skip to main | skip to sidebar
128 commenti

Finalmente un 3D senza occhiali e senza attenuazione

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2011/02/22

Uno dei difetti del cinema e della televisione in 3D è che gli occhialini sono scomodi e soprattutto riducono fortemente la luminosità. È come andare al cinema con gli occhiali da sole. Un ricercatore, Jonathan Post, ha trovato una soluzione semplice e originale: gli schermi 3D funzionano mostrando alternativamente l'immagine per l'occhio sinistro e quella per l'occhio destro e gli occhialini fanno in modo che ciascun occhio veda soltanto l'immagine che gli spetta, bloccando l'altra tramite polarizzazione oppure tramite una tendina attivata elettronicamente. Ma l'occhio umano dispone di un sistema naturale ed ecologico per bloccare un'immagine: la palpebra.

Utilizzando dei piccoli stimolatori e un dispositivo esterno di sincronizzazione (presumibilmente basato su compensatori di Heisenberg), nel video che potete vedere qui sotto lo sperimentatore sincronizza lo sbattimento naturale delle palpebre con le immagini alternate mostrate da uno schermo 3D. Straordinario.



2011/01/18


Dato che purtroppo molti non hanno capito che si tratta di umorismo (fatto indicato sia da un attimo di ragionamento, sia dall'etichetta humor qui sotto) e che il video è una burla, lo ribadisco esplicitamente: il video è una presa in giro realizzata con gli effetti speciali e il sistema 3D descritto non esiste. Il fatto che io scriva qualcosa in un articolo non significa che dobbiate spegnere le meningi e accettarlo senza spirito critico. A volte faccio anch'io degli scherzi (lasciando sempre indizi per chi è attento) e comunque non dovreste mai fidarvi di un ipse dixit.


2011/02/22


Un lettore, lobotomia, segnala la pubblicazione del video con la spiegazione dell'effetto.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (128)
LOL

Fantastica teknìk, davvero. Ma tre ore di film con le palpebre che vanno a mille mila frames al minuto, le dovrò lubrificare ogni 5 minuti.

Penso comunque, che il fastidio sia molto maggiore che indossare occhialini 3D.

Ammesso e non concesso che il 3D abbia, per l'ennesima volta, un futuro roseo... :D
L’idea di forzare un’azione naturalmente involontaria non mi convince neanche un po’.
Inquietante a dir poco :P

Mi chiedo solo se non sia stancante in qualche maniera per lo spettatore, per vedere un contenuto 3d le palpebre devono chiudersi a un ritmo vertiginoso!
Dopo la sindrome del tunnel carpale per il continuo utilizzo del cellulare, ci sarà la sindrome della palpebra per l'eccessiva visione di film 3d.
Stupendo il video ma non lo proverei più di 10 secondi.
Notare anche che i compensatori di Heisenberg sono controllati da due telecomandi del condizionatore.

Anche XKCD tratta il 3d nella strip di oggi,ma ovviamente, in modo piu' nerd: http://xkcd.com/848/
E' sicuramente basato sui compensatori di Heisenberg, vista la velocita' curvatura che devono avere le palpebre :-D
finchè non ho letto dei compensatori di heisemberg quasi quasi ci credevo...non si sa mai che castronate inventi la scienza...ma dopo quel riferimento :-) ...ho quasi l'impressione che le palpebre non vadano in curvatura bensì a velocità smodata
E' una tecnologia basata su interfaccia isopalaviale.
Per dany

finchè non ho letto dei compensatori di heisemberg quasi quasi ci credevo...non si sa mai che castronate inventi la scienza...ma dopo quel riferimento :-)

Magari farò il guastafeste, mi perdoni il padrone di casa: date un'occhiata alle etichette di questo articolo. :-)
Ma chi non ha visto Star Trek è giustificato? :D
È come andare al cinema con gli occhiali da sole.

Sicuro?
L'unica volta che ho visto un film 3d (in una sala IMAX) non ho assolutamente avuto questo problema.
Maledetti condensatori e compensatori di Heisenberg, è colpa di quelli se una volta mi sono beccato un virus a PC spento.
Uhmmm... non è il 1° Aprile...

Comunque ho letto non mi ricordo dove che televisori 3D senza occhialini esistono già e sono in vendita in Giappone.

Da quello che ho capito si basano su un effetto simile a quelle immagini che cambiano variando l'angolazione.

In pratica c'è uno schermo zigrinato per cui ad ogni occhio viene inviata un'immagine diversa... a patto di essere alla distanza giusta, senza contare gli errori di parallasse.

