skip to main | skip to sidebar
74 commenti

Antivirus gratuito per Mac, istruzioni

Come installare l'antivirus gratuito per Mac di Sophos


Visto che sto usando l'antivirus per Mac OS X di Sophos da un paio di settimane senza rallentamenti del computer e mi sto accorgendo di quanto malware ricevo soprattutto via mail, presumo che la stessa cosa possa accadere anche a voi e quindi penso possano essere utili delle istruzioni su come si installa questo antivirus, il cui difetto principale sembra essere la mancanza di un nome conciso: Sophos Antivirus for Mac Home Edition non scorre granché bene sulla lingua, per cui d'ora in poi lo chiamerò Sam.

Per prima cosa, controllate di essere connessi a Internet con il vostro Mac e di soddisfare due requisiti:

  1. Siete utenti Mac non commerciali
  2. Avete un Mac (Intel o PowerPC) con Mac OS X 10.4 (Tiger) o superiore

Fatto questo, andate a questo link del sito in inglese di Sophos e cliccare sul pulsante azzurro Free Download. Salvate il file savosx_72_he.dmg (60 MB) che vi viene proposto e poi apritelo.

Compare sullo schermo una finestra: ignorate pure l'icona Before You Install e fate doppio clic sull'icona della scatola (etichettata Sophos Anti-Virus Home Edition.mpkg).

Mac OS X vi chiede se siete sicuri di voler continuare. Cliccate su Continua. Nella schermata di benvenuto (in italiano, se il vostro Mac è configurato in questa lingua), cliccate su Continua. Nella schermata Informazioni importanti (in inglese nonostante il titolo), cliccate ancora su Continua; idem quando compare la licenza d'uso. Quando compare la richiesta di accettare la licenza, cliccate su Agree.

Scegliete il disco sul quale volete installare Sam e cliccate su Continua e poi ancora su Continua e Installa. Mac OS X vi chiederà la password d'utente o di amministratore: dategliela. Inizia la scrittura dei file sul disco. Al termine, cliccate su Continua e poi su Chiudi.

Chiudete pure le finestre d'installazione. Nella barra superiore della schermata del Mac compare uno scudo nero, sul quale potete cliccare per gestire l'antivirus (per esempio scaricando subito gli aggiornamenti con Update Now). Non occorre riavviare il Mac. Se siete curiosi di sapere se siete portatori sani di qualche virus per Windows (di solito Sam rileva principalmente questo tipo di malware), cliccate sullo scudo e poi scegliete Scan Local Drives. Buon divertimento, e non abbandonate la consueta prudenza solo per il fatto di avere un Mac e anche un antivirus.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (74)
Io gli av per mac li evito, il buon firewall e una giusta dose di prudenza ritengo possano bastare. OS X non è perfetto e questo i mac user come me lo ripetono sempre. Nonostante questo c'è gente che va in giro a scrivere che i mac user dicono che OS X è sicurissimo e non ha la minima falla. Ma questo è solo un tentativo di stereotipare la figura dell'utente mac per screditarla agli occhi della gente comune facendo credere che i detti utenti siano altezzosi o chissà che cosa. Cosa che non è vera. Ma è come quello che diceva della bugia che se la ripeti mille volte la gente finirà per crederci: ecco, molti utenti windows attuano quella tecnica nei confronti degli utenti mac. E anche se ora qua sotto arriverà la smentita o si ribatterà con altre accuse, lo sanno anche loro che è così.
Comunqque post del genere fanno sempre bene perché tengono alta la guardia ;)
grazie, installato dopo aver sentito il podcast la settimana scorsa...
molto ben fatto e leggero: ottimo antivirus anche se ho sentito critiche a chi l'ho proposto perché dicono non serva...
Io usando il Mac per la banca,carta di credito ecc e scaricando un sacco di schifezze da internet è meglio che lo tenga...
Grazie ancora per la segnalazione...
Per oscar

...Nonostante questo c'è gente che va in giro a scrivere che i mac user dicono che OS X è sicurissimo e non ha la minima falla. Ma questo è solo un tentativo di stereotipare la figura dell'utente mac per screditarla agli occhi della gente comune facendo credere che i detti utenti siano altezzosi o chissà che cosa.

Sono venuti qui utenti della Apple a dire proprio le cose che li dipingerebbero come stereotipi, secondo te. Se vuoi ti do i link, non si tratta di un caso, non si tratta di due, ma di più.
Prenditela con loro.
io uso, saltuariamente lo ammetto, ClamXav, anche lui gratuito, che differenza c'è con Sophos?
mi sto accorgendo di quanto malware ricevo soprattutto via mail

Scusa, Paolo, ma intendi malware per Mac?
Scusa, Paolo, ma intendi malware per Mac?

No, finora ho trovato solo malware per Windows.
http://img600.imageshack.us/img600/1347/schermata20101123a23052.png

uso il mac da un anno e mezzo, ho fatto lo scansione oggi con questo programma e ho trovato 0 Virus.
La posta di Google, prima di dare l'opzione di scaricare gli allegati ne fa - o dice di fare - una scansione alla ricerca di qualche porcheria. Paolo o altri sanno se è affidabile? A ogni buon conto ho scaricato e installato SAM già in occasione della precedente segnalazione di Paolo.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
1) Oscar (il primo commento)... lo dico con simpatia... e da mac-utente assoluto... il tuo commento è condivisibile, però mi fa sorridere il fatto che dichiari di voler di demolire l'idea che i mac-utenti "siano altezzosi o chissà che cosa", ma in realtà contribuisci di fatto anche tu a costruire questa idea, con il tuo dividere il mondo in due, parlare di complotti dei windowsiani per scredicare i macchisti, che dipingi come moralmente ineccepibili... :-)

2) Per Paolo: "No, finora ho trovato solo malware per Windows". Non capisco perché io, utente mac, mi devo preoccupare di filtrare il malaware per windows. Esistono sistemi immuni da tale malaware: il mac, o (per chi non vuole spendere niente), linux. Io li uso tutti e due. Il problema del malaware è tutto di coloro che scelgono windows, e se lo devono risolvere tra loro.

3) MI sembra che mettere un antivirus al mac sia come se io, pur non accusando nessun sintomo. prendessi ogni giorno quattro bustine di aulin, due dosi di sciroppo e tre tachipirine perché qualcuno ha detto che forse, se nei prossimi anni un giorno vado in Alaska con una maglietta a maniche corte, potrei prendermi un leggero mal di gola.
http://punto-informatico.it/3039272/PI/News/alureon-un-malware-senza-rivali.aspx

questo sembra interessante come virus:-)
2) Per Paolo: "No, finora ho trovato solo malware per Windows". Non capisco perché io, utente mac, mi devo preoccupare di filtrare il malaware per windows

Per non essere portatore sano.

Esistono sistemi immuni da tale malaware: il mac, o (per chi non vuole spendere niente), linux

No. Esiste malware anche per questi sistemi operativi

Io li uso tutti e due. Il problema del malaware è tutto di coloro sceglie windows, e se lo devono risolvere tra loro.

