Cerca nel blog

2009/05/23

21:30, Raitre parla di Luna

Stasera Alberto Angela intervista Aldrin e gli altri protagonisti delle missioni lunari umane


Questa sera alle 21.30 va in onda su Raitre “Ulisse: il piacere della scoperta”, il programma condotto da Alberto Angela, che racconterà lo sbarco sulla Luna con interviste esclusive all’astronauta Buzz Aldrin e al direttore di volo Gene Krantz e visite ai luoghi dell'impresa e mostrerà i filmati originali della Nasa e degli archivi sovietici. Se siete malati di Luna, non perdetevelo.

Al Museo Civico di Rovereto (TN), dal 21 al 31 maggio, c'è la XI mostra del film scientifico e tecnologico. Ieri ha avuto ospite l'astronauta lunare Charlie Duke (e me lo sono perso, dannazione), ma continua l'esposizione, ricca di documentari introvabili e di un campione di roccia lunare e di una ricostruzione del Rover, l'automobile elettrica usata sulla Luna.

Aldrin da Fazio, Duke a Rovereto: riuscirò prima o poi nella vita a incrociare uno degli astronauti che hanno camminato sulla Luna? Vi chiedo una mano: se venite a sapere della presenza in Italia o in Svizzera di uno di loro, scrivetemi al solito indirizzo (topone chiocciola pobox.com). Grazie!

Per finire, nel mio piccolo, lunedì 25 maggio sarò a Lugano, al Festival della Scienza, per parlare di complottismo lunare con un piccolo aperitivo scientifico-spaziale ad ingresso libero a partire dalle 18. I dettagli sono qui.

33 commenti:

Falco Stellare ha detto...

Il 20 aprile scorso, a Roma, c'era Harrison Schmitt, precisamente al planetario dell'EUR, per una serata di incontri e conferenze lunari. Ovviamente anch'io non ho potuto andarci... :-(

Paolo, ti consiglio di iscriverti quanto meno alla newsletter del planetario di Roma, il direttore è abbastanza attivo nell'organizzare eventi a tema, tutti molto carini e sempre con invitati interessanti:

http://www.planetarioroma.it/

Skure ha detto...

ghghghgh, io me lo son visto Paolo!

aver saputo del tuo desiderio ti facevo un colpo di telefono e ti ospitavo!!!!!

beh, alla prossima allora, magari ci si vede a Tesero!

motogio ha detto...

@Paolo

Aldrin da Fazio, Duke a Rovereto: riuscirò prima o poi nella vita a incrociare uno degli astronauti che hanno camminato sulla Luna? Vi chiedo una mano: se venite a sapere della presenza in Italia o in Svizzera di uno di loro, scrivetemi al solito indirizzo (topone chiocciola pobox.com). Grazie!.

Londra o Roma a luglio sono troppo distanti?

Fonte:buzzaldrin.com/live

Paul Gatti ha detto...

Questa si che è interessante, anche se sinceramente preferisco "Viaggiér", del mio idolo Robert Jacob. Chissà con quale serietà avrebbe affrontato l'argomento... Altro che quel ciarlatano di Alberto Angela.

A proposito, avete saputo che pare fonti attendibili dicano che alcuni esimi professori abbiano fatto sapere che è risaputo che a causa dei complotti lunari, la luna nel 2012 cadrà sulla terra?

Skure ha detto...

@Paul Gatti

"Altro che quel ciarlatano di Alberto Angela. "

è un pò pesante come affermazione

dovresti documentare la cosa, altrimenti la figura del ciarlatano la fai tu...

Giuliano47 ha detto...

@ Skure

ciarlatano: Gatti l'ha scritto in maniera ironica.
Prova a tradurre un po', a naso,
Robert Jacob :-)

L'economa domestica ha detto...

Ah, il quarantennale, finalmente un po'di sana Luna in Italia (ohmamma, io mi ricordo il ventennale....)

Paul Gatti ha detto...

Skure e Giuliano, confermo quanto ho detto, e documento la cosa in maniera scientifica: l'ho sentito dire a mio cugino, il quale lo ha saputo in maniera inconfutabile da un suo caro conoscente.

Purtroppo quelli come Alberto Angela non fanno altro che proporre strampalati servizi di pseudoscienza, in cui non esistono complotti mondiali, e pare che la terra non esploderà nel giro di qualche anno. Figuratevi che per quel tizio lì non esistono neanche i fantasmi... Se non è un ciarlatano questo... Altro che il grande scienziato Robert Jacob...

theDRaKKaR ha detto...

sono d'accordissimo con Gatti

a proposito (OT) se potete non procuratevi il suo pessimo libro Una giornata nell’antica Roma. Vita quotidiana, segreti e curiosità perché è assolutamente da non leggere

io per esempio non l'ho comprato qualche tempo fa e non ci ho messo pochissimi giorni a leggerlo perché non era per niente avvincente

^_^

L'economa domestica ha detto...

