Cerca nel blog

2007/12/07

Il mito di John Titor stasera alla radio

John Titor, viaggiatore nel tempo, stasera a Radio Zerosei; la bozza del mio libro


No, non c'è lui in persona, purtroppo: ma c'è il mito di John Titor, insieme ai viaggi nel tempo di ogni genere, come tema della trasmissione radio Spazio Zerosei, in onda questa sera a partire dalle 22 a Radio Zerosei e Nuova Spazio Radio e ricevibile anche in streaming.

Della strana storia di Titor (una persona apparsa su Internet a fine 2000 dicendo di provenire dal 2036) mi sono già occupato in passato con due articoli (uno e due) e con una collaborazione con la Televisione della Svizzera Italiana, che ad aprile 2007 ha trasmesso un documentario di circa 45 minuti (guardabile in streaming) sull'argomento, realizzato da Luca Jäggli recandosi anche nei luoghi descritti da Titor.

Visto che l'interesse per questa storia non sembra diminuire, sto preparando un libro digitale dedicato alla ricostruzione della vicenda, intitolato John Titor - Mito senza tempo, che raccoglierà tutto quello che ho scoperto a proposito di una storia che più che un viaggio nel tempo è un viaggio nella mente. Stanotte, al termine della trasmissione, ne potrete leggere la prima bozza qui.


Aggiornamento


La bozza del libro, una quarantina di pagine, è online come PDF liberamente scaricabile. Contiene un po' di materiale credo inedito, come per esempio la trascrizione (con relativa traduzione in italiano) dell'unica "intervista" radiofonica alla presunta madre di John Titor, che però non fa mai sentire la propria voce: parla tramite il suo avvocato, Larry Haber. E sembra proprio che ci sia lui dietro a tutta questa faccenda: sua, per esempio, è l'intestazione della John Titor Foundation, come risulta dai documenti di costituzione (che trovate nel libro).

Se il progetto vi piace e/o volete collaborare (per esempio con una bella grafica per la copertina), fatemelo sapere via mail o nei commenti e lo amplierò man mano con il resto del materiale che ho già, e poi lo pubblicherò anche in versione cartacea. Se non vi piace, non ditemelo. Per favore.

48 commenti:

BVZM ha detto...

Complimenti per il pdf dedicato agli "impazienti" :)

vanni ha detto...

Ah... mi hai fregato! :P

Paolo Attivissimo ha detto...

Adesso è a posto, c'è quello vero :-)

Mattia ha detto...

Ciao, ottimo lavoro!
Avrei un osservazione da fare. Nella foto scattata durante il suo addestramento, si vede perfettamente tutto il percorso del raggio laser, ma mi sembra un pò improbabile che si veda così bene, anche se il suo istruttore stava fumando...

Sarebbe bello (ma non so fino a che punto utile) fare una ricostruzione con fumo e laser e scattare una foto per confrontarla...

Giuliano47 ha detto...

"Il raggio viene piegato dal campo gravitazionale prodotto
all'esterno del veicolo dall'unità di distorsione. Il raggio è visibile attraverso
il fumo che esce dal suo sigaro".

Cacchio! Per deviare un raggio di luce di una frazione di grado e' necessaria la massa di Mercurio (la famosa verifica della Relativita'), ed allora per piegare in tale maniera quel raggio laser quale campo gravitazionale sarebbe necessario? Un tale campo, prodotto all'esterno del veicolo, lo collasserebbe, il veicolo e l'istruttore.
Suggerimento per Paolo: hai un conoscente fisico che sappia calcolare il campo gravitazionale necessario per una tale deviazione del raggio?

E poi, sull'intervista alla madre di Titor: se Titor provenisse dal 2035, ora sarebbe ancora giovincello qui da noi. O no?
Sarebbe carino se si facessero vedere in coppia, Titor e la mammina.

Insomma, mi pare una bufala strana, nata con intenti differenti dalle solite. Una bufala nata da uno specialista che voleva testare le conoscenze scientifiche dei suoi contemporanei e la loro credulita'.
Un test, insomma.

E chi avrebbe potuto ideare una tale finezza? Ma Titor, ovvio :-)

matteo ha detto...

