skip to main | skip to sidebar
182 commenti

Faccia a faccia con chi ha camminato sulla Luna

Charlie Duke, astronauta lunare, sarà a Varese il 30 e 31 marzo


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Ricordate che avevo consigliato a tutti gli appassionati di spazio di tenersi liberi il 31 marzo prossimo? Adesso posso dire perché. In quella data, e anche il giorno prima (30), sarà a Varese l'astronauta Charlie Duke, che camminò sulla Luna nel corso della missione Apollo 16.

Ci sono due appuntamenti con Duke: una conferenza stampa il 30 marzo alle 16, presso la Sala Conferenze della Sede della Provincia di Varese, a Villa Recalcati; e una conferenza pubblica presso il Teatro Apollonio di Varese, in Piazza della Repubblica, alle 20:30.

Verrà inaugurata una mostra di oggetti originali delle missioni spaziali che includerà, per la prima volta in Italia, una replica in scala 1:1 di un modulo di comando Apollo (la capsula nella quale viaggiavano i tre astronauti di ogni missione), completo di tutti i dettagli e con elettronica funzionante.

Ci sarà anche un campione di roccia lunare, recuperato dalla missione Apollo 15, che ha un'età stimata di circa quattro miliardi di anni.

Io sarò lì sabato come fan e come traduttore per l'ospite. Tutti i dettagli dell'evento, con foto degli oggetti che saranno in esposizione, sono qui su Collectionspace.it.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (182)
Wow!
Spero di riuscirea ad esserci.
Passo in giro la voce.
Lei si aspetta che risponda in questo modo, o vuole bannarmi?

Perchè non chiede a mister Duke che cippa ci andò a fare Von Braun in Antartide?
A caccia di meteoriti?
Non è strano che meteoriti rinvenuti anni dopo in Antartide risultarono identici alle pietre lunari???

http://pianetax.wordpress.com/2012/02/03/lo-strano-viaggio-del-dottor-von-braun/

Albino
uffa sempre lontanissimo :(
Pianetax,

Lei si aspetta che risponda in questo modo, o vuole bannarmi?

Non mi aspetto nulla da te, né ho alcun desiderio di bannare nessuno, quindi per favore non atteggiarti a vittima. Ti rende piuttosto ridicolo.


Perchè non chiede a mister Duke che cippa ci andò a fare Von Braun in Antartide?

Non sono il tuo ambasciatore. Vieni a chiederglielo tu di persona. Non avrai paura di un simpaticissimo nonnino come Duke.


Non è strano che meteoriti rinvenuti anni dopo in Antartide risultarono identici alle pietre lunari???

Ammesso che sia vero, non sarebbe strano per nulla. L'Antartide è ancora oggi uno dei luoghi maggiormente sfruttati per la raccolta di meteoriti (alcune delle quali provengono dalla Luna).

Suvvia, Pianetax, fatti un po' meno paranoie e goditi la vita e il racconto di un'avventura che dimostra cosa può fare l'umanità quando smette di guardarsi l'ombelico e di farsi la guerra.
Uff...ma perchè quel simpatico nonnetto di Duke non viene a scaldarsi le ossa a Sharm?

E già che ci sei Pianetax vieni anche tu... sei così simpatico che ti offro un immersione gratis ( la riemersione non so mica, però..... LOL !! )
Grazie per la segnalazione, questa volta è proprio vicino casa e, dunque, ci sarò!

Mi chiedo solo una cosa. Nel programma vedeo scritto che il 30 marzo ci sara la "presentazione dell'astronauta". Cosa s'intende?
Cosa distingue un pezzo di roccia lunare da un pezzo di roccia terrestre?
Non è una domanda retorica o provocatoria, proprio non lo so, qualcuno me lo sa spiegare?

è una questione di forma o di composizione chimica?

Grazie
No, ti prego, fate un tour per l'Vtalia! Varese è troppo lontana per me :(
@ Pianeta X: non meriteresti neanche una risposta per la sciocca domanda che hai fatto e alla quale Paolo ti ha già risposto. Ce ne sono diversi di motivi per cui alcuni meteoriti sulla terra possono essere simili a rocce lunari. Primo motivo è la "provenienza" della Luna stessa. La teoria più accreditata della formazione del nostro satellite è quella che prevede un impatto nei primi momenti di vita del nostro pianeta, con un planetoide di grandi dimensioni. Il risultato dell'impatto sarebbe stata la Luna. Quindi, se fosse andata così non vedo perché non possano trovarsi ancora oggi frammenti di Luna sulla Terra. Però capisco che una teoria scientifica per te non è attendibile, figuriamoci se credi a quei racconta frottole degli astrofisici.. Comunque anche se lasciamo perdere la formazione della Luna, basterebbe semplicemente che il nostro satellite venisse colpito da un meteorite e che i resti dell'impatto venissero espulsi nello spazio ad una velocità abbastanza elevata per sfuggire all'attrazione lunare. La gravità terrestre farebbe il resto, prima o poi quei frammenti potrebbero cadere sul suolo terrestre. Hai visto tutti quei simpatici buchi sulla Luna? Sono tutti crateri da impatto, alcuni enormi. Figurati se da un impatto simile non possa essersi staccato un pezzetto di Luna e aver raggiunto nei secoli il nostro pianeta.
Ciao! L'ingresso alla mostra è gratuito?
Ci terrei a venirci, ma già il biglietto del treno da Genova per le mie tasche è puttosto costoso...
Cosa s'intende?

Ne so quanto te. Mi informo e aggiorno l'articolo appena ho novità.
Cosa distingue un pezzo di roccia lunare da un pezzo di roccia terrestre?

Te lo può spiegare meglio di me un geologo o lo stesso Duke, ma per esempio la quasi totale assenza d'acqua, la natura ignea e non sedimentaria o la superficie butterata da impatti micrometeoritici. Maggiori dettagli in inglese qui.
Ciao! L'ingresso alla mostra è gratuito?

Mi risulta di sì ma non posso garantirlo. Contatta gli organizzatori, le coordinate sono nel programma sul sito che ho linkato.
una replica in scala 1:1 di un modulo di comando Apollo

È previsto anche il pernottamento all'interno!??! :D :D :D
Mille grazieee :D
È previsto anche il pernottamento all'interno!??! :D :D :D

Mettiti in fila :-)
Non è strano che meteoriti rinvenuti anni dopo in Antartide risultarono identici alle pietre lunari???

Ammesso che sia vero, non sarebbe strano per nulla. L'Antartide è ancora oggi uno dei luoghi maggiormente sfruttati per la raccolta di meteoriti (alcune delle quali provengono dalla Luna).

Suvvia, Pianetax, fatti un po' meno paranoie e goditi la vita e il racconto di un'avventura che dimostra cosa può fare l'umanità quando smette di guardarsi l'ombelico e di farsi la guerra.

Lei ha ragione, tuttavia lei forse è uno di quelli che si divertono, io sono amante della verità che dovrebbe essere il succo della scienza.
Quanto alle paranoie, beh, certe volte salvano la vita, si fidi.

Albino
Wow.... Varese... se son libero faccio un salto volentieri.
Mio marito ha sentito questa canzone è stato assalito da un forte dubbio :-)

http://www.youtube.com/watch?v=VQ5srkZLK94&ob=av2e
pianetax,

Lei ha ragione, tuttavia lei forse è uno di quelli che si divertono, io sono amante della verità che dovrebbe essere il succo della scienza

Perché contrapponi le due cose? Ci si può divertire anche ricercando la verità e facendo scienza.


Quanto alle paranoie, beh, certe volte salvano la vita, si fidi.

Di solito la guastano.
Cosa distingue un pezzo di roccia lunare da un pezzo di roccia terrestre?


Guardando alla composizione isotopica degli elementi presenti riescono anche a capire da quale famiglia asteroidale proviene il meteorite... figurati se non determinano il pianeta. Capire se viene dalla Luna o da Marte ormai è semplice.

(Sì, la Luna non è un pianeta, ma è molto più grande degli asteroidi)
Cosa distingue un pezzo di roccia lunare da un pezzo di roccia terrestre?

In pratica nulla: i basalti lunari non sono diversi da quelli terrestri per esempio... I minerali che compongono le rocce lunari li trovi anche sulla Terra. Ovvio ci saranno differenze dal punto di vista isotopico e delle età delle rocce (dopotutto molte d esse sono invariate dai tempi della loro formazione...)

Più in generale la cosa che distingue geologicamente i pianeti rocciosi e i satelliti dalla Terra è che su quest'ultima hai una tettonica attiva e la presenza di acqua porta alla formazione di una categoria di rocce particolare e che forma la così detta crosta continentale.

Per esempio quando si cercano le prove dell'esistenza di acqua liquida su Marte in passato oltre a canali scavati e simili si cercano porzioni di roccia continentale. Quella sarebbe la prova definitiva...

L'argomento è a dir poco immenso ed io ho cercato di sintetizzarlo il più possibile Ammetto di avere una pessima capacità di esposizione verso i "non addetti ai lavori", per cui se hai bisogno di ulteriori chiarimenti chiedi pure. :-)
Io ci abito........Dai conterranei, troviamoci numerosi! Venerdì pomeriggio lavoro!!!!! Venerdì sera e Sabato a disposizione. Ma quanto manca?????
Provo a dare una risposta alla domanda di Marco...

A prima vista le meteoriti lunari sono difficili da distinguere da alcune rocce terrestri che gli somigliano alquanto. Cio' che le rende differenti e' in primo luogo la composizione isotopica: la terra e' protetta dall'atmosfera dai raggi cosmici primari (di alta energia), la Luna no. Quando inoltre si esaminano TUTTE insieme le caratteristiche dei campioni, e' piuttosto facile vedere l'analogia tra le rocce lunari raccolte nelle missioni Apollo e le meteoriti lunari raccolte sulla terra.

Naturalmente non e' vero che le meteoriti lunari raccolte in Antartide siano difficili da distinguere da una roccia lunare. Il passaggio dell'atmosfera ne modifica la composizione chimica ma non quella isotopica.

Le meteoriti di origine marziana (esistono anche quelle) hanno invece composizioni piuttosto diverse da quelle di origine lunare e sono distinguibili a loro volta dalle rocce terrestri.

E a proposito: in un vecchio post illustravo come e' possibile raccogliere una certa quantita' di micrometeoriti da casa, e senza essere esperti di rocket science. Qualcuno per caso ci ha provato?
nel caso sappiate l'inglese questo dovreste trovarlo interessante e divertente...
piantax, è prassi distinguere in qualche modo il testo citato dalla propria risposta.
Quanto alle paranoie, beh, certe volte salvano la vita

Non prenderlo come pretesto per rendere partecipe il mondo delle tue fisse mentali.
Buono a sapersi, lo consiglierò anche all'amico Ettore1 che è venuto a trovarmi sul mio blog.
Paolo, non vedo l'ora di sabato 31. Ci vedremo sicuramente la, come è successo in occasione della visita di Walter Cunningham! Spero non ci siano ancora le sedie esplosive di plastica! :D
@Paolo Attivissimo

Simpaticissimo nonnino con un diretto destro semi-letale?
Ci avrei giurato che PianetaX avrebbe commentato a modo suo.

Facendo la solita figuraccia di ....


Troppo distante per me, già verrò per la AstronautiCon, purtroppo non ho molti weekend disponibili. Beati voi. Paolo, mi raccomando, reportage completo con molte foto del Modulo di Comando e di Duke!
Nell'articolo hai segnalato che gli incontri con Duke saranno il 30 marzo, mentre nel programma in pdf ( http://www.collectionspace.it/esplorando/Locandina%20A4.pdf ) c'è scritto che sono il 31 marzo. Chi ha ragione?
Il lavoro debilita l'uomo. Quando qualcuno passerà dalle mie parti ben lieto di parteciparvi, fino ad allora mi devo accontentare dei vostri resoconti ;)
http://video.corriere.it/john-glenn-primo-astronauta-orbita-/ed141514-5b96-11e1-9554-12046180c4ab

Forse vado un po OT ma mi sembra un Epic Fail.
John Glenn primo astronauta "OCCIDENTALE"... poi se ricordo bene non fu un orbita ma un volo suborbitale, Giusto?
Ci sarebbi!!! (leggasi: vorrei esserci ma non so se potrò... certo che un autografo di un nonnino lunare è un bello sprone...)
Segnalazione piuttosto OT (ma non tantissimo).
Riprendo quanto comparso su un altro sito su una possibile interpretazione delle voci dallo spazio prima di Gagarin.

http://tinyurl.com/85m2ree

Andrea Lawendel, nel mondo della radio, vale quanto Attivissimo nell'antibufala.
Paolo,

secondo te sarà possibile filmare il convegno e poi metterlo su un canale di videosharing (tipo youtube)? In tal caso mi offro volontario per il lavoro...
Capitan A,

John Glenn primo astronauta "OCCIDENTALE"

E' corretto.

... poi se ricordo bene non fu un orbita ma un volo suborbitale, Giusto?

No. 3 orbite.
Puffolotti,

Simpaticissimo nonnino con un diretto destro semi-letale?

Quello del destro è Aldrin.
Magnifico, penso proprio che sarò presente.
Spero solo di trovare qualche anima buona che mi prende come "zavorra" da Lugano.
Anch'io avevo notato quell'assurdo titolo sul giornale. Che incompetenti...

Ad essere precisi comunque piu' che "OCCIDENTALE" io direi "STATUNITENSE". Gli USA sono stati del tutto autonomi nel condurre il loro programma spaziale e in particolare il progetto Apollo, e questo va riconosciuto loro.

