Cerca nel blog

2009/05/24

Le cose che non colsi - 2009/05/24

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di Marco Malatesta, citato con il suo permesso. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Cos'è il nerd porn? È qualunque oggetto, luogo, immagine o video che crei istantaneamente emozioni quasi orgasmiche in una persona appassionata di tecnologia. Per esempio, date un'occhiata a questa serie di foto dello Shuttle Atlantis pubblicata dal Boston Globe: se siete malati della peculiare bellezza che scaturisce dalla tecnologia e se gli spazi sconfinati vi attraggono irresistibilmente, capirete cosa intendo.

Strahollywood della radio svizzera RSI dedicato a Star Trek. Il podcast della trasmissione è disponibile qui. Sì, lo so che hanno scritto Treck. Li ho anche avvisati. Portate pazienza con questi infedeli che non capiscono l'entità del sacrilegio. Trovo insopportabile questa mancanza di fede... ops, citazione dalla saga sbagliata.

Trek Wars. A proposito di Star Trek, avete notato il robottino R2-D2 di Star Wars in un paio di cameo? No? Allora appagate la vostra curiosità con le schermate catturate qui.

Sciachimisti a Firenze. Telecamere vietate (di cosa hanno paura?), ma un lettore del Disinformatico prende appunti e mi manda un resoconto che evidenzia alcune perle, come quella delle scie degli aerei che servono per il controllo mentale pre-elettorale.

Ricordate i Visitors? La mitica serie TV in cui gli alieni buoni arrivavano sulla Terra e poi si scopriva che erano rettili che mangiavano topi e volevano conquistare il nostro pianeta? E' in arrivo una versione aggiornata: i primi spezzoni sono qui, e sembrano ghiotti. I fan riconosceranno le splendide e azzeccatissime fattezze di Morena Baccarin di Firefly.

Lego Star Wars. Parlando sempre di fantascienza e nerd porn, una nave corelliana di Guerre Stellari lunga quattro metri, fatta con il Lego, interni compresi, va assolutamente vista. Così quando il vostro partner si lamenterà di quanto siete malati di queste cose, potrete indicare Craig Steven, l'inglese che ha realizzato questo colosso insieme a un Millennium Falcon stupefacente.

Google introduce la traduzione automatica della mail di Gmail. Basta andare alla pagina Web del proprio account Gmail, scegliere Impostazioni e poi Labs e Traduzione del messaggio: compaiono due menu dai quali scegliere la lingua di partenza e quella di destinazione. Il divertimento è assicurato.

"Mai sottovalutare la larghezza di banda di un hard disk da un terabyte e di un'automobile". Tanenbaum lo disse in altri termini, consoni alla sua epoca, ma il concetto moderno è uguale: Amazon Web Services ha annunciato la disponibilità di un servizio di pubblicazione online di dati basato sulla spedizione fisica dei dischi. Uploadare un terabyte richiederebbe decine di giorni, mentre un hard disk può arrivare a destinazione ed essere montato e messo online in poche ore. Il servizio è riservato a chi ha esigenze dal terabyte in su.

Per chi è affascinato dai misteri della mente umana. Segnalo questo articolo dell'NPR statunitense sugli effetti neurologici permanenti, fisicamente misurabili, delle esperienze di pre-morte, quelle che secondo alcuni sarebbero eventi nei quali l'anima esce dal corpo e si avvia verso l'aldilà per essere poi richiamata.

Volete creare una burla per i vostri amici? Fake News Generator è in grado di generare pagine Web di notizie fasulle riguardanti una persona (demo qui).

Vedere con la lingua, percepire le direzioni con il tatto e altre espansioni sensoriali. Un affascinante viaggio di Wired negli esperimenti per amplificare i nostri cinque sensi o aggiungerne di nuovi, con effetti inattesi e scoperte che illuminano sulla neuroplasticità del cervello anche negli adulti.

La Cosa (The Thing). Non quella dei Fantastici Quattro, ma la supercimice installata dai sovietici nell'ambasciata statunitense di Mosca. Un dispositivo passivo che ascoltò le conversazioni dei diplomatici per sette anni prima di essere smascherato per caso. L'inventore: un certo Léon Theremin. Sì, quel Theremin.

Un teschio su Marte? No, la solita pareidolia abbinata alla credulità di certi ufologi. Ne parlano il Telegraph e MSN per due serie di immagini differenti.