Non è necessaria la massa di Mercurio
ma quella del Sole! (se ti riferisci all'esperimento di Eddington del 1919)

Pippolillo ha detto...

Che bello il documentario della RTSI! Ricordo qualche mese fa un altro riferito alle intercettazioni telefoniche e internet dal titolo "in fuga".

:-)

Simone ha detto...

Grazie anche ai suoi post, mi sono un po' studiato la situazione. Effettivamente, tutta questa storia di John Titor fa acqua da molte parti...presto ci farò un post anche sul mio blog ;-)

Fabiuz ha detto...

La storia assurda IMHO è che Titor disse di essere nel 1998 per prevenire gli effetti devastanti del Y2k "Millenium Buf" Ma che poi nn si sono realizzati.
Questo basterebbe a mettere in dubbio le sue dichiarazioni.
Se es Nostradamus avrebbe fatto una previsione che poi nn si fosse rilevata veritiera, sarebbe crollata la sua popolarità.
Come mai nessuno mette in dubbio il particolare delle sue profezie sul Y2K???
Ciaoooo

Giuliano47 ha detto...

@matteo

Si, hai ragione, mi ero confusionato.
Ma sai, fra scie chimiche e HAARP e' facile che il cervello vada in tilt.
Mercurio c'entra con la Relativita', ma per altri motivi.

Valerio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Valerio ha detto...

Fabiuz ha detto:
La storia assurda IMHO è che Titor disse di essere nel 1998 per prevenire gli effetti devastanti del Y2k

falso, è tornato per risolvere il bug dell'anno 2038. mi sembra comunque assurdo pensare che fra 30 anni ci saranno ancora parecchi computer a 32-bit.

Santana ha detto...

Valerio ha detto...
falso, è tornato per risolvere il bug dell'anno 2038. mi sembra comunque assurdo pensare che fra 30 anni ci saranno ancora parecchi computer a 32-bit.


Infatti John Titor (o chi per lui), resosi conto della castroneria, ha subito smentito che quella fosse la sua missione.

Prima di tutto, non si tratta di un bug ma di un semplice overflow del contatore che i SO UNIX utilizzano per contare il numero di secodi trascorsi dalle ore 00:00:00 del 01/01/1970 (data di nascita di UNIX); sui SO a 32 bit, utilizzando un "signed long int" per rappresentare quel valore, si arriverà all'overflow (+2147483647) proprio alle ore 03:14:07 del 19/01/2038.

Ovviamente, però, prima di quella data è presumibile che tutti stiano utilizzando SO a 64 bit dove un signed long int arriva sino a +((2^63)-1); inoltre, il kernel Linux è già passato da tempo agli "unsigned long int" per rappresentare il contatore, per cui anche sui SO a 32 bit ci saranno ulteriori 68 anni di tempo per adeguarsi.

matteo ha detto...

OT
Paolo hai visto che la tanto vituperata Repubblica qualcosa di buono lo fa? :)
http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Spazio-1999/1901161

Musikele ha detto...

"se vi piace, fatemelo sapere, altrimenti no, davvero".

Non vengo a dirti se non mi piace, (ancora lo devo leggere!), ma come mai stavolta "sembra" che non accetti critiche?

forse perchè chi critica su internet, essendo anonimo, si permette di dire quello che vuole senza rispetto?

Saluti.

SirEdward ha detto...

Davvero interessante. Cerca di mantenere la credibilità e allo stesso tempo di rinunciare alla falsificabilità.

Una storia che ha tutti gli elementi giusti per diventare una "fede", una religione. Con una spiegazione anche per le profezie che NON si avverano.

Va da sé che ci sono un po' troppe cose strane nella storia di Titor e nelle sue profezie.

Prima di tutto la mancata previsione degli attentati dell'11 Settembre e dello Tsunami.

E poi è interessante tutta questa USAcentricità delle sue profezie.

La guerra civile negli USA, le bombe atomiche sugli USA, morte e devastazione negli USA, il governo USA... (che p**** sti USA, dopo un po'!)

Tutte le sue profezie parlano degli Stati Uniti. Ma su scala globale. Come se gli Stati Uniti fossero tutto il mondo, e il resto non fosse altro che un interlocutore monodimensionale. Sembra che tutto il mondo sarà sconvolto da eventi terrificanti... ma parla solo degli USA, con solo qualche sporadico cenno su Cina e Russia, dipinte come "il nemico".