Per la cronaca, ricordo che l'Italia e' stato il Terzo paese a lanciare un satellite di sua costruzione in orbita con un team tutto suo, sebbene il vettore fosse stato venduto loro dagli USA. I canadesi furono invece i terzi a COSTRUIRE un satellite, ma la gestione del lancio (nonche' la base di lancio) era marca USA. Il primo a inviare autonomamente un satellite in orbita dopo URSS e USA e' stata la Cina. Ovviamente il terzo Paese a inviare un essere umano in orbita con tecnologia completamente autonoma e' stata sempre la Cina, ma per me e' sorprendente pensare che questo sia accaduto 52 anni dopo il volo di Gagarin e 50 dopo quello di Glenn.

p.s. Capitan A: lo statunitense (scusate, vivo in america latina e non mi viene piu' naturale dire "americano"...) che fece un volo suborbitale prima di Glenn fu Alan Shepard. Ma quello e' piu' semplice che andare in orbita: basta saltare. :)
@Paolo Attivissimo

Si, lo ricordo, ma il modo in cui si muove Aldrin in tutti i filmati in cui lo ho visto mi fa pensare che l'esperienza del volo extra orbitale, costringendo gli astronauti ad imparare come muoversi efficientemente a gravità 0 senza prendere a ginocchiate ogni spigolo, conferisce a tutti loro un arsenale di cazzotti & sgambetti repentini che chi è sempre stato coi piedi per terra non può schivare.

Se qualche tapino il 30 marzo vorrà appurarlo, spero che il colpo venga ripreso di profilo, a beneficio delle gilde M.U.G.E.N.
Ci avrei giurato che PianetaX avrebbe commentato a modo suo.

Facendo la solita figuraccia di ....

Beh, rispetto al Corriere della Sera, spudoratamente filoamericano, credo di non avere poi fatto figure. Ciò che io scrivo è ampiamente documentato a differenza della fuffa del Corriere. Gli americano erano anni luce dietro ai russi nel programma spaziale ma, chissà perchè, sono arrivati prima sulla Luna. Misteri cosmici.

Albino
John Glenn fu il primo astronauta americano ad effettuare almeno un'orbita completa:ne fece tre il 20 febbraio 1962. Ma il 5 maggio 1961 Alan Shepard effettuò un volo suborbitale fino alla quota di 186 km e per una durata di circa 15 minuti.
Ciò che io scrivo è ampiamente documentato a differenza della fuffa del Corriere.

Ahahahah! Guarda che youtube e i vari blog complottisti non contano come documentazione. Semmai tutte le missioni apollo sono ampiamente documentate!
Che poi il corriere non sia la voce della verità questo è tutto un altro paio di maniche...

Gli americano erano anni luce dietro ai russi nel programma spaziale ma, chissà perchè, sono arrivati prima sulla Luna. Misteri cosmici.

Forse erano indietro (ma non anni luce... Vediamo di dare il giusto peso alle parole!!!) ai tempi di Gagarin, ma una nazione come gli USA che si dà un obbiettivo in 10 anni può fare miracoli! E le prove oggettive e documentali oltre a quelle portate negli ultimi 10 anni da varie altre missioni che hanno fotografato per 1000 motivi la superficie lunare dimostrano che quegli sbarchi hanno avuto luogo...

Infine il tuo è solo un anti-americanosmo viscerale ed irrazionale: tutto pur di dire qualcosa contro i cattivoni statunitensi e per salvaguardare l'onore di quelle sante nazioni che la osteggiavano... Giusto?!

Ma vai a vendere le rane! XD
Grazie per le precisazioni Su Glenn e Sheppard. Mi sono andato a rivedere la storia del progetto Mercury... si sa che a.... nt'un anni la memoria....:-)

Albino, l'unico mistero cosmico e' il perche' ti ostini a far figure di...(AUTOMODERAZIONE)
@pianteax

Chiedilo ai russi come mai si sono fatti bagnare il naso dagli amerikani.

Direi che la k, visto il contesto ci stia tutta.
Gli americano erano anni luce dietro ai russi nel programma spaziale ma, chissà perchè, sono arrivati prima sulla Luna. Misteri cosmici.

Naaa, avevano solamente registi migliori...

Ora, mi raccomando, tieni pure questa mia affermazione come ulteriore prova che lo sbarco sulla Luna non è mai avvenuto.

Mi ti immagino a dire in giro che "L'ha detto anche Stupidocane!!!".
@PianetaX

Esattamente in base a cosa dici che i russi erano anni luce davanti agli americani?

Cosa ti fa pensare che i russi NON si siano inventati le cose?

Una volta preso coscienza delle stranezze che vedi nel programma spaziale americano, quanto tempo hai dedicato ad esaminare il programma spaziale russo?

Io penso che tu non abbia neanche cominciato :)

Visto che in effetti sono certo che non hai esaminato il programma spaziale russo.

Come mai non ti è venuto il dubbio che magari anche i russi raccontassero stronzate?

(e ti ricordo che alcuni SU27 si sono spezzati da soli a mezz'aria, quanto al mig37... è diventato la barzelletta della tecnologia bellica, tipo il sarchiapone di Walter Chiari.)
@Pianetax

Devi per forza avere una ricerca che dimostra che all'epoca del suo storico volo Yuri Gagarin era effettivamente nel razzo in questione* e non, che so, in una villa sul mar nero a bere succo di mirtillo, per confrontare i programmi spaziali.

E non ce la hai, lo so già.

*Cosa di cui sono perfettamente persuaso.
rispetto al Corriere della Sera, spudoratamente filoamericano

LOLWAT?

Pianetax, domanda: secondo te chi governa il mondo, Paolo Attivissimo, io oppure il Gruppo Bilderberg?

Attenzione che a seconda della tua risposta deciderò quanti uomini mettere a sorvegliarti.
@ Adriano, il mondo lo governo io. Non dirlo a nessuno, però. In realtà sulla Luna non ci siamo mai andati, siccome la luce faceva schifo e non ci avreste mai creduto abbiamo portato tutta l'attrezzatura su un pianeta che orbita intorno ad Alpha Centauri, dove c'è un tipo di sabbia che se sollevata riproduce le stesse caratteristiche della polvere lunare in assenza di gravità. Poiché però costruire un simile razzo avrebbe dato troppo nell'occhio, lo abbiamo costruito sul lato della Luna invisibile dalla Terra. Quindi i primi uomini sulla Luna sono i tecnici che hanno costruito il razzo, dopodiché abbiamo portato lì Aldrin e Armstrong e abbiamo iniziato la messinscena con il finto viaggio sulla Luna che in realtà era il pianeta lk3yer4786tb. Come vedi, è tutto un imbroglio, non vogliono farvi scoprire che l'ingrediente segreto dell'aranciata è la coca cola.
@ Puffolottiaccident

Senza contare che anche l'U.R.S.S. aveva in progetto di mandare persone sulla Luna. Curioso notare come le caratteristiche dei progetti erano simili, d'altronde l'astronautica non è certo un'opinione.
"e ti ricordo che alcuni SU27 si sono spezzati da soli a mezz'aria, quanto al mig37... è diventato la barzelletta della tecnologia bellica, tipo il sarchiapone di Walter Chiari."

be adesso non esageriamo :) la tecnologia russa e' eccellente. Anche gli USA - come d'altra parte ovvio - hanno avuto le loro epic failures. Vogliamo parlare di F-35? Ma parlare seriamente, dal punto di vista tecnologico, senza metterci in mezzo le nostre - legittimissime - opinioni politiche.
3 sere fa sono stato a cena con amici e c'era un anziano italiano mai visto, una persona peraltro piuttosto interessante e colta, nella carriera diplomatica, che si e' seduto accanto a me. A un certo punto piazza la la frase "nessuno mi convincera' mai che la NASA e' stata sulla Luna". L'ho fatto parlare per 10 minuti e poi ho cominciato a spiegargli le cose. A voce e' molto diverso che su un blog, dove uno puo' "dribblare" le affermazioni che non gradisce e mettere insieme parole che sembrano solo avere un senso.

Alla fine della cena l'avevo convinto del contrario invece. :) La cosa che mi ha stupito e' che sembrava essere vissuto in un universo parallelo, in cui esistevano solo informazioni palesemente false e mancavano tutte quelle vere. Credo che non gli fosse mai capitato di entrare a contatto con un astronomo. Deve avere vissuto a contatto con qualcuno che gli ha riempito la capoccia di fuffa per anni, tipo lavaggio del cervello...
OT - Paolo, ci sono buone probabilità che tu la conosca già, ma volevo segnalarti questa wiki che ho incontrato per caso: Rational Wiki, una wiki che ha raccoglie le confutazioni a pseudoscienze, medicina diversamente funzionante, teorie del complotto e via dicendo. Ho dato un'occhiata e mi pare una risorsa valida.
@Grezzo: ROTFL!
Nuova bufala.......
FATE CIRCOLARE "AVVENIMENTO 21 DICEMBRE 2012"

Ultima scoperta fatta ieri notte: un pianeta di medie dimensioni, che si deforma a vista d'occhio, non molto lontano da noi. Ecco quale sarà la causa della fine del mondo. Questo pianeta, non sappiamo, se abitato o no, sarà destinato a diventare un pianeta GIOVIANO fino a collassare in uno SOLARE, pianeta che al suo interno è concentrato gas esplosivi, nafta e CO2 a grandissime proporzioni. "Saremo destinati a scomparire entro il 2013" dice il Dott Spenis Burget "se non troveremo una soluzione immediata faremo la fine degli arrostiti, poiché il pianeta esploderà pari a 500 bombe atomiche, e le sue onde spingeranno Giove (pianeta 300 volte il nostro) fino a noi che diventeremo sottilette e, successivamente, abbrustoliti dal sole. Ci sarà una fortissima esplosione
Pgc,

Alla fine della cena l'avevo convinto del contrario invece. :)

E' un bel risultato. I duri e puri sono difficili da convincere. Complimenti!
@ pgc
be adesso non esageriamo :) la tecnologia russa e' eccellente.

Infatti, stiamo parlando di un programma spaziale che tra le altre cose è riuscito a portare lander su Venere e inviare dati a terra in quelle condizioni spaventose. A quanto mi è parso di capire il programma sovietico di portare umani sulla Luna fallì a causa del razzo N1, la cui propulsione non era affidabile come il Saturn V, avendo praticamente 30 motori non avendo a disposizione un progetto per motori potentissimi come appunto quelli del programma Apollo.
@Sciking
Ultima scoperta fatta ieri notte: un pianeta di medie dimensioni, che si deforma a vista d'occhio, non molto lontano da noi. Ecco quale sarà la causa della fine del mondo. Questo pianeta, non sappiamo, se abitato o no, sarà destinato a diventare un pianeta GIOVIANO fino a collassare in uno SOLARE, pianeta che al suo interno è concentrato gas esplosivi, nafta e CO2 a grandissime proporzioni. "Saremo destinati a scomparire entro il 2013" dice il Dott Spenis Burget "se non troveremo una soluzione immediata faremo la fine degli arrostiti, poiché il pianeta esploderà pari a 500 bombe atomiche, e le sue onde spingeranno Giove (pianeta 300 volte il nostro) fino a noi che diventeremo sottilette e, successivamente, abbrustoliti dal sole. Ci sarà una fortissima esplosione

"Ci sarà un'esplosione enorme che nessuno udrà e la terra ritornata alla forma di nebulosa errerà nei cieli priva di parassiti e malattie"
"E' un bel risultato. "

be', onore al merito anche tuo e di alcuni dei partecipanti a questo blog, non solo per per le informazioni diffuse ma in quanto mi avete spinto a riflettere su alcuni dettagli e a informarmi meglio.

Sul razzo N1 credo che la motivazione dietro al fallimento sia soprattutto politica. Un Korolev messo a lavorare in un "ecosistema" straordinario come la NASA anni 80 (e con le stesse risorse a disposizione), per esempio, probabilmente sarebbe riuscito ad ottenere risultati analoghi, come dimostrano lo Sputnik e il volo di Gagarin. Ma sono solo supposizioni.

E' un po' quello che sta succedendo (al contrario) oggi con il programma spaziale americano, che paga incertezze politiche che hanno portato la NASA allo sbando totale. Non parlo per sentito dire ma dall'interno. E' diventato veramente un programma iperburocratizzato, niente a che fare con l'incredibile freschezza ed efficienza che ha caratterizzato il programma Apollo. Raccoglie ancora successi ma spesso il ruolo che hanno in questo i singoli istituti esterni e' sottovalutato dal pubblico. Purtroppo ha imboccato una strada sbagliata negli anni '70, e tornare indietro non e' facile.

Ma e' stata quella l'eccezione. Avendo visto come si fa scienza oggi, i ritardi sistematici, l'inefficienza, la burocratizzazione eccessiva, credo che, sebbene per motivi e in contesti diversi, Apollo e Manhattan siano due progetti per ora inarrivabili dal punto di vista dell'efficienza e della "densita' di innovazione". Per me pensare a quello che sono stati in grado di fare con il progetto Apollo e' letteralmente incredibile. I complottisti sono liberi di usare come credono questa mia affermazione. Ma io, a differenza di loro, ho studiato, ho verificato, ho letto decine di papers che sono in fin dei conti il frutto di missioni spaziali, e mentre l'ammirazione di noi scienziati per quel progetto e' totale, non ho mai sentito un serio professionista della scienza dubitare anche solo per un secondo della realta' di quel progetto, vista la coerenza dei risultati riportati sulle paper pubblicate.

Ho anche visto sviluppare hardware di volo, come tanti miei colleghi, e mentre resto affascinato dalla qualita' di quel progetto che conosco in molti dettagli anche organizzativi, penso che dubitarne sia come credere che una bomba atomica non sia stata fatta esplodere su Hiroshima o su Nagasaki perche' e' difficile da credere che in cosi' poco tempo si sia riusciti a progredire cosi' tanto.

Si si, lo so che c'e' gente che si diletta a dubitare anche di quello ma onestamente credo che l'umanita' e' quella che e', nel bene e nel male, e lamentarsi di questo sia come lamentarsi del valore della costante di Planck.

un saluto
I mean... la NASA anni '60 ovviamente...
Io sarò lì sabato come fan e come traduttore per l'ospite.

Invidia.
diventeremo sottilette e, successivamente, abbrustoliti dal sole.
LOL, dei toast insomma :-)
Sciking,
secondo me questa te la sei inventata tu e l'hai fatta circolare su fb apposta... :)
Magari potessi esserci !!!

Comunque, a proposito di spazio: http://www.bbc.co.uk/news/science-environment-17117030
Pianetax, domanda: secondo te chi governa il mondo, Paolo Attivissimo, io oppure il Gruppo Bilderberg?

Attenzione che a seconda della tua risposta deciderò quanti uomini mettere a sorvegliarti.

ho visto adesso:
Secondo me il mondo è comandato da un gruppo di uomini d'elite che adorano il diavlo e cercano di trasformare la terra in un inferno anche attraverso la menzogna e la malvagità.
Per la 'sorveglianza', si fidi, io sono nel loro mirino da alcuni anni. Non c'è bisogno che lei si aggiunga.

