skip to main | skip to sidebar
6 commenti

Datagate: Glenn Greenwald spiega perché la sorveglianza globale è un’ossessione letale

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Mi manca il tempo di tradurre le ottime parole di Greenwald, ma il suo recentissimo intervento in video al Chaos Communication Congress di Amburgo che potete seguire qui sotto in inglese merita di essere ascoltato e diffuso. Se qualcuno ha voglia di preparare una trascrizione, la pubblico e traduco volentieri.


L'audio è disponibile qui su Soundcloud e qui sotto. C'è anche un archivio generale qui.

Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (6)
E che dire del nuovo sistema windows 8.1 o del futuro windows 9 che vuole integrare la login con facebook per l'accesso a tutti i sistemi operativi windows phone e windows per pc ?!
Già adesso con la cazzata del cloud ti spingono a crearti un account outlook.it con cui accedere via skydrive al cloud con i prodotti Office, per inserire online i documenti di lavoro (ove la NSA spierà tranquillamente ?!)... come se in Italia tutti avessero una 20Mb in qualsiasi area geografica (ce ne sono ancora di non connesse con flat economiche - digital divide).
Ma per il 99% degli utenti che non sviluppano progetti in team sul medesimo foglio excel o word, cosa dovrebbe importargli di avere 7 Gb online quando sta uscendo una generazione di HDD da 30-60 Tb? (già gli HDD in commercio costano 50 euro 2-3 Tb interno con velocità di collegamento SATA2-3 mica ADSL italia < USB 1.1). Mistero. E per quale sicurezza informatica c'è se il medesimo programma che sostituisce esplora risorse (e quindi ha accesso a tutto il computer) è di fatto un programma che necessita dell'accesso ad internet solo per avviare il cloud dei programmi o per accedere ai file salvati ?! Demenziale, ci saranno gli hacker che si sfregano le mani per questa cosa.
E per quale motivo io dovrei dire a facebook od a Outlook che mi collego al mio PC con localizzazione geografica ogni volta che lo accendo ?! sono cazzi miei !
@ mother:
Non so che dire, anche perché forse non ho capito molto di quello che scrivi (ma per colpa mia: non sono molto competente per quello che riguarda l'informatica e mi arrabatto come posso).
Purtroppo ho windows 8 nel portatile (il vecchio portatile, con XP, era arrivato alla fine dei suoi giorni dopo una decina d'anni di onorata carriera) e mi sono resa conto di quanto sia limitato rispetto alle versioni precedenti, soprattutto se voglio installare altri programmi o voglio fare dei salvataggi fuori della cartella "Documenti" (in certe aree del disco fisso è assolutamente impossibile salvare un file). E per fortuna che il tecnico di fiducia ha fatto alcuni settaggi che permettono un po' di "manovre" (c'è la "windows classic shell" che mi permette di visualizzare il desktop e il mio profilo è quello di "amministratore" in modo che posso installare o disinstallare nuovi programmi).
Recentemente sono passata a windows 8.1 e non noto grandissime differenze con la precedente versione (a parte che ho dovuto re-installare il "classic shell"), ma l'idea di un cloud con i prodotti Office (se ho ben capito cosa significa e cioè che io non dovrò più installare programmi nel mio computer ma dovrò collegarmi al cloud per poter utilizzare fogli di testo, fogli di calcolo o presentazioni in power point), mi sembra alquanto improponibile, perché richiederebbe velocità di connessione troppo elevate (e connessioni stabili) oltre al rischio di furti dei propri dati.
Magari avrei bisogno che qualche anima pia mi spiegasse per benino queste cose, con un lingauaggio adatto ai dummies come me.
Probabilmente il "Datagate" è solo una piccola parte del controllo informatico
mondiale (qualcuno lo chiamerebbe fassismo elettronico mondiale).
Penso soprattutto alle nuove tecnologie "embedded" che alla fin fine
si possono pure permettere di eliminare il "trusted" visto che
hanno aggiunto così tante "ottimizzazioni" per la nostra "security"
che non hanno bisogno d'altro.
Poi basta cambiare nome alle cose, come protezione antifurto,
come identità sicura, come tecnologia di monitoraggio wi-fi remoto,
assistenza remota, ecc.ecc.
Il ladruncolo non potrà più rubacchiare il mio notebook ?
o forse lo prenderà lostesso, poi magari lo venderà come pezzi di ricambio ?
Sarò identificato univocamente con la nuova tecnologia e potrò effettuare pagamenti sicuri ?
oppure sarò identificato come idiota per aver mandato denaro
al solito sito di merce contraffatta ?
Potrò vedere film bellissimi in DRM-Wi-fi,
oppure autorizzo a frugare da remoto nel mio hard disk ?
Volendo essere complottisti si potrebbe dire che c'è molto di più del datagate.
ad esempio se i nuovi microprocessori adottano la tecnologia "true identity"
è puramente inutile iscriversi al social network con nomi di fantasia, oppure utilizzare la rete TOR
o nascondersi dietro il proxy anonimo, perchè in ogni caso l'identificazione del PC utilizzato è univoca.
ma non solo, verosimilmente anche il digital coopyright act ha impiantato on chip
Alcuni comandi remoti ad accesso esclusivo per ispezionare l'hard disk e distruggere i dati sospetti.
(oltre al solito masterizzatore con region code, che si può riscivere solo 5 volte, poi si blocca.
all' uscita hdmi sempre criptata, e la degradazione artificiale del segnale.)
La tecnologia si può utilizzare in molti modi, oggi grazie all' elettronica sarebbe anche possibile
far pilotare un aereo ad un non vedente, ma noi invece la utilizzeremo solo per creare discriminazioni
e per segnalare individui sospetti alle autorità competenti.
Ho ancora voglia di acquistare il nuovo microprocessore ?
sicuramente no, il nuovo microprocessore con 1000 trucchetti dentro se lo possono tenere.
L'unica speranza è l'open source, ma anche in questo caso ci saranno i soliti infiltrati pagati
per scrivere software conforme alle agenzie internazionali. :-D
La sorveglianza globale, personalmente me lo succhia...
Ecco il transcript https://github.com/poppingtonic/greenwald-30c3-keynote/