skip to main | skip to sidebar
367 commenti (ultimi)

Nonciclopedia (auto)sospesa, accusata di aver diffamato Vasco Rossi [UPD 2011/10/05]

Vasco, ti presento l'Effetto Streisand


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

“Nonciclopedia chiude i battenti a tempo indeterminato per colpa di quelle persone che si prendono troppo sul serio”. La Nonciclopedia, sito di satira inesorabile contro tutto e tutti (me compreso), oggi ha come pagina d'ingresso questo avviso che cita Vasco Rossi. Tutto il contenuto della Nonciclopedia è offline.

Secondo il link di approfondimento, che fornisce i dettagli della vicenda, “Nonciclopedia chiude a causa di una denuncia che Vasco Rossi ha sporto contro il sito. Vasco Rossi si è sentito diffamato dalla pagina che lo riguardava.”

Dato che l'avviso è scritto nel tipico stile di Nonciclopedia, la notizia è da prendere con un pizzico di cautela, ma sembra abbastanza chiaro che non si tratta di una provocazione dei Nonciclopediani (aggiornamento: non lo è, come potete leggere negli aggiornamenti qui sotto).

Se confermata, la notizia della denuncia da parte di Vasco Rossi rischia di tramutarsi in un Epic Fail internettiano per il cantante, scatenando un potente Effetto Streisand: nell'era della Rete, più si tenta di seppellire una notizia sgradita, più la notizia rimbalza da un utente all'altro e viene copiata e ripubblicata mille volte, nel bene e nel male.

Infatti l'oscuramento di Nonciclopedia non serve a nulla se non ad amplificare la figuraccia censoria, perché la pagina incriminata di Nonciclopedia dedicata a Vasco Rossi è disponibile su Archive.org, dove tutti possono vederla, giudicarla, salvarla e conservarla.

Costruire la propria immagine sulla trasgressione e poi fare il fighetto permaloso che va dall'avvocato perché non sa stare alla presa per i fondelli è uno di quegli autogol che la Rete non perdona.

Complimenti. Ne stanno già parlando tutti: Il Post, Lega Nerd, L'Unità, L'Espresso. Io ho appena tweetato la notizia a circa 42.000 follower, ed è solo l'inizio. Ci sono molte forme di protesta civile disponibili agli internauti: scrivere al suo sito ufficiale, annullare l'iscrizione ai suoi canali Facebook e Twitter, non comprare più i suoi brani. E chiedergli chiarimenti pubblici sulla vicenda (aggiornamento: sono arrivati, come descritto qui sotto). Chi pensa di usare la Rete solo per farsi pubblicità senza accettarne le regole ha bisogno di una cordiale svegliata.

Se ne sapete di più, segnalate le info nei commenti.


Aggiornamenti


2011/10/03 12:40. Siamogeek segnala che “in questo momento su Twitter l’hashtag #VascoMerda è al primo posto della classifica mondiale”. Non è il tipo di azione che incoraggio, ma è una perfetta dimostrazione dell'efficacia dell'Effetto Streisand. Nessuna dichiarazione chiarificatrice, per ora, da parte di Vasco Rossi o suoi legali rappresentanti.


2011/10/03 22:50. Oggi ne hanno parlato Sky TG24Rai TG3, Fiorella Mannoia, Wired.it (anche con una rassegna di altri casi analoghi), Corriere, Repubblica, Max, Zeus News, Punto Informatico e moltissimi altri siti.

Riporto integralmente il post comparso oggi pomeriggio (14:44), a firma di Tania Sachs, sul profilo Facebook e sul sito ufficiale di Vasco Rossi, con il titolo “A proposito di Nonciclopedia”:

A proposito di Nonciclopedia, prima di tutto fatti e non solo parole: piu'
di un anno fa, nel febbraio 2010, abbiamo sporto querela per diffamazione
nei confronti del sito Nonciclopedia che degli insulti contro Vasco Rossi
aveva fatto la sua bandiera. Insulti quotidiani e gratuiti, insulti a tempo
perso e senza alcun motivo.

A un anno e mezzo circa dalla denuncia per diffamazione il magistrato in
questi giorni ha riscontrato che gli elementi di reato per diffamazione
esistono tutti e lo ha comunicato alle parti.

In seguito alla comunicazione del magistrato, gli ammministratori di quel
sito hanno deciso autonomamente di chiudere il sito perché si sono
evidentemente accorti di essere nel torto. Vasco non ha mai chiesto la
chiusura del sito, ha molto semplicemente chiesto al suo avvocato di
difenderlo in sede giudiziaria dalla diffamazione, persistente. E' evidente
che non sono vittime, ed è un giudice a decidere che sussiste il reato per
diffamazione, cosa ben diversa dal definirsi un sito di satira. Attenzione
a pubblicare notizie solo unilaterali, chi si occupa di web sa bene che è
molto difficile far chiudere un sito, se non addirittura impossibile.
Difendersi dagli insulti che piovono in maniera gratuita e non si sa per
quale motivo, non è solo lecito, E' DOVEROSO: libertà di stampa non è
libertà di offendere.

Tania Sachs

Alle 16:06 è stato pubblicato, sempre sul profilo Facebook di Vasco Rossi, un secondo comunicato (presente anche sul sito ufficiale):

Prendendo atto del contenuto diffamatorio delle ultime dichiarazioni rese
sul sito di Nonciclopedia, si deve precisare quanto segue.

L'Artista ha sempre richiesto alla Community non l'intera rimozione del
sito, bensì esclusivamente la rimozione della pagina a lui dedicata, e non
per via del contenuto satirico (del tutto assente) ma per la presenza di
contenuti offensivi, diffamatori e non veritieri.

Tuttora si grida allo scandalo per il fatto che l'Artista avrebbe provocato
la chiusura di Nonciclopedia ma Vasco non ne ha responsabilità essendosi
limitato a chiedere la cancellazione della sola pagina a lui dedicata.

La decisione di depositare querela per diffamazione nei confronti sia degli
autori dei commenti presenti nella pagina web
http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Vasco_Rossi, sia degli amministratori
del sito de quo (artt. 595 e ss. c.p.), è derivata dal fatto che non ha
avuto seguito la richiesta bonaria di rimuovere la pagina dedicata
all'Artista sul portale.

In seguito a tale denuncia ed all'iscrizione della notizia di reato
nell¹apposito [sic] registro, l'Autorità inquirente, evidentemente ritenendo
fondate le accuse mosse dall'Artista, ha effettuato le indagini preliminari
volte ad individuare i soggetti che hanno concorso nel reato in questione.

Allo stato attuale, ed in attesa che l'Autorità Giudiziaria si pronunci nel
merito, non si comprende per quale ragione si voglia incolpare l'Artista per
fatti (ovvero la chiusura di Nonciclopedia) a lui non imputabili.

Allo stesso tempo, è bene sottolineare come l¹atteggiamento offensivo e
diffamatorio dello staff di Nonciclopedia prosegua tuttora, poiché da un
lato Vasco è ingiustamente accusato di aver oscurato il sito (cosa mai
chiesta), dall'altro lato il messaggio attualmente pubblicato dagli
amministratori sull'homepage, ed il cui contenuto è ben lontano dalla realtà
dei fatti come sopra messo in luce, ha scatenato una serie di insulti del
tutto ingiustificati.

Nessuno, e tantomeno Vasco, ha mai messo in dubbio il diritto di satira e la
libertà di pensiero e di espressione delle proprie opinioni, ma in presenza
di aggressioni gratuite e distruttive dell'immagine e della reputazione,
chiunque si attiverebbe per impedirne la continuazione.

Voi come reagireste a chi vi offende?
Offendere è forse diritto di libertà?
La libertà è un diritto ma ha un limite nella libertà e nel rispetto degli
altri!

Giornalettismo.com ha pubblicato un'analisi molto lucida e una replica da parte dei Nonciclopedisti:

Allo stato attuale non c’è stato alcun processo. Nessun magistrato ha contattato gli amministratori (che di conseguenza non hanno motivo di sentirsi in “torto”). Il sito chiude per protesta, non per costrizione. La protesta si è resa necessaria nel momento in cui venendo incontro alle richieste (seppur opinabili, visto che questo È un sito di satira) dell’avvocato di Vasco Rossi di rimuovere la pagina dedicata al “rocker”, la denuncia a carico di “ignoti” non è affatto caduta. Abbiamo offerto la nostra piena collaborazione già nel 2010. Per tutta (non)risposta alcuni amministratori sono stati convocati dalla polizia postale un anno dopo!!!

Nonciclopedia non ha motivo di preoccupazione da tutta questa vicenda. Siamo totalmente aperti al dialogo con Vasco, Tania Sachs (la sua portavoce) o l’avvocato che finora sembra aver deciso di non rivolgerci più la parola.

In ultimo, mi sento in dovere di ricordare a Vasco Rossi e ai grandi vip come lui che Nonciclopedia è una comunità eterogenea costituita per la maggior parte da adolescenti. Ragazzi che credono ancora nel mito dell’eroe buono, del vip in grado di comprenderli e guidarli sulla retta via senza bisogno di usare il bastone. Abbiamo GIÀ RIMOSSO LA PAGINA, non vediamo per quale motivo continuare con una azione legale totalmente superflua contro ragazzi di 15 anni.

Da questi post e dalla spiegazione di Nonciclopedia risulta che l'oscuramento non è stato chiesto da Vasco Rossi o dai suoi legali rappresentati, ma è stato deciso dai responsabili di Nonciclopedia, e non si è ancora giunti a un processo nonostante l'azione legale sia stata avviata a febbraio 2010.

Il contenuto di Nonciclopedia risulta al momento invisibile, ma in realtà l'HTML delle sue pagine contiene ancora il testo integrale delle voci (tranne quella dedicata a Vasco Rossi, che non c'è proprio), a quanto pare a causa di un “sabotaggio”, come lo definisce MFH nei commenti qui sotto, da parte dell'hosting provider Wikia.

Questo sembra essere un forum pubblico nel quale discutono i responsabili di Nonciclopedia.

Sarebbe molto interessante sapere quali sono di preciso, secondo la denuncia, i “contenuti offensivi, diffamatori e non veritieri”. Sottolineo il “non veritieri”, che mi pare un po' bislacco. Anche affermare che Nonciclopedia “degli insulti contro Vasco Rossi aveva fatto la sua bandiera” è oggettivamente “non veritiero”. Come è “non veritiero” accusare lo staff di Nonciclopedia di aver detto che Vasco ha oscurato il sito.


A questo punto la lezione della vicenda mi sembra una sola: Nonciclopedia ha saputo cogliere l'occasione per farsi conoscere scegliendo la strada della sospensione completa del sito, che ha reso più visibile e drammatica la questione. Nonciclopedia ne ha approfittato, certo: ma non dimentichiamo che chi le ha permesso questo exploit mediatico è stato Vasco Rossi, con la sua permalosa dabbenaggine, la sua incapacità di rispettare i meccanismi della Rete invece di sfruttarli per il marketing e l'incoerenza di atteggiarsi a trasgressivo di ferro per poi correre dall'avvocato perché qualcuno gli ha detto brutte parole. Queste sono ipocrisie che gli internauti non perdonano.

Grazie ai tanti lettori che hanno contribuito alla raccolta d'informazioni su questa storia.


2011/10/04. Sul profilo Facebook di Vasco Rossi è comparso un nuovo post sulla vicenda, intitolato “W la satira quando è satira”:

Cosa pensiamo della libertà di espressione e altro lo testimonia l'esistenza di questo profilo per tutto quello che contiene, con il libero contributo di chiunque.

Abbiamo chiesto ad anonimi gestori di un sito ( secondo noi con contenuto diffamatorio ) di rendere non anonimi i gestori e gli inserzionisti.

La richiesta è stata considerata non ricevibile, la risposta è che il sito non può essere considerato responsabile dei contenuti anonimi diffusi.

Questo resta per noi un problema da chiarire, anonimi possono diffondere considerazioni del tipo:

V. Rossi è un vecchio bavoso tossicomane che vende cocaina davanti alle scuole e deve la sua fama alla credulità di milioni di rimbambiti fatti e strafatti quanto e più di lui .... !

Se questo è lecito saremo ben contenti di pagare danni e quanto serve agli anonimi gestori e inserzionisti di Nonciclopedia, in caso contrario proseguiremo nella richiesta di conoscere l'identità dei gestori del sito e degli autori anonimi delle attività solo diffamatorie e per nulla comiche o " satiriche ".

Il contenuto di Nonciclopedia nelle parti segnalate da noi ai gestori non ha nulla a che fare con la satira.

Esistono per fortuna una discreta quantità di parodie e altro su Vasco create e diffuse, state pur certi anche per il nostro divertimento, senza nessun contrasto in quanto arte sottoscritta da autori e interpreti con nome e cognome come la " vittima " della stessa.

.. meditate o meglio: fate quel che vi pare !!!

