Cerca nel blog

2008/03/03

Lunacomplotti stasera a Raidue in Voyager

Stasera Voyager parla di messinscene lunari, bloggata in diretta



Questo articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Raidue trasmetterà, stasera alle 21 circa, una puntata di Voyager che si occupa degli sbarchi sulla Luna.

Fra gli ospiti è annunciato Roberto Pinotti, che stando alla presentazione della trasmissione evidenzierà "incongruenze e contraddizioni di una missione che doveva, a tutti i costi, essere un successo." Lunacomplotti, insomma, sia pure confezionati eufemisticamente. Che c'è, manca il coraggio di dire le cose come stanno?

Anche Pinotti viene presentato vagamente come "scrittore", senza dire che è ben più noto, ed è chiamato a Voyager, non perché scrive, ma perché è un ufologo, presidente dell'associazione privata Centro Ufologico Nazionale. Mestiere rispettabilissimo, per carità, ma questa riluttanza a qualificarlo correttamente fa sembrare che la redazione di Voyager sia pudicamente a caccia di una rispettabilità che sente di non avere.

Io sarò qui a bloggare durante la trasmissione, per vedere quali siano queste asserite "incongruenze e contraddizioni". Spero che la redazione si sia preparata molto, molto bene sull'argomento, perché quando sento parlare in prima serata, su una rete televisiva nazionale, di lunacomplotti e di gente che vuol rovesciare fango su una delle più grandi imprese umane, esplorative e tecniche della storia, mi prudono veramente le mani, come è già successo con Minoli e La storia siamo noi. Prudono in direzione della tastiera, s'intende (e più specificamente in direzione della casella di e-mail di Voyager, voyager chiocciola rai.it): ma chi ha realmente rischiato la pelle per compiere quella missione non è altrettanto tollerante.

Ecco infatti come Buzz Aldrin, l'astronauta che allunò insieme a Neil Armstrong, rispose al lunacomplottista Bart Sibrel che lo perseguitava e lo accusava pubblicamente di essere "un codardo, un bugiardo e un ladro".



Va detto che Aldrin, all'epoca del video, aveva 72 anni. Sibrel la metà. Che sia una lezione per chi vuol fare l'imbecille a spese di gente che non solo ha rischiato tanto, ma a volte ha anche perso tutto.

Andate alla Nasa, o ai familiari di Virgil Grissom, Roger Chaffee e Ed White, a dire che questa fu una messinscena. Questo è quel che restava dell'abitacolo della loro capsula dopo l'incendio in cui morirono.



La bloggata


Parte il teaser. Oh no, la sirenetta su Marte... cominciamo veramente alla grande. Prima falsità: la NASA si è pronunciata eccome. E non poteva mancare la panzana della bandiera senza ombra sulla Luna. Le ombre non sono parallele nemmeno sulla Terra. Se a qualcuno interessa la mia compilation di indagini lunacomplottiste, è qui.

Apollo prima di Gemini? Ma cosa si sono bevuti questi signori? No, no, no: Mercury, Gemini, poi Apollo (ne parlo nei commenti qui sotto).

Come mai sparirono i guasti tecnici? Perché a questo servono le missioni di prova, cari miei. Per eliminare progressivamente i problemi.

Ecco che arriva il complotto: prima fanno pubblicare a Thomas Baron il rapporto (di 500 pagine) e la testimonianza che denunciano i ritardi e le negligenze, poi lo fanno fuori, senza far sparire il rapporto. Far fuori chi parla troppo, prima che parli, parrebbe troppo intelligente? E tutti gli altri che avevano collaborato al rapporto li lasciano liberi come fringuelli?

Pinotti dice che Bill Kaysing, che sostiene che tutto sia stato simulato in studio, ha lavorato per la Nasa. E' una balla. Si va in pubblicità, e meno male, perché i conati stavano diventando incontenibili.

Fantastica la teoria del satellite che trasmetteva l'audio finto: mai sentito di effetto Doppler? Un satellite in orbita terrestre si sarebbe spostato rispetto alla Luna, e i radioamatori l'avrebbero notato. Oh, e magari l'avrebbero notato alcune altre persone che avevano molto a cuore sbugiardare gli USA e avevano le risorse tecniche più che adeguate: i sovietici.

E ti pareva: tirano in ballo Kubrick. Come se gli effetti di 2001: Odissea nello spazio fossero credibili rispetto alle immagini reali. Siamo seri. L'avete visto, 2001? Bello, fantastico, un capolavoro, ma ormai si vede lontano un miglio che non è realistico. Come si fa, in uno studio cinematografico, a proiettare la polvere secondo linee rette con i motori? Se ci fosse aria, invece di linee rette dovrebbe essere proiettata in volute. Ma nei filmati di allunaggio la polvere schizza via in linee rette. Niente volute.

Se ho visto bene, Voyager sbaglia a identificare gli astronauti: quello non è Michael Collins, è Buzz Aldrin. Dilettanti.

Le foto sono precise, signori di Voyager, perché fu scelto apposta un grandangolo, e poi le foto furono ritagliate per migliorare l'inquadratura prima della pubblicazione. Mica sono imbecilli, alla Nasa. Si sono resi conto dei problemi e ci hanno pensato prima.

La Nasa ha ammesso fotoritocchi? Ma in che film?

Ombre non parallele: mai sentito parlare di prospettiva?

Ecco di nuovo l'ombra mancante della bandiera. La Nasa non ha mai detto che la foto è falsa come asseriscono a Voyager. E poi scusate: se fosse falsa, vorrebbe dire che le foto erano state fatte davvero sulla Luna: altrimenti bastava tornare in studio, no?

Certo che se uno si mette a trinciar giudizi perché ha guardato le foto a bassa risoluzione sul sito Internet di un lunacomplottista e crede di sapere tutto, è facile dire scemenze. Ecco la foto, con l'ombra "mancante" dell'asta bandiera:



Ed ecco il dettaglio dell'ombra "mancante", che è in un avvallamento del terreno (è anche per questo che le ombre non sono sempre parallele):



Orizzonte troppo vicino? La Luna è più piccola della Terra, e l'orizzonte è appunto più vicino. C'è scritto anche nei libri di astronomia delle scuole medie. E senza l'atmosfera che smorza i dettagli, l'occhio non riesce a cogliere le distanze.

I riflessi "misteriosi" nelle foto sono semplicemente i riflessi interni delle lenti dell'obiettivo. Come nelle foto fatte in mille altre circostanze con il sole appena fuori dell'inquadratura. Ma possibile che non sappiano queste cose? E soprattutto che non vadano a chiedere a un fotografo qualunque prima di blaterare?

Manca il cratere sotto il modulo lunare: e allora? Dite che gli addetti alla messinscena se ne sono dimenticati? Ma allora il complotto l'hanno fatto fare a Stanlio e Ollio.

Perché la differenza di polvere con le altre missioni? Perché sono allunati in luoghi differenti. Cari autori di Voyager, ma avete mai guardato la Luna? Avete visto che ha zone di colori differenti? Che ci sono montagne, valli e crateri, e che quindi ci sono zone coperte di polvere e zone non coperte? Appunto. Patetico.

Pinotti tutto sommato non dice nulla di imbarazzante: è abbastanza equilibrato, come del resto l'ho visto essere in molte circostanze. Fossero tutti così, gli ufologi. Purtroppo scivola dicendo la sciocchezza dei filmati smarriti del primo allunaggio. No, Pinotti, no: si tratta semplicemente di copie di alta qualità di quello che abbiamo già visto. Non mancano immagini che non abbiamo visto. I dettagli sono qui.

Giacobbo conclude facendo la sparata chiedendosi perché non vengono mostrate le immagini ad alta risoluzione della Luna per mostrare i veicoli delle missioni Apollo rimasti lì. Perché, caro Giacobbo, finora non sono state scattate immagini con risoluzione sufficiente. Documentarsi, prima di lanciare domande insensate, costerebbe troppo? Tre secondi di Google restituiscono le immagini della sonda Clementine e la relativa risoluzione: non superiore a 20 metri per pixel. Troppo scarsa per vedere un modulo lunare largo nove metri da una zampetta all'altra. Anche la sonda giapponese Kaguya, attualmente in missione lunare, non ha una risoluzione sufficiente: basta leggere le FAQ.

Che tristezza. Lanciare domande senza fornire le risposte, risposte che ci sono e che fior di tecnici sarebbero disponibilissimi a dare se soltanto Voyager volesse essere obiettivo, è un trucchetto sleale che semina dubbi negli spettatori, e lo fa senza neanche prendersi il coraggio di fare affermazioni precise. Dubbi che resteranno a chi, comprensibilmente, non avrà tempo o voglia di documentarsi e ancora si fida di chi fa televisione per il solo fatto che parla in televisione.

134 commenti:

Franco ha detto...

Bah, che schifo.
La solita televisione pubblica che ci propina: TG mediocri e approssimativi, intrattenimento pomeridiano con migliaia di euro regalati ai soliti giri di ospiti di serie C, comici idioti da battutacce e pernacchie, giochi ripetitivi stupidi e che ti inebetiscono, ballerine con le tettine e i culetti di fuori, talk show superficiali e ipocriti.
E ora, quest'altra schifezza raffazzonata e che se ne frega dei sacrifici compiuti da centinaia di persone pur di fare scalpore.

Riccardo ha detto...

... Invece quella privata (Odeon docet) è seria, obiettiva ed imparziale.

psionic ha detto...

Si preannuncia una puntata gustosa... sono sicuro che Voyager dara' il "meglio" di se.
Mi piacerebbe guardarla, mi piacerebbe dire: "mi faccio due risate". Il problema e' che probabilmente non mi verrebbe da ridere, e comincerebbe pure a me a prudere un po' tutto, dalle mani alla testa (per l'afflusso di sangue alla testa, sapete? Quello che succede quando "monta la rabbia").
Quindi credo che faro' altro e mi accontentero' di seguire il post puntata su questo blog.
In ogni caso, come dice franco, l'ennesimo sperpero di denaro pubblico.

Certo, sbaglio, la puntata non e' ancora stata trasmessa, dovrei aspettare a commentare... facciamo cosi', io posto, voi leggete il tutto domattina: andra' benissimo, lo so. Voyager non mi delude mai.

Logan7 ha detto...

Grazie per la segnalazione, credo che vedrò la puntata. Pinotti lo ricordo per aver letto un suo libro, tantissimi anni fa. Libro dedicato agli UFO, non agli allunaggi... tutto sommato godibile, se preso nel verso giusto (una specie di x-files nostrano). Spero che questa sera non esageri, non lo sopporterei. Ho pronto l'indirizzo di posta elettronica di Voyager, in ogni caso.

sergio ha detto...

Questa sera sono pronto a farmi la mia sana dose di risate con Voyager.

Sono quasi certo che alla fine vorranno dimostrare che Hitler in realtà è fuggito sulla luna a bordo di una V2 (altro che fascisti su Marte).

In ogni caso non considero Voyager un programma da buttare: nel panorama televisivo Italiano intriso di Reality ben venga anche la pseudoscienza alla Voyager che tra una bufala e l'altra magari riesce ad incuriosire qualcuno.

Certo, magari un disclamer bello grosso che dica "questa tesi non è supportata da alcuna prova scientifica" non ci starebbe male...

balloto ha detto...

Eh si purtroppo per fare ascolti si cerca sempre di parare su argomenti che possono attirare anche persone che normalmente non si interessano di questa categoria.

Condivido quello che dice sergio, forse Voyager è ancora il "male minore" di questa "televisione" che oramai trovo sempre più gusto a tenerla spenta anzichè accesa.

Mattia ha detto...

Grande! Allora terrò un occhio su questo blog e un altro sulla trasmissione! :D

Franco ha detto...

"... Invece quella privata (Odeon docet) è seria, obiettiva ed imparziale."

Non ho detto questo. Porca l'oca, la dobbiamo sempre buttare sulla contrapposizione?

Riccardo ha detto...

Evidentemente hai usato un aggettivo di troppo. Se avessi detto "la solita televisione" sarei sato d'accordo con te. Invece hai voluto precisare, e sulla contrapposizione l'hai buttata tu, non io.

Jean Lafitte ha detto...

una domanda che pongo a tutti.
si può nascondere per 40 anni un segreto senza che nessuno se ne accorga o per lo meno che nessuno lo segnali ai grandi media?
si possono truccare quei filmati rendendoli credibili con le tecnologie dell' epoca?
ha senso che ancora dopo tanti anni nessuno dei protagonisti parli e dica la verità?

Replicante Cattivo ha detto...