Insomma, non credo che possa raggiungere alte qualità, ma in teoria funzionano
Sarebbero ideali per vedere film strappalacrime!
:-D
Notare l'alta qualità del video, sintomo di avanzata padronanza delle tecniche di ripresa ed elaborazione. I due led a batteria che si incolla alle tempie, poi, sembrano perfetti per sincronizzare un software di elaborazione grafica con l'immagine della testa in movimento, aiutando il software a identificare con precisione in ogni momento la posizione della testa e degli occhi, per creare l'immagine farlocca delle palpebre in movimento.
Scherzi a parte, la TV in 3D visibile senza occhiali speciali esiste già ed è prodotta in via sperimentale qui a Torino dall'azienda Juma (www.juma.tv), utilizzando una speciale tecnica brevettata.
Ho anche avuto modo di vederla in funzione e l'effetto è veramente straordinario. La visione prolungata è un po' fastidiosa, ma l'effetto stereoscopico è davvero magico.
@ Accademia

Hai anche ragione...ma conta che in questo momento nella mia testa non ci sono 3 neuroni...ma bensì 3 neutroni...dopo aver dormito 1.45 h questa notte..quindi è già tanto che mi si è risvegliato il cervello su heisemberg (grazie corso di fisica quantistica)...buona giornata Accademia
Davvero fantastico! Possibile che studio aperto non abbia ancora dato la notizia?
Per dany

L'invito a guardare le etichette alla fine dell'articolo era rivolto ovviamente a tutti.

Ma al corso di fisica insegnavano il principio di Heisemberg o di Heisenberg?
@Gian Piero Biancoli
Sarebbero ideali per vedere film strappalacrime!
Attenzione refuso!!!
volevi dire sicuramente Strappapalpebre!
:-)
Forse con degli elettrostimolatori nelle palpebre si potrebbe fare...
Solo che poi ti ricoverano d'urgenza per un sospetto attacco di epilessia
Concordo sul fatto che questo sistema sia tecnicamente fantastico. Dal punto di vista della salute e del fastidio, trovo che gli occhiali siano ancora la scelta migliore.

Inoltre devo informarvi che dei sistemi di autostereoscopia esistono già da un gran pezzo. L'unica pecca è il costo a volte elevato per produrli.

Vi segnalo questa pagina che spiega le varie tecniche per ottenere un effetto stereoscopico senza occhiali.

Inoltre anche Apple pare che si stia muovendo in questo senso.
Dei sistemi di autostereoscopia esistono già da un gran pezzo. L'unica pecca è il costo a volte elevato per produrli.

Vi segnalo questa pagina che spiega le varie tecniche per ottenere un effetto stereoscopico senza occhiali.

Inoltre anche Apple pare che si stia muovendo in questo senso.
Se finisce su Studio Aperto riderò fino a quando non inventeranno veramente una tecnologia del genere XD
Bellissimo!! Grande Paolo: ci delizi sempre con delle chicche meravigliose. I Borg sono vicini e i microchip di questo qui attaccati al cervello ne sono la prova!
Quella mostrata è una idea interessante, ma anche potenzialmente MOLTO pericolosa, IMHO.
E' vero che le palpebre sono fatte apposta per bloccare la luce (in realta', la loro funzione primaria e' quella di tenere l'occhio lubrificato, umido e pulito), pero' sono concepite per sbattere una volta ogni 8-10 secondi.
Qui, invece, parliamo di farle sbattere fino a 60 volte al secondo, cioe' 600 volte piu' rapidamente del normale.
E' come se ad un centometrista, che normalmente corre a 40Km/h venisse richiesto di correre a 24.000 Km/h. Non male come iper-sforzo, no?
Insomma, mi sembra un overclock troppo estremo, per non avere conseguenze sul piano fisico.
E le palpebre di ricambio, al supermercato, non si trovano.
Più che compensatori di Heisenberg, mi sembrano il frutto di una sbronza da Heineken :-D

Simpatico, mi avevi tratto in inganno fino alla citazione trekker ;-)

By(t)e
Concordo con Infinity. Senza contare che, occhiali o palpebre, sempre di multiplexing temporale si tratta: ognuno dei due occhi rimane chiuso metà del tempo. Quindi dubito che la luminosità percepità sia "piena", anche in questo caso, come con gli occhiali LCD, si sperimenterà un sensibile oscuramento della visione. Un po' come tenere gli occhi socchiusi, immagino.
Ho guardato il calendario, ma Aprile inizia tra due mesi e mezzo circa :D
@mattia:
L'unica volta che ho visto un film 3d (in una sala IMAX) non ho assolutamente avuto questo problema.

IMAX non è necessariamente 3D, quindi potresti aver visto un film in IMAX 2D (che è più "avvolgente" di un 2D normale ma non è 3D).
Infinity: "Insomma, mi sembra un overclock troppo estremo, per non avere conseguenze sul piano fisico."

Tranquillo: anche tralasciando per un momento lo humor e prendendolo come una cosa plausibile, resta il fatto che un muscolo umano, se va bene, riesce a contrarsi e rilassarsi al massimo in un quarto di secondo, e quel ritmo lo regge per poco tempo. Se superi quella frequenza, il muscolo non si rilassa, ma resta contratto e ti viene una specie di crampo.
Mai provato una seduta di fisioterapia con l'elettrostimolatore? Ahia!

