skip to main | skip to sidebar
68 commenti

Per l’ennesima volta: il Corriere del Mattino è un sito di notizie burla [UPD 2014/02/13]

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Sono giorni che mi arrivano segnalazioni e domande a proposito della notizia del ritrovamento di uno scheletro di gigante che confermerebbe che “la Bibbia aveva ragione”. La fonte è sempre la stessa: il Corriere del Mattino o Giornale del Corriere, che è un sito satirico che pubblica notizie inventate.

C'è anche scritto in fondo a ogni pagina: “Giornale del Corriere è un sito satirico, e dunque alcuni gli [sic] articoli contenuti in esso sono da ritenere tali.”

Suvvia, gente, so che son tempi grami, ma dov'è finito il vostro senso dell'umorismo? Davvero non viene il dubbio che un sito che titola “NOTIZIA SHOCK – Vietato navigare su Internet in stato di Ebrezza – approvata la legge” sia una parodia?

Aggiornamento (2014/02/13): la fonte della fotografia è un concorso di fotomontaggio indetto tempo fa da Worth1000, come spiegato qui. Grazie a Stupidocane per la segnalazione.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (68)
Senza contare che se è brezza si naviga molto piano.
Beh, Paolo, allora leggi i commenti indignati agli articoli di lercio.it :)))))))
... Vietato navigare su Internet in stato di Ebrezza ...
Credo sarebbe l'unica notizia da prendere veramente sul serio ... c'è bisogno di una legge del genere :-)
Uno dei motivi per cui frequento sempre meno Facebook è proprio il diluvio di notizie "clamorose" da siti come questo.
Purtroppo, in questi ultimi mesi, sono usciti un sacco di siti che propongono notizie del genere. Il fatto è che, finchè si parla di Lercio (parodia di Leggo) si ha a che fare con articoli molto divertenti, nonchè dichiaratamente stupidi. L'intento umoristico è chiaro fin dal titolo della testata. E chi prende per veri quegli articoli è solo un babbeo.
Al contrario, vi sono siti borderline, come Il Corriere Del Mattino, che sembrano creati appositamente per racimolare i click dei boccaloni, i quali poi condividono le loro notizie tramite FB. Utilizzano un nome apparentemente serio e gli articoli non fanno assolutamente ridere, ma invece sfruttano tutti i clichè tanto cari ai complottisti, animalari e tutti quelli che tendono a bersi qualsiasi cretinata del web. I teorici dello "SVEGLIAAAA!!!!1!11!!" ci si tuffano a piene mani.

Il problema maggiore, semmai, sono quei siti come Imolaoggi o Voxnews, che non hanno alcun intento satirico, ma invece sono siti di chiaro stampo razzista, xenofobo e omofobo, i quali pubblicano qualsiasi notizia (quasi sempre falsa o comunque accuratamente strumentalizzata) che possa mettere in cattiva luce immigrati, zingari, rom e omosessuali. In quel caso non posso nemmeno dire che chi ci casca sia un babbeo: è solo uno sporco razzista/omofobo. Non a caso, quei siti vanno pari passo con altra feccia del web come "Tuttiicriminidegliimmigrati".
Queste persone, poi, sono le stesse che poi cascano negli articoli di Lercio che parlano della Kyenge (dei quali, ovviamente, leggono solo il titolo, non essendo in grado di andare oltre).
Premesso che non ho nulla contro la satira (anzi l'apprezzo molto, se fatta bene) non trovate anche voi che questi siti di "finti scoop" stiano proliferando un po' troppo?
E non è solo per una questione di qualita' (da sempre inversamente proporzionale alla quantita') ma anche perchè non sempre le notizie sono talmente esagerate che anche il piu' sprovveduto le identifica subito come burla... purtroppo fra ignoranza, populismo e sensibilita' a un certo tipo di argomenti da parte dell'italiota medio capita sempre piu' spesso che vengano prese per vere, e diffuse, assurdita' di vario genere.

E siccome la montagna di merda da spalare è gia' abbastanza alta di suo....
Repli and Variola,

E come la mettiamo con la TV? Ad esempio il canale Focus? Ieri sera hanno trasmesso un interessantissimo documentario sull'origine dell'Universo, dove sono intervenuti Michio Kaku, Neil Turok, Sir Roger Penrose, Andrej Linde, Param Singh e Lee Smolin, solo per citare quelli che mi ricordo.