Albino Galuppini
Sig. Albino, ma perché insiste tanto con questa storia del "si fidi" ? Perché dovremmo prendere le sue affermazioni per buone "sulla fiducia" ?

Constato poi con interesse che continua ad ignorare il mio suggerimento: non fa nemmeno lo sforzo di citare correttamente il testo altrui. Probabilmente ha cose più importanti da fare che badare a questi dettagli...
Pgc,sfortunatamente è vero...,,l'ha condivisa un mio amico ,gli ho detto che probabilmente falsa ma non ci credeva.Ora ho fatto una mini-indagine e spero ci creda
@ Albino

Per la 'sorveglianza', si fidi, io sono nel loro mirino da alcuni anni. Non c'è bisogno che lei si aggiunga.

Questa si chiama megalomania paranoica. Manie di persecuzione derivanti dall'errata percezione di sé stessi nel ritenersi importanti. Ci sono molti psichiatri che potrebbero curarti, dovresti farci un pensierino.
@ Albino

Per la 'sorveglianza', si fidi, io sono nel loro mirino da alcuni anni. Non c'è bisogno che lei si aggiunga.

Questa si chiama megalomania paranoica. Manie di persecuzione derivanti dall'errata percezione di sé stessi nel ritenersi importanti. Ci sono molti psichiatri che potrebbero curarti, dovresti farci un pensierino.

Va bene. Sono d'accordo con lei!
Albino,

sono un astronomo, non c'e' niente di strano, si fidi.
Tra l'altro e' buffo perche' ho contestato, sulla base di conoscenze formali, un paio di assurdita' che lei aveva scritto sul suo blog a proposito dell'origine lunare dei terremoti. E lei mi ha risposto confermando candidamente quello che dicevo. Solo che era in netto contrasto con quello che diceva lei.

Oltre a si fidi, direi... si decida.

un saluto
[quote-"pgc"-"/2012/02/charlie-duke-astronauta-lunare-sara.html#c6027860183706052621"]
Un Korolev messo a lavorare in un "ecosistema" straordinario come la NASA anni 80 (e con le stesse risorse a disposizione), per esempio, probabilmente sarebbe riuscito ad ottenere risultati analoghi, come dimostrano lo Sputnik e il volo di Gagarin. Ma sono solo supposizioni.
[/quote]

Mica tanto solo supposizioni; il sistema sovietico ha decretato il fallimento del sogno sovietico.

In Unione Sovietica non esisteva una struttura autonoma come la NASA e così il programma spaziale sovietico era vittima dei capricci dei militari e dei politici; i primi perché a loro non interessava la conquista della Luna ma anzi la ostacolavano perché toglieva risorse al loro programma d'armamento e i secondi perché erano ottusi e privilegiavano le persone in base alle loro simpatie più che per i loro meriti.

Basti ricordare che Korolev rischiò di tornare in un gulag nel 1964 perché tra i candidati per la missione voskhod 1 vi era il figlio di una vittima delle purghe staliniane del 1937 (Georgi Katys) e il figlio di una ebrea (Boris Volynov).

Che il programma sovietico fallì non mi meraviglia ma mi meraviglia cosa riuscirono a fare nonostante tutte le difficoltà che incontrarono; calcolando poi che disponevano di un decimo del budget del programma Apollo.
@ Albino

Va bene. Sono d'accordo con lei!

Molto bene, ammettere di avere un problema è il primo passo verso la guarigione.
@PianetaX

Non ho trovato la tua risposta alla domanda che ti ho posto.

Non mi pare particolarmente pretestuosa; se pensi che l'allunaggio di N.Armstrong sia stato un falso propagandistico, in che modo hai verificato che le dichiarazioni dell'unione sovietica riguardo ai risultati nell'esplorazione spaziale non fossero menzogne?

@Pgc
@Grezzo

Iup, questo è vero nello scenario reale, ma se ci sono "fondati motivi" di supporre che l'allunaggio americano sia stata una farsa, allora le dichiarazioni russe dell'epoca vanno esaminate, nell'ambito di un'indagine obbiettiva.

In altre parole, volevo giocare un pochettino col juke-box ;)

http://www.newgrounds.com/portal/view/462197
pgc ha commentato:
Albino,

sono un astronomo, non c'e' niente di strano, si fidi.
Tra l'altro e' buffo perche' ho contestato, sulla base di conoscenze formali, un paio di assurdita' che lei aveva scritto sul suo blog a proposito dell'origine lunare dei terremoti. E lei mi ha risposto confermando candidamente quello che dicevo. Solo che era in netto contrasto con quello che diceva lei.

Oltre a si fidi, direi... si decida.

un saluto

Magari posso avere letto male la sua contestazione, per il 'si fidi' è un 'omissis', non si può spiegare tutto in questo mondo, sa, Fiodor Dostoyevsky che pure era un malato di mente (vede, siamo già in due!) diceva "se Dio non c'è, tutto è possibile".
Il resto lo si lascia alla 'fiducia' chi ha voglia di capire.

Albino
@PianetaX

Non che tu sia tenuto a rispondere alla mia domanda, ma altri potrebbe stupirsi se in un futuro prossimo tu procrastinassi ulteriormente la risposta o il rifiuto a rispondere sostenendo che non le ho dato particolare rilievo.

è al commento 48, nel caso volessi cercare la formulazione originale.

@Tutti

Dopodichè mi pregierò di commentare questa uscita altamente spirituale e densa di valore culturale..

"che cippa ci andò a fare Von Braun in Antartide?"

eh, che cippa ci va a fare uno in Antartide, sotto un cielo più nudo di quanto qualsiasi donna (o uomo, non discuto le preferenze) potrà mai (dis?)attrezzarsi, dove le tempeste magnetiche ti guardano nel cuore, dove anche le papere a cui tirare frammenti di pretzel girano in tux?
è possibile che qualcuno sul serio desideri vedere un luogo in cui la temperatura è oggettivamente proibitiva, uragani furibondi spazzano l'aria stessa, il ghiaccio stesso canta una inquietante ninna nanna ed il respiro si ghiaccia davanti al naso?

Oh, adesso non so, magari 'sto von braun in particolare è andato in Antartide a prendere a calci negli zebedei il perfido megatron (legato ad una sedia), oppure a studiare un metodo per congelare con un raggio satellitare tutti i chioschi di kebab della galassia, non ne ho idea e non mi interessa, ma uno che si pone una simile domanda è squallore puro fatto carne.

Che cippa ci si va a fare sul monte everest? che cippa ci si va a fare nella fossa delle marianne? che cippa ci si va a fare in mona?

SI VIVE, porca miseria!!!
Mica saremo su questo pianeta a rovinarci i ginocchi con le devozioni ed avvelenarci l'esistenza con la paura di qualcosa che tanto arriverà comunque, benedetta Eva?!

Ma uno che non capisce neanche vagamente cos'è l'Antartide deve preoccuparsi che i satanisti lo vogliano far fuori? mondo rotondo, se poi lo fanno sul serio dovrebbe ringraziarli per aver tolto un po' di squallore dal pianeta.
A scanso di fraintendimenti:

Non me la prendo con chi ritiene troppo onerosi i sacrifici ed i disagi connessi all'andare nello spazio, in antartide, ecc.
e neanche chi non condivide il sentimento quasi mistico e l'attrazione che qualcuno prova verso quei punti di riferimento, ma chi non riesce ad ammettere e contemplare tale sentimento, a comprendere per lo meno che esista, specialmente avendo intorno a sà molti esempi di persone che provano tale attrazione per luoghi molto più accessibili, (tipo ad esempio l'India, l'Irlanda, la Scozia, la Patagonia, l'Egitto) è veramente uno sventurato, un disgraziato.
"che cippa ci andò a fare Von Braun in Antartide?"

eh, che cippa ci va a fare uno in Antartide, sotto un cielo più nudo di quanto qualsiasi donna (o uomo, non discuto le preferenze) potrà mai (dis?)attrezzarsi, dove le tempeste magnetiche ti guardano nel cuore, dove anche le papere a cui tirare frammenti di pretzel girano in tux?
è possibile che qualcuno sul serio desideri vedere un luogo in cui la temperatura è oggettivamente proibitiva, uragani furibondi spazzano l'aria stessa, il ghiaccio stesso canta una inquietante ninna nanna ed il respiro si ghiaccia davanti al naso?

ahahah (senza offesa)
nel dialogo che ho ricostruito sul mio blog la risposta alla domanda è semplice: in Antartide è facile trovare (riconoscere) meteoriti per le condizioni ambientali e quindi ottenere rocce extraterrestri che la Nasa poi spacciò per lunari.
In fondo al post il "finto" dialogo tra 2 funzionari Nasa.

http://pianetax.wordpress.com/2012/02/03/lo-strano-viaggio-del-dottor-von-braun/


Albino
@puffolotti

che cippa ci si va a fare in mona?



Io, tante cose.

LOL.
@pianetax:

dovresti togliere le virgolette da quel "finto" dialogo.

E' finto e basta, e sei il primo ad ammetterlo!

Davvero non si capisce su quali basi vorresti essere preso sul serio, quando per primo semini fuffa a piene mani.

E puffolotti sta ancora aspettando una risposta alla sua domanda sulla falsità del programma spaziale sovietico...
nel dialogo che ho ricostruito sul mio blog la risposta alla domanda è semplice: in Antartide è facile trovare (riconoscere) meteoriti per le condizioni ambientali e quindi ottenere rocce extraterrestri che la Nasa poi spacciò per lunari.

Peccato che quelli che hanno attraversato l'atmosfera e poi impattato a terra abbiano subito degli shock perfettamente riconoscibili.

E tutte le altre prove oggettive che dimostrano che le Apollo non erano finzione? E tutte le prove del presunto complotto che poi si sono rivelate false, mal interpretate se non addirittura falsificate intenzionalmente?!

Come al solito dimostri una profonda ignoranza in materia... Ma continua pure: leggerti è sempre uno spesso...! ;-)
@ Albino, forse non te ne sei reso conto, ma delle stupidaggini che scrivi sul tuo blog non interessa a nessuno, qua. Le tue sono teorie campate in aria senza alcuna possibilità di vedervi un filo logico, dai troppa importanza a quello che scrivi. Ridimensionati, perché in realtà ci sono uomini che scrivono la storia e altri che stanno seduti in poltrona a denigrarli dietro una tastiera. Tu fai parte della seconda specie.
PianetaX... PiantalaX, per favoreX.

Ti inventi un dialogo immaginario e ci credi pure? Fiiischia! Complimentoni!

Aloperidolo. Cerca su wiki.

Walt Disney... Ma dico io... WALT DISNEY!!! Ma... Ma... BAH!!! Scemo io che perdo pure tempo a leggere i tuoi deliri.

A presto con il nuovo post di Paolo "Il delirio del giorno". Sono sicuro che hai ancora molte cartucce al tuo arco* e che sentiremo parlare di te ancora.


*Sic. Giusto per sottolineare l'inutilità delle frottole di PianetaX nei confronti del bene comune ed il progresso sociale.
mmmh... con la versione light riesco a postare i commenti... ottimo, mi sentivo isolato! :D

PianetaX, grazie! Grazie veramente, ho iniziato a leggere il tuo blog e mi si è aperto un mondo è una cosa che cambia la vita!
Caro Pianetax,

non sapevo che Von Braun fosse stato in Antartide, e le sono grato di questa informazione. Sono molto interessato alla ricerca in quel continente e questo mi ha dato modo di aggiungere un po' di informazione alla questione.

E' vero che le basi antartiche sono usate per la raccolta di meteoriti, pero':

1. piccole quantita' di rocce lunari vennero portate a Terra anche da altre missioni, per esempio le missioni Luna, russe.

2. In totale sono state riportate a terra 382 Kg di rocce lunari dalle missioni Apollo.

3. Raccogliere meteoriti in Antartide non e' "cosi'" semplice. Richiede mesi e mesi di preparazione e grandi team per la raccolta in determinate regioni. Solo poche (<10) meteoriti erano state trovate in Antartide fino al '67. Furono i Giapponesi nel '69 a trovare 9 meteoriti e a dare una svolta a questa ricerca. Ovviamente si puo' pensare che in realta' se ne siano raccolte di piu', ma le assicuro che non e' cosi' facile trovarne e che 382 kg a quei tempi e' al di fuori di ogni possibilita'.

3. I meteoriti trovati in Antartide solo in minima parte sono di origine lunare (la differenza con meteoriti di origine diversa e' ovvia a chiunque abbia un minimo di esperienza).

4. Le meteoriti di origine lunare trovate in Antartide sono molto differenti dalle rocce lunari in quanto hanno subito lo stress termico e meccanico dell'attraversamento dovuto all'attraversamento dell'atmosfera che ne modifica la morfologia e, in parte, la composizione. Anche un geologo alle prime armi e' in grado di notare la differenza.

5. In totale sono state pubblicate diverse migliaia di articoli che hanno compiuto direttamente misure sui frammenti della missione apollo (una semplice ricerca bibliografica ne riporta circa 2200) o ne hanno rivisto i risultato. In totale sono diverse migliaia di autori, di ogni nazionalita', di ogni estrazione politica e credo. Queste persone hanno studiato in ogni dettaglio il materiale, senza trovare alcuna contraddizione con un'origine.

6. Se ci fosse stato un cover-up di queste dimensioni, non sarebbe certo andato Von Braun a cercare meteoriti in Antartiche (un impegno che, ripeto, necessiterebbe comunque MESI se non ANNI) ma si sarebbe mandato qualche agente della CIA :) in incognito. Succede solo nei thriller di infima categoria che il grande capo va di persona a fare il cover-up.

7. La NASA, cosi' come ESA e ogni agenzia spaziale mondiale, ha sempre avuto un grande interesse verso l'Antartide perche' le basi permanenti consentono lo studio della risposta psicologica dell'essere umano a condizioni di grande isolamento, il training degli astro- e cosmo-nauti e la verifica della logistica e degli strumenti (nelle Dry Valleys per esempio).