Quindi quella tecnica, se va proprio bene, ti potrebbe permettere di vedere 4 immagini al secondo, su due occhi.
Dopo il video, che mi ha fatto iniziare la giornata con una risata (grazie Paolo...) la cosa più divertente sono i commenti seriosi...
LOL....
@Infinity & Koala:
state sottovalutando un vantaggio e un problema.
Il problema è il surriscaldamento delle palpebre, che richiederebbe l'immissione continua di liquido di raffreddamento sulla cornea, in ragione di circa 1 l al minuto. Il vantaggio è che il consumo di energia conseguente allo sbattimento delle palpebre neutralizzerebbe perfettamente il sovra-apporto calorico dovuto alle patatine e alla birra che normalmente si consumano guardando la televisione. :-)
Che impressione!
Comunque i televisori a LED HD già danno l'idea del tridimensionale anche se la trasmissione non lo è (fonte: io).
e io che pensavo fosse un fake!
Leggere la notizia anche qua mi ha fatto pensare "ecco...come pensavo" e invece leggo che è vera?
Mh sono ancora convinto che sia il primo aprile :P

Ma i televisori autostereoscopici non li pubblicizzano (anche in tv) già da mesi?
Preferisco la sala ologrammi di Star Trek.
Per associazione di idee mi è venuto in mente un video italiano, realizzato da due giovani, che mostrava l'uso di una patata avvolta nella stagnola per ricevere tutti i canali del digitale terrestre; un bel risparmio rispetto al decoder!

http://tinyurl.com/ya6opea

Alcuni commenti al video chiedevano istruzioni su come si facesse esattamente, perché a loro non funzionava.
Leggo ora che è stato trasmesso a un programma su La 7... possibile?
Ecco, vedete? Io che non sono un fan di star trek ci ero cascato con tutte le scarpe... Ahahahah!! Grande Paolo!

A questo punto mi aspetto di sentire la notizia stasera su studio aperto... Considerando quali sono le fonti che solitamente considerano "attendibili" per i loro servizi, leggendo la notizia sul tuo blog la considereranno come "dogma della scienza"...

Ahahah! ;-)
Dai... non sembra l'attore di "Casa Keaton"? Michael Gross mi pare...
la cosa più divertente sono i commenti seriosi...
LOL....


secondo me non è un fake. E se anche lo fosse non vedo cosa farebbe ridere...

1- nella versione 1080p si notano chiaramente i LED accendersi a intermittenza perfettamente sincronizzati con le palpebre

2-si nota la contrazione dell'arco sopraccigliare come se fosse elettrostimolato

3-la qualità del video è elevata. Non che questo sia una prova, certo, ma mi vengono in mente i video sciacomari dove bastavano 3 frames per notare i tarocchi

Poi tutto un altro discorso è dimostrare che l'approccio possa produrre effettiva stereoscopia. Su questo sono più scettico, in relazione ai limiti fisiologici di contrazione/rilassamento dei muscoli, come giustamente notato da Terenzio. Con meno di 25 'blink' al secondo (per occhio) di 3d non se ne parla
Io m'immagino la tipella portata a casa con la scusa "Ti va di guardare Twilight in 3D?".

Dopo 30 secondi di visione lo sfarfallio delle ciglia finte produrrebbe una catastrofe di proporzioni inusitate in Australia...

Dopo 45 secondi parte la prima ciglia che a velocità smodata s'infilza nel parquet.

Dopo 50 secondi scatta l'attacco epilettico.

Dopo 20 minuti arriva l'ambulanza.

Bilancio:

Scatoletta di OKI per il crampo continuo: 20 € con Mistercard
Parquet rovinato: 300 € con Mistercard
Televisore nuovo ma inutile: 1800 € con Mistercard
Causa dall'avvocato di lei: 5700 € con Mistercard

Fare il figo al bar con gli amici vantandosi del nuovo acquisto:.......

25 € di birre con Mistercard...
Qualcuno ha già pubblicato...

http://www.cineblog.it/post/26534/3d-la-tecnologia-senza-occhialini-di-jonathan-post?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+cineblog%2Fit+%28cineblog%29
Per Shine

secondo me non è un fake. E se anche lo fosse non vedo cosa farebbe ridere...

Premesso che nessuno è obbligato a ridere dei video di questo tipo, io leggo fra le righe una sensazione di tedio e saturazione per le magnifiche sorti e progressive della visione tridimensionale. E la reazione è, più o meno: "Hai voluto il 3D? Pedala! Anzi, sbatti le palpebre!"
E la reazione è, più o meno: "Hai voluto il 3D? Pedala! Anzi, sbatti le palpebre!"

:D
IMAX non è necessariamente 3D, quindi potresti aver visto un film in IMAX 2D (che è più "avvolgente" di un 2D normale ma non è 3D).

Se ti dico che era un 3d è perché era un 3d. Mica sono così scemo da non capire la differenza.
@ Accademia dei pedanti
"Alcuni commenti al video chiedevano istruzioni su come si facesse esattamente, perché a loro non funzionava."

Molti altri insultano gli autori del video che invece, a mio avviso, hanno avuto un'ottima trovata: certa gente è proprio limitata!

Riscontro, inoltre, una netta corrispondenza tra ignorare la lingua italiana ("se le persone sarebbero meno stronze si vivrebbe meglio..") ed avere limitate capacità intellettive e sense of humor. Te ne sei accorto anche tu?

Si potrebbe pensare che chi si dedica ad argomenti scientifici tralasci la cura della forma dell'espressione, ma noto, con un certo piacere, che non è così.

Ho un aneddoto carino al proposito in cui, però, non farò nomi.

Luogo : università di Bologna,
Situazione : esame di matematica (istituzioni di analisi superiore, se non ricordo male).

