Cerca nel blog

2006/07/14

11/9, nasce il blog apposito Undicisettembre, per indagare senza strillare

Come promesso, le mie indagini sull’11 settembre vanno avanti, ma non qui: insieme ad altri ricercatori ho aperto un blog apposito, Undicisettembre. Dategli un'occhiata, contiene già parecchio materiale, compresi i rari file originali non ricodificati dei filmati del Pentagono, e un’eccezionale ricostruzione digitale dell'impatto al Pentagono.

Undicisettembre consente commenti soltanto ai membri, per evitare il solito mare di polemiche e d’insulti. Se volete commentare, scrivetemi e pubblicherò gli interventi più interessanti.

Per diventare membri, basta che scriviate un articolo d’indagine ben fatto e documentato e me lo mandiate. Dopo l’incredibile puntata di Enigma su Raitre di ieri, offrire una campana diversa da quella confusa, stonata e fragorosa dei complottisti diventa ancora più doveroso.

Nel frattempo, l’analisi di Inganno globale va avanti e rivela falle, omissioni e invenzioni sempre più consistenti. Per chi volesse scaricare ed esaminare questo "film-inchiesta" (la definizione è dell’autore, non mia) in formato XviD ad alta risoluzione, è disponibile qui in una versione curiosamente etichettata "Solo per collaboratori/amici di Luogocomune" ma accessibile a chiunque. Io l’ho trovata tramite Google.

87 commenti:

Anonimo ha detto...

Auguri per la nuova avventura! Avere un database di 'verità' fa comodo, anche se, come al solito, non servirà a convertire chi ha già deciso...
Si merita un link dopo quello a questo blog ;)

Unknown ha detto...

Congratulations!
Mi sono iscritto e vi seguirò.
Solo due idee:
- farebbe comodo anche un feed rss e non solo atom
- il blog non è la forma ideale per un archivio; è più adatto al dibattito, all'aggiornamento; soprattutto se in rete con altri blog, magari di campana opposta..
Buon lavoro!

mastrocigliegia ha detto...

Avere un database di 'verità' fa comodo,
Ehmmm...
Ho paura che chi cerca la Verità faccia bene a cercarla altrove.

ciao
mc

Giorgio Loi ha detto...

Mastrociliegia:
Ho paura che chi cerca la Verità faccia bene a cercarla altrove.

Perché dici ciò? Hai dato anche tu il tuo contributo, e neanche malaccio. ;-)

mastrocigliegia ha detto...

Perché dici ciò? Hai dato anche tu il tuo contributo, e neanche malaccio.
Se vedi la presentazione su attivissimo.net, un po' più ampia dell'annuncio sul questo blog, viene detto che in undicisettembre non si dispensano certezze, ma si forniscono solo spunti di riflessione.

Se vuoi la Verità devi chiederla a me personalmente.
Per farla ci sto sei giorni.
Poi il settimo mi riposo.

mc

Leonardo Salvaggio ha detto...

Essendo parte un causa non posso dilungarmi troppo nel tessere le lodi del nuovo blog :-) .....però vi posso garantire che da parte nostra c'è tutto l'impegno che possiamo metterci.

Inoltre vi posso garantire che Paolo non dorme MAI! Risponde alle mail o ai post agli orari più disparati del giorno e della notte.... vabbè che ti chiami Attivissimo, ma ogni tanto riposati ;-)

Leonardo Salvaggio ha detto...

Non c'entra niente.... comunque saluto tutti perchè sto partendo per un molto desiderato weekend in montagna! Mi fa solo bene perchè sono veramente spremuto da una serie di eventi.

Saluti, ci si legge domenica sera o alla peggio lunedì.
Ciao!

Anonimo ha detto...

Personalmente posso solo sperare che tutto cio' non porti via troppo tempo all'attivita' di divulgazione informatica e antibufala di Paolo, che sara' pure Attivissimo, ma non vorrei che si trasformasse in Stressatissimo...

Buon Lavoro :)

Anonimo ha detto...

Bravo Paolo basta c******e !!! Pazienza che per i pazzi non c'è medicina e che la madre degli imbecilli è sempre incinta però un pò di chiarezza ci vuole ... Spero che la tua nuova iniziativa serva a fare marcire un pò meno cervelli ma dubito,comunque tentar non nuoce ...

Anonimo ha detto...

Anche io ho visto la puntata di Enigma ieri sera e sono rimasto colpito dalla mancanza di obiettivita' della trasmissione, con la loro "verita' preconfezionata" del missile.

Iilaiel ha detto...

Non sarà pertinente all'11/9, ma lasciatemi dire una o due cose.

La teoria "della terra cava" è stata proposta inizialmente, a fine '800, da una esoterista di nome Helena Blavatski. Quell'articoletto è solo la versione pseudo scentifica di una vecchia, vecchissima truffa.

Senza scomodare Einstein, Newton & co, ma certa gente alle medie non ha studiato la deriva dei continenti?

Uno di sti giorni metterò su un super-mega-bufalone per prendere in giro e smerdare sti cretini. Qualcuno voule darmi una mano?

Anonimo ha detto...

l'idea di un sito "database" è veramente bella, quella di farlo come blog molto meno

visto che siete ancora agli inizi vi suggerisco di trasformarlo in un wiki, penso sia molto meglio per visualizzare/fornire dati/informazioni/spunti_di_riflessione

Anonimo ha detto...

Per Paolo: carissimo, ma me la dai una risposta concisa e chiara? Non hgo capito: tu credi che l'11 Settembre le cose siano andate come sono andate e sei contro chi tenta d trovare significati e teorie secondarie, o al contrario pensi che dietro quanto visto si celi chissà quale altro complotto?

grazie
Lord

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti, volevo lasciare un commento positivo sull'iniziativa di Paolo Attivissimo nel creare un blog specifico sull'11/9.
Però noto come sempre su questo argomento (basta dare un'occhiata ai commenti che mi precedono)che le discussioni si incentrano su presunte teorie cospiratorie o su verità preconfezionate da pazzi irrimediabili.
Sono d'accordo comunque nel ritenere folle la teoria del missile sul Pentagono, anche se io ci credo e non lo posso chiaramente provare.
Ma non credete che anche la versione ufficiale è folle quando afferma che sul Pentagono è precipitato un Boeing....ma non ha prove CONCRETE per dimostrarlo?
Le uniche prove sono dei frammenti metallici (dico frammenti, visto che si raccolgono con le mani) che possono appartenere a qualsiasi altro velivolo.
Allora: il calore ha "disintegrato" il Boeing.....però incredibilmente sono riusciti a trovare il DNA delle vittime, alcuni frammenti dello spessore di una lattina di Coca Cola sono miracolosamente rimasti intatti.....ma i due motori di metallo compattato, oltre a non aver provocato danni visibili sul Pentagono (vista la velocità di impatto dovevano diventare in pratica due proiettili)addirittura si disintegrano....insieme alle scatole nere.
Vi ricordo inoltre che in un simile scenario di distruzione la sezione del Pentagono colpita non doveva subire un crollo dopo mezz'ora, ma quasi immediatamente. Tra l'altro se si analizza il fotogramma che tutti conosciamo subito dopo il crollo, è curioso notare come lo scenario ricordi quello di un cedimento strutturale.
Potrei continuare, parlando delle ali dell'aereo che non lasciano segni d'impatto, il troncone posteriore che in tutti gli incidenti di questo tipo comunque non si distrugge del tutto, ecc.ecc.
Ma come accennavo, mi sembra assurda l'ipotesi alternativa del missile, però ci credo, grazie anche alla versione ufficiale che finora è la sintesi di un complotto, forse quello vero, visto che se sono io il complottista mi si può zittire in un nanosecondo con le immagini SICURAMENTE riprese da più telecamere installate nella zona dell'impatto.

Spero di svegliarmi domattina con una edizione straordinaria che ci mostra finalmente le immagini dell'aereo. Veramente. Sarei felice di affermare che mi ero sbagliato, che era tutta una presa in giro.
Sto ancora aspettando,ma ho paura che questi 4 anni e 2 mesi di attesa stanno alla versione ufficiale come i miei 35 anni di attesa stanno all'arrivo di Babbo Natale.

Anonimo ha detto...

Ti prego, non fargli anche pubblicità mettendo il link! Gloria

Paolo Attivissimo ha detto...

Un po' di risposte varie:


>farebbe comodo anche un feed rss e non solo atom

Blogger offre solo Atom, per quel che ne so.

>il blog non è la forma ideale per un archivio

infatti l'archivio e indice rimane Attivissimo.net, il blog è per le novità e per fare da piattaforma di pubblicazione rapida, indicizzata su Attivissimo.net.

>Uno di sti giorni metterò su un super-mega-bufalone per prendere in giro e smerdare sti cretini. Qualcuno voule darmi una mano?

Da me, nella sezione antibufala, c'è sempre spazio!

>visto che siete ancora agli inizi vi suggerisco di trasformarlo in un wiki, penso sia molto meglio per visualizzare/fornire dati/informazioni/spunti_di_riflessione

Mettere in piedi un wiki richiede un lavoro e uno studio che io francamente in questo periodo non riesco a fare, sarebbe certo più comodo, ma l'ottimo è nemico del buono.

>Per Paolo: carissimo, ma me la dai una risposta concisa e chiara? Non hgo capito: tu credi che l'11 Settembre le cose siano andate come sono andate e sei contro chi tenta d trovare significati e teorie secondarie, o al contrario pensi che dietro quanto visto si celi chissà quale altro complotto?

Ci provo: no, non _credo_ che le cose siano andate come dice la ricostruzione comunemente accettata: è quello che risulta dai fatti se, come me e altri, hai la pazienza di studiarli a fondo e documentarti esaminando non tanto i documenti ufficiali, ma le foto, le norme di volo, le indagini indipendenti, e la coerenza generale.

Non sono contro chi tenta di trovare significati e teorie secondarie, se lo fa con rigore e documentatamente; sono contro chi spara teorie sensazionaliste basate sul nulla, sull'ignoranza o, peggio ancora, sul la menzogna inventata per vendere libri e DVD.

Non penso (e questa è una pura opinione) che si celi un complotto dietro questi eventi. Avrai letto il motto di Undicisettembre: "Non attribuire mai alla malizia ciò che si spiega adeguatamente con l'incompetenza". Riassume la mia opinione.

> Ma non credete che anche la versione ufficiale è folle quando afferma che sul Pentagono è precipitato un Boeing....ma non ha prove CONCRETE per dimostrarlo?

io non credo sia folle, ma dipende da quante prove ti servono per considerarla accettabile.

> Le uniche prove sono dei frammenti metallici (dico frammenti, visto che si raccolgono con le mani)

I frammenti però ci sono, sono compatibili con un aereo di linea, e sono in numero abbondante; c'è anche un carrello e ci sono frammenti di motore identici ai Rolls Royce montati dai B757 della AA; e tieni presente che non tutte le foto dei frammenti presenti sono state divulgate.

Come altro spiegare l'improvvisa comparsa di tutti quei detriti e frammenti sul prato del Pentagono?

E poi ci sono le centinaia di testimonianze: tutte inventate? Tutte ordite dalla CIA?

>carrelli che possono appartenere a qualsiasi altro velivolo.

No, questo è sbagliato. Se ti documenti bene, scopri che non sono affatto intercambiabili.

> Allora: il calore ha "disintegrato" il Boeing.

No. La ricostruzione non dice nulla del genere.

>....però incredibilmente sono riusciti a trovare il DNA delle vittime

Confronta con altri casi di incendi (per esempio cadaveri arsi dentro un'auto in fiamme durante un crimine) e scoprirai che il DNA si può estrarre da frammenti umani anche in queste condizioni.

>, alcuni frammenti dello spessore di una lattina di Coca Cola sono miracolosamente rimasti intatti.

Anche la coda dell B737 della Helios è rimasta "miracolosamente" intatta. E' normale in caso di impatto.

>....ma i due motori di metallo compattato, oltre a non aver provocato danni visibili sul Pentagono

Hanno fatto una breccia larga alcune decine di metri insieme al resto dell'aereo. Guarda le foto.

>addirittura si disintegrano

Confronta con le condizioni di motori in altri incidenti con collisione con edifici. Noterai che avviene esattamente la stessa cosa: le pale delle turbine si spaccano, la carenatura si rompe, restano gli alberi centrali. Ed e' quello che trovi nelle foto al Pentagono.

>....insieme alle scatole nere.

No, le scatole nere sono state ritrovate.

> Vi ricordo inoltre che in un simile scenario di distruzione la sezione del Pentagono colpita non doveva subire un crollo dopo mezz'ora, ma quasi immediatamente.

In base a quale calcolo strutturale o conoscenza della struttura fai questa deduzione?

> Potrei continuare, parlando delle ali dell'aereo che non lasciano segni d'impatto

Guarda bene le foto. Ci sono eccome.
Cerca "pentatracce" in Google.

Unknown ha detto...

>>farebbe comodo anche un feed rss e non solo atom

>Blogger offre solo Atom, per quel che ne so.

