skip to main | skip to sidebar
40 commenti

Antiscienza, piccolo manuale di autodifesa

Come s'indaga seriamente un mistero. Primo: verificare che esista


Sto leggendo con gusto Sulla scena del mistero, il manuale scritto dagli amici del CICAP Stefano Bagnasco (fisico), Andrea Ferrero (ingegnere aerospaziale) e Beatrice Mautino (biotecnologa). È una guida scorrevole ed efficace ai metodi per indagare seriamente i misteri veri o presunti usando l'unica arma a disposizione dello studioso che non vuole farsi gabbare: il raziocinio, specificamente nella forma del metodo scientifico.

Oltre alle regole e tecniche di questo metodo, il libro include una rassegna dei più famosi misteri (o mysteri, come li chiamano gli autori per distinguere quelli fasulli da quelli reali), dal Triangolo delle Bermuda alla parapsicologia agli oggetti storicamente impossibili passando per i miti sull'AIDS. È un buon inizio per chi vuole conoscere le vere risposte alle domande che Roberto Giacobbo furbescamente lascia in sospeso (spicca, fra l'altro, nei ringraziamenti proprio quello a Giacobbo, “senza il quale questo libro sarebbe stato più corto”).

La cosa più divertente e affascinante che emerge dalla rassegna di casi studiati è che molto spesso non c'è da interrogarsi sulle cause di un mistero, ma bisogna prima verificare che il mistero esista davvero, perché molto spesso è stato inventato di (mal)sana pianta: è la regola, troppo spesso ignorata, che va sotto il nome di Imperativo Categorico di Hyman.

Se vi interessa conoscere gli autori e scambiare due chiacchiere con loro e con Massimo Polidoro, li trovate venerdì sera (26 novembre) a Milano, alle 18, alla Libreria del Corso, in Corso Buenos Aires 39.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (40)
Andrea Ferrero (dall'ingegnere aerospaziale)
Perché è scritto dall'ingegnere e non semplicemente ingegnere ???
Misteri d'egitto: perché gli egiziani fanno tutti i pizzaioli?
Perché è scritto dall'ingegnere e non semplicemente ingegnere ???

Sfuggimmi un "dall'" nel riformulare la frase. Sistemato, grazie.
Misteri d'egitto: perché gli egiziani fanno tutti i pizzaioli?

Sicuramente c'entra il potere della piramide
in teoria abbiamo tutti i mezzi per contrastare i fuffologi, basta googlare e nemmeno troppo... di solito le teoprie senza basi portano tutte ai soliti argomenti (pagine diverse ma dal contenuto fotocopia) mentre ciò che esiste ha un ben più ampio contenuto... scappo a lavoro buona giornata gente...
@ Fabio: non è vero, il "mio" egiziano fa il fisioterapista :-D
Interessante.
L'ho appena preso su amazon.it assieme a "Luna? Sì ci siamo andati!" :P
Uno dei classici misteri che non è un mistero è la maledizione di Tutankhamon. Secondo questa credenza, diffusa non si sa da chi, ma molto probabilmente dalla stampa scandalistica dell'epoca, i profanatori del sepolcro del faraone del XIV secolo a.C. sarebbero stati colpiti da morte entro poco tempo. Peccato che prendendo in considerazione tutti coloro che hanno attivamente partecipato alla spedizione del 1923, 25 persone escluso il personale locale egiziano, si scopre che solo un paio morirono effettivamente poco tempo dopo, e per malattie tutt'altro che misteriose. Altri superarono gli 80 anni.

Caso più unico che raro, la voce della wikipedia italiana è fatta meglio di quella inglese; forse perché in parte copiata da un articolo del CICAP...
Io vi consiglio anche:

Pinocchio e la scienza di Silvano Fuso con prefazione di Tullio Regge edizioni Dedalo

oppure

La sindrome di Atlantide

di Paul Jordan, Newton editori.

Paul Jordan è un docente di archeologia a Cambridge e un insigne egittologo, da sempre su posizioni nettamente anticomplottiste

altro libro che vi consiglio è

La fisica di Star Trek di Laurence M. Krauss

TEA scienze
Grazie Paolo! La presentazione di domani è alle 18.00 (non alle 18.30)
che vuol dire "googlare"? Scusate l'ignoranza...