Sto guardando solo ora...mamma mia che schifo.
Stanno mostrando tutte le varie "stranezze" delle foto, ovviamente cose che con una minima ricerca su internet possono essere spiegate abbondantemente.

"Perchè quell'ombra è così?
Perchè la polvere è cosà?
Perchè non si vede il riflesso X?
Perchè ora invece si vede?"

Ovviamente lo spettatore medio non può spiegare queste cose, quindi pensa "se non sanno spiegarsele loro, allora non c'è altra spiegazione se non quella del complotto".
E siccome "la Nasa ha confermato che le foto sono state ritocate" per loro ritoccae=falsificare.

Giacobbo, sei patetico. Fanno bene a prenderti per il sedere quelli dello Zoo di 105.

Thomas Morton ha detto...

Spero di non fare una domanda troppo stupida: Paolo, cosa sono quelle sfilze di caratteri senza senso che compaiono ogni tanto nei tuoi articoli? (o lo vedo solo io?).

Ah, la cosa strana è che se faccio un copia e incolla non me le visualizza più. Comunque al posto di "incongruenze e contraddizioni di una missione che doveva, a tutti i costi, essere un successo" mi compare qualcosa come "fhdjhjf_cbsdbkc". E' un errore del mio browser (che poi è Firefox)?

Logan7 ha detto...

Siamo arrivati alla mancanza dell'ombra della bandiera... e al mito della foto ritoccata. Vabbè, la solita paccottiglia di cretinate, altra occasione persa di fare una trasmissione interessante. La cosa più imbarazzante è sentire un così lungo elenco di domande senza capo né coda, affermazioni in cui opinioni assurde vengono presentate come dati di fatto... e il solito difetto di non aver dato modo a chi ha le risposte di intervenire, se non in modo parziale e solo su alcuni degli aspetti messi in discussione. Pinotti avanza ipotesi senza senso, senza prove, senza dignità.

Personalmente sono schifato da questo modo di fare informazione.

Replicante Cattivo ha detto...

Jean

una domanda che pongo a tutti.
si può nascondere per 40 anni un segreto senza che nessuno se ne accorga o per lo meno che nessuno lo segnali ai grandi media?


Appunto. Non è strano che un complotto del genere, che avrebbe coinvolto decine di persone, non sia mai stato svelato da nessuna persona coinvolta? Vogliamo non pensare che tra tutte queste persone, una volta divenati 70-80enni, no ce ne sia una che voglia levarsi dalla coscienza il peso di questa -presunta-balla colossale?
Queste persone sono state tutte eliminati? E quelli che li hanno eliminati, perchè tacciono?

si possono truccare quei filmati rendendoli credibili con le tecnologie dell' epoca?
Certo...facendolo fare a Kubrick :p

ha senso che ancora dopo tanti anni nessuno dei protagonisti parli e dica la verità?

Forse perchè nessuno dei protagonisti del complotto esiste veramente?


Ah, ecco il gran finale: "la prova esiste ed è a portata di mano. Perchè nessuno va a controllare?"
Forse perchè anche portando i complottisti sotto la bandiera, questi penserebbero di essere in un set cinematografico costruito sulla luna stessa e che anche la luna è finta.

Jean Lafitte ha detto...

ritoccare è falsificare.

comunque ora parte la cosa interessante. parlano di Hitler...

Logan7 ha detto...

Jean Lafitte ha detto...

una domanda che pongo a tutti.
si può nascondere per 40 anni un segreto senza che nessuno se ne accorga o per lo meno che nessuno lo segnali ai grandi media?


No.

si possono truccare quei filmati rendendoli credibili con le tecnologie dell' epoca?

No.

ha senso che ancora dopo tanti anni nessuno dei protagonisti parli e dica la verità?

No.

Logan7 ha detto...

In ogni caso TUTTI sanno che la luna è fatta di formaggio.

Jean Lafitte ha detto...

replicante cattivo

"Appunto. Non è strano che un complotto del genere, che avrebbe coinvolto decine di persone, non sia mai stato svelato da nessuna persona coinvolta? Vogliamo non pensare che tra tutte queste persone, una volta divenati 70-80enni, no ce ne sia una che voglia levarsi dalla coscienza il peso di questa -presunta-balla colossale?
Queste persone sono state tutte eliminati? E quelli che li hanno eliminati, perchè tacciono?


Forse perchè nessuno dei protagonisti del complotto esiste veramente?"

bravo replicante ottimo. nessuno ha parlato, fino ad oggi.
ma la settimana scorsa è stato scoperto un piccolo complotto che però ha visto coinvolti anche questo decine di persone. fino ad una settimana fa nessuno aveva parlato. eppure il fatto era molto più innocuo, niente segreto di stato, niente eventuali minacce.

mi riferisco a questo. una presa in giro per 40 anni sotto gli occhi di 40 milioni di persone (minimo).

http://www.youtube.com/watch?v=-Ja5xFcGEUs

è il movente era molto più banale e i mezzi molto più ridotti di quelli della Nasa

Mattia ha detto...

ragazzi a tal proposito volevo segnalarvi questo video che gira su youtube:

http://it.youtube.com/watch?v=ifC6dqmsY1k&e

Replicante Cattivo ha detto...

ritoccare è falsificare.

E volere è volare.
La Nasa ha ritoccato alcune foto modificando le luci di alcune immagini, per renderle più comprensibli e -lo ammettono- più belle per chi doveva guardarle. Le foto originali sono disponibili per essere consultate.
Forse ti stupiresti nel sapere quante foto storiche sono state ritoccate oppure quante foto apparentemente spontanee (come i quattro soldati che issano la bandiera) sono state create a tavolino. Eppure non vuol dire che l'avvenimento non sia accaduto.

Quanto alla foto in cui hanno aggiunto la bandiera perchè se ne erano dimenticati...beh...l'hanno ammesso. Se lo ammettono, sono dei bugiardi, se non l'ammettevano, sarebbero stati dei bugiardi. La malafede sta solo negli occhi di chi guarda.

Jean Lafitte ha detto...

su hitler che ne pensate?

Santana ha detto...

Premesso che pure io mi sono fatto quattro risate, mi chiedo però come mai ci vengano propinate quotidianamente foto ad alta risoluzione di Marte, Saturno, Plutone & C, e neanche una piccola immagine squadrettata del punto in cui è allunato il LEM dell'Apollo 11; basterebbe una prova del genere per farla finita con questo tormento.

Le foto scattate su Marte mostrano pure oggetti di pochi cm; ma allora, che problemi ci sono a scattare analoghe foto sulla Luna?

Se non lo vuole fare la NASA, lo facciano i russi o i cinesi; l'importante è che qualcuno si decida!

P.S. Se queste foto esistono già, magari non farebbe male pubblicare qualche link....

Jean Lafitte ha detto...

"
E volere è volare.
La Nasa ha ritoccato alcune foto modificando le luci di alcune immagini, per renderle più comprensibli e -lo ammettono- più belle per chi doveva guardarle. Le foto originali sono disponibili per essere consultate.
Forse ti stupiresti nel sapere quante foto storiche sono state ritoccate oppure quante foto apparentemente spontanee (come i quattro soldati che issano la bandiera) sono state create a tavolino. Eppure non vuol dire che l'avvenimento non sia accaduto.

Quanto alla foto in cui hanno aggiunto la bandiera perchè se ne erano dimenticati...beh...l'hanno ammesso. Se lo ammettono, sono dei bugiardi, se non l'ammettevano, sarebbero stati dei bugiardi. La malafede sta solo negli occhi di chi guarda."

ammesso e non concesso ciò non toglie che ritoccare è falsificare.

Logan7 ha detto...

Jean Lafitte ha detto...

mi riferisco a questo. una presa in giro per 40 anni sotto gli occhi di 40 milioni di persone (minimo).

http://www.youtube.com/watch?v=-Ja5xFcGEUs

è il movente era molto più banale e i mezzi molto più ridotti di quelli della Nasa


Se l'hai scritto con ironia sei un genio, se stai dicendo sul serio non ti rispondo neppure.

Replicante Cattivo ha detto...

Jean, a parte che non conosco lo spagnolo, quindi non riesco a capire, penso che un gol in una partita di calcio(o qualunque cosa di cui parli il video) possa essere paragonato allo sbarco sulla luna: a livello storico, a livello di numero di persone coinvolte, a livello di persone che sono a conoscenza di quell'evento..

E come vedi le persone non si fanno problemi, una volta arrivate ad una certa età, a levarsi i sassolini, magari per farsi anche due soldi o semplicemente per sputtanare chi l'ha obbligato a raccontare quella palla. Vuoi che anche solo l'inserviente che doveva sistemare i sassi finti sul set, che ora avrà circa 70 anni, non abbia voglia di parlare? Evidentemente questo inserviente non esiste...

Jean Lafitte ha detto...

logan è chiaro che parliamo di fatti differenti. ma è come se avessero taroccato il gol di tardelli contro la germania è nessuno fino ad oggi e per altri 20 anni non ne avesse parlato, mai!

Franco ha detto...

no, riccardo, ho detto "pubblica" perché il fatto che sia la televisione "pubblica" a fare questo è, ai miei occhi, ancora più desolante.
Tu hai invece hai voluto vederci chissà quale distinguo di parte.

Logan7 ha detto...

Jean Lafitte ha detto...

ammesso e non concesso ciò non toglie che ritoccare è falsificare.

Quando si mettono a disposizione gli originali non ritoccati, ritoccare non è falsificare. Puoi cercare di arrampicarti su tutti gli specchi che vuoi, inesorabilmente scivolerai verso il basso.

arsenio ha detto...

lasciando perdere le considerazioni sulla trasmissione, posso fare una domanda che mi tormenta da anni?
hanno fatto vedere anche 'stavolta le riprese di quando il modulo del LEM si stacca dalle "zampe" per il rendez-vous in orbita e tornare sulla terra.
la camera che riprende il decollo è fissa sul LEM, poi quando il modulo si stacca la camera lo segue verso l'alto.
mi son sempre chiesto: chi sta manovrando la camera?

Jean Lafitte ha detto...

"Vuoi che anche solo l'inserviente che doveva sistemare i sassi finti sul set, che ora avrà circa 70 anni, non abbia voglia di parlare? Evidentemente questo inserviente non esiste..."

ti faccio notare che anche questi fino a pochissimo tempo fa sono stati zitti e per un fatto innocente. figurati se invece c'è sopra un segreto di stato. idem come la storia della franceskova. si può, si può...

Logan7 ha detto...

Jean Lafitte ha detto...

logan è chiaro che parliamo di fatti differenti. ma è come se avessero taroccato il gol di tardelli contro la germania è nessuno fino ad oggi e per altri 20 anni non ne avesse parlato, mai!

Ti dimentichi del fatto che lo stadio non era vuoto, che il filmato è evidentemente montato male, che probabilmente a nessuno è mai fregato niente di andare ad analizzare fotogramma per fotogramma quel filmato. Ciò non toglie che la partita è stata disputata, che il gol è stato segnato.

Chiamali dettagli.

Per cui se in vent'anni nessuno ne ha parlato non sono affatto stupito o scandalizzato. Anzi.

Replicante Cattivo ha detto...

ammesso e non concesso ciò non toglie che ritoccare è falsificare.

O mio dio! Quindi quando vedo quelle gnocche sulle copertine delle riviste e so che quelle foto sono ritoccate con Photoshop, vuol dire che le suddette ragazze non esistono? Dai, sei nettamente in malafede ora...

PS: Guarda QUALUNQUE foto scattata ad un matrimonio di qualche tuo amico o parente. Sono TUTTE ritoccate, per ovvi motivi estetici. Quindi -secondo il tuo ragionamento- sono foto FALSE e pertanto il matrimonio non è mai avvenuto.

Jean Lafitte ha detto...

"
Ti dimentichi del fatto che lo stadio non era vuoto, che il filmato è evidentemente montato male, che probabilmente a nessuno è mai fregato niente di andare ad analizzare fotogramma per fotogramma quel filmato. Ciò non toglie che la partita è stata disputata, che il gol è stato segnato."

bravo. invece sulla luna non c'era pubblico. e nonostante la rozzezza del montaggio nessuno se n'è accorto. il gol c'è stato ma non è stato fatto in quel modo. analogamente perchè non pensare per esempio che invece di allunare l'apollo 11 ci ha fatto solo il giro intorno (com'era previsto tra l'altro?

Replicante Cattivo ha detto...

Jean, ma ti rendi conto del tuo ragionamento? Vuoi dimostrare una tesi ("le foto sono false") portando un esempio che non centra nulla, e per di un fatto che, al confronto, è assolutamente insignificante.