Sì, purtroppo. Ma consiglia di appoggiarsi a Feedburner.com, che in un attimo ne genera un RSS valido.
Scusa, non voglio aggiungere problemi OT, ma sarebbe importante che noi tutti usassimo versioni aggiornate dei feed; blogger sbaglia, e ne va della compatibilità.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti. Va bene, sono contento, vi leggerò ogni volta che pubblicherete un articolo però noto che se non si è nel team non si possono lasciare commenti. Questo non è molto furbo, perchè potreste dire qualunque cosa non condivisibile e lasciarla pubblicata così com'è. Per esempio l'articolo del flash non mi convince. Non è stata una bomba,non è stato l'inesistente pod, non è stata la thermite, ma come spiegazione lo sfregamento del metallo della fusoliera contro l'alluminio o l'acciaio delle colonne perimetrali non è una spiegazione adeguata. secondo me. E' troppo localizzato il "lampo" dai video e dura troppo poco. Il resto della fusoliera e i motori non fanno scintille quando impattano contro le colonne ? Non lo hanno fatto.
Ciao.

Shogun

L'agnostico vittimista Stefano ha detto...

Dovresti dare l'accesso al nuovo blog al mitico Jack.

http://xoomer.alice.it/911_subito/attivissimo_ignorante.htm

E' un grande, un campione dei poveri di spirito.

Stefano Calzetti

SirEdward ha detto...

Ciao Shogun.

Purtroppo credo che la mancanza di commenti liberi su undicisettembre sia dovuta principalmente al tentativo di evitare insulti, discussioni sfiancanti e poco produttive.

Su questo blog, per sei interi mesi, i commenti sono stati liberi. Purtroppo i commenti stupidi erano tantissimi, talmente tanti da rendere difficile portare avanti una discussione seria, e spesso ci si ritrovava a parlare sempre degli stessi argomenti e a incarognirsi per nulla.

Questo è il motivo per cui su undicisettembre non possono scrivere tutti. Però credo proprio che qualsiasi commento interessante sarà preso in considerazione.

Purtroppo non è una scelta "democratica", ma se serve per riuscire a seguire gli argomenti in maniera meno dispersiva, ben venga. Almeno per il momento.

Anche perché undicisettembre è libero per chiunque voglia collaborare.

L'agnostico vittimista Stefano ha detto...

Invece ha pagato lasciare aperti i commenti cosi' che qualsiasi cretino in vena di svelare i complotti mondiali possa lasciare le sue produzioni intellettuali?

Nel disclaimer c'e' scritto che il blog e' a invito. Mi sembra una buona forma di tutela.
Tralaltro discutere approfonditamente nello spazio commenti e' difficile.
Meglio allora creare un blog apposito e chiedere di essere indicati come fonte critica ulteriore.

Stefano Calzetti

Anonimo ha detto...

OK, se mando delle mail direttamente a Paolo Attivissimo come indicato, dovrebbero essere prese in considerazione quindi. Grazie.

Shogun

L'agnostico vittimista Stefano ha detto...

x Shogun

Non necessariamente, e questo non puo' essere considerata censura o volonta' di non confrontarsi.
Ho notato che molti commentatori potrebbero tranquillamente aprire un proprio blog.
Poi toccherebbe al lettore fare autonomamente il confronto.
Non e' necessario comportarsi come galletti nello spazio commenti e ritenere la discussione in esso l'unica forma di approfondimento.
Rispondere a un commento richiede tempo. Se il commento ha delle fallacie logiche che fanno semprare l'ipotesi proposta plausibile non ci si puo' limitare a dire: e' falso; l'obiezione va argomentata, a meno che non sia stata trattata estesamente prima per cui basta un link o un invito alla ricerca.
Torna attuale il vecchio RTFM o il consiglio di leggere FAQ e disclaimer prima di scrivere.
Se per un qualsiasi motivo il commento fallace non e' confutato, fa in tempo a far presa e ad acquisire autorevolezza. Molti applicano, senza rendersene conto, il criterio del silenzio-assenso; qui vedo la pericolosita' della discussione quasi in tempo reale che distingue questo tipo di spazio commenti.

Stefano Calzetti

sonia ha detto...

ciao paolo, io non sono qui per commentare l'11/9 anche se mi ha fatto male..ma sono qui per dirti che anche io aito nel Canton Ticino,precisamente sono una momò. Ho trovato questo tuo link, grazie a una mia conoscenza qui in blog, il quale ti ha citato proprio oggi,per questo argomento: il suo indirizzo é http://www.tackutoha.blogspot.com/, altrimenti lo puoi trovare da me, fra i miei link come tackuilmatematico.Lui é un ragazzo molto gentile di Napoli, credo che sarebbe molto onorato se tu gli facessi una tua visita.
Ti ringrazio sin da ora ciao paolo!

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo, ti seguo da tanti anni.
Ti cito continuamente per convincere i miei amici delle panzane che vengono dette in rete.
Ma questa tua crociata contro il complottismo sull'11 settembre mi sembra un po' troppo esacerbata e sicura di se.
I complottisti dicono minchiate, ma nessuno, compreso te, ci riesce a dire come siano andate le cose.
E poi, scusa, ma tentare di giudicare i fatti sulla base delle foto trovate su internet mi sembra un metodo non troppo migliore rispetto a quelli usati dai complottisti.
Perché hai dato tutto questo peso alle presunte bufale dei complottisti?
Non vorrei che il numero di click sugli ads di google avessero avuto un peso notevole su questa tua scelta. Niente di male. Basta ammetterlo...
Con affetto...

Anonimo ha detto...

Non vorrei che il numero di click sugli ads di google avessero avuto un peso notevole su questa tua scelta. Niente di male. Basta ammetterlo...

toucè!

Anonimo ha detto...

OT
Scusa Paolo, ma non ci scrivi più sul Blog? Sei in ferie :)
In tal caso divertitit :DDDDDD
ciaoc iao

Anonimo ha detto...

Carissimo Attivissimo (la rima è casuale, non ti preoccupare)ti rispondo come posso, senza link, perchè io non sono un tecnico e neanche uno scenziato, ma come ti dicevo SPERO CHE TU ABBIA RAGIONE.
Ciononostante, ecco le mie perplessità (e convinzioni, chiaramente, DA SMENTIRE: attendo fiducioso)



> Allora: il calore ha "disintegrato" il Boeing.
*No. La ricostruzione non dice nulla del genere.
>>ALLORA DOVE SONO LE QUATTRO TONNELLATE DI MOTORI?

>....però incredibilmente sono riusciti a trovare il DNA delle vittime
*Confronta con altri casi di incendi (per esempio cadaveri arsi dentro un'auto in fiamme durante un crimine) e scoprirai che il DNA si può estrarre da frammenti umani anche in queste condizioni.
>> CIOE', QUATTRO TONNELLATE DI ACCIAIO SONO SPARITI....MA SI SALVANO MIRACOLOSAMENTE I RESTI DI TUTTI I PASSEGGERI NECESSARI PER UNA IDENTIFICAZIONE?
-----------
>, alcuni frammenti dello spessore di una lattina di Coca Cola sono miracolosamente rimasti intatti.
*Anche la coda dell B737 della Helios è rimasta "miracolosamente" intatta. E' normale in caso di impatto.
>>GIA' MA LA CODA, COME I MOTORI DI QUATTRO TONNELLATE, DOV'E?
--------------
>....ma i due motori di metallo compattato, oltre a non aver provocato danni visibili sul Pentagono
*Hanno fatto una breccia larga alcune decine di metri insieme al resto dell'aereo. Guarda le foto.
>>DIMMI A QUALE FOTO TI RIFERISCI. LE FOTO UFFICIALI CHE NOI TUTTI CONOSCIAMO NON LASCIANO INTRAVEDERE LE "DECINE DI METRI DI DANNI"
------------
>addirittura si disintegrano
*Confronta con le condizioni di motori in altri incidenti con collisione con edifici. Noterai che avviene esattamente la stessa cosa: le pale delle turbine si spaccano, la carenatura si rompe, restano gli alberi centrali. Ed e' quello che trovi nelle foto al Pentagono.
>>DOVE? FINO A PROVA CONTRARIA NELLA FOTO CHE TUTTI CONOSCIAMO CON IL PRESUNTO RESTO DI UN MOTORE, NON è STATO RICONOSCIUTO COME TALE DALLA ROLLS ROYCE, MI SEMBRA. O NO? VISTO CHE I MOTORI SONO ALTI ALMENO DUE METRI, E QUELLO CHE VEDIAMO SEMBRA IL DISCO DA 16" DI UNA BERLINA.
------------
>....insieme alle scatole nere.
*No, le scatole nere sono state ritrovate.
>>INFATTI NON SONO STATE TROVATE. E NON è STRANO?..AH GIA', SI SONO DISINTEGRATE CON I MOTORI, DIMENTICAVO.
--------------
> Vi ricordo inoltre che in un simile scenario di distruzione la sezione del Pentagono colpita non doveva subire un crollo dopo mezz'ora, ma quasi immediatamente.
*In base a quale calcolo strutturale o conoscenza della struttura fai questa deduzione?
>>NESSUN CALCOLO E NESSUNA CONOSCENZA. PERO' SE "ZOOMMI" SULLA FOTO IMMEDIATAMENTE DOPO IL CROLLO, LO SCENARIO DI UN IMPATTO E DI UNA ESPLOSIONE (COMPATIBILE CON IL BOEING) DI CERTO NON CREEREBBE DANNI DI SOLI 20 METRI NELLA FACCIATA DEL PENTAGONO (INCOMPATIBILE CON IL BOEING CHE NE MISURA CIRCA 40 METRI)
------------
>carrelli che possono appartenere a qualsiasi altro velivolo.
*No, questo è sbagliato. Se ti documenti bene, scopri che non sono affatto intercambiabili.
>>EHM, DOVE HO FATTO QUESTA CONSIDERAZIONE? IO HO PARLATO DI FRAMMENTI METALLICI, NON DI CARRELLI
-----------
> Le uniche prove sono dei frammenti metallici (dico frammenti, visto che si raccolgono con le mani)
*I frammenti però ci sono, sono compatibili con un aereo di linea, e sono in numero abbondante; c'è anche un carrello e ci sono frammenti di motore identici ai Rolls Royce montati dai B757 della AA; e tieni presente che non tutte le foto dei frammenti presenti sono state divulgate.
>>POSSO AVERE IL LINK DOVE TROVARE LA DICHIARAZIONE UFFICIALE DELLA ROLLS ROYCE? IO HO UN'ALTRA VERSIONE, E CIOè CHE LA ROLLS ROYCE NON HA MAI UFFICIALIZZATO NIENTE DEL GENERE.
--------------------
> Potrei continuare, parlando delle ali dell'aereo che non lasciano segni d'impatto
*Guarda bene le foto. Ci sono eccome.
Cerca "pentatracce" in Google.
>>HO VISTO. MA TI VOLEVO FAR NOTARE CHE IN UN FOTOGRAMMA DOVE IL CEMENTO è STATO A MALAPENA SCALFITTO DALLE ALI, CI SONO DELLE FINESTRE CON I VETRI INTATTI A CIRCA 1 METRO DALL'IMPATTO... GUARDA BENE. TI SEMBRA POSSIBILE?....OPPURE PERCHè QUELLA NON è LA ZONA DI UN IMPATTO...


Su una cosa ti inviterei a riflettere: se io fossi della Difesa o della Amministrazione USA, per tacciare le "dicerie" complottiste, ma non avendo il filmato dei sistemi di video sorveglianza perchè in quel giorno fatidico non funzionavano come dovevano, oppure perchè ho smarrito quelli requisiti all'Hotel Sheraton o all'aerea di servizion adiacente o a quelli relativi, cosa farei?
Beh, raccoglierei tutti i resti dell'aereo, li porto in un bel capannone tipo Pratica di Mare, come è stato fatto per il DC "caduto" a Ustica, e lo ricompongo nei limiti dei resti ovviamente. Perchè non viene fatto?
Forse sarebbe meglio delle immagini, che comunque abbiamo capito non ci sono,o non ce le vogliono far vedere.

Come posso credere ad una versione ufficiale di una Amministrazione come quella Usa quando anni fa m'ha fatto credere che allora nei cieli italiani non è successo nulla, che i radar non funzionavano e che un aereo di linea è improvvisamente... precipitato?

IO NON VOGLIO CREDERE A NESSUNO. VOGLIO VEDERE I FATTI. FATEMI VEDERE L'AEREO RICOSTRUITO. FATEMI VEDERE RICOSTRUITI I RESTI DEI DUE MOTORI. VOGLIO SAPERE CHE SONO STATE RITROVATE LE SCATOLE NERE.

....E SOPRATTUTTO UNA RELAZIONE TECNICA DI QUALSIASI ENTE AERONAUTICO (ITALIANO, USA, CANADESE, RUSSO, FILIPPINO,...) CHE DIMOSTRI LA COMPATIBILITà DI MANOVRA QUASI RASOTERRA DI UN OGGETTO DI QUELLE DIMENSIONI A UNA VELOCITà COSì ELEVATA (800 KM/H)

Se no è inutile discutere. E questo vale anche per i signori complottisti, che credono per sentito dire o perchè gettare fango sugli USA o su tutto ciò che è a stelle e strisce è diventato terapeutico.

Paolo Attivissimo ha detto...

>questa tua crociata contro il complottismo sull'11 settembre mi sembra un po' troppo esacerbata e sicura di se.

A dire il vero, sono i complottisti a emanare sicurezza: loro dicono che le cose sono andate _sicuramente_ in modo drammaticamente diverso. Io, invece, propongo dati, documenti, foto e offro delle valutazioni di plausibilità. Certezze? No.

>I complottisti dicono minchiate, ma nessuno, compreso te, ci riesce a dire come siano andate le cose.

Dipende quante conferme ti servono per considerare sufficiente una versione. A mio avviso, chi si prende la briga di studiare *a fondo* la materia, scopre che la documentazione è abbondantemente sufficiente a confermare la ricostruzione comunemente accettata, perlomeno nelle sue grandi linee. Le teorie alternative, invece, non sono in grado di portare nulla a conferma delle loro ricostruzioni.

