skip to main | skip to sidebar
25 commenti

Apple rilascia aggiornamenti per iOS, OS X, Apple TV

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “remo.ian*”.

Apple ha rilasciato iOS 7.1.1, Apple TV 6.1.1 e un aggiornamento di sicurezza per Lion/Mountain Lion/Mavericks. I dettagli sono presso http://support.apple.com/kb/HT1222 (in inglese; la pagina equivalente in italiano attualmente non è ancora aggiornata) e AppleLounge segnala (in italiano) che l'aggiornamento di iOS risolve un problema sugli hotspot personali.

Fra l'altro, le info sull'aggiornamento di sicurezza di OS X mettono in chiaro che anche OS X, contrariamente alla mitologia pubblicitaria, ha falle imbarazzanti, come per esempio un'immagine che consente l'esecuzione di codice arbitrario. Funziona bene e continuerò a usarlo, ma tengo cautamente presente che non è il prodotto magico che alcuni fan insistono a descrivere.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (25)
Fatto benissimo a scriverlo, conosco fin troppi "Apple-maniac" che con la storia di essere immuni ai virus e che propinano scemenze come "io non ho mai dovuto formattare il Mac" oppure "i file EXE non funzionano sul Mac" hanno un po' stancato, francamente. Se il livello di guardia si abbassa e ci illudiamo di essere al sicuro, siamo fregati.

Già la storia delle webcam attivabili anche senza accedere in LED e da remoto aveva assunto connotati inquietanti... solo sui modelli vecchi, ok, ma come dici tu c'è un sacco di gente che ancora li utilizza e li userà per chissà quanto tempo.

Del resto, e chiudo col commento-pippone, da qualche tempo noto rallentamenti sul mio Mac indegni anche di Windows 95, sotto questo punto di vista sono piuttosto deluso ma, in quest'ottica, è perfettamente "ragionevole".
@ Salvatore Capolupo

Prova con Ccleaner. :)
Oramai i sistemi operativi hanno raggiunto livelli di complessità apparentemente eccessivi per le funzioni che svolgono. Siamo certi che tutto quello che "c'è dentro" effettivamente serva?

Mi piacerebbe un OS che avesse una modalità "easy", tipo console da videogioco con funzioni base e magari una seconda modalità "full" (che uso solo se mi serve e viene aggiornata a parte).

Per fare un esempio scemo con la prima funzione che mi viene in mente, su una macchina "casalinga" con windows mi serve il "registro eventi"? Su ubuntu che uso per scaricare le email mi serve syslog?
Io non vedo lo scandalo dietro alla correzione di eventuali falle del sistema, anche delle falle più grossolane: è l'informatica, è sempre stata così. Capisco però bene l'appello verso quei fanatici della mela nel ricordare come ogni sistema operativo (SO) abbia le sue consuete grane, per quanto possa essere stabile.

Quello che mi scoccia di più, è la costante spinta di Apple verso Maverick, SO che dovrei installare per riuscire ad aggiornare Keynote e non solo.
Non c'è un solo utente che sia soddisfatto dal programma di aggiornamento, che sebbene gratuito, installa un vero e proprio mattone; ho sentito anche di enormi problemi con la posta: pare che mail bizzi come non mai dopo l'aggiornamento e non è che sia mai stato molto stabile come client di posta. Il problema sembra risolversi solo se si ripete l'installazione non più come aggiornamento: è una gran brutta e vecchia abitudine della Apple. Per una cosa del genere conviene prendersi una giornata ed armarsi di pazienza, che io al momento non ho.

Rimarrò fedele alla mela ancora per molto immagino, avendo potuto provare a lungo Windows 8 e la scelta di presentare un computer come uno smartphone con tanto di touchscreen, anche i gGiovini non sembrano esserne particolarmente soddisfatti, strano perché di solito si bevono di tutto, basta presentarglielo come una figata, a prescindere.
Beh, forse non sai che Microsoft ha de facto annunciato una marcia indietro verso una interfaccia più "tradizionale" per i device privi di touch screen.