Caro Albino, ognuno ha il diritto di porre questioni e sollevare dubbi. Ma una volta fatto questo, o si va a studiare seriamente l'argomento spendendo magari anni nel tentativo, o ci si fida di chi questi argomenti li ha studiati seriamente. Se poi si ritiene che noi scienziati (la informo che ho passato diversi anni in Antartide dove ho avuto modo di incontrare anche vari team della NASA coinvolti nella ricerca di meteoriti, anche se non mi pare vi siano missioni lunari in corso...) siamo tutti, centinaia di migliaia di persone nel mondo, parte di un enorme cover-up, si prendono le pagine gialle e si cerca il numero di un buon psichiatra.

un saluto
pgc
@PianetaX

Non ti ho chiesto nulla riguardo l'antartide o Von Braun.

Anche se ORA sarei proprio curioso di sapere con cos'è che secondo te 'sto Von Braun* intendeva confrontare i bolidi rinvenuti in Antartide, SOSPENDO la questione.

Ora, per essere ben sicuro che ti arrivi, ripropongo la questione nella sua interezza.
Dovrei scusarmi con gli altri per la ripetitività della cosa, ma confido che comprenderanno la funzione scientifica del processo.

Vorrei che rispondessi alla domanda che segue, contrassegnata fra un inizio ed una fine, naturalmente sono pronto a chiarirla se ti fosse poco chiara:

---- INIZIO ----

Esattamente in base a cosa dici che i russi erano anni luce davanti agli americani?

Cosa ti fa pensare che i russi NON si siano inventati le cose?

Una volta preso coscienza delle stranezze che vedi nel programma spaziale americano, quanto tempo hai dedicato ad esaminare il programma spaziale russo?

Io penso che tu non abbia neanche cominciato :)

Visto che in effetti sono certo che non hai esaminato il programma spaziale russo.

Come mai non ti è venuto il dubbio che magari anche i russi raccontassero stronzate?

(e ti ricordo che alcuni SU27 si sono spezzati da soli a mezz'aria, quanto al mig37... è diventato la barzelletta della tecnologia bellica, tipo il sarchiapone di Walter Chiari.)

---- FINE ----

Questa è la domanda che ti ho posto e della quale sto aspettando una risposta; penso che altri trova ridicolo di per sè QUANTO mi tocca evidenziarla e ribadirla.
Ammetto che non riesco ad immaginare che altro ti inventerai per tralasciarla e far finta che non sia mai stata scritta, ma penso ti renderai conto da solo che il mio continuo evidenziarla e richiamarla sta diventando ridicolo, credo molto più ridicolo che noioso.

Anzi, allunghiamo il gioco di un inning, ci infilo pure UN'APOSTROFO discordante così puoi parlare dell'apostrofo discordante, dirmi un sacco di cose cattive e tralasciarla un'altra volta.

*what's that? beast, plant or stone? (che è questo? carne? verdura? materia inorganica?)
@Stupor mundi

La cosa va esaminata nel suo personale punto di vista, i meteoriti in antartico passano attraverso il buco dell'ozono e non si rovinano come quelli lunari.
Però per trovare dei sassi adeguati 'sto Von Braun avrebbe dovuto disporre di reali campioni lunari.
Un po' complesso ricostruire i processi di una mente così rovinata, ma la dinamica della faccenda in questo scenario è circa:

Armstrong è andato sulla luna, ha preso i campioni, poi NON è andato sulla luna, quindi Von Braun è andato in antartide con i campioni che Armstrong HA RACCOLTO prima di NON essere andato sulla luna...

Altrimenti avremmo potuto andarci anche io o te: dubito che Albino possa distinguere una puddinga butinata e annerita con la grafite da un bolide genuino. Se non ci sono i campioni lunari genuini, più o meno ovunque ci sia un corso d'acqua e delle montagne si può trovare un sasso atto a minchionare i villici in 10 minuti.
La teoria di Albino non regge per svariati motivi, tra l'altro considero il dialogo fittizio un utile esercizio, se poi non viene scambiato con la realtà dei fatti.
Ma la falla della teoria di Albino sta soprattutto nel fatto che la missione di Von Braun avrebbe avuto senso solo DOPO che qualcuno ha portato delle rocce lunari sulla terra (Ad esempio Stalin che ci andava ogni settimana in bicicletta, que hombre quel stalin!!)
@PGC

Personalmente non ho incontrato nessun problema, anche se per motivi personali temo non potrò imbarcarmi prima del 2017.

Posso portarmi dietro il diario degli autografi o mi terranno incatenato in un gatto delle nevi (mod. mietitrice di dune) per tutta la permanenza onde evitare che io converta per sbaglio qualche ricercatore all'ateismo?
Pgc: tra l'altro PianetaX arriva tardi, lo scenario che descrive è praticamente la trama di un romanzo di Dan Brown, "La verità del ghiaccio". http://it.wikipedia.org/wiki/La_verit%C3%A0_del_ghiaccio

Ahiahiahi singor Albino, mi cade proprio sul ghiaccio...
[quote-"pianetax"-"/2012/02/charlie-duke-astronauta-lunare-sara.html#c7898410842009856219"]
Per la 'sorveglianza', si fidi, io sono nel loro mirino da alcuni anni. Non c'è bisogno che lei si aggiunga.
[/quote]
Scusa se non capisco:
sei da anni nel mirino dei Padroni del Mondo, e sei ancora vivo e vegeto a scrivere su internet???

O i Men in Black hanno una pessima mira, o mi sfugge qualcosa...

La mafia nostrana riesce a far sparire i testimoni scomodi in maniera più efficace.
Come mai non ti è venuto il dubbio che magari anche i russi raccontassero stronzate?

Perché i cattivoni bugiardi sono solo gli USA. Gli altri: russi, cinesi, i dittatori arabi e post-comunisti sono tutti degli angeli che lottano strenuamente per impedire ai cattiverrimi di ottenere il controllo del mondo!
E poi "fa figo" tifare per i russi o comunque per la parte perdente... ;-)
"@PGC

Personalmente non ho incontrato nessun problema, anche se per motivi personali temo non potrò imbarcarmi prima del 2017.

Posso portarmi dietro il diario degli autografi o mi terranno incatenato in un gatto delle nevi (mod. mietitrice di dune) per tutta la permanenza onde evitare che io converta per sbaglio qualche ricercatore all'ateismo?"

Scusa ma a cosa ti riferisci? Ho capito che essere criptico e' il tuo stile, ok, ma a volte veramente non si capisce nemmeno di cosa parli...
O i Men in Black hanno una pessima mira, o mi sfugge qualcosa...

Probabilmente indossa sempre il cappellino di stagnola, unico vero scudo da tutti i Signori del Male...
nel dialogo che ho ricostruito sul mio blog la risposta alla domanda è semplice: in Antartide è facile trovare (riconoscere) meteoriti per le condizioni ambientali e quindi ottenere rocce extraterrestri che la Nasa poi spacciò per lunari.

Peccato che quelli che hanno attraversato l'atmosfera e poi impattato a terra abbiano subito degli shock perfettamente riconoscibili.

Mi sono spiegato male: intendevo dire che le meteoriti nei ghiacci sono più facilmente rintracciabili perchè non ci sono piante e attivita biologica che le alterano e disgregano. In migliaia di metri di spessore di ghiaccio bianco i blocchi neri sono senz'altro meteoriti. Una meteorite che cade in una boscaglia non è rintracciabile e poi viene disgregata dall'attività biologica.

http://tinyurl.com/79unzcp

Questo volevo dire e questo è il motivo per cui la Nasa andò a cercare meteoriti in Antartide.

Albino
"Questo volevo dire e questo è il motivo per cui la Nasa andò a cercare meteoriti in Antartide."

Si vabbe', fai pure finta di non avere letto i commenti miei e di altri, non ci sono problemi.

Solo una cosa: "In migliaia di metri di spessore di ghiaccio bianco i blocchi neri sono senz'altro meteoriti. "

Voglio solo fare una precisazione le meteoriti raccolte in Antartide non vengono raccolte in profondita'. Quelle sono le micrometeoriti, che vengono raccolte "filtrando" grandi quantita' di neve, ma il risultato, sebbene utilissimo, e' scarso in termini di massa raccolta.

Le meteoriti in Antartide cadono piu' o meno ovunque e rimangono intrappolate nel ghiaccio, sprofondando in profondita' mano a mano che il ghiaccio si accumula con gli anni. Il ghiaccio pero' a causa del suo stesso peso si muove verso l'oceano. Nel suo "viaggio" a volte incontra catene montuose sotterranee, strettoie, valli, dove il ghiaccio, a causa del vento catabatico, subisce una forte ablazione, esponendo il suo contenuto che rimane li ad accumularsi negli anni. Questo "effetto imbuto" forma delle zone (basta trovarle) dove c'e' un certo accumulo di meteoriti che vengono semplicemente raccolte da terra.

Un altro metodo (geniale) per la raccolta di meteoriti sfrutta le cavita' che vengono usate per produrre acqua potabile per la stazione USA Amundsen-Scott a South Pole. Essenzialmente il calore cogenerato dal gruppo (oltre 1 MW di potenza) viene usato per fondere il ghiaccio passando una serpentina in una buca e pompando fuori l'acqua fusa dal calore. Dopo un certo tempo si forma una cavita' , a forma di goccia, talmente profonda che non e' piu' possibile utilizzare una pompa ad immersione. Allora si ripete il processo altrove. Susan Taylor ha intuito che dentro a queste cavita' si dovrebbero trovare tutte le micrometeoriti incluse nel ghiaccio che e' stato fuso e pompato. E infatti ne ha trovata una minima quantita' che pero' e' molto utile in quanto perfettamente conservata e - come dice giustamente Pianetax in questo caso - non contaminata.
@ Albino

e questo è il motivo per cui la Nasa andò a cercare meteoriti in Antartide.

No, questo è quello che TU pensi siano andati in Antartide Ma le tue invenzioni di come sono andate le cose sono pura fantasia, e inoltre dovresti spiegare, come ti hanno già chiesto, come mai le rocce portate dalle missioni Apollo non avessero i segni tipici di danneggiamento da rientro in atmosfera. Ma a queste domande i fuffari come te non rispondono. Inoltre mi chiedo se secondo te andare in Antartide sia una scampagnata nel laghetto che hai dietro casa. Renditi conto che finché rimani incollato alla tua poltrona scrivendo assurdità non avrai neanche la benché minima percezione di come sia il mondo reale. Fatti, non pugnette, Albino, di gente che si fa seghe mentali dalla mattina alla sera ce n'è fin troppa in ambiente complottista, di gente che mostra fatti nessuna.
@Pgc

Mi riferivo al circolo polare antartico.

Anche senza avere agganci, varcare il 68° parallelo (dell'emisfero australe) sarebbe solo una questione di $oldi. Come ho detto qualche tempo fa, ne servirebbeo meno di quanto mi aspettavo.

Scherzavo sulla mia variamente nota tendenza a fregarmene riccamente dei divieti d'accesso, hobby che in Israele ha un paio di volte messo a repentaglio l'integrità dei miei poveri timpanucci XD

@Stupor mundi 83

Stiamo parlando dell'epoca della guerra fredda, comunque immagino che TUTTI abbiano orientato i piatti in modo da beccare il segnale originario, anche Tullio de piscopo. Direzione? bè, non è che servano calcoli complicatissimi per individuare la Luna.

Allora visto che ad Albino piacciono i dialoghi fittizi glie ne propongo uno io.
Il giorno dell'allunaggio, in Russia, telefonata fra due astronomi russi a caso:

Dimitri Porkaciov: "Bwhahahaha! tuutti i Piuattji di gruande madrje rwussia swono puntuati su bruavo satjellite comunista."

Olec Sabronjewskji: "Cuosì quando artuerijoscleruotici amerDicani cicciuoni dicuono di essere su Luna nuoi pubbliquiamuo segnuale pulituo e li sputtuanijamuo!"

Dimitri Porkaciov: "E cuosui tuttui sapruannuo che ameriDcani nuon suonuo duavvero su luna."

Olec Sabronjewskji: "Arrivua il segnuale da cuorruotta amerDica! Cuome è segnuale di Luna?"

Dimitri Porkaciov: "Identicuo, con un lag di 0.02471 minwuti sequondji"

Olec Sabronjewskji: "Questuo è cuosenuo di 1,6364166696783063837885445737193 gruadi"

Dimitri Porkaciov: "Eviduentemuente puorcuo cuapitalistua Armstruong è davveruo lì"

Dici che se la son lasciata scappare? che a nessuno è venuto in mente di intercettare il segnale originale e confrontarlo con il segnale proveniente dalla terra?

Ma sto divagando, PianetaX, prima di accettare serenamente il giudizio di uno scrittore di dialoghi fittizi grandemente più esperto di me... c'è una domandina che da un po' mi frulla nella testa.

Quello che bramo di sapere da te è chiaramente indicato nel commento #48 e copiaincollato nel commento #87

Serve che io lo copincolli un'altra volta?
Non so neanche esattamente se "copiaincollare" è una parola.

A questo punto comincio a pensare che stai comprando tempo e cominciando a sperare che Nibiru distrugga effettivamente la terra per non sentirti più ripetere la domanda.

Vabbè, riproviamo, visto che non c'è nessun segno che tu abbia inteso che ti avrei fatto una domandina facile facile...

No, sul serio, vuoi che te la ripeta un'altra volta?
Anzi, qualcuno sarebbe così gentile da copiaincollarla a propria volta domani in mattinata? Voglio investire actual money: ai primi 3 spedisco 3 litri di africola
"Anche senza avere agganci, varcare il 68° parallelo (dell'emisfero australe) sarebbe solo una questione di $oldi. Come ho detto qualche tempo fa, ne servirebbeo meno di quanto mi aspettavo."

L'aeroporto di Rovaniemi, Finland e' tagliato a meta' dal circolo polare. Voli di linea da Bruxelles. Ci ho passato un mese a Natale del 1996 (per lavoro). Senno' ci sono le Svalbard che consiglio (mai stato ma conosco gente che lavora alla base Italia).
Comunque, Albino.. Vieni anche tu a Varese e magari potrai chiedere personalmente a Duke se è vero che è stato sulla Luna.

Se veramente i MIB ti stanno alle costole, ci sparaflasheranno tutti per impedirci di sentire la risposta.
Questo volevo dire e questo è il motivo per cui la Nasa andò a cercare meteoriti in Antartide.

