Cerca nel blog

2008/11/07

Aereo perde ala, la soluzione

Video di atterraggio con un'ala spezzata, è pubblicità virale


Ecco la soluzione al quiz di stamattina del Disinformatico radiofonico: il video dell'aereo acrobatico che perde un'ala in volo ma riesce ad atterrare lo stesso è un falso, prodotto per fare pubblicità a una marca di vestiario, secondo la formula del marketing virale.

I sintomi sono numerosi. Innanzi tutto, il modo in cui l'aereo viene ripreso ha sfocature sospette: sembrano fatte apposta per simulare la perdita di messa a fuoco di un obiettivo autofocus, ma avvengono in momenti (per esempio durante l'atterraggio) in cui non c'è motivo tecnico per perdere la messa a fuoco. Questo difetto si manifesta quando il soggetto è indistinto o troppo uniforme, cosa che qui non avviene.

E' sospetta anche la dinamica da cartone animato dell'atterraggio, i cui sobbalzi troppo bruschi ricordano molto quelli degli aeromodelli e sono tipici di un oggetto che ha pochissima massa. In effetti su Youtube si trovano filmati di aeromodelli che perdono un'ala e vengono portati a terra sfruttando la potenza del motore per scendere "appesi" all'elica a mo' di elicottero, ma non riescono ad atterrare così elegantemente.

La voce femminile che dice "Dov'è la sua ala destra?" ("Where's his right wing?") è decisamente implausibile. Che razza di domanda è? Se vedeste un aereo perdere un'ala, vi chiedereste in tono semiperplesso dov'è andata a finire l'ala? E precisereste che si tratta dell'ala destra o sinistra? Un "omioddio ha perso un'ala!!" sarebbe forse un tantinello più logico.

Sul piano strettamente aerodinamico, c'è un altro elemento sospetto: la direzione in cui si avvita l'aereo. Se l'aereo perde l'ala destra, ha portanza solo sul lato sinistro, per cui l'ala sinistra dovrebbe sollevarsi e l'aereo dovrebbe quindi avvitarsi in senso orario. Invece nel video si avvita in senso antiorario. Anche l'atterraggio è decisamente troppo corto.

Anche senza essere esperti d'aviazione o di manipolazione video, basta notare il nome del sito scritto a lettere fin troppo chiare sull'aereo (Killathrill.com) e cercarlo in Google. Oltre al sito in questione, che vende abbigliamento, saltano fuori subito fra i risultati indagini come quella di Hoax Slayer, quella di Truthorfiction.com e quella di Reggiepaulk.com, che notano l'esistenza di un sito del presunto pilota, James Andersson, che parla di partecipazione alle gare della Red Bull, ma non c'è nessun pilota con questo nome nel campionato Red Bull del 2008. Inoltre le foto del suo sito sembrano tutte ritoccate digitalmente, e il "pilota" è fotografato con il logo della marca stranamente sempre in risalto.

Salta fuori anche un'intervista che sembra decisamente falsa e recitata (e il pilota indossa molto vistosamente abbigliamento della stessa marca). I siti antibufala notano anche che non c'è stata notizia di questo atterraggio decisamente spettacolare nei telegiornali, e la cosa è piuttosto strana.

Infine c'è il modello di aereo, che sul sito del "pilota" è descritto come un "old G-300 with a modified Boxer engine", ma le gare della Red Bull non usano questo tipo di aereo.

In sintesi: una bufala abbastanza ben confezionata, ma con troppi elementi fuori posto che tradiscono la manipolazione. In ogni caso si tratta di un successo dal punto di vista pubblicitario e di un'ottima palestra per esercitarsi come detective antibufala.

2009-01-09


Un commento segnala un articolo che fornisce tutti i dettagli della realizzazione e del marketing di questo spot occulto in inglese presso Viralmarketing.de.

31 commenti:

mattia ha detto...

fammi capire... quindi non era nemmeno un modellino ma era fatto tutto in 3d?

psionic ha detto...

Ho visto solo adesso l'articolo (e la "soluzione" qui postata), quindi mi potreste accusare di usare il "senno di poi", pero' dai, si vedeva chiaramente che era un modellino, il comportamento dinamico in toto sarebbe impossibili per qualsiasi aereo, per quanto acrobatico.

Si capisce chiaramente che l'aereo in questione ha una massa molto piccola, all'inerzia non si sfugge, ancora prima che all'aerodinamica.

fabrix ha detto...

adesso aspettiamo che passi in un qualsiasi telegiornale come notizia vera e confermata...