E, francamente, non riesco proprio a capire tutto quest'odio verso la "modern UI", visto che si usa *solo* per lanciare i programmi (le "app" fanno talmente pena da non venire manco prese in considerazione dalla maggior parte degli utenti di Windows 8). Io uso mezza dozzina di programmi al massimo e le icone le ho tutte "pinnate" sulla barra, tutto il resto lo apro da Esplora Risorse con un doppioclick sul documento.

Ok che c'è gente che usa Seven con l'interfaccia di Windows 95...
Su Mac uso la stessa strategia, doppioclick sui documenti e poche icone nel dock..

Che spesso gli aggiornamenti "obbligatori" peggiorino più cose rispetto a quelle che migliorano è purtroppo vero, probabilmente è perché son rilasciati troppo velocemente senza test estesi.
@lupo: ok, ma allora così mi reinstallo win98, ho voluto provare windows 8 proprio per come proposto e lo trovo delirante. Si sta così bene con la tastiera, avere pure un computer da gestire coi ditini e sporcare il monitor di ditate (magari dovendo fare pure delle post-pro), mi pare quasi stupido. Ci sono gli short-key da tastiera, imparati quelli che cacchio se ne fa uno di un touch-screen su un computer, è tutta roba per il marketing, fuffa ... boh? io non ce la vedo affatto questa convergenza tra computer e smartphone e vorrei tanto rimanessero quello che sono.
Per quello che mi riguarda windows 8 è bocciato e il touch-screen sui computer spero abbia vita brevissima, ché poi già son sempre lì a pulire il monitor del mac anche senza metterci diti sopra.

Maverick (come altri SO di apple) peggiorano le performance dei computer solo se li installi come aggiornamenti, altrimenti vanno via liscissimi ... solo che spesso è un lavoraccio, se non avessi la necessità di aggiornare alcune applicazioni per lavoro, questa volta passerei volentieri, non c'ho proprio voglia.
Visto che parliamo di aggiornamenti, come dicevo, prossimamente W8 abandonerà il touch sui computer tradizionali, cosa secondo me molto sensata.

Comunque io non so che windows 8 hai usato te, ma una volta che hai cliccato "desktop" e messe o sul desktop o sulla toolbar le icone dei programmi che usi spesso è identico al 7.
Sto con Lupo. Una volta aggirata la grafica a piastrelloni, Win8 è un ottimo prodotto e, finora, non mi ha dato problemi di sorta con retrocompatibiltà ed aggiornamenti. Solo Chrome ha fatto le bizze per un po' (partiva dopo 5 minuti che cliccavi l'icona) il che mi ha dato modo di provare IE11 il quale mi ha lasciato un'impressione più che positiva.

Ma non è per tutti così. Mia figlia quindicenne (che Thor la mantenga sana e virtuosa) preferisce l'interfaccia piastrellata. No touch. No mouse. Contenta ella...

L'unica cosa che stento ancora a fare è passare a Win 8.1. Finora ho letto di tutto ed il contrario di tutto, ma non sono ancora convinto di fare il passo. Consigli?
@lupo: Ho usato la versione corrente di windows 8 ahahahahah! Ho visto bene che esiste ancora la "versione desktop" (non saprei come chiamarla), ma ripeto, ho voluto provare a lavorare coi piastrelloni (cit. stu), perché ero proprio curioso di capire quanto fosse usabile una GUI del genere: DELIRIO, scomodissimo.
Considero tra l'altro perlomeno bizzarro costruire un SO con differenti GUI a seconda del software installato, a parte la mancanza di coraggio (ma meno male va), diventa spesso difficile muoversi e trovare le cose così ... a meno che non si rinunci ai piastrelloni definitivamente.
Poi anche applicazioni che si aprono o in una GUI o in un'altra non mi pare buona programmazione, la apple aveva risolto meglio la cosa con carbon (tanto che il finder l'abbiamo avuto con carbon per anni e malgrado qualche lentezza di troppo, andava).