Ma.. ma... WALT DISNEY???????????????
Per pianetax

Peccato che quelli che hanno attraversato l'atmosfera e poi impattato a terra abbiano subito degli shock perfettamente riconoscibili.

Mi sono spiegato male: intendevo dire che le meteoriti nei ghiacci sono più facilmente rintracciabili perchè non ci sono piante e attivita biologica che le alterano e disgregano. In migliaia di metri di spessore di ghiaccio bianco i blocchi neri sono senz'altro meteoriti. Una meteorite che cade in una boscaglia non è rintracciabile e poi viene disgregata dall'attività biologica.


Ma che diavolo di risposta è!!! Tu stesso citi lo shock termico e da impatto e poi dribbli l'argomentazione! Comincio a pensare che tu sia in malafede e lo dico per rispetto perché altrimenti dovrei pensare che ti mancano anche le basi fondamentali della logica...

Di certo si vede già dal tuo nick di che pasta sei fatto: "pianetax"; vuol dire decimo pianeta? Sei uno di quelli che crede a nibiru? Beh, allora dovresti aggiornarti e farti chiamare pianetaIX... XD

Per puffolottiaccident

Viva il puffolottiaccidentese! ;-)

qualcuno sarebbe così gentile da copiaincollarla a propria volta domani in mattinata?

Ci penso io:
"Esattamente in base a cosa dici che i russi erano anni luce davanti agli americani?

Cosa ti fa pensare che i russi NON si siano inventati le cose?

Una volta preso coscienza delle stranezze che vedi nel programma spaziale americano, quanto tempo hai dedicato ad esaminare il programma spaziale russo?

Io penso che tu non abbia neanche cominciato :)

Visto che in effetti sono certo che non hai esaminato il programma spaziale russo.

Come mai non ti è venuto il dubbio che magari anche i russi raccontassero stronzate?

(e ti ricordo che alcuni SU27 si sono spezzati da soli a mezz'aria, quanto al mig37... è diventato la barzelletta della tecnologia bellica, tipo il sarchiapone di Walter Chiari.)"
Sono curioso se pianetax può spiegarci come si formano campioni di tre metri di lunghezza usando meteoriti trovati in Antartide:
http://curator.jsc.nasa.gov/lunar/compendium.cfm
@Pgc

bè, per andare al polo nord basta riempire di benzina 4 o 5 volte la mia fidata peugeot 107, io parlavo del polo sud.

Il circolo polare artico non lo ho ancora attraversato solo perchè "tanto è lì"
Non so se conosci la sensazione, ad esempio quando ero a TLV non son mai stato in spiaggia perchè il fatto che fosse lì e che avrei potuto andarci in qualsiasi momento mi faceva passare la voglia di andarci.
[quote-"puffolottiaccident"-"/2012/02/charlie-duke-astronauta-lunare-sara.html#c793540380602669463"]
Stiamo parlando dell'epoca della guerra fredda, comunque immagino che TUTTI abbiano orientato i piatti in modo da beccare il segnale originario, anche Tullio de piscopo. Direzione? bè, non è che servano calcoli complicatissimi per individuare la Luna.
[/quote]

Solo per rispetto della storia: assieme a Armstrong, Aldrin e Collins c'era, parcheggiata in orbita lunare,Lunik 15.

Quella fu anche la prima volta, dalla fine della WWII, che l'Impero del male rosso collaboro, di sua spontanea volontà, con l'Impero del male blu; anche se la cosa portò dei benefici solo a quelli blu.

Non avevano bisogno di chiedere a Tullio dove fosse Apollo perché lo sapevano già.

E comunque il SU-27 è uno dei migliori aerei da caccia attualmente in produzione e, sulla carta, superiore al suo avversario diretto, l'F-15E Strike Eagle (altro famoso aereo a cui si staccavano le ali).

Giudicare gli oggetti in base all'ideologia che gli ha creati porta sovente a una loro sottovalutazione.
Sono curioso se pianetax può spiegarci come si formano campioni di tre metri di lunghezza usando meteoriti trovati in Antartide:


Come disse Bill Kaysing "quando tu hai tutti i soldi che vuoi puoi fare qualunque cosa".

Albino
pianetax,

Come disse Bill Kaysing "quando tu hai tutti i soldi che vuoi puoi fare qualunque cosa".

Ma davvero? Dimmi, quanto costa levitare? Il tariffario per resuscitare i morti quant'è? La ricrescita di un braccio quanto viene? Una pastiglia che t'insegna il russo quanto costa?

Prima di citare un imbecille come Kaysing (lo so che è morto, ma resta pur sempre un imbecille), magari pensa con la tua testa. Ti renderai conto che tutti i soldi del mondo non bastano per fare una cosa, se non sai come farla.

Invece di usare la misera foglia di fico delle banalità di Kaysing, rispondi alla domanda che ti è stata fatta. Se sei capace.

In alternativa, va benissimo se ammetti che hai detto una stupidaggine e decidi di stare in rispettoso silenzio invece di denigrare gente che studia, lavora e rischia la vita.
@ ALbino

Come disse Bill Kaysing "quando tu hai tutti i soldi che vuoi puoi fare qualunque cosa".

Sì, il problema è che al pari tuo, sto Kaysing dice una marea di stupidaggini. Spiega le incongruenze, invece di stare lì a sottilizzare il nulla: segnale radio proveniente dalla Luna, rocce che non presentano i segni del rientro in atmosfera, quantità di campioni irreperibile normalmente sulla Terra oltre all'impossibilità di trovarli così come sopra descritto. Fatti, non pugnette.
Come disse Bill Kaysing "quando tu hai tutti i soldi che vuoi puoi fare qualunque cosa".

Appunto, qualunque cosa.

Compreso andare sulla Luna.

Ciò che tu, Albino, e i geni incompresi della tua risma non capite e non riuscirete mai a capire, è che organizzare davvero lo sbarco sulla Luna era, ed è, molto più fattibile che non organizzare il mega-complottone di cui cianciate a vanvera.
E non siete né mai sarete capaci di arrivarci, per il semplice fatto che vivete nel mondo dei sogni (o incubi nel vostro caso), senza avere la minima idea di come funzioni la realtà, essendo da essa completamente scollegati.
[quote-"papageno"-"/2012/02/charlie-duke-astronauta-lunare-sara.html#c8925887906848263722"]
Sono curioso se pianetax può spiegarci come si formano campioni di tre metri di lunghezza usando meteoriti trovati in Antartide:
http://curator.jsc.nasa.gov/lunar/compendium.cfm
[/quote]

A me basterebbe sapere come fa ad essere ancora vivo se è da anni nel mirino dei Servizi Segreti Satanisti Onnipotenti.

Tanto per curiosità (magari torna utile prima o poi, non si sa mai).
Ma davvero? Dimmi, quanto costa levitare? Il tariffario per resuscitare i morti quant'è? La ricrescita di un braccio quanto viene? Una pastiglia che t'insegna il russo quanto costa?

Credo che PianetaX si riferisca ad altri capitali e, naturalmente, solo e specificatamente ad essi, tipo i soldi spesi per il programma Apollo.

Recentemente ho sentito un tizio dire che, in una conferenza tenutasi dalle parti di Padova, che quei 26 miliardi di dollari investiti nel simulare le missioni lunari, guarda caso, sono proprio quelli che sarebbero serviti per andarci davvero...

Il tizio sosteneva anche che sarebbe stato alquanto assurdo mettere in piedi tutto l'ambaradam per poi non andarci.

Non so se qualcun altro l'ha sentito. E' un tipo alto, segaligno, simpatico...
[quote-"pianetax"-"/2012/02/charlie-duke-astronauta-lunare-sara.html#c1011994798102528773"]
Sono curioso se pianetax può spiegarci come si formano campioni di tre metri di lunghezza usando meteoriti trovati in Antartide:


Come disse Bill Kaysing "quando tu hai tutti i soldi che vuoi puoi fare qualunque cosa".

Albino
[/quote]

Ah sí, qualunque cosa eccetto andare sulla Luna...

È questo il meglio che sai fare? Fare appello alla magia e rigurgitare senza pensare baggianate dette da altri?
@Stupor mundi 83

Comunicami un indirizzo dove intendi ritirare i 3 litri di afri cola che io (pertanto) ti spedirò, all'indirizzo di posta elettronica kizoushaidan@hotmail.it verificherò la tua identità indiposcia affiderò la cosa all'attenzione di DHL.

Altri 6 litri di cocacola (ricca di nano-mindbenders approvati da Hillary Clinton in persona) sono in palio.

@Motogio

hai detto:

"[...] assieme a Armstrong, Aldrin e Collins c'era, parcheggiata in orbita lunare,Lunik 15. "

Scusa, mi sono un attimo dimenticato se io sono buono o cattivo... Ma queste non sono condizioni nettamente migliori rispetto al mio scenario? Cioè, significa che la realtà dei fatti supera di 350'000 km (circa) il mio scenario fittizio?

hai anche detto:

"Quella fu anche la prima volta, dalla fine della WWII, che l'Impero del male rosso collaboro, di sua spontanea volontà, con l'Impero del male blu; [...]"

blu? vorrò sperare che non ti riferisca a "l'America e suo marito"... Comunque quelli nell'impero del male rosso che speravano in un fallimento per sghignazzare e pernacchiare l'impero del male bianco rosso e blu evidentemente son rimasti delusi dal successo... Avevano chiaramente buoni motivi per denunciare il fallimento o la farsa, se questi fossero occorsi.

Poi hai detto:

"E comunque il SU-27 è uno dei migliori aerei da caccia attualmente in produzione e, sulla carta, superiore al suo avversario diretto, l'F-15E Strike Eagle (altro famoso aereo a cui si staccavano le ali)."

Non lo metto in dubbio, non lo so.
Se ti fa piacere verifico la tua dichiarazione ma mi sento di crederti sulla parola.

Quando avevo 14 anni avevo l'impressione che gli americani fossero ad un passo dal teletrasporto e la resurrezione via clonazione mentre i russi dovevano mangiarsi fra di loro per non morire di fame. A quei tempi sapevo dire a memoria le caratteristiche parametriche di almeno un centinaio di aeroplani da guerra. Quello che ricordo adesso a riguardo è che gli aerei d'attacco americani in generale sono sub-sonici.

Comunque, come ho detto all'inizio del post, le informazioni che hai fornito rendono ancora interessante la domanda, non pensi?

Vediamo adesso cosa dice pianetaX a riguardo, se dice qualcosa.
Io penso che sia la prima volta in vita sua che sente nominare una cosa chiamata "Lunik 15"
Bugiardi pure loro? stiamo per assistere al colpo di scena in cui si scopre che l'impero sovietico, il comunismo, l'impero rosso del male era il fulcro, il cardine, l'albatross, la spalla fondamentale della cospieazione??

Bè, sarebbe un colpissimo di scena, cioè, il muro di berlino, la guerra in Vietnam, la controrivoluzione ungherese sarebbero stati parte del complotto amerDicano?
Bè, è il caso di dire che in questo scenario l'affare si INGROSSA a dismisura. Dunque l'unione sovietica, in tale scenario, sarebbe un'invenzione della CIA ?

come avrai già letto, ci sono ancora 6 litri di succulenta afri-cola in palio, e mi pare, grazie al tuo contributo, che la mia domanda diventi molto più interessante di quanto sembrasse a me stesso all'inizio.
"Sono curioso se pianetax può spiegarci come si formano campioni di tre metri di lunghezza usando meteoriti trovati in Antartide:
http://curator.jsc.nasa.gov/lunar/compendium.cfm"

scusami Papageno, non e' che potresti specificare a quale campione in particolare ti riferisci?

grazie
Per puffolottiaccident

Eeeehhhh?????!!!!

Non ho capito cosa intendi... :-(

Mi dispiace ma, pur adorando il "puffolottiaccidentese" non ho ancora imparato a comprenderne il dialetto più stretto... XD
[quote-"puffolottiaccident"-"/2012/02/charlie-duke-astronauta-lunare-sara.html#c932189663597618938"]
Scusa, mi sono un attimo dimenticato se io sono buono o cattivo...[/quote]

Tu sei buono, questa volta, ma ti sei lasciato prendere dal gioco di Pianetax.

Per questo ho esordito con un "Solo per rispetto della storia".

[quote]
vorrò sperare che non ti riferisca a "l'America e suo marito"...[quote]

Desumo che non hai fatto il militare; quelli rossi sono i cattivi e quelli blu i bravi (forse all'Est era il contrario ma non ci giurerei).

[quote]
Se ti fa piacere verifico la tua dichiarazione ma mi sento di crederti sulla parola.[/quote]

No a me l'accusa a me l'onere delle prove; la prossima volta che ti trovi a girovagare per il deserto del Negev chiedi di Zivi Nedivi.

Ps. Non va a demerito dell'Eagle ma nemmeno ho affermato il contrario :-)

[quote]
Vediamo adesso cosa dice pianetaX a riguardo, se dice qualcosa.Io penso che sia la prima volta in vita sua che sente nominare una cosa chiamata "Lunik 15"[/quote]

No, probabilmente ha già sentito nominare Lunik 15 ma questo non cambia di una virgola la sua astrusa teoria; il che mi fa dubitare della sua buona fede.

Nel suo blog ha linkato una discussione del 2004 con Paolo e le cose che diceva allora sono le stesse di oggi.

A lui non interessa la Verità.
Paolo, porterai dietro qualche copia del libro
"Luna? Sì, ci siamo andati!"

A che punto è Moonscape?

Grazie,
federico.
@ ALbino

Come disse Bill Kaysing "quando tu hai tutti i soldi che vuoi puoi fare qualunque cosa".

Sì, il problema è che al pari tuo, sto Kaysing dice una marea di stupidaggini. Spiega le incongruenze, invece di stare lì a sottilizzare il nulla: segnale radio proveniente dalla Luna, rocce che non presentano i segni del rientro in atmosfera, quantità di campioni irreperibile normalmente sulla Terra oltre all'impossibilità di trovarli così come sopra descritto. Fatti, non pugnette.

Non voglio approfittare del blog del signor Paolo come fosse una chat, tuttavia, ciò che disse Kaysing è inoppugnabile. Nessuna affermazione sua è stata mai dimostrata come falsa, lo sappia.