Va notato che il “Cosa pensiamo della libertà di espressione e altro lo testimonia l'esistenza di questo profilo per tutto quello che contiene, con il libero contributo di chiunque” omette di segnalare che i post dei lettori, ieri, erano stati bloccati. Forse è proprio questo che pensano della libertà di espressione?

Viene esplicitata almeno una delle frasi di Nonciclopedia ritenute offensive (aggiornamento: la frase è solo un esempio fatto dalla Sachs e non è presente nella voce di Nonciclopedia): “V. Rossi è un vecchio bavoso tossicomane che vende cocaina davanti alle scuole e deve la sua fama alla credulità di milioni di rimbambiti fatti e strafatti quanto e più di lui”.

L'offerta di “pagare danni e quanto serve agli anonimi gestori e inserzionisti di Nonciclopedia” è vuota, dato che non ci sono danni quantificabili dalla cessazione di un sito senza scopo di lucro, ed è interessante l'insistenza sul voler “conoscere l'identità dei gestori del sito e degli autori anonimi delle attività solo diffamatorie e per nulla comiche o " satiriche "”. A che pro, ammesso che sia tecnicamente fattibile?

Ma credo che la frase più significativa sia quella finale: “... meditate o meglio: fate quel che vi pare !!!”, che fa molto trasgressivo “che se ne frega di tutto sììììì”, come direbbe Vasco Rossi, ma resta il fatto che l'azione legale va avanti. Fate quel che vi pare, però ci vediamo in tribunale. Bizzarro.

2011/10/04 21:00. La Nonciclopedia è tornata online e ha pubblicato questo annuncio:

“Cari lettori,
Ringraziandovi per il caloroso sostegno, vogliamo innanzitutto chiarire che ci dissociamo dalla violenza con cui il web ha reagito alla nostra decisione di oscurare il sito. Il nostro intento non è mai stato quello di incitare l'utenza contro Vasco, quanto quello di informarla dei fatti avvenuti.
Ci scusiamo se i contenuti della pagina di Vasco Rossi siano sembrati diffamatori, ma non c'è mai stata l'intenzione di offendere il cantante. Aggiungiamo che non abbiamo responsabilità su alcuni stralci della pagina di Vasco Rossi che circolano in rete (e che sono stati diffusi da alcuni TG) poiché non corretti, in quanto non sono mai stati presenti sul nostro sito.
Da entrambe le parti c'è una volontà di garantire umorismo di qualità, pertanto non escludiamo la possibilità futura che un giorno su Nonciclopedia tornerà ad esistere un articolo su Vasco Rossi che faccia ridere tutti quanti.
Tania Sachs, la portavoce ufficiale del rocker, ha assicurato che ritirerà la querela contro Nonciclopedia.”


2011/10/05 9:40. Mi è stato segnalato che la frase “V. Rossi è un vecchio bavoso tossicomane che vende cocaina davanti alle scuole e deve la sua fama alla credulità di milioni di rimbambiti fatti e strafatti quanto e più di lui” è solo esemplificativa e non proviene dalla voce di Nonciclopedia.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione: gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE: l'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo sito. Ciò significa che per poterla visualizzare senza problemi dovete assicurarvi che il vostro browser (tramite l'azione di qualche estensione, tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o altri programmi di protezione (antimalware, tipo Kaspersky) non la blocchino per qualche motivo e inoltre che sia permesso accettare i cookie da terze parti.
Commenti
Commenti (367)
@Paolo: La tua pagina Nonciclopedia non e' piu' disponibile.
Complimentoni a Vasco.

Come buttare nel cesso una carriera "contro" e omologarsi alla "peggio nomenklatura" con una tirata di sciacquone e carta bollata.

Mi fa pena. Davvero.

Permaloso come un moccioso di 5 anni.

Nemico degli "sbirri" ma "amico della Polizia Postale".

Non era facile, ma è riuscito a sorpassare sulla destra a fari spenti Red Ronnie soffiandogli il Gran Premio della Spocchia classe GT.

"Un bicchiere di bamba in un oceano di spocchia"

Si merita solo la cura Red Ronnie...
"HOW-TO for dummies"

Come ottenere 14 like in un minuto?

Insultando Vasco per l'affaire Nonciclopedia sulla sua pagina FB.
#vascomerda, l'ho sempre detto io. E' un tag, non un insulto.
Scommetto che tra poco verrà fuori che s'è trattato di un malinteso, che il 'sig Rossi' non c'entra nulla, che è colpa della troppa intraprendenza dell'avvocato.......che pena.......
Dyk,

lo so. L'ho linkata apposta, perché sia chiaro l'effetto censorio assurdamente vasto di questa situazione.
L'avviso di sospensione del servizio è sparito, ora c'è questo:

Sei un lettore a cui piace dare pareri di cui a nessuno importa o un utonto che vorrebbe votare l'AdS ma è troppo niubbio per farlo?
Sai che puoi votare l'articolo della (scorsa) settimana semplicemente con due click? Quello che riceverà più voti avrà una menzione speciale nella Pagina principale.


seguito da un link abbreviato.
Vasco Rossi, 10 canzoni che ricorderemo e il resto è noia. Compresi i suoi spinelli e gli "ehhhhhhhhhhh...".
Hai hai hai... brutta storia questa, ammesso che sa vera e che sia una sua decisione e non un colto di testa di qualche avvocato o manager al suo servizio.

Non c'è niente da fare, avere troppi soldi e fama ti porta a vivere fuori dalla realtà e a prenderti troppo sul serio.
Il Vasco di 10 anni fa non lo avrebbe mai fatto.
Molto probabilmente si sarebbe messo a ridere...

Per quanto mi riguarda, se risulta vera tutta questa storia, ha perso tantissimi punti.

Peccato.
E' sempre stato un id***a e sempre lo sarà....(certo che tutti quelli super osannati qui in Italia sono delle ottime persone...)

The Rebel Ekonomist
Penso che ormai anche mia nonna è più trasgressiva di Vasco.
Al momento pare che solo la pagina di Vasco sia censurata
che pena che pena ma come si fa?

rivoglio il sito di nonciclopedia attivo e le risate che mi faceva fare!
Vi consiglio di dare un'occhiata al suo Wall su Facebook!

https://www.facebook.com/vascorossi?sk=wall&filter=1
Ciao a tutti!
Io l'ho sempre ritenuto il cantante più sopravvalutato della storia.

Questa deprimente vicenda mi fa aggiungere altri "aggettivi" all'opinione che ho di lui...

Forza NONCIPLOPEDIA!
Fry,

ricordami, che fece red ronnie?
C'e' anche questa Causa a cui aderire http://www.causes.com/causes/635436-nonciclopedia-non-deve-morire-per-colpa-di-un-anziano?recruiter_id=22718765
Assoluta solidarietà a nonciclopedia, se la notizia fosse vera. Appena ottenuta conferma, comincerò a considerare seri commenti su Vasco Rossi.

Verzasoft: credo che il biasimo su Red Ronnie sia da imputare alla recente campagna elettorale di Milano. Non tanto per aver appoggiato la Moratti, quanto per aver sbroccato indegnamente quando Pisapia è riuscito ad arrivare al ballottaggio (l'aveva pure accusato di aver cancellato un concerto da lui organizzato, quando da "mero candidato sindaco" ovviamente non aveva alcun potere di farlo)
Mi sembra che ci siano tutti i presupposti per l'effetto Streisand: http://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_Streisand

Qualcuno riesce a recuperare un dump del sito, o anche solo della pagina?
Lord Ste,

Al momento pare che solo la pagina di Vasco sia censurata

Mi faresti un esempio di voce di Nonciclopedia tuttora accessibile?
Helios,

Qualcuno riesce a recuperare un dump del sito, o anche solo della pagina?

La pagina è già linkata nell'articolo.
A me sembra invece che non si possa accedere a nessuna pagina, tranne quella in cui viene spiegata tutta la faccenda: http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Nonciclopedia:Sospensione_del_servizio
Beh, Vasco Rossi come cantante non e' mai stato un gran che e la sua voce e' quella che e'.
Ha costruito la sua immagine sulla trasgressivita' e sull'essere antisistema. Ora si mostra un permalosone che non accetta la satira e fa ricorso a quel sistema che, a parole, sosteneva di combattere, alla faccia della coerenza. Mi viene da pensare la che sua trasgressivita' fosse solo apparenza, finzione ...
Quindi secondo voi anche questa è satira:

http://web.archive.org/web/20100516084426/http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/CICAP

e questa frase è accettabile:

"Massimo Polidoro, donna delle pulizie del gruppo."

Suvvia, Nonciclopedia è una porcata indifendibile.
@Paolo

dai, la puoi togliere la moderazione nei commenti... accademia non si vede più :P
Che schifo.
Che peccato che non mi sia mai piacito nè lui nè le sue canzoni (mi è sempre sembrato fasullo). Se fossi stato un suo fan adesso potrei cancellare le iscrizioni ai blog, buttare i suoi CD, smettere di andare ai concerti...
Invece mi tocca solo pensare "l'avevo detto".
Ma non c'è problema, tranquilli: farà qualche concerto di beneficenza e i suoi fan si dimenticheranno subito del fail e per un po' saremo tutti più guardinghi su cosa scriviamo in rete (su leganerd sono tutti stranamente pacati nei commenti). È un potente, tutto gli è permesso, ed è così davvero. Così vanno le cose, almeno qui, nella terra dei cachi.
Paolo scripsit:
"la notizia è da prendere con un pizzico di cautela..."
"Se confermata, la notizia della denuncia da parte di Vasco Rossi..."

Scusa Paolo ma il tuo tono prudenziale mi sembra stonare un po' con le pesanti critiche che poi muovi al Sig. Rossi (vi prego, non ditemi che hanno fatto Dott. anche lui) soprattutto perché ti conosco prudente nei giudizi.

Quando mi rivolgo a te è quasi sempre per farti osservare qualcosa che ritengo fuori fase con il tuo stile o, a pare mio, errato.
Sai bene che però le mie parti taciute sono pregne di ammirazione e ringraziamenti per il tuo costante e generoso impegno :-)
Bah, di Vasco Rossi ricordo quando negli anni Novanta intentò causa contro una società di noleggio CD che portò poi all'effettivo divieto del noleggio...

http://archiviostorico.corriere.it/1994/giugno/15/illecito_noleggiare_anzi_boh_co_0_94061515087.shtml

Ha sempre dimostrato di essere una persona di scarso spessore e di ancor più scarsa intelligenza. Questa di Nonciclopedia non stupisce di certo...
ti segnalo anche la Causa a cui si puo' aderire http://www.causes.com/causes/635436-nonciclopedia-non-deve-morire-per-colpa-di-un-anziano?recruiter_id=22718765
Nonciclopedia censurato sembra una barzelletta ed invece è la triste realtà per uno squallido comportamento di Vasco&avvocati !
Nonciclopedia è Rock.
Vasco è Lento.
Poveri noi, quando un vecchietto di mezza età rocker con manie di protagonismo e vizi da far impallidire Bukowski si mette a denunciare un sito satirico, vuol dire che c'è davvero qualcosa che non va per il verso giusto nel cervello di qualcuno.
Ciao a Tutti !

Al di là della infinita idiozia della situazione in generale ho paura che il mai abbastanza fatto Vasco sia solo "l' arma" del delitto ma che i veri "mandanti" siano altri di BASSA statura ... morale.
Nonciclopedia faceva anche tanta (in italia ultimamente si scrive TROPPA) satira politica e si sa che da queste parti è cosa NON GRADITA.
Comunque anche se fosse così complimentoni a Vasco per essersi prestato a questa vaccata.
Considerando come sono andate le cose, sarebbe opportuno modificare il titolo dell'articolo in "nonciclopedia auto-sospesa", dato che non vi è stata nessuna reale azione coercitoria.
Prendersela con Vasco mi pare poi del tutto fuoriluogo: probabilmente lui è del tutto ignaro della vicenda e con tutta probabilità anche l'avvocato che ha fatto partire la denuncia si è poi completamente dimenticato della cosa, mentre la Giustizia va avanti per inerzia con le tempistiche che le sono proprie.
Non mi sorprende che su internet sia partita la caccia al censore nel nome della libertà di satira, mi sorprende invece che anche i lettori di Attivissimo siano così sanguigni ed approssimativi.
Hammer,

Suvvia, Nonciclopedia è una porcata indifendibile.

Per me la frase che citi, nel contesto di una satira, è accettabile.

La satira è necessaria per la democrazia. È il prezzo che si paga per la popolarità. Altrimenti finiremmo per dare ragione a chi non accetta di essere canzonato. Il caso di Giulietto Chiesa è un esempio eloquente.
Io eviterei di trasformare la discussione in una serie di commenti sulla musica di Vasco: qui non centra assolutamente nulla e si rischia solo di degenerare.

