Cerca nel blog

2008/06/11

Attenti alla truffa del risarcimento per privacy violata

Nuova carognata degli untori informatici


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "pierbelli_rebo" e "info".

Fate molta attenzione alla nuova tattica di ingegneria sociale che fa leva sulla voglia di rivalsa dei cittadini verso le istituzioni: sta circolando un e-mail che si spaccia per un avviso di un fantomatico studio legale romano e annuncia un risarcimento di 1000 euro per l'errata pubblicazione online delle dichiarazioni dei redditi. Ecco il testo:

Da: Studio Legale No Profit [mailto:g.dimatteo@fratellidimatteo.com]
Inviato: martedì 10 giugno 2008 23.56
A: [omissis]
Oggetto: Studio Legale - Rimborsi per i Cittadini Italiani

ROMA li 10/06/2008


Alla cortese attenzione dei Cittadini Italiani,

Dopo la decisione del Garante per la Privacy sulla vicenda dell’elenco dei contribuenti pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate, abbiamo il piacere di informarvi che abbiamo vinto la battaglia.

Alla luce del provvedimento del Garante, milioni di Cittadini Italiani i cui dati sensibili sono stati violati, possono finalmente ottenere il risarcimento dei danni subiti.

Per tale motivo abbiamo predisposto il modulo in allegato che tutti i cittadini Italiani devono scaricare, compilare, e inviare per ricevere l’immediato risarcimento di 1.000 Euro

per ciascun familiare per la grave violazione della privacy subita.

Distinti Saluti.

Avv. Claudio Corbetta


Studio Legale No Profit
Viale Matteotti 145
00195 Roma
Tel. 06 7158031
Fax. 06 7175323


Il "modulo allegato" è in realtà un file ZIP contenente un virus, Trojan-Downloader.Win32.Agent.lyg, concepito per Windows. Non apritelo: cancellate direttamente il messaggio e controllate che il vostro antivirus sia aggiornato.

La fonte apparente del messaggio, fratellidimatteo.com, è un'azienda ortofrutticola di Latina che probabilmente non c'entra nulla e si starà chiedendo il perché del boom di accessi al proprio sito. Daniele Minotti mi segnala inoltre che il sedicente avvocato Claudio Corbetta "non risulta inserito nell'albo nazionale (pubblicato su www.cassaforense.it)" e che i numeri telefonici sono inesistenti.

54 commenti:

markogts ha detto...

Scommetto che in Svizzera le dichiarazioni dei redditi sono disponibili on-line...

Dan ha detto...

C'è da notare un'altra cosa: scusate, ma che vuol dire "studio legale no profit"? O è il nome pubblicitariamente peggio concepito della storia, oppure è uno studio che non ha speranze di sopravvivere. Io sapevo che al massimo gli avvocati facevano lavori pro bono...
Inoltre questo fantomatico avvocato che fa, mi rappresenta in sede legale (anche se solo in class action), senza neanche avvertirmi?

usa-free ha detto...

Proprio ieri mi è capitato un pc infetto da TrojanDownloader : che macello O_O

TrojanDownloader aveva nel frattempo scaricato ogni sorta di schifezza da Internet , per cui c'erano decine di processi dai nomi bizzarri attivi in memoria, si aprivano prompt dei comandi a caso, esplora risorse si riavviava ogni 5 secondi...

Dopo aver debellato una dozzina di queste schifezze, mi sono reso conto che ce n'erano altrettante e che non valeva la pena proseguire, ci sarebbe voluto troppo tempo per ripulire completamente Windows.

Maximilian Hunt ha detto...

certo che se esiste gente che ancora casca anche in trabocchetti "palesi" e mal confezionati come questo, allora i virus hanno ancora tanta vita davanti a loro

markogts ha detto...

Ma quando uno ha un antivirus, un antispyware (anzi due), gli aggiornamenti di windows, firewall software e hardware e tutto sembra funzionare bene, può considerarsi sicuro o no? La mia non è una domanda retorica, sono alquanto ignorante in materia, e temo per l'home banking.

alexandro ha detto...

Analizzando bene il testo si capisce che non è certo scritto nel gergo forense. Quei "la vicenda" e "finalmente" sono un indizio di faciloneria in cui neppure il più modesto avvocato cadrebbe.

Dan ha detto...