>E poi, scusa, ma tentare di giudicare i fatti sulla base delle foto trovate su internet mi sembra un metodo non troppo migliore rispetto a quelli usati dai complottisti.

Hai delle alternative? Anche a me piacerebbe andare sul posto e intervistare esperti e testimoni, ma non me lo posso permettere. Mazzucco, uno dei più citati complottisti italiani, sta in USA, eppure non s'è ancora degnato di andare a fare un giro in auto davanti al Pentagono per vedere se la sua teoria della "collinetta" davanti all'edificio è vera (non è vera, e per dimostrarlo basta l'analisi delle foto -- analisi che basta anche per molte altre stupidaggini dette dai complottisti).

>Perché hai dato tutto questo peso alle presunte bufale dei complottisti?

Perché stanno cominciando a berle anche i giornalisti (per ingenuità o per tornaconto), e questo può pesare molto sull'opinione pubblica.

>Non vorrei che il numero di click sugli ads di google avessero avuto un peso notevole su questa tua scelta. Niente di male. Basta ammetterlo...
Con affetto...

Proprio per evitare polemiche di questo genere, ho proseguito le indagini sull'altro blog, Undicisettembre, che è *senza* pubblicità. Così è chiaro a tutti che io, a differenza di chi vende libri e DVD sull'argomento, non lo faccio per i soldi.

Paolo Attivissimo ha detto...

Salvatore:


> Allora: il calore ha "disintegrato" il Boeing.
*No. La ricostruzione non dice nulla del genere.
>>ALLORA DOVE SONO LE QUATTRO TONNELLATE DI MOTORI?

In pezzi, come capita spesso in questi casi, come è capitato al WTC. Certo sarebbe bello averne delle foto di tutti i pezzi, mentre ne sono state divulgate soltanto un paio, ma la mancanza di foto non implica la mancanza di motori.

>> CIOE', QUATTRO TONNELLATE DI ACCIAIO SONO SPARITI....MA SI SALVANO MIRACOLOSAMENTE I RESTI DI TUTTI I PASSEGGERI NECESSARI PER UNA IDENTIFICAZIONE?

Ti ho già risposto sopra. Confronta con i casi che ti citavo.

>>GIA' MA LA CODA, COME I MOTORI DI QUATTRO TONNELLATE, DOV'E?

Mi dispiace, non sono un complottista e quindi non posso fornirti risposte certe su tutti i dettagli. E' *possibile* che la coda sia stata proiettata sopra l'edificio e si sia frammentata (qualcosa che somiglia a un troncone di coda si vede nei filmati dell'impatto), ma è soltanto un'ipotesi. Il Pentagono ha fotografato tutti i frammenti con estrema attenzione, ma non ha divulgato *tutte* le foto (lo si è capito al processo Moussauoi). Può darsi che le richieste FOIA fatte dai complottisti seri (sì, ce ne sono) le facciano divulgare.

>>DIMMI A QUALE FOTO TI RIFERISCI. LE FOTO UFFICIALI CHE NOI TUTTI CONOSCIAMO NON LASCIANO INTRAVEDERE LE "DECINE DI METRI DI DANNI"

Sono mostrate anche in Inganno Globale (ma Mazzucco omette di evidenziarle), comunque ti preparo una paginetta che le riassume, la troverai su Attivissimo.net.

>>DOVE? FINO A PROVA CONTRARIA NELLA FOTO CHE TUTTI CONOSCIAMO CON IL PRESUNTO RESTO DI UN MOTORE, NON è STATO RICONOSCIUTO COME TALE DALLA ROLLS ROYCE, MI SEMBRA. O NO? VISTO CHE I MOTORI SONO ALTI ALMENO DUE METRI, E QUELLO CHE VEDIAMO SEMBRA IL DISCO DA 16" DI UNA BERLINA.

Non è stato riconosciuto perché i complottisti hanno chiamato la fabbrica sbagliata (quella USA invece di quella inglese di Derby)... non sto scherzando!

Inoltre confondi il diametro del motore comprensivo di palette e carenatura con il diametro del mozzo, che è l'unica parte che rimane intera in caso di incidente. Confronta con le foto dei motori di altri incidenti, le trovi sul blog Undicisettembre.

------------
>....insieme alle scatole nere.
*No, le scatole nere sono state ritrovate.
>>INFATTI NON SONO STATE TROVATE. E NON è STRANO?..AH GIA', SI SONO DISINTEGRATE CON I MOTORI, DIMENTICAVO.

per favore, leggi bene quello che scrivo. Ho scritto _SONO_ state ritrovate.

>>NESSUN CALCOLO E NESSUNA CONOSCENZA.

Quindi dici che il tuo è un parere istintivo di un inesperto. Perdonami ma in queste condizioni pareri di questo genere non portano da nessuna parte.

>>EHM, DOVE HO FATTO QUESTA CONSIDERAZIONE? IO HO PARLATO DI FRAMMENTI METALLICI, NON DI CARRELLI

Rileggiti i messaggi precedenti.

>>POSSO AVERE IL LINK DOVE TROVARE LA DICHIARAZIONE UFFICIALE DELLA ROLLS ROYCE? IO HO UN'ALTRA VERSIONE, E CIOè CHE LA ROLLS ROYCE NON HA MAI UFFICIALIZZATO NIENTE DEL GENERE.

Non c'è un link a una dichiarazione Rolls-Royce: c'è lo schema dei motori, ci sono le foto dei loro pezzi, messi a confronto con i frammenti trovati al Pentagono. Combaciano. Se non ti fidi, contatta la Rolls-Royce di Derby e chiedi un parere tecnico.

Al resto ti ho risposto sopra.

>>HO VISTO. MA TI VOLEVO FAR NOTARE CHE IN UN FOTOGRAMMA DOVE IL CEMENTO è STATO A MALAPENA SCALFITTO DALLE ALI, CI SONO DELLE FINESTRE CON I VETRI INTATTI A CIRCA 1 METRO DALL'IMPATTO... GUARDA BENE. TI SEMBRA POSSIBILE?

Vetri blindati montati su telai d'acciaio. Leggiti la documentazione pre-11/9 sulla ristrutturazione del Pentagono, la trovi su Attivissimo.net.

>Beh, raccoglierei tutti i resti dell'aereo, li porto in un bel capannone tipo Pratica di Mare, come è stato fatto per il DC "caduto" a Ustica, e lo ricompongo nei limiti dei resti ovviamente. Perchè non viene fatto?

Perché a parte una manica rumorosa di complottisti, nessun ha dubbi sulla natura dell'incidente.

>Come posso credere ad una versione ufficiale di una Amministrazione come quella Usa quando anni fa m'ha fatto credere che allora nei cieli italiani non è successo nulla, che i radar non funzionavano e che un aereo di linea è improvvisamente... precipitato?

Non è detto che un bugiardo debba mentire sempre. Soprattutto se ha dalla sua centinaia di testimoni che confermano quello che sta dicendo. Soprattutto se consideri che persino i complottisti di Chicago hanno tolto dai loro 40 punti la questione del Pentagono. Come mai?

IO NON VOGLIO CREDERE A NESSUNO. VOGLIO VEDERE I FATTI. FATEMI VEDERE L'AEREO RICOSTRUITO. FATEMI VEDERE RICOSTRUITI I RESTI DEI DUE MOTORI.

Non voglio sembrarti scortese, ma paghi tu? Sai quanto costa una ricostruzione del genere?

> VOGLIO SAPERE CHE SONO STATE RITROVATE LE SCATOLE NERE.

Ho già risposto sopra.

>....E SOPRATTUTTO UNA RELAZIONE TECNICA DI QUALSIASI ENTE AERONAUTICO (ITALIANO, USA, CANADESE, RUSSO, FILIPPINO,...) CHE DIMOSTRI LA COMPATIBILITà DI MANOVRA QUASI RASOTERRA DI UN OGGETTO DI QUELLE DIMENSIONI A UNA VELOCITà COSì ELEVATA (800 KM/H)

La relazione ufficiale, che io sappia, non c'è perché nessuno l'ha chiesta, e non è stata chiesta per una ragione molto semplice: fra gli esperti è assolutamente chiaro che non c'è nessun motivo aerodinamico che vieti un volo radente di 250 m in tutto (questa è la distanza coperta dai pali della luce abbattuti alla facciata del Pentagono -- non 500 come dice Mazzucco, errore che lui stesso ha ammesso).

Ti invito ancora una volta a leggere la documentazione di esperti che trovi catalogata su Attivissimo.net e su Undicisettembre. Troverai risposte a quasi tutte le tue domande. C'è un articolo apposito sul volo rasoterra.

SirEdward ha detto...

Salvatore wrote:

Ma non credete che anche la versione ufficiale è folle quando afferma che sul Pentagono è precipitato un Boeing....ma non ha prove CONCRETE per dimostrarlo?

In realtà tutto lo scenario è compatibile con l'impatto del boeing. E i frammenti trovati erano compatibili con un boeing 757 dell'AA. Come in tutti i processi nessuno ti può dare la vertezza che un detrito provenga senza ombra di dubbio da qualcosa, ma se la compatibilità c'è, ed è elevata e ripetuta per centinaia di frammenti, allora si possono tirare delle conclusioni sensate. Si fanno ipotesi. E quella del boeing è sicuramente credibile, coerente con sé stessa e sostenuta da numerosi fattori, tra cui la sparizione di un boeing 757 dell'AA e un sacco di persone che testimoniano di averlo visto schiantarsi.

Le uniche prove sono dei frammenti metallici (dico frammenti, visto che si raccolgono con le mani) che possono appartenere a qualsiasi altro velivolo.

Non possono appartenere a qualunque altro velivolo. per esempio NON appartengono ad un Cessna, o ad un Sopwith Camel, o a un boeing 757 della Lufthansa, perché le loro caratteristiche sono incompatibili.

Allora: il calore ha "disintegrato" il Boeing.....

Nessuno sano di mente afferma che il calore "disintegra" il metallo. Se qualcuno lo avesse detto sarebbe matto. Di certo il calore può aiutare il metallo a confondersi con le tonnellate di edificio che lo circondavano.

però incredibilmente sono riusciti a trovare il DNA delle vittime

Come ha già detto Paolo, basta poco per ricavare il DNA di una persona. E averne ricavato il DNA non significa aver trovato "tutto" il corpo. Inoltre si conoscevano già le identità dei passeggeri del volo. L'analisi del DNA non era mirata a scoprire di chi erano i resti, ma a trovare la compatibilità con i familiari, di cui il DNA era già noto. è un lavoro decisamente più semplice.

alcuni frammenti dello spessore di una lattina di Coca Cola sono miracolosamente rimasti intatti.....

Capita in qualunque incidente. Non è un miracolo. anzi, tu stesso affermi che anche i piani di coda dovrebbero essere ancora presenti.

ma i due motori di metallo compattato, oltre a non aver provocato danni visibili sul Pentagono (vista la velocità di impatto dovevano diventare in pratica due proiettili)addirittura si disintegrano....insieme alle scatole nere.

Lo schianto non lascia la sagoma come nei cartoni animati. La dinamica è più complessa, e l'angolo di impatto gioca un ruolo fondamentale nel comportamento durante l'urto. I fori possono essere benissimo poco visibili o nascosti dai danni fatti dal resto del velivolo.

Inoltre i motori non sono affatto di metallo compattato. Solo l'albero centrale è di metallo compattato, il resto è materiale abbastanza leggero da essere messo in crisi dai volatili.

Inoltre, anche sulle torri gemelle non si vedono bene le brecce dei due motori dei boeing. Però i motori sono entrati tutti e quattro.

Per quanto riguarda le scatole nere, come ha già detto Paolo, le scatole nere NON si sono disintegrate. Anzi, sono state ritrovate. E sono danneggiate.

Per assurdo dovresti negare la presenza di aerei a New York, dato che lì non è stata recuperata alcuna scatola nera delle 4 totali. Eppure solo un pazzo penserebbe che quelli non fossero due aerei di linea carichi di persone.

Purtroppo scommetto che se non ci fossero stati i filmati degli schianti a New York sarebbero esistite persone che avrebbero negato l'impatto di due aerei di linea al WTC.

Vi ricordo inoltre che in un simile scenario di distruzione la sezione del Pentagono colpita non doveva subire un crollo dopo mezz'ora, ma quasi immediatamente.

Dipende dal comportamento delle strutture in situazioni analoghe. In genere per verificare queste cose si compiono simulazioni lunghe, costose e complesse per ridurre le imprecisioni. Affermare come si sarebbe dovuto comportare quella struttura in quelle condizioni senza uno studio serio alle spalle è rischioso.

Per dire, io non mi esprimo sul tempo di crollo del Pentagono. Avrebbe dovuto restare su mezz'ora? un'ora? per sempre? Non lo so. Io l'ho visto crollare. E mi pare una cosa normale che un palazzo crolli in quella maniera. Magari è solo perché sono ignorante, però se quel crollo non è normale mi si dovrebbe spiegare perché in maniera che io possa capirlo e decidere se e perché il ragionemento è giusto o no.

è chi accusa il crollo di non essere spontaneo che deve spiegare perché e provare la sua affermazione, altrimenti per quale motivo non dovrei credere ad un crollo spontaneo?

Tra l'altro se si analizza il fotogramma che tutti conosciamo subito dopo il crollo, è curioso notare come lo scenario ricordi quello di un cedimento strutturale.

