skip to main | skip to sidebar
47 commenti

Video: che rumore fa un aereo di linea in quota?

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete farne una anche voi per incoraggiarmi a scrivere ancora.

Questo video cattura un suono molto raro: quello di un aereo di linea a velocità di crociera,sopra le nubi. Per coglierlo non basta mettersi in cima a una montagna: bisogna trovarsi in quota a oltre 10.000 metri, su un aeromobile che non faccia rumore e che stia fermo. In altre parole, su un pallone sonda dotato di una GoPro.


Come spiegato nelle informazioni che accompagnano il video, il lancio del pallone sonda ha rispettato tutte le norme di sicurezza. Il video potrebbe suscitare un certo mal di mare, ma il silenzio che regna a quella quota e la vista che si gode sono impagabili. E pensare che in quell’oggetto che sfreccia nel cielo a ottocento chilometri l’ora ci sono probabilmente un centinaio di persone che neanche si rendono conto della meraviglia tecnica quotidiana che è il volo.

E che a terra ci sono gli imbecilli che gridano alle scie chimiche :-)
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (47)
Grazie per il bel video; essendo appassionato di aeronautica non mi ero mai posto la curiosità di capire il rumore di un liner al cruise level, e devo dire che ne sono rimasto sorpreso. Grazie!
Già, però cosi come l'hai scritto, sembra quasi che il rumore di un jet a quota crociera non si possa sentire al livello del mare, il che non assolutamente vero. E questo, temo, farà la gioia di certi sciachimisti...
Udibilissimo l'effetto Larsen...
Domanda da uno che pensa che gli aerei abbiano le marce: qual è la differenza nel suono rispetto ad un aereo a bassa quota, il fatto che si sentano di più il fischio delle turbine?

Potrebbe essere che le turbine si sentano di più per colpa del microfono della GoPro che, forse, è più sensibile a cerce frequenza rispetto ad altre?
Riccardo,

questo, temo, farà la gioia di certi sciachimisti...

Sai una cosa? Pazienza :-)

Ho smesso di preoccuparmi degli sciachimisti. E ho buone ragioni per farlo, spero di poterle raccontare prima o poi.
Lampo13,

Larsen? Forse intendevi Doppler?
Guastulfo,

qual è la differenza

Non noti differenze fra il rumore di un motore a getto a 200 km/h al suolo e a 800 km/h in quota?
E subito un giornale ne approfitta per dimostrare che ha capito tutto ma proprio tutto.
Su come fare un link acchiappaclick, ovviamente.
http://archive.is/dkeco
[quote-"Paolo Attivissimo"-"/2017/06/video-che-rumore-fa-un-aereo-di-linea.html#c5825230228339399186"]
Lampo13,

Larsen? Forse intendevi Doppler?
[/quote]
Hai ovviamente ragione, a mia discolpa solo un fine settimana esagerato per festeggiare i miei 60 anni...
[quote-"Riccardo (D.O.C.)"-"/2017/06/video-che-rumore-fa-un-aereo-di-linea.html#c4438006121646445360"]
Già, però cosi come l'hai scritto, sembra quasi che il rumore di un jet a quota crociera non si possa sentire al livello del mare, il che non assolutamente vero. E questo, temo, farà la gioia di certi sciachimisti...
[/quote]
Tu riesci a sentire il rumore di un aeroplano di linea che vola a 38.000 ft?
Penso che la più grande differenza sia che per ragioni geometriche l'effetto Doppler è MOLTO più marcato nel filmato rispetto ad un aereo che si muove a 200 Km/h OPPURE ad uno che si muove ad alta velocità ma a grande distanza, come nel caso di un aereo a quota elevata e a velocità di crociera.

Poi immagino ci siano effetti legati alla mancanza di umidità nell'aria (rilevante nella trasmissione del suono), alla bassa pressione e alla temperatura molto più bassa. Sebbene non credo siano estremamente marcati.

Infine c'è il fatto che i motori lavorano in condizioni molto diverse da quelle cui si è abituati al decollo di un aereo.

La condizione più simile è quella di un low pass come questi (preso a caso):

[vid]https://www.youtube.com/watch?v=Xit--JehrzY[/vid]

anche se i motori sono radicalmente diversi (diversi bypass rate, etc.).