Ecco, ricevo come un'ottima notizia l'aver lasciato perdere col touch sui computer, è una vecchia fissa della microsoft che trovo deprecabile (la fissa, ma pure la microsoft spesso :D ). Come si chiamava quel progetto? Surface? Una roba così insomma.

p.s. ho appena installato Maverick come aggiornamento, se non mi sentite più, pregate per me ... al momento sembra tutto OK e mi pare incredibile, quasi non ci credo. Colgo l'occasione poi per spezzare una lancia in favore di apple: non so quanti computer vengano forniti con in bundle tanto software utile e "potente" (imovie, garageband, keynote, pages, numbers ...), con tra l'altro aggiornamenti anche a nuove versioni completamente gratuite (speriamo duri). Non amo affatto la politica dei prezzi di apple e ancora meno quel certo snobismo di Cupertino, però è vero che compri una macchina già pronta a partire alla grande ... la microsoft anche sotto questo punto di vista è ancora al palo IMHO.
la microsoft anche sotto questo punto di vista è ancora al palo IMHO.

Dipende da quanto spendi. Se ci si accontenta di un i3 o un quad core low budget (3/400 €) allora nisba. Se si alza il budget, si ha di più. Sempre meno di un Apple, comunque. Per non parlare dell'open source.

Insomma, se si vuole un computer che all'avvio abbia già tutto, pronto ad andare, niente meglio di Apple. Peccato però che tutto questo abbia un costo decisamente alto rispetto la concorrenza. E non esente da noie, checché ne dicano i fanboys. ;)
@stu: Non conosco la politica di microsft per il software in bundle, non so nemmeno se ci possa essere una politica da parte loro in tal senso, vedo che se compri un PC il software in bundle è quasi sempre marchiato col brand del costruttore stesso del computer, per cui ... boh? niente non so cosa possa fare direttamente microsoft nei PC, certo anche la politica dei prezzi della microsoft, quando era praticamente un monopolio, era a dir poco vergognosa, solo adesso vendono windows a 129 euro, come faceva apple una volta (e senza inserire inutili codici di sicurezza, sistemi anticopia e sciocchezze del genere, no dico ...). Vedo che anche il prezzo di office finalmente si è abbassato, perché prima era proprio scandaloso (rimane solo fotoschiop tra i software mainstream da scandalo).

Poi dipende sempre da cosa si sa di pagare, faccio un esempio: i prezzi a listino dei miei prodotti sono compresi di spedizione e servizio post-vendita (gratuito o quasi). Ho molti clienti che si lamentano dei miei prezzi ... poi tornano la prima volta che guardano il loro fatturato sul serio, perché quello che è compreso sono sempre e comunque soldi sonanti, la concorrenza ci fa pure su la cresta e non comunque sempre il tempo è galantuomo ahimé.
Con i computer credo che questo sia più difficile da capire, perché nessuno di noi compra numerosi computer ogni giorno e spesso sfrutta le macchine fino all'osso, quindi la differenza tra un computer PC da 600/1000 euro e uno MacBookPro da 13" a 2200 euro (acquisto di due settimane fa per un mio collaboratore, svengo a pensarci) è una cosa che non ti spieghi e fatichi a spiegartelo per un bel po'.
Continuo a pensare che apple ci marci pure troppo, ma non è in discussione la qualità media dei suoi prodotti, sebbene ieri comprando il mio primo iphone (una sconfitta, adesso sono un nessuno con un cellulare costosissimo) mi sono sentito perfettamente giustificato a ridere in faccia al commesso quando mi ha descritto il device come "la ferrari dei cellulari" e mi sono permesso di aggiungere anche queste testuali parole: "Vorrei comprare il telefonino, non le cazzate". Sono snob pure i commessi, dannazione! Mi è toccato metterlo in riga ricordandogli tutte le boJate prodotte da Cupertino negli anni, prima che si sentisse in dovere di proseguire con questa strategia di approccio.

Vabbè, ho divagato un po'. Confermo che il software apple non solo non è esente da grane, ma alle volte fan di quelle sciocchezze che non ti spieghi, anche dannose da un punto di vista economico, penso solo a come apple ha spinto le firewire per poi abbandonarle (in questo caso hardware, ma c'ho il dente avvelenato) e non sono il solo ad averci speso parecchio in periferiche ancora funzionanti che non si attaccano più a nulla (ovvio a parte).
Conosco i pregi, ma alcuni difetti ed idee sballate sono clamorosi e "nessuno lo dice, sveglia!!!1!11!" (cit.).
Stupidocane: le differenze sono minime riguardo all'interfaccia, va decisamente meglio ^^
... e comunque, da quando ho installato Maverick come aggiornamento, il computer scheggia (voce del verbo scheggiare, andare molto veloce).
Tutto ciò mette in discussione il concetto stesso di bene e male, la nostra sciocca teoria sull'origine dell'universo, la fisica quantistica, Darwin, le tette di Belen, saremo mai stati sul serio sulla luna?