Ma io credo che la tua osservazione sia giusta, proprio perché si è trattato di un cedimento strutturale. Il Pentagono è crollato perché la parte inferiore della struttura è stata danneggiata abbastanza da determinare un cedimento della parte superiore.

Potrei continuare, parlando delle ali dell'aereo che non lasciano segni d'impatto

I segni ci sono, e sono evidenti. Ma le ali sono strutture leggere, e la leggerezza aumenta con la distanza dalla fusoliera. è ovvio che non possano lasciare gli stessi segni della fusoliera.

Anche a New York i danni interni alle torri sono stati più ingenti dove è arrivata la fusoliera, mentre nella zona della punta delle ali si è trattato di danni relativamente leggeri.

il troncone posteriore che in tutti gli incidenti di questo tipo comunque non si distrugge del tutto, ecc.ecc.

Non è vero che il troncone di coda non si distrugge mai del tutto. A New York, per esempio, la coda dei due aerei non è mai stata ritrovata. O comunque non è mai stata mostrata. perché nessuno afferma che sia stato un missile a schiantarsi sulle torri gemelle?

è una domanda ironica, ma è per mostrare in maniera chiara che quello che tu consideri un indizio, cioè la mancanza di piani di coda ancora integri, non significa "per forza" che quei piani non ci siano o non siano stati danneggiati. Se si volesse accettare questa ipotesi e sostenerla bisognerebbe prima spiegare e dimostrare perché i piani di coda non avrebbero potuto ridursi in modo da essere irriconoscibili durante l'impatto col Pentagono.

Ma come accennavo, mi sembra assurda l'ipotesi alternativa del missile, però ci credo, grazie anche alla versione ufficiale che finora è la sintesi di un complotto, forse quello vero, visto che se sono io il complottista mi si può zittire in un nanosecondo con le immagini SICURAMENTE riprese da più telecamere installate nella zona dell'impatto.

Da un lato ti si può eventualmente zittire facendoti vedere le immagini solo nel caso in cui le immagini esistatno. Se no bisongerà lavorare su altri argomenti e impostare il discorso in maniera diversa. Dall'altro lato la teoria del missile non sta ragionevolmente in piedi, e la sua più grande pecca è che mancano le prove.

Se tu credi che la teoria attualmente in uso sia sbagliata, e porti degli argomenti a sostegno dell'erroneità della teoria in uso, questi argomenti, anche se fossero veri, non rappresenterebbero in alcun modo prova del fatto che una tua eventuale ipotesi alternativa sia giusta.

Per verificare l'ipotesi del missile bisogna portare prove del fatto che il Pentagono sia stato colpito da un missile, non prove del fatto che non sia stato colpito da un boeing.

Credere ad una ipotesi solo perché un'altra ipotesi ci sembra confusa o poco chiara è il metodo migliore per ingarbugliarsi in ragionamenti insensati.

Anonimo ha detto...

>Perché hai dato tutto questo peso alle presunte bufale dei complottisti?
*Perché stanno cominciando a berle anche i giornalisti (per ingenuità o per tornaconto), e questo può pesare molto sull'opinione pubblica.

Caro Attivissimo, ma se anche i giornalisti che di balle ne raccontano a bizzeffe vogliono aggiungere altre balle, cosa ci trovi di sbagliato?
Forse il paragone è improprio e fuori luogo (ma è il primo che mi viene)ma allora dobbiamo credere che Aldo Moro è morto per mano delle Br e basta?
E non dobbiamo invece pensare che, visto la clandestinità coatta e poco ..allenante delle Br, un agguato del genere non è pensabile attribuirlo solo a chi si ritrova delle armi che si inceppano dopo un paio di colpi (vedi le migliaia di fascicoli e le prove balistiche su quanto trovato e riscontrato a Via Fani)?

Cosa voglio dire?
Che di fronte a teorie come quelle su presunte collusioni CIA-KGB-Servizi segreti italiani-MOSSAD-Sistema politico italiano volto al non-cambiamento, poco possiamo dire perchè poche prove abbiamo.
Ma sul Pentagono, almeno sul Pentagono, i dubbi ci sono, primo fra tutti (quasi mi stanco a ricordarlo) E' CHE CI HANNO DETTO CHE UN AEREO E' CADUTO SUL PENTAGONO.
HANNO VISTO, QUALCUNO (ANCHE TE) HA VISTO CIO' CHE E' RIMASTO DELL'AEREO, MA NESSUNO HA MAI DETTO UFFICIALMENTE E SOPRATTUTTO IMMEDIATAMENTE "ECCO I RESTI DELL'AEREO".
TUTTO è NATO DOPO LA TEORIA DI MEISSAN, ANCHE LA TESI UFFICIALE...NON PRIMA.
Curioso.
Le testimonianze ufficiali dicono di aver visto un aereo, ma esistono anche le testimonianze non ufficiali che non parlano di aereo,....e comunque i primi a parlare di aereo sono coloro che sono usciti dal Pentagono, non certo coloro che sono accorsi dopo l'impatto.

Paolo Attivissimo ha detto...

Salvatore:

>Caro Attivissimo, ma se anche i giornalisti che di balle ne raccontano a bizzeffe vogliono aggiungere altre balle, cosa ci trovi di sbagliato?

La risposta credo sia evidente, ma se la vuoi proprio, ci trovo di sbagliato che contar balle è comunque immorale e sbagliato, specialmente quando lo fa qualcuno in cui riponi fiducia, come un giornalista.

>Ma sul Pentagono, almeno sul Pentagono, i dubbi ci sono, primo fra tutti (quasi mi stanco a ricordarlo) E' CHE CI HANNO DETTO CHE UN AEREO E' CADUTO SUL PENTAGONO.
HANNO VISTO, QUALCUNO (ANCHE TE) HA VISTO CIO' CHE E' RIMASTO DELL'AEREO, MA NESSUNO HA MAI DETTO UFFICIALMENTE E SOPRATTUTTO IMMEDIATAMENTE "ECCO I RESTI DELL'AEREO".

Nessuno tranne tutti i testimoni e i reportage di quel giorno. Ho l'impressione che dovresti rileggere la documentazione prima di dire cose di questo genere.

>TUTTO è NATO DOPO LA TEORIA DI MEISSAN, ANCHE LA TESI UFFICIALE...NON PRIMA.

Seguo l'11 settembre da ben prima che Meyssan tirasse fuori le sue teorie, e permettimi di dirti che tutto è nato l'11 settembre 2001. Si sapeva la sera stessa che il volo 77 era andato contro il Pentagono. Non hanno certo aspettato Meyssan.

>Le testimonianze ufficiali dicono di aver visto un aereo, ma esistono anche le testimonianze non ufficiali che non parlano di aereo

Quindi scartiamo la maggioranza delle testimonianze che collimano l'una con l'altra e diamo buone soltanto quelle poche che dicono "non era un 757, era un Cruise o un caccia o un jet privato" e si contraddicono fra loro? Non mi sembra un filtro metodologicamente sensato.

>...e comunque i primi a parlare di aereo sono coloro che sono usciti dal Pentagono, non certo coloro che sono accorsi dopo l'impatto.

Ripeto: leggiti le cronache di quel giorno. I primi testimoni erano giornalisti, non militari del Pentagono.

Leonardo Salvaggio ha detto...

TUTTO è NATO DOPO LA TEORIA DI MEISSAN, ANCHE LA TESI UFFICIALE...NON PRIMA.
Curioso


Bella questa, contiene anche un vistoso anacronismo.
Se quando è uscito il libro di Meyssan non esisteva la teoria ufficiale, Meyssan non avrebbe avuto nessuna teoria ufficiale da contraddire. E allora perchè mai lo avrebbe scritto??

A parte ciò io ricordo dai telegiornali del giorno stesso che si parlava del volo 77 contro il Pentagono.

Anonimo ha detto...

Beh, l'ho detto no? Non credo a nessuno, se non vedo e analizzo.
La storie delle scatole nere non la conoscevo a fondo,lo confesso, ma appunto perchè non sono un fan di Luogocomune nè di Letsroll911, ho cercato di qua e di la su internet, e mi sono fatto un'idea, forse non completa perchè i dati a mia conoscenza ovvio non sono completi,...ma forse perchè dovrei essere più fazioso.
Vedi Paolo, quello che non capisco, e mi da pure fastidio, è perchè dovrei credere che sul Pentagono c'è caduto un aereo e il Pentagono stesso dopo 4 anni mi fa rivedere un filmato che non lascia intravedere un bel nulla, anzi alimentando i miei dubbi, e non solo.

DEVO CREDERE CHE SUL PENTAGONO C'E' CADUTO UN AEREO?
Ok, ci credo.
Anche tu ci credi, ma pure tu ti sei basato su una versione, ma le prove?
Scusa, ma anche le tue sono indiziarie, ma una CONCRETA dell'aereo dov'é?
Perchè non vengono decriptate le scatole nere, allora?
Qualcosa avranno detto su quell'aereo prima di schiantarsi?

Oggi nel 2006, con le tecnologie a disposizione,credo a qualcosa e non ho neanche un filmato o una ricostruzione plausibile?
E sai bene che di versioni accreditate ce ne sono tante, non solo quelle "ufficiali".

Anonimo ha detto...

x hammer

TUTTO è NATO DOPO LA TEORIA DI MEISSAN, ANCHE LA TESI UFFICIALE...NON PRIMA.
Curioso

Bella questa, contiene anche un vistoso anacronismo.
Se quando è uscito il libro di Meyssan non esisteva la teoria ufficiale, Meyssan non avrebbe avuto nessuna teoria ufficiale da contraddire. E allora perchè mai lo avrebbe scritto??

A parte ciò io ricordo dai telegiornali del giorno stesso che si parlava del volo 77 contro il Pentagono.

>>mi riferivo, scusa se l'ho omesso, alla ricostruzione della Purdue sulla dinamica dell'impatto dell'aereo, che è avvenuta successivamente. Almeno credo d'aver capito così.

Anonimo ha detto...

..scusate l'invadenza, maquesto è proprio il mio modo di vedere le cose, ascoltando e confrontandomi con chi non la pensa come me, e non scrivendo o bloggando su siti di parte.
Però è innegabile che a partire da settembre 2005, e cioè da quando ho cominciato ad avere dubbi sulla versione ufficiale, e notando una certa inerzia sul fronte "Boeing sul Pentagono", le cose caro Paolo non mi convincono tanto come prima.

Leonardo Salvaggio ha detto...

X Salvatore:
scusami tu, non avevo assolutamente capito.

....ti dirò, mi sembrava un po' ardito... :-)

Ciao e grazie della precisazione.

Paolo Attivissimo ha detto...

Salvatore:

>Vedi Paolo, quello che non capisco, e mi da pure fastidio, è perchè dovrei credere che sul Pentagono c'è caduto un aereo e il Pentagono stesso dopo 4 anni mi fa rivedere un filmato che non lascia intravedere un bel nulla, anzi alimentando i miei dubbi, e non solo.

Perché:
a) ci sono testimoni a centinaia (e non sto esagerando)
b) ci sono decine di rottami compatibili specificamente con un Boeing 757 della American Airlines
c) manca all'appello un Boeing 757 della American Airlines
d) mancano all'appello tutti i passeggeri del Volo 77
e) non sono stati trovati pezzi di missile, di caccia o di altro
f) la breccia è conforme e compatibile con la forma di un 757
g) i danni ai pali della luce sono conformi e compatibili con un oggetto largo quanto un 757
h) i danni al generatore e al muretto sul prato del Pentagono sono conformi e compatibili con un 757 e non con un missile o un caccia o altro
i) i controllori di volo hanno seguito la traiettoria del Volo 77 e l'hanno visto terminare al Pentagono

e soprattutto

j) tutti questi indizi sono coerenti l'uno con l'altro.

Mi sembrano elementi più che sufficienti per una valutazione ragionevole.

Certo saremmo tutti più contenti di avere un filmato in alta definizione Dolby Surround che mostra l'impatto, ma la sua mancanza non vuol dire che l'impatto non è avvenuto.

Guarda quanti incidenti mortali avvengono in strada ogni giorno: pochissimi vengono filmati, ma questo non li rende per niente meno tragici.

>Perchè non vengono decriptate le scatole nere, allora?
Qualcosa avranno detto su quell'aereo prima di schiantarsi?

A quel che mi risulta, sono risultate troppo danneggiate per essere decifrate.

>Oggi nel 2006, con le tecnologie a disposizione,credo a qualcosa e non ho neanche un filmato o una ricostruzione plausibile?

La ricostruzione plausibile ce l'hai, ed è quella risultante dagli indizi citati sopra. Manca il filmato? Che ti devo dire, anche in tanti altri incidenti aerei manca il filmato, ma non per questo i morti sono meno morti. Cerchiamo di uscire da questo concetto del "se non c'è il filmato non è successo".

>E sai bene che di versioni accreditate ce ne sono tante, non solo quelle "ufficiali".

Accreditate presso chi? Quali di queste versioni hanno la stessa montagna di indizi coerenti e la stessa quantità di dati di supporto di quella "ufficiale"?

>Però è innegabile che a partire da settembre 2005, e cioè da quando ho cominciato ad avere dubbi sulla versione ufficiale, e notando una certa inerzia sul fronte "Boeing sul Pentagono", le cose caro Paolo non mi convincono tanto come prima.

Secondo me è perché hai sentito troppe fantasie complottiste e non hai esaminato come si deve il materiale obiettivo e incontestabile (le foto, i dati tecnici, i filmati). Io cerco di venire incontro ai dubbiosi fornendo il materiale in maniera il più possibile ordinata e un metodo d'indagine rigoroso e verificabile, però sta ai dubbiosi leggere e studiare questo materiale, e *poi* farsi un'idea degli eventi.