Anche i reality show sono combinati, anche Moggi comprava le partite (lo dico da Juventino), anche Maradona ha segnato un gol di mano e hanno vinto una partita importantissima...e quindi?
Cosa centra con la luna il tuo filmato?

Jean Lafitte ha detto...

le immagini che rappresentano quelle foto sono senz'altro false. se una ha una terza e si vede che ha una sesta... beh... più falsa di così!
comunque non credo che sia questo il punto. il punto è che questi con lo scopo di dimostrare che l'uomo non è stato sulla luna hanno messo in evidenza queste cose. che questi ritoccamenti o falsificazioni chiamateli come volete esistono.

Jean Lafitte ha detto...

"Jean, ma ti rendi conto del tuo ragionamento? Vuoi dimostrare una tesi ("le foto sono false") portando un esempio che non centra nulla, e per di un fatto che, al confronto, è assolutamente insignificante."

non confondere i due discorsi. quella dei ritocchi è solo una pignoleria.
ma quella di occultare il falso è un discorso serio.

Logan7 ha detto...

Jean Lafitte ha detto...

bravo. invece sulla luna non c'era pubblico. e nonostante la rozzezza del montaggio nessuno se n'è accorto. il gol c'è stato ma non è stato fatto in quel modo. analogamente perchè non pensare per esempio che invece di allunare l'apollo 11 ci ha fatto solo il giro intorno (com'era previsto tra l'altro?

Te lo ripeto: a nessuno fregava niente di esaminare il filmato di quel gol per capire se era falsificato o no. A testimoniare il fatto che il gol è stato segnato quel giorno, da quel giocatore, con quelle squadre in campo, c'erano già centinaia di migliaia di spettatori.

Logan7 ha detto...

Jean Lafitte ha detto...

che questi ritoccamenti o falsificazioni chiamateli come volete esistono.

Perché, la NASA ha mai negato di aver ritoccato quelle immagini?

Replicante Cattivo ha detto...

le immagini che rappresentano quelle foto sono senz'altro false. se una ha una terza e si vede che ha una sesta... beh... più falsa di così!

Ok, possiamo mettere in dubbio la grandezza delle sue tette, ma non dell'esistenza della ragazza. Non puoi ritoccare un immagine di qualcosa che non esiste; di sicuro non potevi farlo nel 1969.


comunque non credo che sia questo il punto. il punto è che questi con lo scopo di dimostrare che l'uomo non è stato sulla luna hanno messo in evidenza queste cose. che questi ritoccamenti o falsificazioni chiamateli come volete esistono.

E come l'avrebbero dimostrato? Ripetendo una ammissione che la Nasa ha fatto senza problemi (ovvero che le foto sono state ritoccate)? Come mai a Voyager non hanno parlato della natura di questi ritocchi? Perchè hanno tirato in ballo la storia delle ombre senza dare uno straccio di plausibile risposta? Ovviamente a Voyager vogliono spingere la tesi del complotto-come fai tu- quindi non era conveniente per loro mostrare che quelle ombre sono normalissime. E quella sarebbe una dimostrazione di un complotto?
Una persona è liberissima di chiedersi perchè non si vedono le stelle (non tutti sono esperti di fotografia) ma prima di dire "la foto è falsa perchè non si vedono le stelle" potrebbe chiedere ad un fotografo e scoprire la normalità della cosa. Perchè su raidue non hanno voluto farlo?

Logan7 ha detto...

Replicante Cattivo ha detto...

Perchè su raidue non hanno voluto farlo?

Perché è più redditizio continuare ad alimentare un falso mito, per stimolare la curiosità di chi non ha la possibilità, i mezzi o semplicemente non vuole approfondire certi argomenti.

Jean Lafitte ha detto...

logan non è che si tratta di esaminare il filmato ma di non accorgersi di qualcosa di strano. qeusto video , ripeto è come il gol di tardelli contro la germania, visto centinaia di volte da ogni spagnolo e se qualcuno si è accorto di qualcosa di strano non ha detto niente fino ad oggi.

Replicante Cattivo ha detto...

Logan7, ovviamente la mia era una domanda retorica :)

Jean Lafitte ha detto...

"Perché, la NASA ha mai negato di aver ritoccato quelle immagini?"

sono quelle che ha presentato come autentiche? no

Jean Lafitte ha detto...

la luna e il calcio c'entrano poco a parte la forma del pallone e della luna. ma se si parla di mantenere segreti , vedo molte analogie. si può mantenere un segreto. eppoi a proposito di hitler che dire di Mengele cercato da mezzo mondo e mai trovato? su, è così grave ammettere che i complotti e i segreti esistono?

Logan7 ha detto...

Jean Lafitte ha detto...

ma se si parla di mantenere segreti , vedo molte analogie. si può mantenere un segreto. eppoi a proposito di hitler che dire di Mengele cercato da mezzo mondo e mai trovato? su, è così grave ammettere che i complotti e i segreti esistono?

Esisteranno pure, ma hanno la sgradevole abitudine di venire svelati per strada, molto più semplicemente e in fretta di quanto tu sembri pensare. Prova a fare mente locale e a focalizzare i complotti e i segreti che sono stati svelati o smascherati, e cerca di capire perché è fisiologico il fatto che un complotto ed un segreto non si possono mantenere per troppo tempo, specialmente quando coinvolgono TANTE persone.

Operation One ha detto...

mammamia che tristezza. solo per compensare i danni fatti da una trasmissione penosa come questa, ci vorrebbero migliaia di ore di lezioni di fisica da fare nelle scuole elementari e medie. povera televisione, come sei caduta in basso, il maestro Alberto Manzi si starà rivoltando nella tomba.

ah, per la cronaca: le teorie complottiste sono al 100% supportate solo mediante sofismi verbali, fallacie logiche o veri e propri falsi materiali. io altro in giro non vedo...

Logan7 ha detto...

Jean Lafitte ha detto...

Questo è un caso famoso. Eppure, malgrado il fatto che questi tizi avessero interessi economici importanti e che per loro mantenere il segreto era vitale per non perdere tutto, alla fine (certo, dopo 17 anni... ma non dimenticare che avevano delle motivazioni molto forti, continuare a truffare e non andare in galera) si sono traditi. Per motivi veramente stupidi.

Jean Lafitte ha detto...

"Esisteranno pure, ma hanno la sgradevole abitudine di venire svelati per strada, molto più semplicemente e in fretta di quanto tu sembri pensare. Prova a fare mente locale e a focalizzare i complotti e i segreti che sono stati svelati o smascherati, e cerca di capire perché è fisiologico il fatto che un complotto ed un segreto non si possono mantenere per troppo tempo, specialmente quando coinvolgono TANTE persone."


ma non diciamo fesserie! per secoli si è tenuto nascosta la forma del sistema solare o l'esistenza del continente americano (che compare in numerose carte precolombiane) per non parlare dell' antartide scoperto "ufficialmente" nel 1820 ma ben visibile in questa mappa di fine '500

http://it.wikipedia.org/wiki/Immagine:Ricci1600.jpg

non nascondiamoci dietro a un dito!

Il Sessista ha detto...

"Apollo prima di Gemini? Ma cosa si sono bevuti questi signori? No, no, no: Mercury, Gemini, poi Apollo."

Qui sono rimasto stupito anche io, poi ci ho pensato un attimo e mi son ricordato (non ricordo fonti, ma ne sono sicuro) che in effetti il progetto Gemini era propedeutico alla serie Apollo. Quindi, è venuto prima Gemini, ma è stato congeniato come sperimentazione (rendez-vouz) per il progetto Apollo.
Infatti, il primo Saturn I è stato lanciato nel '61, mentre il progetto Gemini è iniziato nel '64.

Luca ha detto...

>mi chiedo però come mai ci vengano propinate quotidianamente foto ad alta risoluzione di Marte

Le foto di Marte, quelle recenti della molto presunta sirenetta, sono state riprese da un robot (Spirit) e quindi dalla superficie.

>Saturno

Insomma. Se ti riferisci alla definizione dell'alta risoluzione delle foto marziane non ce ne sono. Ci sono bellissime foto delle sonde Voyager o Cassini ma non rilevano particolari della superficie come fanno le due sonde su Marte.

>Plutone

Un po' azzardato. A memoria, di foto di Plutone non ce ne sono molte, che comunque ritraggono per lo più un grosso punto luminoso nel cielo. Fra qualche anno dovrebbe arrivare nei pressi del pianeta la sonda New Orizon (Closest approach: 14 Luglio 2015, 11:59:00 UTC).

>e neanche una piccola immagine squadrettata del punto in cui è allunato il LEM dell'Apollo 11; basterebbe una prova del genere per farla finita con questo tormento.
Le foto scattate su Marte mostrano pure oggetti di pochi cm; ma allora, che problemi ci sono a scattare analoghe foto sulla Luna?

La questione del "gioco non vale la candela". E' inutle spendere milioni di dollari (milioni) per finanziare una nuova missione per andare sulla luna al solo scopo di accontentare una percentuale esigua di scettici e/o lunacomplottisti (ma anche qui credo che avrebbero da ridire, asserendo che le strutture abbandonate sul suolo lunare possono essere state lasciate tranquillamente da una sonda automatica). Si ritornerà sulla luna, un po' di pazienza (magari i giovani d'oggi potranno visitarla con voli low cost ;-) ) Ma ci vogliono motivazioni un po' più valide per progettare un ritorno sul nostro satellite.

Jean Lafitte ha detto...

i costi dei pc e in generale crollano in maniera spaventosa... perchè mai non si potrebbe fare una missione lunare low cost visto che dicono che ci sono andati con la tecnologia di più di 40 anni fa?

Anonimo ha detto...

non per dare contro a nessuno, ma se un ente dice che sta cosa è vera, e tu per dargli contro non hai fatti ma teorie basate su supposizioni, be, mi tocca credere all'ente.
i dubbi sono legittimi, ma se non ci sono prove che affermano il contrario...
imho

fabiux ha detto...

Santana:
> Le foto scattate su Marte mostrano pure oggetti di pochi cm; ma allora, che problemi ci sono a scattare analoghe foto sulla Luna?

Le foto marziane di cui parli sono l'integrazione che risulta dall'elaborazione numerica di svariate foto ad alta risoluzione della stessa area, provenienti da sonde attualmente funzionanti e in orbita su Marte.

Per quanto riguarda la Luna, non esiste attualmente la stessa mole di dati (né - per quanto ne so - sonde al momento attive).

Mas ha detto...

Bravo Paolo, sono pienamente d'accordo con la tua frase finale.
Se programmi pseudoscientifici informano così il pubblico, possiamo immaginarci gli altri pseudoapprofondimenti sociali e politici che siamo costretti a subire dalla televisione.

Valerio ha detto...

la storia delle missioni NASA è disponibile qui.

per la vicenda antartide, sempre da Wikipedia, leggo «Sebbene fin dall'antichità si ipotizzasse l'esistenza di una Terra Australis il primo avvistamento confermato del continente viene fatto risalire al 1820 ad opera della spedizione russa di Mikhail Lazarev e Fabian Gottlieb von Bellingshausen». in inglese sono presenti più o meno le stesse cose («Although myths and speculation about a Terra Australis ("Southern Land") date back to antiquity, the first confirmed sighting of the continent is commonly accepted to have occurred in 1820 by the Russian expedition of Mikhail Lazarev and Fabian Gottlieb von Bellingshausen.»).

dubito che un cartografo non disegni un continente la cui esistenza era ipotizzata da tempo. confrontando con i planisferi attuali si nota inoltre che ha sbagliato a riprodurla (da profano direi di molto), disegnandola senza basarsi su dati concreti o informazioni di prima mano.

Paolo Attivissimo ha detto...

Un po' di risposte varie:

Jean Laffite:

si può nascondere per 40 anni un segreto senza che nessuno se ne accorga o per lo meno che nessuno lo segnali ai grandi media?

No, soprattutto se il segreto è condiviso da decine di migliaia di persone e se ti alita sul collo il KGB che crepa dalla voglia di sputtanarti.


si possono truccare quei filmati rendendoli credibili con le tecnologie dell' epoca?

Guarda qualsiasi film di fantascienza dell'epoca, persino 2001. Neanche per sogno. Ancora oggi c'è un effetto quasi impossibile: gli schizzi di polvere del Rover (l'automobilina lunare).

ha senso che ancora dopo tanti anni nessuno dei protagonisti parli e dica la verità?

Se solo i lunacomplottisti fossero capaci di fare vera ricerca, scoprirebbero che alcuni protagonisti, a distanza di tempo, hanno raccontato cose che i lunacomplottisti non erano riusciti a scoprire. Tipo il micromuseo d'arte nascosto nel LEM o le foto di Playboy al polso degli astronauti.


