skip to main | skip to sidebar
29 commenti

Allora, cos’era il grande annuncio della NASA? Un pianeta “simile” alla Terra

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle gentili donazioni di “paolofut*” e “fcolli*”. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora (anche con un microabbonamento). Ultimo aggiornamento: 2015/07/24 00:45.

Credit: SETI Institute/Danielle Futselaar
Allora, qual era la grande notizia annunciata per oggi dalla NASA? Semplice: la scoperta del primo pianeta extrasolare di tipo terrestre orbitante intorno a una stella simile al Sole e alla distanza giusta per avere, o aver avuto, acqua liquida. In pratica, il miglior candidato mai trovato per un altro mondo abitabile.

Un bel risultato scientifico, non c'è che dire, ma nulla a che vedere con le ipotesi clamorose circolate nelle scorse ore in seguito all'annuncio della conferenza stampa indetta per le 18 di oggi. E soprattutto non è detto che quel pianeta sia abitabile, men che meno abitato.

In sintesi, questo è l'annuncio del SETI Institute: è stato rilasciato un catalogo aggiornato dei pianeti extrasolari candidati, compilato usando i dati della sonda spaziale Kepler. Il catalogo aggiunge oltre 500 pianeti possibili ai 4175 già trovati fin qui. Va sottolineata la parola candidati: vuol dire che, come dice del resto il comunicato, la sonda identifica la presenza di possibili pianeti osservando le variazioni di luminosità periodica delle stelle, ma la conferma dipende da altri strumenti.

L'aspetto interessante del catalogo è che fra i candidati ce ne sono dodici nuovi che hanno un diametro inferiore al doppio di quello terrestre e orbitano nella cosiddetta zona abitabile della propria stella, ossia nella regione nella quale l'energia emessa dalla stella permetterebbe l'esistenza di acqua allo stato liquido sulla superficie del pianeta.

Illustrazione ipotetica di un pianeta
come Kepler 452b.
Di questi candidati, uno, deniminato Kepler 452b, è il primo a essere confermato come pianeta. Si trova a 1400 anni luce, nella direzione della costellazione del Cigno, e orbita in 385 giorni intorno a una stella molto simile al nostro Sole (solo il 4% più massiccia, il 10% più grande di diametro e il 20% più brillante). La distanza orbitale di questo pianeta è paragonabile a quella della Terra dal Sole.

Le sue dimensioni (diametro circa il 60% maggiore di quello della Terra) e il tipo di stella intorno al quale orbita, dice il comunicato, indicano che è probabilmente di tipo roccioso. È insomma un gemello della Terra, o quasi. Molto quasi: secondo questi criteri, infatti, sono “gemelli” della Terra anche Marte, dove non c'è atmosfera respirabile e le radiazioni solari arrivano al suolo senza essere filtrate, e persino Venere, un inferno rovente con temperature medie al suolo di 460°C che farebbero fondere il piombo. E con un diametro maggiorato del 60% la gravità sarebbe circa il doppio di quella terrestre: viverci sarebbe come portarsi un'altra persona addosso tutto il giorno. Quindi andiamoci piano prima d'immaginarci una seconda Terra accogliente e pronta per farci un villaggio vacanze esclusivo.

Un altro aspetto interessante segnalato dal comunicato è che la stella di Kepler 452b ha un miliardo e mezzo di anni più del Sole, per cui potrebbe darci un'indicazione di quale futuro potrebbe avere la Terra (sottolineo i vari potrebbe). La maggiore energia emessa dal suo sole invecchiato potrebbe averne scaldato la superficie fino a farne evaporare gli oceani.

I dettagli della scoperta di Kepler 452b verranno pubblicati nell'Astronomical Journal.

Tutto qui. Sensazionalismi a parte (anche da parte della NASA, va detto), è interessante vedere che ora siamo in grado di trovare pianeti extrasolari di tipo terrestre anche a distanze notevoli e fa piacere che ogni scoperta di questo tipo ci permetta di affinare le nostre stime del numero di pianeti abitabili nell'universo. Ma non c'era bisogno di ricorrere ad annunci clamorosi.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (29)
http://www.nasa.gov/keplerbriefing0723
Vecchi smidollati, fate i panini e prendete un paio di borracce, e andiamo su Kepler 452b a vedere se c'è vita.

E voi altri che rimanete qui, non aspettateci alzati.
E.T. telefona Kepler...
Mi sembra che ultimamente la NASA stia ricorrendo spesso agli "annunci clamorosi", potrebbe trattarsi di un modo per ottenere maggiori finanziamenti.
Bene, aspettiamo la sonda che andrà a fotografare il pianeta. Fra solo due milioni e mezzo di anni potremmo ricevere le prime fotbah...

Commento precedente scherzoso, ovviamente.
Calcoli del tempo fatti alla carlona a mente. Quindi sicuramente errati.
Presumo che potrebbe benissimo essere un pianeta con acqua liquida... e basta, specialmente se non c'è una protezione dalle radiazioni come quella data dal campo magnetico terrestre.
su un pianeta del genere (ma si può realmente definirlo di classe M?) manco Khan sarebbe sopravissuto
Ma il Boia da Khan si però...
Battuta da veneti...
[quote-"Fx"]Vecchi smidollati, fate i panini e prendete un paio di borracce, e andiamo su Kepler 452b a vedere se c'è vita.

