skip to main | skip to sidebar
23 commenti

Buon equinozio, video NASA lo spiega

L'equinozio spiegato come si deve: con le immagini dirette



Questo video raccoglie un anno (dal 19/9/2010 al 19/9/2011) di immagini scattate alla stessa ora ogni giorno dal satellite geostazionario Meteosat-9, che sta fisso, rispetto alla superficie terrestre, sopra l'Oceano Atlantico.

Il risultato è una bella visualizzazione del modo in cui l'illuminazione solare varia nel corso dell'anno a causa dell'inclinazione dell'asse di rotazione terrestre rispetto al piano in cui il nostro pianeta orbita intorno al Sole. È questa variazione, e non quella della distanza Terra-Sole maggiore o minore (come credono in molti), a produrre le stagioni.

Quando il Sole si trova sullo stesso piano dell'equatore terrestre, il 20 marzo e il 22 settembre, il bordo dell'ombra (il terminatore) taglia la Terra da polo a polo (è verticale in questo video) e la durata del dì e della notte è uguale ovunque: per questo si parla di equinozio.

Tutti i dettagli sono in questo articolo (in inglese) su Earth Observatory.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (23)
"È questa variazione, e non la distanza Terra-Sole maggiore o minore (come credono in molti), a produrre le stagioni,"

Sì. Attenzione però che esistono anche le variazioni della distanza Terra-Sole (l'orbita del pianeta non è perfettamente circolare), che peraltro in questo periodo giocano a nostro favore (dove "noi" sono quelli che vivono nell'Emisfero Nord). Quando da noi è inverno, la Terra è un pochino più vicina al Sole, e quindi il clima è un po`meno freddo di quanto non sarebbe altrimenti; e viceversa d'estate siamo più lontani, e quindi soffochiamo un po' di meno.

Poi naturalmente ci sarebbe la precessione degli equinozi con il rovesciamento completo delle stagioni ogni 13.000 circa, ma forse queste cose è meglio non dirle altrimenti la gente si impressiona...
Paolo, refuso: hai scritto 20 marzo e 22 dicembre, invece l'equinozio autunnale è a settembre.
Bel video!
Stavo pensando chi mi spiegò per primo che le stagioni non erano provocate dalla distanza terra sole ma dall'inclinazione terrestre. Forse ricordo male ma mi pare di averlo letto su Topolino.
Sì lo so che si è già parlato del fatto che quel giornalino conteneva informazioni interessanti e collaborazioni prestigiose. È che ancora di recente ho letto l'espressione"queste cose valle a scrivere su topolino" rivolta ad un signoraggista. Topolino, almeno quello della mia infanzia non avrebbe mai dato spazio a certa gente.
C'era bisogno di un video della Nasa per spiegarci come dormono i cavalli?
Anche il commentatore che si firma Adriano Esposito ha usato recentemente la medesima espressione. RIPROVAZIONE :D
Refusi sistemati, grazie!
@ebonsi:
la precessione degli equinozi determinerebbe un rovesciamento delle stagioni ogni 13000 anni se l'anno gregoriano coincidesse con quello siderale; siccome invece l'anno gregoriano è stato approssimato molto bene (26 secondi di differenza) all'anno tropico, il rovesciamento avviene in circa 600000 anni.
la precessione degli equinozi determinerebbe un rovesciamento delle stagioni ogni 13000 anni se l'anno gregoriano coincidesse con quello siderale; siccome invece l'anno gregoriano è stato approssimato molto bene (26 secondi di differenza) all'anno tropico, il rovesciamento avviene in circa 600000 anni.

Yessss.
Quello che si "rovescerà" saranno le costellazioni visibili in una data stagione.

Pignoleggio precisando che tale inversione non avviene di colpo, come potrebbe sembrare da una lettura affrettata di pressochè tutti i testi che ho letto in Internet sull'argomento, ma è il risultato di un processo continuo, graduale e presente anche adesso.
Per me vederlo è stato più chiaro di mille spiegazioni ricevute.
interessante anche questo video riguardante i crateri della luna

http://youtu.be/UIKmSQqp8wY
Bello! Anche se prevedibile... ;-)
@ ebonsi
Sei sicuro che sia come dici tu, cioè che l'estate boreale coincide con il perielio dell'orbita tyerrestre? Io ricordavo la cosa opposta (estate boreale=afelio, estate australe=perielio). Se hai dei link in cui posso riscontrare se hai ragione o meno me li mandi?
Grazie.
Per chiarezza: le costellazioni si rovesciano rispetto alle stagioni ogni 13000 anni. 600000 anni è un periodo molto approssimato in cui il calendario gregoriano è rovesciato rispetto alle stagioni, ma bisogna ricordare che è un calcolo che non tiene conto della variazione della durata del giorno su tempi così lunghi.
l'estate boreale coincide con il perielio dell'orbita tyerrestre? Io ricordavo la cosa opposta (estate boreale=afelio, estate australe=perielio).