Per terminare, sicuramente la gopro ci mette del suo in quelle condizioni di pressione e temperatura, visto che le caratteristiche fisiche del microfono cambiano drasticamente (assumendo che il microfono non sia climatizzato). Poi probabilmente conta anche il fatto che non c'è alcuna riflessione da parte dell'ambiente. Un ambiente del genere si comporta un po' come una camera anecoica.
Riccardo (D.O.C.)

"Già, però cosi come l'hai scritto, sembra quasi che il rumore di un jet a quota crociera non si possa sentire al livello del mare, il che non assolutamente vero."

Lampo13

"Tu riesci a sentire il rumore di un aeroplano di linea che vola a 38.000 ft?"


Sono molto curioso, qualcuno saprebbe dirimere la questione?
Io credo sia molto difficile sentire il rumore in oggetto. Ma sono anche molto inesperto sull'argomento.

Ho quasi sputato sullo schermo per soffiare via il pelucco bianco...
@Lampo13
Tu riesci a sentire il rumore di un aeroplano di linea che vola a 38.000 ft?
Assolutamente sì, se sono in un posto silenzioso - per esempio in mezzo al mare (calmo), al largo.
Oppure in montagna, ma lì, lo concedo, la distanza è un 20% in meno...
Ci saranno anche i terrapiattisti a scatenarsi su quella bizzarra deformazione dell'orizzonte causata dai tempi di risposta non proprio rapidissimi della GoPro.
Avete visto il titolo del Corriere online?
"Paura in volo, l'aereo di linea sfiora il pallone meteo: il rombo è da paura"
- Incidente solo sfiorato con il volo della Delta Airlines pieno di passeggeri in volo su Newark, New York -
@lampo13 quando sei in montagna in posti silenziosi e vedi passare un aereo a volte senti un rumore sordo debole dopo che l'aereo è passato oltre la tua verticale.
io lo ho sempre interpretato con il rumore delle turbine dell'aereo non se sia coretto ma credo che non sia impossibile.
Il corriere la mette sul "catastrofico"
http://video.corriere.it/pallone-meteo-troppo-all-aereo-linea-rombo-paura/39ba128a-4f96-11e7-b3da-d63487cd15a9?intcmp=video_wall_hp&vclk=videowall%7Cpallone-meteo-troppo-all-aereo-linea-rombo-paura
Ho varie domande :-)
1: come fanno a dire che il volo del pallone rispettava i requisiti di sicurezza? In fondo, da profano, mi sembra molto vicino la rotta dell'aereo e, sempre da profano, credo che i palloni volino un po' dove gli capita in base alle correnti. Cioè, in pratica, poteva anche trovarsi proprio sulla rotta dell'aereo?
2: i piloti hanno visto la sonda, in modo visivo con gli occhi e/o con gli strumenti? Cioè, gli strumenti segnalavano la sonda e, se eventualmente si fosse trovata sulla rotta, avrebbero avuto il tempo di modificare la rotta per evitarla? Quanto tempo prima ricevono questo avviso di prossimità all'ostacolo?
Due considerazioni:

1 - L'effetto doppler non è così evidente come quando, ad esempio, passa una macchina di formula uno, in cui il sibilo del motore passa da acuto a grave. Mi aspettavo qualcosa di più importante.

2 - Ammazza quante scie chimiche! ;P
si, anche a mio parere in certe condizioni (scarso rumore di fondo, certe condizioni di vento) il rumore di un grosso aereo come un A340, un A380 o un B747 a quota di crociera si può sentire decisamente, anche se in maniera molto debole e con un ritardo notevole che a volte rende difficile identificare la sorgente.
Segnalo un acchiappaclick... e poi parlano di fake news... mah!
"paura in volo, incidente sfiorato": http://video.corriere.it/pallone-meteo-troppo-all-aereo-linea-rombo-paura/39ba128a-4f96-11e7-b3da-d63487cd15a9?intcmp=video_wall_hp&vclk=videowall%7Cpallone-meteo-troppo-all-aereo-linea-rombo-paura
Aggiungerò (e poi la pianto qui) che ciò che si sente da lontano non è il fischio delle turbine, dei compressori e delle ventole, perché le frequenze acute si attenuano molto di più di quelle basse, ma il rombo degli scarichi.
Confermo la difficoltà di capire dove sia l'aereo, perché per fare 10 chilometri il suono ci mette mezzo minuto, e in mezzo minuto l'aereo fa almeno sette chilometri. Ma se fa la scia, allora si vede benissimo!
Ok, un po' è perché con gli anni le mie orecchie perdono colpi, ma un po' e perché mettete delle condizioni limite: al largo sul mare, senza vento, nel silenzio... normalmente un aereo in crociera non si sente.
Per rispondere a chi parlava di turbine, il loro rumore, caratteristico nei motori attuali ad alta diluizione, si sentono quando l'aereo ti passa vicino, è come uno sferragliare metallico, tipo le eliche, già ad una distanza relativamente maggiore, 2/3 km, quello che si sente è il rumore creato dal movimento del fluido allo scarico che è caldissimo e veloce e crea onde di pressione piuttosto potenti. Il "bel rumore" dei tempi andati, provocato dai vecchi motori a getto, simili a quelli militari, è ormai un ricordo per i vecchi Piloti come me. Ormai anche i militari non fanno più il rumore di una volta...
Michele/ENERGIA

