Cerca nel blog

2016/04/28

“Ti Porto La Luna” arriva in Abruzzo domani e sabato

Sono in viaggio verso l’Abruzzo, dove sarò insieme a Luigi Pizzimenti per una tappa di Ti Porto La Luna edizione 2016: il tour che porta in giro per l’Italia un campione di roccia lunare raccolto dagli astronauti della missione Apollo 14 nell’ormai lontano 1971 (le tappe sono su Tiportolaluna.it). Non per la solita esposizione in museo, ma per essere visto da vicino e per far raccontare la propria storia da Luigi e dai suoi colleghi e compagni d’avventura Paolo Miniussi e Paolo D’Angelo, reduci da un viaggio a Houston proprio per ritirare in prestito questa roccia dalla NASA. In Abruzzo sarò io il co-conduttore, insieme a Luigi, degli appuntamenti di Ti Porto La Luna:

– venerdì 29 aprile alle 21 a Sant’Omero (Teramo), alla Sala Marchesale in piazza Dauri

– sabato 30 aprile alle 10 ad Ancarano, all’Auditorium Comunale (incontro pubblico con gli alunni delle scuole)

– sabato 30 aprile alle 21 a Torano Nuovo (Teramo), alla Sala Polifunzionale A. Bizzarri.

Sto portando con me vari oggetti spaziali (alcuni firmati dagli astronauti Apollo), un po’ di copie del mio libro Luna? Sì, ci siamo andati!, del documentario Moonscape che ricostruisce con immagini originali restaurate il primo allunaggio (Apollo 11) e dei DVD con tutte le foto scattate dagli astronauti di Apollo 14. Ma soprattutto sto portando, insieme a Luigi, il racconto di un’avventura eccezionale testimoniata da un reperto eccezionale.

20 commenti:

rico ha detto...

Da ex-abuzzese (ho abitato a Pescara e Roseto), ti consiglio di fare un salto sulla costa a mangiare il pesce, lo sanno cucinare e non costa molto.

Gianluca Atti ha detto...

Il Tuo entusiasmo, Paolo, traspare anche solo nel leggere le poche righe dell'articolo! Grazie per questa Tua e Vostra (gli altri del gruppo: Luigi, e gli altri due Paoli) passione! Continuate così, Grazie!!! :-)))

g_the_b ha detto...

e in toscana, quando?

Mattia Bulgarelli (K. Duval) ha detto...

Una domanda per Paolo Attivissimo: sarai presente all'appuntamento del 7 Maggio a Gaiba? Non lo vedo nella colonnina "prossimi appuntamenti" e quindi presumo di no. :(

Questo: http://www.musef.it/news/item/69-ti-porto-la-luna-a-gaiba.html

martinobri ha detto...

Signore mie, che le stiano attente a partecipare alle conferenze del sior Attivissimo!

"Gli uomini! Prima ti promettono la luna, e poi te la domandano"
(cit in A. Campanile, Trattato delle Barzellette, ed. Rizzoli, Milano 1961

Roberto Ferrero ha detto...

Peccato che non vieni anche a Boves (CN)

pgc ha detto...

"Ti porto la Lana", conferenza di un pastore abruzzese su la fisica del flusso di pecore attraverso un collo di bottiglia a seguire nella stessa sala.

bisonte_biscottato ha detto...

Firenze, Prato, Pistoia, Siena, Arezzo... nulla.. :-(

g_the_b ha detto...

@ pgc
[quote]
"Ti porto la Lana", conferenza di un pastore abruzzese su la fisica del flusso di pecore attraverso un collo di bottiglia a seguire nella stessa sala.
[quote]

... il link sul "bootleneck" non parte.
in compenso io conoscevo "Ti porto la Duna", conferenza tenuta da un bagnino della versilia sulla dualità onda particella (di mare e di sabbia, rispettivamente).

Andrea Gottardi ha detto...

@g_the_b

Ma anche di un meccanico torinese che parla della sua storia.

Io pensavo anche a una versione veneta, "Ti porto la *BEEP*"..

Stupidocane ha detto...

Andrea Gottardi,

Sarebbe un happening di sicuro successo.

Naturalmente, sempre in veneto, esisterebbe anche la versione per signore: " Ti porto la BEEEP".

Per i non veneti, il termine assomiglia al carro da guerra romano con cambio di vocale.

Stupidocane ha detto...

Che poi andrebbe bene anche in friulano ma al plurale, senza cambio di vocali.

g_the_b ha detto...

si vabè... ci possiamo sprecare nelle varianti di un fonema bisillabico genericamente teminante in "..na"
sta di fatto che il problema è un altro:
ci rendiamo conto che stiamo parlando di materiale (anche detto "roba") che, volenti o nolenti, ci giunge da un altro corpo celeste?
E, per inciso, ci rendiamo conto della portata della cosa?
Mi pare non ancora.
Tant'è che si caSSeggia liberamente sul tema.
Però, nel '69, alle tre o alle quattro di notte, svegliato dal babbo e la mamma, come (anti-manzonianamete) si direbbe, "io c'era".
Quel piede che violava per sempre tutti i sogni dell'uomo e ne schiudeva apparentemente infiniti altri, io l'ho visto (tito stagno compreso).
siamo sicuri che alla fine tutto si riduca a una questione di mo..?

nin zo, però apprezzo il l'altrui fatica.

pgc ha detto...

Biga? Non mi viene in mente nulla con cambio di vocale...

pgc ha detto...

il link era a questo articolo: http://journals.aps.org/pre/abstract/10.1103/PhysRevE.91.022808

Physical Review è tra le più quotate riviste di fisica teorica, per intenderci. E il problema del "clogging" ha un grande impatto in molti settori diversi da quello descritto.

Stupidocane ha detto...

g_the_b

Il motivo del nostro caSSeggiare è semplice. Non è la rima volta che Paolo porta in giro la roccia lunare e alcuni di noi hanno avuto il piacere di poterla ammirare da vicino.

Consiglio a tutti di andare a vederla. Le nostre disquisizioni goliardiche non inficiano lo stupore e l'emozione di trovarsi a tu per tu con un pezzo di un altro mondo.

Se ne avete la possibilità, prendete l'auto e fate anche un bel po' di strada. Sono sicuro che ciò che proverete davanti a quella teca, sarà valso il viaggio.

g_the_b ha detto...

mi sono riletto.
beh, un po' strappalacrime, lo ammetto. ma, vista l'ora, concedetemi l'attenuante di uno stato di evidente semincoscienza.
torno però a chiedere, insieme a bisonte_biscottato: ma da queste parti è previsto qualcosa?

e grazie a pdg per il link, che ora funziona.

Stupidocane ha detto...

pdg? E la "D" starebbe per... Demetrio?

;)

g_the_b ha detto...

no, starebbe per "ho sbagliato"

Luca ha detto...

Mi sono meravigliato che un evento così importante venisse in un piccolo comune di provincia. Io c'ero e devo dire che ci avete regalato un'emozione. Devo farvi i complimenti per come avete spiegato con passione la storia del frammento di Luna e soprattutto come avete invogliato i giovani a seguire i loro sogni.