Quanto alla vicenda, vanno fatte notare un po' di cose:
- Vasco Rossi ha chiesto la cancellazione della SUA pagina, non dell'intero sito.
- per ora c'è di mezzo una denuncia, ma al momento nessuna condanna
- la chiusura dell'intero sito è stata decisa preventivamente dai suoi stessi amministratori.

Quello che voglio dire è che Vasco ha indubbiamente fatto una figuraccia e si è dimostrato troppo permaloso (ed è strano, perchè in genere mi è sempre sembrato uno con molto senso dell'umorismo). Ma ora gli si sta dando la colpa per qualcosa che non ha fatto.

E' come se Paolo Attivissimo, dopo la denuncia di Giulietto Chiesa, decidesse di chiudere l'intero Disinformatico senza nemmeno attendere la sentenza (che molto probabilmente si sarebbe limitata solo all'articolo in questione).

Se tu apri un sito come Nonciclopedia, devi star pronto a ricevere denunce di qualche personaggio troppo permaloso. Se alla prima denuncia ti ca**i addosso perchè non hai i mezzi per tutelarti (probabilmente si sta parlando di ragazzi molto giovani), forse dovevi pensarci prima.
Ora quelli di Nonciclopedia cosa sperano di ottenere? La revoca della denuncia? Ormai il danno l'hanno fatto e devono affrontare la battaglia (da cui potrebbero tranquillamente uscire vincitori, se il giudice ha buon senso). Se invece la buttano sul vittimismo e/o decidono di piantarsi una spada nel petto solo perchè gli è stato lanciato il guanto di sfida, allora stanno solo facendo un gioco sporco, scagliando sul cantante l'intero popolo della rete: famelico, con gli occhi iniettati di sangue e pronto a giudicare preventivamente.
Scusa Paolo ma il tuo tono prudenziale mi sembra stonare

La prudenza è necessaria perché non ho ancora conferme da Nonciclopedia o da Vasco Rossi.

Le critiche sono al metodo, non a Vasco Rossi. Se lui le ha usate, si applicano anche a lui. Se non le ha usate, no.
vedrete che la colpa è del portavoce di vasco. questi si dimetterà seduta stante per essere prontamente ricollocato in posizione migliore....
@Hammer
Le pagine di Nonciclopedia non sono (erano?) tutte uguali. Personalmente trovo che quella sul Cicap non fosse un gran che', ma altre pagine invece facevano davvero ridere.

Quello che e' sbagliato secondo me e' il principio: non puoi passare mesi a pontificare sulla liberta' della rete e poi denunciare un sito appena qualcosa urta la tua sensibilita'. Nemmeno se ti chiami Vasco Rossi.
http://wikistats.wikia.com/n/no/nonciclopedia/pages_current.xml.gz

Qua è disponibile il dump al 21 settembre di TUTTE le pagine di Nonciclopedia (è la versione light, senza cronologia o amenicoli vari, che altrimenti si trova qua http://wikistats.wikia.com/n/no/nonciclopedia/pages_full.xml.gz ).

Mirror?
dai, la puoi togliere la moderazione nei commenti... accademia non si vede più :P

Non è per Accademia che l'ho attivata, e ti assicuro che ha tenuto pulito questo blog da molti spammer e provocatori. Per cui la tengo. Sapere di non essere pubblicati automaticamente è un ottimo deterrente.

Mi dispiace che Accademia abbia deciso di autosospendersi. È libero di postare quando vuole, e lo sa.
Maranza,

sarebbe opportuno modificare il titolo dell'articolo in "nonciclopedia auto-sospesa", dato che non vi è stata nessuna reale azione coercitoria.

Lo sai per certo o è una tua opinione?
Replicante,

- Vasco Rossi ha chiesto la cancellazione della SUA pagina, non dell'intero sito

Hai una fonte?

per ora c'è di mezzo una denuncia, ma al momento nessuna condanna

Anche di questo ti chiedo una fonte.

la chiusura dell'intero sito è stata decisa preventivamente dai suoi stessi amministratori.

Opinione tua o fatto?

Scusami se chiedo, ma non voglio pubblicare dicerie.
Paolo,

Il caso di Giulietto Chiesa è un esempio eloquente.

Non lo trovo un paragone calzante. Chiesa si è offeso per essere stato canzonato sulla base di sue assurde asserzioni.

L'esempio che io ho citato invece mi sembra un'offesa gratuita a un professionista serio, sulla base di nulla. Anche il resto della pagina lo è.

Comunque, il succo di ciò che voglio dire è che di Nonciclopeida nessuno sentirà la mancanza, quidni non mi sembra una grave perdita.

I commenti qui sopra di chi adesso si scaglia contro Vasco (che tra parentesi a me piace) mi sembrano al livello della tifoseria da stadio.

Proviamo a fare un sito in cui gratuitamente offendiamo i lettori del disinformatico dando loro del drogato, dell'incapace nelle loro professioni e così via.

Vediamo se abbiamo ancora queste reazioni di maniera inneggianti a una libertà d'espressione.
Paolo scripsit:
"Costruire la propria immagine sulla trasgressione e poi fare il fighetto permaloso che va dall'avvocato... "

"Io ho appena tweetato la notizia a circa 42.000 follower, ed è solo l'inizio."

"Ci sono molte forme di protesta civile disponibili agli internauti: scrivere al suo sito ufficiale, annullare l'iscrizione ai suoi canali Facebook e Twitter, non comprare più i suoi brani. E chiedergli chiarimenti pubblici sulla vicenda."

Paolo, poi mi taccio ma queste sopra riportate mi sembrano frasi puntuali e ben mirate alla persona (non vedo condizionali), non certo critiche al metodo.
La pianto qui però perché ciò che avevo da osservare l'ho scritto e non voglio certo farne oggetto di discussione... che poi Vasco Rossi "a me mi" è pure antipatico :-)
Il bello di nonciclopedia è, appunto, che non salva nessuno. Puoi divertirtici leggendo le cose peggiori sulle persone che detesti di più, ma se passi a quelle che invece apprezzi troverai che sono trattate allo stesso modo. E questo è un pregio, non un difetto, credetemi.
Nonciclopedia spara stupidaggimi inenarrabili? E' vero, ma con la dignità di non voler nascondere che tali siano, quella che manca invece a troppi politici italiani, come quando hanno votato - giusto un esempio perdonatemi se di parte - che Ruby era per B. la nipote di Mubarak.
Qualcuno crede che quanto scritto su nonciclopepia sia autentico e attendibile? problema suo. Si risente al punto di chiamare gli avvocati? Qui diventa un problema di tutti, della nostra stessa libertà sia di espressione, sia di voler, ogni tanto, leggere pure la cazzatine col botto.
Vasco è il capro espiatorio. FACT.
nonciclopedia a una sequela di denunce per diverse pagine, olocausto e incidente di viareggio fra le tante, che non hanno nulla di satira, ma anzi.
così per evitare di assumersi le resposabilità di quello che scrivono preferiscono chiudere tutto e dare la colpa a quel vecchio rinc di vasco.
Mirror?

Download già in corso, grazie!
nonciclopedia a una sequela di denunce per diverse pagine, olocausto e incidente di viareggio fra le tante

Fonti?
@Paolo Attivissimo:
in effetti, leggendo l'annuncio in hp, sembrerebbe proprio che sia stata una loro decisione quella di chiudere: "A seguito di questi fatti, gli amministratori hanno deciso di chiudere il sito a tempo indeterminato."

E che si sia ancora alle fasi preliminari sembrerebbe ugualmente emergere dalla frase "Probabilmente si terrà un processo".
Epsilon,

mi sembrano frasi puntuali e ben mirate alla persona (non vedo condizionali)

Ho tweetato

#Vascorossi fa chiudere #Nonciclopedia? Si sarebbe sentito diffamato. Trasgressivi dei miei stivali http://t.co/EVJ3Bs0K

e

La pagina di #Nonciclopedia che avrebbe spinto #vascorossi alla denuncia: http://t.co/KArriHS8 (attendere qualche istante, può essere lento)

Mi sembrano formule caute e dubitative.

Ho ricordato a chi volesse protestare quali sono i metodi civili per farlo: non ho inneggiato all'acquisto di torce e forconi. E soprattutto spingerlo a fare luce sulla faccenda.
Non ho ben capito l'ordine nell'apparire dei commenti.
Ricaricando, ne sono comparsi alcuni posizionati tra quelli già presenti e non accodati.
Dipende forse da come è stata trattata la coda di moderazione?
Chiaramente, essendo notoriamente pigro, non rileggo tutto :-)
@ Paolo Attivissimo
Io leggo ciò che scrivono gli stessi amministratori sulla home page

l'avvocato manda una mail a Nonciclopedia ed una raccomandata A/R a Wikia, chiedendo di cancellare la pagina poiché gravemente diffamatoria e di fornire i dati degli utenti per procedere alla loro identificazione.
(...)
un admin di Nonciclopedia viene convocato dalla polizia postale per spiegare il funzionamento del sito. I poliziotti gli chiedono un autografo. Sul verbale.
(...)
settembre 2011: altri tre admin sono stati convocati dalla polizia postale per spiegare il funzionamento del sito.
(...)
A seguito di questi fatti, gli amministratori hanno deciso di chiudere il sito a tempo indeterminato.


Stando a quello che loro stessi dicono, la richiesta degli avvocati era riferita solo alla singola pagina. Non viene citata nessuna condanna e, in ultimo, si dice che la chiusura è stata decisa dagli amministratori del sito.
Ok, è vero che qualsiasi dichiarazione va presa con le pinze, ma al momento questa è la versione dei fatti secondo Nonciclopedia. Loro stessi vogliono far intendere che la chiusura del sito è stata fatta preventivamente.
Chiaramente, se verrà dimostrato (da chi di dovere) che tali dichiarazioni dicono il falso, sono pronto a correggermi ;)

Comunque mi spiace notare come troppa gente stia ragionando per schieramenti.
Vasco = cattivo
Nonciclopedia = paladina della libertà e della satira

Invece quel sito, che mi ha comunque strappato molte risate, era un pentolone di cretinate, spesso divertenti, spesso inutilmente volgari o di cattivo gusto. Non paragoniamolo nemmeno lontanamente a siti che fanno DAVVERO satira, in modo cinico e pungente. E' come voler paragonare il Bagaglino con Maurizio Crozza.
Io riesco a vederla la tua pagina (bella!) ho provato con due browser diversi e la navigazione anonima per cui non dovrebbe essere in cache.

Povero fesso Vasco, dovrebbe pagare per avere una pagina su Nonciclopedia :)
Hammer,

Non lo trovo un paragone calzante. Chiesa si è offeso per essere stato canzonato sulla base di sue assurde asserzioni.

È comunque una canzonatura e si è comunque offeso per non aver colto il contesto satirico della frase.


L'esempio che io ho citato invece mi sembra un'offesa gratuita a un professionista serio, sulla base di nulla. Anche il resto della pagina lo è.

E' un sito satirico. Se qualcuno prende sul serio le parole di un sito satirico e s'offende, vuol dire che ha bisogno di essere preso in giro perché ha perso il senso della realtà.


Proviamo a fare un sito in cui gratuitamente offendiamo i lettori del disinformatico dando loro del drogato, dell'incapace nelle loro professioni e così via.

Per fare satira? Perché no? Certe "tifoserie", come giustamente tu le hai definite, andrebbero messe alla berlina.

Se invece è per offendere, allora siamo d'accordo. Ma in tal caso non serve: c'è già Luogocomune.


Vediamo se abbiamo ancora queste reazioni di maniera inneggianti a una libertà d'espressione.

Sono le scelte difficili di chi vuole vivere in democrazia.
A chi mi sta segnalando la ricostruzione degli eventi pubblicata da Nonciclopedia: è troppo satirica per considerarla fonte affidabile. Sto cercando di attenermi ai (pochi) fatti disponibili.
Caspita.. per un attimo ho pensato che Nonciclopedia fosse tornata online! Poi ho riattivato gli script.. ;-)
Hammer, Nonciclopedia fa satira demenziale. Essere contro la satira significa non aver capito il concetto di libertà di parola. La satira è diversa dalla diffamazione proprio perché è un esercizio umoristico.