"Ma quando uno ha un antivirus, un antispyware (anzi due), gli aggiornamenti di windows, firewall software e hardware e tutto sembra funzionare bene, può considerarsi sicuro o no? La mia non è una domanda retorica, sono alquanto ignorante in materia, e temo per l'home banking."
Direi di sì. Basta però non fare come gli abitanti di Troia, che erano al sicuro dietro le possenti mura della propria città, e poi portarono dentro un cavallo... e allora fu tutto inutile.

(piccolo off-topic con notizia in esclusiva per Paolo: ieri al telegiornale della sera ho sentito che annunciavano l'avvistamento di un unicorno in un parco vicino a Prato. Pare che fosse una capra con una malformazione che gli faceva spuntare un corno in mezzo alla fronte, quindi forse non è una bufala come potrebbe sembrare... trovo comunque assurdo che diano notizie del genere al telegiornale: sai quanta gente avrà frainteso o capito male?)

Hanmar ha detto...

Oserei dire GENIALI!!!

Questa e' vera Social Engineering, altro che ciccia e brufoli... :D

Saluti
Hanmar

Ps: gli unicorni ESISTONO, solo che si fanno vedere ai mortali quando ci sono le scie chimiche =_=

Operation One ha detto...

OT:

ieri al telegiornale della sera ho sentito che annunciavano l'avvistamento di un unicorno in un parco vicino a Prato

visto che è già in zona, (Prato e Vinci non sono poi cosi' distanti), vediamo se lo facciamo partecipare qui...

www.festaunicorno.com

penso da andarci a far foto, magari lo incontro... XD XD

fine OT

Francesco ha detto...

OT:
Come pratese, posso assicurarvi che l'unicorno esiste realmente: si tratta in realtà di un capriolo che, per qualche bizzarria genetica, è nato con un solo corno anziché 2. L'esemplare si trova al cenrtro di scienze naturali di Galceti, nel cui sito internet è riportata la notizia ( http://www.csn.prato.it/modules/news/article.php?storyid=49 )

skipper ha detto...

Rivuta stamattina e prontamente cestinata!
Anche senza aprirla puzzava da lontano mille miglia!
miglia marine s'intende!

saluti
skipper

Laura ha detto...

Qui un interessante analisi della Mail truffa.
http://www.notrace.it/news/2008-06-11/studio-legale-rimborsi.htm

OrboVeggente ha detto...

markogts:
Ma quando uno ha un antivirus, un antispyware (anzi due), gli aggiornamenti di windows, firewall software e hardware e tutto sembra funzionare bene, può considerarsi sicuro o no?

anche senza antivirus e senza antispyware, basta avere Vista per essere invulnerabili a queste minacce.
Se poi lo tieni costantemente aggiornato, tanto meglio.

Stefano Luciani ha detto...

A questo punto aspettiamo solo una mail che ci dice che Microsoft e' diventata no profit anche lei e ci allega l'ultimo aggiornamento per risolvere tutti i bug di windows, conosciuti e non.
Naturalmente l'attachment e' di 50kbyte

Replicante Cattivo ha detto...

A me, pochi giorni fa, è arrivata questa

Gentile Viaggiatore,

Ferrovie dello Stato è lieta di informarla che dal 1° Maggio 2008 è possibile richiedere il rimborso sui ritardi effettuati su tutte le tratte nazionali.

A seguito di ciò, la informiamo che da un nostro controllo contabile, le spetta un rimborso di Euro 780,00.

La invitiamo a visualizzare il modulo in allegato, e seguire le istruzioni per farci pervenire tale modulo.

N.B.
Il rimborso avverrà mediante bonifico bancario entro e non oltre 5 giorni lavorativi dalla ricezione.

Qualora si verificassero problemi con il mdulo allegato, può visitare il nostro sito *
o scaricare nuovamente il modulo qui*

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

Certi di averle fatto cosa gradita
Porgiamo Distinti Saluti

Ennio Zibris
Responsabile Rimborsi
Trenitalia S.p.a.


Ovviamente non c'era nessun modulo allegato, quindi uno avrebbe dovuto cliccare su uno dei due link (che ho indicato con gli asterischi, senza riportarli). Ovviamente non ci ho nemmeno pensato a cliccare, soprattutto perchè a parte l'assurdità della mail, non credo di aver mai speso così tanti soldi per Trenitalia. Tuttalpiù ho speso molto tempo su quello schifo di treni, e purtroppo quello non me lo potranno mai restituire

Kash ha detto...