Non è mai successo prima e questa volta non se ne usciva più con un "Archivia e installa", eran proprio dolori. Spero non siano le ultime parole famose. :P
Grassie Loop. Sai, mi sono lasciato condizionare forse un po' troppo dai commenti negativi.

Ho come l'impressione che il web sia in mano ai detrattori di Windows. Cosa che è ben strana se pensiamo che tutti coloronche ne parlano male, probabilmente lo hanno avuto come primo SO che gli ha permesso di accedere al web...

;)
I❤️
Mavericks corre. Sono un fan boy, almeno nel caso di Apple ha un senso esserlo. Non senza pecche e senza dolori ma in 15 anni mai preso un virus. In compenso gli amici con uinzoz ancora mi chiamano, benché non ci metta più le mani per partito preso. L'altra settimana ho ceduto al lato oscuro. 3 ore, diconsi 180 minuti, per capire come risolvere l'installazione di un driver tra antivirus rompicocò e uinzoz che faceva domande inutili. Interpellato un altro fan boy apple ho avuto una dritta... Un pomeriggio speso per installare un driver di una stampante nuova di pacca. Sul mio iMac del 2010 uso una stampante Epson Stylus Photo 750 edizione Millennium del 2000. Si è fatta 12-15 sistemi operativi, due piattaforme hardware (powerpc e intel). Ancora stampa ottimamente, anche da iPad (le airport express fanno miracoli con l'app giusta).
Per chi nota rallentamenti, provato ad eseguire un logout almeno una volta la settimana? Capisco che con un Mac si sia portati a lasciarlo acceso 24h/24 (altrimenti come faccio ad usarlo via dreamwiever da remoto con l'iPad) senza più nemmeno mandarlo in stop perché consumano poco e non se ne sente necessità ma qualche cosa di immondizia si accumula sempre nelle viscere del software mai chiuso (browser in testa).
Certo che Mavericks free, iWork free, iLife free... Uno scandalo una società che oltre che produrre ottime macchine ha la pretesa di fornire anche ottimo software e pure gratis per poterle usare appena tirate fuori dalla scatola e connesse alla rete elettrica.
Il resto sono chiacchiere che i dati schiacciano. Il mercato pc in calo, quello iPad e Mac in crescita.
Il resto tanti flop, microsoft in testa il cui unico hardware di successo si chiama Xbox...
I fallimenti commerciali di Apple degli ultimi 17 anni, ovvero da che rientrò a gran richiesta SJ sono il Cube, oggi oggetto da collezione e lo zuccotto, altro oggetto da collezione. Ma sono singoli incidenti di percorso che non hanno inficiato minimamente lo sviluppo di OsX e la strategia globale di Apple. Soprattutto se si pensa ad iOs. Orrorsoft ha provato il nuovo settore cin Zune... Nato già morto. Surface nato già morto. Oggi riprova dopo essersi accattata Nokia ormai all'agonia (e si aprirebbe un dibattito sul chi l'ha condotta in orrorsoft).
Apple è un sogno, una filosofia, il resto se non è ciarpame sono copie fatte molto bene ma che non avendo un progetto sul medio-lungo termine sono destinate a rimanere indietro.
Le grandi idee dell'anno scorso della concorrenza. Gli iWatch, nati morti anch'essi. I googleglass, molto buoni per la realtà estesa in settori specializzati (sala operatoria, etcetc).
Vivo con iPad, AppleTv e Mac. Fanno parte della mia vita non perché sono un fan ma perché sono utili e si integrano veramente in essa in quasi tutto quello che è il vivere quotidiano.
Gli altri a riguardo, smartphone a parte, annaspano nell'acqua alta, se non affogano. Tanti si sino ritirati dal settore mobile ed altri che prevedevano il fallimento di apple oggi sono stati venduti (sony ha ceduto il settore pc in toto) o sono in cattive acque (dell docet).
Poi certo uinzoz costa meno (se si usano le licenze originali non ho capito come) ma solo su macchine molto economiche ma sul medio-lungo periodo è una piattaforma che spesso si usa solo se imposta e incosapevoli delle alternative.
Intanto uinzoz ha trovato il modo di farsi finanziare per mantere in piedi l'assistenza a 95 perché alcuni governi (UK in testa) non vogliono rinunciarvi e non vogliono passare alle novità che sono spesso imbarazzanti.
E si, Apple è la ferrari dei portatili, dei desktop, degli smartphone e dei tablet. Le chiacchiere stanno a zero al momento.
Facciamo un applauso ad avariatedeventuali e ringraziamolo per averci aperto gli occhi. Non sapevamo tutte queste cose. Non le ha mai dette nessuno nei riguardi di Apple. Soprattutto quella cosa del sogno... toccante davvero.