C'è un filone "culturale" reazionario che afferma che la satira sia diffamatoria. Fai parte di quel filone?
[quote-"ubik15"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/nonciclopedia-sospesa-avrebbe-diffamato.html#c7048029433091545065"]
L'avviso di sospensione del servizio è sparito, ora c'è questo:

Sei un lettore a cui piace dare pareri di cui a nessuno importa o un utonto che vorrebbe votare l'AdS ma è troppo niubbio per farlo?
Sai che puoi votare l'articolo della (scorsa) settimana semplicemente con due click? Quello che riceverà più voti avrà una menzione speciale nella Pagina principale.


seguito da un link abbreviato.
[/quote]

Probabilmente wikia stessa sta facendo dell'ostruzionismo cercando di rimettere online il servizio.
[quote-"Paolo Attivissimo"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/nonciclopedia-sospesa-avrebbe-diffamato.html#c4205239225152078300"]
A chi mi sta segnalando la ricostruzione degli eventi pubblicata da Nonciclopedia: è troppo satirica per considerarla fonte affidabile.
[/quote]

Questo è vero. Però non credo che quelli di Nonciclopedia siano così stupidi da fare dichiarazioni false riguardanti avvocati e polizia postale. Un conto è scrivere "I poliziotti gli chiedono un autografo. Sul verbale" (modo ironico per raccontare qualcosa che, probabilmente, è accaduto davvero) un conto è raccontare falsità.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Già Vasco Rossi era andato vicinissimo alla bufaloneria recentemente cercando di affermare che non c'era una precisa relazione tra guida in stato di ebbrezza e incidenti stradali...

http://www.giornalettismo.com/archives/149239/vasco-rossi-ha-unidea-anche-sulle-vittime-della-strada/

Non mi stupirebbe se questa sua nuova iniziativa fosse confermata.
Mi pare semplice andare nella pagina di Paolo Attivissimo:
http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Attivissimo
e copiare solo il codice HTML interessante, escludendo la "censura".
Lo stesso - purtroppo - non si può fare per la pagina di VR, eliminata fisicamente.
Comunque i noncolopediani volevano punire VR e avere attenzione, altrimenti avrebbero rimosso solo la pagina sua.
Ciao Paolo!!

La vicenda di Vasco la si può trovare anche su Punto Informatico (http://punto-informatico.it/3289545/PI/News/nonciclopedia-spari-sopra.aspx)e anche su Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Nonciclopedia).

Leggendo i commenti su FB, devo dire che Vasco ha preso un'autogol pauroso...
hai ragione paolo, scusa.
per dire la pagina di viareggio:
https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=136273823115849&id=135826009827297
Adriano Esposito dixit:
"Essere contro la satira significa non aver capito il concetto di libertà di parola"

Esprimere pareri indicandoli come dati di fatto è, a parer mio, non aver capito il concetto di libertà di parola.

E questa sì che è satira :-)
Piccola segnalazione: siamo vittime del sabotaggio del nostro host, wikia, che ha annullato il blocco e tolto i diritti ad alcuni amministratori, fra cui il sottoscritto. Rimane comunque, almeno in maniera simbolica, il riquadro in cima a tutte le pagine.
altri esempi, senza entrare nel merito denuncia giusta\sbagliata, ma solo per dire che ne hanno parecchie
http://www.ilvelino.it/articolo.php?Id=541178
http://www.dominiopubblico.it/DP/?p=143

vasco è l'"ultimo", o forse solo quello con avvocati migliori.
Nessuno qui ha citato il Male, rivista satirica degli anni '70 che veniva spesso sequestrata. Prendiamo la foto del cadavere di Aldo Moro nel bagagliaio della R4 con la scritta (se ricordo bene - gli anni passano e potrei avere confuso due cose...) "Scusate, abitualmente vesto Marzotto", che era un tormentone pubblicitario piuttosto in voga allora.". Proviamo a pensare qual'e', a diverse decadi di distanza, l'eredita' lasciata da questa e in generale da tutte le forme di censura e denuncie alla satira: ci ricordiamo la satira, ma non ci ricordiamo gli omuncoli che hanno tentato, di solito invano, di censurarla. Gli autori de Il Male come Vauro o Vincino sono ancora in giro (a fare danno direi :) ), i loro censori o hanno capito o li abbiamo dimenticati.

Ma e' come la sindrome da replica incazzata su e-mail, forum e blog: impossibile resistere a volte alla tentazione istintiva di tirare un calcio indietro. Ma se si leggono le cose a distanza di tempo il risultato e' invariabilmente lo stesso: ci siamo immancabilmente coperti di ridicolo.
Paolo lo chiedo a te perché io non voglio rischiare denunce per diffamazione. se io volessi scrivere su facebook il seguente messaggio:

"signor .... le faccio presente che non ho più intenzione di comprare o ascoltare la sua musica per protestare contro la chiusura di nonciclopedia che reputo un attacco alla satira"

potrebbe denunciarmi perché boicottando e non acquistando i suoi prodotti ne potrebbe risultare un mancato guadagno?

vorrei evitare di finire in galera.
Non amo nonciclopedia, mi sembra che esageri. Fa ridere, però non mi basta come giustificazione. Ritengo che la satira sia una cosa diversa da quello che fa Nonciclopedia.
Ma appunto è una mia impressione. Non mi piace ma mi opporrei se venisse oscurata. Preferisco che si sia capaci di oscurarsi da soli (invece di cercare la comicità a ogni costo) che non che si venga spenti da altri.
Se diventasse un telegiornale che molti seguono per comodità di orario (qualcosa tipo Studio Aperto, che detesto altrettanto se non di più proprio perchè sembra un telegiornale) prenderei delle posizioni, ma in questo caso mi basta non aprirla.
Riguardo al caso in questione mi piacerebbe conoscere in modo più dettagliato i fatti, e Paolo ha fatto notare giustamente che ogni affermazione di Nonciclopedia va presa con le molle, anche se sembra seria.
Detto questo, che sia stato Vasco o i suoi avvocati a suscitare questa reazione, l'effetto Streisand è assicurato :-)
Per chi pensa che Nonciclopedia sarebbe da censurare in quanto offensiva, evidentemente non coglie il diritto di satira verso chi è un personaggio pubblico. La fama te la da il pubblico, se non vuoi essere esposto al pubblico giudizio/giubilo/ludibrio che sia, allora non fare il personaggio pubblico. Ma avete provato a leggere le pagine su Berlusconi in Nonciclopedia? La voce di Vasco al confronto è una bonaria presa in giro, e chi fa delle apparizioni in pubblico la propria ragione di vita dvrebbe solo farsi una risatina e accettare che si faccia parodia della sua vita. Su un personaggio pubblico ci sono folle di persone pronte a versare fiumi di inchiostro intrisi di lodi e candidature alla santità, perché non dovrebbero accettare prese in giro? Di più, la satira è un indice diretto della popolarità di una persona, tanto che le stesse persone oggetto di satira spesso scherzano con le proprie figure parodiate. Vasco dovrebbe imparare di più a ridere di se stesso, ma evidentemente è talmente pieno di sè da non riuscire a farlo.
Mi pare che funzioni tutto su Nonciclopedia, solo la home e' cambiata, e non c'e' la pagina su Vasco.
Ma a quanto si legge ora dalla home, pare che sia per mancanza di coordinamento con Wikia.
altra cosa:
la pagina di nonciclopedia ora:
http://i.imgur.com/5Tip1.png

da trollatori a trollati: non è chiusa, stanno facendo sciopero e wikia sta riattivando.

è un classico caso di AttentionWhoreismo, un po' come quando "sospendono" lo zoo di 105.

/thread
Complimenti a Vasco per l'epic fail.
Meh...
E' una situazione incredibile.
Su Twitter #vascomerda è stato il primo TT universale.
Su Facebook ci saranno almeno dieci messaggi al secondo.
Il 99% sono offese e critiche pesanti.
Una specie di esplosione nella rete.

Credo sia il più grande EPIC FAIL mediatico dai tempi dell'intervista-dichiarazioni a Michael Jackson (venne definito come "il più grande suicidio mediatico")
[quote-"Adriano Esposito"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/nonciclopedia-sospesa-avrebbe-diffamato.html#c2175994950297333115"]
Hammer, Nonciclopedia fa satira demenziale. Essere contro la satira significa non aver capito il concetto di libertà di parola. La satira è diversa dalla diffamazione proprio perché è un esercizio umoristico.

C'è un filone "culturale" reazionario che afferma che la satira sia diffamatoria. Fai parte di quel filone?
[/quote]

La satira non si distingue dalla diffamazione semplicemente dicendo "io faccio satira". E' qualcosa che va deciso di volta in volta e che, comprensibilmente, è difficile da stabilire in modo oggettivo. Ognuno ha i suoi criteri di giudizio: per alcuni sono molto ristretti, per altri, incredibilmente larghi.

Se un comico fa una battuta su un politico prendendolo in giro per la sua scarsa altezza o capigliatura fa satira o è un'offesa gratuita basata su un'imperfezione fisica? E se un altro comico facesse la stessa battuta ironizzando su un politico cieco o sulla sedia a rotelle? Facilmente qualcuno direbbe che il primo sta facendo satira, il secondo ha fatto semplice umorismo da caserma che non centra nulla con le doti politiche della vittima.

La satira non si può catalogare come tale "a prescindere", in base a CHI la sta facendo (o in base A CHI è rivolta). Perchè anche Daniele Luttazzi o Maurizio Crozza potrebbero diffamare una persona se fanno una battuta ritenuta al di sopra le righe.
Ma il fatto che Nonciclopedia si dichiarasse un sito satirico, non lo rendeva tale: era un sito UMORISTICO, come lo può essere BastardiDentro, che giustificava il proprio politically scorrect dicendoti: "se qualcosa non ti piace, non leggerci e vai a rompere altrove".
Tutto ok, almeno fino a quando l'oggetto della pagina non sei tu. In tal caso, alla vittima, è richiesto tanto buon senso, ma è anche vero che Nonciclopedia non poteva prendersi il diritto di dire tutto ciò che gli passa per la testa. Perchè nemmeno Crozza e Luttazzi si prendono questo diritto...o quantomeno accettano di sopportare i rischi.
[quote-"Ivan Seet Marzo"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/nonciclopedia-sospesa-avrebbe-diffamato.html#c378895691669984904"]
Probabilmente wikia stessa sta facendo dell'ostruzionismo cercando di rimettere online il servizio.
[/quote]

Sulla home del sito scrivono: Attenzione: come se non bastasse, stiamo anche avendo dei problemi col nostro host, Wikia, che ci sta impedendo di fare il nostro sciopero riportando tutto alla normalità, vi terremo aggiornati.

Questa sembrerebbe essere un'ulteriore conferma del fatto che il sito è stato chiuso dagli stessi amministratori, che IMHO stanno facendo un gioco sporco (per non affrontare le loro responsabilità e per scaricare su Vasco la rabbia del popolo della rete)
@Maurizio
riguardo ai concerti di beneficenza, Vasco li intende in una maniera particolare. Ai tempi della guerra in Jugoslavia tenne un concerto di beneficenza a San Siro e si tenne l'incasso specificando che qunado sale su un palco lo fa per l'incasso e che la beneficenza consisteva nell'aver invitato gruppi Jugoslavi e nell'aver sensibilizzato sul problema.
Comunque questa su di te è geniale:
- "Luna? No, grazie", libro che spiega come l'uomo non sia mai andato sulla Luna, ma solo su Marte.
Adriano Esposito,

in generale non sono un'amante della satira perché è fatta da gente che sa solo parlare e deride chi invece lavora.

Se il mondo fosse fatto da Beppe Grillo e Nonciclopedia non avremmo nessuno in grado di produrre qualcosa di utile.
X Attivissimo: a me al momento nonciclopedia funziona. Ad esempio http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Heavy_Metal
Ciao @Paolo

ho trovato il forum degli admin di nonciclopedia, non sembra una bufala, anche se sembrano precisare che la "censura" ricada solo sulla pagina di Vasco mentre la chiusura del sito è una scelta loro. Si trova qui: http://nonciclopedia.altervista.org/phpBB3/viewtopic.php?f=29&t=8648&hilit=vasco+rossi&start=25

Questo articolo parla di una risposta data da un portavoce di Vasco: http://blog.max.rcs.it/pensieri-parole/2011/10/03/vasco-rossi-vs-nonciclopedia/
Io riesco a vedere tutte le pagine tranne quella di Vasco, non mi sembra che sia l'intero sito ad essere censurato.
Piccola segnalazione: siamo vittime del sabotaggio del nostro host, wikia, che ha annullato il blocco e tolto i diritti ad alcuni amministratori, fra cui il sottoscritto.

Non capisco, Wikia ha deciso di bypassare la scelta degli admin di Nonciclopedia e far tornare online il sito?
Mi è appena arrivato l'invito all'evento "Meglio un giorno da Nonciclopedia che 100 da Vasco" che ho cordialmente cestinato.

Non vorremo davvero paragonare Vasco (che ha scritto la storia degli ultimi 30 anni del rock italiano) a Nonciclopedia che in pochi anni ha scritto solo stupidate...
Terza Legge sulla "stupidità" di Carlo M. Cipolla.
"Una persona stupida è chi causa un danno ad un altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita."
Propongo una alternativa...