E poi il disastro atomico (e Cina e Russia? E l'Australia? E il SudAmerica? E l'Europa? E il Medio-Oriente? E l'Africa? e L'India? Gli altri non valgono nulla?) e il ritorno ad uno stile di vita "agreste".

E poi la guerra civile (USA, tanto per cambiare) che dura almeno dieci anni (e che non è ancora cominciata) fra "città" e "campagna" (come se gli approvvigionamenti dell'una non dipendessero dall'altra).(E poi perché diamine mai la Russia dovrebbe sbattersi a bombardare un paese in guerra civile da 10 anni? (quindi povero, meno avanzato, debole, diviso?)

E poi, davvero. Se fai previsioni politiche a Gennaio-Febbraio 2001 ma non parli di 11 Settembre... l'evento che ha liberato la possibilità per gli USA di prendersi un po' troppe libertà...

Beh, allora qualcosa che non va c'è.

Quantomeno dimostra che si tratta proprio di un attentato islamico. :-p

Paolo Attivissimo ha detto...

Non vengo a dirti se non mi piace, (ancora lo devo leggere!), ma come mai stavolta "sembra" che non accetti critiche?

Ciao Musikele, no, è semplicemente il mio deforme senso dell'umorismo. Le critiche sono ben accette come sempre. Era semplicemente un modo per dire "se vedo che c'è tanta gente a cui piace, sono motivato a scrivere ancora; se non mi scrive nessuno, mi passa la voglia" :-)

usa-free ha detto...

Giammai. La storia di John Titor esula dalla realtà. ma è ottima romanzescamente parlando.insomma si sposa perfettamente con star trek & co.

Anzi trovo singolare che molti sfegatati sostenitori di teorie fantasiose non abbiano percepito con la giusta intensità che il creatore di questo blog è appassionato di fantascienza : leggi: gli piace sognare, ma non gli piace che i sogni vengano confusi con la realtà :)

Me myself and I ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Me myself and I ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Angelo ha detto...

Ciao a tutti,
questo è uno di quei pochi argomenti che mi piacciono in quanto toccano un nervo sensibilissimo della mia personalità: i viaggi nel tempo. Per certi versi è un pò come la storia degli "alieni" che hanno superato in qualche inimmaginabile modo la velocità della luce.
Perchè non atterrano una buona volta nelle piazze principali del mondo per illuminarci? (sia gli "alieni" che i "crononauti")

axlman ha detto...

Perché non ce sono, almeno dalle nostre parti?
Troppo semplice come risposta?

Santana ha detto...

Mettetevi bene in testa che, come ha stabilito l'Accademia Vulcaniana delle Scienze:
"i viaggi nel tempo sono impossibili!"

Apocalypse ha detto...

Bella storia, senza dubbio, ed altrettanto poco credibile: peccato che sia evidente che si tratti (opinione personale, ovviamente) di una bufala congegnata da qualche insospettabile "nerd" manìaco dell'informatica.

Resta da capire il "cui prodest" tutto questo, ma come suggerisce lo stesso Paolo esiste un mercato di libri e magliette mica da poco...

Me myself and I ha detto...

Quoto.
E poi uno che arriva nel 2000, una parolina, anche molto criptica, sull'11\09\2001 se la lascia scappare...

Paolo Attivissimo ha detto...

Me myself and I:

possibile che il nostro passato, invece, coincida al 100% col suo?

Premesso che qui si sconfina nelle ipotesi basate su ipotesi costruite su fantasie, se non ricordo male la sua teoria delle worldline o linee temporali prevedeva una sorta di ramificazione progressiva, per cui andando indietro si trovava un passato comune; inoltre la sua DeLorean --- ehm, la sua macchina del tempo era progettata per viaggiare fra linee temporali simili fra loro.

Dan ha detto...

