.

Incredibile ma vero, sono sopravvissuto bene senza saper accendere un fuoco sfregando legnetti o cambiare una gomma senza crick. Invece windows Millennium, windows Vista e windows 8.0 un po' di mal di mare me l'han dato.
Deh, son sopravvissuto anche a quelli, ma accendere quel fuoco forse sarebbe stato un compito più semplice
@Lupo
forse in quel caso si ma in un altro mi si è squarciato il copertone in una zona abbastanza isolata. Se ti muovi fuori dalle città e magari vai in sterrati facili per escursioni, per funghi o altro è meglio avere una ruota di scorta o il ruotino. E una pompa per gonfiarla.
@Cimpy
se hai bisogno di fuoco per bruciare windows vengo a portartelo anche in cima al montebianco stile tedoforo
A me è esplosa una gomma al semaforo. Ma avevo il ruotino. Adesso ho il compressore con la bomboletta, spero di non bucare
Io ho la ruota di scorta, cric e svitabulloni con braccio lungo, vetri e freno di stazionamento a olio di gomito, chiusura centralizzata asincrona digitale (si chiude solo col dito: bella forza eh?), vibromassaggio (specialmente a motore freddo o quando si bruciano un paio di candelette)...

Tutti gadget che potete solo sognarvi. :-D

Poi, quando mi capita di guidare la macchina del capo (fissato per le berline potenti di fascia molto alta) durante le trasferte periodiche, ho difficoltà a scendere e a passare il volante.

Non riesco proprio a spiegarmi il perché.

Qualcuno mi può dare un suggerimento?