skip to main | skip to sidebar
10 commenti

Repubblica e Star Wars, nuovo festival dell’incompetenza giornalistica

Guardate cosa scrive Repubblica a proposito del Force Friday, la giornata d'inizio della vendita di gadget e giocattoli legati al prossimo film di Star Wars, e piangete.


Costume da Darth Vader per bambini

Oggi, venerdì 4 settembre, i Disney Store hanno celebrato il Force Friday, il "venerdì della forza", il giorno del lancio tanto atteso dai fan e dai collezionisti di Star Wars dei nuovi gadgets, giochi e altro merchandising ispirati al nuovo capitolo della saga di Guerre Stellari "Il risveglio della forza". Dal droide robotico BB-8, agli elmetti di Darth Vader e degli Stortrooper, ai nuovi costumi di carnevale, ormai la spada laser per giocare ai guerrieri Jedi non basta più, e mentre cresce l'attesa per l'uscita del nuovo episodio di Guerre Stellari al cinema, la saga ispira i gadget più strani e azzardati.

Pazienza per il droide robotico (esistono forse dei droidi non robotici?); pazienza anche per gli Stortrooper (saranno soldati con la scoliosi? È un arguto gioco di parole riferito alla mira proverbialmente imprecisa delle truppe d'assalto imperiali?). Ma scrivere che quello raffigurato è un “costume da Darth Vader” è un trionfo d'incompetenza. Ed è così da ieri.

Milioni di dollari spesi da Hollywood in campagne promozionali, quasi quarant'anni d'iconografia di uno dei cattivi più memorabili della storia del cinema, e Repubblica riesce lo stesso a trovare una capra di guerra che non sa che aspetto ha Darth Vader. E riesce a far scrivere proprio a quella capra un “articolo” su Star Wars.

Ringrazio @WarpTen10 per la segnalazione. Per gli increduli, ecco un link a una copia su Archive.is, a imperitura memoria e per non regalare clic a Repubblica.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (10)
Spero che tu Paolo, in quanto giornalista, non ti offenda, ma devo sottolineare un fatto:

-da Pilota militare e di Linea, ogni volta che leggo un articolo "aeronautico" è pieno di fesserie,
-amici medici mi dicono che gli articoli riguardanti la medicina sono inattendibili,
-amici architetti mi dicono che gli articoli su arte ed architettura sono pieni di bufale,
-qualsiasi professionista afferma che i giornali scrivono stupidaggini riguardanti le loro attività

è vero che la stragrande maggioranza dei giornalisti sono ormai ragazzi pagati un tanto al kg, ma certo che c'è da vergognarsi della nostra stampa!

Ok, però "Stortrooper" è un semplice refuso, nelle didascalie delle foto è sempre scritto correttamente.
Ma la maschera di che personaggio sarebbe?
Martinobri,

è Kylo Ren (http://it.starwars.wikia.com/wiki/Kylo_Ren).
Con tutto il rispetto (so che c'è gente che ci guadagna nel mercato del collezionismo più accanito) sono cose che non regalerei al mio peggior nemico!
Uff, leggendo l'articolo per un attimo ho sperato di rivedere il mitico tag "capre di guerra" :(
Tommy,

Ottima idea. Fatto!
Io ho sempre più l'impressione che a scrivere di film sui giornali siano gli "scarti" della redazioni di politica, sport e cronaca nera.
Spiegherebbe perché facciano errori così grossolani ogni volta che parlano di un film che non sia "morte di un cavallo da tiro polacco" o "natale a pizzo calabro".

Insomma, un po' come quegli sceneggiatori di Hollywood che finiscono a scrivere di fantascienza nonostante siano completamente alieni al genere perché devono pur mangiare.
https://youtu.be/FXLfpwFeNTU

Almeno non hanno scritto "Star Trek", è un grosso passo in avanti secondo me.
Kylo Ren? Ma vendono i gadget di un personaggio che ancora nessuno conosce!
Tanto valeva fare i pupazzetti di Argush e di Mel'chiorr (coprotagonisti dell'episodio X).
(E comunque il prossimo film secondo me non sarà canonico).