"Avv. Claudio Corbetta


Studio Legale No Profit
Viale Matteotti 145
00195 Roma
Tel. 06 7158031
Fax. 06 7175323"

Studio legale NO PROFIT ???

Gia questo imho doveva far scattare qualche campanello d'allarme ^_^

Matz ha detto...

@markogts:

L'unico computer sicuro è quello spento, non esiste la sicurezza al 100% anch con tutti gli antivirus, antispyware, firewall che tu possa aver inserito. D'altronde nemmeno i soldi in banca o sotto il materasso sono sicuri al 100%.

L'unica è essere cauti con tutto quello che ti arriva e tenere sempre protette le proprie password.

Andrea Sacchini ha detto...

Un paio di lettori mi hanno segnalato anche la falsa e-mail, in circolazione in questi giorni, apparentemente proveniente da Trenitalia (ci ho scritto due righe sul mio blog).

Mi pare che i signori non se ne stiano con le mani in mano... :-)

Giorgio Loi ha detto...

@markogts:
Firewall e antivirus aggiornati sono più che sufficienti. Per gli spyware è meglio prevenire che curare. Usa un buon browser blindato, tipo Firefox con l'estensione noscript, e vedrai che di spyware non ne becchi più. Io faccio girare spybot sempre più saltuariamente e ormai da molti mesi non ne becca più uno. Poi, ovvio, non dimenticare l'ingrediente principale, ossia un po' di sale in zucca. :)

il moralista ha detto...

ricevuta e letta con un principio di "abboccamento"... il file zip però mi ha convinto definitivamente della "bufala".

Andrea Sacchini ha detto...

Piccolo OT.

Non so se si tratti anche in questo caso di una "carognata" (ho letto la notizia di corsa adesso che sto per andare a dormire), ma pare che qualcuno, lassù, continui ad accarezzare un vecchio sogno...

Mmh... sento puzza...

Fozzillo ha detto...

Gli utenti poco esperti a malapena hanno imparato a non cliccare i messaggi del V I A G R A, e quelli più esperti possono sempre avere un punto debole, una falla umana nella quale si può infilare un truffatore, nessuno è totalmente immune!

Fino al 2003 andavo senza alcun antivirus o firewall, ero bravo ad evitare gli allegati nelle email ecc..
Mi vantavo ogni volta che mezzo ufficio si infettava, il capo pensava che fossi io il colpevole perché ero sempre pulito (una volta trovò sul mio PC il famigerato SULFNBK.EXE che aveva già cancellato su tutti gli altri PC... che fesso!).
Poi ho beccato worm blaster, i "virus" imparavano sempre di più ad infilarsi nel PC senza invito (click), allora cominciai con il firewall e poi con l'antivirus.

Mi meraviglio del fatto che la sicurezza si deleghi a programmi esterni, un buon SO dovrebbe pensarci da solo!

Dan ha detto...

"anche senza antivirus e senza antispyware, basta avere Vista per essere invulnerabili a queste minacce."
Guarda che anche Achille pensava di essere invulnerabile... occhio alla troppa sicumera.

Dan ha detto...

"Non so se si tratti anche in questo caso di una "carognata" (ho letto la notizia di corsa adesso che sto per andare a dormire), ma pare che qualcuno, lassù, continui ad accarezzare un vecchio sogno..."
E dàgli ancora una volta con la stupidaggine del "registro dei bloggers"... non importa come rigirano il discorso, il succo è sempre quello: internet viene percepito come un territorio di opnioni ad espressione incontrollata e non controllabile, e questo li spaventa. Ergo, cercano di far rientrare in ranghi perseguibili legalmente (leggi: da eventualmente "bastonare" come è successo con le Iene) tutti quelli che attualmente non sanno neanche chi sono. Non hanno ancora capito che la rete è un posto stracolmo di "anonymous", e a differenza dei giornalisti italiani, non possono minacciarli o controllarli tutti. Forse è questo che li spaventa tanto... io pensavo che fosse una pensata stupida a livello solo italiano.
Quello che mi meraviglia è che la proposta proviene dalla "Commissione Cultura".

Ma la parte divertente è dove dice "..la posizione dei loro autori ed editori, inclusa la loro posizione legale, non è determinata nè chiarita ai lettori dei weblog, causando incertezze riguardo l'imparzialità, l'affidabilità, la protezione delle fonti, applicabilità dei codici etici e l'assegnazione di responsabilità nell'eventualità di denunce." Beh grazie tante, quella è la condizione normale anche per le nostre testate nazionali, tutti che scrivono tutto di tutti senza alcuna verifica, apparente responsabilità o rettifica... succede qualcosa solo nel raro caso che qualcuno si incavoli e quereli un giornale.