Thomas Morton:

Paolo, cosa sono quelle sfilze di caratteri senza senso che compaiono ogni tanto nei tuoi articoli? (o lo vedo solo io?).

Mai visto niente del genere, non so cosa siano.


Replicante Cattivo:

La Nasa ha ritoccato alcune foto modificando le luci di alcune immagini, per renderle più comprensibli

No, no, calma un attimo. "Modificare le luci" sembra (al non addetto ai lavori) che lavorino di Photoshop per fare un falso. Qui si è trattato al massimo di "cropping" (taglio delle foto per scegliere un'inquadratura migliore o correggerne una infelice, come quella della famosa foto di Aldrin in piedi in controluce) e di schiarire foto sotto o sovraesposte.


Le foto originali sono disponibili per essere consultate.

Esatto. E vengono in questi mesi ripubblicate dopo una scansione ad altissima risoluzione fatta direttamente sui negativi originali.


Quanto alla foto in cui hanno aggiunto la bandiera perchè se ne erano dimenticati...beh...l'hanno ammesso.

Attenzione: non so se volevi fare ironia, ma sia ben chiaro che la NASA non ha MAI detto una cosa del genere.


Santana:

come mai ci vengano propinate quotidianamente foto ad alta risoluzione di Marte, Saturno, Plutone & C, e neanche una piccola immagine squadrettata del punto in cui è allunato il LEM dell'Apollo 11

Perché su Marte ci sono sonde robotiche al suolo. Da lì è facile fare le foto ad alta risoluzione. Ci sono anche veicoli automatici in orbita marziana con fotocamere ad altissima risoluzione che riescono a individuare dall'orbita i loro compagni robotici a terra.

Per Saturno e Plutone, mi spiace, ma non c'è nessuna foto ad alta risoluzione.

basterebbe una prova del genere per farla finita con questo tormento.

Non conosci i complottisti: direbbero, anzi dicono già, che anche foto del genere dimostrebbero soltanto che qualcuno ha piazzato lì degli oggetti, chissà quando, magari di recente, e non prova affatto che ci andarono degli astronauti nel 1969.


Arsenio:

la camera che riprende il decollo è fissa sul LEM, poi quando il modulo si stacca la camera lo segue verso l'alto.mi son sempre chiesto: chi sta manovrando la camera?

Era automatica e preprogrammata. Non c'era nella prima missione.

mr.krash ha detto...

scusate, però non siete diversi dai complottisti. Tutti con prove (a parole) inconfutabili che ciò che dicono i complottisti è falso di misura.
Riprendendo Arsenio, chi è che manovra la telecamera?

Fozzillo ha detto...

mr.krash
La telecamera?
Ma stai scherzando?
Aveva un meccanismo automantico per sollevare l'inquadratura ad una velocità calcolata a priori.
Credo che il via gli fosse inviato da terra.
Ti pare una cosa difficile?
Sarebbero queste le prove di complotto?
Fanno tutte quelle foto e video perfetti in studi di posa raffinatissimi, e poi si sbagliano su di una cosa così stupida?

Paolo Attivissimo ha detto...

Il Sessista:

in effetti il progetto Gemini era propedeutico alla serie Apollo.

Appunto. In termini di progressione tecnologica, la sequenza è Mercury (monoposto), Gemini (biposto), Apollo (tre membri d'equipaggio), con Apollo in grado di raggiungere la Luna. Idem per i vettori.

Se guardiamo le missioni piene, quelle con equipaggio, viene indiscutibilmente prima Gemini (ultima missione, la XII, nel 1966), poi Apollo (primo lancio con equipaggio, su vettore non lunare, ottobre 1968; primo lancio con equipaggio, con vettore lunare, dicembre 1968).

Soltanto se guardiamo soltanto le date di lancio in assoluto, di qualsiasi veicolo utilizzato nei rispettivi programmi, allora viene prima Apollo (Saturn I, ottobre 1961) e poi Gemini (Gemini I, 1964).

Fozzillo ha detto...

Ok
La telecamera era montata sul rover e telecomandata da terra, a partire da apollo 15.
Magari ti domanderai pure chi ha ripreso Armstrong scendere dalla scaletta del LEM, visto che è stato ripreso dalla superficie e nessuno era sceso prima di lui.
La nasa aveva preso accordi con una troupe di alieni lunari che ovviamente vengono tenuti nascosti!

yos ha detto...


ma non diciamo fesserie! per secoli si è
tenuto nascosta la forma del sistema solare

Per secoli? Quando è stata scoperta la forma del sistema solare?


o l'esistenza del continente americano (che compare in numerose carte precolombiane) per non parlare dell' antartide scoperto "ufficialmente" nel 1820 ma ben visibile in questa mappa di fine '500

http://it.wikipedia.org/wiki/Immagine:Ricci1600.jpg

non nascondiamoci dietro a un dito!

In questa bella immagine si vede "chiaramente" l'Antardide, questo significa che i cinesi hanno girato in lungo ed in largo ed hanno scoperto tutte le terre emerss.
E poi si sono dimenticati di disegnare l'Australia.

Comunque l'immagine di wiki è stata ripresa da qui

E se qualcuno vuole leggere

Il Sessista ha detto...

Soltanto se guardiamo soltanto le date di lancio in assoluto, di qualsiasi veicolo utilizzato nei rispettivi programmi, allora viene prima Apollo (Saturn I, ottobre 1961) e poi Gemini (Gemini I, 1964).

Appunto! Era quello che tentavo di dire per giustificare il fatto che la loro affermazione era sbagliata e frettolosa, ma che sotto sotto, da un punto di vista, era giusta.

Un piccolo dettaglio ancora (mi permetto):

la camera che riprende il decollo è fissa sul LEM, poi quando il modulo si stacca la camera lo segue verso l'alto.mi son sempre chiesto: chi sta manovrando la camera?

Era automatica e preprogrammata. Non c'era nella prima missione.


Mi ricordo di aver visto un documentario in inglese dove a parlare c'era un operatore il cui scopo era quello di riprendere la partenza del Lem dalla sup. lunare. Raccontava come fosse difficile l'addestramento per riuscire ad inquadrare la navicella in partenza, considerando il ritardo di trasmissione. Quindi secondo quel documentario era manovrata a mano. Cercherò la fonte nella videoteca. Ne sai nulla?

Evviva la passione che condividiamo.

Jean Lafitte ha detto...

"dubito che un cartografo non disegni un continente la cui esistenza era ipotizzata da tempo."

appunto. com'è che si sapeve che esisteva ma la cosa rimaneva all' interno di un elite?
idem per l'america che per ovvi motivi non è stata "scoperta" da Colombo.

"No, soprattutto se il segreto è condiviso da decine di migliaia di persone e se ti alita sul collo il KGB che crepa dalla voglia di sputtanarti."

ancora con sta storia delle decine di migliaia di persone! no alcune decine

"
No, soprattutto se il segreto è condiviso da decine di migliaia di persone e se ti alita sul collo il KGB che crepa dalla voglia di sputtanarti."

ancora mi devi spiegare che interessi avevano i russi a sputtanare gli americani. invece ti ho spiegato diversi motivi per cui fare l'esatto contrario...

"Guarda qualsiasi film di fantascienza dell'epoca, persino 2001. Neanche per sogno. Ancora oggi c'è un effetto quasi impossibile: gli schizzi di polvere del Rover (l'automobilina lunare)."

guarda che la puntata di voyager si riferiva solo all' apollo 11 dove il rover mi sembra non ci fosse.

Paolo Attivissimo ha detto...

Il Sessista:

Info qui e qui. Soprattutto nel secondo link, trovi i rimandi ai PDF Nasa che documentano il Ground Commanded Television Assembly.

Buona passione :-)

Fozzillo ha detto...

Yos
Comunque l'immagine di wiki è stata ripresa da qui

E se qualcuno vuole leggere


Diego Cuoghi è interessantissimo.

vi consiglio anche la sua analisi su arte e ufo

Paolo Attivissimo ha detto...

Jean:

ancora con sta storia delle decine di migliaia di persone! no alcune decine

Non dire sciocchezze, per favore. Tutti gli addetti del Deep Space Network, in tre continenti diversi, che ricevevano i segnali dalla Luna e sarebbero stati i primi ad accorgersi che era una messinscena, quanti sono?

Tutti i progettisti dei componenti del veicolo, tutti i collaudatori dei moduli, tutti gli operatori del Controllo Missione, quanti sono?


Dai, divertiamoci un po'. Qui non c'è bisogno di fare i solenni come con l'11/9. Secondo te, chi sarebbero quelle "alcune decine"? Fai i nomi.

Poi fai una bella cosa. Vai a dire questa tua teoria a Gene Kranz, o a Buzz Aldrin, e vedrai come ti rispondono.

Non provarci con Neil Armstrong. Ti farebbe a fette solo con le sue parole. E' taciturno, ma quando parla, in sette sillabe ti fa avvizzire come una prugna.


ancora mi devi spiegare che interessi avevano i russi a sputtanare gli americani.

Quella cosina chiamata "propaganda", te la ricordi? L'altra cosina chiamata "guerra fredda", t'è sfuggita?

guarda che la puntata di voyager si riferiva solo all' apollo 11 dove il rover mi sembra non ci fosse.

Perbacco, ti vedo ferratissimo nella materia di cui discetti.

Lo so benissimo che Voyager si è limitato all'Apollo 11. Ho detto che ancor oggi ci sono parti delle missioni Apollo non replicabili in studio realisticamente.

Nel 1969 non sarebbero riusciti neanche a fare realisticamente in studio le riprese degli astronauti che allunano e decollano.

Fatti una studiata di storia degli effetti speciali, e una bella ripassata di missioni spaziali, prima di dire altre sciocchezze.

Mi spiace: sugli sbarchi lunari non ho pazienza. Vorrei offrire a chiunque pensi seriamente che lo sbarco sulla Luna del 1969 sia una messinscena un viaggio a mie spese verso il Mare della Tranquillità, così la piantano di dire scemenze e offendere chi s'è fatto un mazzo così per ottenere un risultato storico.

Un viaggio di sola andata, s'intende.

Mike Tarantino ha detto...

Sicuramente alcuni tra quelli che sono qui a gettare fango sulle missioni lunari sono credenti cristiani: vorrei chieder loro se hanno mai visto filmati o foto di Gesu Cristo mentre faceva qualche sorta di miracolo... Non penso esistano, eppure credono nei Vangeli e in tutto quello che la Chiesa ha deciso e voluto scriverci su...
Loro diranno "questa è fede": vabbè, non continuo perchè qualcuno giustamente potrebbe offendersi ed è facile uscire fuori dal discorso... ma...
Intelligenti Pauca!

Fozzillo ha detto...

Ho lavorato per una ditta che negli anni ottanta costruì una telecamera simile, con un filtro rotante, il segnale veniva poi codificato a colori, oppure riprodotto su di un videoproiettore bianco e nero che con un filtro sincronizzato a quello della camera riproduceva a colori.
Il tutto funzionava però a 150 semiquadri al secondo e mantenere il sincro tra i due filtri era un inferno!
Di simile c'è in vendita un piccolo monitor Ikegami 3" B/N che con un filtro LCD sulla superficie riproduce a colori triplicando la frequenza (150 semiquadri) e riproducendo in sequenza le tre componenti colore.

Fozzillo ha detto...

guarda che la puntata di voyager si riferiva solo all' apollo 11 dove il rover mi sembra non ci fosse.

Apollo 12 fu solo due mesi dopo apollo 11.
Falsificare l'11 per guadagnare due mesi?
I russi non erano affatto pronti a partire entro due mesi, perchè rischiare?

ancora mi devi spiegare che interessi avevano i russi a sputtanare gli americani.

allora perchè erano in gara a chi faceva prima?
e non sarebbe quella gara il motivo della falsificazione dell'allunaggio?
Non è una contraddizione?

Janez ha detto...

A mio parere, l'atteggiamento di chi, come Paolo, cerca di controbattere alle affermazioni dei vari complottisti è inefficiente, io preferisco ribaltare le posizioni in campo.
Nel senso che, sé le missioni lunari fossero state false; non solo qualche foto, ma tutte le foto e tutti i filmati sarebbero falsi.
Visto che è impossibile simulare l'ambiente lunare (bassa gravità e atmosfera assente) sulla terra, è ovvio che è impossibile che NON siano andati sulla luna.

PS: Forse in epoca moderna, sarebbe possibile ricreare quei filmati completamente in CGI, ma nel 1969...

Jean Lafitte ha detto...

