Cerca nel blog

2015/01/30

Dopo i cerchi nel grano arrivano i cerchi nella sabbia. Da Zurigo

Non bastavano le polemiche intorno ai cerchi nel grano: adesso iniziano a comparire anche i cerchi sulle spiagge. Anche nella versione balneare pare chiaro che gli alieni o i militari non c'entrino proprio nulla e che si tratti semplicemente di forme d'arte create da persone normalissime, come dimostrato da questi esempi magnifici.

Ma di recente è stata resa pubblica la documentazione di un cerchio nella sabbia che sicuramente non è stato tracciato da mano umana. Tutto da riconsiderare, allora? Abbiamo finalmente le prove che ET non ha niente di meglio da fare, dopo miliardi di chilometri di viaggio, che piegare un po' di spighe o fare disegni sulle spiagge?

No: il disegno che vedete qui sopra è stato realizzato da BeachBot (video), un robot che traccia nella sabbia disegni preprogrammati (ma è anche comandabile a mano) usando un rastrello nel quale ogni singolo dente è comandabile separatamente dagli altri. In questo modo è possibile cambiare larghezza e struttura del “tratto” del disegno. Le sue ruote ultramorbide non lasciano tracce nella sabbia. BeachBot è il frutto di una collaborazione fra la Disney Research e un gruppo di studenti del Politecnico Federale di Zurigo.

14 commenti:

NK ha detto...

...e i cerchi nella neve lasciati con il freno a mano dove li mettiamo?

Epsilon ha detto...

Piccolo refuso: baleneare... a meno che non intendessi che i cerchi sono creati dalle balene che si spiaggiano :-)

Paolo scripsit:
"BeachBot è il frutto di una collaborazione fra la Disney Research e un gruppo di studenti del Politecnico Federale di Zurigo"

No... va, beh... insomma... prima dici che è tutto normale, poi come al solito scava, scava e salta fuori che CI SONO DI MEZZO I FEDERALI!!!11!!!UNO!!!DUE-UNO!!111!1^2!!!
:-D

Gabriele ha detto...

preferisco le padelle nella sabbia
http://s-p-e-e-d-y-b-l-o-g.blogspot.it/2014/10/prendere-il-sole-in-padella.html

Sbronzo di Riace ha detto...

anche questa è una bufala mi pare?

http://corriereinnovazione.corriere.it/sistemi/2015/26-gennaio-2015/temperatura-casa-come-farla-salire-due-gradi-senza-spendere-230893370826.shtml

Harry Haller ha detto...

Piccolo refuso, "separatemente" nell'ultimo paragrafo.

granmarfone ha detto...

Cena a lume di candela… solo voi due, tu e lei… anzi: lei davanti a te, ti guarda con occhi luminosi… la temperatura si alza.
Inevitabile e scientificamente provato!
Si alza, si alza, cavolo se si alza!

martinobri ha detto...

Ci sono modi più interessanti per lasciare segni circolari sulla sabbia.


Giuliano47 ha detto...

Tanto per rimanere in tema: anche sulla Luna vi sono segni sulla sabbia anzi, sulla regolite.

Questo, che messaggio alieno è? Chi lo sa decifrare?
http://history.nasa.gov/ap15fj/photos/qq/033.jpg


granmarfone ha detto...

Devono essere messaggi di un alieno che visita anche la Terra.
Lo stesso tipo di segno (e anche - più numeroso - un altro segno di forza opposta) lo si vede spessissimo in alcuni locali di stazioni di servizio sulle autostrade.
Ho notato che essendo di forza opposta questi segni solitamente si attraggono; anche se, per la verità, ho visto che in alcuni casi le leggi fisiche vengono bellamente e disinvoltamente stravolte con attrazione tra segni della stessa forza…

Paolo Attivissimo ha detto...

Harry,

refuso sistemato, grazie!

Paolo Attivissimo ha detto...

Epsilon,

grazie anche a te della segnalazione. Refuso corretto Mica male, due errori in tre paragrafi. Sto diventando dislessico. Scusatemi.

Giuliano47 ha detto...

Paolo, stai diventando dislessico? E' tipico dei rettiliani, e comunque sei in buona compagnia: http://tinyurl.com/pdx879o

pgc ha detto...

mi chiedevo come facesse questo robot ad essere così accurato. Il GPS non basterebbe. Ho capito che in realtà vengono piantati alcuni paletti catarifrangenti ai limiti dell'area da disegnare (visibili nei filmati), che beachbot usa per triangolare la sua posizione relativa con una precisione di un cm utilizzando un laser installato a bordo. Forse per questo tutti i presenti sono vestiti di nero.

Inoltre il "disegnatore" passa al robot il disegno finito. E' il s/w di bordo che crea la traiettoria giusta.

Geniale.

Claudio (l'altro) ha detto...

Sono l'unico ad essere stupito dall'esistenza della divisione ricerca della Disney? :)
Non è che stanno complottando per conquistare il mondo con la versione cattiva di Wall-E? :D