Gian Piero Biancoli ha detto...

"I siti antibufala notano anche che non c'è stata notizia di questo atterraggio decisamente spettacolare nei telegiornali, e la cosa è piuttosto strana."

Effettivamente, visto che si tratta di un falso, è strano che nessuna testata abbia ancora abboccato... dategli tempo.

Petitfrere ha detto...

Personalmente, scommetto su TG4 e/o Repubblica per l'Italia...

giova87 ha detto...

studio ing aerospaziale.. e vi posso dire tranquillamente che un aereo vola se è soddisfatta la relazione L=W (portanza=peso).. quindi un aereo con un grosso danno strutturale di quel tipo non è capace di generare la portanza sufficiente per sostenere il peso.. tuttavia se anche l'ala sinistra fosse stata in grado di generare una portanza del genere interviene il problema del controllo dell'aereo, nel senso che l'aereo non è piu' in uno stato di equilibrio dei momenti intorno all'asse di rollio con un variazione continua di assetto che impedisce la generazione di portanza.. in poche parole l'aereo cade a piombo e un aereo che ha una certa massa ad una quota nota possiede una quantita' di energia potenziale (che durante la caduta si converte in cinetica) che non permetterebbe neanche minimamente una manovra di atterraggio.

Nicola ha detto...

Io scommetto invece per il Tg1.

Luciano ha detto...

Roba da sciacomicari!

Davide ha detto...

ciao Paolo, scusa se vado OT ma cosa pensi dell'ultimo video degli ACDC fatto con la Ascii art?

Darione ha detto...

@Giovanni:

scusa, non per fare polemica, ma allora come si spiega l'atterraggio dell'F-15 senza un'ala?

Se non fosse ufficiale mi sembrerebbe una bufala pure quella...

federico ha detto...

scusate, non capisco di quale video stiate parlando: per caso di questo?

http://it.youtube.com/watch?v=LveSc8Lp0ZE&feature=related

PS
i video di youtube da te linkati non ci sono più

Andrea Sacchini ha detto...

Beh, dopo una bufala vale la pena segnalare un fatto vero (almeno pare), che a suo modo ha anch'esso dell'incredibile.

Camicius ha detto...

@Darione
L'atterraggio dell'F15 si spiega principalmente con il fatto che l'F15 ha un alta parte di portanza data dalla pancia dell'aereo, mentre negli altri aerei, come per esempio gli aerei di linea, o i piccoli aerei monomotore, la fusoliera non ha nessun effetto portante. Inoltre il motore dell'F15 è molto potente, e questo aiuta, così come un pilota moooolto bravo e anche una sana dose di fortuna.

Qui trovi delle spiegazioni più esaurenti, chiare e date da persone più esperte di me...

Camicius ha detto...

@darione
Ho trovato un'altra discussione in merito all'F15 atterrato con un'ala sola. Dagli un'occhiata!

Claudio ha detto...

ahahhaha scusate però secondo me non si pone enfasi sul passaggio comico dell'atterraggio in cui l'aereo passa dal volo di taglio (peraltro oltre che possibile eseguito regolarmente in tutte le manifestazioni acrobatiche) a quello orizzontale con un improbabilissimo colpo di reni ahahhahaha per non parlare del rimbalzo completamente incredibile (l'inerzia questa sconosciuta - e poi perchè rimbalza la prima volta di 2 metri e la seconda smorza perfettamente - per di più senza nessuna flessione delle strutture - l'impatto?)...

mi sembra un finto che non fa nemmeno molto per nascondere di esserlo, insomma... un classico finto fatto apposta!

giovanni: dato che ho già avuto discussioni in passato con universitari che pensavano di saperne di più di me solo perchè avevano fatto un esame su ciò su cui lavoravo da anni e anni, ti dò lo spassionato consiglio di stare molto cauto quando esprimi pareri affidandogli un'autorità che non possono avere. mi preme ricordarti che:
1) studi dei modelli, come tali hanno dei limiti
2) ma soprattutto, finchè non accumulerai tanta esperienza sul campo, non avrai la cosa più importante che è la capacità di sintesi, ovvero quell'elemento che ti permette di capire quale modello si applica o non si applica al tal fenomeno

nel caso specifico è inutile che mi scomodi momenti sugli assi o i basilari concetti di portanza e resistenza per il semplice motivo che, e ti sarebbe bastato vedere una qualsiasi manifestazione acrobatica per capirlo, un aereo di quel tipo è in grado benissimo di volare senza ali (di atterrare senza danni no, quello indubbiamente). nel volo di taglio difatti le ali non contano assolutamente niente, non producono portanza alcuna; è invece la stessa fusoliera (che difatti mostra ha un angolo d'incidenza molto elevato, per compensare un profilo sicuramente non ottimale, per usare un eufemismo, per questo scopo) che genera la portanza che serve, insieme in una certa misura alla stessa elica (che genera una forza che si scompone proprio nei due assi, quello della direzione del moto - orizzontale - e quello della forza peso - verticale - andando a compensare la resistenza aerodinamica della fusoliera da una parte e andandosi a sommare alla portanza dall'altra)...