Protesta anti-case discografiche. Non dei pirati, ma degli artisti. Brian Burton, meglio noto come Danger Mouse, uno dei due componenti dei Gnarls Barkley, non può pubblicare il nuovo album che ha completato perché è in corso una battaglia legale con la sua etichetta discografica (EMI), che ha bloccato l'uscita dell'album indefinitamente. Danger Mouse teme che la sua opera non potrà mai essere ascoltata da nessuno e quindi pubblicherà un libro di fotografie di David Lynch che s'intitolerà come l'album, Dark Night of the Soul, e includerà un CD vergine non registrato insieme alla dicitura "Per ragioni legali, il CD-R allegato non contiene musica. Usatelo come volete". Il suo album è ascoltabile in streaming su NPR.org. Usatelo come volete.

67 commenti:

jcasparschmidt ha detto...

belle le foto dell'atlantis. ma gli schiachimisti non hanno ancora segnalato quelle scie, quelle che gli shuttle formano durante il lancio? eppure dovrebbero averle notate! ;–)

Orsovolante ha detto...

nelle foto dello space shuttle, c'è ne una che mi aveva colpito già qualche giorno fa e reso molto "umana" tutta questa tecnologia spaziale.
Si tratta di quella della cabina di pilotaggio dove si notano (ci vuole la versione ad alta risoluzione)i pannelli che incorniciano i finestrini che recano gli evidenti segni di numerose operazioni di smontaggio e rimontaggio dovute alle ispezioni.
Io che faccio il tecnico sugli elicotteri ho immediatamente riconosciuto quelle viti riverniciate con il pennellino, quelle che la vernice non l'hanno più ma si vede, dal segno sulla cornice sotto, che in passato i tentativi sono stati fatti. I segni lasciati dai meccanici e gli spigoli lisi dall'uso. Un rivetto probabilmente riparato e anche lui riverniciato con il pennello...

Probabilmente a voi fa sorridere questo pensiero, ma io mi sono un po' commosso. Quelli sono i segni che trovate sugli oggetti usati e creati dall'uomo. Sono un po' la nostra storia e che forse un giorno saranno testimoni del fatto che l'uomo ha saputo staccarsi da terra per andare molto lontano.

la foto a cui mi riferisco in alta risoluzione è questa:

http://www.nasa.gov/images/content/348984main_cockpit_full_full.jpg

L'economa domestica ha detto...

You made my sunday :)

aleb ha detto...

Uploadare? Trovo che alcune parole inglesi funzionino bene anche italianizzate, altre no. Questa no ;-)
Comunque, ottimo blog!

Phayart ha detto...

R2-D2 sullo scafo dell'Enterprise è una fandonia bella e buona, alimentata dalla scarsa memoria dei fan, quel cupolotto luminoso è un dettaglio che già esisteva nel modello dei film precedenti, qui si può vedere abbastanza bene:
http://www.neutralzone.de/database/Federation/StarFleet/ConstitutionRefit05.htm
Arrivare al punto di scambiare un elemento preso dal modello originale per una citazione di Star Wars è quasi demoralizzante.

Paolo ha detto...

Per i fan di altre due serie di culto, vorrei far notare almeno altri due personaggi: Elizabeth Mitchell (la Juliet Burke di Lost) e Richard T. Jones (James Ellison di Terminator:The Sarah Connor Chronicles). Speriamo sia un bel remake, aggiornato alla fantascienza televisiva after BSG.

Cazzar Enemy ha detto...

A proposito di pareidolia, vi riporto un caso di tipo sonoro, ma non si tratta di Funky Town!
L'intero testo di una canzone iraniana sembra cantato in un italiano stentoreo ma tutto sommato comprensibile (soprattutto grazie ai sottotitoli). Il risultato è estremamente esilarante: http://www.youtube.com/watch?v=3sCMMhHOmDQ

Elle ha detto...

Stavolta ho notato anch'io qualcosa di anomalo nel cielo di Perugia e dintorni :)
Mezz'ora fa sono passati 10 aerei militari in formazione.
Mi sa che erano le Frecce Tricolori dirette a Castiglione del Lago per l' "Umbria Air Show".
Io non posso andare a vederle, che peccato! :(

http://www.unonotizie.it/5244-frecce-tricolori-in-umbria-festa-dell-aeronautica-umbria-air-show-a-castiglione-del-lago.php

Non sono riuscita a vedere le insegne per la lontananza e perchè gli aerei riflettevano forte il sole; tanto che, quando mi sono affacciata alla finestra richiamata dal rombo dei motori, all'inizio ho visto solo una decina di oggetti luminosi che si muovevano in formazione nel cielo.
Confesso che per un attimo (è durato pochi secondi) sono rimasta divertitamente perplessa: erano dieci palle di luce che "suonavano" come gli aerei ma di aerei proprio non sembravano avere la forma.
Poi hanno virato ed allora da palle di luce si sono trasformati in aerei veri e propri.
Mai vista una cosa del genere e credo proprio che non me lo scorderò mai :).
Ho capito che cosa prova una persona che vede delle luci anomale in cielo e pensa subito agli UFO.