E' come dire che è inutile vaccinarsi contro le malattie: la colpa è di quegli stupidi esseri umani che non sono immuni. Che se la risolvano tra loro.
bah...
quando hai fatto l'altro articoletto, incuriosito, ho provato ad installarlo.
a parte la seccatura di tenere un'altra icona nella mia fin troppo affollata taskbar (lo so, l'icona è eliminabile, ma così perdi ogni possibilità di controllo sull'aggeggio...), direi che il suo più grande difetto è di non essere disattivabile.
l'ho installato, ho fatto un paio di scansioni, 0 minacce rilevate.
e sono circa dieci anni che sono passato a mac.
ho rarissimi scambi con persone che sono ancora al lato oscuro della forza: i contatti più stretti sono passati a mac dopo aver visto come lavoravo io, con gli altri ci si scambiano mail (in formato testo) e per i documenti si usano pdf standard. non ho office e se lo possono tenere.

conclusione: se fosse possibile installarlo e farlo girare una volta l'anno, così per scrupolo, potrebbe anche andare. ma di tenerlo attivo h24 proprio non sento l'esigenza.
non vado in giro in rete a dare il mio numero di carta di credito a gente incappucciata (e dire che da quando andai a studiare negli stati uniti, anni fa, faccio normalmente acquisti online usando la mia normale carta di credito, manco quella ricaricabile... esistono siti seri e siti meno seri: non ditemi che non siete in grado di riconoscere la differenza) e non ho faccio da tramite per materiale windows.
quindi per me...

detto ciò, da qualche tempo ho sul disco rigido iantivirus http://www.iantivirus.com/
che a differenza di questo, volendo, si spegne e se ne sta buono buono.
come detto, gli faccio fare una scansione 'na volta all'anno, o al semestre se proprio ho le paranoie.

il miglior antivirus resta quello che sbatacchia i tasti...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Perfettamente inutile
Ad oggi non esiste nessun tipo di malware pericoloso per mac, il miglior antivirus è il cervello.
Usando un provider di posta decente (gmail, oppure chiunque sappia fare un minimo il proprio mestiere) si riduce il rischio di ricevere virus (per windows) dalla posta, e anche se dovesse passare, ricevuto da un amico, il buon senso dovrebbe essere in grado di far riconoscere anche ad un idiota se una mail è un bel vairus
Mi fa anche un pò ridere chi dice che lo installa perchè usa il mac con la banca, a parte che nessun virus ti verrà mai a fregare il conto in banca, poi quale parte di NON ESISTONO MALWARE PER MAC non è chiara?
Certo se tu vai su unsito di phishing te lo meriti.
Pensatela come volete, io continuo a godermi (anche sul mio pc linux) la mia esperienza virus&antivirus free, voi divertitevi, e perchè no andate a comprare il norton appena esce mi raccomando :)
disattiva l'ON-ACCESS scanner e non avrai la protezione sui file aperti sul momento.
ciò che rimane è solo il check dei file su richiesta.

questo era il modo in cui usavo l'antivirus su winzozz.
questo è il modo con cui sto provando ad usare questo sophos.
più che altro la mia è la curiosità, io la mia password non la do a cani e porche (che cercano di sudarmi, e chi capisce capisce).
chi usa norton se li merita i virus.
Io uso avast free da un cinquino d'anni e ho trovato un solo virus, poi è ovvio che fare le statistiche con solo il caso personale è un attimo capzioso da entrambe le parti.
State tranquilli perché il 90% dei pc ha un windows qualunque, ma se il trend non si inverte fra 10 anni (meno?) la situazione sarà rovesciata ;)
Per lucac81

Perfettamente inutile
Ad oggi non esiste nessun tipo di malware pericoloso per mac, il miglior antivirus è il cervello.


Ah no?!?

http://tinyurl.com/2bycnyh

Ci si può mettere d'accordo sul significato di malware: questo esempio pare non sia dei più pericolosi. Ma esiste, e dal giugno 2009. E nulla esclude che in futuro verranno scritti codici ben più pericolosi e sofisticati, e che si diffonderanno.

Mi fa anche un pò ridere chi dice che lo installa perchè usa il mac con la banca, a parte che nessun virus ti verrà mai a fregare il conto in banca, poi quale parte di NON ESISTONO MALWARE PER MAC non è chiara?

Le ultime parole famose della Settimana enigmistica...
quale parte di NON ESISTONO MALWARE PER MAC non è chiara?

Questa.
@Accademia dei pedanti
Ti sei risposto da solo, è un malware ridicolo, QUANDO e SE iniziareanno a diffondersi cose più pericolose parleremo dell'esigenza di usare un antivirus, ad oggi non serve a nulla.
Per lucac81

Ti sei risposto da solo, è un malware ridicolo,

Interessante. Nel primo messaggio "Non esistono malware per Mac" (ripetuto due volte, per chi fosse duro di comprendonio. Nel secondo messaggio è un malware ridicolo (bisognerebbe sentire qualcuno che se lo è preso per avere un contraddittorio).
Al terzo messaggio chissà cosa ti inventerai...
Upps: dimenticata la parentesi chiusa ) dopo comprendonio.
D'accordo con tutti coloro (per fortuna molti) che affermano che il problema del malaware per mac (e per linux) esiste sì in teoria, ma in pratica no. Mai in vita mia ho sentito un utente mac dire "accidenti, ho beccato un virus che mi ha fatto il tale danno..." o frasi simili (e dove lavoro io almeno la metà delle persone usa mac).

Sull'obiezione di Paolo:
"E' come dire che è inutile vaccinarsi contro le malattie: la colpa è di quegli stupidi esseri umani che non sono immuni. Che se la risolvano tra loro".

Ia metafora non regge.

Non è così: usare windows è una scelta deliberata. Chi non è immune a una malattia non può cambiare il proprio corpo, e io devo essere solidale con lui e vaccinarmi.
Chi ha un sistema operativo non immune a virus può cambiarlo (anche gratis, se sceglie linux), e se sceglie di non farlo è un problema tutto suo.
Porto la mia testimonianza di umile utente Windows: è da quando esiste XP che non ho mai preso un virus neanch'io, e sul portatile non ho mai messo nessun antivirus.
Sul fisso ce l'ho, dato che scarico diverse nefandezze, ma non ho mai visto virus dove non mi aspettavo di trovarli.
E' sicuramente vero che il miglior antivirus è quello antropomorfo :-)

lucac81 ha commentato:
@Accademia dei pedanti
Ti sei risposto da solo, è un malware ridicolo, QUANDO e SE iniziareanno a diffondersi cose più pericolose parleremo dell'esigenza di usare un antivirus, ad oggi non serve a nulla.


Buffo, sei utente Mac e ti auguri il fallimento di chi li produce? No, perchè se la percentuale di adozione dei sistemi Apple continuerà ad aumentare, e al momento salvo grossi problemi non vedo perchè non dovrebbe, il SE non esiste.
usare windows è una scelta deliberata

Non per chi è dipendente e deve accettare le scelte del reparto informatico del suo datore di lavoro.
Per Paolo:

"Non per chi è dipendente e deve accettare le scelte del reparto informatico del suo datore di lavoro."

Accetto pienamente la tua obiezione e modifico la mia opinione relativamente all'aspetto di cui parli.

Nello stesso tempo tu sei però d'accordo sul fatto che, limitatamente a chi ha un computer personale a casa sua, vale ciò che ho detto io, giusto?
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Scusa, devo aggiungere un aspetto, relativo ai computer dei lavoratori dipendenti:
i datori di lavoro hanno responsabilità precise, stabilite dalla legge.
Sai benissimo che, per quanto riguarda le pubbliche amministrazioni, esistono precisi articoli del CAD che obbligano le amministrazioni a motivare perché sceglono windows e non linux.
E per i privati vi è comunque una responsabilità, appunto, privatistica.
Per cui se PA o privati scelgono windows, sanno benissimo che avrebbero potuto adottare sistemi immuni da virus e sono loro che devono anche adottare misure per contrastare le infezioni. Io da privato cittadino mac-utente non vedo perché devo attenuare a spese mie (anche in termini di tempo) le responsabilità di questi amministratori e dirigenti poco avveduti.
@Umhareel
ciao io sono un ex utente windows adesso ho solo 1 mac e un fisso con ubuntu e fedora.
ho usato per tanti anni windows e sinceramente non userei mai un XP senza antivirus+spybot+zoneallarm.
di virus con XP ne ho presi tantissimi ma anche per colpa mia perchè mi installavo giochi craccati quindi in questo caso è colpa mia però non dirmi che dopo un anno XP non diventava stranamente lento anche se facendo partire l'antivirus non travava niente di anomalo.
Per Marco

...però non dirmi che dopo un anno XP non diventava stranamente lento anche se facendo partire l'antivirus non travava niente di anomalo.