Albino
pianetax,

Non voglio approfittare del blog del signor Paolo come fosse una chat, tuttavia, ciò che disse Kaysing è inoppugnabile. Nessuna affermazione sua è stata mai dimostrata come falsa, lo sappia.

Vediamo se posso aiutare.....

1. Scarica il mio libro "Luna?"

2. Cerca la parola "Kaysing"

3. Bevi un bicchiere di vodka ogni volta che una delle sue asserzioni viene fatta a fettine sottili

4. Non guidare.

Buon divertimento.
@ Albino

tuttavia, ciò che disse Kaysing è inoppugnabile.

No, mi spiace sfatare il tuo mito, ma Kaysing ha detto una marea di castronerie che solo a te sembrano plausibili. A te e ad altri complottisti. Ma sono, appunto, castronerie inventate a casaccio, senza alcun collegamento con la realtà e parto esclusivo della sua mente. Bill Kaysing era un fuffaro. Di inoppugnabile c'è che diceva solo scemenze.
@Grezzo: quasi sempre le castronerie appaiono plausibili quando non sai di cosa si stia parlando. Ancora di più in questo caso.

Ma tentare di ragionare è abbastanza inutile, specie con chi non è riuscito ad ammettere di aver scambiato area e circonferenza del cerchio, per di più volendo applicare le medesime formule a una sfera.... E ho detto tutto.

Comunque resta un insulto all'intelligenza propria e altrui credere a Kaysing: un libro purtroppo ancora molto venduto in cui ci sono bufale sbufalate anni fa ed alcune, se non vado errato, dai complottisti stessi.
@Albino

Scusa, penso che ti sia sfuggita una domanduccia che ti ho fatto poco sopra, la trovi al commento #48 al commento #87 ed al commento #102 ; posso sapere, se proprio non ti va di rispondere, per quale motivo stai tralasciando proprio quella domanda lì ?

@Motogio.

Allora sono io che ho sentito nominare il lunik 15 per la prima volta, cioè in pratica un veicolo russo ormeggiato in zona.

Un po' come la bicicletta: senza il dado della ruota davanti non serve a un tubo.
I russi erano più avanti ma gli mancava qualcosa per atterrare.
Vediamo che dice PianetaX a riguardo.
Se guardi la mia domanda noterai che in una riga faccio una supposizione ;)
Dubito seriamente che risponderà, ma intendo produrre un precedente che non lasci vie di scampo quando deciderà di non farsi vedere per qualche tempo (2012-2004 = 8 ) per poi riapparire facendo finta che non sia successo niente. Se la ritroverà davanti fresca quanto lui. Und segnata nel diario.

@Stupor mundi 83

Mi sono impegnato a spedirti 3 litri di Afri cola.
Per farlo devo avere una destinazione, cioè un indirizzo ove spedirli. Appena saprò dove vuoi ritirarli vado all'ufficio postale e te li spedisco.

@Tutti

nel commento #98 ho stanziato 9 litri di afri cola, allo scopo di evidenziare una domanda alla quale PianetaX si ostina a non rispondere.
Afri cola vera, che spedirò alle prossime 2 persone che porranno a pianetaX/Albino la seguente domanda:

"Esattamente in base a cosa dici che i russi erano anni luce davanti agli americani?

Cosa ti fa pensare che i russi NON si siano inventati le cose?

Una volta preso coscienza delle stranezze che vedi nel programma spaziale americano, quanto tempo hai dedicato ad esaminare il programma spaziale russo?

Io penso che tu non abbia neanche cominciato :)

Visto che in effetti sono certo che non hai esaminato il programma spaziale russo.

Come mai non ti è venuto il dubbio che magari anche i russi raccontassero stronzate?

(e ti ricordo che alcuni SU27 si sono spezzati da soli a mezz'aria, quanto al mig37... è diventato la barzelletta della tecnologia bellica, tipo il sarchiapone di Walter Chiari.)"
@ puffolottiaccident
"Allora sono io che ho sentito nominare il lunik 15 per la prima volta, cioè in pratica un veicolo russo ormeggiato in zona."

Non eri ancora nato, eh?
Avevo scritto qui dove recuperare gli articoli sui quotidiani italiani dell'epoca:
http://tinyurl.com/7e5u6jb

Luna 15 era destinato ad atterrare sulla Luna ed a riportare a Terra alcuni campioni di suolo.
Gli e' andata male.
@ Puffolottiaccident

Inoltre gli USA sapevano benissimo dei test sovietici con i razzi N1, tutti falliti, anche se non hanno reso pubblica la cosa. Se gli USA sono riusciti a individuare i razzi N1, anche i sovietici erano in grado di rilevare le operazioni a terra nei confini USA, e gli sarebbe bastato pochissimo per sputtanare gli americani nella messinscena rimettendo in gioco il predominio nella corsa allo spazio, invece tentarono in fretta e furia di eguagliare le prestazioni del Saturn V, fallendo.

A proposito di Kaysing, il defunto complottista ha mai spiegato come mai in base alla sua teoria delle uccisioni di testimoni scomodi non sono state ammazzate tutte le 500.000 persone che hanno lavorato direttamente e indirettamente al progetto Apollo?
@ Puffolottiaccident

Inoltre gli USA sapevano benissimo dei test sovietici con i razzi N1, tutti falliti, anche se non hanno reso pubblica la cosa. Se gli USA sono riusciti a individuare i razzi N1, anche i sovietici erano in grado di rilevare le operazioni a terra nei confini USA, e gli sarebbe bastato pochissimo per sputtanare gli americani nella messinscena rimettendo in gioco il predominio nella corsa allo spazio, invece tentarono in fretta e furia di eguagliare le prestazioni del Saturn V, fallendo.

A proposito di Kaysing, il defunto complottista ha mai spiegato come mai in base alla sua teoria delle uccisioni di testimoni scomodi non sono state ammazzate tutte le 500.000 persone che hanno lavorato direttamente e indirettamente al progetto Apollo?
@Stupidocane
Ma.. ma... WALT DISNEY???????????????

Beh? Che c'è di strano? La Disney non è coinvolta anche nel complotto delle scie chimiche? Anzi, in tutti i complotti? (Com'è noto, il compasso vicino alla squadra dimostra senza ombra di dubbio il gombloddo massonico!)
Il programma spaziale americano è sempre stato dietro i russi tranne nella lunga felice parentesi dello Shuttle. OGGI i russi sono ampiamente avanti dato che riescono a mandare uomini nello spazio, gli USA no, il programma SLS è una finta:

http://pianetax.wordpress.com/2011/09/15/breve-storia-del-razzo-gigante-sls/

A proposito di Kaysing, il defunto complottista ha mai spiegato come mai in base alla sua teoria delle uccisioni di testimoni scomodi non sono state ammazzate tutte le 500.000 persone che hanno lavorato direttamente e indirettamente al progetto Apollo?

Semplicemente perchè la maggior parte di coloro che lavoravano al programma credevano di lavorare veramente per andare sulla Luna, ovvio. Ci sono testimonianze di lavoratori che ebbero l'impressione che tutto fosse una beffa, ma era gente che lavorava a 3mila km da Houston, non potevano provare niente, per questo sono ancora in vita.

Albino
tuttavia, ciò che disse Kaysing è inoppugnabile.

No, mi spiace sfatare il tuo mito, ma Kaysing ha detto una marea di castronerie che solo a te sembrano plausibili. A te e ad altri complottisti. Ma sono, appunto, castronerie inventate a casaccio, senza alcun collegamento con la realtà e parto esclusivo della sua mente. Bill Kaysing era un fuffaro. Di inoppugnabile c'è che diceva solo scemenze.

Se lei leggesse qualche libro di Kaysing, si accorgerebbe che le cose che diceva lui negli anni 70 si stanno verificando tutte.

http://billkaysing.com/bibliography.php

Albino
@Giuliano47

Sono nato nell' aprile del 1977.
Ed ho l'impressione di essere affetto da una sindrome di Peter Pan talmente acuta da avere effetti oggettivi riscontrabili negli esami medici.
[quote-"pgc"-"/2012/02/charlie-duke-astronauta-lunare-sara.html#c7513608844307356296"]
"Sono curioso se pianetax può spiegarci come si formano campioni di tre metri di lunghezza usando meteoriti trovati in Antartide:
http://curator.jsc.nasa.gov/lunar/compendium.cfm"

scusami Papageno, non e' che potresti specificare a quale campione in particolare ti riferisci?

grazie
[/quote]

Io avevo in mente i "core sample" estratti dagli astronauti con una sorta di trapano (roba da geologi...). Ce n'è uno in particolare lungo tre metri (credo che sia indicato con "70009 - 70001 Deep Drill Core").

Ma è anche interessante la lunga lista di pubblicazioni scientifiche che hanno usato campioni lunari: è lunga più di duecento pagine e copre gli ultimi quarant'anni.
@ Albino, stai continuando a dire cose senza senso, ti ha già risposto Paolo, perdere altro tempo inutilmente con te non rientra nel programma della mia giornata. Se vuoi rispondere alle domande bene, altrimenti evita di postare boiate continuando ad appellarti a quello che ha detto un quel fuffaro di Kaysing.
Pianetax,

Se lei leggesse qualche libro di Kaysing, si accorgerebbe che le cose che diceva lui negli anni 70 si stanno verificando tutte.

Io l'ho letto, il libro lunare di Kaysing.

E' pieno di scemenze tecniche. Ne vuoi un assaggio? Facciamo una cosa. Tu scrivi una "cosa che si sta verificando" scritta da Kaysing, ne citi la fonte precisa, e io ti scrivo una delle scemenze di Kaysing, citandone la fonte.

Ci stai?
@PianetaX

Aaaah! Eccoti!
Scusa, posso farti una domandina semplice semplice?

è un po' che mi sto sbracciando... posso avere la tua attenzione un attimo?
Pianetax,

Ci sono testimonianze di lavoratori che ebbero l'impressione che tutto fosse una beffa

Ma davvero? Mi devo fidare della tua parola o sei capace di fare qualche nome e cognome?


ma era gente che lavorava a 3mila km da Houston, non potevano provare niente, per questo sono ancora in vita.

Ma davvero? Ne vuoi parlare con John Saxon, che parlò dall'Australia con gli astronauti sulla Luna? Lui è ancora vivo nonostante potesse provare da dove veniva il segnale e ci conosciamo.

Ne vuoi parlare con Charlie Duke, che sulla Luna c'è andato e che sarà a Varese il 31 marzo? Vieni, se ne hai il coraggio, e ripetigli in faccia queste accuse.

Stai diventando noioso e le tue accuse sono trite. Fornisci qualche cosa di più interessante, per favore, qualche prova documentale, o l'ospitalità che ti viene offerta qui finirà. Non mi sembra corretto lasciarti insultare ulteriormente la gente che conosco.
[quote-"pianetax"-"/2012/02/charlie-duke-astronauta-lunare-sara.html#c2909886478084174350"]
Semplicemente perchè la maggior parte di coloro che lavoravano al programma credevano di lavorare veramente per andare sulla Luna, ovvio.
[/quote]

E dal momento che molti di questi erano ingegneri e scienziati professionisti, non esiste un motivi scientifici o ingegneristici per cui non si può andare sulla Luna.
E dal momento che la NASA aveva tutti i soldi che voleva (e quindi tutto era possibile), non c'era alcun motivo per mettere in scena le missioni Apollo e non andare veramente sulla Luna.

Insomma, se seguiamo i tuoi ragionamenti, bisogna concludere che le missioni Apollo sono effetivamente avvenute.
@Pianetax

Ma veramente riesci a credere a quello che scrivi? E' Sorprendente!
E altrettanto sorprendente è la pazienza che hanno tante persone a leggerti
(di puffolottiaccident non mi sorprendo... è abituato a Windows ha una pazienza inossidabile... :P Puff, chiedo perdono non ho resistito! )

Ripeti le tue affermazioni come un disco rotto, rispondi alle domande che ti sono state poste con risposte che siano almeno plausibili se non proprio dimostrabili, perché in caso contrario trolleggi e basta.
Semplicemente perchè la maggior parte di coloro che lavoravano al programma credevano di lavorare veramente per andare sulla Luna, ovvio.

Ovvio... OVVIO??? Ma... ma... WALT DISNEY????
@PianetaX

Aaaah! Eccoti!
Scusa, posso farti una domandina semplice semplice?

è un po' che mi sto sbracciando... posso avere la tua attenzione un attimo?

sono qua per rispondere a tutte le domande

Albino
"Io avevo in mente i "core sample" estratti dagli astronauti con una sorta di trapano (roba da geologi...). Ce n'è uno in particolare lungo tre metri (credo che sia indicato con "70009 - 70001 Deep Drill Core")."

forse mi sbaglio ma il core drill piu' profondo di Apollo 15 era di 2.4 m, sebbene molti documenti parlino di 10 ft o di 3 m. Grazie comunque per l'informazione. La storia dei core drill e' molto interessante in quanto porto' come e' noto ad un (leggero) battibecco lunare e a una lunga serie di inconvenienti e problemi.
@Manuel

La mia pazienza è immane. Definirla "inossidabile" è riduttivo; la definirei tranquillamente... "insensata all'atto pratico".

Tuttavia non la sto assolutamente esercitando. Ho intravisto la possibilità di ottenere un risultato ed ho provato a scommetterci sopra.

Se ha già due neuroni funzionanti, pianetaX si sarà appena reso conto che non è il caso di aspettarsi che tutti qui si dimentichino di cosa ha detto... o NON ha detto in questi giorni.