Andrea Sacchini ha detto...

Paolo, non è da te! Ma come, fai un articolo con le chicche del momento e dimentichi l'uscita del nuovo libro di Giacobbo sulla fine del mondo nel 2012?

Che delusione!

:-DDD

Anonimo ha detto...

Anche se non è un'analisi prettamente tecnica, ci sarebbe questa spassosa recensione http://www.malvestite.net/2009/05/14/roberto-giacobbo-2012-la-fine-del-mondo/

LOL

Piero ha detto...

A proposito del libro di Giacobbo, invito qualcuno dotato di buona volontà a recensire opportunamente il suo libro su IBS (io l'ho già fatto).
Pare stia vendendo molto e questa non è cosa buona, perché lucra sulla credulità altrui ma soprattutto perché rischia di reclutare nuovi adepti del complottismo...

iMaccanici ha detto...

Ma nella serie di foto dello Shuttle Atlantis, nessuno ha notato l'iPod di Apple presente nella foto 28?

Apewithtools ha detto...

OT?
Provate ad inserire "dumbest" nel traduttore di google. Inglese italiano
http://translate.google.it/translate_t#

rob ha detto...

Paolo, non riesco a capire se dopo aver usato Fuwt la pagina creata col nome che ho inserito resta, e per quanto... cioè, tra qualche mese la pagina demo che hai fatto ci sarà ancora? Chi googlerà il tuo nome la vedrà tra i risultati?

Rodri ha detto...

Ero concentratissimo a seguire La Gaia Scienza (leggi: l'ascoltavo mentre piegavo il bucato) e con l'argomento Darwin Awards m'è sorta spontanea una domanda fondamentale.

Se lo scienziato di Viterbo... OPS ehm... se il ricercatore di Sanremo si decidesse a prendere un aeroplano per andare ad analizzare quelle benedette scie, aprisse il portellone venendo catapultato all'esterno, si sfracellasse sulla pista dell'aeroporto da dove è partito, riceverebbe il Darwin Award?

Ufo1 ha detto...

Scie com..ehm chimiche: Questa mi mancava;
Ho chiesto ad uno dei sostenitori della tesi, come sia possibile che abbiano messo al silenzio migliaia di scienziati e studiosi di tutto il mondo a proposito. Mi è stato risposto:
"Questo deriva dal fatto che ai posti di spicco, possono andarci solo le persone che sono allineate al nuovo ordine mondiale: un piano di lungo tempo iniziato agli inizi del XX secolo, dove poco a poco, solo le persone moralmente discutibili possono arrivare nei posti che contano per la comunicazione alle masse... come saprai... i patti di Sion..."
Giuro ... sto ancora ridendo.

Lys ha detto...

A proposito di Giacobbo: sapete se ha già messo le mani su questa perla?

http://nautilusmagazine.blogspot.com/2009/05/le-piramidi-della-discordia.html

Le piramidi nascoste sotto le colline sono affascinanti.
Le pietre sferiche che devono essere per forza collegate, invece, mi fanno pensare alla famosa frase "sarà solo una coincidenza?".
Infine non poteva mancare il calendario maya catastrofista...

enrico ha detto...

ancora coi protocolli dei savi di sion???

O_o..

Fry Simpson ha detto...

Apewithtools:Lol!
Non ci posso credere... Ma cosa è? Una specie di google bombing fatto coi feedback al traduttore di google?

Non può essere un errore casuale, dai!

Però lasciatemi fare un po' il bacchettone: non è molto bello da un punto di vista net-etico (se mi passate il termine) inquinare un social network a fini burleschi... Non trovate?

Fry Simpson ha detto...

Basta con 'sti protocolli di Sion... sono cent'anni che le peggiori menti della storia ce lo menano con quel falso storico ormai acclarato al di là di ogni ragionevole dubbio...