Cosa c'entra il funzionamento lento di Windows XP con i virus?
Ma ti sei accorto che si sta parlando di un antivirus, e nello specifico un antivirus per Apple? Ma è possibile che ogni volta che si nomina la Mela morsicata bisogna parlare male dell'altro?
@ Marco:
E' chiaro che se installi cose di dubbia provenienza i rischi decollano, quando intendevo "non ho mai visto virus dove non mi aspettavo di trovarli" secondo te cosa intendevo? ;-)
Sul fisso l'antivirus ce l'ho, e li ho sempre beccati prima che potessero fare danni, fermo restando che non lancio mai eseguibili di dubbia natura senza controllo.
Per quanto riguarda XP sono d'accordo a metà: è vero che se installi e disinstalli molti software, col tempo rallenta sensibilmente, ma è anche vero che sul portatile ho XP da più di 2 anni e, non avendo mai cambiato in maniera significativa la configurazione software, a parte gli opportuni aggiornamenti, è ancora veloce come quando l'ho installato la prima volta.
Con 7 il rallentamento mi sembra ancora meno visibile.
@Accademia dei pedanti ♂ : la mia intenzione non era di parlare male di windows anche se non amo i suoi sistemi operativi perchè non voglio flammare, volevo solo chiedere a un ragazzo se ha avuto la mia stessa esperienza con xp ecco tutto, poi non mi sembra di essere il primo ad aver portato l'argomento sui sistemi operativi windows.

mi scuso tanto con chi si è ritenuto offeso dalle mie affermazioni
Io da privato cittadino mac-utente non vedo perché devo attenuare a spese mie (anche in termini di tempo) le responsabilità di questi amministratori e dirigenti poco avveduti.

Farne solo un problema di poca avvedutezza è riduttivo e deviante. Ci sono aziende che non possono passare ad altri sistemi operativi per problemi logistici (devo cambiare svariate migliaia di PC o far seguire corsi a migliaia di dipendenti) con il rischio di perdere settimane di lavoro nel tempo che serve per imparare ad usare un nuovo OS [Infatti per questa ragione moltissime aziende usano ancora XP visto che si può e non passano a Vista/7], oppure per problemi tecnici (si usano software e programmi, spesso dedicati, e fatti per windows e che funzionano solamente sotto windows), o per problemi di assistenza (sanno come funziona una assistenza tecnica esterna su Windows oppure hanno tecnici specializzati che riconvertire spesso risulta non solo costoso, ma anche complicato).
Non si può ridurre il problema al solito "sono di strette vedute" se non passano a Mac/Linux. Usare un antivirus secondo me è importante comunque, qualunque OS si usi (io uso firewall e antivirus anche su Linux, nonostante non circoli per siti internet strani o scarichi programmi craccati): e se poi il virus di cui è portatore sano il mac privato dell´opratore sanitario infetta il computer della macchina che serve per farti la TAC (che usa programma dedicato scritto esclusiamente per Windows?) e tu devi aspettare altri 3 mesi per poter fare l´analisi?

Ci sono persone che usano Mac, altri Windows, altri Linux e che spesso lo fanno non per scelta, ma per obbligo (mia moglie per lavorare da libera professionista per alcune redazioni si è dovuta comperare un Mac). Chi può scegliere è giusto che scelga liberamente, ma per farlo deve essere sicuro che non venga penalizzato da un uso scriteriato o peggio volutamente penalizzante, che gli altri fanno della sicurezza informatica.
Se io sono immune ad una malattia, non posso adottare uno stile di vita pericoloso per gli altri solo perchè tanto sono immune.
L'ho scaricato ma leggendo i commenti m'è passata la voglia di installarlo.
Se c'è una cosa che mi piace del mac è che non è appesantito da un antivirus. La questione del portatore sano è poi un po' campata in aria perchè comunque se uno ha windows e gli arriva un virus dal mio mac (anche se non mi risulta sia mai successo) il suo potente antivirus lo deve rilevare. Se mettessi l'antivirus comunque lo riceverebbe da un'altra persona e così via.
So che sembra un po' menefreghistico come discorso, ma l'utente mac vede il virus come una minaccia talmente lontana che è difficile educarlo in tal senso.
Il problema dei virus è che sono autoimmunizzanti (+virus=+antivirus+complicati+pesanti=+nuovi virus...etc...) e soprattutto colpiscono la fetta più grande dell'utenza.
Ho smesso di fare entusiastica propaganda del mac con i conoscenti perchè so che un giorno, presto o tardi, saremo troppi per pasare inosservati.
Premesso che ho installato ClamXav sul mio iMac e ho trovato ed eliminato un bel po' di robaccia per Windows ricevuta via Spam.

Ad oggi NON esiste un malware per Mac in grado di superare lo status di semplice curiosità e di infettare un numero minimo di Mac senza la collaborazione attiva dei loro utilizzatori. Così va bene? :)

P.S. sono anni che me la menano col discorso "vedrai che quando Mac OsX sarà più conosciuto arriveranno anche i virus pericolosi per mac".
Uso OsX da quando è uscito (quasi 10 anni) . Sono ancora qui che aspetto :-D
Per Evk

P.S. sono anni che me la menano col discorso "vedrai che quando Mac OsX sarà più conosciuto arriveranno anche i virus pericolosi per mac".
Uso OsX da quando è uscito (quasi 10 anni) . Sono ancora qui che aspetto :-D


E infatti detto così è mal posto. Riformulo: "vedrai che quando Mac Os X sarà più diffuso a livello globale arriveranno anche i virus pericolosi per mac".
Mettiamoci nei panni dei creatori di codici ostili: ha senso realizzare qualcosa per colpire un gruppo di utenti che è attorno al 10% negli Usa, secondo IDC, e ancora di meno a livello mondiale? Il rimanente 90% usa PC di varie marche; anche se alcuni avranno sicuramente sistemi *nix, il grosso è ancora legato a Windows. Un attacco con possibilità di riuscita, banalmente, deve partire da lì.
Quanto un marchio sia conosciuto non è cosa che interessa a chi deve propagare un virus.
L'antispam si mangia di nuovo i commenti. Basta un link. Uffa...
Io uso da tempo iantivirus e non ho mai rilevato nulla. Forse dipende dal fatto che non uso screensaver, non vado su siti porno, non clicco su banner a caso e prima di scaricare un allegato dalla e-mail (anche di un amico) controllo. Poche e semplici regole bastano per tenere un MAC OS X sempre pulito. C'è sempre da ricordarsi che sotto la veste grafica di un MAC c'è un sistema FreeBSD, il sistema più solido e stabile dell'informatica odierna.
Virus e malware saranno sempre più diffusi anche per MAC ma, come dicevo basta solo un minimo di attenzione.
@ John Titor #23 "Mai in vita mia ho sentito un utente mac dire "accidenti, ho beccato un virus che mi ha fatto il tale danno..." o frasi simili (e dove lavoro io almeno la metà delle persone usa mac)." AD 2001, file di Word dall'Università della Sapienza, ho dovuto riformattare l'hd e buttato il 20% circa dei file in archivio (per fortuna il back up non era automatico, così ho salvato l'hd esterno) e da allora lo ripeto sempre a tutti, occhio a quello che vi passano da Windows e a cosa scaricate!
Avresti potuto evitare di formattare il disco rigido. Io ho subìto seri danni da una ventina di virus per colpa della mia stupidità. Ho dato il mio portatile a mio cugino per qualche giorno, alla restituzione era stato infettato da circa 20 virus e relative varianti per complessivi 1400 files infetti.
Ho rimesso tutto a posto armandomi di tanta pazienza e senza dover riformattare.
Il problema non era il sistema operativo ma la mia sconsideratezza a darlo a quel fesso di mio cugino e la sua incapacità ad usarlo.
Se hai riformattato il disco rigido evidentemente non sei stato in grado di ripulirlo, operazione che può essere eseguita senza formattare.
Sei stato anche sconsiderato nel far entrare il virus nel tuo sistema.
Insomma, un'ottima società di antivirus come la Sophos decide di regalare un suo prodotto, e l'unica cosa che si legge in questi commenti è "ma tanto non serve a nulla" e "non voglio appesantire il Mac"...

