skip to main | skip to sidebar
3 commenti

Vent’anni fa il primo italiano e il primo svizzero nello spazio

Come vola il tempo. Il 31 luglio di vent'anni fa partiva lo Shuttle STS-46 che portava nello spazio il primo astronauta italiano, Franco Malerba, e il primo astronauta svizzero, Claude Nicollier. L'Agenzia Spaziale Europea ricorda l'evento qui (grazie ad @astrosamantha per il promemoria).
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (3)
Sono fiero di avere un compatriota come Nicollier, sia per gli obiettivi raggiunti in passato, sia per i suoi sforzi attuali nel progetto Solar Impulse.

Congratulazioni sia a Nicollier che a Malerba.
Come vola davvero il tempo; ero ancora un ragazzino quando Nicollier entrò a far parte del primo gruppo di astronauti europei alla NASA, e di conseguenza fra i miei eroi al pari di Gagarin e di Armstrong, e oggi sono un ultra quarantenne brizzolato :-(

I magnifici quattro - ESA 1978

Da sinistra: Claude Nicolier (CH), Ulf Merbolt (DE), Wubbo Ockels (NL) e Franco Marbela (IT)

Altri tempi :-D
Ho avuto modo di parlare con Franco Malerba quando era parlamentare europeo, ricordo ancora le due ore passate a cena con lui, durante le quali ci ha raccontato aneddoti sul suo volo, sulla percentuale di incidenti prevista dagli ing. della Nasa per i voli dello Shuttle (tragicamente rispettata nella realtà)...sul calcolo statistico da massaia di Voghera che facevano gli astronauti prima di salire a bordoe sulle assicurazioni stipulate...