"Tutti i progettisti dei componenti del veicolo, tutti i collaudatori dei moduli, tutti gli operatori del Controllo Missione, quanti sono?"

molti. ma non credo che creare un modulo funzionante in teoria possa permettere loro di giudicare se quel modulo si trovasse sulla luna o meno.

"
Dai, divertiamoci un po'. Qui non c'è bisogno di fare i solenni come con l'11/9. Secondo te, chi sarebbero quelle "alcune decine""

alcune decine si può intendere anche 100, 200 persone, dicendo alcune centinaia mi sembrava esagerare, ma va bene anche alcune centinaia. il problema è chi poteva sapere se il modulo allunava o girava intorno alla luna rispetto a tutti coloro che hanno partecipato al progetto compresi quelli che giravano le viti e pulivano i cessi erano molto meno.

"Vai a dire questa tua teoria a Gene Kranz, o a Buzz Aldrin, e vedrai come ti rispondono. "
e questo cosa prova scusa?

"Quella cosina chiamata "propaganda", te la ricordi? L'altra cosina chiamata "guerra fredda", t'è sfuggita?"

no, forse a te è sfuggita. ne parli come fosse una gara di torte in faccia e non come un sottilissimo gioco diplomatico. una mossa fine quella di denunciare la falsità degli allunaggi (dopo che gli americani avevano taciuto sui falsi russi e su mooolte altre porcate)

"Nel 1969 non sarebbero riusciti neanche a fare realisticamente in studio le riprese degli astronauti che allunano e decollano.

Fatti una studiata di storia degli effetti speciali, e una bella ripassata di missioni spaziali, prima di dire altre sciocchezze.

Mi spiace: sugli sbarchi lunari non ho pazienza. Vorrei offrire a chiunque pensi seriamente che lo sbarco sulla Luna del 1969 sia una messinscena un viaggio a mie spese verso il Mare della Tranquillità, così la piantano di dire scemenze e offendere chi s'è fatto un mazzo così per ottenere un risultato storico.

Un viaggio di sola andata, s'intende."


la tecnologia per scopi "militari" arriva prima di quella civile. quindi può darsi che potevano riprodurre quegli effetti. e poi datti una calmata, sembra una guerra di religione la tua. e poi piantala con sto rispetto per chi ha partecipato. come se nel caso avessero fallito fossero stati degli incapaci.

Janez ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo Attivissimo ha detto...

Janez:

Forse in epoca moderna, sarebbe possibile ricreare quei filmati completamente in CGI, ma nel 1969

No. Ci hanno provato in IMAX, e persino Tom Hanks ha fallito.



Jean:

non credo che creare un modulo funzionante in teoria possa permettere loro di giudicare se quel modulo si trovasse sulla luna o meno.

Quindi la Nasa avrebbe fabbricato un complicatissimo veicolo perfettamente funzionante e poi l'avrebbe sostituito con una ripresa in studio?

E dimmi, come fai a simulare perfettamente, senza che nessuno se ne accorga, la telemetria di un milione di componenti di un vettore multistadio con turbopompe che divorano una tonnellata di ossigeno e idrogeno liquidi al secondo? Andando a scuola dalla Radio Elettra?

Sai cos'è l'effetto Doppler? Sai cos'è l'effetto Pogo? Sai cosa sono PNGS e AGS? Sai come funzionavano i computer di bordo del LM? No, vero? Be', ti dico solo che è roba un tantinello difficile da fingere. Per il resto, non trinciare giudizi su cose che non sai.


alcune decine si può intendere anche 100, 200 persone, dicendo alcune centinaia mi sembrava esagerare, ma va bene anche alcune centinaia.

Ah, cominciamo a spostare i paletti... Allora, dimmi, aggiungiamoci i tecnici di Goldstone, quelli di Honeysuckle Creek, quelli di Jodrell Bank. Quelli che ricevevano il segnale. Se fosse arrivato da WKRP in Cincinnati, se ne sarebbero accorti in fretta.

I tre turni del Controllo Missione li hai contati?

I tecnici dell'immaginario studio televisivo, gli addetti alle luci, i cameraman, i montatori, gli attrezzisti, gli scenografi, li hai contati? L'omino che portava caffé e tramezzini sul set, l'hai contato?

E tutti quelli che avrebbero dovuto sorvegliare tutti coloro che sapevano della messinscena, per tutti questi quarant'anni, li hai contati?

E tutti quelli che avrebbero dovuto sorvegliare coloro che sorvegliavano quelli che sapevano della messinscena, per tutti questi quarant'anni, ti sono sfuggiti?

I vari presidenti e vicepresidenti succedutisi dal 1969, non li vuoi aggiungere?

Ridicolo e patetico.


"Vai a dire questa tua teoria a Gene Kranz, o a Buzz Aldrin, e vedrai come ti rispondono. "
e questo cosa prova scusa?


Prova che là fuori ci sono ancora vive le persone che quelle cose le hanno fatte, e tu non hai nessun diritto di accusare loro di aver mentito, dal basso della tua incompetenza.


no, forse a te è sfuggita. ne parli come fosse una gara di torte in faccia e non come un sottilissimo gioco diplomatico

Ah, certo, Khruschev che si leva la scarpa e la picchia sul bancone all'ONU, che "sottilissimo gioco diplomatico". Radio Mosca che intasa le onde corte di notte con i suoi deliri, altro "sottilissimo gioco diplomatico".


una mossa fine quella di denunciare la falsità degli allunaggi (dopo che gli americani avevano taciuto sui falsi russi e su mooolte altre porcate)

Ma di cosa stai parlando?


la tecnologia per scopi "militari" arriva prima di quella civile. quindi può darsi che potevano riprodurre quegli effetti.

Ma che razza di discorsi sono? Accusi migliaia di persone di falso sulla base di un tuo presuntuoso "può darsi"?


e poi datti una calmata, sembra una guerra di religione la tua

No, non ho alcuna intenzione di calmarmi perché sono già calmo. Sto semplicemente parlando schiettamente. L'intera comunità tecnica, i migliori ingegneri aerospaziali, anche gli astronauti italiani, tutti quelli che di queste cose ci capiscono insomma, confermano che il lunacomplottismo è appannaggio esclusivo di imbecilli presuntuosi e di incompetenti. Tu in che categoria preferisci stare?


poi piantala con sto rispetto per chi ha partecipato. come se nel caso avessero fallito fossero stati degli incapaci.

Jean, se tu hai i controcoglioni per:

-- sederti in cima a cento metri di razzo che ti spara in cielo a 8 G
-- andare sulla Luna dentro un veicolo così stretto che non ci sono sedili e dormi in piedi
-- passeggiare sulla superficie della Luna sapendo che se ti si guasta il PLSS crepi come un pesce tirato a riva e non c'è nessuno che ti possa aiutare
-- fare i calcoli di traiettoria con un regolo calcolatore e orientare la tua nave usando le stelle, sapendo che se sbagli finisci morto
-- farti 400.000 km nel vuoto e poi trovarti seduto su un motore, uno solo, costruito da un subappaltatore al massimo ribasso, e sapere che se quel motore non si accende al primo colpo e non consuma perfettamente il suo carburante, tu e il tuo socio morirete come topi, senza alcuna speranza di soccorso, intanto che il mondo vi guarda
-- rientrare nell'atmosfera a 32.000 km/h, con un angolo di rientro che ha una tolleranza di tre gradi, sapendo che se arrivi troppo inclinato bruci, se arrivi troppo orizzontale rimbalzi e ti perdi senza secondi tentativi
-- partire lo stesso nonostante tutto questo, di cui sei perfettamente consapevole, e lasciare tua moglie e i tuoi figli, sapendo che il tuo presidente ha già in tasca il discorso di cordoglio perché sa che c'è il 50% di probabilità che la missione fallirà e la NASA ti ha dato una capsulina di cianuro per non doverti ascoltare che crepi rantolando perché è finito l'ossigeno

se sai fare tutto questo, allora puoi disquisire di rispetto.

Fino a quel momento, il silenzio è una forma di ritirata davvero onorevole.

Fozzillo ha detto...

Capsulina di cianuro?
Questa non la sapevo!

Paolo Attivissimo ha detto...

Ecco il discorso scritto da William Safire qualora gli astronauti si non fossero stati in grado di ripartire dalla Luna, con le istruzioni di leggerlo prima che gli astronauti fossero morti.

Le capsule di cianuro sono una voce che circola da quarant'anni, mai confermata ufficialmente, ma nei limiti del plausibile. Jim Lovell, nel libro Apollo 13, dice che non c'erano e che sarebbe stato molto più semplice aprire lo sfiato dell'aria e morire soffocati in pochi istanti.

Comunque sia, per farsi leggere l'estrema unzione via radio e poi decidere insieme di morire per soffocamento da depressurizzazione ci vogliono le contropalle.

La cosa che trovo affascinante è che gli astronauti sono tornati a essere gente comune. Se sai dove abitano, li puoi incontrare che vanno a fare la spesa al supermercato e si spingono il carrellino da soli. Niente scorta, niente trattamento VIP, niente.

Per questo trovo repellente il lunacomplottismo: perché è fatto da un branco di smidollati ignoranti che pretendono di criticare gente del genere.

Sono della stessa risma di quelli che dal comodo della loro poltrona dicono che le Torri Gemelle sono state minate e quindi i pompieri sono complici e pagati per far morire i propri compagni (dichiarazione di Jason Bermas, quello di Loose Change). I pompieri: gente che entra in un edificio in fiamme dal quale tutti stanno scappando isterici.

Anonimo ha detto...

vedo che jean lafitte quando c'è da credere balle e arrampicarsi sui vetri arriva

lo pagano per far perdere tempo, evidentemente
il fatto che nessuno lo ammetta ne è la prova

OrboVeggente ha detto...

che baracconata, e che vergogna...
Mi sono avvicinato all'argomento proprio per seguire Paolo alle prese con i "santoni" di Luogocomune.
E mi ha fatto letteralmente sbellicare dalle risate l'atteggiamento dei "complottisti" in questo ambito...
Per cui vengono poste domande decisamente stupide e fuori luogo, come a voler celare un "segreto" che non si può mai dire ma solo accennare...
Non si può dire perchè ogni "ipotesi" cancella le altre, ma nonostante questo GRAVE indizio niente!
Arriveranno i premi nobel a dire "ma quelle foto dovevano essere diverse" e tutti i pecoroni a comprare film, libri, dvd.

E il bello è che questa "moda" dell'antiallunaggio è nata proprio da un film, Capricorn One che...

OrboVeggente ha detto...

Capricorn One, che ho cercato e rivisto appositamente non più di un mese fa, per capire...

Beh, a parte che il film è pieno di "leggerezze" pesantissime (ne discutiamo se volete) per cui le cose NON avrebbero proprio potuto andare come raccontato.
Poi c'è la questione fondamentale del "complotto".
Nel film, ogni minuto che passa è sempre più difficile nascondere il complotto, perchè sempre più sono le persone coinvolte, gli apparati governativi, e non c'è minima traccia o presenza (altrimenti il film sarebbe durato 4 minuti) del popolo dei "radio amatori" di quegli anni, e nemmeno dei russi!!!

Quindi chi sente parlare di "capricorn one" può essere affascinato dalla teoria luno-complottistica, ma chi lo GUARDA invece, si rende conto che proprio il complotto non può stare in piedi più di mezza giornata, altro che 40 anni!!!!

Hanmar ha detto...

Piccolo commento mattutino:
Ma c'e' ancora qualche pio samaritano che da' retta a quello scombinato di Jean?

A me dicono che sono paziente con gli sciachimisti, ma voi mirate alla santita' :D

Saluti
Hanmar

OrboVeggente ha detto...

hanmar:
Piccolo commento mattutino:
Ma c'e' ancora qualche pio samaritano che da' retta a quello scombinato di Jean?


Mi sembra corretto esporre le proprie ragioni e opinioni, e accrescere vicendevolmente la consapevolezza e la verità.
Dipanare la nostra e altrui ignoranza è sempre alta e nobile causa.


A me dicono che sono paziente con gli sciachimisti

Io non più.
Dopo aver "scoperto" chi si è inventato questa bufala e perchè (nonchè aver linkato il suo sito con l'elenco di "scoperte terribilizzime" che ha fatto in seguito alle Scie Chimiche) e averlo spiegato e documentato a chi la bufala se l'è ingoiata, ho smesso decisamente di avere pazienza sulla questione.

Più di pagare un volo privato per andare "in alto" a prendere campioni di "scia chimica" da fare poi analizzare, non posso proporre.
E infatti la proposta (a spese mie) è caduta subito nel dimenticatoio dei cervelli sciachimisti, sostituita da altre "prove" che mi hanno decisamente stancato.