Se leggi la descrizione del video su YT trovi tutte le risposte.
"paura in volo"
"L'aereo pieno di passeggeri" me lo sono immaginato proprio pieno, come fosse una cisterna 😀
Non noti differenze fra il rumore di un motore a getto a 200 km/h al suolo e a 800 km/h in quota?

No. A me sembrano più distorsioni della GoPro, ma, mi ripeto, sono solo impressioni di uno che cercherebbe la leva del cambio in una cabina di pilotaggio. :-)
la scritta sotto il video appare per tutto il tempo:
"Our balloon flights have NOTAMs filed, contain an onboard radar reflector & APRS beacon, and ATC, ARTCCs & local airports are notified"
Quindi corriere.it, parlando di incidente sfiorato, mente sapendo di mentire.
E comunque l'effetto Doppler io lo sento bene...
Anche io in condizioni di quiete in una piccola valle che penso aiuti a concentrare il rumore sento spesso gli aerei in quota (verificato con app tipo Flightradar)... Nel suono del video mi sembra di sentire anche (credo) la resistenza aerodinamica che c'è seppur minima (infatti le alette sulle estremità delle ali servono a minimizzare la turbolenza che si crea sulla "punta" delle ali).
La Stampa: http://www.lastampa.it/2017/06/13/multimedia/esteri/evitato-per-un-pelo-lincidente-tra-un-aereo-di-linea-e-un-pallone-meteo-40zDXhkYH0buFxxoSTYhjI/pagina.html
Andrebbe rifatta la prova con un 380!

Ero proprio poco fa su un 319, molto efficiente.

Per chi ha chiesto:
è improbabile il contatto visivo se non all'ultimo. Probabilmente era 'impallato' dal cockpit stesso.
Per requisiti si intende che era in vista sui radar e sui dispositivi di rilevamento di terra e di bordo.
Dal video si vede come il pallone (non so se in qualche modo controllato per la quota, ma immagino di si, altrimenti sarebbe difficile dire che rispettava i requisiti), staziona ad una quota inferiore quella assegnata a quella aerovia.
Vale a dire che presumibilmente, chi andava verso X gli passava sopra, chi andava verso Y gli passava sotto.
Proprio il fatto che si trovasse in una zona controllata permetteva di tenerlo sott'occhio da parte degli Enti di terra. Certamente la sonda era 'adeguatamente' posta ad un livello di volo innocuo, per quanto il video, con la complicità del baccano, faccia credere che chissà che rischi si siano corsi.
Ciao,
a terra il rumore degli aerei di linea si sente, non così forte, ma si sente.
Di solito la notte mi passano sulla testa i voli Roma - Sud America (circa un'ora dopo la partenza) e il rumore si sente molto bene. Non so se dipenda dalla conformazione del terreno, dalla mia altitudine (quasi 900 m.s.l.), ma si sente.
Comunque il video è spettacolare.
Confermo pure io che, in condizioni favorevoli, è possibile percepire da terra il rumore di un aereo di linea che viaggia ad alta quota.

P.S.: verificato con l'app FlightRadar24.
[quote-"Max Slo"-"/2017/06/video-che-rumore-fa-un-aereo-di-linea.html#c1932950209487597022"]
Andrebbe rifatta la prova con un 380!

Ero proprio poco fa su un 319, molto efficiente.