Il progresso effettivamente esige che ci si muova prevalentemente in avanti e potrebbe rivelarsi un risparmio di tempo dire a questi personaggi NELLA LORO LINGUA che le questioni risolte non sono dimenticate.
@Pianetax
sono qua per rispondere a tutte le domande

La domanda che ti è stata posta innumerevoli volte, e che non ha ancora ricevuto una minima risposta è la seguente:
"Esattamente in base a cosa dici che i russi erano anni luce davanti agli americani?
Cosa ti fa pensare che i russi NON si siano inventati le cose?
Una volta preso coscienza delle stranezze che vedi nel programma spaziale americano, quanto tempo hai dedicato ad esaminare il programma spaziale russo?
Io penso che tu non abbia neanche cominciato :)
Visto che in effetti sono certo che non hai esaminato il programma spaziale russo.
Come mai non ti è venuto il dubbio che magari anche i russi raccontassero stronzate?"
Caro PianetaX vorrei porti anch'io delle domande su questa questione:
Perché i sovietici, che al tempo avevano un dei più grandi e potenti sistemi di spionaggio (GRU E KGB) non hanno cercato di capire se era veramente una truffa l'invio di astronauti sulla Luna?
Perché i sovietici, se hanno indagato e scoperto che era una truffa, non hanno cominciato una campagna martellante di denuncia e non hanno quindi poi inviato loro un' astronauta per vincere questa corsa nel senso propagandistico?
La domanda che ti è stata posta innumerevoli volte, e che non ha ancora ricevuto una minima risposta è la seguente:
"Esattamente in base a cosa dici che i russi erano anni luce davanti agli americani?
Cosa ti fa pensare che i russi NON si siano inventati le cose?

Partendo dalla fine, sìanche i russi si inventarono parecchie cose.
Tuttavia i russi inanellarono record su record.
- primo uomo nello spazio
- prima donna nello spazio
- primo equipaggio a due
- primo randez vous con due capsule in orbita
- prima sionda sulla Luna
- tutti i record di permanenza nello spazio sono ancora russi
- tuttora maggiore capacità di carico unitario ('payload' come direbbe Attivissimo)

solo per citare

Albino
@Roberto
Grazie; è esattamente quello che volevo chiedergli, e con quella che aggiungo qui sotto sono 5 volte che è stata ricopiata integralmente.
Naturalmente ti devo 3 litri di Afri-cola che spedirò senz'altro* ad un recapito da te indicato.
Credo che la cosa sarebbe noiosa e ripetitiva se Albino fornisse risposta, farlocca o sensata ed io ripetessi la domanda così come è, ma ci è passato sopra almeno 8 volte senza neanche voltare la testa.
Invece così è persino leggermente umoristica. Credo.

*Naturalmente verificherò che sia tu ad avermi fornito il recapito e non qualcuno che si spaccia per te per intercettarla.

@PianetaX
Ti è stata più volte fatta questa domanda con queste esatte parole:

"Esattamente in base a cosa dici che i russi erano anni luce davanti agli americani?
Cosa ti fa pensare che i russi NON si siano inventati le cose?
Una volta preso coscienza delle stranezze che vedi nel programma spaziale americano, quanto tempo hai dedicato ad esaminare il programma spaziale russo?
Io penso che tu non abbia neanche cominciato :)
Visto che in effetti sono certo che non hai esaminato il programma spaziale russo.
Come mai non ti è venuto il dubbio che magari anche i russi raccontassero stronzate?"

Visto che sei qui per rispondere ad ogni domanda, hai pensato ad una risposta per questa?
Hai avuto 3 giorni di tempo per formulare una risposta... Ora che ci penso la ho appena incollata a mia volta, ma essendo che ho accesso illimitato all'afri-cola penso che mi comprerò un 6pack di birra Duff, gli ultimi 3 litri di afri-cola, (la bevanda preferita da rettiliani e aderenti al NWO) sono ancora in palio... puoi vincerli tu stesso incollando la domanda subito prima della tua IMMANCABILE risposta. :)
@Albino

sono qua per rispondere a tutte le domande

No, tu sei qua per rispondere solo "lo ha detto Bill Kaysing" a tutte le domande. Ma Bill Kaysing diceva minchiate.
Ragazzi, è chiaro ed evidente che pianetax non è qui per difendere le sue posizioni, altrimenti avrebbe già da tempo risposto alle numerose domande rivoltegli. Il suo scopo è solo quello di provocare fino a quando il padrone di casa deciderà di sbatterlo fuori, cosicché lui possa poi lamentarsene sul suo sito.
Ignoratelo e si stuferà presto, come i bambini.
Intanto pianetax ha risposto alla carlona...

Per me gli mancano proprio le basi della logica e del dialogo.

Come diavolo si fa alla domanda: "che cosa ti fa pensare che i russi non si siano inventati tutto?" a rispondere elencando i record?!

Allora come si fa con i bambini si riduce la domanda ai minimi termini: che cosa ti fa credere che quei record non siano una balla?

E per l'amor del cielo cerca di usare un briciolo di intelligenza nella tua risposta...!
@PianetaX

oh, un testo che sembra concepito avendo letto il mio domandone, mille grazie.

Che però non significa niente...

Io NON ti ho chiesto: "perchè secondo te i russi erano più avanti degli americani?"

Io ti ho chiesto praticamente come è che hai verificato tali primati.

"Il primo uomo nello spazio" ad esempio è una cosa effettivamente avvenuta o una cosa che i russi si sono inventati? mi pare di capire che per te è effettivamente avvenuta.

Orbene, come la hai indagata e verificata?

Perchè rispondi a domande che non ti ho mai fatto?

La domanda che ti ho fatto è...
Vuoi che te la ripeta o intendi rileggerla?
@PianetaX

La cambio un pochino ma è sempre la stessa domanda, adesso almeno c'è una risposta. Turlucca ma c'è.

Dove sono le indagini in base alla quale hai concluso che i records da te stesso citati sono reali e non invenzioni?

che valore abbiano tali indagini, visto il pietoso livello della tua facoltà di comprendere la lingua italiana... è tutt'altro discorso. Facendo un parallelo con la gastronomia il tuo livello di comprensione testi è paragonabile a qualcuno che per due settimane di fila mangia ogni giorno un gelato senza accorgersi che una delle palline è fatta in cacca di cane calda.

Ammenochè la verità non sia che tu NON VUOI o NON PUOI RISPONDERE, ed entrambe si spiegano in un modo solo:

Non hai compiuto alcuna verifica, cosa che sapevo già quando ho posto la domanda la prima volta. La prova di ciò è nella domanda stessa.
Se tu avessi avuto tali verifiche me le avresti subito sbattute sotto il naso.

Forse non è troppo tardi per ammettere la verità...

Facciamo così, io scrivo la tua risposta alla domanda originale e tu dì solo se è così o se vuoi formularla in altro modo:

"Non ho mai preso in considerazione l'idea di indagare sulle affermazioni e sui primati del programma spaziale russo perchè non ho nessun interesse nel dimostrare che essi sono fasulli, quello che mi interessa a riguardo è solo persuadere il prossimo che il programma spaziale americano è una messinscena, in più non ho ricevuto alcuna formazione su come si debba svolgere un'indagine di qualsiasi tipo."

Se non sei persuaso di essere scoperto potrei anche chiederti di elencarmi le stronzate dette dai russi così come hai elencato i PRESUNTI primati.
@Impe

Niente di più facile, è anche probabile che fosse il piano originale, ma dubito che adesso vorrà portarlo avanti linkando questa stessa pagina nel proprio blog.

Tipi così preferirebbero farsi tagliare la gola col laccio di uno stivale piuttosto che confessarsi in pubblico, questo lo so perchè lo ho visto succedere.

So quanto la domanda sia imbarazzante, ma non sarà PianetaX a spiegare il perchè e in nessun ambiente al mondo potrà spiegare la riluttanza a rispondere ed il continuo guadagnar tempo in altro modo che con un'incapacità di raffazzonare qualcosa che i persino i "vermi" possano scambiare per indagini quesite.

Ma al contempo l'unico modo di confutare queste righe che ti sto scrivendo in chiaro, all'attenzione di chiunque a partire da egli stesso... è quello di rispondere alla domanda in una maniera che faccia pensare che in precedenza gli sia sfuggita... cosa un po' difficile visto quante volte e quanto poco caoticamente è stata ripetuta. Il tentativo dimostrerebbe che non è capace di leggere neanche "i tre porcellini" con le illustrazioni.

Il mio stivale è già arrivato nello stomaco... Oooops, "il mio amo da pesca" volevo naturalmente dire. XD

Naturalmente dopo questo stesso intervento potrebbe pensare di dire: "Qua si parla di ami da pesca (o stivali): era una trappola e ne sono grandemente offeso."

Io non lo farei se fossi in lui.
Ho formulato la domanda sapendo che cozzava col personaggio che si è cucito addosso, è imbarazzante solo in quanto non ha MAI compiuto le indagini che gli ho chiesto di illustrare, questo perchè la sua inchiesta è puramente dialettica.

se avesse proceduto correttamente avrebbe risposto candidamente la prima volta, senza appendersi al lungo ***** di Von Braun (10 ft. è addirittura invalidante per lo sventurato portatore XD)
@ pianetax

Partendo dalla fine, sìanche i russi si inventarono parecchie cose.
Tuttavia i russi inanellarono record su record.
- primo uomo nello spazio


Come fai a essere certo che non sia stata una messa in scena anche quella di Gagarin? In fondo abbiamo solo la versione ufficiale dell'Unione Sovietica, famosa per aver falsificato molte foto in nome della propaganda e che non ha avuto problemi ad assecondare gli USA nella storia del falso sbarco lunare.

@ Attivissimo
io ti scrivo una delle scemenze di Kaysing, citandone la fonte.

"We Never Went to the Moon", copertina, dal libro "We Never Went to the Moon: America's Thirty Billion Dollar Swindle". O intendevi essere meno tautologico? ^_^
@puffolotti

Indubbiamente chiunque si prendesse la briga di passarsi tutti i commenti relativi a questa discussione non farebbe fatica a capire che il povero pianetax ha fatto una misera figura di palta, quello che credo sia dannoso sarebbe passare alla "soluzione finale", cioè il ban. In questo modo sarebbe molto più semplice per lui linkare sul suo sito solo le parti a lui favorevoli, tagliando qui e là per far credere di essere stato una innocente vittima del (C)Attivissimo di turno.
Io dico di lasciarlo nel suo brodo e non dargli importanza, si commenta da solo; prima o poi se ne andrà.
@puffolotti

Dimentichi che gli USA sono i più cattiverrimissimi dell'universo! XD
[quote-"pianetax"-"/2012/02/charlie-duke-astronauta-lunare-sara.html#c2163936334667050045"]
Partendo dalla fine, sìanche i russi si inventarono parecchie cose.
Tuttavia i russi inanellarono record su record.[/quote]

Finalmente qualcosa di concreto su cui discutere e allora discutiamone.

-primo uomo nello spazio: Gagarin 12 aprile 1961

-primo staunitense a farlo: Glenn 20 febbraio 1962 (nemmeno un anno dopo).

- primo equipaggio a due: Forse intendevi primo equipaggio multiplo perché erano in tre, comunque: Voskhod 1 12 ottobre 1964 / Gemini 3 23 marzo 1965 (6 mesi dopo).

-Primo EVA (tecnicamente più importante del sesso dei cosmonauti/ astronauti): Leonov 18 marzo 1965 / White 3 giugno 1965 (4 mesi scarsi dopo).

Da qui in poi gli statunitensi presero il sopravvento:

-21 agosto 1965 Gemini 5 primo volo di una settimana

-4 dicembre 1965 Gemini 7 primo volo di due settimane e primo vero "rendevouz" con Gemini 6A.

-16 marzo 1966 Gemini 8 primo aggancio nello spazio con un satellite.

-12 settembre 1966 Gemini 11 maggior distanza dalla terra raggiunta prima della conquista della Luna.

Ecc ecc fino al 16 gennaio 1969 quando i sovietici, con Sojuz 4 e 5, compirono il primo trasferimento d'equipaggio fra due navicelle in orbita.

Quindi è vero che i sovietici (e non i russi) erano partiti in vantaggio ma il loro vantaggio non era quantificabile in anni luce ma solo in mesi terrestri; e ben presto furono superati dagli statunitensi.

E Gagarin, anche se tu affermi il contrario sul tuo blog, è il primo essere umano ad aver volato nello spazio ed è morto ai comandi di un MIG 15; e non in un fallito lancio spaziale.

Che i sovietici raccontassero qualche bugia è cosa nota ma tu non sei da meno.
@Albino

sono qua per rispondere a tutte le domande

No, tu sei qua per rispondere solo "lo ha detto Bill Kaysing" a tutte le domande. Ma Bill Kaysing diceva minchiate.

le cose che ho scritto sui russi più avanti sono vere, poi lo disse Kennedy in risposta ad un guiornalista "we are behind".
Trascrivo a memoria la dichiarazione di Von Braun che ho sentito dal documentario di Sibrel "A funny thing happened on the way to the moon" che contieneanche le affermazioni di Kennedy.
Un giornalista chiede a Von braun se "we can ever catch up" i russi e Von braun risponde "there's still a considerable gap to close" e i russi erano tanto lontani che lui era interessato solo ad incrementare la "working speed".

Albino
[quote-"pianetax"]...
- primo randez vous con due capsule in orbita
...[/quote]

A parte l'ignoranza di come si scrive correttamente il termine (rendezvous) quello tra la Vostok 3 e la Vostok 4 non fu un vero rendezvous, in quanto le due capsule non erano pilotabili, e non fu fatta alcuna manovra orbitale. Le due capsule si avvicinarono unicamente grazie a precisissimi calcoli di traiettoria eseguiti in fase di programmazione della missione. E' quindi un errore (l'ennesimo che fa) quando scrive che il primo rendezvous fu fatto dai sovietici.
Evidentemente il nostro caro Albino dimentica le numerose missioni spaziali fallite dai sovietici. Ma la cosa più ridicola è che continua a dire "hanno inventato di qua, hanno inventato di là" senza la benché minima prova. Le "prove" le mette sul suo ridicolo blog, e sono una caterva di castronerie di chi non ha la minima idea di come funzioni la fotografia, né ha la minima idea di cosa sia una missione spaziale. E' solo il solito incompetente che parla di cose che NON CONOSCE.
posso dire una cosa?

Perche' nei dialoghi con i cosiddetti "complottisti" non ci si ferma alle informazioni? Che bisogno c'e' di esprimere giudizi su di loro? Secondo voi e' utile? Secondo me no, ed e' anzi controproducente perche' diventa un attacco personale, mentre i fatti parlano da soli. Secondo me - ho detto secondo me, eh! - l'importante non e' convincere PianetaX o Sempronio, l'importante e' fornire informazioni a chi legge, a chiunque passasse da qua. Commenti gentili e basati unicamente sui fatti creano empatia con queste persone, che sarebbero piu' propense a non mettersi dalla parte dell'aggredito e della vittima.