In settimana venderò un rene e mi attrezzerò anch'io con questi mirabolanti marchingegni fatti con ingegno, amore ed un pizzico di magia. Chissà quanto migliorerà la mia vita. Chissà...

:D
Avaria, riesci ad essere imbarazzante pure per me, su tante cose hai ragione per carità, soprattutto sul fatto che non si può negare che dietro ad apple ci sia una filosofia ben precisa, che prosegue ormai da 20 anni circa e su questo dà la paga a tutti.

... ma non puoi descrivere un qualsiasi stupido device elettronico come fosse la ferrari, puntando di fatto sul concetto di esclusività, quando è soprattutto l'usabilità e l'altissima integrazione il punto di forza. Sarà che giro con una macchina a metano, sarà che sono uno snob al contrario (cit. mio padre), sarà che certi discorsi li trovo orrendi a prescindere, ma non posso considerare uno strumento per il suo appeal sociale, perché avere un mac fa figo.
È un errore di comunicazione IMHO, è di fatto una contraddizione per un'azienda che ha puntato tutto sul concetto di totale integrazione e quindi non ha senso escludere nessuno, non ha senso un discorso sull'esclusività.
A differenza della concorrenza, ci ha studiato sul serio per anni, spesso sperimentando sugli stessi utenti: io mi sono pagato un account .mac fin dall'inizio e sono stati dolori credimi, disservizi continui ... poi finalmente si è trasformato nel cloud di oggi, che non è nient'altro che la realizzazione di vecchie promesse non mantenute, ma per le quali io avevo pagato però.
Ecco, non mi sarebbe dispiaciuto ricevere una mail, anche un ciclostile, da parte di apple per ringraziarmi di aver voluto credere e sostenere per anni una tecnologia che i più avversavano o ridicolizzavano, una tecnologia che per anni non ha funzionato come promesso ... ecco lì mi sarei sentito anche un po' "esclusivo" per certi versi, viste le risate dietro alle spalle che mi sono dovuto sorbire: "Eh, ma paghi per avere un account mail? ma che pirla!", perché non capiva nessuno dove volesse arrivare apple. Adesso il servizio è pure gratuito.

L'altro ieri ho comprato il mio iphone, ho inserito il mio id apple e a parte le cretinate (suonerie, aspetto etc), non devo settare nulla, c'è già tutto. Per raggiungere questo io intanto ho pagato moneta sonante per anni per un cavolo, prima non era proprio così liscio ed indolore. Giusto per ricordare poi quanto apple ti considera "esclusivo", in verità non ti riconosce nulla.

p.s. update: maverick non mi riconosce le calibrazioni del monitor prodotte dallo spyder e così vi vedo tutti un po' bluette. 'zzo!
Da Stupidocane "…Facciamo un applauso ad avariatedeventuali e ringraziamolo per averci aperto gli occhi. Non sapevamo tutte queste cose. Non le ha mai dette nessuno nei riguardi di Apple. Soprattutto quella cosa del sogno... toccante davvero."…

Tutto qua? 😳

I❤️
@LaHaine

Allora? Ché una ferrari non è usabile? Mai avuto la fortuna di provarne una? Altro che usabile... Un treno sui binari. Si chiama ottimo design. Eccellenza.