P.S.
iAntiVirus è molto più leggero di Sophos perché riconosce solo i virus per OS X, peccato che abbia un bug che manda il processore al 100%; l'unica soluzione è riavviare.
É strano, ogni volta che si parla di Mac i suoi utenti sono sempre lì sull'offensiva a cercare di convincere (e di convincersi) che i soldi (tanti soldi) usati per comprare il loro pc (scusa, "Mac") siano ben spesi.
Da utente GNU/Linux posso dire solo una cosa, e l'ho appurata dopo tanta esperienza: gli utenti linux sono MOLTO più consapevoli dei rischi e dei difetti del loro sistema operativo, mentre gli utenti Apple sono sempre lì in giro a celebrare le virtù del loro Mac, credendolo la macchina perfetta.
Poi quando sento certe frasi: "quale parte di NON ESISTONO MALWARE PER MAC non è chiara?" me ne convinco sempre di più.
Evidentemente non si conosce neanche la definizione di malware, anche un ragazzino può creare un malware per Mac OSX (e anche per una qualsiasi distribuzione GNU/Linux, è chiaro!), è la consapevolezza di quello che si sta facendo la chiave di un uso intelligente del proprio sistema, e qui i "maccari" peccano.
Per quanto riguarda invece i malware che vanno a sfruttare falle del software, beh, Mac Osx non è di certo più sicuro di windows, dato che il codice sorgente (a parte pochi pezzi del kernel) è closed, e qui è la struttura open di GNU/Linux che fa la differenza.
Quindi, morale della favola, come al solito è l'utente finale che ha la maggior parte della colpa quando si becca malware, poi la percentuale cambia a seconda del sistema che si utilizza è chiaro.

Ps: ahhh se questo http://tinyurl.com/35g26yo fosse successo su linux!!
aaahhhh... duballs con 'sta storia del "quando mac sarà più diffuso vedrete cose..."
stiamo parlando comunque di centinaia di migliaia di macchine: se qualcuno facesse un virus per mac e fosse così semplice diffonderlo l'infezione sarebbe immediata ed a percentuali mostruose, visto che pochissimi usano un antivirus in maniera always on.
ma guarda un po', ancora nulla.
sono decenni (no, UN decennio :)) ) che sento dire "ma figurati! i mac hanno i loro malware e si inchiodano esattamente come gli altri!" dal t.c.n.s.d.c. (Tizio Che Ne Sa Di Computer) di turno.
sarà. io però nei due decenni in cui ho usato dos prima e windows dopo riformattavo mediamente ogni 6-8 mesi ed avevo rogne con i virus anche più di frequente. per non parlare di win 2000 (o era m.e.??) che aveva la grande novità del "ripristina sistema" con cui potevi tornare al sistema di prima che ti si sfanculasse tutto: bellissimo, sulla carta. peccato che ti ripristinasse anche i virus!!!
non c'era modo di eliminarli dagli archivi di sistema per il ripristino. format c e via così...
per me è stata la goccia proverbiale...
in dieci anni di mac, MAI una formattazione obbligata(lo faccio giusto quando cambio os e poi ripristino dal backup di time machine) e MAI un virus/trojan/malware/spyware/sfanculamento di alcun genere.
ma di certo sarà fortuna...

però qua il punto è diverso.
nessuno, tra utenti mac almeno minimamente consapevoli, ignora che vi siano possibili rogne, nè pensa che i sistemi *nix siano completamente immuni qualunque stupidaggine si faccia.

è però innegabile che alcuni sistemi siano più vulnerabili di altri. perchè? perchè meno diffusi, perchè più brutti, perchè puzzano? CHISSENEFREGA! mi danno meno rogne, si usano meglio. punto. questo è quello che mi interessa come utente.
poi è ovvio che la password di amministratore me la tengo per me, non rispondo a mail a casaccio, e sto attento ai siti che frequento.

firewall su, stealth mode attivato e vivo felice.
@Mattia:
a dire il vero osx è open, a parte pochi pezzi.
tutto darwin è open, quindi puoi tranquillamente far girare un computer con "osx" senza spendere un soldo.
l'unica cosa che è "closed" è praticamente la gui, che è quella che rende valida l'esperienza d'uso utente e che ne rappresenta il punto finale.
a dire il vero moltissimi utenti mac sono molto critici verso le scelte tecniche e commerciali di apple (io sono uno di quelli e no mi sento certo solo...), ma resta il fatto che AD OGGI osx resta la migliore scelta possibile.
non buona come vorrei che fosse, ma di certo la migliore.

riguardo ai bug di iphoto, nulla di nuovo: succede a tutti quelli che hanno la fregola dell'istallazione "PRIMO IO!!". qualunque utente (di qualsiasi sistema operativo) vagamente coscienzioso aspetta qualche giorno. a meno che non siano cose di cui non t'importa nulla ed allora...

riguardo a linux, di cui ho ENORME rispetto, purtroppo siamo ancora indietro.
proprio non apprezzando appieno alcune scelte di cupertino, qualche mese fa cercai di uscire da quella che a tutti gli effetti è una gabbia dorata. d'altra parte, se apple domani decidesse di fare un os che a me non piace e volessi trovare un'alternativa? così ho provato un po' di distro, alla ricerca di qualcosa di efficiente.
risultato?
ubuntu? un cassone.
mint? appena meglio, ma sempre un cassone. d'altra parte è sempre ubuntu...
fedora? inutilizzabile.
mandriva? peggio di fedora.
ho detto: "ok, proviamo a cambiare categoria"
ho preso arch e mi sono costruito il system pezzo per pezzo. niente da fare.
per ogni distro rogne inaudite per abilitare la retroilluminazione della tastiera, per il volume, per tutte le gesture multitouch, per i soft key e per gli osd.
batteria che con osx mi dura 7-8 ore (reali. uso leggero, ma reali) con linux non è mai andata oltre le 4.
mi spiace, inaccettabile.

al momento l'unica distro che "uso" alle volte è backtrack, ma perchè non è una distro "d'uso" ma di attività precisa: apri, lavori, esci. non è che ci fai girare il computer stabilmente.

quindi, mi spiace, ma al momento sono "bloccato" qua.
ripongo molte speranze in chrome os, ma finora non si vede l'orizzonte...
Per F e G

aaahhhh... duballs con 'sta storia del "quando mac sarà più diffuso vedrete cose..."

Mica tanto. Ancora qualcuno lo recita sbagliato, e scrive "quando mac sarà più conosciuto" (vedi commento n° 35). Meglio ripetere una volta in più che una in meno.

stiamo parlando comunque di centinaia di migliaia di macchine:

Scusa, a livello mondiale, e considerando solo quelle connesse a internet, ti paiono tante? Forse ancora non conosci il mercato dei PC.

se qualcuno facesse un virus per mac e fosse così semplice diffonderlo l'infezione sarebbe immediata ed a percentuali mostruose, visto che pochissimi usano un antivirus in maniera always on.
ma guarda un po', ancora nulla.