E voi altri che rimanete qui, non aspettateci alzati. [/quote]

Lo zainetto è bell'e pronto: ci sono la pila a led, la bussola, il binocolo, qualche cartina stradale (perché non si sa mai), il coltellino svizzero, la macchina fotografica, un k-way (in caso di pioggia), un po' di fumetti da leggere durante il viaggio...
Quando si parte? :-D
bombarda: ovviamente. Da qualche anno a questa parte, e ho avuto già modo di dirlo più e più volte, anche la NASA ha capito che più fa presa sull'opinione pubblica più riesce ad avere finanziamenti dalla politica. Il più bravo nel settore è ovviamente Musk, poi c'è la NASA. L'ESA invece a livello di comunicazione ha le scoregge in testa - credo renda bene il mio disappunto, non esiste da nessuna parte al mondo che una realtà di quelle dimensioni non sia capace di fare l'ABC della comunicazione. A titolo esemplificativo avevo riportato come i millemila video che la ESA ha pubblicato sul suo canale YouTube hanno a stima all'incirca le visualizzazioni di UN singolo video nostro diventato virale. Con la Cristoforetti ci si metteva davvero poco a realizzare un video emozionale che avrebbe fatto il giro dell'Italia (sui social intendo) 6 volte... Una spesa di qualche migliaia di euro, al più una decina, e avevi triplicato in una botta sola le visualizzazioni del tuo intero canale.
Attendiamo che Zefram Cochrane faccia il suo dovere per andare a verificare di persona.
ad esser onesto pensavo che avevano trovato tracce di vita su Marte!

Segnalo solo che l'articolo c'è già (è stato pubblicato il 23 luglio)

http://www.nasa.gov/sites/default/files/atoms/files/ms-r1b.pdf
(cioè oggi, ops :D la fisica fa perdere la cognizione spazio-temporale)

http://www.nasa.gov/sites/default/files/atoms/files/ms-r1b.pdf
Vi siete dimenticati l'asciugamano...☺
Millequattrocento anni luce. Ma con la nuova autostrada si accorcia di un paio d'ore. (Woody Allen)
Paolo, dici poco. Vuol dire che Interstellar aveva ragione!
:-D
Comunque, un pianeta simile alla Terra col 20% di irraggiamento in più... oddio
Col 60% di diametro in più Kepler 452b è il miglior pianeta extrasolare di tipo terrestre di sempre!
Leggevo proprio stamane di "Interstellar News" che gli astronomi di Kepler 452b hanno scoperto un pianeta simile al loro orbitante attorno alla stella Sole. La scoperta pero' viene sminuita dal loro blogger MoltoAttivo.
[quote-"Fx"-"/2015/07/allora-cosera-il-grande-annuncio-della.html#c8259853059846458649"]
Vecchi smidollati, fate i panini e prendete un paio di borracce, e andiamo su Kepler 452b a vedere se c'è vita.

E voi altri che rimanete qui, non aspettateci alzati.
[/quote]
Corpo di mille fulmini!
Vecchio smidollato a chi, pivello?
Su 452b di vita ce n'è, eccome, ma guai a te ti ci presenti, che ci rovini la piazza a noi vecchietti... che se si viene a sapere che veniamo dallo stesso pianeta di questi qua che si presentano in discoteca con panini e borracce la nostra reputazione è rovinata!!!

Ciao

Carson
Gouliano 47 :-))))))
A me sembra comunque una notizia formidabile. Penso anche che dà qualche risposta CONCRETA in più a una delle domande che l'Umanità si pone da migliaia di anni e cioè se siamo soli nell'Universo.
@Paolo: Di questi candidati, uno, deniminato Kepler 452b, è il primo a essere confermato come pianeta.

Facciamo un po' di chiarezza: 11 dei 12 candidati nella HZ sono stati validati già in gennaio da Torres et al., Astrophysical Journal, 2015: "We present an investigation of twelve candidate transiting planets from Kepler with orbital periods ranging from 34 to 207 days, selected from initial indications that they are small and potentially in the habitable zone (HZ) of their parent stars. [...] Eleven of the twelve candidates in our sample have been validated here as planets to a very high degree of confidence exceeding 99.73% (3σ)."

La paper con la validazione di Kepler 452-b è invece Jenkins et al., Astronomical Journal, 2015. Notare che si tratta di una rivista DIVERSA. Tra l'altro di 452-b non si sa nemmeno se sia roccioso o gassoso: "The likelihood that this planet has a rocky composition lies between 49% and 62%." Troppo basso per affrettare conclusioni (a meno che non mi sia perso qualcosa?).

La novità di 452-b rispetto ai numerosi pianeti simili alla Terra in habitable zone, è quella di orbitare una stella simile al Sole a distanze simili ad 1AU e con una massa < 2 Earth mass. Non poco, ma in termini di ESI (Earth Similarity Index), 438-b è solo di poco inferiore, anche se orbita una stella completamente diversa dal Sole (molto più fredda e piccola). In compenso è quasi sicuramente roccioso.

Insomma... una gran confusione e un annuncio che in effetti si poteva dare con un po' meno fanfara. Ma quando c'è il SETI di mezzo...

pgc,

Facciamo un po' di chiarezza: 11 dei 12 candidati nella HZ sono stati validati già in gennaio

Grazie del chiarimento; io stavo riportando quanto detto dal comunicato stampa NASA, che parlava di un solo confermato.
Alcune domande a cui spero si possa dare qualche risposta: Ma ci sarà mai modo di poter esaminare l'atmosfera di un pianeta per vedere meglio la sua composizione? E che apporto darà il James Webb nella ricerca degli esopianti?
Facendo seguito alle note di pgc:

http://www.galileonet.it/2015/07/kepler-452b-non-proprio-il-gemello-della-terra/