Nella prova scritta, uno studente commette un grave errore grammaticale all'interno di un esercizio eseguito comunque correttamente.
Alla richiesta di spiegazioni su come mai fosse stato tolto mezzo punto per quell'esercizio, il professore risponde seraficamente: "Mio caro, il fatto che tu studi matematica non ti dispensa affatto dal conoscere l'italiano!" confermando il mezzo punto di penalizzazione.
@ mattia

Su, dai, non prenderla sempre come un attacco personale. :D
E confermo l'IMAX 3D. L'ho visto pure io (un miserrimo documentario sugli squali a Barcellona), ma con tecnologia "vecchia" e quindi abbastanza penoso.
@Riccardo (D.O.C.)

ROTFL!! XD
Per la cronaca, avevo subdorato la bufala, il mio personale bufalometro segnava 80 su 100 ;) ma ho preferito prenderla con una briciola di serieta', ipotizzando quali conseguenze potrebbe avere una simile "tecnologia". :)
Giusto per vedere che effetto avrebbe avuto. ;)
ARANCIA MECCANICA

Questo "inventore" deve aver pensato di dotare Alex di un'apertura automatizzata delle palpebre, infatti all'epoca del film Arancia Meccanica l'attore ne era sprovvisto, TOCCAVA METTERGLI IL COLLIRIO MANUALMENTE...
Non so perchè ma questo sistema mi sembra incredibilmente idiota. Se fosse vero, e ora che lo riguardo mi viene il dubbio anzi la certezza che sia una presa in giro, il prossimo passo sarà ficcare due proiettori direttamente negli occhi degli spettatori.

Facciamo che aspetto la connessione neurale per la RV immersiva. :D
In pratica c'è uno schermo zigrinato per cui ad ogni occhio viene inviata un'immagine diversa... a patto di essere alla distanza giusta, senza contare gli errori di parallasse.

E' una tecnologia chiamata "Barriera di Parallasse", è stata utilizzata anche dalla Nintendo nella sua nuova console portatile, la 3DS, in uscita nel mercato europeo e statunitense nei prossimi mesi.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Su, dai, non prenderla sempre come un attacco personale. :D

Ma no, detto dal dott. Turz non me la prendo.

Comunque quello che ho visto io era un documentario sulla ISS. Vederlo in 3d ti faceva sembrare di essere lì. Mostruoso.
Grandioso ho riso per mezz' ora :-D
Ma poi, nessuno si è chiesto a che cosa accidenti servano i DUE telecomandi da condizionatore?
Fantastico!
@ Pierfrancesco:
Ma chi non ha visto Star Trek è giustificato? :D

NO.

Solo per "Il futuro ha inizio" e per "L'ultima frontiera" si può fare eccezione.
Per non aver visto ogni altro film o telefilm della saga (i due succitati film non fanno parte della continuity) non esistono giustificazioni.

@Riccardo (D.O.C.):
Ma poi, nessuno si è chiesto a che cosa accidenti servano i DUE telecomandi da condizionatore?

E' ovvio: le due palpebre sbattono a velocità differenti, si surriscaldano diversamente e pertanto necessitano di sistemi di refrigerazione indipendenti.

Ciao

Carson
Bisognerebbe chiedersi prima di tutto chi è Francois Vogel:

http://www.paranoidus.com/director/1/francois-vogel/

Un video artista e regista esperto in manipolazione d'immagine. Mmmmm...

Ci sono altri evidenti discrepanze:

- Il fatto di mettere un elettrodo più o meno a caso sulle tempie e riuscire a stimolare solo ed esclusivamente il muscolo delle palpebre, non altri muscoli vicini e con quella velocità non solo di contrazione ma anche di rilassamento. Vedere un esperimento reale per capire i tempi di reazione dei muscoli:

http://www.youtube.com/watch?v=YxdlYFCp5Ic&feature=player_embedded

- Come è possibile che un dispositivo tanto piccolo possa fornire voltaggio sufficiente per: 1) stimolare i muscoli delle palpebre a quella velocità per la durata di un film 2) alimentare il ricevitore del segnale di sincronizzazione wireless 3) Alimentare i LED 4) Alimentare un microfono per il beep dei telecomandi da condizionatore.

- Lo schermo in cui suppostamente dovrebbe esserci il film non mi sembra adeguato alla frequenza necessaria per questo tipo di applicazioni (120Hz?)

- La frequenza di chiusura e apertura delle palpebre a quella velocità causerebbe per lo meno irritazioni oculari se non danni peggiori. Le ghiandole che secernono l'olio che lubrifica l'occhio non accompagnerebbe tale frequenza di sbattimento causando secchezza, irritazione, copiosa lacrimazione.

Zille
Uhauhauhauhauhauahuahuahuahauhaua!!!!

Questo qua è un RICERCATORE furbo e intelligente esattamente quanto i RICERCATORI di scie chimiche e lunacomplottismo...

Se gli va in pappa il cervello va dritto ai Darwin Awards..
Mi pare mostruoso. Mi sa che si fondono le cornee. Altamente controindicato per i portatori di lenti a contatto.
Poi non riesco ad immaginarmi con i muscoli delle palpebre in stile culturista.
@Dr. Ing. Mattia, PhD:
Ma no, detto dal dott. Turz non me la prendo.