Hai detto bene: se qualcuno facesse. Ma perché mai dovrebbe? Quel qualcuno 9 volte su 10 avrà un utente Windows dall'altra parte della connessione internet. È semplice probabilità: sparando nel mucchio si fanno più vittime, e con meno colpi.

in dieci anni di mac, MAI una formattazione obbligata(lo faccio giusto quando cambio os e poi ripristino dal backup di time machine) e MAI un virus/trojan/malware/spyware/sfanculamento di alcun genere.

Insomma, se non è mai successo a te non è mai successo a nessuno in tutto il mondo. Il proprio ombelico come Regola Universale.

nessuno, tra utenti mac almeno minimamente consapevoli, ignora che vi siano possibili rogne,

Ah no, eh?
Temo che di utenti Mac minimamente consapevoli, soprattutto fra i più giovani, e fra quelli che non hanno mai avuto un PC in vita loro prima dell'Apple, non ne troverai. Ma tu cercali, cercali, e poi facci sapere.

nè pensa che i sistemi *nix siano completamente immuni qualunque stupidaggine si faccia.

Boh?!? La stragrande maggioranza degli utenti, che siano di Windows o di Apple, nemmeno sa che cosa sia *nix.

è però innegabile che alcuni sistemi siano più vulnerabili di altri. perchè? perchè meno diffusi, perchè più brutti, perchè puzzano? CHISSENEFREGA! mi danno meno rogne, si usano meglio. punto. questo è quello che mi interessa come utente.

Per esperienza ti posso dire che pochissimi ammettono, come te, di aver comprano un computer con la mela morsicata perché sono meno vulnerabili ai virus in quanto meno diffusi. Invariabilmente dicono che la Apple è il leader globale nella produzione dei computer e che non non ne esistono di migliori. Alcuni si arrabbiano perfino al pensiero di fare un test comparativo...

Io trovo un po' esagerato che si scelga un computer solo perché non prende i virus (considerati i prezzi elevati). Quando mi è capitato, per aver abbassato la guardia, ho eradicato il virus. Embè? Ci avrò perso un'ora o due, non una vita intera. Per me il PC è un hobby, non vivo con i minuti o i secondi contati.
Avevo la copia di riserva di tutte le cose importanti perché se si guasta il disco fisso non c'è sistema operativo che tenga, va gettato e si perde tutto quanto.
Errata corrige: di aver comprato.
Sono solo io ad usare da circa 15 anni sia Windows, Linux e MAC quasi contemporaneamente? Conosco molto bene i pregi e i difetti di tutte e tre le piattaforme e difficilmente ne parlo male, semplicemente mi adeguo se ci sono problemi. Windows è praticamente fondamentale per lavoro e giochi. MAC è praticamente fondamentale per lavoro. Linux è praticamente fondamentale se ti piace scoprire un nuovo mondo, sperimentare, smanettare e per lavorare (vedi su cosa gira il web). Cosa si nota da questa sorta di statistica? Si nota che: Se lavori, sei quasi sempre obbligato ad usare Windows e MAC, se giochi sei obbligato ad usare per forza Windows (anche se la tendenza sta cambiando dato che anche per MAC stanno uscendo titoli di tutto rispetto). Se vuoi capire come funziona veramente un sistema operativo e il web usi Linux. Ma il fatto è che, ad oggi, per me sono tutte e tre piattaforme indispensabili. I virus e ogni sorta di schifezza la si aggira con il cervello. Mi pare di capire che chi legge questo blog non sia proprio l'utonto medio... E allora finiamola di dire Window$ merda, Linux fiko e MAC alternativo.
Ogni persona usa il sistema operativo di cui ha bisogno e vive felice.
Ciao a tutti,
ho provato l'antivirus x un paio di settimane. Mi sembrava una cosa interessante, se poco invasivo, tenerlo li just in case.

Però mi ha rallentato spaventosamente TUTTE le applicazioni java. SAP Gui, Squirrel, VirtualBox. Quindi l'ho disinstallato (forse avrei comunque risolto disattivando l'on-access scan) preso da attacco di rabbia. Però adesso mi vengono i dubbi: non è forse meglio tenerlo comunque, anche senza l'on-access scan?
[i]"Scansionalo ancora, Sam!"[/i]
:-)
(PS: scusate, non ho resistito)
Cercando, solo per scrupolo, sulla rete e su siti autorevoli i bollettini di virus trovati e conosciuti per Mac, si rileva che l'ultimo trovato risale al 2005... Quindi non credo sia necessario istallare un anti virus per rimuovere qualcosa che non esiste.

Gaetano
@Pendanti...

"Insomma, se non è mai successo a te non è mai successo a nessuno in tutto il mondo. Il proprio ombelico come Regola Universale."

eggià, visto che lo spauracchio dell'anatema non funge, si passa alla statistica.
io portavo il mio caso personale come esperienza singola, tanto nell'uso (pluridecennale) della piattaforma windows che in quella (decennale) di mac.
e gli ho dato pari valore, ovvero esperienza singola, che ha portato alla mia decisione singola.
ma se vogliamo passare al discorso "a nessuno in tutto il mondo" mi spiace, ma è proprio la statistica a dire che i virus su mac non sono un pericolo significativo.
possibile.
non probabile, nè significativo.


"Temo che di utenti Mac minimamente consapevoli, soprattutto fra i più giovani
...
La stragrande maggioranza degli utenti, che siano di Windows o di Apple, nemmeno sa che cosa sia *nix."

anche questo non è granchè vero.
so di scatenare un putiferio, ma è un fatto che l'utente medio mac sia generalmente possessore di un alfabetizzazione informatica superiore rispetto all'utente windows.
innanzitutto, chi usa mac è, per una ragione o per l'altra, quasi sempre costretto a saper usare anche windows.
mentre non è affatto detto il contrario.
in più, chi usa mac difficilmente lo usa perchè se l'è trovato davanti: di solito a mac ci si arriva. con windows si inizia, perchè nel 90% dei casi è quello che c'è.
ed infine considera che apple è scarsamente diffuso tra il ragazzetto medio, proprio a causa delle sue caratteristiche: difficile giocarci (difficile, non impossibile. ma in ogni caso io mi trovo benissimo con la wii :D ), difficile avere contatti con altri ragazzetti winzozzari ("MA COME??? NIENTE MSN??? inutile!" comunque adesso c'è msn finalmente anche col video, per chi ne sentisse il bisogno...), ecc.. ecc...
l'utenza è piuttosto di professionisti del settore, o di studenti universitari, comunque gente per la quale "unix" è una parola sentita almeno qualche volta...


"Per esperienza ti posso dire che pochissimi ammettono, come te, di aver comprano un computer con la mela morsicata perché sono meno vulnerabili ai virus in quanto meno diffusi. Invariabilmente dicono che la Apple è il leader globale nella produzione dei computer e che non non ne esistono di migliori. Alcuni si arrabbiano perfino al pensiero di fare un test comparativo"

la tua esperienza è fallace, perchè non lo ammetto neppure io! :D :D :D :D
io non ho mai detto di aver comprato un mac perchè meno vulnerabile a causa della minore diffusione.
io ho comprato un mac per la migliore esperienza utente.
ed in questo, oggettivamente e come ho detto, anche con un po' di disappunto, non ne esistono di migliori.
il test comparativo lo faccio tutti i giorni: a lavoro uso windows, ed è un'agonia. per quindici anni, ho usato windows. insomma, non è che parlo di cose per sentito dire.

per esperienza, invece, spesso mi trovo a notare che chi trova chili di difetti in osx è chi ci ha giocherellato dieci minuti da mediaworld...