Massimo Musante ha detto...

Ho appena ricevuto una mail da un fantomatico "Ufficio Clienti Servizio Posta Internet - Roma - 213" che dice


"Gentile Cliente,

siamo a comunicarle che nelle passate ore il servizio di posta elettronica
ha subito interventi straordinari di manutenzione a causa di anomali flussi mail .

Troverà in allegato i messaggi di posta non recapitati. voglia prontamente
prenderne visione al fine di non perdere importante e/o ulteriori comunicazioni personali .

Sicuri di rendere un servizio sempre professionale ed attento,
inviamo Distinti Saluti.

Servizio Clienti - Ufficio Clienti 213.
Stabilimento di Roma"


In allegato un file "lista_mail.pdf.zip" che ovviamente non ho aperto. Avast non ha riconosciuto alcun virus (facendo la scansione interna allo zip)

Qualcuno ne sa qualcosa?

OrboVeggente ha detto...

dan:
Guarda che anche Achille pensava di essere invulnerabile... occhio alla troppa sicumera.

Chi est l'homo tanto gagliardo e forte, che viver possa senza sfidar la sorte?

Soggettiva è la mia considerazione: dopo 16 mesi, virus non ne ho ancor presi.

Hanmar ha detto...

Io uso:
- un router con firewall integrato
- un firewall per ogni macchina
- un antivirus su ogni macchina
- un paio di antispyware e malware su ogni macchina
- Firefox
- Gmail
- evito di andare su siti "strani" e se ci vado raddoppio le cautele
- faccio la scansione con almeno 2 antivirus diversi dei file scaricati (3 nel caso passino per Gmail, che ha il suo)

Vi pare troppo? :D

Saluti
Hanmar

OrboVeggente ha detto...

hanmar:
Io uso:
- un router con firewall integrato
- un firewall per ogni macchina
- un antivirus su ogni macchina
- un paio di antispyware e malware su ogni macchina
- Firefox
- Gmail
- evito di andare su siti "strani" e se ci vado raddoppio le cautele
- faccio la scansione con almeno 2 antivirus diversi dei file scaricati (3 nel caso passino per Gmail, che ha il suo)

Vi pare troppo? :D


Decisamente si, mi pare troppo!
-router non ce l'ho
-firewall quello di default del s.o.
-nessun antivirus
-Safari
-Gmail
-adoro i siti "strani" e la mia homepage è su thumbzilla
-nessuna scansione dei files scaricati, si arrangia il s.o. quando li deve eseguire.

usa-free ha detto...

"-adoro i siti "strani" e la mia homepage è su thumbzilla"

Vizioso! ^_*

OrboVeggente ha detto...

usa-free:
"-adoro i siti "strani" e la mia homepage è su thumbzilla"

Vizioso! ^_*


Quale la misura oggettiva dell'intelligenza umana, se non la qualità?

:-)

Anonimo ha detto...

@orbo posso passarti un paio di files? :D
Ovviamente se uno non va in un campo minato è quasi impossibile che metta piede su una mina...

il fatto che tu non abbia mai preso Virus non vuol dire che Vista non possa essere infettato
vuol dire semplicemente che hai avuto una buona dose di cu... e di cautela...

oppure hai messo il preservativo al cavo di rete? :D :D :D

anche io con windows non ho mai preso virus...
adesso uso un sistema impermeabile ai virus

usa-free ha detto...

"adesso uso un sistema impermeabile ai virus"

uh mi piacerebbe sapere che cosa hai escogitato :)

Un pc senza hard disk dove gira una distro live di Linux? Bello, ma poco pratico se si deve fare qualcosa di più che navigare e leggere la posta :D

Nicola ha detto...

Passa a Mac e scordati il problema..

Flavio ha detto...

Ahahah, carina questa. Certo che si inventano di tutto! Sono geniali =D

HellForge
http://www.hellforge.altervista.org

Barbuz ha detto...

@ Massimo. Io non ricordo di aver trovato la mail di cui hai parlato, ma personalmente quando ricevo comunicazioni da banche e poste le cancello subito e non apro nessun link e/o allegato eventualmente presente. Ti consiglio di fare altrettanto.
Ciao dal Barbuz

Dan ha detto...