Mi fa piacere che non la prendi sul personale (anche perché come sai sono villano con chiunque :-)).

Avevo frainteso la tua risposta alle parole di Paolo (o le stesse parole di Paolo) sugli occhiali da sole e quindi ho erroneamente creduto che tu avessi visto il film senza alcun tipo di occhiali, cosa ovviamente impossibile per l'attuale 3D commerciale, IMAX o non IMAX.

L'ho detto perché molte persone confondono l'IMAX col 3D. Ovviamente non uno spaccatore di capelli professionista, avrei dovuto arrivarci da solo ;-)
@Carson: ma scusa, se vanno a velocità differente allora anche la luminosità nei due occhi sarà differente! :-)
Ma rob' de ma'! (leggasi: "roba da matti") XD

Certo, io ho un dubbio apparentemente idiota ora: ma gli occhi si muovevano per via di un effetto speciale o era proprio una "abilità" di questo tizio?

Ne parleremo giovedì prossimo a Mishtero.
Una cosa divertente da condividere.

La tab di Chrome per questo post recita:
"TV e cinema 3D senza occhi..."

Questa sì sarebbe una vera rivoluzione!
@Riccardo (D.O.C.):

"se vanno a velocità differente allora anche la luminosità nei due occhi sarà differente! :-)"

Hummmm...posso sbagliare ma credo che i compensatori di Heisenberg agiscano pure sulla dilatazione della pupilla COMPENSANDO le diverse luminosità. :-)

Ciao

Carson
ma hai visto come cazzo sbatte lee palpebre!? fa paura!! :( insomma... non so cos'è meglio
ma vaff... ci sono cascato -.-
:D
Sarà il primo di aprile nel calendario maya?
D'accordo che è un falso perchè è fisicamente impossibile che un muscolo si muova con quella frequenza, ma qualcuno è in grado di spiegare come è stato girato il video? E' stato fatto a regola d'arte!
Tecnologia superata. Chi sa "vedere" gli stereogrammi può provare l'emozione di un filmato in 3D senza occhialini o congegni distruggi-palpebre.
Se non soffrite di epilessia, fotosensibiltà, ecc., potete trovare il filmato sulla pagina che ho linkato (Animated autostereogram).

Per i fisiologi che leggono questo blog: Sapete a quale frequenza avviene la tetanizzazione dei muscoli delle palpebre?
In tema di visione 3D, qualcuno mi saprebbe spiegare se esiste una soluzione per i poveri portatori di esoprotesi visive (occhiali)?

A parte passare alle lenti a contatto, ovviamente ...

grazie

PS: conto poco sul "3D senza occhialini"; seguendo una sempre interessante trasmissione di tecnologia di una radio nazionale, ho appreso che il 3d suddetto ha un sacco di limitazioni: funziona con un solo spettatore, la posizione del medesimo è fissa per avere l'effetto tridimensionale, ed insomma la qualità complessiva è piuttosto scarsa.
a giudicare dai commenti sembra che non tutti abbian capito che è uno scherzo... oppure sono io che non so cogliere le battute?
Oggi non è un giorno a caso:
17/01/2011
17 -> 7-1 = 6
2011, prendo il 2 resta 011, lo zero non è significativo
6-2 = 4
risultato 4/1/11
data da leggere in americano.
L'anno scorso, in occasione di un evento in Fiera Milano, ho avuto modo di provare i televisori con effetto 3D senza necessità di occhiali.
Non rammento se fossero quelli della Juma (posso comunque verificare) ma mi hanno un po' deluso.
Se non si è posizionati più che bene l'effetto degrada notevolmente ed in ogni caso non si ha un'eccelsa qualità d'immagine (presenza di immagini fantasma ed altri artefatti).
Per la cronaca io usavo gli occhialini 3D (ELSA 3D Revelator) sui simulatori di volo e di guida quando non il 3D ma nemmeno il 2D esisteva ancora :-)
Per ciò che riguarda gli stereogrammi qualche anno fa (almeno 5) avevo trovato un bel freeware per generarli; suppongo che ora se ne trovino svariati in rete.
Per concludere, occhiali o non occhiali, l'esperienza 3D più esaltante che io abbia mai provato è stata "Ritorno al futuro" agli Universal Studios di Los Angeles.
Quando mi capitava di recarmici (come se io andassi tutti i giorni agli Universal Studios) era la prima attrazione che andavo a visitare e durante la giornata cercavo di ritornarvi, nonostante le lunghe code, almeno un'altra volta.
Non vi metto nessun link perché o l'avete visto dal vero oppure nessun'immagine o filmato può darvi il senso di cosa fosse; cosa fosse perché ora, ahimè, in quel parco è stata sostituita (ovvove) dalle montagne russe virtuali dei Simpsons; è invece ancora presente, se non ricordo male, in un parco divertimenti della costa est e di uno dalle parti della Russia o del Giappone (giù di là insomma, seconda o terza a destra).
@Harry Potter 2
Un OSCAR è d'obbligo!!!
vorrei ricordare che l'olografia esiste da decenni. Quindi esiste almeno una base teorica per aspettarsi lo sviluppo di film 3D di qualita' che non necessitino di occhiali. Anche se esistono diversi problemi tecnici da risolvere.
o l'avete visto dal vero oppure nessun'immagine o filmato può darvi il senso di cosa fosse