"Io trovo un po' esagerato che si scelga un computer solo perché non prende i virus (considerati i prezzi elevati). Quando mi è capitato, per aver abbassato la guardia, ho eradicato il virus. Embè? Ci avrò perso un'ora o due, non una vita intera. Per me il PC è un hobby, non vivo con i minuti o i secondi contati. "

ecco, questo spiega tutto.
per te non è un lavoro, e dai al tuo tempo un valore decisamente scarso.
io a casa sto davanti al computer un paio d'ore la sera. se avessi perso una sera a eradicare, mi sarei vagamente incacchiato.
infine, i prezzi.
un portatile medio con windows costa... diciamo 500-600 euro? 6/700? ok.
un macbook base costa 1000 euro, un modello medio 1200.
l'ibook g4 di mia moglie, pagato nuovo 1200 euro, è stato rivenduto dopo 4 anni (quattro) a 450 euro. il mio vecchio macbook, pagato sempre circa 1200, dopo 2 anni a 650 euro. un pc dopo 4 anni quanto vale?
Per F e G

"Insomma, se non è mai successo a te non è mai successo a nessuno in tutto il mondo. Il proprio ombelico come Regola Universale."

eggià, visto che lo spauracchio dell'anatema non funge, si passa alla statistica.


Forse non ti sei accorto che qui sul Disinformatico interessano dati, date, fatti misurabili, specifiche tecniche: in una parola, numeri. Non ti piacciono? Padronissimo. Ma lasciati dire che hai sbagliato forum.

ma se vogliamo passare al discorso "a nessuno in tutto il mondo" mi spiace, ma è proprio la statistica a dire che i virus su mac non sono un pericolo significativo.

È difficile essere derubati in Islanda, quindi non porto né carta di credito né traveler's cheque: solo contanti. Libero di fare l'affermazione, e di crederci: ma non pretendere che ti si dica che hai ragione, e che è un comportamento furbo.

...è un fatto che l'utente medio mac sia generalmente possessore di un alfabetizzazione informatica superiore rispetto all'utente windows.

Allora qui vengono solo a gli utenti di Apple analfabeti, che cosa ti devo dire!
Se vuoi ti do un link a uno scambio di battute di nemmeno un mese fa.

innanzitutto, chi usa mac è, per una ragione o per l'altra, quasi sempre costretto a saper usare anche windows.

Probabilmente sì: ma non si diventa mica esperti informatici usando due sistemi anziché uno solo; soprattutto quando si è "costretti" a utilizzare l'altro solo per operazioni di routine standard, molto ripetitive.

l'utenza è piuttosto di professionisti del settore, o di studenti universitari, comunque gente per la quale "unix" è una parola sentita almeno qualche volta...

Anche linux: intendevo dire che non hanno mai provato ad operare davvero su un computer con quel sistema operativo; conoscono il nome.

"Per esperienza ti posso dire che pochissimi ammettono, come te, di aver comprano un computer con la mela morsicata perché sono meno vulnerabili ai virus in quanto [...]

la tua esperienza è fallace, perchè non lo ammetto neppure io! :D :D :D :D


La frase «è però innegabile che alcuni sistemi siano più vulnerabili di altri. perchè? perchè meno diffusi, perchè più brutti, perchè puzzano? CHISSENEFREGA! mi danno meno rogne, si usano meglio. punto. questo è quello che mi interessa come utente» l'hai scritta tu, non io.
Se vuoi dare un senso diverso alle tue parole, fa' pure: ma non prendertela con me.

il test comparativo lo faccio tutti i giorni: a lavoro uso windows, ed è un'agonia. per quindici anni, ho usato windows. insomma, non è che parlo di cose per sentito dire.

Ma va' là. Sei un altro aspirante direttore ufficio marketing della Apple; ma ci vuole ben altro, non basta la buona volontà e ripetere come un mantra le parole "usabilità" "affidabilità" e "esperienza d'uso", qualsiasi cosa significhino.

io a casa sto davanti al computer un paio d'ore la sera. se avessi perso una sera a eradicare, mi sarei vagamente incacchiato.

Hai l'incacchiatura facile. Chissà quando ti si buca una gomma e la devi cambiare sotto la pioggia... O quando la pubblica amministrazione fa una vaccata e devi perdere metà giornata presso i loro uffici a far capire che hanno fatto una vaccata (in Italia non è raro).

l'ibook g4 di mia moglie, pagato nuovo 1200 euro, è stato rivenduto dopo 4 anni (quattro) a 450 euro. il mio vecchio macbook, pagato sempre circa 1200, dopo 2 anni a 650 euro. un pc dopo 4 anni quanto vale?

Ecco le alte argomentazioni per pagare di più: dopo i sistemi Mac OS X immuni ai virus, ora l'usato Apple che si deprezza meno dei PC. Un ragionamento validissimo, non c'è che dire: notoriamente, noi utenti siamo tutti commercianti di PC usati...
Errata corrige: vengono solo gli utenti
Per Gaetano

Cercando, solo per scrupolo, sulla rete e su siti autorevoli i bollettini di virus trovati e conosciuti per Mac, si rileva che l'ultimo trovato risale al 2005... Quindi non credo sia necessario istallare un anti virus per rimuovere qualcosa che non esiste.

Cerca meglio, proprio su questo sito:
http://attivissimo.blogspot.com/2010/06/mac-girano-salvaschermo-e-applicazioni.html
Articolo del giugno di quest'anno. Chiamalo malware o spyware, non importa: se non stanno sul proprio PC, è meglio.
@Pedanti:
vedo che cominciano a mancare argomentazioni, quindi non mi farò trascinare in un battibecco su mere opinioni.
solo vorrei precisare:

"Forse non ti sei accorto che qui sul Disinformatico interessano dati, date, fatti misurabili, specifiche tecniche: in una parola, numeri. Non ti piacciono? Padronissimo. Ma lasciati dire che hai sbagliato forum."

appunto.
i numeri, dati e fatti misurabili dicono che i mac sono molto meno attaccati dai virus.


"La frase «è però innegabile che alcuni sistemi siano più vulnerabili di altri. perchè? perchè meno diffusi, perchè più brutti, perchè puzzano? CHISSENEFREGA! mi danno meno rogne, si usano meglio. punto. questo è quello che mi interessa come utente» l'hai scritta tu, non io.
Se vuoi dare un senso diverso alle tue parole, fa' pure: ma non prendertela con me. "


non me la prendo con nessuno, figurati...
solo mi chiedo quale parte di "mi danno meno rogne, si usano meglio [...] questo è quello che mi interessa come utente" non riesce ad esserti chiara.
magari non hai visto il punto interrogativo tra la parte "ipotesi iperbolicamente assurde" e "chissenefrega".

pazienza...



"Ma va' là. Sei un altro aspirante direttore ufficio marketing della Apple; ma ci vuole ben altro, non basta la buona volontà e ripetere come un mantra le parole "usabilità" "affidabilità" e "esperienza d'uso", qualsiasi cosa significhino."

vado qua e là, secondo le necessità.
quando vorrai sapere cosa significano le parole "usabilità" "affidabilità" e "esperienza d'uso" comprati un mac.
io invece non capisco a cosa serva continuare a ripetere come un mantra frasi come queste...
almeno fammi il favore di progettare un sistema operativo che sia migliore di quella ciofeca di osx, visto che lo sto cercando disperatamente da anni.
così mi posso licenziare dalla apple e diventare direttore marketing di casa tua.


"Hai l'incacchiatura facile. Chissà quando ti si buca una gomma e la devi cambiare sotto la pioggia... "

hai ragione ho difficoltà a gestire la mia ira.
non come gli altri, che difatti annoverano sempre le gomme a terra in autostrada sotto la pioggia tra i momenti ilari e gioviali di una vita altrimenti tristarella...