Marti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sara ha detto...

non ho letto tutti i commenti perché ho visto solo ora il blog...

ma sentite... io per lavoro studio asteroidi, meteoriti e rocce lunari... insomma dove sarei andate a inventarmele le rocce lunari (e non le meteoriti lunari, che pure esistono) se non le avessero portate gli Apollo sulla Terra?

Ricordiamoci che non è atterrato solo l'Apollo 11 sulla Luna, ma a parte il 13 ci sono andati fino al 17, nel '72.

Insomma ci sono tanti astronomi seri al mondo e anche in Italia, perché non chiedere a qualcuno di loro?

OrboVeggente ha detto...

Ricordiamoci che non è atterrato solo l'Apollo 11 sulla Luna, ma a parte il 13 ci sono andati fino al 17, nel '72.

Per tacer delle sovietiche missioni.

Insomma ci sono tanti astronomi seri al mondo e anche in Italia, perché non chiedere a qualcuno di loro?

Perchè sarebbe come chieder conto del crollo del WTC agli esperti di crolli, invece che a poeti e teologi.
Finisce subito il gioco e i libri non si vendono più.

Anonimo ha detto...

Insomma ci sono tanti astronomi seri al mondo e anche in Italia, perché non chiedere a qualcuno di loro?

rivoluzionaria proposta!

il materiale analizzato e le teorie dipanate sono molte, evidentemente non si è ancora arrivati a partorire una idea così avanzata :)

Replicante Cattivo ha detto...

Ma possibile che non si possa far niente per far chiudere quella trasmissione? A questo punto, molto meglio un reality, almeno è lampante che si tratta di una porcheria. Giacobbo invece gioca sporco, vuole far credere che è tutto vero usando i toni del divulgatore scientifico.

Logan7 ha detto...

Jean Lafitte ha detto...

ma non diciamo fesserie!

Se dipendesse solo da me, questo sarebbe un obiettivo già raggiunto. Purtroppo esistono i complottisti.

per secoli si è tenuto nascosta la forma del sistema solare o l'esistenza del continente americano (che compare in numerose carte precolombiane) per non parlare dell' antartide scoperto "ufficialmente" nel 1820 ma ben visibile in questa mappa di fine '500
http://it.wikipedia.org/wiki/Immagine:Ricci1600.jpg
non nascondiamoci dietro a un dito!


Paolo ha risposto puntualmente ed in modo esauriente a tutte le tue fantasiose affermazioni... dimostrando, una volta ancora, di possedere una pazienza fuori dal comune. Francamente hai dimostrato e continui a dimostrare di tenere in nessuna considerazione quello che ti viene detto dato che, per partito preso, ogni tua affermazione e "ragionamento" partono dal presupposto che c'è qualcosa di poco chiaro, che i governi mentono e le istituzioni dicono bugie.

E' ovvio che se vuoi difendere e diffondere un dogma non c'è contraddittorio che tenga. Rimani pure con le tue convinzioni, ma non cercare di sovvertire la realtà a chiacchiere. Per affermare qualcosa con cognizione di causa ci vogliono delle prove, non bastano i tuoi sospetti.

Il Sessista ha detto...

Ai non credenti o complottisti che dir si voglia consiglio di vedere il film "Uomini veri" in cui si percepisce il livello di stress allucinante a cui erano sottoposti gli aspiranti astronauti. E' vero, è sempre un film, ma secondo me molto significativo.
Il "miracolo" tecnologico delle missioni Apollo, con milioni di componenti ammassati in un bel cilindrone di acciaio, spedito nello spazio a 8G è dovuto alla migliaia di tecnici, operatori, ricercatori, scienziati fino all'ultimo dei netta cessi. E non per ultimo, l'estrema competenza degli astronauti e dei tecnici di controllo che riuscivano a capire, studiare e risolvere i problemi al momento, annotando il problema per risolverlo definitivamente. E prendere decisioni sensate in breve tempo. E lasciarsi guidare dall'istinto di uno scienziato. Armstrong, per esempio, ha deciso lui di cambiare posto di atterraggio. E l'ha fatto pilotanto in manuale il Lem.

E' questo il miracolo della tecnica. E Von Brown, al rientro dell'equipaggio dell'Apollo 11, disse "Statisticamente voi dovreste essere morti". Lo dice perchè le incognite, le variabili erano tantissime, eppure, de riffa o de raffa ce l'hanno fatta.

Quelli che tirano fuori argomentazioni tipo "come mai l'apollo 13 bla bla bla" dimenticano che il caso può essere beffardo, ed i problemi venir fuori tutti insieme, semplicemente per caso. Pensate alle nostre auto: sono costruite in catene di montaggio galattiche, ne sfornano decine di migliaia all'anno eppure... non ce n'è una uguale, ogniuna può avere una differenza specifica.

beatjay ha detto...

Giacobbo è un buffone e il suo programma una galattica accozzaglia di bufale. La brutta cosa è che lui e i suoi autori fanno in modo che molte delle "informazioni" che vengono veicolate dal programma abbiano un'aura di "scientificità"; e purtroppo chi non ha i mezzi per poter accorgersi di questo è portato a credervi.

Non mi aspettavo nulla di diverso, ma sono comunque indignata.

Marco ha detto...

Voyager = Amici = Verissimo = tutti della stessa famiglia, fuffa alla grande!

Replicante Cattivo ha detto...

Paolo, ma siccome ormai sei "amico" di Mentana, non riesci a proporgli una trasmissione anche su questo argomento? Sarebbe bello trascinare Giacobbo a Matrix per dimostrare all'Italia nottambula quanto quell'uomo sia un ciarlatano. Anche se qualcosa mi dice che lui non accetterà mai...per lui è molto meglio andare a fare il buffone allo Zoo di 105.

Paolo Attivissimo ha detto...

A tutti:

Per favore, evitiamo gli insulti personali a carico di chicchessia.

Si criticano le affermazioni, non le persone.



ReplicanteCattivo: Matrix è già interessata. Il 2009 è il quarantennale. Per ora non posso dire altro di certo.

breakthru ha detto...

"
per secoli si è tenuto nascosta la forma del sistema solare o l'esistenza del continente americano (che compare in numerose carte precolombiane) per non parlare dell' antartide scoperto "ufficialmente" nel 1820 ma ben visibile in questa mappa di fine '500"

Scusate ma chi l'ha detto che queste cose sono provate inconfutabilmente?
Tipo il discorso sulla mappa di Piri Re'is.
qualcuno ha fatto cartografia e storia della cartografia?
boh!...vabbè non centra molto col topic
In ogni caso io ho visto Capricorn One molti anni fa, l'ho trovato simpatico ( come anche Alice dnel paese delle meraviglie) ma non ci ho creduto neanche per un secondo
salus
break*

Ivan Zega ha detto...

Ho visto purtroppo la trasmissione, una PUTTANATA del genere non me l'aspettavo. Il conduttore (non ricordo il nome, ma SEMBRA che si chiami Er Cotoletta, anzi SEMBRA che sia un'alieno, anzi secondo alcune voci POTREBBE ESSERE un raccomandato che non sa come tirare sera con un programma del menga), che si muove agevolmente con permessi speciali negli hangar della NASA, i quali responsabili, se solo avessero saputo che tipo di trasmissione stava per confezionare, lo avrebbero servito a calci nei denti.

usa-free ha detto...

Da morir dal ridere il servizio di Voyager.

Però sono raccomandati, riescono ad avere accesso a un sacco di posti , come le tombe egizie.

Insomma, tralasciando il "parlato" del servizio, mi ha fatto piacere rivedere l'hangar e tutto il resto :)

La perla è stata quando, un pò a fatica, hanno riconosciuto che le stelle non possono essere visibili nelle fotografie, però poi "e che cosa sono quei 2 riflessi nella foto? stelle? luci di scena?"... non è facile contraddirsi nel giro di 15 secondi :D

Però ripeto non ce l'ho con Voyager perchè lo considero un programma per bambini, vedi "ragazzi, c'è Voyager!" :)

So che i genitori all'ascolto inorridiranno, ma a un bambino devi anche dare un pò di mistero per stimolare la sua curiosità, qualche balla fiabesca ci può stare.

Il problema è che dovrebbero fare solo "ragazzi, c'è Voyager" e non Voyager in prima serata, o epurare il Voyager in prima serata da certe cose tipo questa della luna, i cerchi nel grano e amenità simili.

Ad esempio il servizio successivo su Hitler ci poteva stare, come quelli sugli egizi, ma ste cose sulla luna, se da un lato fanno inca***re quelli come Paolo, a quelli come me le fanno quantomeno ritenere inopportune.

Replicante Cattivo ha detto...

Matrix è già interessata. Il 2009 è il quarantennale. Per ora non posso dire altro di certo.

Uffi...bisogna aspettare fino al 2009? :'(

Nel frattempo Giacobbo avrà trovato un altro Chubacapra, il mostro di Lockness e probabilmente arriverà in studio offrendoti da bere direttamente dal Graal. E a quel punto non avrai più scampo :D :D :D :D

Comunque segno sul calendario!!

Igor ha detto...

Mike Tarantino ha detto...

Sicuramente alcuni tra quelli che sono qui a gettare fango sulle missioni lunari sono credenti cristiani: vorrei chieder loro se hanno mai visto filmati o foto di Gesu Cristo mentre faceva qualche sorta di miracolo... Non penso esistano, eppure credono nei Vangeli e in tutto quello che la Chiesa ha deciso e voluto scriverci su...


con tutto il rispetto, credo che sia fuori luogo parlare di fede, religione e missioni lunari.
Io sono un cristiano cattolico, credente e praticante, ma non per questo boccalone. Di fronte ai fatti (quelli riferiti da Paolo con tanto di fonti) la religione non c'entra nulla.

Per tornare a Voyager, ho fatto un esperimento: l'ho fatto guardare a mia moglie senza essere presente e lei ha creduto che fossero vere alcune delle affermazioni fatte nel programma, tipo perchè le foto sono tutte "centrate" e perchè non si vede la base del LEM rimasta sulla luna.
Quando le ho spiegato del grandangono e del fatto che la massima risoluzione delle foto della luna disponibili ad oggi non consente di vedere i resti del LEM mi ha risposto "ma questo non lo hanno detto nel servizio".

Ovviamente questo non dimostra nulla, se non generare il sospetto che gli autori abbiano volontariamente taciuto alcuni aspetti per "spettacolarizzare" la storia.

pKrime ha detto...

C'è di base la volontà di non fare un discorso serio. Ricordo che una decina di anni fa, in una trasmissione analoga ma più talk show, portarono in studio Guidoni, che con santa pazienza spiegava le cose come ai bambini.

Memorabile quando per rispondere sulla mancanza di cielo stellato tirò fuori dalla tasca un paio di sue foto.

"Queste le ho scattate io una volta che sono andato nello spazio, come vedete le stelle non ci sono"

Ma ne aveva anche un'altra in cui aveva aumentato il tempo di otturazione per fotografare le stelle, per mostrare che in questo caso gli oggetti in primo piano non si vedono bene, e quindi in genere non si fanno foto così nello spazio.

Risultato? Basta esperti in televisione, poi la fuffa non si vende più! Questo è effettivamente un complotto..

Maurizio ha detto...

Scusate, ma chi l'ha mai detto che l'ombra della bandiera debba essere proprio lì dove indicano i lunacomplottisti? Basta un minimo di geometria per vedere che così sarebbe se le ombre fossero proiettate con un angolo di 45° rispetto alla verticale, ma l'ombra delle gambe dell'astronauta mostra invece che qui si hanno almeno 60°. Quindi l'ombra della bandiera andrebbe a cadere al di fuori del campo visivo della foto.

yos ha detto...

Fozzillo:

Diego Cuoghi è interessantissimo.

vi consiglio anche la sua analisi su arte e ufo


Grazie per il link!

E pensare che un minimo dubbio sulla mappa di Ricci mi è venuto quando ho letto che la fonte originale era un sito con il nome di Piri Reis !!

Basterebbe leggere Diego Cuoghi per capire come è facile vedere in mappe antiche, praticamente di tutto: dall'Antardide all'australia.
Rimetto il link del sito di Cuoghi in cui parla delle mappe antiche.

http://www.diegocuoghi.it/Piri_Reis/PiriReis.htm

Leggendo si capisce che non c'è nulla di strano in un mappa (antica) che sembra mostrare terre che, in quel periodo, non erano ancora state scoperte.

Tornando alla mappa di Ricci, la parte di terra che si vede a sud non ha la stessa forma dell'Antardide, nella mappa manca l'Australia e per giunta si ha che la Terra del Fuoco tocca l'Antartide stessa!

Che strana mappa.