E che hanno trasmesso subito dopo? Alieni, nuove rivelazioni...

Ma dico io: metti la divulgazione scientifica fatta da alcune delle menti più brillanti del nostro secolo sullo stesso piano dei fessi che credono al complotto degli alieni per aiutare Hitler?

Posso capire che il potere del telecomando è sempre dalla mia parte, ma non riesco a capacitarmi come una redazione che ha sempre fatto della buona divulgazione, seppur a volte troppo sensazionalista, si metta a trasmettere fesserie sugli uomini in nero ed i rettiliani senza pensare che tra i telespettatori c'è sicuramente qualcuno che non ha lo spirito critico ancora così formato da capire che sono tutte balle.

O fai divulgazione, o fai Voyager. Non si può tutt'e due.
@Stupidocane

E come la mettiamo con la TV? Ad esempio il canale Focus? Ieri sera hanno trasmesso un interessantissimo documentario sull'origine dell'Universo, dove sono intervenuti Michio Kaku, Neil Turok, Sir Roger Penrose, Andrej Linde, Param Singh e Lee Smolin, solo per citare quelli che mi ricordo.
E che hanno trasmesso subito dopo? Alieni, nuove rivelazioni...


L'ho visto anch'io. O meglio: ho guardato il primo e poi ho skippato il secondo. Purtroppo è uno dei problemi di Focus...ma posso garantire che la programmazione di quel programma è, per buona parte, di stampo scientifico. Oddio: non sono in grado di dire quanto siano attendibili le informazioni presentate (non sono un esperto), ma lo stampo dei programmi è soprattutto documentaristico e con argomenti di carattere prettamente scientifico.
Il programma sugli alieni è solo una parte infima del palinsesto. Certo, è fastidioso, ma comunque è ben lontano dal trasformare Focus in una "Voyager-tv" :D

Mi ricordo che, appena è partito quel canale, fu il primo programma in cui incappai....e già temevo che fosse un canale pieno di spazzatura pseudoscientifica. Fortunatamente mi sono ricreduto :) Certo è che il boccalone, difficilmente guarda Focus, ma preferisce fermars su Dmax a guardare "Banco dei pugni" XD
Replicante, non mi toccare DMAX che ci fa vedere il Sei Nazioni. E anche Mythbusters non è malaccio. :-)
Sono con Itwings. W Dmax, W il rugby, W l'Italia del rugby!

Anche se con la Francia... mannaggia ai galletti... fastidio...
Tanti anni fa la rivista Focus era molto interessante e trattava anche argomenti molto complessi.
Ora per inglobare più lettori, tratta argomenti al limite della demenza, praticamente è diventata una "rivista da parrucchiere".
Purtroppo il canale Focus TV è allo stesso livello della rivista...
Il problema maggiore [...] sono quei siti [...] di chiaro stampo razzista, xenofobo e omofobo, i quali pubblicano qualsiasi notizia [...] che possa mettere in cattiva luce immigrati, zingari, rom e omosessuali. [...] chi ci casca [...] è solo uno sporco razzista/omofobo.

Tra i paria hai dimenticato i frontalieri (e tra gli oppressori gli svizzeri(*) che li discriminano e non vogliono le frontiere spalancate alle risorse multietniche). Così, per completezza.

(*) va da sè che anche loro, specie i Ticinesi, ricadono sotto la descrizione "razzista/xenofobo", lo hanno dimostrato col referendum di domenica, non sei d'accordo?
Maurizio,

(*) va da sè che anche loro, specie i Ticinesi, ricadono sotto la descrizione "razzista/xenofobo", lo hanno dimostrato col referendum di domenica, non sei d'accordo?

E' umorismo satirico, vero?
Io quelli del corriere del mattino li prenderei a schiaffi, non capisco che ci sia di divertente nelle loro non-notizie.

Tanto affetto per DMAX perché un programma dove mostrano la fauna fluviale di zone del mondo assurde l'ho trovato solo lì (e il pesce tigre impressiona moltissimo mia nonna) e Focus... Bah, "Chi ha paura dei buchi neri" è uno dei documentari più belli che abbia mai visto ma quelle cose sugli alieni irritano parecchio.