"Un ragionamento validissimo, non c'è che dire: notoriamente, noi utenti siamo tutti commercianti di PC usati..."

fate male: io ho aperto partita iva ed adesso campo con i proventi dei due mac che ho venduto con lauto guadagno.
e pensa che a volte vendo persino le macchine, quando devo cambiarle. so che non ci crederai ma l'anno scorso ho venduto pure la macchina fotografica...
purtroppo non posso permettermi di dare alle fiamme le mutande ogni sera e di comprarmi un maglione nuovo ogni volta che è da lavare.
che ci vuoi fare? noi utenti mac siamo povera gente...
in più, chi usa mac difficilmente lo usa perchè se l'è trovato davanti: di solito a mac ci si arriva ...
ed infine considera che apple è scarsamente diffuso tra il ragazzetto medio, proprio a causa delle sue caratteristiche ... l'utenza è piuttosto di professionisti del settore, o di studenti universitari, comunque gente per la quale "unix" è una parola sentita almeno qualche volta...


Scusami ma elevare la propria esperienza o il prossimo pensiero a verità assoluta mi sembra un poco eccessivo (Nemmeno una volta hai specificato che si tratta di un tuo pensiero o una tua analisi personale). Io non mi sognerei mai di dire che al mac ci si arriva per obbligo o per tradizione ormai non più sensata, visto che questa è la mia esperienza.

per esperienza, invece, spesso mi trovo a notare che chi trova chili di difetti in osx è chi ci ha giocherellato dieci minuti da mediaworld...

Visto che sembri sicuro, posso chiederti quale è la tua esperienza concreta e perchè puoi sostenere questa frase? Lavori in un grande negozio di elettronica o in un apple store? (preciso che sto chiedendo seriamente, non sono ironico)
@Lorenzo
Però mi ha rallentato spaventosamente TUTTE le applicazioni java. SAP Gui, Squirrel, VirtualBox. Quindi l'ho disinstallato (forse avrei comunque risolto disattivando l'on-access scan) preso da attacco di rabbia. Però adesso mi vengono i dubbi: non è forse meglio tenerlo comunque, anche senza l'on-access scan?

Prova solo a disattivare la scansione all'interno degli archivi, lasciando la scansione on-access attiva.
Credo sia un problema legato ai jar.
F e G ha commentato:
...
quando vorrai sapere cosa significano le parole "usabilità" "affidabilità" e "esperienza d'uso" comprati un mac.


Mah, non ho ancora capito se dobbiamo sottindere un IMHO in quello che dici o se cerchi di spacciarle per verità assolute: a volte sembra l'uno e a volte sembra l'altro.
Se stai cercando di dire che l'esperienza d'uso di OSX è obiettivamente superiore a quella di Windows 7 o Linux con una GUI ben configurata, perdonami ma stai semplicemente dicendo una enorme cazzata.
Se stai dicendo che A TE piace di più, sono perfettamente d'accordo.

l'ibook g4 di mia moglie, pagato nuovo 1200 euro, è stato rivenduto dopo 4 anni (quattro) a 450 euro. il mio vecchio macbook, pagato sempre circa 1200, dopo 2 anni a 650 euro. un pc dopo 4 anni quanto vale?

Buon per te, ma chi si è comprato un computer vecchio di 4 anni a quella cifra è un povero fesso.
A meno che non avesse assoluto bisogno di un mac basato su PowerPC, per retrocompatibilità: ma ti faccio presente che ai primi tempi delle RAM DDR, le RAM EDO si erano enormemente rivalutate dato che non venivano più prodotte.
Vogliamo dire che le RAM EDO sono meglio delle DDR?
Per F e G

vedo che cominciano a mancare argomentazioni, quindi non mi farò trascinare in un battibecco su mere opinioni.

No guarda: le opinioni qui provengono solo da una parte: quella che magnifica l'usabilità e l'esperienza d'uso.

"Forse non ti sei accorto che qui sul Disinformatico interessano dati, date, fatti misurabili, specifiche tecniche: in una parola, numeri. Non ti piacciono? Padronissimo. Ma lasciati dire che hai sbagliato forum."

appunto.
i numeri, dati e fatti misurabili dicono che i mac sono molto meno attaccati dai virus.


"Meno attaccati da virus": affermazione corretta.

"ma guarda un po', ancora nulla" e "in dieci anni di mac, MAI una formattazione obbligata(lo faccio giusto quando cambio os e poi ripristino dal backup di time machine) e MAI un virus/trojan/malware/spyware/sfanculamento di alcun genere": affermazioni generalizzate sulla tua personale esperienza, e quindi scorrette.

Provengono tutte e tre dalla tua tastiera: questi sono fatti, non opinioni.

magari non hai visto il punto interrogativo tra la parte "ipotesi iperbolicamente assurde" e "chissenefrega".

Le ipotesi iperbolicamente assurde lasciale a chi le sa apprezzare: i lettori di romanzi. Qui usa un linguaggio terra-terra, è meglio per tutti.

quando vorrai sapere cosa significano le parole "usabilità" "affidabilità" e "esperienza d'uso" comprati un mac.

Vivo bene senza saperlo, grazie.
Anzi, se nei vari forum leggessi un po' meno commenti di persone che li ripetono fino allo sfinimento, se ne riempiono la bocca, vivrei ancora meglio.
Sai, c'è gente che è refrattaria al proselitismo.

almeno fammi il favore di progettare un sistema operativo che sia migliore di quella ciofeca di osx, visto che lo sto cercando disperatamente da anni.

E lo chiedi a me?!?
Io son venuto qui per commentare le tue entusiastiche affermazioni sui virus per i sistemi Apple, non per parlare delle migliorie a Mac OS X.
Poi, se per te una cosa coincide con l'altra, non so che farci. Le questioni sono ben separate.

hai ragione ho difficoltà a gestire la mia ira.
non come gli altri, che difatti annoverano sempre le gomme a terra in autostrada sotto la pioggia tra i momenti ilari e gioviali di una vita altrimenti tristarella...


Nessuno sorride quando succede. Ma a qualcuno succede. Ci sono tragedie ben peggiori, ti assicuro. E perdite di tempo molto più snervanti.

"Un ragionamento validissimo, non c'è che dire: notoriamente, noi utenti siamo tutti commercianti di PC usati..."

fate male: io ho aperto partita iva ed adesso campo con i proventi dei due mac che ho venduto con lauto guadagno.


Tu sì: quelli sprovvisti di partita IVA acquistano un PC senza farsi troppe domande su che fine farà una volta obsoleto. Così come acquistano un tv, un frigorifero o un forno a microonde: si possono rivendere, certo: ma in genere si acquistano perché servono, e si tengono finché funzionano.

e pensa che a volte vendo persino le macchine, quando devo cambiarle.

Se permetti, siamo in un ordine di prezzi un po' superiore. Anche se, visto l'andamento, acquistare un portatile Apple fra poco sarà come andare dal concessionario Mercedes. Per ora, non è così.

purtroppo non posso permettermi di dare alle fiamme le mutande ogni sera e di comprarmi un maglione nuovo ogni volta che è da lavare.

Ma che sciocchezza: mai detto o pensato una cosa simile.
Quando un PC è obsoleto si cambia, ovviamente se l'economia privata lo permette. Non si pensa al computer nuovo come a un investimento per il futuro, viste le somme che ci sono in ballo.
vedo che molti lamentano un drastico calo delle performance del proprio Mac soltanto per aver installato un antivirus... ma non è che sia per colpa dell'hardware di seconda scelta, pagato comunque a peso d'oro?