L
@laika

Vuol dire "cercare su Google" :D
Ciao Paolo e' possibile sapere in anteprima che spiegazione viene data all'immagine di copertina, quella dei disegni di Nazca?

GRazie
grazie usa-free!!!
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
oooops ho sbagliato posto...
che poi dire "ho sbagliato posto" visto l'argomento suona pure brutto :P
http://static.neatoshop.com/images/product/23/723/Pair-ONormal-Events_3490-l.jpg

eh eh eh...
che vuol dire "googlare"? Scusate l'ignoranza...

Boh, prova a cercarlo su Google.
ho corretto l'orario, grazie!
http://www.thebestpageintheuniverse.net/c.cgi?u=af07
un raro caso di satira anticomplottista, veramente carino (in inglese)
nelle puntate voyager di giacobbo ci sono spesso persone del cicap come massimo polidoro e altri, perchè nessuno gli dice che spare un sacco di cavolate?
Per Marco

nelle puntate voyager di giacobbo ci sono spesso persone del cicap come massimo polidoro e altri, perchè nessuno gli dice che spare un sacco di cavolate?

Non è in diretta, taglierebbero la frase.
E non si fa informazione scientifica con gli insulti.
Accademia dei pedanti ♂

si giusto. io ritengo che allora sarebbe meglio se non ci vada neanche il cicap al suo programma visto che lo ritiene un programma fazioso e falso.
nelle puntate voyager di giacobbo ci sono spesso persone del cicap come massimo polidoro e altri, perchè nessuno gli dice che spare un sacco di cavolate?

a) educazione

b) se consideri chi ha in mano le forbici del montaggio a Voyager, ti rispondi da solo.
allora sarebbe meglio se non ci vada neanche il cicap al suo programma visto che lo ritiene un programma fazioso e falso

La cosa è molto controversa. Se non ci vai, Voyager può rinfacciare (come è già successo con altre trasmissioni) che ti hanno invitato ma ti sei rifiutato. Così ti fanno fare la figura dell'altezzoso o di quello che ha paura del confronto.

Se ci vai, rischi di vederti tagliare e rimontare quello che hai detto e fatto.

Io personalmente non ci andrei a meno che la trasmissione fosse in diretta, ma non tutti nel CICAP condividono il mio parere personale.
Francamente non capisco questa posizione: vuoi dire che per non fare la figura di quello che non "vuole" venire perché schizzinoso o non "può" venire perché non saprebbe come controbattere, allora il CICAP interviene sapendo che, o perché se ne sta zitto il suo rappresentante o perché se intervenisse "contro" verrebbe tagliato in sede di montaggio, non saranno mai rese pubbliche le sbufalate alle giacobbate, e quindi dandole un patente di validità? Ma che vantaggio si ha allora a partecipare in tal modo?
Il CICAP è stato fondato proprio per interloquire con la gente come Giacobbo, verificare ciò che viene detto e diffondere i risultati della verifica. Rifiutare di partecipare a priori sarebbe sbagliato. Ogni volta che veniamo invitati chiediamo che ci venga dato spazio e cerchiamo di sapere quali saranno le condizioni dell'intervista o dell'intervento. Se ci vengono date sufficienti garanzie (per esempio che non è un "uno contro tutti" o che ci verrà lasciato il tempo di esporre il nostro parere) allora partecipiamo. Quando queste garanzie non vengono date (e succede molto spesso) rifiutiamo per non contribuire a creare disinformazione. Detto questo, con le trasmissione registrate capita che poi in fase di montaggio cambino le carte in tavola, ma in quel caso si protesta e la volta successiva si rifiuta l'invito. Le partecipazioni del CICAP a Voyager sono sempre più sporadiche anche per questi motivi qui ed è da più di un anno che non ci va nessuno dei nostri. Le puntate mandate in onda recentemente nelle quali c'era gente del CICAP erano in realtà registrazioni risalenti a tre/quattro anni fa. Poi ci sarebbe da fre un discorso sul fatto che andare in trasmissione a dire a Giacobbo che è un imbecille servirebbe solo a prendersi una denuncia, ma non sposterebbe di una virgola la percezione che la gente ha né di Giacobbo, né delle cose che racconta. Bisogna lavorare sul piano opposto e cercare di aumentare lo spirito critico, piuttosto che dimostrare che quelle son scemenze.
Beatrice Mautino
"vuoi dire che per non fare la figura di quello che non "vuole" venire perché schizzinoso o non "può" venire perché non saprebbe come controbattere, allora il CICAP interviene sapendo che, o perché se ne sta zitto il suo rappresentante o perché se intervenisse "contro" verrebbe tagliato in sede di montaggio, non saranno mai rese pubbliche le sbufalate alle giacobbate, e quindi dandole un patente di validità?"

