skip to main | skip to sidebar
13 commenti

Vaccini e autismo: nessuna correlazione anche secondo la Procura di Trani

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora (anche con un microabbonamento). Ultimo aggiornamento: 2016/06/02 16:50.

La magistratura è stata spesso criticata per le sue ingerenze in una questione schiettamente scientifica come il presunto (e smentitissimo) legame fra vaccini e autismo, rivelatosi poi una truffa. Molti genitori, comprensibilmente preoccupati, hanno considerato alcune sentenze come prove inoppugnabili di questo legame, dimenticando che i criteri giuridici di assegnazione di una pena o di un risarcimento sono molto diversi da quelli dei risultati scientifici. In particolare è stato dato peso alla sentenza del Tribunale di Rimini del 2012, poi ribaltata in appello.

Ora arriva la notizia che la Procura di Trani ha concluso che “non sussiste alcuna relazione tra vaccinazione e insorgenza della malattia” nell'ambito di un’indagine partita in seguito alla denuncia di una coppia di genitori, secondo i quali l'autismo che ha colpito i loro due figli sarebbe stato causato dalla vaccinazione trivalente contro morbillo, parotite e rosolia.

Non voglio assolutamente mettere in secondo piano la sofferenza della famiglia o mettere in dubbio la sua buona fede: capisco benissimo che di fronte a una situazione drammatica, circondati da un bombardamento mediatico disinformante, dei genitori possano volere una spiegazione e cercare un colpevole.

Ma questa ricerca di una giustificazione e di un colpevole sta causando danni seri. Il rifiuto delle vaccinazioni, istigato da dicerie che non hanno alcuna prova oggettiva, sta facendo riemergere malattie quasi dimenticate e sta causando sofferenze e morti. Sì, morti: se non ci si vaccina, di morbillo si può morire: ci sono stati 114.900 morti nel mondo nel 2014, secondo i dati dell'OMS. Prima delle vaccinazioni di massa erano due milioni e seicentomila l’anno.

Che cosa è successo alla Procura di Trani? Molto semplicemente, la Procura ha incaricato degli esperti (un neurologo, un medico legale, un pediatra, un cardiologo e il direttore del dipartimento di malattie infettive, parassitarie e immunomediate dell’Istituto Superiore di Sanità) e li ha ascoltati.  Quello che in teoria dovrebbe succedere sempre. Questi esperti hanno portato una montagna di prove: in positivo, ricordando che il legame vaccini-autismo è una truffa architettata da un ex medico britannico, Andrew Wakefield: e in negativo, presentando gli studi scientifici che hanno cercato in mille modi qualche traccia di correlazione e non l’hanno trovata.

L’autismo, insomma, ha altre cause: quali siano non si sa ancora, ma è ora di piantarla di sprecare tempo e soldi cercandole dove sappiamo benissimo che non ci sono. Ed è ora che chi dissemina la balla del legame vaccini-autismo si renda conto che sta aiutando un truffatore, Wakefield, che s’è intascato mezzo milione di euro fregandosene delle vite dei bambini che metteva a rischio ed è ancora in giro a far danni. Io non sono un medico, ma conosco le truffe. Ed è ora di dire chiaro e tondo che chi fa antivaccinismo spalleggia un truffatore.


––

Per quanto riguarda le critiche degli esperti della Procura di Trani alle linee guida dell’OMS sulle vaccinazioni e la loro proposta di “eseguire alcuni esami ematochimici nei soggetti a rischio e, in particolare, nei bambini piccoli” per “avere qualche elemento in più per capire se sono nella condizione di sopportare lo stress immunitario delle vaccinazioni senza rischi gravi per la salute”, va sottolineato che le linee guida sono calibrate sulle condizioni sanitarie di tutti i paesi del mondo. Ci dimentichiamo spesso che gran parte dell’umanità non ha acqua potabile, ha disperato bisogno dei vaccini per evitare decine di migliaia di morti l’anno e non può permettersi il nostro lusso di chiedere esami su esami nella remota ipotesi che ci sia un eccessivo stress immunitario. Questi sono atteggiamenti da primo mondo.