Ufo1 ha detto...

@FRY SIMPSON
Spero che non passino 100 anni anche per questa delle scie chimiche

Lady O ha detto...

>> Arrivare al punto di scambiare un elemento preso dal modello originale per una citazione di Star Wars è quasi demoralizzante



Pareidolia anche questa?

Anonimo ha detto...

Bè, non sapevo che fossi un porno-star XDDD

Viggen ha detto...

@ELLE:

Ah, ah, ah: io ci sono andato e tu no (a Castiglion del Lago).

Bellissimo spettacolo di aeronautica in generale, mi sono cotto come un pollo arrosto ma ne è valsa la pena, peccato che poi mi ci siano volute due ore e mezzo per fare 40 chilometri (1 e mezza solo per uscire dal parcheggio).

Carlo ha detto...

Paolo, vogliamo tutti sapere quando e se sarà mai in vendita il dvd con il meglio della tua carriera di attore porno e se nel cofanetto metterai mai un tuo poster omaggio per tutti i tuoi fans.........
:-)))))

Nome ha detto...

Sono un appassionato lettore di Paolo Attivissimo da anni e questa è la prima volta che scrivo un commento.
Premetto che sono entusiasta di questo blog, anche io sono uno scettico patentato (laddove scettico significa non credere supinamente a qualsiasi cosa ci capiti di ascoltare) e, cosa molto importante per quello che sto per raccontare, sono anche serenamente ateo.

Purtroppo la mia conoscenza dell'inglese è piuttosto limitata e non ho potuto apprezzare appieno il link riportate le cosiddette esperienze di pre-morte, ma mi preme dire che se vi potesse interessare io sono uno di quei casi e la mia esperienza, che descriverò qui di seguito in estrema sintesi, è stata pubblicata in forma anonima in una tesi di laurea che descrive diverse di queste esperienze.

Avevo 5 anni ed ero influenzato. Per via di una brutta tosse il pediatra mi prescrisse uno sciroppo per la tosse oggi non più in commercio. Pochi minuti dopo averlo assunto ho avuto uno shock anafilattico che mi ha provocato il soffocamento e - a quanto dicono i miei genitori - apparivo come morto. Nel tragitto che impiegò mio padre nel portarmi all'ospedale casualmente vomitai il pranzo (ero a testa in giù perchè i miei genitori sospettavano che avessi ingoiato una moneta) e grazie a questo potei ricominciare a respirare autonomamente prima ancora di arrivare all'ospedale. Rimasi in coma un giorno, poi mi svegliai e apparentemente non risentii di quelli che i miei genitori stimarono tra gli 8 e i 10 minuti di apnea.

Per tutta l'infanzia mi perseguitò un sogno ricorrente molto strano, fatto di tunnel, luci e strane immagini. All'età di 14 anni vidi un documentario che descriveva queste esperienze e la ricostruzione grafica delle esperienze mi causò uno shock fortissimo (svenni, ebbi la febbre per due giorni, rimasi inappetente) perchè ricordai in un solo momento tutta l'esperienza che avevo vissuto e avevo relegato solo all'inconscio onirico.

Ricordo adesso molto bene che nei primi istanti dopo il soffocamento vidi il mio corpo da fuori, dall'alto, con un tenue spostamento dello spettro della luce verso l'azzurro. Poi buio. Quindi mi ritrovai a guardare di nuovo da dentro il mio corpo e vedevo i miei genitori che mi aprivano le palpebre terrorizzati, ma non sentivo alcun rumore. Poi buio. Poi guardo di nuovo dai miei occhi e vedo sottosopra; in quel momento i miei genitori stavano tentando di farmi sputare la moneta che secondo loro avevo ingoiato. Poi buio.
Quindi mi ritrovo nel famoso tunnel: è enorme, io ero al centro e la mia distanza dalle pareti era incalcolabile, ma certamente abissale. La scena aveva in sè un enorme fascino, sebbene io in quel frangente non provassi alcuna emozione, alcuna sensazione e non stessi formulando alcun pensiero. Ero mera vista. E basta.
Scivolavo lungo il tunnel senza poter dire se stessi salendo, scendendo o procedendo in alcuna direzione se non verso il fondo, dove c'era una luce.
Dopo un'indefinibile durata di tempo mi ritrovo fuori dal tunnel, come in uno spazio cosmico senza stelle e la luce è diventata come un disco solare con una silouette nera davanti a esso.
Quando mi ritrovai davanti alla sagoma nera potrei dire che non sembrava avere profondità, come fosse ritagliata nel cartone nero.
Non appena mi fermai di fronte a essa, la figura alzò la mano destra e la avvicinò alla mia spalla sinistra. Io seguii il movimento di quel gesto e per l'unica volta in tutta l'esperienza vidi un pezzo del mio corpo: la mia spalla sinistra. La mano non arrivò a toccarmi quando una forza impressionante mi afferrò da dietro (e percepii la sensazione di possedere un corpo) e mi tirò indietro violentemente. Il disco e la figura diventarono un puntino, il tunnel scivolò via a una velocità spettacolare e poi niente.
Non ricordo la settimana che passai all'ospedale, non ricordo quasi nient'altro, ma quella esperienza la ricordo con estrema chiarezza, anche perchè la sogno ormai da quasi 30 anni.