:-)
bene dai, chiedo perdono, ma un po' di trolling ogni tanto ci vuole! :-)
per gaetano

guarda che sono usciti malware tipo trojan.osx.boonana o Keybag Pro 1.0 in questi mesi del 2010 quindi non pensare di essere invulnerabile dai malware visto che hai un mac.
te lo dico da possessore mac:-)
@Accademia dei pedanti:
Mi è venuta una curiosità: Adp conosce il significato di parole come "senso dell'umorismo", "iperbole", "ironia" e affini? Quando, alla frase "purtroppo non posso permettermi di dare alle fiamme le mutande ogni sera e di comprarmi un maglione nuovo ogni volta che è da lavare."
Adp risponde:
"Ma che sciocchezza: mai detto o pensato una cosa simile."
verrebbe da pensare di no...
Per Emiliano

Mi è venuta una curiosità: Adp conosce il significato di parole come "senso dell'umorismo", "iperbole", "ironia" e affini? Quando, alla frase "purtroppo non posso permettermi di dare alle fiamme le mutande ogni sera e di comprarmi un maglione nuovo ogni volta che è da lavare."
Adp risponde:
"Ma che sciocchezza: mai detto o pensato una cosa simile."
verrebbe da pensare di no...


Il ragionamento che sta attorno l'ho capito benissimo, e del resto il commento completo conteneva anche affermazioni provocatorie ma serie: "so che non ci crederai ma l'anno scorso ho venduto pure la macchina fotografica". Ragionamenti e insinuazioni che io non ho mai fatto.
@ Umhareel:

"Mah, non ho ancora capito se dobbiamo sottindere un IMHO in quello che dici"

TUTTO quello che dicono sempre TUTTI, è un'opinione.
persino i tanto cari "numeri" al di fuori di un contesto scientifico sono spesso mera rappresentazione di opinioni.
poi, ci sono opinioni basate su esperienze dirette ed opinioni basate sui sentito dire.
tutte degnissime, per carità...


"Se stai cercando di dire che l'esperienza d'uso di OSX è obiettivamente superiore a quella di Windows 7 o Linux con una GUI ben configurata, perdonami ma stai semplicemente dicendo una enorme cazzata. Se stai dicendo che A TE piace di più, sono perfettamente d'accordo."

ecco, se è obiettivamente una cazzata, questo comporta automaticamente che sia una cazzata anche il contrario.

se stai dicendo che A TE seven piace di più, non ho certo nulla su cui non essere d'accordo.
mi limito a fare personali considerazioni sul tuo gusto estetico.... :D :D :D :D :D (ovviamente scherzo...)


"Buon per te, ma chi si è comprato un computer vecchio di 4 anni a quella cifra è un povero fesso."

...o semplicemente qualcuno che non aveva la fregola del super processore con superram perchè lo usa per navigare su internet, scaricare la posta e scrivere il curriculum?
e voleva spendere poco ed avere un sistema operativo su cui non bisognasse premere "start" per spegnere il computer (simpatico e banale esempio della coerenza d'interfaccia...)
F e G ha commentato:
@ Umhareel:
TUTTO quello che dicono sempre TUTTI, è un'opinione.


In una discussione normale è così, ma quando saltano fuori i fanboy, e quando si parla di Apple di solito saltano fuori in fretta, si sentono cose da far accapponare la pelle.
Con questo non sto dicendo che tu sia un fanboy, volevo solo avere un'opinione più precisa.

ecco, se è obiettivamente una cazzata, questo comporta automaticamente che sia una cazzata anche il contrario.

Non mi riferivo alla semantica, stavo semplicemente affermando che l'esperienza utente è una cosa soggettiva: personalmente conosco gente che considera tutt'ora l'interfaccia di Win 98 la migliore mai concepita, e che non sanno che farsene di quelle più moderne...-.-
Io d'altro canto mi trovo bene con qualsiasi interfaccia decente uscita negli ultimi anni.

...o semplicemente qualcuno che non aveva la fregola del super processore con superram perchè lo usa per navigare su internet, scaricare la posta e scrivere il curriculum?

Per quelle esigenze si può comprare un PC Windows (perchè ti tocca prendere Windows per forza, mica per altro :-D) nuovo, che risulta comunque enormemente superiore a livello prestazionale di qualunque computer di 4 anni prima.
Rimango convinto che, volendo pensare bene, aveva bisogno della retrocompatibilità (o comunque si trovava bene solo con OSX), pensando male è stato un fesso.

e voleva spendere poco ed avere un sistema operativo su cui non bisognasse premere "start" per spegnere il computer (simpatico e banale esempio della coerenza d'interfaccia...)

Magari i problemi di Windows fossero questi, comunque è dai tempi di Win 98, forse anche 95, che è possibile fare uno shutdown software premendo il pulsante hardware di alimentazione.
Ottimo! Stavo provando Nod32 per Mac ma è a pagamento, quindi ben venga la soluzione gratuita per uso personale da parte di una importante azienda impegnata nel settore (anche perchè lo sviluppo di un'altra soluzione free, iAntivirus, sembra ancora fermo al 2009). Non ho ancora installato il prodotto, ma non mi è ancora chiaro se il tipo protezione sia di tipo Real-Time.
Qui si dice che la protezione è di tipo realtime. Comunque Paolo visto che sei un giornalista famoso perchè non ti fai mandare anche una copia di Avast per Mac così la confronti con Sophos e Nod32 (scaricabile gratuitamente nella versione trial 30gg) e ci fai sapere cosa ne pensi (in podcast, blog o entrambi)?
perchè non ti fai mandare anche una copia di Avast per Mac

Mi manca il tempo di trovare il modo di richiederla, poi chiederla, aspettare che arrivi, installarla e recensirla.
Ma perché davvero se si parla di apple si scatenano sempre delle guerre di religione? Cavolo neanche sui canali più nerd di irc alla fine degli anni 90 fra sostenitori di Vim e quelli di Emacs la guerra scattava così facilmente.
Poi non capisco perché tutta questa discussione sul fatto che sono inutili gli av per mac quindi non sono da installare, contro non installare un antivirus è come ammettere che mac è un sistema superiore, e dato che per molti versi non lo è, chi ragiona così è - perdonate il francesismo - un pirla.
Primo ci sono casi in qui può essere utile un av per mac: ad esempio io devo per lavoro usare mac e win, e scambiare file fra essi, e anche se ho un buon av su win prima di passare un file da mac controllo. Poi per il costo che può avere controllare un file prima di mandarlo - ad esempio - via mail ad un amico, parente o collaboratore, mi sembra immensamente inferiore alla possibile imbarazzante futura figura di - dal vocalbario Boch - merda, del tipo: "sei tu che mi hai mandato quella mail ultrainfettata con l'importantissimo documento XXXYYY? meno male che IO ho un buon antivirus...".
Altra cosa: io quando compro un pc (o portatile, o qualsiasi oggetto non di consumo) penso sempre un pochino alla sua rivendibilià, certo senza far si che sia l'unico metro di giudizio, ma sicuramente se compro un iMac e dopo un anno mi trasferisco dall'altra parte del mondo mi conviene rivenderlo, probabilmente con un pc assemblato non guadagnerei altrettanto.

Cmq grazie Paolo per un'interessante segnalazione, sarebbe bello avere un confronto con ClamXAv, se qualcuno suggerisce.... :D
Quale Ing. informatico utilizzo da svariati anni macchine Windows, Mac e Linux.

Non ho mai avuto un antivirus, nemmeno su Windows. In effetti per non essere infettati basta semplicemente un poco di buon senso (evitare alcuni siti, non aprire determinate e-mail, ...).

Giusto per curiosità ho però installato su Mac questo Sophos.

Oltre a non avere trovato assolutamente nulla (né a "livello" Windows né tanto meno per OS X), mi ha impallato completamente la macchina (MacBook Pro di ultima generazione). Ho dovuto riavviare tenendo premuto il pulsante di accensione.

Sconsigliatissimo.
Nel mio Mac ho intallato ClamXval e Sophos ma sono tutti due in inglese, come posso cambiare in ITALIANO?
Ciao Paolo, Cosa del pensi di CleanMyMac per Mac?
Scusa ma il link che hai messo per il download di Sam per Mac OS X non mi si apre; cosa devo fare?
Pascal,

ho verificato adesso il link e mi funziona (porta alla pagina di download di Sophos).