"Chi est l'homo tanto gagliardo e forte, che viver possa senza sfidar la sorte?
Soggettiva è la mia considerazione: dopo 16 mesi, virus non ne ho ancor presi."

A quanto pare non sono tanto gagliardo nè forte: sono anni che vado con XP e Firefox, e virus non ne ho mai preso nemmeno uno! Forse avevano fatto un buon lavoro anche con XP dopotutto, non c'era bisogno di passare a Vista...
Frecciatine a parte, saranno almeno sei anni se non di più che non uso antivirus, solo un firewall e gli aggiornamenti di XP: nessun virus. Il fratello di un mio collega in poco tempo si è ritrovato un appestato di PC tale che ci sono voluti un paio di giorni buoni per ripulirlo (però ce l'ho fatta a ripulirlo...)
Questo vuol dire che non è solo il sistema operativo a fare la sicurezza, ci vuole anche l'utente che non sia utonto. Non è possibile fare un software a prova di scemo, è questo che Microsoft non vuole mettersi in testa.
(non è possibile fare alcunchè a prova di scemo, ma questo è un altro discorso...)

Dan ha detto...

Flavio, piantala di spammare così, è patetico.
Paolo, cancellagli pure il post che è solo spam.

OrboVeggente ha detto...

dan:
A quanto pare non sono tanto gagliardo nè forte: sono anni che vado con XP e Firefox, e virus non ne ho mai preso nemmeno uno!

Con XP ho preso solo il famigerato worm dell'agosto 2004, quello che si bloccava con il comando shutdown -a

Forse avevano fatto un buon lavoro anche con XP dopotutto, non c'era bisogno di passare a Vista...

Beh... con Vista è DAVVERO difficile prendersi un virus, e proprio IMPOSSIBILE prendersi un worm o un t.h. semplicemente all'apertura di una pagina web, cosa che con XP avevano parzialmente risolto solamente con il rilascio del sp2.

Frecciatine a parte, saranno almeno sei anni se non di più che non uso antivirus, solo un firewall e gli aggiornamenti di XP: nessun virus. Il fratello di un mio collega in poco tempo si è ritrovato un appestato di PC tale che ci sono voluti un paio di giorni buoni per ripulirlo

Infatti, XP è dannatamente permeabile alle modifiche indesiderate. Ecco un motivo in più per consigliare Vista.
Da soddisfazione (nel mondo windows) non essere più dipendenti da software e guard-dog di terze parti e poter liberamente accedere a ogni marcia e bacata pagina pericolosa del www.
Però explorer mi convince poco, e preferisco e suggerisco a tutti l'ottimo e prestante Apple Safari.

usa-free ha detto...

"Però explorer mi convince poco, e preferisco e suggerisco a tutti l'ottimo e prestante Apple Safari."

Ma Microsoft ne sconsiglia l'uso, almeno fino a quando non rilascerà l'apposita patch. :P

Magari è una bufala...

OrboVeggente ha detto...

usa-free:
Ma Microsoft ne sconsiglia l'uso, almeno fino a quando non rilascerà l'apposita patch. :P

Un salutone a microsoft, va troppo bene il buon Safari!

A.A. ha detto...

Avete mai visto una causa in Italia che si conclude dopo neanche un mese ???
Doveva essere per forza una bufala......
A.A. (Avvocato Anonimo)

Iilaiel ha detto...

@Orboveggente

Ma kekkakkio!! Allora sono io che ho una sfiga nera! 6 mesi di utilizzo di Vista e mi sono presail primo virus in vita mia.
Firewall attivo e aggiornato, antivirus pure. Mai aperte mail sospette.

Era un simpatico giuggiolone che mi mandava in chrash il pc ogni volta che aprivo explorer... con tanto di blue screen of death (era dai tempi di ME che non ne vedevo + uno). Unica soluzione formattare e sfoderare i dischi di recovery!

:'( E' stato così deprimente :(
Nemmeno su win ME mi ero presa un viruuuusss!!!

OrboVeggente ha detto...

iilaiel:
Ma kekkakkio!! Allora sono io che ho una sfiga nera! 6 mesi di utilizzo di Vista e mi sono presail primo virus in vita mia.
Firewall attivo e aggiornato, antivirus pure. Mai aperte mail sospette.