Ci tengo a ribadire che sono ateo e che penso che tutta questa esperienza sia ascrivibile a un'allucinazione.

Dan87Khan ha detto...

Ma le foto della missione esistono ad una risoluzione maggiore?

Gian Piero Biancoli ha detto...

Il nerd porn... una sorta di tecno-Sindrome di Stendhal quindi.

Paolo Attivissimo ha detto...

Dan87Khan,

sì, bisogna cercarle negli archivi Nasa oppure usando Tineye.

Thomas Morton ha detto...

Ho pubblicato il mio resoconto della conferenza di Firenze:

la giornata di un debunker

moise ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
moise ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
moise ha detto...

Ciao Paolo e ciao tutti!
Sono Paolo Moisello 'Moise'l'autore delle 'Vignette AntiBufala' che ogni tanto appaiono sul DisInformatico.
Nonostante la mia conclamata imbranataggine informatica (devo essere uno degli ultimi non-facebookers del pianeta!) mi cimenterò nell'ardua operazione di iscrivermi a questa lista di commentatori! Questo, quindi, NON è un commento al 'post' di Paolo (peraltro rimarchevole!) bensì una prva tecnica di intromissione :-)
Ad majora Moisewww.flickr.com/photos/moisevivi/

www.fumetti.org/autori/moise.htm

Willy ha detto...

@moise:

devi inserire un < br > (senza gli spazi!) dopo il codice html per andare a capo.

Emanuele Ciriachi ha detto...

Nome,

davvero impressionante - è la prima volta che leggo un resoconto così dettagliato dell'esperienza del tunnel che, apparentemente, accomuna chi si trova in una situazione vicino alla morte.

Hai confrontato questa tua esperienza con altre persone che la ricordano?

Executor ha detto...

Paolo, mi sento _in dovere_ di ricordarti che Theremin si chiamava di nome Léon, non Leo. Comunque mi chiedo come abbia fatto, forse il Theremin stonava (asd).

Paolo Attivissimo ha detto...

Executor,

sistemato, grazie!

Nome ha detto...

Mi scuso innanzitutto per non essermi firmato. Il mio nick è Johnny e in questo ambito preferisco mantenere un po' di riservatezza perché non ho mai voluto far troppa pubblicità della mia esperienza.
Mi scuso inoltre per i diversi errori che ho commesso nello scrivere il mio intervento precedente, ma andavo di fretta e non ho avuto il tempo di rileggere.
Ovviamente visto che ho fretta anche adesso ci saranno anche qui erroracci vari. Chiedo venia.

@ Emanuele Ciriachi:

purtroppo non ho mai conosciuto direttamente alcun altro che abbia avuto questa esperienza, nè lo sto cercando perchè non mi piacerebbe finire in gruppi di esaltati religiosi che pensano che questa allucinazione abbia qualcosa a che vedere con religione o qualcos'altro. Sono fermamente convinto e lo confermo che si tratta di una mera allucinazione che però è incredibilmente realistica.

Se a qualcuno, per motivi di studio, interessasse un resoconto maggiormente dettagliato sono disponibile a fornirglielo.

Anonimo ha detto...

