skip to main | skip to sidebar
21 commenti

Che ora segnano i due orologi di Sam?

Nei post precedenti dedicati a Samantha Cristoforetti parecchi commentatori hanno chiesto il motivo per il quale Sam porta due orologi. In attesa che lo chiarisca di persona lei su Google+ o sul suo sito ufficiale, un po' di luce arriva da questa foto:

Credit ESA/NASA

Nella foto si vedono entrambi i quadranti. Questo è il sinistro: segna le 7:17 (o 19:17) circa.


E questo è il destro: segna le 10:17 (o 22:17) circa.


Guardando i dati EXIF della foto risulta che la fotocamera segnava le 19:17:41 del 2014:11:25 con la Timezone +00:00. Presumo che la fotocamera sia impostata correttamente. Quindi l'orologio sinistro di Sam segna il GMT oppure un orario sfasato di dodici ore in avanti o indietro (GMT+12 o -12), mentre il destro segna un orario sfasato di tre ore in avanti (22:17, GMT+3) oppure di nove ore indietro (10:17, GMT-9).

GMT-9, GMT+12 e GMT-12 non corrispondono al fuso orario di nessuna installazione spaziale, mentre GMT è l'ora usata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e GMT+3 corrisponde all'ora di Mosca. Per cui direi che la risposta probabile è che Sam ha l'ora di bordo al polso sinistro e l'ora del centro di controllo di Mosca al destro.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (21)
Dopo detective antibufala, ora anche detective spaziale! Grande! :)
Ci starebbe un elementare watson alla fine dell'articolo...;)
Se mai andrò sulla ISS, conoscendo le capacità di Paolo, metterò un piccolissimo adesivo sulla tuta con scritto, in carattere corpo 6, "Paolo chiappone!" :D ("se riesci a leggere questo non hai bisogno di occhiali" è troppo inflazionato)
Chiarito che orario segnino i due orologi, resta da chiarire: perché?
Non credo che il nostro capitano ingegnere pilota eccetera abbia bisogno di un orologio aggiuntivo che le rammenti che Mosca è tre ore avanti rispetto all'ora della Stazione Spaziale. Ci dev'essere un motivo, no?
> Per cui direi che la risposta probabile è che Sam ha l'ora di bordo al polso sinistro e l'ora del centro di controllo di Mosca al destro.

Conforme alle specifiche U.C.A.S.! :-P
come è stato scritto in altri commenti, in caso di problemi avere un'informazione immediatamente disponibile è meglio che doverla calcolare...se da quella decisione può dipendere la tua vita credo che sia la scelta più ragionevole.
Giusto per pignoleria, anche se coincide, non si usa più il GMT dal 1 gennaio 1972. Ora si usa UTC.
Da wikipedia "Il nuovo nome è stato coniato per non dover menzionare una specifica località in uno standard internazionale. L'UTC si basa su misurazioni condotte da orologi atomici invece che su fenomeni celesti come il GMT."
https://it.wikipedia.org/wiki/Tempo_coordinato_universale#Descrizione
A (s)proposito di adesivi.
Due che mi hanno fatto sorridere ultimamente sono i seguenti:
- su un'auto, una scritta capovolta che recitava "Se riesci a leggere questo messaggio, allora sono nei guai"
- sempre su un'auto ma in inglese, "Non guidare più veloce di quanto il tuo angelo custode possa volare" ("Don't drive faster than your angel can fly")
:-)
@Andrea:
> in caso di problemi avere un'informazione immediatamente disponibile è meglio che doverla calcolare...se da quella decisione può dipendere la tua vita credo che sia la scelta più ragionevole.

Allora sarebbe meglio avere UN SOLO orario di riferimento (U.T.), anche perché altrimenti bisogna ricordarsi qual'è il polso "giusto" sul quale cercare! ;-)
@Marco Aliaci: per comodità forse? per evitare anche di fare una sola operazione in più? chissà magari in certe situazioni ha bisogno di sapere l'informazione solo con un colpo d'occhio, no? Poi, non ho ben capito, ma quell'orologio mostra 2 orari sul quadrante, quindi in totale fanno 4 fusi orari... magari ha la necessità di avere più di 2 fusi orari al polso e facilmente consultabili... o come si diceva in altri post, per far volare un orologio nello spazio per poi darlo ad una persona cara... Non devi per forza domandarti come sia possibile che un ingegnere non possa fare una addizione. ;)
@donato: concordo, avere un solo standard sarebbe bello ma mi sembra che l'umanità prima di riuscire a mettersi d'accordo deve far passare secoli ( vedi il metro che teoricamente è uno standard in pratica così così) figurati l'UTC che è del 1972 è un neonato.
Sfogliando l'album di Cristoforetti vedo che anche Virts e Shkaplerov sono partiti indossando due orologi; oltre all'immancabile e immortale "moonwatch" allacciato alla manica della tuta.