Anonimo ha detto...

Esistono immagini satellitari del boeing? Non dico durante l'impatto, ma che dimostrino che l'aereo esisteva e stava dirigendosi verso il Pentagono o comunque con una rotta pienamente compatibile con la tesi ufficiale?

Grazie,
Diego

SirEdward ha detto...

Beh, ma se mettiamo in dubbio addirittura l'esistenza dell'aereo...

In passato qualcuno aveva già parlato di questa idea, sostenuta anche da articoli in giro per la rete.

Il punto è che possiamo essere sicuri che quegli aerei sono "almeno" partiti dai rispettivi aeroporti, che esistevano ed erano presenti negli orari e che avevano a bordo persone vere che non sono mai tornate a casa. Tanto è vero che esistono i comitati di parenti delle vittime. Anche di quelle del volo 77.

Per il resto, dubito che i satelliti possano darti la risposta che cerchi, Diego, perché un satellite in genere scatta delle fotografie, a comando, ad ogni passaggio.

è possibile che esistano delle foto della zona scattate quel giorno da un satellite che, per caso, fosse stato programmato per fotografare proprio mentre passava il volo 77 e ad una risoluzione sufficientemente elevata da distinguere il velivolo.

Ma diventa difficile che si possa riconoscere che "proprio quello" era il volo 77 (una foto satellitare, anche se potentissima, non potrà mai darti la certezza che un aereo in volo è proprio quello che cerchi tu, soprattutto su una rotta non preventivata (potrebbe essere magari solo un altro volo in ritardo o su una rotta modificata all'ultimo minuto).

Troppe coincidenze difficili avrebbero dovuto verificarsi.

Penso, insomma, che sia molto improbabile che la tua richiesta possa essere esaudita.

Paolo Attivissimo ha detto...

>Esistono immagini satellitari del boeing? Non dico durante l'impatto, ma che dimostrino che l'aereo esisteva e stava dirigendosi verso il Pentagono o comunque con una rotta pienamente compatibile con la tesi ufficiale?

Purtroppo i satelliti non funzionano come pensi: non tengono perennemente sotto sorveglianza fotografica ogni zona del globo. Non hanno una telecamera accesa senza sosta che registra tutto. Hanno delle orbite ben precise da seguire, che li portano ciclicamente a sorvolare tutta la superficie del globo nell'arco di vari giorni. Durante questo sorvolo, i gestori dei satelliti decidono quali zone riprendere e quali no; chiaramente, essendo zona non bellica, il Pentagono non rientra nelle zone da sorvegliare costantemente. Per cui c'è magari un'immagine di una data zona ogni giorno, o magari una ogni settimana (sono famose, in questo senso, le foto di SpaceImaging del Pentagono: una del 9 luglio 2001 e una del 12 settembre 2001).

In queste condizioni, le probabilità di avere una foto satellitare del Pentagono scattata proprio nella manciata di minuti dell'avvicinamento è bassissima.

Anonimo ha detto...

posso approfittarne per lasciare un commento sullo "sgabello misterioso"?

in effetti la domanda che si pongono i complottisti è molto interessante: come fa il leggio ad essere perfettamente integro, con il libro ancora al suo posto, dopo che un 757 si è schiantato sul pentagono?

d'altra parte, allo stesso modo io potrei domandarmi: come fa lo sgabello ad essere perfettamente al suo posto, dopo che il pentagono è stato colpito da un missile ed è, in parte, crollato?

va bene, il missile è più piccolo, ma così, ad intuito, il leggio non dovrebbe trovarsi ancora al suo posto :) ciò dimostra che oltre a nessun aereo, il pentagono non è stato colpito nemmeno da un missile :) e nel pentagono non si trovavano delle bombe, altrimenti il libro sarebbe caduto :)

insomma il caso del leggio è molto curioso, ed a prima vista insolito, è giusto farsi delle domande, ma non dimostra nulla, nè a favore, nè contro il complotto....

Paolo Attivissimo ha detto...

>in effetti la domanda che si pongono i complottisti è molto interessante: come fa il leggio ad essere perfettamente integro, con il libro ancora al suo posto, dopo che un 757 si è schiantato sul pentagono?

Perché capita spesso: guarda questa foto del terremoto di San Francisco: ci sono tutti i mobili al loro posto, ma la casa è sventrata.

>d'altra parte, allo stesso modo io potrei domandarmi: come fa lo sgabello ad essere perfettamente al suo posto, dopo che il pentagono è stato colpito da un missile ed è, in parte, crollato?

Esatto: se il mistero dello sgabello è un problema in caso d'aereo, lo è anche in caso di missile.

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti,
...e certo dire buongiorno di questi tempi non è facile, visto quanto stà succedendo in Libano...e soprattutto un risveglio con il caffè offerto da Prodi che da buonista e pacifista si maschera con la bandiera dell' Onu e ci vuoli presenti come esercito di pace in Medio Oriente.

Vabbè...certo che i discorsi sull' 11/9 di fronte a 'sta roba qua sono veramente inutili.

Anonimo ha detto...

Purtroppo sono al lavoro e non posso dilungarmi più di tanto.

Sull'osservazione di Paolo relativa al fatto che se non ci sono filmati relativi all'impatto sul Pentagono, fatto questo quantomeno strano..ma ci voglio credere, volevo porre un'altra domanda:
perchè il primo filmato dove comunque l'aereo non si vede è stato reso noto DOPO le congetture di Meyssan?(almeno credo d'aver capito così, è cioè che il filmato non era stato reso noto prima)

perchè dopo 4 anni il Pentagono rende noto un'altro filmato dove non si vede ancora nulla?

Cioè, dov'è la logica, secondo Paolo?
Se ho delle prove documentate le dimostro, se non le ho che metto a fare in giro immagini CURIOSAMENTE misteriose?

Chi è che fa il gioco del complottista? A me sembra il Pentagono stesso, forse perchè è assurdo che non si abbia una immagine di quanto accaduto.
Negare che sia impossibile forse è sì complottista.

E' vera la storia dei filmati requisiti dall' Fbi?
Fatemi sapere.

A dopo.

Paolo Attivissimo ha detto...

>perchè il primo filmato dove comunque l'aereo non si vede è stato reso noto DOPO le congetture di Meyssan?(almeno credo d'aver capito così, è cioè che il filmato non era stato reso noto prima)

Le congetture di Meyssan risalgono a l 2002; la prima segnalazione del sito Asile.org che cita le sue teorie è del 15/3/2002. I fotogrammi del primo filmato furono pubblicati il 7/3/2002 (http://edition.cnn.com/2002/US/03/07/gen.pentagon.pictures/)

>perchè dopo 4 anni il Pentagono rende noto un'altro filmato dove non si vede ancora nulla?

Può darsi che, banalmente, non abbiano niente di meglio con il quale chiarire i dubbi ai dubbiosi.

>Se ho delle prove documentate le dimostro, se non le ho che metto a fare in giro immagini CURIOSAMENTE misteriose?

Chi ti dice che abbiano le prove documentate? Pensare che le immagini siano "curiosamente" misteriose è complottismo puro: se sono troppo nitide, c'è il complotto perché sono troppo nitide; se sono troppo sfocate, c'é il complotto perché sono sfocate; se ci fosse un video che segue passo passo l'avvicinamento dell'aereo, ci sarebbe il complotto perché vuol dire che sapevano che si stava avvicinando e hanno acceso apposta la telecamera. Con questo approccio, qualsiasi cosa (e il suo contrario) può essere interpretata come "prova" di complotto.

>Chi è che fa il gioco del complottista? A me sembra il Pentagono stesso, forse perchè è assurdo che non si abbia una immagine di quanto accaduto.

Accuseresti Bernie Ecclestone di complotto perché non ci sono immagini dell'incidente di Senna? Ma come, un evento tragico del genere avviene su un circuito pieno di telecamere, e nessuno vede niente di risolutivo?

>E' vera la storia dei filmati requisiti dall' Fbi?

A quanto mi risulta sì. Mi risulta anche che non mostrino l'impatto, secondo le dichiarazioni ufficiali, ma (secondo le interpretazioni del burocratese dell'FBI) potrebbero mostrare gli eventi precedenti o successivi.

Anonimo ha detto...

Uffa!
Ma perchè prima di scrivere non vi documentate sulle indagini che ha fatto paolo? stavo leggendo un commento che chiede dove sono le foto dove si vede il buco da dove è entrato l'aereo nel pentagono. invece di scrivere non potresti prima guardare le indagini di paolo dove si vedono le foto? se paolo deve spiegare le cose 10 volte non finisce più!!

Anonimo ha detto...

x Sabrina

ho dato un'occhiata alle immagini di Paolo, come ho anche cominciato con molta fatica a dare una occhiata a tutto quello che è presente sul suo sito.

A parte l'uso improprio dell' Uffa, che alle 11 di mattina, dopo tutto quello che c'abbiamo da fare e pensare, me sembra un pò esagerato.
Se poi uno ignorante in materia come me non può presentare i propri dubbi...

E poi ti potrei rispondere: anche Mazzucco sul suo sito complottista mostra immagini e filmati non diverse da Paolo. I commenti e i giudizi sono diversi.
Ma non lo faccio.

Io non credo alla tesi ufficiale avallata da Paolo, e non credo alla tesi complottista ma qualcosa di vero potrebbe esserci. Episodio torri gemelle escluso, che non voglio commentare, perchè di illazioni in merito ce ne sono state tante da screditare pure alcune parvenze di sospetto.

x paolo

l'episodio dell'incidente di senna e il debito paragone l'ho afferrato, ma è chiaro che l'esempio non calza perfettamente in pieno: l'impatto(cioè luscita dalla curva) di Senna è stato filmato, e di sicuro Senna era seduto su una monoposto, non certamente su un missile. Se poi in quell'incidente tutti, dai costruttori della monoposto ai operatori edili del muretto, hanno declinato le responsabilità dell'accaduto che il filmato non può in nessun modo, credo, imputare a nessuno, beh...si va in tribunale con i resti della MacLaren e poi spetta ai periti di parte valutare le cause dell'incidente.

Anonimo ha detto...

>E' vera la storia dei filmati requisiti dall' Fbi?
*A quanto mi risulta sì. Mi risulta anche che non mostrino l'impatto, secondo le dichiarazioni ufficiali, ma (secondo le interpretazioni del burocratese dell'FBI) potrebbero mostrare gli eventi precedenti o successivi.

La risposta mi garba, ma non convince, non credi?

Cioè, stiamo parlando di un atto terroristico come quello avvenuto al Pentagono, e l'FBI si tiene nel cassetto questi filmati che secondo loro non "dovrebbero" mostrare nulla di importante.
Però intanto al mondo intero vengono resi noti i filmati dove si vede chiaramente l'aereo,...e l'aereo non si vede chiaramente.

Spero di essere obiettivo, e non luogocomunista, nel senso che se invece di essere complottista fossi magari a capo dell' Amministrazione Usa o di qualsiasi Governo,quanto meno userei un pò più di rigore contro questi signori che non intendono declassificare questi filmati. Tanto non si vede nulla, no?
....e così ci togliamo dalle scatole una buona volta tutti 'sti complottisti e visionari!

Anonimo ha detto...

Una considerazione mi sembra doverosa:
non ho mai sopportato il cospirazionismo in generale, fenomeno tipicamente USA e importato a quanto vedo molto bene anche qui da noi.

Altra considerazione: le teorie cospirazioniste sul Pentagono (n.b. ho detto Pentagono e non 11/9, che include le torri che non voglio discutere)sono state alimentate da una ridda di carbonari e massoni americani che credono che il Nuovo Ordine Mondiale si sia espresso con gli attacchi terroristici che tutti conosciamo.
Io 'ste robe qua neanche le voglio minimamente sentire.
Però c'è un fatto importante, che da quel poco che mi risulta ha ben poco a che fare con la semplice cospirazione: sono i familiari delle vittime, o meglio una parte di loro che si è costituita parte civile contro l'amministrazione Bush.
E qui rispondo a Paolo quando affermavo:

>E sai bene che di versioni accreditate ce ne sono tante, non solo quelle "ufficiali".

con risposta:

Accreditate presso chi? Quali di queste versioni hanno la stessa montagna di indizi coerenti e la stessa quantità di dati di supporto di quella "ufficiale"?

Io mi riferivo ai periti di parte.
Tu hai portato l'esempio di Senna, e io ti ripresento quello di Ustica.
I familiari delle vittime di Ustica si sono costituite parte civile con i loro avvocati e i loro periti, che affermarono il contrario della tesi ufficiale.
Anche loro li vogliamo considerari inattendibili?

Paolo Attivissimo ha detto...

Salvatore:

>l'episodio dell'incidente di senna e il debito paragone l'ho afferrato, ma è chiaro che l'esempio non calza perfettamente in pieno: l'impatto(cioè luscita dalla curva) di Senna è stato filmato, e di sicuro Senna era seduto su una monoposto, non certamente su un missile.

Questo lo dici tu dalla tua posizione "ufficialista". Ma ragiona da complottista: ci sono prove che l'oggetto sul quale viaggiava Senna era un'auto? Che fosse specificamente una McLaren? I rottami trovati al Pent-- pardon, sul circuito sono davvero quelli di quella monoposto? Non potrebbero essere quelli di un'altra auto, o rottami disseminati durante i soccorsi? E se i testimoni fossero stati comprati per mentire? Chi aveva interesse ad avallare la teoria dell'incidente?