@ Nome: io ho spesso paralisi notturne e allucinazioni nella fase di addormentanto e risveglio, disturbi del sonno vari ecc. Tutte esperienze molto simili a quelle di rapiti dagli alieni o esperienze fuori dal corpo o viaggi in altri luoghi mentre il mio corpo se ne stava a letto. Questi eventi sono talmente frequenti che non ci faccio quasi più caso. Che si tratti di illusioni non me l'ha detto l'esperto (gli esperti però spiegano come funziona), l'ho capito da me proprio grazie al ripetersi di queste esperienze e a un sano spirito scettico che mi ha impedito di allarmarmi troppo e fare (o credere a) ipotesi fantascientifiche non dimostrate. Ammetto che tutte le volte che si ripete la cosa, in quel momento, emotivamente sono sempre coinvolto e spaventato, perché la mia coscienza è quasi spenta, ma quando questa subito dopo si riaccende, la paura e il disorientamento scompaiono. Il cervello è una cosa complicata, non ci si deve stupire se talvolta (e quando si dorme o si è sotto shock sono momenti propizi) funziona in modo alterato. Incubi e sogni vividi e coinvolgenti sono all'ordine del giorno, parecchie sostanze anche endogene possono esserne responsabili.
Poi c'è chi preferisce (perché lo desidera fortemente) che queste esperienze debbano per forza significare (e dimostrare) che c'è un aldilà, ci sono gli extraterrestri che ci fanno visite in cameretta, che c'è un'anima immateriale che si separa dal corpo o che diavolo d'altro salta in mente a questi qui.

otello ha detto...

beh una cosa molto più semplice, banale e comune è quando nella fase di dormiveglia capita quella sensazione di cadere di botto
senti come se ti mancasse un gradino, se cadi mentre immagini di camminare ecc

se non ricordo male è il momento in cui "stacchiamo" il controllo e il movimento dei muscoli

per quanto comune è molto particolare e realistica come sensazione, no?

Nome ha detto...

Sono sempre Johnny (Nome):

I latini credevano che il sonno fosse disturbato da due entità demoniache: gli Incubi e le Succube.
Vado a memoria, ma potrete certamente trovare informazioni più dettagliate su Wiki e altrove.
Gli Incubi erano demoni che si incubavano sul petto dei dormienti e gli suggerivano i brutti sogni, era colpa loro se svegliandosi in piena notte capitava di non potersi muovere.
Le Succube suggerivano i sogni bagnati.

La sensazione di totale immobilità dovrebbe essere ascrivibile a un difetto della gestione dello stato preipnoideo, ovvero del momento in cui il corpo si intorpidisce e comincia la fase REM.
A volte capita di svegliarci di soprassalto in quella fase e il corpo non risponde a nessuno stimolo. A me è capitato una volta, a miei amici più di una.

In Sicilia c'è la credenza che facendosi in questi casi tre volte il segno della croce sul palato con la lingua l'effetto svanisce. Ovviamente è una superstizione.

moise ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
moise ha detto...

@ Willy
Grasssssie :-)
Vediamo se ora funziona!
Ad majora!
Moise

Alfred Borden ha detto...

Paolo, hai letto la notizia secondo cui il software di un vecchio modello di cellulare Nokia (1100) sarebbe affetto da un bug che consentirebbe di aggirare i sistemi di protezione delle banche ed effettuare, così, delle truffe?

Info qui, qui e l'asta di un furbastro su eBay che vende il cell in oggetto a 500 € (!), qui.

Guido Q ha detto...

Quello che secondo me è interessante, nell'esperienza di pre-morte segnalata da Paolo, è che contiene degli elementi oggettivamente inspiegabili (sempre che le cose siano andate proprio come descritto nell'articolo). Una donna affetta da aneurisma cerebrale è stata "ibernata" in modo che tutto il sangue potesse esserle drenato dal cervello per facilitare l'intervento. Nella fase in cui il cervello era "spento", la donna ha "udito" le conversazioni dei medici e "visto" uno strumento chirurgico che non conosceva. Dopo il risveglio è stato possibile verificare che queste "percezioni" erano effettivamente corrette. D'accordo, questo non basta a provare che l'anima effettivamente sopravvive al corpo, ma è senz'altro qualcosa di ben diverso dagli abituali racconti del tunnel e della luce, che possono essere interpretati come si vuole. Se – e sottolineo se – il racconto è fedele, in questo caso abbiamo a che fare con dei fatti, e non semplicemente con delle esperienze soggettive. Tant'è vero che gli stessi medici hanno sospeso il giudizio sulla questione. Secondo me è qualcosa di molto interessante che la scienza dovrebbe indagare senza avere pregiudizi né in un senso, né nell'altro.

Guido

mattia ha detto...