Probabilmente l'autore ha voluto fare una cosa simile a questa oppure a questa. (Quest'ultimo link, chiarisce molte cose).

Tornando In Topic:

Domanda per Jean Lafitte

Se ho ben capito, tu nutri molti dubbi riguardo il primo viaggio dell'uomo sulla luna (e mi riferisco alla missione dell'Apollo 11).
Ma esiste una prova che ti porterebbe a dire:

Ma allora è vero! L'equipaggio dell'Apollo 11, andò effetivamente sulla Luna nella missione del 20 luglio del 1969!



(Nota a parte: Paperinik ha esordito in Italia nello stesso anno e precisamente l'otto giugno, da autori italiani. E decisamente OT, ma è una singolare coincidenza il fatto che nello stesso giorno il presidente Nixon annuncia il ritiro di 25000 marines dal Vietnam del Sud)

Mike Tarantino ha detto...

Igor ha detto:
con tutto il rispetto, credo che sia fuori luogo parlare di fede, religione e missioni lunari.
Io sono un cristiano cattolico, credente e praticante, ma non per questo boccalone. Di fronte ai fatti (quelli riferiti da Paolo con tanto di fonti) la religione non c'entra nulla.

Appunto: parliamo di testi scritti, trascritti e filtrati dalla Chiesa. Eppure la gente ci crede.
Ora mi metto d'accordo con centinaia di persone del mio paese e tutte insieme diciamo di aver visto mio nonno fare miracoli riportando la notizia ovunque: in tale caso però richiedereste filmati, prove scientifiche e quant'altro...
E anche d'innanzi a testimonianze filmate siamo qui comunque a dire idiozie a cercare appigli su come confutare l'approdo sulla Luna.
L'uomo è così:
- ha le prove ma deve contestare;
- non ha nulla tra le mani e diventa credulone;
- se si tratta di religione, qualsiasi cosa è vera perchè c'è fede;
- se si tratta di politica, qualsiasi promessa è valida;
- se si tratta di USA tutti pronti a demolire.
Di solito poi d'innanzi ad argomenti di questo genere vedo sempre passare l'idiota di turno che contesta la mole di soldi spesi in tali missioni anzichè utilizzarle per scopi umanitari. Però poi passa il secondo idiota, lo scettico, che è sicuro che tali soldi verrebbero in minima parte devoluti per tali scopi.
E' una eterna guerra, una incoerenza continua...
Non me ne vogliano i religiosi, i lunacomplottisti, i filo-politici, etc: ma l'uomo è sin troppo ricco di contraddizioni e lo sarà sempre.
Se non vogliono credere all'allunaggio lasciamoli credere, se poi vogliono diffondere questa loro idea, lasciamo che sia. D'altronde io son cresciuto con l'idea che gli alieni fossero ormai parte integrante della nostra società grazie a Minoli :)
Sta all'uomo poi documentarsi correttamente e ragionare con la propria testa, siamo pur esseri pensanti!!!
Ok, scusate, forse sono uscito un po' fuori dall'argomento... Chiedo venia...

Paolo Amoroso ha detto...

Paolo: dal modulo di comando di Apollo 15 in orbita lunare fu ripresa una foto che mostra il sito di atterraggio di quella missione con alcuni veicoli e attrezzature come il LM, il LRV e le sue tracce, e ALSEP. Dei veicoli non sono distringuibili dettagli, tranne alcune ombre.

La foto fu pubblicata nel numero del 20 dicembre 1971 della rivista Aviation Week, se ho interpretato correttamente il riferimento che ho trovato. La foto è disponibile anche nell'area file della mailing list ProjectApollo (richiede registrazione gratuita).

Paolo Attivissimo ha detto...

Paolo Amoroso,

grazie del link. Conosco le foto, ma non valgono: sono fatte dagli stessi organizzatori della messinscena! :-)

Jean Lafitte ha detto...

l'analisi di Cuoghi mi appare molto confusionaria comunque non elimina il fatto che molte conoscenze fossero tenute nascoste. come appunto l'esistenza dell' America che per ovvi motivi era conosciuta da molti secoli.

rispondendo in breve a Paolo

"Quindi la Nasa avrebbe fabbricato un complicatissimo veicolo perfettamente funzionante e poi l'avrebbe sostituito con una ripresa in studio?"

ecco a voi signori la logica di paolo. teoricamente pure l'apollo 13 doveva funzionare perfettamente. nella pratica però, e si sapeva, poteva esserci qualce problema. la missione apollo 11 DOVEVA riuscire

i dati della telemetria si potevano simulare al computer, anzi non la missione non era stata proprio simulata prima? e allora qual'è il problema? nessuno. quanto ricevevano direttamente dati dall' apollo. molto pochi in proporzioni. gente che portava i tramezzini sul set? non c'è bisogno di migliaia di persone per girare un film. senza contare che molti potevano svolgere le loro mansioni senza essere informati minimamente.

"Prova che là fuori ci sono ancora vive le persone che quelle cose le hanno fatte, e tu non hai nessun diritto di accusare loro di aver mentito, dal basso della tua incompetenza."

io non sto accusando nessuno. sto solo pensando. cosa che non farebbe male anche a te.

"Ah, certo, Khruschev che si leva la scarpa e la picchia sul bancone all'ONU, che "sottilissimo gioco diplomatico". Radio Mosca che intasa le onde corte di notte con i suoi deliri, altro "sottilissimo gioco diplomatico"."

no è solo propaganda. spettacolo. che mi dici della crisi di cuba?

"
una mossa fine quella di denunciare la falsità degli allunaggi (dopo che gli americani avevano taciuto sui falsi russi e su mooolte altre porcate)"

la tereskova, i gulag... molte cosette..

"Ma che razza di discorsi sono? Accusi migliaia di persone di falso sulla base di un tuo presuntuoso "può darsi"?"


non accuso nessuno ma dico, con onestà intellettuale che a te manca, che la cosa forse è improbabile ma non impossibile.

"No, non ho alcuna intenzione di calmarmi perché sono già calmo. Sto semplicemente parlando schiettamente. L'intera comunità tecnica, i migliori ingegneri aerospaziali, anche gli astronauti italiani, tutti quelli che di queste cose ci capiscono insomma, confermano che il lunacomplottismo è appannaggio esclusivo di imbecilli presuntuosi e di incompetenti. Tu in che categoria preferisci stare?"

che giochino stupido. queste persone nel caso sarebbero state ingannate anche loro, ovviamente. non è possibile? si lo è


"se sai fare tutto questo, allora puoi disquisire di rispetto."

quindi gli unici che possono parlare di questo sono gli austronauti? bene, allora taci anche tu.

SirEdward ha detto...

E basta!

Jean, se non accusi, ma pensi solamente, perché stai cercando di far cambiare idea alla gente?

Evidentemente anche gli altri pensano, ed evidentemente hanno idee diverse dalle tue.

Cosa li rende inferiori a te tanto da non rispettare il fatto che non condividano i tuoi pensieri?

Che cosa ti costringe ad accusare gli altri di non avere onestà intellettuale?

Cosa a dire che agli altri farebbe bene pensare, come tu fai e loro no?

Perché in fin dei conti i tuoi sono solo pensieri, non accuse basate su fatti, giusto?

Se non hai certezze, perché ti piace usare le tue parole come bastoni contro gli altri? E se invece le certezze ce le hai, perché nascondersi dietro ai "io non accuso nessuno, sto solo pensando"?

Dopo che hai scoperto che i tuoi interlocutori non condividono i tuoi pensieri, perché continui. O li fai diventare fatti, oppure perché non rispetti le loro opinioni, e poi pretendi però rispetto da loro?

yos ha detto...

l'analisi di Cuoghi mi appare molto confusionaria

A me no. Ed agli altri che hanno letto l'analisi? Come vi pare la spiegazione di Cuoghi?


comunque non elimina il fatto che molte conoscenze fossero tenute nascoste.

Un conto è dire che fossero tenute nascoste, un conto è dire che di alcune cose si ignoravano l'esistenza, ed un conto è dire che di alcune cose sia aveva solo una qualche vaga idea di come dovevano essere. Un altro conto è che avevano teorizzato il funzionamento di una cosa e fino a quando non ne è uscita una teoria migliore, allora si è tenuta la precedente.


come appunto l'esistenza dell' America che per ovvi motivi era conosciuta da molti secoli.

Non ho capito quali sono gli ovvi motivi che dimostrano che l'America era conosciuta da secoli.

Tornando all'apollo 11:
Se ho ben capito, tu nutri molti dubbi riguardo il primo viaggio dell'uomo sulla luna (e mi riferisco alla missione dell'Apollo 11).
Ma esiste una prova che ti porterebbe a dire:

Ma allora è vero! L'equipaggio dell'Apollo 11, andò effetivamente sulla Luna nella missione del 20 luglio del 1969!

Fozzillo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fozzillo ha detto...

l'analisi di Cuoghi mi appare molto confusionaria
Cooosaaaa!!!!!
Certo, uno studioso serio che, senza sapere chi tu sia, ti fa fare la figura che meriti?
Ma dove ti documenti?
Se uno non dice cazzate per te è confusionario?
Ci citi un'altra fonte credibile sulla storia della cartografia?

Fozzillo ha detto...

come appunto l'esistenza dell' America che per ovvi motivi era conosciuta da molti secoli.
Ma era tenuta nascosta per paura della concorrenza con la Cocacola.

Paolo Attivissimo ha detto...

Jean:

ecco a voi signori la logica di paolo. teoricamente pure l'apollo 13 doveva funzionare perfettamente. nella pratica però, e si sapeva, poteva esserci qualce problema. la missione apollo 11 DOVEVA riuscire

Già. Tutto doveva andare secondo copione, secondo te. Allora che mi dici dei tre astronauti morti sulla rampa di lancio durante un'esercitazione? Anche loro "facevano parte del copione"? "DOVEVANO morire" perchè c'era scritto a pagina 27 del tuo script da B-movie?

Trovo sinceramente repellente che si possano esprimere seriamente teorie così vigliacche.


i dati della telemetria si potevano simulare al computer, anzi non la missione non era stata proprio simulata prima?

Chiaramente non hai la minima conoscenza della (non)tecnologia informatica dell'epoca, per cui sorvolo sugli aspetti patetici di questa teoria.


e allora qual'è il problema? nessuno. quanto ricevevano direttamente dati dall' apollo. molto pochi in proporzioni.

E anche qui, perché non vai a farti un giretto a parlare con Gene Kranz, o ti leggi i suoi libri, prima di dire sciocchezze tecniche di questo calibro?

Sai almeno chi è, o ti serve la gruccia della Wikipedia?


non c'è bisogno di migliaia di persone per girare un film. senza contare che molti potevano svolgere le loro mansioni senza essere informati minimamente.

Come no. Infatti i registi fanno tutto da soli, si dipingono i fondali, cuciono i costumi, mettono il cerone agli attori...



no è solo propaganda. spettacolo. che mi dici della crisi di cuba?

Immagino che mi dirai che era un'altra pagina del copione. Che bello! Non abbiamo mai rischiato l'olocausto nucleare! Era tutto finto, Kennedy e Khruschev erano amiconi, si spupazzavano Marilyn a turno! "Ehi, John, dacia mia o dacia tua, stasera?"

Trovo questa visione del mondo davvero patologica, oltre che un insulto a tutti coloro che si sono fatti in quattro per evitare che finisse tutto a colpi di bombe H.


non accuso nessuno ma dico, con onestà intellettuale che a te manca, che la cosa forse è improbabile ma non impossibile.

Anche il fatto che tu sia un unicorno i cui peti generano onde d'urto che spingono in modo pseudorandom i tasti del tuo piccì è improbabile, ma non impossibile, soprattutto considerate certe affermazioni.


queste persone nel caso sarebbero state ingannate anche loro, ovviamente. non è possibile? si lo è

No. Se mi permetti una spiegazione tecnica e fuor di metafora, gli ingegneri aerospaziali, i piloti collaudatori, gli addetti alla telemetria non sono imbecilli.


quindi gli unici che possono parlare di questo sono gli austronauti? bene, allora taci anche tu.

Guarda che se non ti è ancora chiaro, io sto appunto riferendo quello che hanno detto e documentato gli astronauti. Aderisco alle loro dichiarazioni. Alle loro e a quelle dei tecnici.

Sei tu quello che dal basso della tua smisurata competenza in tecnologia aerospaziale degli anni Sessanta dici che sono stati tutti bugiardi e cretini.

Scusami se mi permetto di ritenere che questo sia uno scenario piuttosto improbabile.

