skip to main | skip to sidebar
0 commenti

L’archivio completo di tutti i tweet è ora liberamente consultabile

Per anni Twitter ha limitato l'accesso al suo archivio di tutti i tweet, consentendo invece di consultare gratuitamente soltanto quelli delle ultime settimane: chi voleva andare più indietro nel tempo doveva pagare oppure rivolgersi a fornitori esterni come Topsy. Ma il 18 novembre scorso Twitter ha cambiato tutto, annunciando che è ora disponibile per le ricerche tutto l'archivio dei tweet pubblici dal 2006 (anno di debutto di Twitter) a oggi.

La sfida tecnica era notevole: indicizzare circa cinquecento miliardi di tweet e fornire tempi di risposta rapidi (sotto il decimo di secondo) non è banale. La pagina di ricerca è presso https://twitter.com/search-advanced e offre moltissime opzioni: parole singole, parole in sequenza, parole da escludere, hashtag, lingua, utenti (mittenti, destinatari e menzionati), geolocalizzazione e data. Grazie a questo nuovo indice non si fa fatica a recuperare quel tweet che stavate cercando da tempo, come è successo a me con questa conversazione.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).