Mai come quelli che vanno nelle case infestate, sì: dalla loro idiozia.
@Maurizio

Tra i paria hai dimenticato i frontalieri (e tra gli oppressori gli svizzeri(*) che li discriminano e non vogliono le frontiere spalancate alle risorse multietniche). Così, per completezza.

Le frontiere non sono state chiuse e i frontalieri non sono discriminati; verranno limitate solo le nuove entrate, forse, e si troveranno altri sistemi, si spera un po' più efficaci di quelli attuali, per combattere il dumping salariale.

Non è stato alzato un muro e non è in atto un pogrom contro i frontalieri o gli stranieri in genere.
Motogio, approfitto, perchè qui in Italia i giornali hanno già cominciato a intervistare i poveri frontalieri che verranno licenziati. Nulla contro i frontalieri, alcuni sono miei amici, ma anch'io avevo capito che il provvedimento non è retroattivo.
Questo basterebbe per farmi un'idea, perchè quando il giornale che leggo io, una volta il migliore d'Italia, fa partire una campagna di stampa, basta pensare l'opposto e si è nel giusto.
Comunque, puoi fornire una minisintesi di quello che si è deciso?
Siamo off topic di brutto, am mi sembra interessante.
@paolo
"E' umorismo satirico, vero?"
È amaro sarcasmo.
Ciao martinobri, è un po' presto per dire cosa accadrà e siamo mega OT comunque, in due parole, in futuro un datore di lavoro, prima di ricevere l'autorizzazione ad assumere un frontaliere, dovrà dimostrare di aver offerto l'impiego a cittadini svizzeri o stranieri già domiciliati e solo se non trova nessuno con le caratteristiche professionali richieste potrà ricevere l'autorizzazione (con un salario parificato a un domiciliato).

In pratica un ritorno al sistema in vigore prima dell'entrata in Schengen, o quasi.

Ma il problema non sono tanto i frontalieri quanto i "padroncini" che stanno uccidendo il mercato ai piccoli artigiani (elettricisti. falegnami, idraulici e a volte anche taxisti) permettendosi dei prezzi inavvicinabili per i locali.

Per quelli che hanno già un permesso di lavoro o di dimora nulla cambia.
@motogio
se hanno frainteso il povero, Jonathan Swift come posso pretendere di essere immune io?
A mio parere la proliferazione di questi siti costringerà i canali ufficiali della comunicazione a sfruttare meno la sensazionalità della notizia e focalizzare sui contenuti o sulo stile narrativo per potersi distingurere dalle notizie burla. Benvengano quindi quei siti satirici dal nome ingannevole, perchè proprio da questi le testate giornalistiche devono distinguersi. Dall'alto del mio spudorato ottimismo spero che sia la soluzione inaspettata a un problema che sembrava irrisolvibile.
@martinobri
"una volta il migliore d'Italia"
nel senso che almeno per UNA VOLTA è stato il migliore d'italia? Non so quale, ma sono d'accordo.
Anche sul fatto che basta leggerne le notizie al contrario per capire il vero significato. Se ti sai regolare non è difficile: i russi erano diventati bravissimi in questo, non dobbiamo farcela noi?
Grazie, Motogio.

Ma il problema non sono tanto i frontalieri quanto i "padroncini" che stanno uccidendo il mercato ai piccoli artigiani (elettricisti. falegnami, idraulici e a volte anche taxisti) permettendosi dei prezzi inavvicinabili per i locali.

Aggiungerò che qui da noi, almeno nella mia zona, il problema che evidenzi c'è ma a livello semmai di edilizia, non a livello di artigiani: in un paese piccolo continuano quasi tutti a servirsi del "bagai (figlio) dal Giuann, ch'al fàa l'eletricista".