Per chi ha chiesto:
è improbabile il contatto visivo se non all'ultimo. Probabilmente era 'impallato' dal cockpit stesso.
Per requisiti si intende che era in vista sui radar e sui dispositivi di rilevamento di terra e di bordo.
Dal video si vede come il pallone (non so se in qualche modo controllato per la quota, ma immagino di si, altrimenti sarebbe difficile dire che rispettava i requisiti), staziona ad una quota inferiore quella assegnata a quella aerovia.
Vale a dire che presumibilmente, chi andava verso X gli passava sopra, chi andava verso Y gli passava sotto.
Proprio il fatto che si trovasse in una zona controllata permetteva di tenerlo sott'occhio da parte degli Enti di terra. Certamente la sonda era 'adeguatamente' posta ad un livello di volo innocuo, per quanto il video, con la complicità del baccano, faccia credere che chissà che rischi si siano corsi.
[/quote]
Sfatiamo una comune credenza. Il radar di bordo è esclusivamente un radar meteo: non segnala altri aerei (per quello esiste il sistema ACAS che però necessita della presenza a bordo di entrambi i traffici di un transponder) e segnala il terreno come massa indistinta (per avere una rappresentazione attendibile esiste a bordo una funzione terrain collegata al GPS e ad una mappa mondiale memorizzata); certamente non può segnalare la presenza di un pallone, per quanto grande, neanche se fosse grande quanto un grosso aereo. I NOTAM (NOtice To AirMen) vengono emessi giornalmente o anche più spesso ed il lancio di palloni sonda viene segnalato indicando orario e coordinate geografiche; non so se esiste un modo di controllare il mantenimento di una specifica quota, non mi risulta, ed i lanci dovrebbero essere fatti in zone lontane dal traffico aereo. Riguardo al video, potrebbe essere un errore di calcolo dei venti o un effetto di vicinanza dato dalla videocamera, non ne ho idea.
Paolo hai scritto:
<>

Mah.....ci fai venire tanta curiosità!
Ma come? Sapevano di essere ripresi e non hanno disattivato i serbatoi per le scie? :D :D :D
Riguardo al video, potrebbe essere un errore di calcolo dei venti o un effetto di vicinanza dato dalla videocamera, non ne ho idea.

Ma se il pallone fosse stato realmente troppo vicino non avrebbe dovuto essere almeno un po' sballottato dalle "onde d'aria" (giusto per fare un parallelismo con le onde delle navi o dei motoscafi veloci che sballottano chi si trova su un pedalò :-) ) prodotte dall'aereo?
Interessante osservazione Guastulfo.

Probabilmente l'oscillazione c'è stata ma la distanza era troppo grande per essere visibile prima che il filmato finisce.

Comunque la propagazione delle turbolenze create da un aereo subsonico segue meccanismi profondamente diverse da quelle delle onde marine di superficie, visto che praticamente qualsiasi natante (anche una papera!) si muove a velocità superiore a quella di propagazione, creando "un'onda d'urto" (la cosiddetta onda di prua) che si propaga in maniera totalmente diversa da quella della turbolenza creata da un aereo in volo subsonico.

Vorrei aggiungere inoltre che quel pallone è partito, a causa di un errore, con una pressione interna molto più bassa del previsto, il che ha portato ad un'ascesa più lenta, a più tempo trascorso nel jet stream, ad una traiettoria molto diversa da quella prevista dai modelli e ad una quota raggiunta superiore prima che esplodesse.

Possibile sia questo ad avere causato l'uscita del volume di atmosfera previsto e il passaggio relativamente ravvicinato di un aereo. Ricordo che il pallone stava ancora ascendendo al momento del fly-by.
Mah. Siamo sicuri che si debba sentire lo spostamento d'aria?
Le onde in acqua si generano in un mezzo non comprimibile, le onde in aria in un mezzo comprimibile; e per di più, a quelle quote, assai rarefatto.
"Le onde in acqua si generano in un mezzo non comprimibile, le onde in aria in un mezzo comprimibile; e per di più, a quelle quote, assai rarefatto"

Non bisogna confondere la propagazione delle onde di superficie con quelle di volume. "Le onde delle navi" di cui parla Guastulfo sono onde di superficie, che viaggiano a velocità bassissime in un mezzo comprimibilissimo: la SUPERFICIE dell'acqua.
Non è nemmeno vero che l'acqua sia incomprimibile. E' MOLTO meno comprimibile dell'aria, ma si comprime, altrimenti il suono non si propagherebbe a velocità finita nell'acqua.
Non è nemmeno vero che l'acqua sia incomprimibile. E' MOLTO meno comprimibile dell'aria, ma si comprime, altrimenti il suono non si propagherebbe a velocità finita nell'acqua.