Se tu fossi un viaggiatore del tempo e tornassi nel passato, ti lasceresti scappare qualcosa su eventi importanti come l'undici settembre, tsunami, guerre civili e quant'altro, col rischio di sconvolgere lo svolgimento degli eventi futuri? Secondo me ha detto anche troppo, a tenersi sul generico...
Per il resto, John Titor rientra nella mia categoria di argomenti affascinanti "sarebbe bello fosse vero, ma è altamente improbabile".

"Per certi versi è un pò come la storia degli "alieni" che hanno superato in qualche inimmaginabile modo la velocità della luce.
Perchè non atterrano una buona volta nelle piazze principali del mondo per illuminarci? (sia gli "alieni" che i "crononauti")"

Angelo, guarda bene l'umanità odierna: ti sembra pronta a un evento del genere? A un contatto con tecnologia avanzatissima, a culture completamente diverse dalla nostra? Per fare una citazione: "non vai daccordo con il tuo vicino di pianerottolo, cosa vuoi fare il villaggio globale a fare!"

Dan ha detto...

Immagino che farai un controllo generale prima della stampa, comunque c'è un refuso: pag.10, nota n.2, "linea tempora d'universo".

Paolo Attivissimo ha detto...

Grazie, Dan. Ho corretto nella copia di lavoro, la pubblicherò online alla prossima tornata di aggiunte al testo.

chiuffo ha detto...

Bell'idea, poi me lo scarico e inizio a leggerlo :)
Molto probabilmente è una bufala, ma è comunque divertente da leggere :)

L'articolo del Rochester magazine è reperibile su "Internet archive"
qua

adrix.m ha detto...

Il vero John Titor ha fatto "outing" in tempi recentissimi, ed è un blogger italiano pitttosto noto.

Andate qui per scoprire di chi si tratta...

Bloom^_^ ha detto...

ma arriviamo al 2038 e vediamo :p

Fabiuz ha detto...

Il fatto dell'11-9-01 alcuni dicono che Titor l'abbia predetto nel momento in cui parlando degli ev. cambiamenti della storia futura dovuta alla sua presenza nel 1975 e nel 99-01 pare sia trapelata dalla frase "Una volta in un mio viaggio a NY a causa della mia presenza c'è un palazzo che nn esiste più".
Secondo alcuni il riferimento al palazzo è la predizione del crollo delle TwinTower.
Titor dice che lui ci informa ma nn intende aiutarci.
Per cui il Y2K nn c'è stato xchè nn ci doveva essere punto stop.
Nel 2004 ci saranno le ultime olimpiadi, nn mi pare ciò sia accaduto. Guerra civile tra il 2005 e il 2008 in USA, pure questo nn è accaduto.
Titor cmq anche se attualmente nn presente potrebbe trincerarsi dietro la scusa che la sua C204 ha un errore del +/- 2% rispetto alla WorldLine originale, e che per tornare nel 2038 debba ripercorrere il viaggio a ritroso per recuperare l'errore accumulato.
Quindi dal 2038 al 1975 gli eventi si scostano del +/- 2% forse anche + essendo un salto temporale di ben 63 anni, al limite delle capacità della sua macchina del tempo.
Poi dal 1975 arriva nel 1999 aumentando di un altro +/- 2% l'errore tra le WL. Ergo se la guerra civile nn c'è stata, le olimpiadi ci sono ancora, e gli usa nn arrestano chiunque passi per strada camminando su una gamba solo, ciò è provabilmente dovuto ad un errore totale oscillante tra il +/- 4-5 %. Titor è tutelato quindi.
Gli attentati islamici etc... avvalorano le sue tesi, ragion per cui nn si può gridare alla truffa con la massima certezza.
Ciao a tutti.

mastrocigliegia ha detto...

SirEdward ha detto...
...
Va da sé che ci sono un po' troppe cose strane nella storia di Titor


La più strana è che non si sia ancora fatto intervistare da Mazzucco.

Mauro Borgarello ha detto...

Ciao Paolo. Da tempo ti seguo con estrema ammirazione per il tuo linguaggio così efficace, brillante e divulgativo che consente anche a profani come me di addentrarsi in argomenti resi ostici da inutili tecnicismi fini a se stessi.

Leggerti è un piacere, a prescindere dall'argomento trattato: sai rendere avvincente anche una installazione di Linux!