Una cosa curiosa è che l'apertura dei confini tra mercati molto diversi tra loro ha effetti dannosi su entrambi. Mia moglie è impazzita quando ha dovuto rifare la casa della mamma, in Romania, perchè i muratori di là si sono abituati ai 400 euro mensili che prendono in Italia (un terzo in più di un ottimo stipendio romeno) e in più sono rimasti in pochi. Per cui il prezzo dell'edilizia è quadruplicato e sapendo di essere preziosi ti dicono "vengo martedì" e arrivano giovedì. Di due settimane dopo. Oppure lasciano il lavoro a metà e speriscono (è successo a noi). Quindi non è che aprendo troppo in fretta le frontiere facciamo necessariamente il bene di tutti.
Ma che l'apparente generosità diventa un danno anche per i beneficati è storia vecchia. Ricordo vecchissime riviste del CAI in cui si discuteva sugli squilibri nelle fragili economie del posto dovute al fatto che gli sherpa venivano pagati troppo. Il giusto per un occidentale, fuori misura per il posto in cui vivevano. Questo ai tempi del primo himalaismo di massa; adesso le cose dovrebbero essersi aggiustate.
Errata corrige.
Errata: fàa
Corrige: fà

Che differenza c'è, direte. Beh, il primo è il participio passato, o anche l'infinito. Il secondo è l'indicativo presente.
Ma il problema non sono tanto i frontalieri quanto i "padroncini" …

mi piacerebbe saperne di più: precisamente i "padroncini" chi sono, artigiani e/o autonomi italiani che operano in Svizzera? entrano su chiamata del cliente? come operano effettivamente?

Lo stesso problema, in generale, esiste anche per le altre frontiere oppure è tipicamente italo-svizzero?

Conosco alcuni frontalieri (zona Verbano) anche se non ho mai approfondito con loro i vari problemi; mi dicevano però che a fronte di un maggior guadagno non hanno sicurezze di continuità lavorativa - nel senso che possono arrivare al lavoro e sentirsi dire "con oggi è finito il rapporto di lavoro"; è vero, o magari è così solo per alcune categorie o tipo di lavoro?
adesso le cose dovrebbero essersi aggiustate.

Ora gli sherpa portano i carichi su e giù per l'Himalaya con l'Hummer...

Già che sei in vena di correzioni, quel "speriscono" che è? Spariscono morendo? O fanno finta di morire per sparire?

:D
Specifico:

"Lo stesso problema, in generale, esiste anche per le altre frontiere oppure è tipicamente italo-svizzero?"

intendevo in generale come "problema dei frontalieri", non solo dei padroncini.
Sono d'accordo con Riccardo Dc.

X Variola Major & Replicante Cattivo:

Oltre a quanto già detto da Riccardo vorrei aggiungere che siti di notizie fasulle secondo me fanno riflettere la gente sui loro pregiudizi, sulla crescente richiesta di sensazionalismo e su come come sia importante la verifica delle fonti ( sopratutto su quanto letto su internet ).

Sopratutto quando l'intento satirico non è esageratamente palese ( come il "Corriere del Mattino" ).

Credo che chi ci sia cascato facendo una magra figura con gli amici da quel momento diventerà un pò più accorto e meno credulone. ( Magari non la maggioranza, ma meglio di niente.)

Lo scopo pedagogico lo stesso di quello di Attivissimo, ma mentre Paolo attira maggiormente un pubblico già preparato, i siti di notizie fasulle sfruttando il sensazionalismo attirano come il miele le mosche propio l'utenza che più ha bisogno di questo tipo di lezioni.
@granmarfone

mi piacerebbe saperne di più: precisamente i "padroncini" chi sono, artigiani e/o autonomi italiani che operano in Svizzera? entrano su chiamata del cliente? come operano effettivamente?.

In genere sono artigiani indipendenti che lavorano in regime di subappalto e alcuni arrivano con il loro furgone direttamente dalla Polonia o dalla Cechia (Ceca per i puristi); raramente sono contattati direttamente dal committente.

Per legge a loro basta annunciarsi in un portale internet del cantone 5 min. prima di entrare se non oltrepassano i 90 giorni singoli di lavoro nell'arco di un anno.

Se non oltrepassano i 7 giorni in un anno non devono nemmeno annunciarsi; ma che io sappia sono casi particolari e l'unico che conosco è un maniscalco che due volte all'anno viene a ferrare i cavalli in un maneggio vicino a casa mia.

Non pagano contributi, tranne ovviamente quelli nel loro paese di domicilio, e sfuggono anche al pagamento dell'Iva sulla prestazione svolta; non sempre ma spesso.