Ma dai!!!
Ho fatto tutte le prove più strane e bastarde, e davvero non sono ancora riuscito a vedere Vista soccombere causa virus.
Secondo me hai "forzato" qualcosa senza volerlo, dimenticando il padre di tutti i consigli: con Vista devi usare un account guest, così non sono permesse modifiche indesiderate a niente di "vitale".
Se proprio vuoi forzare la modifica, Vista ti dice di disconnetterti e loggarti come admin per riprovare.
Tuo sale in zucca discernerà se è il caso o meno di insistere!

Dan ha detto...

" Avete mai visto una causa in Italia che si conclude dopo neanche un mese ???
Doveva essere per forza una bufala......
A.A. (Avvocato Anonimo)"

Ehi, acuta osservazione questa. Bravo A.A.

"Allora sono io che ho una sfiga nera! 6 mesi di utilizzo di Vista e mi sono presail primo virus in vita mia.
Firewall attivo e aggiornato, antivirus pure. Mai aperte mail sospette.
Era un simpatico giuggiolone che mi mandava in crash il pc ogni volta che aprivo explorer... "

E va beh, ma allora è colpa tua! Se prima installi Vista, e poi avvii pure Internet Explorer, vuol dire che proprio te le cerchi...

OrboVeggente ha detto...

dan:
E va beh, ma allora è colpa tua! Se prima installi Vista, e poi avvii pure Internet Explorer, vuol dire che proprio te le cerchi...

Dovrei essere in disaccordo, ma come si fa a non essere d'accordo?

Anonimo ha detto...

@orbo
se devo usare un account limitato scusami ma passo a linux almeno la scalabilità non è opzionale ma obbligatoria...
ti devo ricordare che l'utente medio non gli interessa come funziona il pc, basta che funzioni.
Se deve installare il suo giochino non vuole sloggarsi (o sorbirsi mille mila avvisi che gli dicono di non installare sw non sicuro e cose così...) e l'utente medio è anche fantasticamente capace di
cliccare su "permetti" anche se non sa cosa ha generato questo avviso...

@usa-free
1 ho scritto impermeabile (perchè pensavo al preservativo sul cavo di rete) ma intendevo invulnerabile (o quasi)

ed effettivamente i virus per linux sono davvero pochi (e fin'ora non ne ho mai incrociati)
anche perchè i virus-writer cercano di colpire più gente possibile e quindi windows-users...
;)
è più facile sparare nel mucchio che tirare ad un bersaglio preciso (e oltre tutto anche ben protetto...)

Anonimo ha detto...

@orbo
se devo usare un account limitato scusami ma passo a linux almeno la scalabilità non è opzionale ma obbligatoria...
ti devo ricordare che l'utente medio non gli interessa come funziona il pc, basta che funzioni.
Se deve installare il suo giochino non vuole sloggarsi (o sorbirsi mille mila avvisi che gli dicono di non installare sw non sicuro e cose così...) e l'utente medio è anche fantasticamente capace di
cliccare su "permetti" anche se non sa cosa ha generato questo avviso...

@usa-free
1 ho scritto impermeabile (perchè pensavo al preservativo sul cavo di rete) ma intendevo invulnerabile (o quasi)

ed effettivamente i virus per linux sono davvero pochi (e fin'ora non ne ho mai incrociati)
anche perchè i virus-writer cercano di colpire più gente possibile e quindi windows-users...
;)
è più facile sparare nel mucchio che tirare ad un bersaglio preciso (e oltre tutto anche ben protetto...)

OrboVeggente ha detto...

guido:
ti devo ricordare che l'utente medio non gli interessa come funziona il pc, basta che funzioni.
Se deve installare il suo giochino non vuole sloggarsi (o sorbirsi mille mila avvisi che gli dicono di non installare sw non sicuro e cose così...) e l'utente medio è anche fantasticamente capace di
cliccare su "permetti" anche se non sa cosa ha generato questo avviso...


Non c'è bisogno di sloggarsi o sorbire avvisi strani se si deve installare un gioco o altro.
La procedura viene richiesta quando si forza la modifica di qualcosa d'importante al sistema operativo, e l'utente medio deve imparare che guest è meglio di admin su sistemi operativi di questo tipo.

Dan ha detto...

Una curiosità: da quale versione di windows è stata inserita una gestione utenti con amministratore, guest ecc? Dato che ho saputo della sua esistenza in XP solo tardivamente, mi chiedevo se anche prima ci fosse qualcosa del genere...