Quando trasponi le domande e le pretese dei complottisti in un altro contesto, diventano manifestamente ridicole.

>La risposta mi garba, ma non convince, non credi?

Ci mancherebbe, figurati! Siccome non sono un complottista, non pretendo di convincere nessuno. Offro il quadro dei dati: poi ognuno li valuterà.

>Cioè, stiamo parlando di un atto terroristico come quello avvenuto al Pentagono, e l'FBI si tiene nel cassetto questi filmati che secondo loro non "dovrebbero" mostrare nulla di importante.

Ci possono essere ragioni del tutto banali per una scelta del genere. Anche in GB, per esempio, esistono filmati dell'attentato a Manchester, uno dei più gravi della storia del terrorismo nel Regno Unito, che sono stati divulgati dopo anni perché erano tenuti come prova per possibili processi. Visto che i processi non si potranno fare, ora sono stati divulgati. Potrebbe (è una mia ipotesi) esserci lo stesso motivo anche al Pentagono.

>Però intanto al mondo intero vengono resi noti i filmati dove si vede chiaramente l'aereo,...e l'aereo non si vede chiaramente.

Nessuno ha detto che l'aereo si vede chiaramente, anzi.

>Spero di essere obiettivo, e non luogocomunista,

la dizione esatta, per evitare accostamenti politici, è "luogocomunese". Se li chiami "luogocomunisti" s'offendono.

>.e così ci togliamo dalle scatole una buona volta tutti 'sti complottisti e visionari!

Non hai presente, forse, la mentalità del Vero Complottista. Quand'anche li divulgassero, i filmati verrebbero dichiarati falsi e manipolati dai complottisti. Non c'è prova che tenga con un Vero Complottista.

>Io mi riferivo ai periti di parte.
Tu hai portato l'esempio di Senna, e io ti ripresento quello di Ustica.
I familiari delle vittime di Ustica si sono costituite parte civile con i loro avvocati e i loro periti, che affermarono il contrario della tesi ufficiale.
Anche loro li vogliamo considerari inattendibili?

No, anzi. Ma c'è una differenza fondamentale. I familiari di Ustica hanno investito in perizie e azioni legali; i complottisti se ne stanno in poltrona a disquisire e non fanno nulla di pratico: non fanno perizie, non fanno sopralluoghi, non realizzano modelli o ricostruzioni.

Per esempio, su Luogocomune e in Inganno Globale si dice che davanti al Pentagono c'è una "collinetta" che rende impossibile la traiettoria. Nessuno di loro, però, s'è preso la briga di andare a vedere al Pentagono (basta noleggiare un'auto e passarci davanti, l'autostrada è pubblica) se esiste davvero questa collinetta. Non ci va neppure Mazzucco, che pure abita in USA ed è parte interessata.

Eppure guardando le foto satellitari si vede chiaramente che la collinetta non esiste.

Questa è la differenza fra familiari di Ustica e complottisti: i primi fanno perizie per sapere, i secondi credono già di sapere e quindi non fanno perizie.

Anonimo ha detto...

Beh,non discuto il fatto che (stando a quello che ho potuto vedere e capire) una certa inerzia c'è in questo piccolo gruppo di familiari delle vittime dell' 11/9.
Non credo che i prati in fiore o la verde collina del Pentagono possano da sole dimostrare nulla, e mi riferisco allo stesso modo pure a Mazzucco.
Resta magari da vedere se una presunta attività investigativa da parte dei familiari delle vittime ha portato a qualche minimo confronto con delle prove.
Noi non sappiamo, credo nemmeno tu, se poi queste prove sono state messe a disposizione,...tenuto conto che secondo quanto dichiarato da qualche familiare "ribelle", l' Fbi come la cosidetta Commissione "Indipendente" ha fatto di tutto meno che chiarire.

Credo invece, ma forse mi sbaglio, che l'errore più grossolano che possano fare (se non l'hanno già fatto) questi signori è di cadere nella rete del corspirazionismo puro, supportati da architetti e ingegneri e teologi che gridano all'inganno senza sapere chi è e come è stato ingannato e soprattutto dov'è l'ingannatore.

Leggevo una nota(...peccato perchè non riesco più a trovarla sul web, altrimenti inserivo il link) di Giulietto Chiesa in merito alla fantomatica riunione dei complottisti di Chicago, e lo stesso Chiesa affermava come non si sia lavorato a senso unico e che tutto sommato ci si aspettava di più.
Beh (dico io) se mi invitate pure il mago Otelma per fare audience, che v'aspettate?
E per mago Otelma intendo tutta la cricca dei cociati del Nuovo Ordine Mondiale.

Anonimo ha detto...

anche Mazzucco sul suo sito complottista mostra immagini e filmati non diverse da Paolo. I commenti e i giudizi sono diversi.

Pienamente d'accordo! Il mio commento non era di parte! Chi ha detto che la penso come paolo? Potrei crederci e anche no.
Il mio precedente commento non voleva attaccare il contenuto del tuo messaggio ma solo il fatto che quella cosa delle immagini era già stata trattata. Stavo solo facendo notare che ogni giorno si trovano commenti di gente che chiede a paolo cose che ha già spiegato.

Comunque io credo solo nelle prove e in questo caso paolo non può dare prove ma almeno smonta le bugie.

Sab

Ps. 'Uffa' non era un offesa, non te la prendere. Non volevo mettere sul rogo te in particolare.

Anonimo ha detto...

Mi rendo conto ora di una imprecisione che ho appena scritto: "Chi ha detto che la penso come paolo?"

(paolo, correggimi se sbaglio)
Dicendo così sembra che paolo la pensi in un certo modo e cioè che creda ciecamente nella versione ufficiale.
E invece lui si limita a guardare la realtà dal di fuori per scoprire la verità obbiettivamente. Cercando le fonti, cercando le prove.

Come farebbe un bravo investigatore.

Certo poi ci si fa una propria idea... però si è sempre aperti.
Non con i paraocchi verso un'unica possibile soluzione!

Ma quello che gli da più fastidio è che non è giusto basarsi su cose che sembrano strane o sembrano in un certo modo per trovarne altre che sembrano come si vuole e costruirci sopra un castello!
E soprattutto poi far vedere a tutti questo castello!
Quando si divulga una notizia bisogna prendersi la responsabilità di quello che si dice!

E' questa la lotta che sta facendo paolo! E non è facile perchè è il metodo più difficile e lungo per arrivare alle cose.
Ma, paolo, ti ammiro tantissimo perchè ci provi!

Ciao

Anonimo ha detto...

Altro esempio di mobile intatto dopo un crollo:
http://www.vvfmilano-sardegna.it/images/vari/g/vlemonza%201.jpg
In alto a sinistra una bella specchiera tranquilla e beata...

Anonimo ha detto...

x sabrina

il fatto è che sia Attivissimo che Mazzucco dicono tutto e non dicono niente.
Mazzucco si rifà indubbiamente a siti complottisti, unitamente a inspiegabili defaiance (si scrive cosi?) operative dell'apparato militare e civile aereo degli Usa, condite con le non-risposte.
Attivissimo ha scelto ovviamente la strada contraria, appoggiandosi alla versione ufficiale pronunciata dalla Commissione Indipendente, che tanto indipendente non era, mi sembra (corregimi, Paolo, se sbaglio).
Spero solo che Paolo abbia una sua interpretazione e veramente indipendente, senò a questo punto crediamo anche alla Commissione Warren dopo l'omicidio di Jfk, dove nonostante era documentato e provato scientificamente che le pallottole non tornano indietro, sterzano e individuino il bersaglio, la Commissione confermò che a sparare fu solo Lee Oswald... che tra l'altro non sapeva nemmeno sparare.

Paolo Attivissimo ha detto...

>Attivissimo ha scelto ovviamente la strada contraria, appoggiandosi alla versione ufficiale pronunciata dalla Commissione Indipendente, che tanto indipendente non era, mi sembra (corregimi, Paolo, se sbaglio).

Ti correggo: io non mi appoggio alla versione ufficiale. Mi appoggio il più possibile a documentazione *indipendente*, ai video e alle foto. Posso citare la VU e poi chiedere ai complottisti "come mai voi citate dati differenti?" e partire da lì per una discussione, ma il fatto che qualcosa sia indicato nella VU non lo considero mai sufficiente come prova.

> nonostante era documentato e provato scientificamente che le pallottole non tornano indietro, sterzano e individuino il bersaglio, la Commissione confermò che a sparare fu solo Lee Oswald... che tra l'altro non sapeva nemmeno sparare.

Apro e chiudo la parentesi JFK: documentati sulla reale posizione di Connelly, seduto su uno strapuntino, non sul sedile, e sulle reali competenze di tiratore di Oswald. Potresti avere delle sorprese. Ti prego non rispondere qui su quest'argomento, saremmo entrambi fuori tema.

Anonimo ha detto...

ok.
Passo e chiudo.
Non volevo sviare.

Anonimo ha detto...

http://xoomer.alice.it/911_subito/Immy11settembre/rottame_ris.JPG

Puoi gentilmente spiegarmi com'è possibile ciò, Paolo, se tutti i rottami ritrovati sono compatibili? (parole tue..)

Quel rottame è palesemente non compatibile. Dimostrami il contrario.

Anonimo ha detto...

Perdonatemi il doppio messaggio, devo correggere il collegamento all'immagine che sfora a destra.
Spezzetto in tre parti:

http://xoomer.alice.it/
911_subito/Immy11settembre/
rottame_ris.JPG

SirEdward ha detto...

Quel pezzo non appartiene necessariamente alla "n" di amrican.

Anzi, la presenza stessa delle rivettature potrebbe indicare che, molto più facilmente, quel pezzo non fosse sistemato sull'aereo in "orizzontale", cioè così come lo vediamo noi nella foto sul prato, ma ruotato di 90°, cioè in "verticale" rispetto a noi. In questo modo le rivettature presenti nel pezzo sul prato si sovrapporrebbero a quelle che si vedono molto bene sull'altra foto.

D'altronde, anche nell'articolo che ha postato viene indicato chiaramente che in una foto le rivettature sono orizzontali e nell'altra verticali. Prima di pensare ad un pezzo contraffato male, perchè non controllare se quel rottame è compatibile con l'aereo partendo proprio dalle rivettature per trovare una sua possiible collocazione?

Si vede molto bene, in questa maniera, che pezzi con una grande lettera curva sovrastata da due file di rivetti sono presenti un po' ovunque: Può trattarsi della "m", della "e", della "a", della "c" e della "n".

Con un po' di fantasia sul pezzo storto che è vicino alla grande curva (quello nell'articolo indicato quale parte della gamba della N) si può dedurre che è molto facile che si tratti della "e" o della "c".

Sono ancora così incompatibili, i pezzi?

Paolo Attivissimo ha detto...

Il sito che indichi (e che strano sito, con il testo integrato in un'unica enorme immagine!) afferma che il pezzo di lamiera non corrisponde alla N di "American". Può darsi, ma chi di preciso ha detto che debba provenire unicamente dalla N? Nessuno. Potrebbe provenire da qualsiasi altra parte della scritta. Su che basi l'autore dice che il frammento ha segni di un "portellone"? Mistero.

Il sito sostiene che "quella lamiera è decisamente troppo sottile". Come fa a saperlo? L'autore sa quanto è spessa la lamiera di un 757? Ha delle fonti che la documentino? E come fa ad aver misurato lo spessore del frammento al Pentagono? E' facile fare le "indagini" così: tre secondi per sparare "è troppo sottile", ore e ore per trovare i dati tecnici che la smentiscono.

Il sito dice che è in condizioni troppo buone. Considera che ci sono dei pezzi di fusoliera intatti degli aerei del WTC, nonostante siano passati attraverso un edificio. Considera che in tanti altri incidenti aerei (consulta Airdisaster.com) trovi frammenti intatti in mezzo ad altri carbonizzati. Succede.

Il sito, inoltre, afferma che la spiegazione più "semplice" e' che il rottame finto sia stato posizionato sul prato. Come è possibile, visto che il prato del Pentagono è adiacente a un'autostrada sulla quale transitano migliaia di testimoni? Nessuno si accorge di un esercito di addetti che posano centinaia di frammenti?

C'è anche il problema di tutti gli altri frammenti. Come ci sono arrivati? E soprattutto, perché diavolo fare tutta questa stupidissima messinscena di pezzi finti, col rischio di farsi beccare, invece di usare un aereo vero?

Anonimo ha detto...

Non può appartenere alla C né ad altri parti se ruotato a 90° perché se ci fate caso non c'è lo spazio per ficcarcelo lì quel pezzo. C'è un grosso spazio bianco.

Attivissimo, tu mi continui con questo mito delle migliaia di persone ma dove diavolo sono???
http://xoomer.alice.it/911_subito/
Immy11settembre/pentagon.jpg

Lo sai cosa c'è intorno al pentagono? Credi forse che ci abiti la gente?

Giustissimo poi come ignori ogni testimonianza che va (ovviamente) contro la bufala ufficiale, dove si parla di aereo troppo piccolo, di missile con le ali, e così via.

Attivissimo, se vuoi fare un lavoro serio devi considerare tutto quello che trovi, non solo quello che ti fa comodo, e te lo dico in tutta onestà.

Paolo Attivissimo ha detto...

>Non può appartenere alla C né ad altri parti se ruotato a 90° perché se ci fate caso non c'è lo spazio per ficcarcelo lì quel pezzo. C'è un grosso spazio bianco.