Con me sbatti male, sono stato tra i primi ad avere la multipla ed ancora ne ho una. La funzionalità del mezzo di trasporto a scapito totale di certa estetica ritenuta buona dai più, certo quindi non prendo le cose perché fa figo ma perché sul medio-lungo periodo rispondono a criteri di economicità, affidabilità, usabilità. Dopo attenta riflessione. Come accaduto quando nel '99 decisi di entrare nell'universo Apple per come si stava evolvendo dal rientro di SJ.

Quale sarebbe l'errore, mostrare che Loro in Apple fanno cose che fanno bene milioni di cose con un design che punta alla perfezione (design nel senso pieno del termine non solo inteso come estetica cosa che troppo spesso fa l'italiota medio)? A me sembra che sia solo raccontare una storia, per di più vera, piuttosto che pappole come spesso fanno gli altri.

Io uso mac.com da che esiste... Ho usato ed uso tutti i servizi da che sono nati a che sono morti o sono confluiti in iCloud... Posso essere onesto... Un crescendo in meglio continuo... Non senza inciampi... Certo migliori di tanta concorrenza che può solo copiare e male. Per la posta uso libero.it invece, anch'esso a pagamento, e perché ha sede legale in italia e perché detesto le cose gratuite che funzionano male e ti spammano di mondezza continuamente. Tra l'altro ha un ottimo sistema di filtri facilmente configurabile da iPad cosa che la casella iCloud per assurdo non permette (mai affermato che Apple sia perfetta, ma bensì che tende alla perfezione ed è migliore della concorrenza).

Io ho sempre pagato per i miei account di posta da che ne ho uno e ho sempre pensato che i pirla fossero gli altri, quelli che passavano e passano il tempo a gestire mondezza elettronica nelle caselle gratuite. Non li ho mai degnati di una risposta a riguardo. Non la meritavano e non la meritano tutt'ora. Il miglior ringraziamento di Apple? iCloud gratis, iWork gratis, iLife gratis, iMessage, FaceTime, Maps, Mavericks, iOs7 perfettamente funzionante sui vecchi iPad2 (premio longevità tecnologica mobile), tutto assolutamente gratis (o meglio incluso nel prezzi di acquisto dell'hardware) ed il pulsante aggiorna software che funziona davvero ormai da diverse decine di lune.

Io uso un iPad2 (tre anni di vita preso in offerta), un iMac del nov2010, una AppleTV che ha 2 anni. Fanno la bellezza di 1700 euro in 3-4 anni circa. 1,50 cents al giorno circa... Anco meno... Cornetto e cappuccio mi costano di più. L'adsl mi costa di più. Il metano della multipla mi costa di più. Le sigarette costano più. Apple non mi riconosce nulla? Io dipendo da Numbers su OsX/iOs per alcuni aspetti del mio lavoro. Nell'ultima versione è comparso qualcosa che rallenta la gestione di alcuni fogli se troppo grandi. Ho proposto la soluzione tampone in un forum. Dopo 7gg mi ha contattato il team di supporto di iWork per sapere come e fare dei test sui miei fogli di calcolo... Questo è rispetto... Senza contare il prolungamento gratuito di un anno dell'abbonamento iCloud ai tempi dell'innovazione e del salto da me.com.
Questo è rispetto, no la mail clone con gli auguri (anche se invero Apple non ne fa mancare). Come telefono invece uso un sonyericsson k320i che ha 7 anni. Gli ho cambiato la batteria giusto tre settimane fa. 12,50 euri. Non mi serve un iPhone, so cosa è che mi serve e cosa mi sarebbe inutile.

PS
Io prima di installare Mavericks, visto che come te mi serve per lavoro, ho atteso settimane per testare se il software critico funzionasse a dovere... Difficilmente faccio il pioniere.

loro, i detrattori di Apple per partito preso, non cambieranno mai, per esserlo gli basta qualche luogo comune e zero affaticamento neuroni, io il fan boy Apple nemmeno. Almeno sino a che memoria, capacità dialettica e logica mi assisteranno. Tutto sino a che Apple resterà come ora semplicemente il migliore competitor sul mercato...