Inoltre, cosa ne pensa orbo dell'interfaccia utente di IE7? Perchè a me sembra tanto un'interfaccia di browser classica, solo shakerata. Hanno solo confuso e rimescolato gli elementi senza una ragione ben precisa, secondo me.

OrboVeggente ha detto...

dan:
Una curiosità: da quale versione di windows è stata inserita una gestione utenti con amministratore, guest ecc? Dato che ho saputo della sua esistenza in XP solo tardivamente, mi chiedevo se anche prima ci fosse qualcosa del genere...

Windows 2000

Inoltre, cosa ne pensa orbo dell'interfaccia utente di IE7? Perchè a me sembra tanto un'interfaccia di browser classica, solo shakerata. Hanno solo confuso e rimescolato gli elementi senza una ragione ben precisa, secondo me.

E' un'interfaccia che dev'essere riconosciuta dagli utenti delle versioni precedenti, e aggiunge semplicità nella gestione delle icone di controllo e dei preferiti.
A me non piace, come non piace quella del nuovo WMP.

Dan ha detto...

"E' un'interfaccia che dev'essere riconosciuta dagli utenti delle versioni precedenti, e aggiunge semplicità nella gestione delle icone di controllo e dei preferiti."
Sarà... forse quelle erano le _intenzioni_ della MS, perchè io da 'utente precedente' la riconosco poco, e mi ci vuole sempre un po' per vedere dove hanno nascosto o spostato i vari pulsanti. Prima almeno aveva una disposizione simile agli altri browser, adesso invece...

Stemby ha detto...

@Dan:
Inoltre questo fantomatico avvocato che fa, mi rappresenta in sede legale (anche se solo in class action), senza neanche avvertirmi?

Oggi, casualmente, su Radio24 hanno fatto un'interessante puntata sulla class action.

La risposta alla tua domanda: in certi ordinamenti, sì! Così è ad esempio negli Stati Uniti. Nella puntata si raccontava che capita a volte di trovarsi nella cassetta delle lettere un assegno (piccolo, 100-200$ dicevano) proprio per essere stati riconosciuti vittime di qualche scorrettezza risarcita tramite una class action vinta. Senza saperne niente ;-)

Non ti preoccupare, in Italia non succederà mai, perché l'impostazione della legge (che entrerà in vigore, probabilmente, a gennaio) è totalmente diversa: qui ognuno deve interessarsi direttamente. Inoltre non può essere un privato (come invece può essere negli Stati Uniti, tipico il grosso studio legale) ad essere promotore di una class action, bensì un ente riconosciuto dal ministero (in pratica le associazioni dei consumatori e, forse, le camere di commercio).

Dunque, alla luce di ciò, vedo almeno tre dettagli-provabufala in quella mail (oltre a tutti gli altri più che lampanti):
1) La legge sulla class action in Italia non è ancora entrata in vigore
2) Al limite dovrebbe avere come mittente un'associazione dei consumatori
3) Come aveva ipotizzato Dan, se io non ho fatto richiesta esplicitamente (sobbarcandomi ovviamente la mia quota di spese legali...) non riceverò mai alcun assegno.

Mari ha detto...

scusate l'intrusione vi posto un'altra mail che ricevo da giorni da CartaSI è UNA MAIL FASULLA:

Abbiamo identificato da poco tempo che diversi computer si sono stati collegati al Suo conto Online Banking e sono stati presenti molteplici errori di parola prima del collegamento. Adesso e’ necessario che Lei ci riconfermi le informazioni del Suo presente conto.

Se non riceviamo le informazioni entro il 9 mercoledм 2008, saremo costretti a sospendere il Suo conto per un periodo indefinito, come se fosse stato usato in scopi fraudolenti. La ringraziamo per la Sua cooperazione in questo problema.


Per confirmare i dati del Suo conto Online Banking cliccare sul seguente link:
https://titolari.cartasi.it/portal/server.pt


La ringraziamo per la Sua pazienza riguardando questo inconveniente.

Copyright © 2008 CartaSi S.p.A. - P.IVA 04107060966

Per assistenza tecnica: numero verde 803.160 (segui le istruzioni della guida vocale e scegli l'opzione Servizi Internet) ..



Copyright © 2008 CartaSi S.p.A. - P.IVA 04107060966.

è una mail molto pericolosa attenzione mi raccomando..

valentyson ha detto...

G r a z i e !