tra l'altro, questo lo dico come curiosità, gli aerei acrobatici di quel tipo usano un profilo alare simmetrico (ovvero: con incidenza zero hanno portanza zero)...

Anonimo ha detto...

Adesso però mi aspetto un commento su questo...

SirEdward ha detto...

Dài però... che il filmato è finto si vede lontano un miglio. Questa non è nemmeno una sfida...

Ma che razza di atterraggio sarebbe quello?

E ancora, un aereo di quel tipo, con un'ala sola, che riesce a volare capovolto... e pure a salire di quota?

E la fisica dov'è andata? a pascolare le mucche?

E la psicologia?

"he just lost his wing"... O il tizio ha seri problemi nel provare qualunque tipo di emozione, un po' tipo zombie o tipo il maggiordomo della Famiglia Addams, oppure è fintissimo.

La mia domanda è come sia possibile credere che quel filmato sia vero?

C'è qualcuno che l'ha creduto davvero?

Anonimo ha detto...

@ DARIONE

Mah! Non sono un esperto ma direi che la differenza è che l'F-15 è un jet

oscar ha detto...

I siti antibufala notano anche che non c'è stata notizia di questo atterraggio decisamente spettacolare nei telegiornali, e la cosa è piuttosto strana.

Veramente la cosa strana sarebbe che non riportassero una bufala! :D

CyberMaster ha detto...

...bufala!

NeoProg ha detto...

Ehm... ci sarebbero alcuni video di aerei che si schiantano...

Capisci a' me...

peev agliato ha detto...

da pilota lo giudico totalmente inverosimile anche per un aeromodello, perde l'ala destra ed entra in vite sinistra, una autentica assurdità in stile Straker
ciao

T. Fulvio ha detto...

scusa, non per fare polemica, ma allora come si spiega l'atterraggio dell'F-15 senza un'ala?

Se non fosse ufficiale mi sembrerebbe una bufala pure quella...



in realtà ci sono stati, anche recentemente ed in Italia casi di aerei che anche con danni molto rilevanti ad una semiala (per ala s'intende l'assieme da un estremità all'altra) sono riusciti ad atterrare. Non credo che l F-15 abbia subito una perdita totale della semiala. Comunque su questo tipo di aereo anche la fusolierà produce portanza. la portanza puo' essere prodotta in parte anche dalla trazione dell'elica, questo avviene ad esempio in salita. Per assurdo l'ala di un aereo che salisse in verticale non produrrebbe portanza ( i razzi non hanno ali).
Gli elementi immediati per smascherare la bufala direi che sono:
A) un simile aereo ha l'ala con il longherone in un pezzo unico. Impossibile che si sfili semplicemente una semiala (c'è stata la perdita completa di un ala durante una gara anni fa)
B) Il passaggio a coltello non è impossibile ( con l'EXTRA300 lo si vede fare spesso) ma sicuramente ad un altra velocità.
c) ad un certo punto si vede bene il punto della fusoliera in cui prima c'era la semiala. Non vi sono rotture o strappi ma solo dei fori tipici delle strutture di aereo modello.
D) la pochissima inerzia dimostrata dal mezzo una volta a terra.

ciao, Orso

federico ha detto...

ah! avevo spedito quel commento parecchio tempo fa: poi ho capito: lascia perdere! ciao!

Pupottina ha detto...

buon inizio settimana

^___________________^

Luca da Osaka (ora in Tokyo) ha detto...

ciao
Scusa l' offtopic
avete presente vibravito?
http://vibravito.blogspot.com/

anche se sa di essere un personaggio con tanti complessi psicologici persiste nelle suo fobie che ormai si convogliano contro Paolo.
Qualcuno gli ha rubato l' identita e ha cancellato un suo post, nel ultimo posto dice di non voler puntare il dito su nessuno ma dice che ha sospetti sul cantoni svizzeri.
Ma che personaggio!!!!
Paolo queste cose non si fanno, solo perche sei invidioso del grandissimo numero di visitatori che ha il suo blog e mentre qui non ci viene nessuno non devi fare queste malefatte.
(scherzo)
Tanto per dire che il tuo sito e' visitato non spuntero piu la voce "Invia commenti di risposta per email a " perche troppa gente scrive e mi trovo la mail piena.
Ciaooooo

giova87 ha detto...