Anche la ghisa, allora.


Non bisogna confondere la propagazione delle onde di superficie con quelle di volume. "Le onde delle navi" di cui parla Guastulfo sono onde di superficie

Appunto. Quali sarebbero le onde di superficie generate da un aereo che si muove DENTRO all'aria?
Diciamo "onde di pressione"? Che anche la nave esercita in acqua, in quanto essendovi parzialmente immersa, ne genera nel fluido circostante spostandolo. Altrimenti non galleggerebbe. E l'aereo non volerebbe se non creasse zone di pressione e di depressione.
si infatti Martino, anche la ghisa è comprimibile. La velocità del suono in un mezzo è infatti proporzionale al modulo di Young, che è il rapporto tra sforzo applicato e deformazione relativa. Per le onde di superficie si usa un parametro diverso, il modulo di taglio, ma la formula è identica.

Quello che cercavo di spiegare a Guastulfo è che le onde create da un natante si propagano a grandissima distanza perché sono onde di superficie, e in particolare la V è un'onda di shock, (bow wave in inglese, ovvero onda di prua), ovvero l'analogo dell'onda di shock causata da un aereo supersonico, che infatti si propaga a grandi distanze. In questo senso l'analogia non regge.

Poi la turbolenza creata dall'aereo - che non è un'onda - può propagarsi fino ad una certa distanza prima di smorzarsi, ma non credo abbia avuto il tempo di arrivare al pallone prima della fine del filmato, e comunque risulterebbe molto attenuata a quella distanza.

Forse questo risponde al suo quesito.
Allora stiamo dicendo la stessa cosa :-D
Mi ero ripromesso di commentare l'articolo al mio rientro, dopo alcuni giorni di relax, per segnalare che la sonda era davvero troppo vicina alla rotta percorsa dall'Airbus. L'articolo del Corriere mi ha preceduto.
Poco conta che gli aereoporti locali avessero diramato dei NOTAMs. Le regole sulle distanze di separazione in cielo parlano chiaro:

- la Vertical Separation Minimum (VSM) deve essere di 2000 piedi (circa 700 mt) sotto FL29 e può essere ridotta a 1000 piedi (circa 350 mt) al di sopra di tale quota.
https://www.faa.gov/air_traffic/separation_standards/rvsm/

- la Lateral Separation Minimum (LSM) - che può essere usata in sostituzione della VSM - deve essere di 5 miglia, riducibile a 3 miglia in casi particolari.
http://www.faa.gov/documentlibrary/media/order/faa_order_jo_7110.109b__center_radar_presentation_(cenrap).pdf

A vedere il video sembrebbe che la VSM non sia stata rispettata, ma è difficile dire se l'aereo di linea passi a meno di 1000 piedi sulla verticale (perchè siamo ovviamente ben più vicini delle 3 miglia di distanza laterale!). A leggere ciò che scrivono in questo sito https://petapixel.com/2017/06/09/gopro-weather-balloon-captures-airliner-flyby-38000-feet/ si direbbe che l'aereo sia passato a meno di 500 piedi di distanza, quindi fuori da ogni regola della FAA...

Quindi, nella migliore delle ipotesi si tratta di un "near miss", ovvero, come direbbe Nicolas Taleb Nassim, del verificarsi, per puro caso, di uno solo tra i possibili eventi (tra i quali ovviamente c'era anche la collisione tra l'aereomobile e la sonda chè, qualora fosse accaduta, ora staremmo parlando di tutta un'altra storia).

Per inciso, importasega quello che scrivono i tizi che hanno lanciato la sonda in merito ad un supposto "loro FAA Flight Standards office" che avrebbe visto il video il giorno 14 giugno e non avrebbe avuto nulla di ridire... anche perchè il link (http://olhzn.com/safety) che loro indicano a supporto di questa affermazione "indimostrabile" rimanda al loro stesso sito ove sono solamente riportate le regole della FAA relativamente ai palloni sonda e nessun commento di un sedicente ufficio della FAA che dica che non si è corso nessun pericolo.
Quindi sono giustificati (anche se i titoli rientrano certamente tra quelli acchiappaclick, gli articoli che hanno parlato di "incidente sfiorato".
Per il resto il video è comunque eccezionale. Lo è in tutti i sensi, in quanto voglio proprio vedere quando gli lasceranno far decollare un'altra sonda dopo quello che è successo...