Cerca nel blog

2016/02/16

Podcast del Disinformatico: li preferite con la musica o senza?

Mi avete scritto e tweetato in molti chiedendo come mai nelle ultime due puntate del Disinformatico radiofonico c’è la musica che prima veniva tagliata: è una scelta della redazione per uniformità con gli altri programmi di ReteTre. Questo nuovo formato vi piace di più, di meno, o vi è indifferente? Fatemelo sapere con questo sondaggio via Twitter: vorrei capire se le contrarietà che ho ricevuto sono un sentimento condiviso. Grazie!


27 commenti:

cloddo ha detto...

Col fischio o senza? :)

Alberto Ghirotti ha detto...

Personalmente, anche se non riesco ad ascoltare i programmi di RSI, preferisco ascoltare qualunque programma senza musica sottostante, che disturba e distrae dall'ascolto. Grazie. Cordiali saluti.

Pietro Bianchi ha detto...

Personalmente preferisco senza musica. Così posso sentire la trasmissione come mi interessa,senza distrazioni. In questa maniera il file rimane più compatto e la durata di ascolto è quella giusta, con la musica si silata senza aggiungere niente di interessante (per me).
Se voglio ascoltare musica ascolto i generi che più mi piacciono...

Mars4ever ha detto...

Non ho twitter per cui non posso votare lì. Preferisco senza.

Roberto Camisana ha detto...

Ciao! Come ti ho scritto via twitter, io ascolto il tuo podcast (e altri) quasi sempre in auto e non avere le canzoni e' un plus.
A parte la comodita', c'entra anche la sicurezza: se ci fossero le canzoni magari vorrei saltarle manualmente e farlo mentre si e' alla guida non e' una cosa sicura.
Salvatemi :-)
Roberto.



Glaucos ha detto...

Mi scuso per il non partecipare direttamente al sondaggio, ma non avendo un account Twitter mi trovo costretto a rispondere con un commento qui sul blog: io preferisco senza musica :-)

rico ha detto...

Con la musica senza dubbio: se il brano proprio non piace, o si ha poco tempo, si può scorrere la "barretta" un paio di minuti più avanti.
Ma parlo da utente PC, sullo smartphone forse non è così facile.

Il Lupo della Luna ha detto...

Una curiosità: chi sceglie gli intermezzi musicali?

Filippo Simone ha detto...

Io preferisco la versione senza musica, ma sarebbe bello avere entrambe e poter scegliere.

Kumagoro ha detto...

Levate quella musica! mi obbliga a skippare (oltretutto la qualita` musicale della RSI e` opinabile)

blu-flame ha detto...

senza musica.
La musica causa cali d'attenzione.
E poi se voglia qscoltare la musica decido io cosa e quando.
Mi piace molto quando nella trasmissione non ci sono lunghi brani musicali, stile radio24.
Al massimo la sigletta accattivante alla barisoni.

Massimo ha detto...

Con la musica :)
Ormai è storica la musica del podcast!

renatocolo ha detto...

Ciao,non uso twitter perció inserisco in questo modo il mio commento:secondo i miei gusti molto meglio senza musica.

enrico ha detto...

non ho twitter. senza!

martinobri ha detto...

Dipende dalla musica.
Se è un bel gregoriano o qualcosa di Vasco, va bene.
Se è Jovanotti, sganciare subito le testate nucleari.

Marcoz ha detto...

Ehi, nel sondaggio manca l'opzione "solo musica"!

Saluti

(no avere Twitter - podcast piace senza musica)

Nobile ha detto...

Mi sento un po'solo nella mia posizione. Il binomio musica e parole ha caratterizzato tutta la maturità della radio, personalmente mal sopporto le radio 100% musica, buone solo come sottofondo al lavoro o mentre si fanno brevi tratti e mi ammorbano le radio "solochiacchiere", per quanto interessanti.
Inserire dei brani musicali, in maniera misurata, in programmi discorsivi, specialmente quelli che fanno divulgazione, serve a rilanciare la soglia dell'attenzione; si intende, se la musica proposta non è di proprio gusto, è normale che disturbi.
Uno dei programmi che preferivo (pur con alti e bassi) era "Alle 8 della sera di Radio Due" con attori, politici, cantanti, scrittori o studiosi che dissertavano dei più svariati argomenti per una ventina di serate a testa. Il programma era inframezzato da due o tre stacchi con brani musicali, il più delle volte fuori contesto, ma sovente di discreta qualità. Riascoltare i podcast senza questi rendeva il programma molto più banale e freddo.
Inoltre, se si ascolta il programma (magari in auto) con altri, lo stacco può stimolare la discussione.

Insomma, musica sì.

topenoken ha detto...

La musica? Perchè debbo sorbirmi della musica di ***** nel mio programma preferito? Il podcast lo ascolto soprattutto per quello, per sentire Paolo che parla, a volte ce n'è troppa anche in sottofondo...

spacesurfer ha detto...

Anch'io non uso Twitter, per cui rispondo qui.
Meglio senza musica, sia per l'attenzione che per la dimensione dei download.
Se voglio della musica, ho già la mia playlist personale.

pulex ha detto...

Senza musica

Giuliano Dedda ha detto...

Meglio senza musica.

Turz ha detto...

Senza musica, ovviamente. La musica non è il motivo per cui ascolto il Disinformatico :-)

gianluca atti ha detto...

Diciamoci la verità Paolo, quello che interessa del podcast sono le tue parole, le tue informazioni sempre interessanti e attuali. Perciò si può fare a meno della musica, in quel particolare momento non è indispensabile.

il mediatore ha detto...

e mezz'ora che rido. scusate l'off topic.
dal sito della stampa...
http://tinyurl.com/jfjgsos

marco mastrotto ha detto...

Considero il tuo programma alla stregua di un telegiornale, e come tale mi piace ascoltarlo.

Unknown ha detto...

senza musica...grazie

Van Fanel ha detto...

Sono in ritardo vergognoso sia con la lettura dei post sia con i podcast! Ovviamente sono in ritardo anche per votare in questo sondaggio. Certamente MIA MOGLIE avrebbe votato "senza musica", anche se non ha mai ascoltato un podcast. Perché? Perché ancora oggi dopo 4 anni ogni tanto canticchio quella canzone di Regina Spektor che lei detesta! :D :D :D