Supponiamo, per amor di discussione, che il pezzo sia falso. Secondo te, gli artefici di questa complicatissima messinscena avrebbero organizzato tutto con testimoni falsi, DNA finto, periti corrotti, una squadra di gente che sbuca dal nulla sul prato del Pentagono e deposita i falsi rottami, fatto sparire un aereo e tutti i suoi passeggeri, falsificato i tracciati radar, e poi... mettono sul prato, in bella vista perché venga fotografato, un pezzo che non corrisponde a un Boeing 757?? Cosa sono, contemporaneamente geni del male e dilettanti allo sbaraglio?

>Attivissimo, tu mi continui con questo mito delle migliaia di persone ma dove diavolo sono???
http://xoomer.alice.it/911_subito/
Immy11settembre/pentagon.jpg

>Lo sai cosa c'è intorno al pentagono? Credi forse che ci abiti la gente?

Come mostra la tua stessa foto (ma come mai citi solo fonti complottiste, invece di citare la fonte originale, Spaceimaging?), davanti alla facciata colpita passa l'autostrada. Il Pentagono non sorge nel deserto, ma in città. Ci sono palazzi adibiti a uffici, distributori di benzina, negozi, eccetera.

Se vuoi le testimonianze, cercale su Internet. Comincia magari con quelle linkate nell'indice della sezione 11 settembre di Attivissimo.net.

>Giustissimo poi come ignori ogni testimonianza che va (ovviamente) contro la bufala ufficiale, dove si parla di aereo troppo piccolo, di missile con le ali, e così via.

Se tu ti prendessi la briga di leggere il mio lavoro prima di accusare, noteresti che le testimonianze sono citate *tutte*. Il risultato è che la stragrande maggioranza dei testimoni ha visto un 757 della AA. *NESSUNO* ha detto di aver visto un missile: alcuni hanno paragonato l'aereo a un missile per il rumore o per la velocità, tutto qui. Leggi e rifletti.

>Attivissimo, se vuoi fare un lavoro serio devi considerare tutto quello che trovi, non solo quello che ti fa comodo, e te lo dico in tutta onestà.

Allo stesso modo, tu devi leggere quello che scrivo prima di accusarmi di parzialità.

SirEdward ha detto...

anonymous wrote:

Non può appartenere alla C né ad altri parti se ruotato a 90° perché se ci fate caso non c'è lo spazio per ficcarcelo lì quel pezzo. C'è un grosso spazio bianco.

Giuro che non capisco quello che intendi. Qual'è lo spazio bianco al quale ti riferisci? C'è un pezzo metallico, sfondo argentato, segno rosso bordato di bianco. Non c'è nessun altro spazio bianco nel pezzo sul prato.

a fianco del segno rosso bordato di bianco c'è una fila di rivetti. Il tutto assomiglia, per posizione e orientamento, alla parte superiore di 5 delle 8 lettere che compongono la scritta "American".

Non capisco quando parli di spazio bianco. Se prendi la foto in cui sono sovrapposti il detrito e la lettera "n" nella pagina che hai citato, e "ruoti" di 90° in senso antiorario il detrito trovato sul prato, ottieni il posizionamento che secondo me è più corretto, e certamente anche l'orientamento dei rivetti sembra puntare in quella direzione. A quel punto non riesco proprio a capire quale parte bianca ci sia che impedisce l'appartenenza del detrito all'aereo...

Non sto scherzando, davvero.

L'agnostico vittimista Stefano ha detto...

Anonimo, puoi deciderti a mettere un nick qualsiasi o pensi di essere tracciato anche facendoti chiamare "Joe lo Svelto"?

Il sito di xoomer citato e' bellissimo; e' un inno alla scortesia.
Chiamare Paolo Attivissimo "questo viscido omuncolo" e' chiaro segno di volonta' di un confronto leale e corretto.
Probabilmente il webmaster si ritiene persona di sinistra, in lotta permanente contro i poteri forti e pronto a difendere dalle mistificazioni dei viscidi omuncoli i cittadini ignari.
Sono arrivato a questo sito seguendo un link da un altro blog, link nominato "l'insostenibile saccenza dei debunker".
Interessante e' il link, nello stesso blog, alla petizione contro le scie chimiche.
A questo proposito volevo chiedere a Paolo quando dedicherai un post a questo tema.
Tornando al sito di xoomer: non avendo intenti satirici, dissacratori o comici, mi viene spontaneo non prenderlo in considerazione per la mancanza di educazione.
Un appunto al webmaster, che magari mi legge: sono piu' di "sinistra" di te e non sono un "venduto all'Amerika".
So che e' difficile ragionare con i fanatici, lo sono stato anch'io, ma provare, da parte del mitico webmaster, a far emergere l'intelligenza e la cortesia, sarebbe un buon esercizio di autostima senza togliere niente all'impegno civile.

Stefano Calzetti

L'agnostico vittimista Stefano ha detto...

La richiesta a Paolo di dedicare un post alle scie chimiche non significa rinunciare ad un approfondimento autonomo e alla ricerca di altre fonti.
Significa solo chiedere un punto di vista offerto da una persona che indaga in un modo, forse anche fazioso, ma trasparente.

Stefano Calzetti

Anonimo ha detto...

E' inutile ripetersi,è l'ultima volta che lo faccio.

In un mio precedente post su questo blog ho fatto una piccola analisi (è vero , noi "complottisti" siamo degli incorreggibili pigroni) in cui prendevo in considerazione le telecamere citate in tutti i documentari "complottisti", che sono solo una parte di tutte le telecamere che filmano il Pentagono... ho calcolato le distanze dal punto d'impatto, e ho supposto un angolo visuale di 45°, ovvero sia quello equivalente ad un occhio umano, approssimando per difetto escludendo obiettivi grandangolari; solo utilizzando le registrazioni di queste poche telecamere si ottiene un campo di osservazione più che sufficiente ad inquadrare l'oggetto in avvicinamento, quanto si vedrebbe se solo quelle 5 registrazioni non fossero state requisite e secretate....

Purtroppo disponiamo di due sole registrazioni, purtroppo proprio quelle con un campo visuale più stretto (nonostante siano grandangolari) e più prossimo al punto d'impatto, dalle quali (che sfiga) non si può evincere alcunchè.

Ultimamente Attivissimo e i suoi seguaci, oltre al lavoro competente e svolto con passione (e "leggera" parzialità), tra questo post e la nuova "avventura privè" rappresentatata da undicisettembre, non hanno tralasciato di ridicolizzare in ogni modo i "complottisti" , dipingendoli come una razza pigra, credulona, testarda all'inverosimile e becera.

Io qui mi limito a dire una sola cosa: a casa Attivissimo le registrazioni secretate dell'impatto sul Pentagono sono fatti banali con spiegazioni banali: probabilmente non mostrano nulla, o si vede talmente male.. oppure qualcosa si vede, ma banalmente sono e rimarranno secretate a tempo indeterminato per eventuali processi ad eventuali futuri imputati.Semplice e logico, banale.

A casa mia ( e di molti di noi "complottisti") si chiama COVER UP,o "insabbiamento" se volete, un atto grave verso i cittadini americani che vengono privati di un loro fondamentale diritto, quello all'informazione, e un atto ancor più grave verso il resto del Mondo , dal momento che gli eventi dell'11/9 hanno determinato la politica estera USA, che tra l'altro in nome della guerra al terrorismo ha prevaricato (e prevarica) decisioni e risoluzioni che dovevano essere concertate e ricomprese in un'alleanza internazionale, l'ONU, di cui gli stessi USA erano e sono membri.

Come aforisma ispirante del blog undicisettembre c'è una frase del grande conquistatore e stratega Napoleone...in effetti tra la politica USA e l'epopea napoleonica ci sono interessanti analogie: chisssà se l'epopea statunitense seguirà lo stesso iter di declino di quella napoleonica...i tempi sono cambiati, le forze in gioco sono mostruose e il mondo è ormai "cablato"...però è anche vero che la storia tende a ripetersi.

Ragion per cui per i vituperati "complottisti" propongo un controaforisma:

“ Prima ti ignoreranno, poi rideranno di te, poi ti combatteranno e alla fine tu vincerai.” - Ghandi

Buon proseguimento

Stefano

Anonimo ha detto...

Prendersela con quei poveracci che sostengono la tesi della demolizione controllata delle Torri Gemelle è come sparare sull'ambulanza.
Mi sembra incredibile che ci si accanisca a perdere tempo con queste assurdità; la conseguenza è che al fanatismo si contrappone fanatismo di segno opposto!

Non bisogna dimenticare poi che una parte di questi buontemponi ricorre alla tesi complottista solo per vendere libri; è la stessa tecnica commerciale che ha portato all'imponente successo del Codice da Vinci (una rassegna di fesserie dalla prima all'ultima pagina).
Adesso c'è pure il libro di un tizio secondo il quale Juan Domingo Peron sarebbe nato in un paesino della Sardegna; per dimostrarlo si fa ricorso ad una serie di congetture totalmente prive di riscontri.

Ben diverso, invece, è il caso del Pentagono; in quel caso, infatti, le testimonianze arrivano dai dipendenti del Pentagono stesso.
Molti di essi sostengono di aver sentito un sibilo tipico di un missile e non di un aereo; inoltre, molti testimoni parlano di un "piccolo aereo" che si muoveva però ad una velocità enormemente superiore a quella di un aereo.
Una descrizione del tutto compatibile, ad esempio, con le caratteristiche di un missile "Cruise"; tale missile, infatti, ha l'aspetto di un aereo in miniatura, con le ali molto corte.

Subito dopo la diffusione di queste testimonianze, tutti i dipendenti del Pentagono hanno ricevuto l'ordine del silenzio; inoltre, sappiamo che le autorità hanno sequestrato tutte le telecamere fisse appartenenti agli edifici situati nei pressi del Pentagono!

Tutte le tesi anticomplottiste relative al Pentagono, appaiono ridicole esattamente come le tesi complottiste!

Un noto anticomplottista, il giornalista Calo Panella di Mediaset, nella trasmissione Enigma di RAI3 ha sostenuto che il Pentagono (che, in effetti, è dotato di un apparato interno di difesa) ha lanciato un missile per abbattere un aereo che gli stava cadendo addosso; siccompe però l'aereo era ormai troppo vicino, l'impatto con il missile è avvenuto a ridosso del Pentagono stesso. Ciò spiega come mai l'aereo si è disintegrato.

Mhuahahahahahahaha

Anonimo ha detto...

Vorrei anche aggiungere un commento sul fatto che, secondo Paolo Attivissimo, non è impossibile che parte di un edificio crolli lasciando intatti gli oggetti che si trovano nella parte rimasta in piedi; a tale proposito, Attivissimo mostra la foto di un edificio parzialmente dannegiato da un terremoto!

Ma che c'entra?

I danni provocati da un terremoto sono abissalmente differenti dai danni provocati da un aereo che esplode!

E, inoltre:

1) un aereo carico di carburante si abbatte su una delle torri gemelle e fa collassare la struttura in acciaio con conseguente crollo totale;

2) un aereo carico di carburante si abbatte sul Pentagono e fa un buchettino ridicolo lasciando intatti gli oggetti circostanti senza nessun segno di bruciature!

Ma per favore ...

Anonimo ha detto...

Ho trovato un wiki sull' 11 settembre: www.11settembre.jot.com .Ed è quasi tutto fatto sugli rticoli di Paolo

Anonimo ha detto...

Attivissimo,

pessima idea quella di usare blogspot come base per Undicisettembre.

Se è una raccolta di documenti, non dovrebbe essere un blog.

Inoltre, blogspot non ha né le categorie (per le quali c'è solo quella macchinosa procedura con delicious), né la possibilità di sfogliare per pagine (l'archivio mensile c'è, ma

Ci vorrebbe piuttosto un sito (nuovo, o sottosezione di attivissimo.net).

Con blogspot/blogger la cosa sarà pure comoda, ma a lungo andare diventa dispersiva.

Paolo Attivissimo ha detto...

Undicisettembre pubblica non solo articoli di riferimento "durevoli", ma anche segnalazioni effimere di notizie del momento. I suoi contenuti saranno inclusi nell'indice generale delle indagini, che resta su Attivissimo.net. Inoltre avrà una propria casella di ricerca.

Certo il blog non è pensato come deposito di documenti; ma ho dovuto fare delle scelte per consentire la pubblicazione di tanto materiale che su una piattaforma meno facile non avrebbe mai visto la luce. L'ottimo è nemico del buono :-)

airone76 ha detto...

A casa mia ( e di molti di noi "complottisti") si chiama COVER UP,o "insabbiamento" se volete, un atto grave verso i cittadini americani che vengono privati di un loro fondamentale diritto, quello all'informazione

A casa mia invece prima di parlare di Cover-up ci si informa bene su quelle che sono le procedure d´indagine da parte dei magistrati durante un´inchiesta. Hai mai sentito parlare di "segreto istruttorio"?
Non si diffondono prove per evitare innanzitutto un inquinamento delle stesse da parte di chi ha interesse a inquinarle, ma soprattutto per evitare che la gente comune si possa fare una opinione precostituita nei confronti di un possibile processato senza avere le esatte e necessarie informazioni: soprattutto in america dove le giurie sono composte di persone normali che guardano le televisioni.
Divulgare una prova senza un controllo potrebbe creare preconcetti in quelle persone che poi andranno a giudicare la persona sotto processo e farla condannare nonostante sia innocente sull´onda di trovare un colpevole ad ogni costo per quelle atrocità.
Le prove normalmente sono rese visibili solo al magistrato inquirente e alla difesa e vengono presentate in aula corredate di commento e di dibattimento (che se fossero rese pubbliche non potrebbero avere!) da parte dell´accusa e della difesa, per evitare proprio che vengano male interpretate e per dare a tutti la possibilitá di avere una difesa completa e senza pregiudizi.