Lo spettacolo migliore, a mio parere, lo dai quando cerchi di anticomplottare qualche folle teoria campata per aria... rendendo così evidente il tuo animo di eterno Robin Hood del buon senso.

Chiusa qui la sviolinata mi permetto di segnalarmi come desideroso di collaborare a questa tua nuova avvincente fatica. io sono un grafico cartoonist, insomma uno che disegna. Abile anche nei lavori di fotoritocco e grafica, ma il mio perchè è e rimane il "disegno dissacrante".

Con la tecnologia il binomio si presta a parecchi spunti, ad esempio qui alcune mie tavole realizzate per Apogeoonline

http://www.apogeonline.com/webzine/archivi/autore/Mauro%20Borgarello

Non so se il mio tipo di tratto o stile può essere adatto a questo tuo lavoro ma intanto mi va che tu sappia della mia esistenza... poi chissà! Se mai ti dovesse nascere un'idea alla quale il mio apporto possa sposarsi degnamente...

Non farti scrupolo alcuno e spiattellami siceramente in faccia il tuo parere più genuino e sincero: se ti scrivo è proprio perchè questo mi aspetto.

In ogni caso in bocca al lupo per tutto, presente e futuro e continua ad illuminarci un po' con il tuo talento e la tua simpatia!

P.s. credo sia implicito ma il mio non è spam gratuito... leggi il commento archivialo e cancellalo tranquillamente. Mi preme che TU lo legga, il resto è relativo. ;-)

Ciao e grazie del tempo che mi hai dedicato.

Mauro Borgarello

Mauro Borgarello ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessio ha detto...

E' strano come il concetto di viaggio nel tempo sia così popolare nell'immaginario collettivo.
Nelle storie di fantascienza ci sono spesso cose variamente improbabili, tuttavia una sola è DAVVERO IMPOSSIBILE (scusate il maiuscolo): il viaggio nel tempo.

Non volevo fare una lezione di fisica quindi mi limito a farvi un esempio.

Bisogna fare attenzione a non confondere il concetto di "tempo come dimensione", quello che viene mutuato dalle teorie fisiche e abusato snaturandone il significato, e il "tempo come ordinamento", ovvero come pensatelo come un foglietto dove scrivo tutto quello che accade in ordine.

Il primo concetto corrisponde ad una grandezza fisica il cui segno è gran parte una convenzione (sappiate che le antiparticelle possono essere interpretate come particelle che viaggiano indietro nel "tempo come dimensione").
Il secondo concetto è quello che umanamente intendiamo con "tempo". Quello non esiste modo di farlo tornare indietro se non mettendosi ad eseguire tutti gli eventi della lista a ritroso.

Se una tazzina cade dal tavolo, riportarla indietro nel "tempo come ordinamento" significa raccattare i pessi e reincollarli (a livello molecolare) l'uno a l'altro fino a riformare l'originale.
Capite da voi che il concetto romantico di "viaggio nel tempo" corrisponde a riportare indietro tutto l'universo che ci sta intorno... il che è DAVVERO impossibile... forse è più semplice ricrearlo daccapo ;-)

SirEdward ha detto...

Mastrocigliegia said:

La più strana è che non si sia ancora fatto intervistare da Mazzucco.

LOL!

Fabiuz ha detto...

Quello che allo stato attuale delle cose è indubbiamente impossibile è fare tornare noi stessi e la terra indietro di 10 anni esempio.
potrebbe invece essere plausibile se si confermasse la teoria degli universi paralleli. Ossia a passo del ns. mondo esistono altri universi dove la storia è indietro di 5-10-20 anni. Una barzelletta una volta diceva che bastava andare nella ex Jugoslavia per tornare indietro di 20 annni. Provabilmente con l'evolversi delle teorie sui buchi neri il viaggio nel tempo tra 30 o 50 anni sarà possibile. LA cosa indubbiamente interessa e incuriosisce tutti. Che dire chi vivrà vedrà. Io avedndo oggi 30 anni direi che ho buone possibilità di vedere qlc. di concreto in merito realizzarsi...:D

Dan ha detto...