Visto. Concordo!
Per Paolo
Vediamo se concordiamo anche su questo: era o no già un'emozione intensa far la fila una volta dentro all'edificio principale? Il laboratorio, gli schermi con i messaggi e gli avvisi di "Doc" ed infine l'attesa finale nello stanzino con rumori e tremori e la porta che infine si apriva sulla DeLorean...
E, aggiungo, detto da uno che ha trovato il film sì carino ma non più di tanto.
spero non sperimentino mai il cinema olfattivo... altrimenti le sonde dove le mettono?
bella storia!
ma il video dov'è?
:D
Tra un po' faranno anche una macchina che si monta direttamente sui piedi.
Del tipo, quattro rotelle sotto la pianta del piede, in fila o a coppie.
Rivoluzionario, no?
;)
o l'avete visto dal vero oppure nessun'immagine o filmato può darvi il senso di cosa fosse

'co cane, mi ricordo di tutto degli Universal Studios, anche le riprese di Desperate Housewives (che non è proprio il mio genere preferito). Ma questo no! Come è possibile? Ci sono stato anche quando c'era (ho verificato) ed ho gironzolato tutto il gironzolabile, ne sono certo. Mi avete messo in crisi...

spero non sperimentino mai il cinema olfattivo...

Per rimanere in tema, agli Universal Studios c'era Shrek 4D; le poltrone avevano spruzzatori, ventilatori,...In breve, facevano le puzze. Ammesso che ricordi bene, visto quanto detto sopra :-)
A parte che non mostrano neanche per un attimo cosa stia guardando, mi sembra che gli occhi guardino in direzioni diverse, soprattutto quando ruota la testa a 1'21". Prima muove un occhio poi l'altro lo segue, colpa dell'effetto stroboscopico? Noi di voyager crediamo di bho!
avevo dimenticato i filtri attivati
LOL

epilettico!
@pgc

Hai idea di dove trovare qualche fonte sullo stato attuale dell'olografia applicata al cinema?
Compensatori di Heisenberg... tu sei un fottuto genio!!! :)
Sono uno studente di ortottica (una branca dell'oculistica). Nessuno si è mai chiesto se il 3d (che consiste in una illusione ottica, quindi una forzatura) provochi dei danni a livello di quei meccanismi naturali atti a percepire la profondità? o peggio causi dei danni temporanei alla corteccia visiva?
Per Davide Amadori

Sono uno studente di ortottica (una branca dell'oculistica). Nessuno si è mai chiesto se il 3d (che consiste in una illusione ottica, quindi una forzatura) provochi dei danni a livello di quei meccanismi naturali atti a percepire la profondità? o peggio causi dei danni temporanei alla corteccia visiva?

Mi sa che la domanda è un po' prematura. Gli schermi dei computer, la normale tv, gran parte dei film al cinema sono ancora in due dimensioni. Quanti film a tre dimensioni potremmo vedere, vista l'offerta attuale? Io direi sue al mese. Quattro ore di visione forzata in un mese sarebbero in grado di provocare danni?
Davide hai fatto una giusta osservazione.
Perché guardare in 3D? dove nel migliore dei casi si vedono 3 strati in 2D del tutto innaturali.
L'effetto del 3D è un'assoluto scostamento dalla realtà... povero cervello!
Se proprio volete guardare un film in 3D poi andate a dormire, che non vi venga in mente di usare l'auto.
era o no già un'emozione intensa far la fila una volta dentro all'edificio principale?

Grande Giove, sì.
Strano che nessuno abbia ancora menzionato una delle prime tecnologie 3D, che già allora riusciva a fare a meno di qualsiasi "hardware". Fu sperimentata negli anni '40 e '50, ebbe un discreto successo negli anni '60, ma i governi di tutto il mondo si rifiutarono di permetterne la vendita nonostante chi la provasse fosse estasiato dal realismo delle immagini e dallo splendore degli effetti speciali. Così i cinema dovettero ripiegare sui famosi occhialini rosso-blu, che però fornivano un 3D di qualità nettamente inferiore. Qui un video con una dimostrazione d'epoca.
Un mio commento di ieri è trattenuto anche qui.
Ah ragazzi... non fatemi venir voglia di tornare negli States!!!

Agli Universal Studios sono andato a vedere Terminator 2: 3D.
Onestamente anche quello ha un suo perchè.
Oltre ad esserci l'effetto 3D, vieni immerso in questo mondo anche grazie agli stuntmen che ti corrono davanti sparando e agli effetti pirotecnici davvero ben concegnati.
Harry Potter 2 ha commentato:
Oggi non è un giorno a caso:
17/01/2011
17 -> 7-1 = 6
2011, prendo il 2 resta 011, lo zero non è significativo
6-2 = 4
risultato 4/1/11
data da leggere in americano.