Inoltre mostrare prove solamente per far contenti le poche centinaia di complottisti che pensano che al Pentagono non si si abbattuto un aereo credo che l´FBI non lo ritenga un motivo valido.

Anonimo ha detto...

ostico e anche agnostico:

Senza nessun segno di bruciature?!?!?!

http://www.attivissimo.net/11settembre/recensioni/daryl_donley_01750r.jpg

Senza nessun segno di bruciature????
http://www.attivissimo.net/11settembre/recensioni/immagine_postimpatto_ig.png


I danni provocati da un terremoto sono abissalmente differenti dai danni provocati da un aereo che esplode!
Non sono d'accordo. Immaginati un palazzo con tante stanze. Comincia il terremoto oppure arriva nel palazzo un missile o un aereo o un elefante in volo o quello che vuoi.
Metti che la stanza in tutti questi casi non viene danneggiata subito. Rimane integra. (L'aereo entra un po' più in la o magari sotto)
Ma le colonne sotto, o i piani sotto si rompono.
Allora parte del palazzo crolla e tira giù anche una parete della nostra stanza.
Il resto della stanza però rimane su.

Spero che non dovremo aspettare il prossimo palazzo colpito da un aereo per convincerti che brucia e che una stanza si può rompere per metà....

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti,
non nego che mi sono assentato da questo blog per partecipare ad un blog di debunker che, devo riconoscere, stanno discutendo con obiettività una analisi sulle dinamiche NON-operative dell'apparato militare statunitensi DOPO GLI IMPATTI SULLE DUE TORRI FINO AL BOEING SUL PENTAGONO.

Per motivi strettamente lavorativi, non posso seguire più di un blog per volta però pensavo di portare all'atenzione di Paolo questo quesito:
E' MAI POSSIBILE CHE NEI CIELI DEGLI USA QUATTRO AEREI FUORI CONTROLLO POSSANO LIBERAMENTE SVOLAZZARE QUA E LA PER UN ORA CIRCA, CON IL LUSSO DI BERSAGLIARE UN EDIFICIO "QUALUNQUE" COME IL PENTAGONO?
NON E' UNA TESI COMPLOTTISTA.
E' IL MIO DI INTERPRETARE IL FATTO CHE "QUALCUNO SAPEVA, MA HA FATTO L'IMPOSSIBILE PER AUMENTARE IL CAOS E IL DISORIENTAMENTO DELLA CONTRAEREA".
Certo non ho elementi per confermare questa tesi.
Certo so solamente che quattro boeing hanno fatto il loro comodo; se poi erano tre e il quarto un missile non commento.



Salvatore

SirEdward ha detto...

chissà, salvatore. Magari sì. Anche a me suona terribilmente strano.

Ma c'è differenza fra dire che "forse qualcuno sapeva" e dire "è evidente che nessun aereo ha colpito il Pentagono o simili.

Gli articoli di questo sito sono diretti a verificare le affermazioni spesso assolutistiche che girano in rete sull'11 Settembre, per vedere se sono sostenibili.

Se uno afferma che le torri del WTC sono state demolite, allora è interessante vedere su che basi fa questa affermazione. Ma finché ci si meraviglia dell'imbecillità del sistema di sicurezza americano...

Per essere più chiari, chiunque può CHIEDERSI perché il sistema americano di difesa abbia fatto cilecca. Nessuno può AFFERMARE perché il sistema americano di difesa ha fatto cilecca SENZA PROVE.

Il succo di queste discussioni è tutto qui, evitare di lasciare che le persone si convincano di qualcosa solo perchè magari l'hanno sentita da qualcuno in giro. Eliminare le idiozie dalla discussione per evitare di trasformare la discussione in un casino senza uscita.

"Caccia alla bufala", direi, per rimaere in tema con il sito.

Zeusblue ha detto...

>Ragion per cui per i vituperati "complottisti" propongo un controaforisma:

“ Prima ti ignoreranno, poi rideranno di te, poi ti combatteranno e alla fine tu vincerai.” - Ghandi

Buon proseguimento

Stefano


Solo una parentesi.
Stefano, cortesemente, mi indicheresti la fonte dell'originale dal quale hai tratto l'aforisma?

airone76 ha detto...

chissà, salvatore. Magari sì. Anche a me suona terribilmente strano.

Ma soprattutto secondo me c`è enorme differenza tra quello che a SirEdward suona strano (non me ne volere... è un esempio ;-) ) e quello che è realmente impossibile... C`è enorme differenza tra quello che ci sembra realtá e quello che è invece la realtà. Come già detto potrebbe sembrare strano che è la terra a girare attorno al sole, ´visto che è lui che per noi si muove, ma la realtà è così. Le sensazioni non sono prove di impossibilità, mai!
Ti consiglio di tornare a leggere sul sito di Paolo l´analisi di Inganno Globale... noterai ad un certo punto un esempio della situazione radar dei cieli quella mattina... ti sembra ancora così strano perdere un aereo (senza più transponder, cioè non più identificato in quella imagine e confondibile con una macchiolina) in mezzo a quel casino?

P.s. vedo ora un nuovo post sull´argomento su undicisettembre.blogspot.com... come al solito un´altra fantasticheria dei complottisti che viene smontata senza appello. E ancora una volta la realtà è ben diversa dalle nostre "sensazioni": si pensa sempre che un aereo senza trasponder diventi un puntolino senza scritte... beh... è ben diverso... Quando inizieremo insieme a ragionare sulle cose serie e non più a basarci solo sulle sensazioni (sento che il crollo non è naturale, a sensazione non è possibile che...)?? Mah...

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti! OGGI MI E' SUCCESSA UNA COSA ASSURDA SUL FORUM DI LUOGOCOMUNE! Ho scritto due messaggi sul loro "DOCUMENTARIO" erano messaggi critici, sul metodo di indagine e sul montaggio...!

Il primo messaggio viene cancellato subito! Il secondo anche! E PER FINIRE VENGO BANNATOOOOOOO!

ASSSURDOOOOOOOOOOOOOOO!

VERGOGNA A LUOGOCOMUNE E A QUEL BUFFONE DI MAZZUCCO! QUESTO E' UN CHIARO ESEMPIO DELLA SERIETA' DI CERTE PERSONE! NON C'E' DEMOCRAZIA SU QUEL FORUM!

COMPLIMENTI A TUTTI PER IL NUOVO BLOG! CONTINUATE COSì!

ignominia ha detto...

allora, mi fa piacere che spieghi che per fare una demolizione controllata ci vogliono tutti quei giorni perchè se leggi in merito al building #7, quello che non era per nulla daneggiato dai presunti aerei che hanno colpito le torri gemelle (quello che ospitava gli head quarters dei vigili e delle forze di coordinamento degli aiuti oltre agli uffici dell'FBI, e che sono stati evaquati di sindaco e capi vari dei vigili del fuoco prima che le torri venissero giù anticipando che sarebbero crollate...) leggerai che il proprietario del WTC, ha ammesso di aver deciso di "tirare giù" il palazzo nella mattinata dell'attacco. Stando a questo detto palazzo, che non aveva nessun bisogno di essere distrutto perchè non era stato daneggiato, è stato demolito in circa 5 ore per cui le soluzioni sono due: o hanno chiesto l'aiuto di Superman a mettere le cariche in così poco tempo o le cariche c'erano già. C'erano già come c'erano già sulle torri.
Se leggi il sito http://www.whatreallyhappened.com/cutter.html è tutto li nero su bianco. Mi dirai, ma che cavolo di sito è quello? non è NBC, non è CNN certo ma pensi che la verità apparirà mai sugli organi ufficiali? Mai, sarebbe troppo per il mondo, creerebbe rivoluzioni, il caos.
Non ti so dire chi e come può aver organizzato una cosa così impensabile però più leggi e più ti fai domande discreditando le risposte ufficiali. Silverstein, il proprietario dell'intero complesso ha gadagnato molto dalla sua distruzione e sta guadagnando dala sua ricosctruzione. Il presidente Bush ha guadagnato molto dall'attacco - un popolo che gli ha dato carta bianca di fare quello che voleva. Non si proverà mai chi sono i responsabili veri di questa tragedia ma non si deve neanche smettere di cercare la verità quando le risposte date sono ovviamente fumo negli occhi... leggi il sito guarda il film 911 Loose Change (non i colossals che reiterano la versione ufficiale) e poi ne riparliamo. Lo so che è difficile credere quello che ne viene fuori ma lo stesso si poteva dire dell'Olocausto, delle stragi fatte in Russia e in Cina per il bene dei reciproci paesi......

Leonardo Salvaggio ha detto...

Cara Ignominia,
l'articolo è mio e quindi potresti anche rivolgerti a me direttamente.

Il "pull it" pronunciato da Silverstein significa "ritirare il contingente dei pompieri" e non "tirare giù il palazzo" come da sua stessa ammissione. Perdonami la franchezza, ma nessuno sa meglio di Silverstein cosa Silverstein stesso voleva dire.

Il resto che hai scritto non c'entra niente con la dinamica degli attentati.

Non serve Superman, basta documentarsi e capire.

Anonimo ha detto...

ATTIVISSIMO è STATO OWNATO

Riporto solo l'informazione base e poi tutti i link:
Samuel Danner, era coinvolto nei primi soccorsi del Pentagono dopo l'incidente e non vide un 757 ma un areoplano, probabilmente un Global Hawk. A qual tempo c'erano solamente 7 Global Hawk e 2 erano mancanti. Danner è un pilota e disse che l’aereo che colpì il pentagono era molto silenzioso e possedeva un solo motore. Vide anche un secondo velivolo e si domanda se non stava controllando l’aereo che andava incontro al pentango. Danner attualmente è molto malato: ha il linfoma causato all’esposizione di DU presente nell’area intorno al Pentagono dopo l’incidente. Dopo aver visto Loose Change ne voleva parlare in uno show.Comunque Il Global Hawk sparò un missile DU (?) e DU fu rilevato sulla scena del disastro. Più tardi furono indossati equipaggiamenti protettivi, ma Danner fu tra coloro che arrivò per prima. Ha 53 anni ed è un pilota dall’età di 16 anni. Osservò l’avvenimento e così si mosse in direzione dell’area sud del pentagono con la sua auto. Ha osservato un gruppo di uomini che guardavano l’avvenimento fuori dal pentagono con un paio di binocoli. In soli 3 secondi riesce a capire quale aereo era e non era un 757. Aveva le dimensioni di un Gulfstream 300, si trovava a 100 piedi e andava a 400 mph. L’altro aereo si trovava in una quota di 15,000 piedi.
http://vancouver.indymedia.org/?q=en/node/1534
http://www.total911.info/2006/07/sam...yewitness.html
http://www.rumormillnews.com/cgi-bin...mes;read=90752
ATTIVISSIMO è STATO OWNATO ATTIVISSIMO è STATO OWNATO ATTIVISSIMO è STATO OWNATO ATTIVISSIMO è STATO OWNATO ATTIVISSIMO è STATO OWNATO ATTIVISSIMO è STATO OWNATO ATTIVISSIMO è STATO OWNATO ATTIVISSIMO è STATO OWNATO ATTIVISSIMO è STATO OWNATO ATTIVISSIMO è STATO OWNATO ATTIVISSIMO è STATO OWNATO

Anonimo ha detto...

Al di là del lessico, occhio a termini come "Attivissimo è stato ownato" perché io sono molto meno paziente di lui, e son pronto a cancellare ogni commento contenente espressioni che esulano dalla normale intelligenza. Da ora e fino al suo ritorno.

Rodri

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo vorrei avere spiegazioni sulla foto di pentatracce dove è stata sovvrapposta la possibile ala su tre segni visibili sulla facciata del pentagono; la domanda è questa se davvero lì ha impattato l' ala del boeing ,come è possibile che l' ala stessa nn è stata trovata all' esterno dell'edificio e la teoria puerdy afferma che questa sia entrata dentro il pentagono con tutto l aereo,passando da pilastro a pilastro, ma se fosse veramente così come mai il punto indicato è integro o meglio nn è spezzato come farebbe una lama quando taglia di netto una o più canne?Stò conducendo una mia indagine in merito all 11 settembre,e nn mi voglio schierare ne da una parte nè dall altra ,sia tu che gli altri state facendo un ottimo lavoro, ma per ora ci sono ancora molte incongruenze sia da una parte che dall'altra.ciao Wolf

Paolo Attivissimo ha detto...

>se davvero lì ha impattato l' ala del boeing ,come è possibile che l' ala stessa nn è stata trovata all' esterno dell'edificio

E' presumibile che in un impatto violentissimo del genere non siano rimasti pezzi significativi e riconoscibili delle ali. L'ala di certo non sarebbe rimasta intera.

>la teoria puerdy afferma che questa sia entrata dentro il pentagono con tutto l aereo,passando da pilastro a pilastro, ma se fosse veramente così come mai il punto indicato è integro o meglio nn è spezzato come farebbe una lama quando taglia di netto una o più canne?

La ricostruzione della Purdue (non puerdy!) è una ricostruzione ipotetica e parziale, basata su un certo numero di premesse (assetto dell'aereo, comportamento della sua struttura, eccetera). Non è detto che sia per forza perfetta e assolutamente coincidente alla realtà (manca per esempio la ricostruzione del comportamento dei motori).