Anche io ho delle strane sensazioni quando dormo. Mi capita spesso di sentirmi in compagnia e di sentire il corpo indurirmi.
Come se sentissi di essere attratto da quella persona... che deforma una parte del mio corpo senza nemmeno toccarmi.
Poi mi sveglio e ho una sensazione che sia stato tutto molto realistico. Peccato svegliarsi sempre sul più bello.
;)

Anonimo ha detto...

@Alfred:
25.000 euro. Il prezzo di un 1100 venduto mesi fa su eBay. Pare proprio sia afflitto da questo bug.
Comunque Paolo, se vuoi mia zia ne ha uno, nel caso tu volessi provare contattami pure :-)

Io l'ho letto su Hacker Journal, credo sia vero.

Iilaiel ha detto...

@guido

Direche prova semplicemete che, a meno di gravi danni nella corteccia superiore, il cervello non è mai realmente spento.... anchè perchè le uniche forme di spegnimento del cervello sono lo stato vegetativo permanente e la morte cerebrale. Mica bau bau micio micio.
Onestamente anche le esperienze di premorte sono influenzate dall'amibito culturale della persona. Nel medio evo, stando alle descrizioni, era normale vivere un giudizio con tanto di angeli e demoni ai piedi del letto. Nel 1800 le varie mode esotriche hanno introdotto nella cultura il tunnel & co.
Non tratta direttamente di esperienze di premorte ma spiega molto bene l'evolversi della percezione culturale della morte il libro di Philipe Aries "La morte e l'occidente" (tranqui è uno Storico, non un fuffaro).

Ora come ora le NDE e le OBE nonconformi al crisma mediatico non vengo pubblicizzate, per esperienza personale e per testimonianze sentite ti garantisco che il tunnel è solo una delle varie esperienza dissociative possibili in caso di privazione sensoriale da trauma o volontaria.

marti ha detto...

@johnny

La sensazione di totale immobilità dovrebbe essere ascrivibile a un difetto della gestione dello stato preipnoideo, ovvero del momento in cui il corpo si intorpidisce e comincia la fase REM.
A volte capita di svegliarci di soprassalto in quella fase e il corpo non risponde a nessuno stimolo. A me è capitato una volta, a miei amici più di una.
A me capitava da piccolo, verso i 10 anni, proprio come hai descritto.
Le prime volte tanto spavento, poi ho scoperto come risvegliare il corpo e infine dopo qualche tempo ha smesso :)
Strano, ho sempre pensato fosse solo un mio "bug" :P

marti ha detto...

io ho 4 nokia 1100 in casa: magari riesco a comprarmi la moto nuova, il furgone e qualche treno di gomme? :)

yari.davoglio ha detto...

Scusate se passo OT, ma ho appena scoperto un sito di film e documentari in streaming gratuito e fatto molto bene (la qualità dei video non è il massimo però): RTW

Guido Q ha detto...

Iilaiel,

il cervello in questione era a una temperatura di 15 gradi, privo di irrorazione sanguigna, e per di più con tutte le "periferiche" scollegate (gli occhi erano bendati e le orecchie tappate). Neanche questo è bau bau micio micio! :-)

Con questo non voglio buttarmi a pesce nella spiegazione fideistica, ma soltanto dire che in ogni caso si tratta di un fenomeno davvero strano. Secondo me, anche per dire che quel cervello era "acceso" è necessario un atto di fede.

Ciao,
Guido

Iilaiel ha detto...

@Guido Q

Appunto. Il cervello, se non è tecnicamente morto, non si spegne.... la privazione sensoriale è una fonte primaria di fenomeni dissociativi o di sogno lucido. I terminali sensoriali, comunque, li puo scollegare solo tagliando fisicamente i nervi che conducono gli stimoli al cervello.... ma in quel caso molto semplicemente non li recuperi più.
Ora io dubito che le abbiano cavato i timpani, tagliato i nervi conduttori uditivi, bruciato le retine, ecc.... giusto? Posto anche che in caso di incoscienza il senso che rimane più agganciato al reale è proprio l'udito non mi stupisco più di tanto che il suo cervello per superare un evento enormemente stressante e traumatico si sia focalizzato su qualcosa di familiare.

Se l'ecg non è piatto il cervello è attivo... se l'ecg è piatto il cervello è morto.

Anonimo ha detto...

Topone, mi spieghi due cose di astronautica che non ho mai capito?

* Come mai nei lanci di razzi e satelliti sembra sempre che i veicoli "vadano su in diagonale e a testa in giù" quando invece mi sa proprio che salgono belli dritti? Mi sembra strano che basti la rotazione della Terra per dare quell'effetto...