Pubblicità gratuita

Vasco in questo periodo di stop forzato ha bisogno di far parlare di sè, e con quel famoso "effetto Streisand" il gioco è riuscito piuttosto bene...
Nel frattempo Vasco Rossi ha chiuso il suo wall su facebook agli interventi degli utenti. Questo perchè stamattina era stato invaso di critiche e insulti.
Credo proprio che Vasco (o chi per lui) abbia disattivato i commenti sulla sua bacheca su FB.
Dalla home (o qualsiasi altra pagina di Nonciclopedia)
QUOTE
Attenzione: come se non bastasse, stiamo anche avendo dei problemi col nostro host, Wikia, che ci sta impedendo di fare il nostro sciopero riportando tutto alla normalità, vi terremo aggiornati.
UNQUOTE

Quindi hanno chiuso tutto come "sciopero"...
Poro Vasco. A sessant'anni suonati non me lo aspettavo proprio. Stavolta si è dato una bella legnata sulle dita!
Segnalo il punto di vista di Vasco Rossi sulla faccenda (pubblicato sulla sua pagina Facebook):
http://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/a-proposito-di-nonciclopedia/10150322196747633
Paolo, puoi pure togliere il condizionale dal titolo sopra il titolo :)
https://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/a-proposito-di-nonciclopedia/10150322196747633
Appena pubblicata una nota di chiarimento sulla questione su Facebook:

https://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/a-proposito-di-nonciclopedia/10150322196747633

In realtà, non pare ci sia niente di nuovo su ciò che già si sapeva, quindi la questione pare proprio essere nei termini dichiarata già dagli admin di NCP.
sulla pagina di facebook c'e' una puntualizzazione del sign. Rossi...

http://www.facebook.com/note.php?note_id=10150322196747633
@Hammer

IO NE SENTIRO' LA MANCANZA! ..e come me molti altri!
Se non ti piace non andare a leggerla, nessuno ti obbliga a farlo, ma se qualcuno vuole impedire a me di farlo divento cattivo, molto cattivo. Se poi è a causa di un cerebroleso (non è un'offesa, è un dato di fatto) come Vasco Rossi che si è sempre atteggiato a "io sono contro il sistema" ancora peggio.
Negli anni '60, in un castello errante di York, nacquero due gemelli: il loro destino sarà segnato da uno scontro continuo per ottenere il predominio sulle menti dell'umana stirpe, l'uno tentando di offuscarle raccontando panzane al limite del ridicolo, l'altro cercando di diradare le nebbie e manifestare le cose più oscure, che però a volte fanno paura e affascinano che forse era meglio non saperle ma guarda io ci ho provato a dimenticarle e niente, eh. I loro nomi sono: Roberto Giacobbo e Paolo Attivissimo. A tutt'oggi non si è ancora capito chi dei due ci voglia prendere per il culo e chi sia il saputello.
Sulla sua pagina di facebook c'e' una puntualizzazione del sign. Rossi. (o di chi per lui...)

http://www.facebook.com/note.php?note_id=10150322196747633

cmq, Epic Fail.
Scusate il precedente era solo per testimoniare che Nonciclopedia è di nuovo visibile, credo che Wikia li abbia riessi online contro la loro volontà
https://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/a-proposito-di-nonciclopedia/10150322196747633
Sul sito ufficiale di vasco è uscita una nota sulla vicenda:

http://www.vascorossi.net/notizie/a-proposito-di-nonciclopedia/

che coraggio...
Sulla pagina di Facebook di Vasco:

1. è stata rimossa la possibilità di postare sul Wall di Vasco (son solo visibili i suoi comunicati), nonché la possibilità di vislaizzare quelli gia presenti, probabilmente per la vergogna degli insulti presi.

2. pubblicato una nota che spiega la loro versione dei fatti. https://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/a-proposito-di-nonciclopedia/10150322196747633
Si sono svegliati!
http://www.vascorossi.net/notizie/a-proposito-di-nonciclopedia/
adesso ne parla anche il corriere...
http://www.corriere.it/spettacoli/11_ottobre_03/vasco-chiude-nonciclopedia-cruccu_581e6e8c-edaf-11e0-8721-690dea02417b.shtml
A onor di cronaca la replica dello staff di Vasco Rossi: http://tinyurl.com/3pvp9nj
Tra gli insulti dei nonciclopediani e le lodi dei fan, Rossi ha pubblicato un post un merito sul faccialibro.
Ciascuno ha la propria sensibilità, ma non credo che la "sindrome dei sentimenti offesi" possa dominare il web. Nonciclopedia a volte fa ridere, a volte no, ma comunque non diffama per una semplice ragione: dichiara esplicitamente che nulla di quello che c'è scritto è vero. Se a un personaggio non piace la pagina a lui dedicata può fare una cosa semplicissima: cancellare le battute che ritiene stupide e sostituirle con battute migliori, più brillanti e divertenti. Nella vita, senza autoironia, non si va da nessuna parte. Nessuno, e tanto meno un personaggio pubblico, può pretendere che nessuno lo prenda in giro. L'asilo, Vasco dovrebbe averlo finito da un bel po'.
@Hammar. "Massimo Polidoro, donna delle pulizie" non fa ridere neanche me, ma non sminuisce neppure la dignità di Polidoro e il suo impegno per il Cicap. Perché nessuno, ma proprio nessuno, può prenderla per un'affermazione vera. D'altronde, satireggiare personaggi NON ridicoli come Polidoro è abbastanza difficile. Le pagine sulle scie comiche, invece, erano molto migliori. Peccato che non possiamo iù leggerle.
Vasco non mi piace neanche un po'.

Ma sono d'accordo con Hammer: se dai del drogato a qualcuno, aspettarsi una denuncia è il minimo. E' la legge che lo dice e non c'è satira che tenga.
Se insulti qualcuno sei passibile di denuncia
Mi correggo: il messaggio è firmato da una certa Tania Sachs, probabilmente un legale, e non dal cantante.
Segnalazione:

http://it-it.facebook.com/notes/vasco-rossi/a-proposito-di-nonciclopedia/10150322196747633
vascorossi.net risponde http://www.vascorossi.net/notizie/a-proposito-di-nonciclopedia/
riporto qui sotto:
-------------------
A proposito di Nonciclopedia, prima di tutto fatti e non solo parole: piu' di un anno fa, nel febbraio 2010, abbiamo sporto querela per diffamazione nei confronti del sito Nonciclopedia che degli insulti contro Vasco Rossi aveva fatto la sua bandiera. Insulti quotidiani e gratuiti, insulti a tempo perso e senza alcun motivo.

A un anno e mezzo circa dalla denuncia per diffamazione il magistrato in questi giorni ha riscontrato che gli elementi di reato per diffamazione esistono tutti e lo ha comunicato alle parti.

In seguito alla comunicazione del magistrato, gli ammministratori di quel sito hanno deciso autonomamente di chiudere il sito perché si sono evidentemente accorti di essere nel torto. Vasco non ha mai chiesto la chiusura del sito, ha molto semplicemente chiesto al suo avvocato di difenderlo in sede giudiziaria dalla diffamazione, persistente. E' evidente che non sono vittime, ed è un giudice a decidere che sussiste il reato per diffamazione, cosa ben diversa dal definirsi un sito di satira. Attenzione a pubblicare notizie solo unilaterali, chi si occupa di web sa bene che è molto difficile far chiudere un sito, se non addirittura impossibile.

Difendersi dagli insulti che piovono in maniera gratuita e non si sa per quale motivo, non è solo lecito, E' DOVEROSO: libertà di stampa non è libertà di offendere.



Tania Sachs
------------------------------
Dal sito ufficiale di Vasco Rossi: http://www.vascorossi.net/notizie/a-proposito-di-nonciclopedia/

P.S.: qualcuno mi dice come si mettono i collegamenti ipertestuali nei commenti? Grazie. :o)
Su una sedicente unica pagina ufficiale di Vasco Rossi su Facebook - Press Contact: EMI Music Italy s.r.l. -
vi è la risposta di una sedicente Tania Sachs che posta come Vasco Rossi

https://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/a-proposito-di-nonciclopedia/10150322196747633

Non so se questo profilo faccialibro sia buono: il fatto che qualcuno si firmi con due nomi differenti, che i commenti non allineati vengano censurati dopo pochi minuti ("rivogliamo Nonciclopedia" è un commento che viene già censurato) mi lascia un po' dubbioso ma potrebbe essere.

Ciao

Carson
Per la cronaca, questo è il comunicato appena pubblicato sulla pagina Facebook di Vasco Rossi, a firma della sua addetta stampa storica Tania Sachs:

http://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/a-proposito-di-nonciclopedia/10150322196747633
Arriva la risposta della controparte
http://www.webnews.it/2011/10/03/vasco-rossi-non-era-satira-ma-diffamazione/
è arrivata la risposta dell'avvocato

"A proposito di Nonciclopedia, prima di tutto fatti e non solo parole: piu’ di un anno fa, nel febbraio 2010, abbiamo sporto querela per diffamazione nei confronti del sito Nonciclopedia che degli insulti contro Vasco Rossi aveva fatto la sua bandiera. Insulti quotidiani e gratuiti, insulti a tempo perso e senza alcun motivo. A un anno e mezzo circa dalla denuncia per diffamazione il magistrato in questi giorni ha riscontrato che gli elementi di reato per diffamazione esistono tutti e lo ha comunicato alle parti. In seguito alla comunicazione del magistrato, gli ammministratori di quel sito hanno deciso autonomamente di chiudere il sito perché si sono evidentemente accorti di essere nel torto. Vasco non ha mai chiesto la chiusura del sito, ha molto semplicemente chiesto al suo avvocato di difenderlo in sede giudiziaria dalla diffamazione, persistente. E’ evidente che non sono vittime, ed è un giudice a decidere che sussiste il reato per diffamazione, cosa ben diversa dal definirsi un sito di satira. Attenzione a pubblicare notizie solo unilaterali, chi si occupa di web sa bene che èmolto difficile far chiudere un sito, se non addirittura impossibile. Difendersi dagli insulti che piovono in maniera gratuita e non si sa per quale motivo, non è solo lecito, E’ DOVEROSO: libertà di stampa non è libertà di offendere."

Tania Sachs
È apparsa la replica ufficiale al fattaccio:


A proposito di Nonciclopedia

Non so che dire quindi mi astengo dal commentare.
Ho letto su archive.org la voce dedicata a Vasco e non faceva per niente ridere :|

L'unica cosa geniale è una didascalia ad una foto giovanile di Vasco piuttosto famosa, quella dove indossa un impermeabile anni'70.

La didascalia. "Vasco in un cosplay del Tenente Colombo."

ROTFL! :D
Come ho riportato anche sul mio blog Pensare è gratis, Vasco tramite la portavoce Tania Sachs ha rilsciato un comunicato sul suo blog in cui dà la sua versione dei fatti.

Ed anche Nonciclopedia ha risposto, confermando che hanno chiuso per protesta.
Mi sa che arrivo tardi - non ho tempo di leggermi tutti i commenti - ma Wikipedia ha già aggiornato la voce "Effetto Streisand" aggiungendo, tra gli esempi, proprio il caso in questione.
Repubblica segnala una risposta a mezzo comunicato stampa:
http://tinyurl.com/6bkrx52
Scusa se "spammo" ma mi permetto di linkare un post sull'argomento che ho scritto sul mio blog: http://nonnawiki.wordpress.com/2011/10/03/vasco-rossi-ha-fatto-chiudere-nonciclopedia-no-e-nonciclopedia-non-ha-chiuso-2/
http://www.webnews.it/2011/10/03/vasco-rossi-non-era-satira-ma-diffamazione/

Io, se fossi in voi, leggerei cosa hanno scritto qui...giusto per dovere di cronaca (premetto che non difendo Vasco).
Sulla pagina fb di vasco rossi è apparso questo comunicato:

A proposito di Nonciclopedia, prima di tutto fatti e non solo parole: piu'

di un anno fa, nel febbraio 2010, abbiamo sporto querela per diffamazione

nei confronti del sito Nonciclopedia che degli insulti contro Vasco Rossi

aveva fatto la sua bandiera. Insulti quotidiani e gratuiti, insulti a tempo

perso e senza alcun motivo.

A un anno e mezzo circa dalla denuncia per diffamazione il magistrato in

questi giorni ha riscontrato che gli elementi di reato per diffamazione

esistono tutti e lo ha comunicato alle parti.

In seguito alla comunicazione del magistrato, gli ammministratori di quel

sito hanno deciso autonomamente di chiudere il sito perché si sono

evidentemente accorti di essere nel torto. Vasco non ha mai chiesto la

chiusura del sito, ha molto semplicemente chiesto al suo avvocato di

difenderlo in sede giudiziaria dalla diffamazione, persistente. E' evidente

che non sono vittime, ed è un giudice a decidere che sussiste il reato per

diffamazione, cosa ben diversa dal definirsi un sito di satira. Attenzione

a pubblicare notizie solo unilaterali, chi si occupa di web sa bene che è

molto difficile far chiudere un sito, se non addirittura impossibile.

