Cerca nel blog

2014/05/30

Facebook cambia le regole e introduce il dinosauro salvaprivacy


Nuova raffica di cambiamenti in arrivo da Facebook: l'impostazione predefinita per tutti gli utenti nuovi sarà che i contenuti che pubblicano saranno visibili soltanto agli amici. Per aiutarci nel groviglio d'impostazioni di privacy di quest'immenso social network ci sarà anche un'icona di dinosauro, subito battezzata informalmente Zuckasaurus in onore di Mark Zuckerberg: ci ricorderà periodicamente di controllare le nostre impostazioni.

Finora Facebook ha spinto gli utenti a rendere tutto pubblico e visibile a tutti; spettava a loro prendersi la briga di reimpostare il social network in modo che le loro cose non fossero visibili a tutti, con tutte le conseguenze e gli incidenti del caso. Ora le cose cambieranno radicalmente, secondo l'annuncio di Facebook, ma rimane il fatto che un social network, per definizione, non è un luogo nel quale immettere informazioni private. Le nuove impostazioni renderanno meno facile la vita ai ficcanaso occasionali che cercano informazioni a caso, ma non cambierà nulla per gli amici che tradiscono la nostra fiducia diffondendo per esempio post o immagini che avevamo affidato soltanto ai loro occhi. Prudenza, insomma, come sempre.

Lo Zuckasauro, invece, fa parte della nuova funzione Privacy check, che verrà attivata nelle prossime settimane: avviserà gli utenti quando postano qualcosa rendendolo visibile a tutti e chiederà conferma di questa scelta di visibilità, e su Facebook per iPhone la visibilità di un post verrà indicata più chiaramente in cima alla schermata. Inoltre ci sarà un login anonimo per accedere alle app interne di Facebook senza dare loro informazioni personali provenienti da Facebook. Bisogna insomma rimettersi a studiare.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

"sarà che i contenuti che pubblicano saranno visibili soltanto gli amici"

Refuso: manca un "per".

Danilo.. ha detto...

"Le nuove impostazioni renderà" ;)

Paolo Attivissimo ha detto...

Andrea, Danilo, refusi corretti, grazie.