The DRaKKar ha scritto
sono d'accordissimo con Gatti

a proposito (OT) se potete non procuratevi il suo pessimo libro Una giornata nell’antica Roma. Vita quotidiana, segreti e curiosità perché è assolutamente da non leggere

io per esempio non l'ho comprato qualche tempo fa e non ci ho messo pochissimi giorni a leggerlo perché non era per niente avvincente

^_^
Che strano... anche io non ci ho messo pochissimo a leggerlo e non l'ho trovato interessante. Addirittura non ho riflettuto sul fatto che i romani come ingegneri idraulici potrebbero dare le piste a tutti.... (PS hanno rubato la tecnica agli etruschi).

Phantoz ha detto...

Un giornalista locale ha intervistato Duke che, alla domanda "come risponde agli scettici che dicono che l'allunaggio è stata una burla registrata in uno studio cinematografico sotto la regia di Kubrick?", ha risposto "Allora dovrebbero esistere ben sei film, uno per ogni allunaggio". Risposta semplice, ma che non mi era mai saltata alla mente durante le mie discussioni con i lunacomplottisti.

danut ha detto...

Ma per favore, le interviste in ESCLUSIVA dopo 40 anni. Anche questo, secondo me, è sintomo dell'arretratezza culturale nei media italiani. Non so voi, ma per me l'intervista esclusiva dopo 40 anni non ha più niente di esclusivo. Sarà esclusiva solo per i fan di Giacobbo e compagnia bella di giovani cresciuti davanti a teleschermi a colpi di quiz.

Spero solo che il buon vecchio Angela non ci si metta a fare interviste esclusive con mammut e dinosauri.

Proprio in questi giorni gli astronauti hanno riparato il Hubble, lo shuttle Atlantis andrà in pensione. Quando ne parlerà la televisione pubblica italiana? Tra altri 40 anni con i figli di Giacobbo a mettere in dubbio l'esistenza di Hubble e dire che le foto erano realizzate nel retrobottega con effetti da quattro soldi?

Intanto mi guardo su youtube i video messi dalla Nasa giorno per giorno con la riparazione di Hubble e mi chiedo a cosa serva pagare il canone Rai?

DaC ha detto...

Finito di vederlo ora, proprio un bel servizio.
Impagabile il duetto Piero Angela 1967 (non sapevo che fosse stato lui l'inviato speciale!) e Alberto Angela 2009! :-)
Direi che l'argomento lunacomplotto è stato toccato con stile, con un'ovvia risposta di Gene Krantz.

FridayChild ha detto...

Alberto Angela ha affermato che sia Armstrong sia Aldrin disponevano di macchine fotografiche nella missione Apollo 11. Cio' contrasta con quanto letto qui. Qual e' la verita'?

Stefano ha detto...

Aldrin ha detto che prima di ripartire ha lasciato sulla luna alcuni oggetti, tra cui lo stemma dell'apollo 1 e i nomi dei cosmonauti russi periti nello spazio. Mi è venuta subito in mette quella storia dei fratelli Judica Cordiglia. Ma non era un falso?

toto ha detto...

L'ho visto e mi è proprio piaciuto. È vero arriva dopo quarantanni, ma se lo facevano 40 anni fa, non avrei potuto vederlo!

Marco M. ha detto...

Bella trasmissione quella di ieri sera. Ma era una replica, comunque godibile anche alla seconda visione.

paolo.sqf ha detto...

@Paul Gatti
La tua prova non ha alcune senso: per avere valore, una testimonianza deve provenire da tuo cuggino, con due g. Il tuo piano era ben congegnato, ma hai commesso un errore.

L'economa domestica ha detto...

Stefano ha detto...

Aldrin ha detto che prima di ripartire ha lasciato sulla luna alcuni oggetti, tra cui lo stemma dell'apollo 1 e i nomi dei cosmonauti russi periti nello spazio. Mi è venuta subito in mette quella storia dei fratelli Judica Cordiglia. Ma non era un falso?
Dubbi sulle registrazioni da torre Bert ce ne sono parecchi, ma, sia da parte russa che dagli Judica Cordiglia non sono mai venute spiegazioni pienamente plausibili sul fatto che fossero autentiche o meno.

@ Paolo Attivissimo: possiamo andare in Gran Bretagna a vantarci che noi abbiamo i filmati delle trasmissioni sullo sbarco sulla Luna e loro no? Così, per pura perfidia. Anzi, portiamo anche i DVD di "A come Andromeda"! Made in Italy, ovvio!

otello ha detto...

""Alberto Angela ha affermato che sia Armstrong sia Aldrin disponevano di macchine fotografiche nella missione Apollo 11. Cio' contrasta con quanto letto qui. Qual e' la verita'?""

no scusa e le foto dello sbarco sulla luna da dove le avrebbero prese?
con il cellulare? :)

tieni qui ci sono un po' di scansioni proprio dell'11:

http://history.nasa.gov/ap11ann/kippsphotos/apollo.html

sono di ottima qualità perchè avevano delle hasselblad da 6x6
(ancora oggi usate in studio e per i servizi di moda, per intenderci)

mentre qui trovi le altre:

http://www.apolloarchive.com/apollo_gallery.html

è molto interessante conviene farci un giro

ci sono anche tutte quelle che di solito non si vedono, storte mosse o semplicemente brutte

John Wayne jr. ha detto...