Difendersi dagli insulti che piovono in maniera gratuita e non si sa per

quale motivo, non è solo lecito, E' DOVEROSO: libertà di stampa non è

libertà di offendere.



Tania Sachs
probabilmente sarà già stato segnalato, ma non si sa mai.
Sulla pagina fb del sig. Rossi è apparsa una dichiarazione della portavoce del 'cantante', riguardo la questione nonciclopedia...

http://it-it.facebook.com/notes/vasco-rossi/a-proposito-di-nonciclopedia/10150322196747633
Ciao, volevo solo segnalare che il link Una pagina a caso è funzionante; da lì si può girare per il sito, Vasco a parte...
Hammer: Comunque, il succo di ciò che voglio dire è che di Nonciclopeida nessuno sentirà la mancanza, quidni non mi sembra una grave perdita.

Prova andare a dare un occhio al commento di vasco sulla faccenda sulla sua pag facebook e i relativi commenti :)

Pgc: Gli autori de Il Male come Vauro o Vincino sono ancora in giro (a fare danno direi :) )

Questo? http://www.ilmanifesto.it/archivi/vignetta-del-giorno/
L'agente di Vasco, Tania Sachs ha pubblicato una nota che sta girando già su Facebook.

Vi linko una pagina web che l'ha pubblicata.

http://www.onstageweb.com/news/vasco-rossi-nonciclopedia-chiusa-e-polemica-perche-risponde-tania-sachs/
Se non ci fossero delle questioni di "principio" in ballo (il virgolettato mi è scappato, data la situazione), sarebbe una bella lotta tra poveri di spirito: il duello tra un sito di satira per quindicenni (che sinceramente non mi fa ridere, anzi al massimo mi induce delle volontarie quanto copiose evacuazioni) e una persona in evidente crisi (con questa definizione volutamente ambigua riesco a contemplare persino l'ipotesi che il rocker sia estraneo alla vicenda, eventualità che vedrebbe l'episodio come l'esito del pessimo lavoro di un confuso e approssimativo professionista del foro).

Che dire? Rimango contrario alla censura tour court, anche se l'auto-sospensione cautelativa degli amministratori di nonciclopedia mi sembra essere un episodio marginale, nel contesto delle minacce alla circolazione del pensiero (ugly o bright che sia) sul web.
Divertentissimo, ad ora alla replica di Vasco su facebook ci sono quasi 9000 commenti, di cui la maggior parte insulti.
E la replica insiste proprio nella differenza tra la libertà di stampa e la libertà di insultare...
Il problema è però tecnologico:
Ammesso e non concesso che ci sia un limite netto in ciò che si può e ciò che non si può pubblicare in rete, entrano i problemi riguardanti la condivisione pubblica o quella, ad esempio, riservata a iscritti etc... Poi oltre a questo ci sono le pubblicazioni su sistemi tipo "freenet" che permettono paternità e anonimato nello stesso tempo. È insulso e inutile porre questi limiti in un mondo dove l'informazione è sempre più frammentata e le fonti sempre più diversificate... È assurda quindi la logica di fondo che ha caratterizzato la stampa fino ad ora.
E il bello è che era un semplice sito per sfottò...
La pagina di Vasco ha rilasciato un'altra nota intitolata:
Nonciclopedia: le precisazioni dell'avvocato

Di seguito il link Facebook:
https://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/nonciclopedia-le-precisazioni-dellavvocato/10150322314372633
Credo sia utile proporre il link ANSA con una dichiarazione della portavoce di Vasco

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/spettacolo/2011/10/03/visualizza_new.html_695573353.html
Seconda segnalazione:
http://it-it.facebook.com/notes/vasco-rossi/nonciclopedia-le-precisazioni-dellavvocato/10150322314372633
Vasco ha risposto su FB con due note, la prima di Tania Sachs qui alle 14.44 e la seconda attribuita a un non meglio identificato "avvocato" qui alle 16.06


che enorme, incredibile, fail. Ma Vasco lo sa che Nonciclopedia la scrivono i ragazzini di 15 anni?
Ulteriori sviluppi della faccenda

http://www.giornalettismo.com/archives/154217/nonciclopedia-vasco-rossi-spiega/

insomma, l'azione di rossi parte a febbraio 2010 e arriva ad un effetto concreto oggi.
Non posso non notare questa frase del portavoce del rossi

abbiamo sporto querela per diffamazione nei confronti del sito Nonciclopedia che degli insulti contro Vasco Rossi aveva fatto la sua bandiera

messa così pare che nonciclopedia fosse concentrata solo sul rossi...
su questa pagina di FB intervengono i legali spiegando la vicenda.
La richiesta sarebbe stata di rimuovere la pagina di Vasco e non di chiudere il wiki + altri dettagli

http://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/nonciclopedia-le-precisazioni-dellavvocato/10150322314372633
Questa è la dichiarazione della portavoce, tale Tania Sachs:

http://www.vascorossi.net/notizie/a-proposito-di-nonciclopedia/

In parole povere dice che il sito si è chiuso non per protesta, ma perché si siano accorti di essere nel torto (come un bambino che scappa di casa sapendo di averne combinata una grossa)... Io non so veramente che dire...

Mentre per le precisazioni dell'avvocato, riferite da qualche utente nei precedenti commenti, questa è la fonte:

http://www.vascorossi.net/notizie/nonciclopedia-le-precisazioni/
C'è una nota del sito di vasco rossi
http://www.vascorossi.net/notizie/a-proposito-di-nonciclopedia/
Segnalo due news:
nota di una certa Tania
http://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/a-proposito-di-nonciclopedia/10150322196747633

e le precisazioni dell'avvocato:
http://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/nonciclopedia-le-precisazioni-dellavvocato/10150322314372633
pare sia fondato il sospetto che Vasco non abbia gradito il contenuto satirico di Nonenciclopedia e lo trovi invece diffamatorio perchè (cit.) "per la presenza di contenuti offensivi, diffamatori e non veritieri"; qui la spiegazione ufficiale di Vasco: https://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/nonciclopedia-le-precisazioni-dellavvocato/10150322314372633
Che Nonciclopedia sia un crogiuolo di vaccate, siamo d’accordo, ma che questo sia motivo sufficiente per chiederne la chiusura mi pare un passaggio poco condivisibile. Che “non manchi a nessuno” potrà anche essere vero, ma non è quello il punto.
Se su un sito dichiaratamente satirico e che dichiaratamente NON va preso sul serio ci sono scritte vaccate, hey, sorpresa! Ci sono scritte vaccate. È come offendersi perché i bambini delle elementari ti chiamano “Giorgione scoreggione”, o altre brillanti rime come questa. È roba da bambini, se sei un adulto e ti offendi forse dovresti vedere qualcuno che ti aiuti con la tua autostima. O con il tuo eccesso di essa.
A me comunque Vasco ha aiutato tantissimo durante l’adolescenza. Quando conoscevo una ragazza, le chiedevo al primo appuntamento: “Ti piace Vasco?”. Se mi rispondeva di si, quella era l’ultima volta che mi vedeva. Un SACCO di tempo risparmiato. E un sacco di soldi risparmiati (sapete com’è, invitare la pizza, la serata fuori, eccetera, per poi scoprire che le piace vasco? Soldi buttati!).
Approfitto per ringraziare anche Ligabue per avermi reso lo stesso servizio per anni e anni.
Vasco imparera' a sue spese come funziona la net-democracy - e molto presto, a giudicare dai 10.000 commenti non proprio di solidarieta' sulla sua pagina Facebook (che e' aperta per i commenti a TUTTI - altro colpo di genio).
Non c'è nessuna censura né oscuramento.
La pagina principale di Nonciclopedia parla chiaro: "Nonciclopedia sciopera a tempo indeterminato". Si sono auto-sospesi. L'effetto Streisand riguarda invece, appunto, la censura.
Giusto per essere corretti... poi appoggio in toto l'indignazione, ma attenzione ai termini della disputa.

PS: Io vedo tutta Nonciclopedia, pare che lo stesso host wikia "impedisca" ai nonciclopedisti di auto-oscurarsi, così dicono sulla pagina appunto.
Ma...! Di questi tempi non so più bene cosa pensare.
Credo (spero) che la richiesta di censura non arrivi in realtà da Vasco. Ritengo più probabile che il tutto sia partito da qualche curatore, responsabile di rassegne stampa, cattivo consigliere.
Non sono un fan di Vasco, ma ritengo un po' ingenuo pensare che un cantante più che milionario passi le sue giornate in rete a dar la caccia a chi parla male di lui.
Per questo devo sinceramente ammettere che una campagna in rete contro Vasco mi pare del tutto fuori luogo. e vi prego, non giochiamo sull'ambiguità di dire "ho solo sollecitato un chiarimento".
Ho anche l'impressione che la chiusura di tutto il sito sia di fatto una provocazione da parte di nociclopedia. Se toglievano solo la pagina riservata a Vasco la protesta si sarebbe fermata ai cultori di quella pagina. Cosi si è forzata la mano istigando tutti i lettori alla protesta.
E qui mi pongo una domanda. Se sbaglia a prendersi troppo sul serio chi è preso di mira dalla satira, non sbagliano anche quegli autori satirici che si prendono troppo sul serio e vedono ogni iniziativa contro di loro come un iniziativa volta a reprimere la democrazia?
Non farebbero un servizio migliore assumendosi in un senso e nell'altro le loro responsabilità?
Ovvero "Ok lo detta un po' troppo grossa, cancello/rivedo l'articolo"; oppure: "ho solo scritto in modo satirico la verità e quindi andiamo fino in fondo non cancello nulla".
Queste, e anche altre che stanno nel mezzo, sono posizioni chiare e in ogni caso non codarde.
Fatta cosi quella di nociclopedia mi pare invece una provocazione un po' codarda.
C'è un primo commento ufficiale della portavoce di Vasco: sull'ANSA.
dai, la puoi togliere la moderazione nei commenti... accademia non si vede più

Cos'e' successo con Accademia?
Magari me lo son perso tra i vari commenti ma, una risposta da "Vasco" (tramite Tania Sachs) pare ci sia:
https://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/a-proposito-di-nonciclopedia/10150322196747633

Ed anche quelli di Nonciclopedia hanno aggiornato con qualche info in più sulla vicenda...
Sulla pagina Facebook di Vasco Rossi è uscita anche la precisazione dell'avvocato: http://www.facebook.com/notes/vasco-rossi/nonciclopedia-le-precisazioni-dellavvocato/10150322314372633
E' arrivata la risposta di Vasco su FB https://www.facebook.com/vascorossi
[quote-"Krystal"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/nonciclopedia-sospesa-avrebbe-diffamato.html#c628617255660431513"]
Ma Vasco lo sa che Nonciclopedia la scrivono i ragazzini di 15 anni?
[/quote]

Lui non è tenuto a saperlo.
Al contrario, i ragazzini di 15 dovrebbero sapere che non si può dire/scrivere pubblicamente qualsiasi cosa che passa per la testa. Forse a 15 anni non si ha ancora ben chiara la differenza tra "satira" e "insulto".
Secondo me Repli, fai un po' di confusione.

La diffamazione è dire qualcosa in tutta serietà. Ad esempio: "Replicante va con gli automi minorenni." (Lo so, fa ridere, ma come posso fare...)

È diffamazione: si attribuisce falsamente un comportamento offensivo ad un replicante, ehm persona.


Se invece ti canzono, anche pesantemente: "Replicante cattivo ha il poster di Pinocchio in camera, quel frustrato!" come puoi dire che ti sto diffamando? Ti sto prendendo per il culo!

Vasco Rossi è preso per il culo pesantemente in quella pagina. Può piacere o non piacere. Ma non esiste che venga ritenuta diffamazione! In questo modo nessuno può più fare satira su nessuno.

La citazione della satira sul cadaver di Aldo Moro è esemplare: a me personalmente fa proprio schifo. Ma è satira e tale rimane. Forse posso pure accettare una querela da parte della famiglia di Aldo Moro, ma non per diffamazione, casomai per ingiura. Ma il limite di queste attività è che in questo modo si introdurrebbe un vaglio censorio: e chi decide chi può essere oggetto di satira e chi no? Chi ha avvocati più potenti? Chi ha più soldi? Se il magistrato la sera prima ha scopato? (NdA: satira)

Io personalmente sono molto incazzato con Benigni per la sua satira su Almirante. E mi piacerebbe che si scusasse. Ma da qui a proibire a Benigni di fare satira ce ne incorre... Anche perché a me ha fatto incazzare quella, a te quell'altra, a un terzo ancora un'altra. E che facciamo? Prendiamo Benigni e lo arrestiamo? Ops... guarda, sembra la dittatura...