Mi sono perso... O_o
"vuoi dire che per non fare la figura di quello che non "vuole" venire perché schizzinoso o non "può" venire perché non saprebbe come controbattere, allora il CICAP interviene sapendo che, o perché se ne sta zitto il suo rappresentante o perché se intervenisse "contro" verrebbe tagliato in sede di montaggio, non saranno mai rese pubbliche le sbufalate alle giacobbate, e quindi dandole un patente di validità?"

Mi sono perso... O_o


Non sei il solo. :-)
Rado il Figo ha fatto un fricandò di subordinate.
Bea: era quello che pensavo. Comunque non intendevo dire che il CICAP dovesse andare in trasmissione ad insultare giacobbo, ma solo a dimostrare che i vari misteri propalati tali non sono.
Vediamo se usando un linguaggio più terra terra riescono a capirmi.

Allora: il CICAP si trova di fronte a questo dilemma

- vado da giacobbo
- non vado da giacobbo

La prima scelta è da scartare: se non ci vado faccio la figura

- di quello che si crede superiore a tutto e a tutti e non s'abbassa a interloquire con giacobbo
- di quello che teme di dover ammettere che certi eventi (in realtà bufale conclamate) sono realmente inspiegabili.

Quindi il CICAP decide di andare. Ma la sua presenza si rivela inutile perché

- non può insultare, per tutta una serie di validi motivi, giacobbo per le boiate che propala
- quando sbufala le boiate di giacobbo, l'intervento viene manomesso in fase di montaggio, perdendo tutto il suo significato (se non sparendo del tutto)

La conclusione è che, al pubblico, il CICAP che partecipa alla trasmissione di giacobbo, pare essere lì senza aver nulla da obiettare, e quindi avallando come "consistenti" le boiate propalate.

Al che è lecito chiedersi: che vantaggio si ha a partecipare in siffatta maniera?

Come potete appurare, era tutto sintetizzabili in poche e chiare righe. ;-)
Ah, adesso ho capito :D Non capisco però perché scrivi 'giacobbo' con l'iniziale minuscola :P

Secondo me il CICAP non dovrebbe andare da Giacobbo, anche a costo di sembrare altezzoso.

In effetti le due uniche trasmissioni dove il CICAP potrebbe andare sono quelle degli Angela, ma sarebbe esposto al "se la cantano e se la suonano fra loro".

'E se domani' parla esclusivamente di scienza, per cui la presenza del CICAP è inutile :D

'Le iene': ecco a 'Le iene' il CICAP ce lo vedrei bene :D
@Rado

Come potete appurare, era tutto sintetizzabile in poche e chiare righe. ;-)

te possino...
La scienza... gos'è la scienza... un fotone... un fottone... gos'è un fottone... un fottone è un... SWISHH!... eravamo io, Francoviack, Keplero... un fottone ghe passa attraverso una grata... ecco, gos'è una grata... è del ferro riconoscente...
sei tornato ora a casa Stu?
Na, sono al lavoro... dopo una serata a birre e risate...
Eh, si vede :D
eeh adesso, anche te... si parla di scienza e come non citare il Prof. Zichichi by Crozza?
Vedi tu che amazon appena cerco questo libro mi consiglia di comprare il libro di attivissimo :)

misteri del data mining ;) o no? :D