I❤️
Avariate, certo che è tutto qua. Cosa aggiungere di più? Vuoi trascinarmi in una tediosa quanto inutile diatriba su chi ce l'ha piu grosso e bello tra Apple ed il resto del mondo? L'hai detto tu. Apple è il meglio del meglio. Che ti serve ancora? La mia approvazione? Il mio stupore? La mia ammirazione mista ad invidia?

Naa... ce l'ha più grosso e bello e dritto Apple. Faccio prima e siamo tutti contenti. :D
Quello non è rispetto, è coscienza di averla fatta grossa per molti anni e che se volevano far diventare indispensabile il servizio bisognava fornirlo a gratis, sono semplici leggi economiche ... comunque sei troppo fan boy pure per me, è passato il tempo in cui mi divertivo a litigare con quelli di it.comp.macintosh e le loro follie. Scusa ma passo.
@stpdcne 😴
@LaHaine

Questione di parole. Il servizio non è diventato semplicemente indispensabile è permeante l'ecosistema Apple. iCloud è il ponte tra dispositivi diversi su cui girano applicazioni simili e custodisce i backup del lato mobile della faccenda. Una sorta di sistema linfatico da cui un dispositivo Apple oggi non può fare a meno. Quindi non è diventato gratis... È stato compreso nel costo dei dispositivi come l'impianto di distribuzione è compreso nel motore, mica può essere un optional.

Le leggi economiche sono quelle applicate dal ragioniere di redmond, il problema è che negli ultimi 10 ma facciamo anche 20 anni non hanno prodotto la benché minima parvenza di progresso reale. Solamente massificato fino all'incacrenimento prodotti già esistenti ma senza il benché minimo perfezionamento o miglioramento. Benché a redmond si sia speso 100 volte quanto speso da Apple in ricerca e sviluppo.

Se fosse tanto facile copiare il successo Apple, se fosse questione di regole di mercato e non anco di passione, sinanco di cuore, avremmo decine di Apple... Non pochi colossi che scopiazzano la  senza introdurre il benché minimo concetto innovazione a livello di massa.

Perché se 30 anni fa SJ predicava di un personal computer in tasca a chiunque, oggi, con iPad ed iPhone ha mantenuto la promessa... Gli altri... Che hanno fatto negli ultimi venti anni?

Applicato leggi economiche... Esclusivamente leggi economiche...

I❤️
Perché se 30 anni fa SJ predicava di un personal computer in tasca a chiunque, oggi, con iPad ed iPhone ha mantenuto la promessa... Gli altri... Che hanno fatto negli ultimi venti anni?

Applicato leggi economiche... Esclusivamente leggi economiche...


Ho speso 330 fr per un Ipod pieno di programmi utili stile Garageband, Keynote e Numbers, veramente indispensabili per un lettore multimediale con uno schermo da tre pollici e mezzo destinato ai ragazzini, e poi per avere una banalissima calcolatrice ho dovuto scaricarla dall'Apple store. Naturalmente era gratis ma era talmente triste che alla fine ho preferito spendere ancora un paio di fr per averla almeno decente.
E lasciamo stare il discorso radioFM.

Molto utile anche Imessage, peccato che io ho un android; ma almeno in questo caso grazie a Page e Brin per permettermi di comunicare con mia figlia via Gmail.

Poi, tornando al discorso "un personal computer in tasca a chiunque": possibile che con un Ipad non si possano avere account multiutenti quando anche un banalissimo Nexus 7 di due anni fa lo permette?

Ma una famiglia normale per la casa di Cupertino deve avere per forza un Ipad per membro? Bella democratizzazione dell'informatica.

Sul resto non discuto, anche se ho solo il trio Iphone - Ipad -Ipod, ma non venirmi a dire che è solo grazie a JB se oggi tutti hanno un personal computer in tasca perché se era per lui era un lusso concesso solo ai più benestanti e devoti dei suoi affezionati clienti.

Ps. Ultima trimestrale: vendite Ipad - 16%, la linea Mac contribuisce con poco più del 12 per cento al fatturato della Apple, IPhone troneggia incontrastato con il 57%. Mica male per La fabbrica di computer; poi sono gli altri che applicano unicamente le leggi economiche.

Pss. Se la Apple va male vado male anch'io perché oltre ai suoi prodotti ho acquistato anche delle sue azioni quindi se Sparta piange Atene non ride.