PS per Epsilon: dato di fatto: la satira è un esercizio esclusivo delle democrazie più avanzate.
Da Nonciclopedia su Paolo Attivissimo:

“Porterò con me qualche copia del mio nuovo libro, relativi DVD con le foto del mio nuovo libro, CD, floppy, videocassette, e dei vinili con incisa la mia voce che legge il mio nuovo libro. Per chiunque fosse interessato, i dettagli sono qui.”
- Paolo Attivissimo prima di andare a fare la spesa

Sto soffocando dal ridere!!! ;)

Vasco si è dimostrato quello che è... così come giulietto chiesa (tutto in minuscolo), chi parla tanto di "libertà" e condanna la "censura" è spesso il primo che si rende patetico agendo in modo diametralmente opposto (leggi denunce).
In tutto questo marasma, mi sfugge il perché Wikia impedisca a Nonciclopedia di auto-oscurarsi... e se sia effettivamente così.
>la satira è un indice diretto della popolarità di una persona

Vero; e in più chi fa satira deve conoscere MOLTO bene il satireggiato, deve esserselo studiato un bel po'. La pagina su Attivissimo, ad esempio, è esemplare: a parte che fa rotolare dal ridere, mostra una conoscenza decisamente approfondita del blog. Non è roba da dilettanti.

Ho poi qualche dubbio sul fatto che Nonciclopedia sia fatta da ragazzini. Leggo tutti i giorni cose scritte da ragazzi, e quelli non lo sono. Lessico e sintassi non sono da imberbi, e anche la furbata di autosospendersi è roba seria.
Quella è gente che sa il fatto suo.
@Ciriachi: Accademia è stato sospeso per una settimana perchè il Capo ha trovato qualche suo commento un po' sopra le righe. Scaduta la settimana lui non ha voluto tornare a scrivere. Ci legge sempre (non sto rivelando un segreto di stato, no, AdP?) ma per ora non vuole commentare.
Il "per ora" è una mia speranza; lui è più testardo :-)
[quote-"Hammer"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/nonciclopedia-sospesa-avrebbe-diffamato.html#c6675367250093439180"]Non vorremo davvero paragonare Vasco (che ha scritto la storia degli ultimi 30 anni del rock italiano)[/quote]
Rock? Mi trattengo per non far partire un flame... Vasco Rossi può anche piacere ma non attribuiamogli generi musicali cui non può vantarsi di appartenere.
Scusate se i commenti sono ripetitivi, ma ero offline per lavoro e sono rimasti in coda per qualche ora.
PuntoInformatico.it ha reso pubblico un link che rimanda alla pagina di Nonciclopedia incriminata:

http://f.cl.ly/items/172C2B1k1b1n25183x18/Fiasco%20Rossi%20-%20Nonciclopedia.pdf

È un po' più "cattiva" di quella presente su Archive.org
Diciamo che non è come sembra ad una lettura superficiale, Vasco su FB afferma di aver richiesto di rimuovere solo la pagina che lo riguardava e nient'altro.
@Motogio

Forse sbaglio io e quindi chiedo venia, ma leggendo fino in fondo il PDF (beh, leggendo... diciamo che ho fatto pggiù fino alll'ultima pagina) c'è scritto che l'ultimo aggiornamento è del 2008, mentre la frezzata in web.archive riporta una data del 2009, quindi è probabile che il PDF sia una versione precedente che è stata poi "pulita" dai Nonciclopediani.

Quindi puntoinformatico può aver preso una cantonata (leggasi: se ho ragione, speriamo non l'abbiano fatto apposta "per fare share")
La pagina di Punto Informatico sembra essere più vecchia, 16:09 dell'11 set 2008, mentre quella di archive.org è stata archiviata alle 7:10:54 del 2 Marzo 2009.
@ Hammer

Innanzitutto ciao :), poi:

Proviamo a fare un sito in cui gratuitamente offendiamo i lettori del disinformatico dando loro del drogato, dell'incapace nelle loro professioni e così via.

Non per darti contro a prescindere (ti stimo molto anche se non lo pensi), provo a dire la mia:

Senza entrare nel merito della questione "ha fatto bene/ha fatto male", Vasco si è costruito una carriera sull'immagine del drogato/alcoolista. Solo ultimamente ha fatto "coming out" ammettendo i gravi problemi che ha avuto in passato e gli strascichi odierni, ma fino ad allora non ha detto o fatto nulla per cambiare la sua immagine. Se l'ha fatto, nessuno se n'è accorto. Non può arrabbiarsi se qualcuno gli fa notare che la sua immagine è ancora quella dell'ubriaco perso che salì sul palco di Sanremo eoni fa. Non ha mai detto che quel Vasco non esiste più. Ci ha marciato alla grande fino ad oggi...

Riguardo all'aspetto musicale, tecnicamente è morto. Dal mero punto di vista della tecnica compositiva non ha mai fatto nulla di veramente nuovo, di diverso.

Per carità, sono scelte personali che gli hanno fruttato sicuramente molto (e chiamalo scemo), ha fidelizzato molte persone che da lui non si aspettano certo stravolgimenti nello stile (un Vasco deep-house farebbe rizzare i capelli a molti, credo) e si è "adagiato" su un pop-rock ormai rivisitato in tutte le sue possibili varianti. BUon per lui e per il suo conto in banca (è il suo "lavoro" dopotutto), ma dall'altra parte ha allontanato anche molti ascoltatori un po' più smaliziati che ad ogni nuova canzone del Blasco ormai cambiano stazione radio perché "é sempre la stessa minestra riscaldata".

Chiaro che non si può accontentare tutti, ma chi ne "parla male" musicalmente, lo fa con cognizione di causa. Da 20 anni ad oggi sono sempre gli stessi accordi, le stesse moine, gli stessi "EEEHHH"... a molti ha rotto le scatole.

:D
Salve, ho collaborato per Nonciclopedia e da tempo seguo Vasco. Ci tengo a precisare un paio di cose:

1) Vasco non è responsabile della chiusura del sito, come specificato in due note sul suo profilo facebook e come fanno velatamente capire anche gli admin di Nonciclopedia, anche se gli affibbiano tutte le colpe. La chiusura del sito è una decisione presa autonomamente dagli admin per protestare. I legali di Vasco hanno chiesto solo la chiusura della pagina che parlava di lui.

2) La pagina di Nonciclopedia che parla di Vasco Rossi è sempre stata parecchio "sopra le righe", non limitandosi alla satira ma sfociando anche in frasi piuttosto offensive che vanno sul personale e che lo danno per drogato o alcolizzato cronico, ben al di fuori dello standard dello "sfottò" nonciclopedico.

3) Vasco con questa storia c'entra poco o nulla: ha solo ritenuto offensive alcune frasi e ha chiesto parere al suo avvocato; tutte le mosse successive sono state fatte dai suoi legali e dagli admin di nonciclopedia. Alla fine subisce un enorme pubblicità negativa senza aver avuto particolari colpe.

Alla luce di tutto questo, mi sembra che si stia davvero esagerando, con tutto il web catalizzato contro Vasco Rossi. Sono gli admin di Nonciclopedia ad autocensurarsi, un modo facile e garantito per farsi pubblicità e mettere ko il querelante... sarò controcorrente ma dal mio punto di vista coloro che fanno i prepotenti in questa storia sono proprio gli admin del sito.
@martinobri

Su AdP. Davvero una sospensione?Come a scuola?
Eh, lo capisco, io ne ho preso una sola, non ero d'accordo ed ero &%ç@@ come una belva per questo.

Speriamo stia bene, le lazioni di itagliano mi mancano.
@lufo88, embè? Ti pare poco? Che, adesso non si può prendere in giro Vasco sulla cocaina, dopo "Bollicine" o l'arresto?
Alla faccia della vita spericolata. Manco fosse una vergine violata...
Vasco Rossi non si è limitato a chiedere la rimozione della pagina che lo riguardava. Ha sporto una querela per diffamazione, un reato. A quel punto non mi stupisco che gli amministratori abbiano deciso di chiudere il sito. Qualunque riferimento a Vasco Rossi (esempio immaginario: sulla pagina di Marco Carta: "figlio illegittimo di Vasco Rossi e Iva Zanicchi"), poteva far scattare altri provvedimenti legali. Mica potevano passare la vita a fare moderazione. Piuttosto he prendersi un avvocato, hanno mollato tutto.
Interessante la risposta dell'avvocato, che in pratica cerca di salvare capre e cavoli dopo questa débâcle, soprattutto il fatto che citi come perno della querela la mancanza di veridicità nella pagina incriminata, e ancora che Vasco non è responsabile della "chiusura" di Nonciclopedia.

Ma questi avvocati si rendono conto che si stanno facendo pessima pubblicità e di riflesso ne fanno fare una peggiore a Vasco Rossi? No scusate sembra che non abbiano nemmeno fatto un po di ricerca, Nonciclopedia stessa ribatte sulla non veridicità dei contenuti, ma poi scusate con che faccia di bronzo possono scrivere che Vasco Rossi non è responsabile di alcun che? La querela l'hanno fatto a nome suo credo, o comunque chi ci ha messo la firma lo ha fatto agendo nel suo "interesse" e quindi ovvio che poi le persone si sfoghino contro di lui, la figura del fesso la fa lui, non l'avvocato o il portavoce.
Pritcher,

IO NE SENTIRO' LA MANCANZA! ..e come me molti altri!

Mi dispiace per te se senti la mancanza di un sito di sole parolacce.

Comunque essendosi auto-oscurata, lamentati con i gestori.
chiasottis,

spiegalo ha lui che ha anche fatto una raccolta intitolata "Rock"
Vasco non ha mai brillato per acume ed intelligenza, probabilmente l'effetto delle droghe assunte nel passato si fa sentire ancora oggi.
[quote-"Joram Rosebringer"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/nonciclopedia-sospesa-avrebbe-diffamato.html#c7055881999476211193"]
qualcuno mi dice come si mettono i collegamenti ipertestuali nei commenti? Grazie. :o)
[/quote]

È scritto qui. In pratica devi scrivere l'apposito tag html a manina.
vorrei aggiornarti sul fatto che ora sulla pagina di fb di vasco e sul suo sito ci sono le dichiarazioni e precisazioni degli avvocati sul caso.. http://www.vascorossi.net/notizie/nonciclopedia-le-precisazioni/
Dalle mie parti si dice: al stà mej un ratt in buca al gatt, che un omm in man all'avucatt

(da pronunciare in brianzolo stretto, elidendo completamente la v: aucàtt)
La pagina ha cambiato di nuovo, a quanto pare ora è davvero oscurata: non è accessibile nessun articolo e la pagina principale contiene un unico link all'approfondimento della vicenda.

A proposito, leggendo la risposta dell'avvocato senza nome si trova conferma in quanto dichiarato negli approfondimenti di wikipedia:

l'avvocato scrive:
"La decisione di depositare querela per diffamazione nei confronti sia degli autori dei commenti presenti nella pagina web http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Vasco_Rossi, sia degli amministratori del sito de quo (artt. 595 e ss. c.p.), è derivata dal fatto che non ha avuto seguito la richiesta bonaria di rimuovere la pagina dedicata all'Artista sul portale."

nonciclopedia scrive:
" 3 febbraio 2010: l'avvocato manda una mail a Nonciclopedia ed una raccomandata A/R a Wikia, chiedendo di cancellare la pagina poiché gravemente diffamatoria e di fornire i dati degli utenti per procedere alla loro identificazione.
4 febbraio 2010: Nonciclopedia risponde all'avvocato, spiegandogli brevemente cos'è Nonciclopedia, che non è in grado di fornire i dati degli utenti, mostrandosi infine disponibile a eliminare dalla pagina le parti diffamatorie che saranno indicate dallo stesso avvocato, come già successo in passato con altri personaggi che hanno segnalato la loro pagina.

Per tutta risposta, l'avvocato non risponde, nonostante Nonciclopedia conservi la notifica di lettura. Nessuna traccia nemmeno della fantomatica raccomandata spedita in California, al nostro host Wikia, come indicato nella mail dell'avvocato. Così, pensando che si tratti di una finta mail come spesso capita, Nonciclopedia lascia correre, non avendo avuto nessun riscontro della veridicità della comunicazione."

etc.
A me sembra che quello che dice nonciclopedia corrisponda a verità.
Concordo a dire che è un EPIC FAIL di vasco, soprattutto per le motivazioni che vengono date dall'avvocato (ridicole).