La Terra è in perielio i primi giorni di gennaio (quest'anno il 5), e in afelio i primi di luglio(quest'anno il 5).
600000 anni è un periodo molto approssimato in cui il calendario gregoriano è rovesciato rispetto alle stagioni, ma bisogna ricordare che è un calcolo che non tiene conto della variazione della durata del giorno su tempi così lunghi.


E soprattutto si è già previsto che tra circa 3000 anni si dovrà correggere l'errore accumulato, che a quel punto sarà di un giorno.
Per sicurezza me lo sono annotato anch'io.
@Gískard:

fai una ricerca per "boreal summer perihelion".
Qualcuno spiega a questo signore del Sole24ore che il fatto che l'equinozio e quindi, perdonate, il primo giorno di primavera caschi il 20 di marzo niente ha a che fare con l'anno bisestile?
(http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-03-20/oggi-primavera-144316.shtml?uuid=AbPwIKBF)
e per fortuna che ce lo spiega lui ...
Da quello che dice martinobri e da quello che leggo in rete, ricordavo bene: la nostra estate (cioè quella boreale che va da giugno a settembre circa) si trova nei pressi dell'afelio, quindi del punto più lontano dal Sole. Comunque non credo proprio che le variazioni della distanza Terra-Sole durante l'anno, siano percepibili dal corpo umano.
Saluti.
Comunque non credo proprio che le variazioni della distanza Terra-Sole durante l'anno siano percepibili dal corpo umano.
Saluti.


Infatti. Probabilmente però sono recepibili dal sistema Terra (maiuscolo).
Nell'emisfero boreale vi sono più masse continentali che nell'emisfero australe, e l'acqua e la terra (minuscolo) rispondono in maniera diversa all'irraggiamento; questo, unito alla lieve differenza che esiste tra l'irraggiamento al perielio e all'afelio e alla durata delle stagioni (che non è identica), alla lunga possono portare a grandi cambiamenti nella circolazione atmosferica e quindi nel clima.
La teoria di Milanković sulle cause astronomiche delle glaciazioni dice qualcosa di simile.
@marcov
Stavo pensando chi mi spiegò per primo che le stagioni non erano provocate dalla distanza terra sole ma dall'inclinazione terrestre. Forse ricordo male ma mi pare di averlo letto su Topolino.
Sì lo so che si è già parlato del fatto che quel giornalino conteneva informazioni interessanti e collaborazioni prestigiose. È che ancora di recente ho letto l'espressione"queste cose valle a scrivere su topolino" rivolta ad un signoraggista. Topolino, almeno quello della mia infanzia non avrebbe mai dato spazio a certa gente


Viva la cultura di Topolino! :D

Certo però che quella Mole Antonelliana nel 1860...


p.s. "Commento #NaN" ? I commenti sono tutti diventati numeri immaginari? Allora è vero che noi commentatori non esistiamo, è tutto testo generato a casaccio da un computer del Maniero Digitale...
http://www.galileonet.it/articles/4f68721872b7ab3e31000057

O_O !!
ho commentato l'articolo del sole 24 ore ma il commento non appare
ho fatto notare 2 volte che hanno scritto una sciocchezza grossa come una casa e mi hanno ignorato...mi verrebbe voglia di scrivere una mail ma non si trova un indirizzo a pagarlo oro...

vedremo
ho commentato l'articolo del sole 24 ore ma il commento non appare
...
ho fatto notare 2 volte che hanno scritto una sciocchezza grossa come una casa e mi hanno ignorato...mi verrebbe voglia di scrivere una mail ma non si trova un indirizzo a pagarlo oro...


Va beh, che pretendi da un giornale che sostiene già dal titolo che il Sole c'è per 24 ore?




NOn era brutta, era pessima... risparmiate bytes, lo so da me