astrosamantha

Ipotesi azzardata: non è che Samantha li porta sempre tutti e due perché uno è il suo e l'altro un semplice strumento ?
Invece che due orologi, non sarebbe piu' pratico averne uno con orario multiplo?
@marti
Invece che due orologi, non sarebbe piu' pratico averne uno con orario multiplo?

Ma così non avrebbe un orologio da vendere all'asta una volta tornata sulla Terra! :-)
Paolo, una disamina impeccabile!
@Andrea:
> concordo, avere un solo standard sarebbe bello ma mi sembra che l'umanità prima di riuscire a mettersi d'accordo deve far passare secoli ( vedi il metro che teoricamente è uno standard in pratica così così) figurati l'UTC che è del 1972 è un neonato.

L'equipaggio della ISS si trova nelle condizioni di avere 15 (o 16) albe ed altrettanti tramonti nel corso dell 24 ore, pertanto completamente slegato dalla (nostra) realtà.
Non vedo perché complicarsi la vita con 2 fusi orari diversi!
Ho letto il diario del suo primo giorno "normale" di Samantha Cristoforetti.
Scusate l'OT, ma mi ha fatto piacere notare come sia semplice e facilmente comprensibile il suo inglese.

Figuratevi che solo arrivato alla fine mi sono accorto che era disponibile una traduzione in italiano.
Quando ero all'università avevo notato che i testi scritti in inglese da italiani erano sempre e regolarmente più "contorti" di quelli di un anglofono. Infatti, se potevo, preferivo prendere questi ultimi.

Samantha Cristoforetti fa eccezione: scrive e parla in modo comprensibile anche per un caprone come me.
Oppure (spero) l'inglese di tutto il mondo accademico italiano è migliorato.
Mamoru Morhi, specialista della missione Shuttle STS-99, spiega in questo modo l'avere due differenti orologi:

I happen to have two watches on my wrists. As you know, for time in the space shuttle, we use three different times, basically. One is MET, Mission Elapsed Time, which counts up from liftoff. We base on this time for our activities in the space shuttle. At the same time, we sometimes use Greenwich Mean Time. It's a standard world time. In addition, since we are orbiting the Earth we need world time. In my wrist watch, I use Mission Elapsed Time, and on my right-hand side, this watch, I use Greenwich Mean Time - a world watch. In addition, since we are working many events at the same time, we need lots of our alarms. You might have heard some beeps during our downlinking. We use, for example, a stopwatch - egg-timer - just for recording purposes. When I need to record our usage, we use three different egg-timers. In addition, also, we have to do some other activity that's space shuttle, so we need as many watches as possible. But for me two is enough.
(Tratto da http://spaceflight.nasa.gov/feedback/expert/answer/crew/sts-99/index3.html )
Ok, ok, ok; una cosa è chiara: alla prossima intervista di Samanta col pubblico, sappiamo che domanda farle.
Ma gli astronauti di oggi devono ancora sapere fare calcoli "spaziali" a mente in caso di necessità?
L'equipaggio della ISS si trova nelle condizioni di avere 15 (o 16) albe ed altrettanti tramonti nel corso dell 24 ore, pertanto completamente slegato dalla (nostra) realtà.
Non vedo perché complicarsi la vita con 2 fusi orari diversi!


Perché a terra comunicano con loro, e a terra evidentemente per alcune comunicazioni usano standard diversi. Sarebbe bello convincere i russi ad usare sempre l'ora UTC (o convincere americani ed europei ad usare l'ora di Mosca?), ma così non è. Ricordo che perdemmo una sonda perché europei e statunitensi non si erano accordati sul sistema metrico da utilizzare, figurati se possiamo far accordare USA e (ex) URSS sull'ora da utilizzare.

Poi fra tutte le possibilità non state considerando quella più ovvia e semplice, e cioè che Samantha abbia due orologi perché forse lei trova comodo avere sott'occhio entrambe gli orari, e quindi li indossa per sua comodità.
Rasoio di Occam ragazzi.