PS. la tua pagina su nonciclopedia Paolo è un qualcosa di meraviglioso, e anche la pagina sell'Omeopatia è fantastica. Peccato che ora siano oscurate, le ho lette giusto in tempo! =)
@paolo

Vasco ha risposto sulla sua pagina facebook spiegando le sue motivazioni.
@Hammer Trovo deludente il tuo approccio alla questione, ti ho finora sempre ammirato per come portavi avanti certe posizioni ma qui, mi scadi proprio. Direi che è quasi oggettivo.
A me, fin da piccolo hanno sempre insegnato quello che credo sia un buon principio: quello della soggettività, del gusto personale.
Mi è stato insegnato che non esiste il "fa schifo e basta" ma il "a ME non piace". Ho preso anche una sberla una volta da mio padre, perchè a casa di un amico di famiglia espressi un "che schifo" ad una pietanza cucinata dalla moglie del tizio, perchè non era solo maleducazione, ma totale mancanza di rispetto per i gusti culinari di quella famiglia. Allora avevo poco più di quattro o cinque anni, ma lo ricordo bene, e con il tempo e altri errori ho capito quanto sia importante il rispetto per i gusti altrui.
Tu invece non fai che ripetere che NESSUNO sentirà la mancanza del citato sito...
Ma chi sei, Dio? Sei il Gusto fatto persona?
Se una cosa non ti piace, sei liberissimo di dirlo, ma per carità abbi un po' di rispetto.
Sennò, per dirla nei tuoi termini: "piantala, perchè dei tuoi commmenti NESSUNO sentiva la necessità."
E da oggi noi italiani potremo parlare di "Effetto Vasco" :)
[quote-"Hammer"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/nonciclopedia-sospesa-avrebbe-diffamato.html#c1538609719537315785"]chiasottis,

spiegalo ha lui che ha anche fatto una raccolta intitolata "Rock" [/quote]
? Quindi?
Epsilon,

Non ho ben capito l'ordine nell'apparire dei commenti.
Ricaricando, ne sono comparsi alcuni posizionati tra quelli già presenti e non accodati.
Dipende forse da come è stata trattata la coda di moderazione?


Probabilmente sì.
Riporto alcuni versi di Vasco Rossi raccolti da Metilparaben:

"La fuga è veloce: mi metto le scarpe che sono già in strada. Che bella giornata, non bado alla gente che guarda sconvolta: ormai ci sono abituato, sono vaccinato, sono controllato. Si pensa ormai addirittura in giro: è chiaro che sono drogato.

Non importa se la vita sarà breve: vogliamo godere.

Siamo solo noi, che tra demonio e santità è lo stesso: basta che ci sia posto.

Voglio una vita maleducata, di quelle vite fatte, fatte così.

Fantasie, fantasie che volano libere, fantasie che a volte fan ridere, fantasie che credono alle favole.

C'è chi dice no! C'è chi dice no! Io sono un uomo!

Liberi, liberi siamo noi, però liberi da che cosa? Chissà cos'è."
Da Nonciclopedia:

"Paolo Attivissimo è un malvagio rettiliano al soldo delle multinazionali, che lo pagano per tenere nascosta a tutti la verità suprema scoperta dai grandi pensatori del nostro tempo e nascondere al popolo bue il fatto evidente che l'Omeopatia cura tutti i mali immaginari."

Secondo me l'ha scritta un complottista di nostra conoscenza.... :)

Oppure l'ha scritta Paolo per farci morire dal ridere :D
Bera,

Ai tempi della guerra in Jugoslavia tenne un concerto di beneficenza a San Siro e si tenne l'incasso specificando che qunado sale su un palco lo fa per l'incasso e che la beneficenza consisteva nell'aver invitato gruppi Jugoslavi e nell'aver sensibilizzato sul problema.

Indica le fonti, per favore: cerchiamo di non fare gossip.
[quote-"Gwilbor"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/nonciclopedia-sospesa-avrebbe-diffamato.html#c8529848056655946629"]
[quote-"Joram Rosebringer"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/nonciclopedia-sospesa-avrebbe-diffamato.html#c7055881999476211193"]
qualcuno mi dice come si mettono i collegamenti ipertestuali nei commenti? Grazie. :o)
[/quote]

È scritto qui. In pratica devi scrivere l'apposito tag html a manina.
[/quote]
Grazie mille! :o)

P.S.: riprendo il gatto a nove code e mi rifustigo, se penso che era semplice HTML e che lo mastico ogni giorno. -_-
Ho trovato una fonte per la "finta" beneficenza:

http://archiviostorico.corriere.it/1995/giugno/21/Canto_per_Sarajevo_incasso_mio_co_0_95062114079.shtml
Precisazione: non c'è scritto da nessuna parte che il concerto era per beneficenza. Chi non era d'accordo aveva solo da non andarci.

Certamente bisogna considerare che non è un bel messaggio...

Comunque non c'entra nulla con la questione Nonciclopedia. Penso sia il caso di attenersi solo all'argomento in oggetto senza tirare fuori "scheletri" di 16 anni fa.
Sarebbe da ragionarci bene, su queta cosa.

-Ragazzetti scrivono scemenze sui muri dei bagni.
-Solo che è un muro del bagno che il vasto mondo legge.
-Persona offesa dalle scemenze interviene.
-La pagina non viene corretta/oscurata/moderata. O non si può moderare? O il padrone del muro se ne frega?
-la persona offesa non si accontenta di cancellare le scritte e dare uno scappellotto ai ragazzetti.
-fa intervenire la polizia.
-dopo un anno, si arriva a definire che, boh, forse, in effetti, quelle scemenze sul muro erano offensive.
-i ragazzetti fanno lo sciopero e chiudono tutti i bagni.
-il padrone del muro, che non ha fatto niente prima, adesso cancella solo quella piastrella lì e toglie le chiavi per entrare ai ragazzetti.
-la persona offesa viene presa a pernacchie dal vasto mondo come mostro ammazza libertà.

E tutto perché nessuno ha insegnato ai ragazzetti che certe robe non si scrivono sui muri del bagni. Anche se sono digitali.

A me preoccupa, 'sta cosa.
Personalmente ritengo che il confine tra satira e diffamazione o ingiuria dipenda dal livello di esposizione pubblica di un personaggio. Se si scrive quello che si è scritto su Vasco o su Paolo Attivissimo su nonciclopedia, può non piacere, può essere pesante ma ritengo rientri nei limiti della satira. Se poi si tocca solo la vita pubblica, nel senso che si fa satira solo su quanto già di dominio pubblico (ad esempio, non è un segreto che Paolo Attivissimo usa impianti bioplasmatici come non è un segreto che Vasco abbia fatto uso di alcool e droghe), allora non ci dovrebbero essere limiti.
Diverso è il discorso riguardante la gente comune.
No Hammer (commento #45), non credo che si possa dare del drogato o dell'imbecille a chi segue il disinformatico perchè, in generale, non siamo personaggi pubblici e, quindi, tu daresti dell'imbecille a noi come persone e il tuo giudizio sarebbe del tutto gratuito perché non hai nessuna informazione pubblica che ti consenta di esprimerlo.
Vorrei dire ai saccenti di evitare commenti e conclusioni riguardo certi aspetti di Vasco Rossi senza conoscerlo. Mi sembra decisamente sbagliato parlare di lui per sentito dire, soprattuto se chi ne parla non si e' mai interessato all'artista.
Personalmente qua dentro credo di essere quello che conosce meglio Vasco Rossi, sia come artista che come persona e posso dire di conoscere ancora meglio tutto il suo staff.
Vasco di beneficenza pubblica non ne hai mai fatta, ma privatamente posso assicurarvi che ne ha fatta fin troppa, sia donando dei soldi, sia donando la propria immagine girando per ospedali a trovare i malati, sia andando in centri di recupero a trovare i ragazzi. Non posso scendere nei dettagli, altrimenti ci avrebbe pensato l'artista a renderli noti. Ma questa non e' la sua volonta'. Per quanto riguarda la vicenda, credo che Vasco in persona centri ben poco, probabilmente si e' lamentato degli insulti esagerati con quelli del suo staff, l'avvocato ha mandato la lettera e poi la situazione e' sfuggita di mano. Personalmente vi posso assicurare che non e' la prima volta che i legali di vasco mandano lettere reclamando diritti vari a siti non ufficiali, e conoscendo personalmente i destinatari delle lettere, vi posso assicurare che la situazione si e' sempre risolta bonariamente, con la rimozione del materiale incriminato e qualche telefonata tra le parti. Quindi credo che se nonciclopedia avesse rimosso temporaneamente la pagina E POI avrebbe cercato scoprire la veridicita' della lettera, si sarebbero evitate un bel po di rotture di maroni. Un saluto a Paolo e a tutti i lettori.
Orsovolante,

ritengo un po' ingenuo pensare che un cantante più che milionario passi le sue giornate in rete a dar la caccia a chi parla male di lui.

Ritengo invece patetico che qualcuno del suo staff abbia agito senza il benestare di Vasco e Vasco ora se ne stia zitto senza disconoscere l'assurdità della querela e quindi, implicitamente, appoggiandola.
Una piccola nota per chi vuole continuare a leggere le pagine di Nonciclopedia.

Si può ancora fare semplicemente disattivando gli stili (CSS) delle pagine.

Per chi usa Firefox:
Visualizza -> Stile pagina -> Nessuno stile

In alternativa si possono usare plugin come Firebug per rimuovere gli stili aggiuntivi aggiunti di recente dagli amministratori per nascondere (senza rimuovere realmente dalle pagine) tutti i contenuti tranne il messaggio di avviso.

Disattivando gli stili ovviamente la pagina non si vede formattata completamente, ma è comunque meglio che non vederla affatto.
L'ipotesi che a scrivere su Nonciclopedia siano dei quindicenni, come scrive qualcuno, dovrebbe portare all'immediata chiusura della stessa, se fosse vera tale notizia. Non deve essere permesso a persone irresponsabili per legge di esprimere opinioni o anche satira senza la mediazione di un responsabile. Che si assume la responsabilità di quanto pubblicato. Diritti-doveri, libertà-responsabilità. Funziona così la democrazia.
Oscar,

Paolo, puoi pure togliere il condizionale dal titolo sopra il titolo :)

Fatto.
Paolo ho visto che hai citato Chiesa, ne approfitto per aprire un piccolo OT; oggi in libreria, ho visto il libro Zero^2 (alla seconda, per intenderci), a 18,90€!!! Che coraggio..

Dovrà pagarsi gli avvocati?

Chiuso OT
Ettore,

potrebbe denunciarmi perché boicottando e non acquistando i suoi prodotti ne potrebbe risultare un mancato guadagno?

Boh. A questo punto, visto l'andazzo, potrebbe denunciarti perché hai emesso un peto nella sua direzione generica.
[quote-"Paolo Attivissimo"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/nonciclopedia-sospesa-avrebbe-diffamato.html#c8158817896384188542"]
Bera,

Ai tempi della guerra in Jugoslavia tenne un concerto di beneficenza a San Siro e si tenne l'incasso specificando che qunado sale su un palco lo fa per l'incasso e che la beneficenza consisteva nell'aver invitato gruppi Jugoslavi e nell'aver sensibilizzato sul problema.

Indica le fonti, per favore: cerchiamo di non fare gossip.
[/quote]

E' una storia nota alla quale si accenna anche nella pagina di wikipedia dedicata a Vasco Rossi.

Qui, un articolo del corriere
http://archiviostorico.corriere.it/1995/giugno/21/Canto_per_Sarajevo_incasso_mio_co_0_95062114079.shtml
Phantoz,

Sto soffocando dal ridere!!! ;)

Non sei il solo. Per me è satira quando ti fa riflettere su come ti comporti.
Tania Sachs, la firmataria del comunicato di Vasco Rossi sulla questione Nonciclopedia è l'addetta stampa del cantante da più di vent'anni. Sono molto vicini professionalmente e umanamente. Difficile pensare che abbia agito senza il suo benestare.
Stupidocane,

ti dirò che l'incipit del tuo post mi stupisce perché sono convinto che io e tu siamo legati da una buona amicizia. Quindi non vedo perché non dovrei crederti se dici che mi stimi, soprattutto considerando che il sentimento è perfettamente ricambiato. In secondo luogo non vedo che male ci sarebbe nel caso in cui mi dessi sempre contro, se non sei d'accordo con quello che dico fai bene a manifestarlo. Anzi, visto che siamo nel campo delle opinioni, la diversità è una ricchezza e non un ostacolo.

Venendo al sodo. Mi pare di capire che vuoi intendere che Vasco predica bene e razzola male; forse ci sta, ma sinceramente credo che l'atteggiamento da "rocker ribelle" serva più a creare un'immagine di sé che a esprimere ciò che si crede. Quindi io penso che è pur vero che Vasco si atteggia a ribelle, ma probabilmente non ci ha mai creduto nemmeno lui.

Sulla qualità musicale di Vasco il tuo parere mi sta benissimo. Del resto io ho detto, e ripeto, che mi piace, ma non ho detto che mi strappo i capelli per lui. Non è tra i miei dieci cantanti preferiti e nemmeno tra i venti. Al momento sto ascoltando un disco degli Alice In Chains, sotto nella pila dei dischi che ho sentito di recente ci sono Buddy Holly, AC/DC, Beach Boys, INXS, Beatles: Vasco come vedi non c'è. Per me è un buon cantante, nulla di più.

Ciao