In questo senso sono chiare le parole di Alberto Villani, vicepresidente della Società italiana di Pediatria: “Le linee guida dell’Oms sui vaccini sono elaborate per tutto il mondo, e vanno poi adattate ai singoli paesi... tengono conto della situazione di tutti, poi sta al singolo stato adattarsi”. Sullo “stress immunitario” la sua risposta è altrettanto chiara: “Un banale raffreddore determina in un organismo una risposta anticorpale equivalente ad eseguire più di mille vaccinazioni”. Quindi l’idea che la vaccinazione trivalente causi uno stress eccessivo è una bufala. E il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Walter Ricciardi, ha rincarato la dose: “Non c'è alcun test del sangue da fare prima delle vaccinazioni per indicare il rischio di eventuali effetti collaterali... sarebbe inaccettabile, sia dal punto di vista etico che scientifico, sottoporre bambini piccolissimi a test invasivi, inutili e costosi”.

Infine va chiarito, giusto per scrupolo, che questi ipotetici “esami ematochimici” non avrebbero assolutamente lo scopo di rivelare eventuali sintomi di autismo.


Fonti aggiuntive: WiredANSA.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (13)
A proposito di vaccini...
Anche se esula da questo articolo, mi ricordo che anni fa alcuni ricercatori asserivano che i tumori si potevano curare con una vaccinazione. Apriti cielo. Questi poveracci vennero sommersi ed annichiliti dalle proteste dell'elite dei medici legati alle case farmaceutiche. È invece notizia di questi giorni che in Germania ci si appresta a testare sugli umani un vaccino antitumorale... Speriamo sia efficace.
Refuso: [...] nei bambini piccoli” per “da avere qualche [...] per e da sono due preposizioni, non vanno insieme. :-)
andy,

refuso sistemato, grazie!
Un dodicenne ha fatto un video, ironico ma lucido, sugli anti-vaccinisti.
Spero sia replicato da un umorista italiano sulle nostre TV:
https://www.youtube.com/watch?v=amkt09xZw78
max,

senza nomi e riferimenti precisi, il tuo ricordo è pura diceria. Magari i ricercatori avevano proposto un metodo completamente diverso da quello che adesso è stato, a tuo dire, annunciato. Prima di accusare di corruzione dovresti verificare i fatti.

Presentali, se li hai. Vorrei evitare che questo blog diventasse il deposito del pettegolezzo da bar. Grazie.
E se c'è arrivata persino la Procura della Repubblica di Trani, allora possono arrivarci davvero tutti.
L'idea che dei giudici si pronuncino sull'inferenza statistica mi fa un po' ribrezzo... ma ogni voce in più che ridicolizza gli antivaccinisti è una buona notizia.
Posso permettermi di segnalare un bell'articolo a fumetti (ma con le fonti, ci mancherebbe!) sulla vicenda Wakefield e su vari dubbi ricorrenti sui vaccini?
http://graphic-news.com/stories/vaccinofobia/
Darshan

Sono d'accordo sul concetto.
Aggiungo che l'affermazione "i vaccini non causano l'autismo" è quasi certamente vera perché supportata da studi scientifici. Non perché me lo dice una qualsiasi Procura della Repubblica.
Ma è vero cge prossimamente la Procura di Trani si esprimerà anche sul Teorema di Pitagora?
Non è che le Procure si esprimono di loro iniziativa. Ci sono delle cause intentate per cui devono esprimersi. Capita anche all'estero mica solo in Italia.
Scatola Grande

Chiaro. Ma il buon senso o un informazione minima dovrebbero essere sufficienti ad una persona normale di capire che non dovrebbe arrivare al punto di dover tirare in mezzo la procura. Il ragionamento è lo stesso che si ha per interrogazioni parlanentari su scie chimiche che richiedono una risposta del governo ;)
sono diversi anni che in un gruppo sull'handicap di un amica che aiuto a gestire qualcuno propone post sulla presunta correlazione tra vaccinazioni e autismo e o handicap, e mi prendo insulti diretti e tra le righe (quando ti trattano come chi esprime un opinione contraria fosse stupido e ignorante) anche se non controbatti direttamente loro ma ti limiti a postare link che spiegano che si tratta di bufale... alla fine quando chiedi loro di linkare le fonti... si scopre che quasi sempre le fonti hanno un affidabilità prossima allo zero assoluto... link di medici antivaccinisti e tho guarda caso omeopati, link di video di personaggi dello stesso genere se non peggio...