@ claudio...

io non mi pongo al di sopra di nessuno e mi pare di non aver mai detto che cio' che dico sia un dogma.. era solo una considerazione di tipo fisico... pero' stiamo parlando di un aereo ad elica da turismo e non di certo di un aereo acrobatico o di un f14.. data la tua esperienza conoscerai la differenza tra questi tipi di aerei e gli accorgimenti che permettono le evoluzioni che fanno.. per quanto riguarda l'f15 è noto che è un caccia militare con un propulsore che puo' erogare una spinta molte volte piu' elevata del peso dell'aereo.. quindi la componente verticale della spinta puo' essere utilizzata come se fosse una portanza in fin dei conti.. cosa che non è minimamente possibile con un elica.. nessun aereo ad elica riuscira' mai a fare una richiamata in verticale con la sola trazione dell'elica.. non ci riesce neanke l'f15 senza l'ausilio dei post bruciatori..

poi cla... sei il presidente della boeing?

toto ha detto...

manco a dirlo c'e' cascata pure Striscia la Notizia!!!

Gwilbor ha detto...

Il filmato è stato proposto oggi da striscia la notizia come autentico! Mi chiedo se si autoconsegneranno il Tapiro...

Claudio ha detto...

Giovanni: senza essere il presidente della Boeing, basta semplicemente assistere a una manifestazione acrobatica per verificare che quanto stai dicendo non è vero... di aerei acrobatici (ad elica e motore a pistoni) andare in candela, dar dentro tutta manetta e rimanere fermi appesi alla loro elica ne ho visti parecchi. Inoltre, di aerei militari che hanno una spinta "molte volte superiore" al loro peso semplicemente non ce ne sono, ce ne sono alcuni (pochi) che riescono ad averla pari o superiore, ma ovviamente di poco. Ad esempio il Su-27, famoso proprio per questa sua peculiarità, ha 55 mila libbre di spinta con un peso a vuoto di 36 mila libbre, carico 50.690 e massimo di 62.400.

OMAR MALISAN ha detto...

Scusate l'imtromissione... non sono un esperto ma nemmeno totalmente ignorante in materia. Ho letto che in molti credono che il volo sia permesso solo dalla portanze data dalle ali. Non è cosi. Prova ne sono gli elicotteri o i razzi... nonchè missili aria-aria ecc. L'overing, ad esempio, è una forma di volo: quando l'aereo sembra appeso all'elica. Questo smentisce di netto chi ha postato che nemmeno un aereo militare genera una spinta maggiore al peso stesso del velivolo; FALSO. Mi spieghi perchè e come fà L'Hurier jump jet ad effettuare il decollo verticale, allora.... Cmq, quello che viene definito volo a taglio non è proprio ciò che si vede nel video. Faccio notare, inoltre, che in uno stallo a vite è il contrasto del timone a permettere la ripresa del velivolo. La tecnita che si nota nel video è plausibile. L'aereo ha forse generato troppi G e, non l'ala, ma i supporti hanno ceduto e la semiala si è staccata. L'aereo è entrato in stallo così dolcemente anche per mancanza di spinta (era quasi in verticale)e di portanza. E' poi iniziata una discesa in qui ha acquistato velocità (e in volo velocità = energia = ci si salva le xxxx). Contrastando con tutto timone e un pò di cabra, ha portato l'aereo in volo "a taglio" e, dando tutta manetta (e il G-300 ne ha di cavalli...)è riuscito a sopperire alla portanza creando la spinta. Quando si è rimesso in livellato per l'atterraggio, si nota che l'aereo ha dapprima virato e poi si è leggermente cabrato... cosa plausibile se si pensa che l'azione si è svolta con un solo alettone. Mi fermo se no diventa lungo... dovremmo anche parlare di come funzionano le parti mobili di un velivolo, del passo dell'elica, dei carrelli fissi e la loro funzione aerodinamicha (e anche della loro risposta ad atterraggi secchi o bruschi... vedi rimbalzo)delle forze, della spinta, ecc ecc
Non dico sia vero, ma nemmeno impossibile.