Vedi, Jean, con tutti i tuoi discorsi hai dimostrato mirabilmente il filo conduttore di tutti i cospirazionismi: la superbia. La convinzione assoluta, granitica, inossidabile di ogni complottista, di qualsiasi filone, di essere l'Unico Vero Illuminato che sa cogliere la Verità, mentre tutti gli altri esseri umani, poveri imbecilli, troppo presi dalle loro lauree specialistiche e dai loro premi Nobel, non riscono a trascendere i propri limiti e raggiungere la Conoscenza Suprema.

Il complottista crede di essere l'unico orbo in una terra di ciechi e che sia sua divina missione ispirare gli altri a vedere ciò che solo lui vede per intelletto superiore.

Ti lascio alla tua boria.

usa-free ha detto...

non c'è che dire: quando si parla di spazio Paolo perde la sua genetica calma inglese :D

se tutto fosse così impossibile per quell'epoca, mi chiedo come mai non si sia sviluppata una corrente di teorie alternative sullo Sputnik o su Gagarin...pare che se complotto ci debba essere, esso sia sempre intimamente connaturato ai locali siti in quel di Washington...

oddio ma che sto dicendo io sono usa-free, un altro attacco di schizofrenia paranoide aiuuuuuuuuuuto rotfl :D

Massimo ha detto...

Scusa Paolo,

Credo che jean ti abbia teso una trappola e tu abbia ingoiato amo, lenza e canna da pesca.

Non trovo altre speigazioni aoltre al desiderio di vederti andare fuori dai gangheri (dire che c'è riuscito abbastanza bene). A parte gli invertebrati, nessun essere raziocinante può credere seriamente alle scempiaggini che ha elencato, ergo: lo ha fatto apposta.

Logan7 ha detto...

yos ha detto...

l'analisi di Cuoghi mi appare molto confusionaria

A me no. Ed agli altri che hanno letto l'analisi? Come vi pare la spiegazione di Cuoghi?

Ma cosa ti aspettavi di diverso? Hai mai letto di un cospirazionista "convinto" che abbia mai ammesso di aver detto delle emerite fesserie su un argomento qualsiasi? Non lo fanno mai, neppure di fronte alle dimostrazioni più evidenti dell'inconsistenza delle loro teorie... Ovviamente, non potendo in alcun modo dimostrare che l'analisi di Cuoghi non è corretta e seria, sente il bisogno di fare la solita affermazione campata per aria, offensiva e inconsistente. Come se qualcuno potesse mai pensare di mettere sullo stesso piano le affermazioni di Cuoghi e quelle di un jean lafitte qualsiasi. Ma per favore.

Logan7 ha detto...

Massimo ha detto...

Si, adesso diamogli pure ragione...

Per fortuna che i commenti e le teorie di jl sono note a tutti quelli che frequentano questo blog da tempo... e che è evidente che la tua "teoria" alternativa sulle motivazioni che lo hanno spinto a fare certe affermazioni non ha fondamento.

Logan7 ha detto...

non accuso nessuno ma dico, con onestà intellettuale che a te manca, che la cosa forse è improbabile ma non impossibile.

Onestà intellettuale!!! ROTFL!!!

Giuliano47 ha detto...

"...il filo conduttore di tutti i cospirazionismi: la superbia".

E l'ignoranza scientifica.
Piu' volte Paolo ha nominato l'effetto Doppler. Ma il cospirazionista non sa e non si e' ancora preso la briga di imparare che l'effetto Doppler permette di determinare se un trasmettitore e' fermo sulla Luna oppure le orbita attorno.

Paolo Attivissimo ha detto...

Non trovo altre speigazioni aoltre al desiderio di vederti andare fuori dai gangheri (dire che c'è riuscito abbastanza bene).

Massimo, non sono fuori dai gangheri, anzi. Se lo fossi, avrei detto cose di cui mi sarei pentito, Ma come hai letto, le mie parole sono state forse taglienti ma mai d'insulto personale.

E poi sul lunacomplottismo posso evitare di essere solenne e posso usare a piene mani l'ironia che meritano i boriosi in questo campo. Scrivo le risposte con piacere: il piacere di dire le cose come stanno.

A parte gli invertebrati, nessun essere raziocinante può credere seriamente alle scempiaggini che ha elencato

Attento, stai scadendo nell'insulto personale. Gli invertebrati potrebbero offendersi! :-)

Fozzillo ha detto...

Comincio a credere all'ipotesi dell'unicorno petomane anche se poco probabile...

SirEdward ha detto...

quella dell'unicorno però è davvero "spaziale".

studente88 ha detto...

"Anche il fatto che tu sia un unicorno i cui peti generano onde d'urto che spingono in modo pseudorandom i tasti del tuo piccì è improbabile, ma non impossibile, soprattutto considerate certe affermazioni."

era da molto tempo che non mi facevo una sana risata come quella che ho fatto dopo leggere questa affermazione.
Grazie Paolo, e ti prego, non smettere mai di fare quello che fai, perche' il mondo e' pieno di gente come Lafitte (sebbene no molti siano cosi' fantasiosi).
Grazie davvero

Anonimo ha detto...

non c'è nessuna evidenza scientifica che ci porta a credere che sia falso quello che dice paolo

anzi basterebbero pochi mezzi per simulare che dall'altro lato della tastiera ci sia un essere umano, e le persone coinvolte pochissime (tecnico di pc, tecnico adsl, un inserviente per la biada, uno stalliere)
noi riceviamo solo i commenti scritti ma non sappiamo da chi e non sappiamo come

ritengo quindi probabile e fattibile la teoria di paolo

stranamente nessun altro ne parla... coincidenza?

luigi ha detto...

e pensare che quello sullo sbarco lunare era solamente uno dei servizi di Voyager di lunedì!

Con gli altri servizi, si è toccato veramente il fondo!

Ma perchè pago il canone?

luigi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Operation One ha detto...

-pol-,

mi meraviglio di te: come hai fatto a non tenere in considerazione l'autorevole parere del noto ammaestratore di unicorni kazako Pet Oman (in realtà di professione teologo e stimato sarto a tempo perso), che dapprima ha affermato che le linee adsl in realtà sono modificabili grazie al teletrasporto, e poi ha ritrattato affermando che gli unicorni fanno parte dei rettiliani, anche per due come se fosse antani, e quindi questo spiega la petomania, ma anche le silfi?

come abbiamo potuto perderci una spiegazione così attendibile (e, soprattutto, documentata)???

:D :D

Hanmar ha detto...

@ operation one:
PIANTALA, mica posso cascare dalla sedia dalle risate ogni volta!!! :D

L'analisi di Cuoghi e' ottima, documentata e coerente secondo tutti i punti di vista. Venendo poi da una persona che ha solo nozioni base di cartografia anche meglio.

Saluti
Hanmar

Dan ha detto...

"Per questo trovo repellente il lunacomplottismo: perché è fatto da un branco di smidollati ignoranti che pretendono di criticare gente del genere."
L'abbiamo già detto tante volte: è facile sparare accuse a destra e a manca contro ogni tipo di persone stando dietro a una tastiera dall'altra parte del mondo; il peggio che ti può capitare è una risposta pungente, o giudizi su tua madre. Ma andare a dirlo in faccia ai diretti interessati, guardandoli dritti negli occhi, astronauti, pompieri, parenti delle vittime o chi altri, e affrontarne le conseguenze... beh, quello è un altro paio di maniche.

"vedo che jean lafitte quando c'è da credere balle e arrampicarsi sui vetri arriva"
Eh eh, ormai possiamo dire che è il suo ruolo... ogni grande bufala che discutiamo qui, lui c'è. Rigorosamente dalla parte degli ultimi che mai saranno primi. Per carità, se poi a lui piace rendersi ridicolo, chi siamo noi per impedirglielo?
C'è poi da considerare che è un troll.

"Quindi chi sente parlare di "capricorn one" può essere affascinato dalla teoria luno-complottistica..."
Diciamo che ha lo stesso grado di fascino di "Men in Black". Entrambi parlano di complotti nazionali americani, ed hanno la stessa plausibilità.

"Matrix è già interessata. Il 2009 è il quarantennale. Per ora non posso dire altro di certo."
Altro che Radio Svizzera, vogliamo Il Disinformatico ogni settimana alle nove su RaiUno!

"Però ripeto non ce l'ho con Voyager perchè lo considero un programma per bambini, vedi "ragazzi, c'è Voyager!" :)"
A quel punto se devo guardare fantasie sulla Luna, preferisco Sailormoon... almeno lì è chiaro che non c'è niente di vero.

"So che i genitori all'ascolto inorridiranno, ma a un bambino devi anche dare un pò di mistero per stimolare la sua curiosità, qualche balla fiabesca ci può stare."
Attenzione: se è fiabesco tipo anello fatato o bella addormentata ci può stare, ma non dobbiamo correre il rischio che quel bambino cresca credendo che la missione sulla Luna forse non c'è stata perchè questa è fatta di formaggio.

"Il problema è che dovrebbero fare solo "ragazzi, c'è Voyager" [...] o epurare il Voyager in prima serata da certe cose tipo questa della luna, i cerchi nel grano e amenità simili."
E vabbeh, allora dillo subito che vuoi semplicemente farla sparire... se da Voyager togli questi servizi non rimane niente.

"non c'è nessuna evidenza scientifica che ci porta a credere che sia falso quello che dice paolo. [...] noi riceviamo solo i commenti scritti ma non sappiamo da chi e non sappiamo come"
C'è una considerazione di logica deduttiva da fare: gli unicorni sono animali magici, purissimi, e sopratutto benefici. Che non mi pare proprio sia il caso del blaterare di jean...

Operation One ha detto...

@dan:

> ...preferisco Sailormoon...

anch'io, anch'io...

Fozzillo ha detto...

Ragazzi,
Lafitte non risponde.
Forse ci siamo liberati di lui?
Peccato era uno spasso!

Giuliano47 ha detto...

C'e' il sospetto che Paolo l'abbia impacchettato, chiuso in un razzo e spedito sulla Luna.

Fozzillo ha detto...

Buon viaggio Jean!

yos ha detto...

Per me Jean sta pensando:
"Se quello che ha detto Paolo sugli Unicorni è vero o, peggio ancora, se quello che ha detto Pol sulla facilità di far credere che dall'altra parte della tastiera non ci sia nessuno è vera, allora allora io sto perdendo il mio tempo.
Sarà poco probabile ma certamente non impossibile. (Non che dall'altra parte ci sia un unicorno, ma che io stia perdendo il mio tempo.)

Fozzillo ha detto...

no Yos,
Jean starà pensano che noi siamo troppo stupidi e ciechi per vedere quello che per gli illuminati come lui è evidente.
E Paolo ci inganna ad arte per ricevere i premi di produzione dai men in black.

Igor ha detto...

Mike Tarantino ha detto:
L'uomo è così:
- ha le prove ma deve contestare;
- non ha nulla tra le mani e diventa credulone;
- se si tratta di religione, qualsiasi cosa è vera perchè c'è fede;
- se si tratta di politica, qualsiasi promessa è valida;
- se si tratta di USA tutti pronti a demolire.

Di base siamo d'accordo su questi punti.
Solo una puntualizzazione poi la smetto di anadre fuori argomento: la fede è qualcosa in cui si crede (e io credo in un essere superiore "artefice" della creazione, e che identifico nel Dio dell'antico testamento e nel Gesù dei vangeli), la religione è una "sovrastruttura" creata dagli uomini, per spiegare (a volte anche strumentalizzare, come dici giustamente) una dottrina.
Può anche essere che i vangeli riconosciuti dalla chiesa cattolica siano l'equivalente di un romanzo dei giorni nostri, e che siano una storia di fantasia, così come lo è "il codice Da Vinci" o il meno famoso "l'ultimo catone" di Matilde Asensi.
SArai però d'accordo con me che è molto più difficile dimostrare che i vangeli siano dei romanzi, piuttosto che dimostrare che siamo andati davvero sulla luna.
Quello che non tollero dei complottisti in genere è che non trovano delle prove che Paolo non riesca a "smontare", o che tacciano deliberatamente su alcuni punti per dimostrare le loro tesi.

Learco Pignagnoli ha detto...

Avete citato le pagine di Diego Cuoghi sulla mappa di Piri Reis. Ma lo stesso autore ha scritto anche un articolo proprio sulle missioni lunari Apollo e le tesi complottiste:

MOON HOAX ? No thanks!
ovvero: Ci siamo stati, eccome...
LETTERA APERTA AL DIRETTORE DI "PALAMITO"

http://www.diegocuoghi.com/Moon_hoax.htm

Fozzillo ha detto...

Non bisogna mai sottovalutare il grande Diego Cuoghi, si deve fare un salto sul suo sito di tanto in tanto.

Grazie Learco!