* Perché ogni volta che viene nominato il braccio dello Shuttle tutti specificano "costruito in Canada"? E' una specie di disclaimer in caso si rompa? Perché ho il sospetto che su una macchina simile ci saranno anche tante altre parti costruite fuori dal territorio USA, no?

Anonimo ha detto...

Ah, e un'altra cosa... Il modello di corvetta corelliana di Lego è brutto: gli manca il *poster nella cabina* (e con questo mi sono guadagnato nerd-karma ad autobotti...) - Vero che quella storia la conoscevi, neh?

Paolo Attivissimo ha detto...

Info,

i vettori non salgono verticalmente ma inclinano la propria traiettoria nella direzione nella quale vogliono orbitare. Non è che sembra che vadano in diagonale: ci vanno proprio (se ascolti le comunicazioni radio durante un lancio di Shuttle, sentirai il controllo missione scandire il valore di "downrange", ossia la distanza dello Shuttle in orizzontale rispetto al punto di lancio.

Sul fatto del "testa in giù", l'assetto di un vettore dipende da molti parametri, dall'aerodinamica alla collocazione dei serbatoi rispetto ai motori (se il serbatoio è sopra, le pompe non devono lottare contro la gravità e l'accelerazione per alimentare i motori).

Per il poster, intendi quello di Playboy?

luigi ha detto...

Philippe Ariès
" L'uomo e la morte dal Medioevo ad oggi" Laterza
( L'homme devant la mort 1977 )

Poorman ha detto...

Questa è bella... il proxy dell'ufficio mi impedisce l'accesso al sito "Fake News Generator" segnalato da Paolo. Lo classifica "Adult content". Devono aver saputo della carriera di "nerdpornoattore" di Paolo!!! :-D

Poorman ha detto...

L'uomo e la morte dal Medioevo ad oggi
Seguirà "L'uomo e la morte dalla Preistoria al Medioevo" ?

Anonimo ha detto...

Yay! E così il mistero della diagonale ha una risposta! Grazie Paolo!

Il poster era ovviamente quello, sì...

Ora se mi sai anche dire la storia del braccio canadese stasera vado a dormire sereno.

Paolo Attivissimo ha detto...

Info,

il braccio (Canadarm) è quasi integralmente realizzato in Canada, a parte (se non ricordo male) le parti composite che collegano le articolazioni.

Che io sappia, non c'è nessun disclaimer; credo che i giornalisti lo dicano perché è una nota di colore.

Il resto dei componenti dello Shuttle, per quanto mi risulta, è fabbricato in USA.

Gwilbor ha detto...

x Info:

Il fatto è che non devi pensare che siccome l'orbita sta in alto allora basta dirigersi lassù, la cosa più importante ancora è acquistare velocità orizzontale per far si che lo shuttle ci *rimanga* lassù in orbita, altrimenti una volta esaurita la spinta il razzo rallenta e ricade a terra!

Bruno ha detto...

Paolo, scusa l'OT

Visto che sei amante dei gatti, dai un'occhiata a questa foto.
La ritengo fantastica
Se poi guardi anche le altre, sono favolose

http://snipurl.com/itfgz

stecap ha detto...

OT ma non troppo... Ricordo, anni fa, di aver visto un frammento di film in cui una coppia di astronauti su Marte (credo) si imbatteva in qualcosa semisepolto nella sabbia. Dopo averlo rigirato si accorgevano che si trattava di un teschio. Se continuo a ricordare giusto (ma potrei sbagliarmi su questa seconda parte) sfoderavano una pistola e si dirigevano verso una specie di città sbbandonata. Me lo sono sognato o effettivamente si tratta di un film?

Grazie e complimenti a Paolo per la qualità del suo lavoro.

nubia ha detto...

Bellissime le foto della navicella Atlantis.
Tra l'altro, ho pensato: com'e' che hubble riesce a fare foto cosi' nitide dello shuttle, che rimane nello spazio solo per brevi periodi, e MAI nella storia ha fotografato astronavi aliene, che sembrano scorazzare nei cieli terrestri quotidianamente?

Fry Simpson ha detto...

L'interfaccia Web del brain controller mi dà "404 error" se tento di controllare il cervello del Comandante.

È normale?

Giulia ha detto...

allora tutti gli appassionati di nerd porn dovrebbero dare un occhiata al primo social magazine in italia

http://www.dillinger.it/