Come ripeto, questa e' la mia opinione, basata unicamente su una questione di efficacia del dibattito.

un saluto
@PianetaX

Ma alla domanda in questione intendi rispondere o non intendi rispondere?

Il fatto che i russi fossero più avanti degli americani fino ad un certo punto non è mica in discussione. Motogio lo ha appena detto. Poi anni luce... è di certo un modo di dire: Dappoichè la Luna non sta neanche a 2 secondi luce dalla terra al massimo potevano essere avanti di 1,14 secondi luce. La questione è sistemata, e comunque nessuno te lo ha chiesto.

Invece in diversi a partire da me stesso ti hanno chiesto come tu hai verificato i reali risultati dei russi.

Come li abbia verificati Motogio non mi interessa, come li ho verificati io è presto detto: me li ha forniti Motogio.

Tu come li hai verificati? Anche tu li hai saputi da Motogio?

Ma Motogio è persuaso dell'allunaggio, quindi tu devi averli verificati in altro modo, se li hai verificati.

Li hai verificati, giusto?
PianetaX: beh come fonti mi vai a prendere i documentari di Sibrel... E' il caso che ti ricordi cosa è successo al suo naso? :p

Battute a parte, Kennedy può benissimo aver fatto quelle dichiarazioni, ed anche Von Braun, volendo per questioni storiche. Ti ricordo che Kennedy diede la spinta al programma spaziale, ma all'inizio degli anni '60 (fu assassinato nel 1963, ricordi?). E all'inizio degli anni '60 c'era effettivamente un gap da colmare.

Secondariamente, non ti è venuto in mente che magari quelle dichiarazioni pubbliche siano fatte apposta per gettare fumo negli occhi e far credere ai Sovietici di essere "indietro"?
Sai, si era in piena Guerra Fredda e magari era più utile far pensare ai Sovietici di non rappresentare una "minaccia" nella lotta alla supremazia spaziale per far calare loro il ritmo dei lanci.

Mi rendo conto che può essere un ragionamento complicato, ma dobbiamo pensare a com'era la situazione mondiale all'epoca. Cerca "Doomsday Device" su wikipedia.
@ PGC

Sono d'accordo con te, tuttavia pianetax non sta portando alcuna informazionesulla quale discutere, per cui l'unica cosa che possiamo dire è che questa persona sta semplicemente inventando tutto.
@pianetax

le cose che ho scritto sui russi più avanti sono vere,

Alcune delle cose che hai detto sui sovietici sono vere ma che fossero tecnologicamente avanti agli statunitensi è solo una tua ipotesi basata su un errore di fondo: sono arrivati prima perciò sono più bravi.

Sbagliato! Sono arrivati prima, punto.

I razzi sovietici erano il frutto della filosofia sovietica; grossolana ma efficace.
Purtroppo per loro quella filosofia dimostrò tutti i suoi limiti quando le cose cominciarono a farsi serie e lì prese il sopravvento la filosofia statunitense ( tedesca) di fare le cose ma solo se fatte bene.

Alla distanza quella fu la filosofia vincente.
Evidentemente il nostro caro Albino dimentica le numerose missioni spaziali fallite dai sovietici. Ma la cosa più ridicola è che continua a dire "hanno inventato di qua, hanno inventato di là" senza la benché minima prova. Le "prove" le mette sul suo ridicolo blog, e sono una caterva di castronerie di chi non ha la minima idea di come funzioni la fotografia, né ha la minima idea di cosa sia una missione spaziale. E' solo il solito incompetente che parla di cose che NON CONOSCE.

sono perfettamente d'accordo con lei, se la gente sapesse quali sono le condizioni fisiche dello spazio e sulla Luna, non crederebbe per un istante che gli americani ci sono andati per ben 6 volte!

Albino
se la gente sapesse quali sono le condizioni fisiche dello spazio e sulla Luna, non crederebbe per un istante che gli americani ci sono andati per ben 6 volte!

Nove. E ci sono andati anche i russi. Documentati, prima di parlare, per favore.

Se era davvero impossibile andare sulla Luna con un equipaggio a causa delle "condizioni fisiche", spiegami perché i russi progettarono anche loro missioni con equpaggio intorno alla Luna e costruirono anche loro un veicolo per scendere sulla Luna con un cosmonauta.

Cerca "Lunniy Korabl" in Google, poi rispondi, per favore.

Per incoraggiarti a rispondere invece di eludere le domande, come hai fatto fin qui, pubblicherò solo i tuoi commenti che rispondano a questa domanda.

Prenditi pure il tempo che ti serve.
@ pianetax
"se la gente sapesse quali sono le condizioni fisiche dello spazio e sulla Luna, non crederebbe per un istante che gli americani ci sono andati per ben 6 volte!"

Mica ci sono andati nudi!!!
@pianetaX

"La gente"...

Ooh, la geeeente.

Allora alla geeeente bisogna raccontare "le menzogne giuste" perchè questa sia motivata ad affrontare il diaaaaavolooooo?

Questa è la verità che cerchi?

Non sono i presupposti giusti per cominciare tale battaglia, mio triste amico.

@Paolo Attivissimo

Anche se non credo che avverrà, Se pianetaX confessasse di non saper rispondere alla domanda che gli hai fatto, riferendosi alla domanda stessa, pubblicheresti la sua ammissione?
Se pianetaX confessasse di non saper rispondere alla domanda che gli hai fatto, riferendosi alla domanda stessa, pubblicheresti la sua ammissione?

Certamente.
"sono perfettamente d'accordo con lei, se la gente sapesse quali sono le condizioni fisiche dello spazio e sulla Luna, non crederebbe per un istante che gli americani ci sono andati per ben 6 volte!"

Albino,
sono un astronomo professionista come qualche altro decina di migliaia di persone di tutte le estrazioni sociali, di tutti i credo, di tutte le opinioni politiche. Tutti costoro sanno perfettamente quali sono le condizioni fisiche dello spazio e sulla luna.

Uno degli astronomi italiani, per esempio, Umberto Guidoni, e' stato iscritto a Rifondazione Comunista (Deputato Europeo per SEL). Si occupa di battaglie civili, per esempio sta partecipando alla battaglia per tagliare l'acquisto di F-35, ha viaggiato a bordo dello Space Shuttle 2 volte, e' stato il primo Europeo ad occupare la ISS.

Se una persona, perfettamente al corrente della situazione come lui (che si e' ritirato da ESA anni fa e quindi non ha piu' alcun interesse da difendere) avesse il sospetto che era tutta una balla non lo direbbe?

un saluto
pgc
[quote-"pianetax"-"/2012/02/charlie-duke-astronauta-lunare-sara.html#c4715706194571418882"]
se la gente sapesse quali sono le condizioni fisiche dello spazio e sulla Luna, non crederebbe per un istante che gli americani ci sono andati per ben 6 volte!
[/quote]

Avvisa i cinesi del grave pericolo che li attende perché probabilmente anche loro non lo sanno:

China to put a man on moon by 2024

Ps. Prima affermi (giustamente) che i sovietici hanno diversi record imbattuti di permanenza nello spazio e ora affermi che nello spazio non si può sopravvivere?

Pss. Poi perché 6 volte? Io ne ho contate 7; 8 con Apollo 8.
Ops..

Ho dimenticato di contare Apollo 10 e 13 quindi in totale sono 10 le missioni umane più 1 missione di tartarughe "rosse" e mosche di Mosca (Zond 5) :-)
@Motogio

Intanto che PianetaX pensa a come rispondere a Paolo mi intrometto io:

I russi possono allunare o ammartare, gli amerDicani no.

Questo perchè i raggi cosmici son scagliati da Dhio (Gawd), il quale li scaglia solo sugli amerDicani, in quanto è disgustato dall'impero di Satana.
Mentre i comunisti possono tranquillamente farci il surf, perchè Dhio non ce la ha con loro.
Per questo i russi possono fare delle tute spaziali e gli americani no. Quando gli americani escono dalla loro astronave, partono i raggi cosmici indirizzati al portello dell'astronave, da un emettitore a 15 metri di distanza.

Le condizioni della luna dipendono da che tessere hai in tasca.
Aspettando che Pianetax risponda alla domanda di Paolo sistemiamo un po' di cose lasciate in sospeso.

Cominciamo con questa:

Von Braun era inoltre amico di Walt Disney da più parti sospettato di avere materialmente realizzato, in quanto uomo di spettacolo, la messa in scena degli sbarchi.

Vero ma lo fece nel 1955 partecipando al programma televisivo della Disney Man and the Moon

:-)
Von Braun era inoltre amico di Walt Disney da più parti sospettato di avere materialmente realizzato, in quanto uomo di spettacolo, la messa in scena degli sbarchi.

Ma non era stato Kubrik...? Per l'amor del cielo decidetevi!
Kubrick, Disney, Von Braun, Kennedy; scusate ma manca qualche altro sognatore/complice del grande complotto?
Mah, giriamo un po' la manopola del gas, tanto per ridere.

@Motogio

Dopo lunghe ricerche ho trovato un testo che è attinente con le ns. riflessioni.

"Il 4 ottobre 1957 l'Unione Sovietica stupisce l'opinione pubblica mondiale lanciando, come preannunciato, il primo
satellite artificiale: lo Sputnik 1. "

"Un mese dopo, il 3 novembre 1957, i sovietici stabiliscono un altro record
con lo Sputnik 2: il primo essere vivente lanciato in orbita, la cagnetta
Laika, [*]. Lo fanno prima ancora che gli americani abbiano lanciato un satellite di qualunque genere."

"Il 6 dicembre arriva finalmente il primo
tentativo statunitense. Il missile Vanguard TV3 si solleva di qualche decina
di centimetri e poi esplode miseramente sulla rampa di lancio, in diretta
TV"

Questi paragrafucci son presi dalle prime due pagine del libro "Luna? Si, ci siamo andati!"
Scritto da un omonimo contemporaneo di Paolo Attivissimo...

Cioè, se PianetaX lo avesse letto fino al terzo paragrafo avrebbe fatto una figura meno peggio.

*non han pensato a come tirarla giù
@Puffolotti

Gli statunitensi avevano già lanciato qualcosa nel 1947; le V2 avanzate e un po' modificate di von Braun.

http://complottilunari.blogspot.com/2009/03/foto-dallo-spazio-negli-anni-quaranta.html?m=1

E non è che i sovietici non avessero pensato a come tirar giù la cagnolina ma più semplicemente non sapevano come fare a farlo. :-(
@Motogio

Non sto parlando dei risultati, sto notando il fatto che l'obbiezione di PianetaX che ha generato la mia contro-domanda... è l'inizio del libro in questione.
In questo senso dico che se lo avesse letto fino al terzo paragrafo si sarebbe risparmiato una figura quantomeno magra.
E sì che non è mica lungo.


In ogni caso sulla cagnetta Laika hai ragione, a dispetto della mia scelta di parole inappropriata penso che avessero pensato a come tirarla giù, quantomeno perchè sarebbe stato un colpo ancora più gobbo per la corsa alla luna.

Infatti il libro dice:

"la cagnetta Laika, destinata a morire dopo poche ore perché non è previsto il rientro
a terra"

La mia abbreviazione è certamente inesatta, è impensabile che nessuno nel progetto abbia sollevato sollevato la questione... Comunque, ho ammazzato personalmente un maiale, aiutato a caricare sul camion 5 vacche, sui pesci che ho pescato e mangiato o su crostacei e molluschi che ho usato come esca non provo neanche a fare una stima... quanto a pollame, paperume e anatrume... da quando lavoro coi vietnamiti son un disastro ecologico, ti prego di credermi se ti dico che non mi ritengo in diritto di criticare il sacrificio della povera (o quantomeno perplessa) Laika.

----

Riguardo alla paperofagia scherzo con i clienti, quando porto un piatto a base di anatra comunico: "il fratello di sua madre è il papero più ricco del mondo"

Se ne porto due ed uno dei clienti, mentre appoggio il primo piatto, mi chiede: "E l'altro?"

Rispondo: "ERA il più fortunato"

Oppure, sfruttando l'ambiguità del termine tedesco "ausgelauft" (esaurito/scappato) consegno il piatto dicendo: "Rambo ausgelauft, Guile ausgelauft, Rogers ausgelauft, Donald duck, nicht schnell genug (non veloce sufficientemente)"
@Puffolotti

Il problema di Pianetax non è tanto il fatto che non ha letto il libro di Paolo ma il fatto che ha letto, e dato credito, al libro di un negazionista dei voli spaziali; oltre alle fandonie di un povero profugo russo depositario di tutti i segreti più segreti del programma spaziale sovietico (che già di suo era comunque segreto).

Per quello che riguarda il sacrificio della povera cagnetta concordo con te; in fondo sono carnivoro e nipote di contadini.
"@ Albino

Per la 'sorveglianza', si fidi, io sono nel loro mirino da alcuni anni. Non c'è bisogno che lei si aggiunga.

Questa si chiama megalomania paranoica. Manie di persecuzione derivanti dall'errata percezione di sé stessi nel ritenersi importanti. Ci sono molti psichiatri che potrebbero curarti, dovresti farci un pensierino."

Si, ma poi ci vorrebbe uno psichiatra per lo psichiatra....
eheheheh
Paolo Attivissimo ha detto che quando non ci si guarda l'ombelico e non si fa guerre si puo' anche arrivare sulla luna! Proprio gli americani che hanno fatto piu'guerre degli altri paesi messi assieme sono i piu'esperti difatti in quei anni c'era la guerra del Vietnam!!
Per fare un commento deve essere approvato da Paolo Attivissimo? Ne ho fatto uno cilecca!
Mario,

Per fare un commento deve essere approvato da Paolo Attivissimo?


Sì, c'è scritto chiaramente: "I commenti non appaiono subito: devono essere approvati da un moderatore".

Citi la guerra del Vietnam: guarda quanti soldi furono spesi in armamenti in quegli anni da tutti i contendenti e pensa quante missioni spaziali sarebbe stato possibile finanziare. Una delle ragioni dirette della cancellazione delle missioni Apollo 18, 19 e 20 fu proprio il crescere della spesa militare per il Vietnam.