skip to main | skip to sidebar
4 commenti

Decollo Soyuz MS-04 di stamattina con due sole persone a bordo

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità dall'Almanacco dello Spazio grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete farne una anche voi per incoraggiarmi a scrivere ancora. Ultimo aggiornamento: 2017/04/20 16:40.

Sto convertendo l'Almanacco dello Spazio dal formato EPUB a quello Web: questo articolo è tratto da una voce nuova che ho scritto stamattina per annotare il volo spaziale partito dal Kazakistan stamattina.

-––

Alle 9:13 ora italiana di stamattina è partita dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, la Soyuz MS-04, che ha portato nello spazio l'astronauta statunitense Jack Fisher e il cosmonauta russo Fyodor Yurchikhin, diretti verso la Stazione Spaziale Internazionale con un piano di volo rapido che prevede il rendez-vous con la Stazione in sole sei ore. È il primo volo spaziale con equipaggio del 2017 [GA].

L'equipaggio della Soyuz è composto da due persone invece delle consuete tre: non succedeva dal 26 aprile 2003, dopo la tragedia dello Shuttle Columbia. La riduzione è una conseguenza di una serie di misure di contenimento delle spese e del lavoro nel segmento russo della Stazione: il lancio del modulo scientifico russo Nauka, infatti, continua a subire rinvii (da anni) e senza di esso il carico di lavoro russo non giustifica tre membri d'equipaggio di questa nazione. I russi a bordo della Stazione scenderanno così a due, ma in compenso il personale del segmento statunitense salirà da tre a quattro.

Al posto del terzo membro d'equipaggio vengono trasportati dei rifornimenti per la Stazione. Yurchikin, veterano e comandante, siede al centro; Fischer, al suo primo volo, siede a sinistra; il sedile di destra è occupato dai rifornimenti.

La Soyuz MS-04 è stata denominata Argo, come la nave greca della mitologia; è solo la seconda Soyuz ad avere un nome [ISS101]; la prima è stata la Soyuz TMA-21, denominata Gagarin, nel 2011 [ISS101; RikyUnreal], anche se in passato altri veicoli russi hanno avuto dei nomi (callsign) [RikyUnreal].

Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (4)
Il termine "cargo" in lingua italiana indica solo un mezzo di trasporto. Probabilmente "carico" è un termine più adatto
Massimiliano,

hai ragione. Ho corretto, grazie.
Secondo me però detta così non si capisce, in quanto sembra che attualmente ci siano 6 astronauti, mentre in realtà sono solo 5, infatti erano 6 a bordo, 3 sono scesi e 2 sono saliti. Credo sia meglio specificare che SARANNO 4 gli astronauti nel segmento non russo, IN FUTURO, che pure con la prossima Expedition 53 saranno solo 5.
A proposito, vorrei segnalare l'intervista a Roberto Vittori, il prossimo astronauta italiano. Un uomo con una visione:
https://www.wired.it/scienza/spazio/2017/04/21/roberto-vittori-intervista-astronauti/