Non ci arrivo :-(
@ué

Ha voluto deridere i deliri dei complottisti/visionari/catastrofisti che fanno calcoli in maniera arbitraria per trovare i riferimenti numerici che sostengono le loro teorie strampalate.
In questo caso la data di oggi sarebbe un chiaro riferimento al primo Aprile, ovvero l'1/4/11 (4/1/11 all'americana).
Avevo scritto un post sui tempi della contrazione di un muscolo, ma mi sa che è andato perso.
Lo riscrivo velocemente.
In un muscolo striato generico (ci sono comunque differenze fra diversi muscoli) il potenziale di azione si sviluppa in 10 ms, la contrazione in 50 ms e il rilasciamento in 60 ms. Il tetano incompleto si ha quando la fase di rilasciamento non è ancora finita all'arrivo dello stimolo successivo. Se la frequenza degli stimoli è tale da generare un potenziale d'azione all'inizio della fase di rilasciamento precedente si ha il tetano completo.
Quindi se la frequenza degli stimoli è superiore ai 12 al secondo (circa) si ha tetano completo e contrazione muscolare costante.
(4/1/11 all'americana).

Ah ecco, io invece leggevo 11/1/4 perciò non ci arrivavo :-)
Mio commento tardivo all'articolo:

AHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAAHAHHAHAHAHHAHAHA
AHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHA
HAHAHHAHAHAHHAHAHHAHAHHAHAHHAHHAHAHAHHAHAHHAHAHHAH
Atollo 299 dixit:
"In breve, facevano le puzze. Ammesso che ricordi bene"

Confermo: ricordi bene. Quando ho letto l'osservazione di Spawn è la prima cosa che mi è venuta in mente; se non l'avessi scritta tu, l'avrei fatto io :-)
In merito al fatto di non esserti accorto dell'attrazione di "Ritorno al futuro" può darsi che fosse chiusa per manutenzione (evento purtroppo non raro ma comprensibile nei parchi divertimenti) oppure fosse già in fase di smantellamento.

Per TizFX
Effettivamente anche il "Governator" aveva un suo perché. Penso che quello che rimanga più nella memoria sia quella specie di pungiglione metallico che usciva dallo schermo all'improvviso e ti si piantava a 10 cm dalla fronte, vero?

Infine, al di là delle 3 o 4 attrazioni agli Studios definibili "eccezionali" bisogna dire che quasi tutte le restanti sono comunque molto belle (personalmente tra le poche che avrei mandato al macero vi sono quelle di "E.T." e di "Jurassic Park"), minispettacoli compresi.
beh, sì, che sarà mai il rischio di lesioni alla cornea, a fronte della possibilità di vedere un film 3d più luminoso?
@anderson
mi pare di ricordare però che l'orbicularis e gli altri muscoli pellicciai avessero una frequenza di tetanizzazione più elevata.. ok, comunque dubito sia notevolmente più elevata :D

@Attivissimo
stai diventando fonte accreditata per la divulgazione di questa bufala comunque! già in tre forum in cui sono iscritto mi son trovato chi ha postato l'articolo con grande entusiasmo.. e che difende pure la veridicità in quanto tu sei fonte sicura :D
"ma qualcuno è in grado di spiegare come è stato girato il video? E' stato fatto a regola d'arte!"

il video è eseguito molto bene, ma il principio per realizzarlo non è particolarmente complicato: si fa il tracking degli occhi e gli si sovrappone l'immagine delle palpebre chiuse. e basta un semplice tracking in 2d perché se noti, quando gira la testa, c'è lo stacco dell'inquadratura
spero non sperimentino mai il cinema olfattivo...

Per rimanere in tema, agli Universal Studios c'era Shrek 4D; le poltrone avevano spruzzatori, ventilatori,...In breve, facevano le puzze. Ammesso che ricordi bene, visto quanto detto sopra :-)


già fatto negli anni '60: Smell-O-Vision
Per Thhh

stai diventando fonte accreditata per la divulgazione di questa bufala comunque! già in tre forum in cui sono iscritto mi son trovato chi ha postato l'articolo con grande entusiasmo.. e che difende pure la veridicità in quanto tu sei fonte sicura :D

E l'operazione ha secondo me un fine didattico da sottolineare. Se alcune persone ancora si basano sul principio d'autorità, e al posto di ipse dixit sostengono "Attivissimo dixit", sai già come selezionare meglio i tuoi amici. Non foss'altro perché nemmeno sanno leggere le etichette. :-)

Mai, mai, mai fermarsi a una fonte sola.
Effettivamente Paolo, ora che lo scherzo è riuscito, ti conviene fare un update nell'articolo spiegando che si tratta di un fake.
Altrimenti que lettori che non hanno voglia di leggersi tutti i commenti rischiano crederci per davvero ;-)
@Atollo299

no, mi spiace ma proprio non ne ho idea. Comunque immagino che i nuovi monitor trasparenti e flessibili in via di sviluppo offrano una via possibile... il trucco dell'olografia "tradizionale" (in realta' con olografia si indica un complesso di tecnologie molto diverse tra loro, impiegate anche in astronomia) e' quello di avere uno "stack" di foto impilato che interferisce a seconda della direzione da cui si guarda.

Un'altra possibilita' immagino possano essere i metamateriali, in quanto "curvano" la luce in maniera diversa dalle lenti tradizionali. O magari le plenoptic camera, di cui parlava questo blog poco tempo fa.