Più o meno il concetto utilizzato da Crichton per il suo libro "Timeline", notevole la documentazione che deve aver fatto per prepararsi alla stesura... il problema è scegliere un universo parallelo dove il tempo sia al punto che ci interessa, ma sopratutto che sia un universo il più possibile simile al nostro! Cosa serve viaggiare nel tempo se poi troviamo un Napoleone inglese, o un Mussolini con i rasta?

Davide Caci ha detto...

Ciao Paolo.
Complimenti, anzitutto, per il bellissimo e valido lavoro. Non vedo l'ora di poter leggere la versione completa.
Come ti ho scritto anche privatamente, mi piacerebbe potermi rendere utile per la grafica e l'impaginazione: non sono un professionista, ma me la cavo...

Darione ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Darione ha detto...

Grande Mauro!
Il Superbabbo è davvero un mito. Consiglio caldamente a tutti di dargli on'occhiata qui.

Darione ha detto...

C'è una cosa che proprio non mi spiego: com'è possibile vedere _la curvatura_ di un raggio di luce prodotta da un campo gravitazionale, quindi da una curvatura dello spazio-tempo? Secondo me è impossibile.
Andiamo per gradi: la luce segue il minimo percorso (temporale e/o spaziale) attraverso mezzi diversi secondo il loro indice di rifrazione (ben spiegato dal buon vecchio Dick Feynman nelle sue lectures on physics), per cui noi possiamo ben vedere una matita immersa in mezzo bicchiere d'acqua che sembra spezzata. Ok. Questa è rifrazione. Non c'entra. Infatti "c" è la velocità della luce _nel _vuoto_, non nell'acqua o nell'aria o vattelapesca (cfr. radiazione Cherenkov).
Bene, se invece la luce (i fotoni) si muove _nel vuoto_ lungo un percorso _curvo_ a causa di un campo gravitazionale significa che lo spazio-tempo è localmente deformato e la luce sta seguendo il percorso minimo. Se io potessi vedere la luce curvata allora ci sarebbe un raggio di luce (quello che mi arriva dalla curva) che è arrivato prima temporalmente ma seguendo un percorso più lungo spazialmente (lo spazio è deformato, no?) Direi impossibile.
Oppure mettiamola così: un raggio laser è invisibile da chi lo emette perché tutti i fotoni sono emessi in direzione contraria. Come è possibile vederlo? Usando le emissioni secondario appunto come il fumo (come dice John). Ok. Allora io non vedo direttamente i fotoni che emetto, ma quelli che vengono riflessi o riemessi in un punto x lontano dalla sorgente. Infatti il fumo si comporta così: le sue particelle (che poi sono polveri sottili) riflettono la luce e la rispediscono indietro al mio occhio (o alla mia macchina fotografica).
Allora questi fotoni, trovandosi in uno spazio gravitazionalmente deformato, seguiranno la solita linea di minor tempo o percorso come hanno fatto i loro predecessori e torneranno al mio occhio secondo la stessa angolazione ed io vedrò un fascio di luce perfettamente diritto.
Questo presupponendo (come da foto) che l'osservatore sia solidale con l'emissione del fascio di luce osservato. Sicuramente un osservatore esterno vedrà cose diverse.

Da quel poco che so questo mi sembra un argomento devastante...

Narcolessico ha detto...

Cito da simone:
Se es Nostradamus avrebbe fatto una previsione che poi nn si fosse rilevata veritiera, sarebbe crollata la sua popolarità.
Come mai nessuno mette in dubbio il particolare delle sue profezie sul Y2K???


Guarda... Non approfondisco per non scatenare flames... Ma, perdonami, è una baggianata da due punti di vista: 1. che nostradamus abbia fatto previsioni univoche, interpretate *prima* degli avvenimenti e che 2. la sua popolarità sarebbe crollata (fai le persone troppo intelligenti!

Sergio ha detto...

Questa storia di Titor ricorda stranamente la trama di serials americani come "Jerico". Solo un caso?

AG ha detto...

Paolo! Dov'è il documento definitivo su John Titor? E' un anno che lo aspetto? Che devo fare? andare nel 2036 per trovarlo?

Con immensa stima
Andrea

Paolo Attivissimo ha detto...

AG, non so se avrò mai tempo di finire quella bozza. L'ho rilasciata pubblicamente, così altri possono proseguirla. Mi spiace.