@otello

Credo che FridayChild si riferisse al fatto che "entrambi" avessero una macchina fotografica.
Paolo ha detto che Armstrong oltre al primo uomo sulla Luna era anche "il fotografo", e per questo non appariva mai nelle fotografie, quindi probabilmente FridayChild aveva dato per assunto che Aldrin non avesse una macchina fotografica (effettivamente anch'io avevo capito così, ma evidentemente avevo semplicemente tirato una conclusione che nel testo non appare. Paolo non dice: "Aldrin non aveva una macchina fotografica").

theDRaKKaR ha detto...

proprio bella questa puntata di Ulisse

ho gradito :-)

FridayChild ha detto...

E in effetti ho interpretato "Avevano una sola Hasselblad, e l'aveva Armstrong" come "Aldrin non aveva una macchina fotografica" anche perche' poco importa, se ce l'aveva, di che marca fosse!

Paolo Attivissimo ha detto...

FridayChild,

Non ho ancora sentito la frase esatta di Alberto Angela, ma penso ci sia un equivoco probabile.

Sul modulo lunare furono effettivamente portate due fotocamere Hasselblad. Una sola, però, era costruita per funzionare all'esterno, e soltanto quella fu portata fuori.

Per cui le foto durante la passeggiata sulla Luna di Armstrong e Aldrin furono tutte scattate con una sola fotocamera.

Non per nulla le foto della passeggiata sono tutte di un unico rullino/caricatore, l'AS11-40.

Paolo Attivissimo ha detto...

Stefano,

il cosmonauta russo Komarov della Soyuz 1 morì nel 1967, presumo sia quello a cui si riferisce Angela.

Sulla questione Judica Cordiglia: i segnali ricevuti sono probabilmente reali, ma la loro interpretazione è meno certa. Non dico di più perché è un argomento che voglio approfondire prima di dare un parere più preciso.

Paolo Attivissimo ha detto...

L'economa,

@ Paolo Attivissimo: possiamo andare in Gran Bretagna a vantarci che noi abbiamo i filmati delle trasmissioni sullo sbarco sulla Luna e loro no? -

In che senso? Ti risulta che la BBC non abbia una registrazione della propria diretta del 20 luglio 1969?

John Wayne jr. ha detto...

Alberto Angela dice che il fatto che Armstrong non appaia nelle fotografie fosse una sorta di "vendetta" del secondo uomo sulla luna nei confronti del primo. Lo dice comunque come una boutade non verificata, infatti la presenta solo come una divertente possibilità e si affretta a chiarire che il tempo per restare lì era limitato -come spiegato in precedenza, le finestre per la ripartenza erano tre di cui una già passata, se le avessero mancate sarebbero morti lì- e c'erano tante cose da fare (scattare fotografie al paesaggio, raccogliere campioni, lasciare le apparecchiature sulla Luna).

Willy ha detto...

A proposito di luna e missioni:
che ne pensate della mini serie Dalla terra alla luna?

L'economa domestica ha detto...

Paolo Attivissimo ha detto...
In che senso? Ti risulta che la BBC non abbia una registrazione della propria diretta del 20 luglio 1969?
Prendiamola alla larga, non vorrei rovinarti la settimana in maniera troppo violenta. A come Andromeda: esiste la versione girata in Italia (che ci ammorbano tutte le estati). La versione inglese è solamente frammentaria... Riporta il paragone allo sbarco sulla Luna, solo che la situazione delle registrazioni inglesi è moooooolto peggio.
La politica di Wiping inglese ha fatto più danni di Giacobbo.

Paolo Attivissimo ha detto...

L'economa domestica,

grazie delle info che mi hai mandato via mail. Tristi ma utili. Che pazzi, cancellare i nastri!

theDRaKKaR ha detto...

io non ho capito una parola di quello che ha scritto l'economa! :|

L'economa domestica ha detto...

@ theDrakkar

Ooopsss scusa! Allora la faccio corta: la BBC per varie ragioni ha cancellato le registrazioni di molti programmi girati tra gli anni cinquanta e la fine degli anni settanta (alcuni addirittura negli anni novanta!). Tra i programmi cancellati appunto, la versione inglese di "A come Andromeda", la copertura dello sbarco sulla Luna (sia BBC che ITV) e parte del Dr.Who.

Dan ha detto...

AL ROGO! AL ROGO!!!


"a proposito (OT) se potete non procuratevi il suo pessimo libro Una giornata nell’antica Roma. Vita quotidiana, segreti e curiosità perché è assolutamente da non leggere

io per esempio non l'ho comprato qualche tempo fa e non ci ho messo pochissimi giorni a leggerlo perché non era per niente avvincente."

Guardate ragazzi che non siamo nell'universo al contrario...