Comunque le mie sono pure illazioni, fantasie. Meglio una ricerca su internet o sulle riviste specializzate...

un saluto
ora che lo scherzo è riuscito, ti conviene fare un update

Concordo. Fatto.
"Il fatto che io scriva qualcosa in un articolo non significa che dobbiate spegnere le meningi e accettarlo senza spirito critico. "

Senza polemica, e' il limite che vedo in alcuni casi, caro Paolo: credere a un santone invece che ad un altro, ma la sostanza resta la stessa. Ottima idea quella di comunicare il messaggio con un piacevole scherzo.
alla fine del film i muscoli delle palpebre son talmente potenti che scatenano una tromba d'aria ad ogni battito :D :D :D c_Attivissimo sei stato :D (scherzo anch'io!!!)
@anderson @Thhh: sul tetano
L'ordine di grandezza è quello, ma varia notevolmente da muscolo a muscolo (la contrazione isometrica del soleo, ad esempio, dura più del doppio di quella del gastrocnemio e stiamo parlando di ventri di uno stesso muscolo).
Ho provato a spulciare su pubmed ma non ho ancora trovato informazioni utili riguardanti l'uomo. Proverò a cercare meglio. Va bene sbufalare, ma se si può anche imparare qualcosa...

@tutti: sugli "stimolatori" per palpebre.
Ho fatto da cavia in un esperimento in cui, data la vicinanza, lo strumento stimolava anche la contrazione delle palpebre. Personalmente l'ho trovato leggermente fastidioso (era una contrazione blanda con molti secondi di pausa tra le stimolazioni) ma alcune "cavie" hanno chiesto di interrompere l'esperimento perché lo trovavano doloroso.

@tutti: sul 3D senza occhialini
Sono l'unico ad avere ricordi d'infanzia riguardanti figurine di plastica con effetto 3D o, addirittura, filmati da una decina di fotogrammi?
Anche Wikipedia sembra confermare i miei ricordi: Lenticular Printing

@Paolo Attivissimo:
Il fatto che io scriva qualcosa in un articolo non significa che dobbiate spegnere le meningi e accettarlo senza spirito critico.

Le "bufale" ben fatte accendono i neuroni. Prima di leggere il tuo post non mi ero mai posto il problema della frequenza di tetanizzazione delle palpebre, problema che mi tormenterà fino a quando non avrò trovato risposta :)
Per verduz

Le "bufale" ben fatte accendono i neuroni. Prima di leggere il tuo post non mi ero mai posto il problema della frequenza di tetanizzazione delle palpebre, problema che mi tormenterà fino a quando non avrò trovato risposta :)

Attenzione però a non fare la fine del protagonista del film di Marco Ferreri Break up (noto anche come L'uomo dei cinque palloni). Il protagonista, proprietario di una fabbrica di caramelle, vuole sapere "scientificamente" fino a che punto si possa gonfiare un palloncino prima che scoppi, ma nessuno sa dargli la risposta. Alla fine, senza più scopi nella vita, si getta dalla finestra. :-)
Ah ecco, mi sembrava una presa i fondelli ! :-D
Un film di merda resta un film di merda anche se é in 3d
Io veramente lo avevo preso sul serio, con il riferimento ai compensatori di Heisenberg non poteva essere altro.
E vi dirò di più ho trovato anche un pacchetto per i film hard in 3D, dentro ci sono 3 aggeggini da applicare, non ho ben capito dove vada il 3°.....
In verita' all'ultimo SMAU Roma allo stand Dell avevano un monitor 3D che non aveva bisogno di occhiali, ma credo avesse un angolo di visione abbastanza ridotto...
"Ritorno al futuro" agli Universal Studios di Los Angeles
NuooooooOOOOO!!!! Quando ci sono stato io avevano già messo il simulatore-simpson....

:(((((
@Paolo Attivissimo:
si tratta di umorismo (fatto indicato sia da un attimo di ragionamento, sia dall'etichetta humor qui sotto)

...oltre che dal riferimento ai compensatori di Heisenberg, che chi ti legge da almeno 9 anni ti ha già visto usare :-)
Per Turz (e altri)

si tratta di umorismo (fatto indicato sia da un attimo di ragionamento, sia dall'etichetta humor qui sotto)

...oltre che dal riferimento ai compensatori di Heisenberg, che chi ti legge da almeno 9 anni ti ha già visto usare :-)


Si sa nulla, invece, dell'autore del video, tal Jonathan Post, dal Brasile, che però sta dietro la telecamera? A fare la dimostrazione è il suo amico François, che infatti parla inglese con accento francese.
Ha fatto altri video-burla, o è l'unico? :-)
@ Accademia de pedanti

> fare la dimostrazione è il suo amico François, che infatti parla inglese con accento francese.

Vedi il link nel commento #60

Ciao Zille
ROTFL :D

Saluti
Michele
:D Carina, ma non mi sono meravigliato più di tanto per la notizia, forse perché avevo appena letto il post di Weewee sugli IgNobel
dovevi dire: BAZINGA!
ed ecco svelato il trucco:
http://www.youtube.com/watch?v=Q3VoVjAF0h8
Grazie, ho aggiunto subito il link!
Lobotomia ha commentato:
ed ecco svelato il trucco:

Che bravi, LOL! :-)