Lavorando in regime di subappalto a volte, spesso ma non sempre, percepiscono una paga da fame (6 / 8 euro all'ora contro i 20/ 25 euro di base per un operaio a prezzi svizzeri) e non hanno prestazioni sociali; se si fanno male si arrangiano e dormono o in cantiere o nel loro furgone (i polacchi).

In pratica fanno una concorrenza sleale nei confronti dei piccoli padroncini locali (non per colpa loro, la fame è fame, ma per colpa degli imprenditori locali). Naturalmente a me, come committente, costano come se fossero artigiani locali.

Il problema non è solo Italo - Svizzero, anche altre nazioni hanno di questi problemi (che sappia io la Germania e l'Austria e se ricordo bene anche la Francia).

Il problema "frontalieri" riguarda tutta la Svizzera; anche nella rossa e cosmopolita Ginevra i partiti di destra populista stanno prendendo piede cavalcando l'onda del malcontento causato dall'aumento dei frontalieri (tra i quali anche molti svizzeri, alla faccia del razzismo, che hanno portato il loro domicilio in Francia per via dei prezzi proibitivi degli alloggi ginevrini).

Tutti problemi che la politica, succube dei padronati, non ha mai voluto affrontare e ora i partiti di destra populista, cavalcando l'onda del malcontento popolare, ridono incuranti delle conseguenze a lungo termine.

Affaire à suivre...
@ Maurizio Un conto è il rassismo, un altro è subire passivamente
l'invasione, e c'è una bella differenza.
(il buonismo cattolico talvolta è davvero pericoloso.)
I complottisti direbbero che :
E' vero che per certi aspetti l'ue è lo zerbino degli usa,
cioè bisogna accettare allegramente talunte devianze secsuali, e l'immigration selvaggia,
(loro in cambio ci daranno l'annessione degli ex stati cccp)
ma questo non elimina la nostra sciagurata voglia di fassismo, che ci ha fatto sostituire alla parola rassismo la parola discriminazzione.
un proibizionismo fassista che se la prende pure con le lampadine
ad incandescenza, vietate su tutto il territorio in favore delle
molto più inquinanti lampade al neon. (vapori di mercurio, fosfori, ecc.ecc.)
poveri noi. :-)
A me i siti di notizie burla fanno ridere. Mi fa paura che ci siano persone che *non sono* in grado di distinguere quelle notizie da quelle vere. Che possiamo fare?

E comunque, sto Stato di Ebbrezza, ha un sacco di emigranti!! :D
scusate, non che i Frontalieri non siano importanti, ma sono un pochetto OT rispetto all'argomento 'informazione burla', no?!

ritornando pertanto sul dibattito in tema, mi risulta che tempo fa Focus (rivista) fosse in qualche modo legata al CICAP, Grazie a Piero angela, Massimo Polidoro e altri..poi sembra sia passato di mano e che il tentativo che c'era di fare informazione seria, ha lasciato il passo a fare disinformazione semiseria.

E questo si è riflettuto anche su FOcus in TV, che giusto qualche giorno fa ha spacciato per sensazionale la foto del presunto ominide su Marte come esempio di vita extraterrestre (per dirne una!).

la morale è sempre quella:
all'utente medio, piace farsi illudere dall'incredibile, piuttosto che accontentarsi del credibile.
E i 'Giacobbiani' in questo ci sguazzano..
@Kobotoz
"Un conto è il rassismo, un altro è subire passivamente l'invasione, e c'è una bella differenza"
Sono d'accordo. Purtroppo in italia chiunque provi ad obiettare alla "accoglienza" e alla "solidarietà" (ma anche a presunti diritti derivanti dall'uso -o abuso- di determinate zone erogene) viene immediatamente sepolto da cori isterici al grido di "fascista, razzista, omofobo". Non è argomento cui sia consentito dibattere. Esiste solo la ragione dei più buoni. Le opinioni non allineate sono da ignorare o, meglio, eradicare.

la nostra sciagurata voglia di fassismo
Sono un po' meno d'accordo. Secondo me non è voglia di fascismo. È che qualunque gruppo tende, istintivamente, a proteggere i propri spazi vitali da potenziali pericoli. E mentre le destre fanno leva su sentimenti istintivi (e, quindi, poco legati all'intelletto superiore) le sinistre fingono che sia possibile ignorare queste tendenze naturali (credendo così di mostrare di essere più "intellettuali"). Quindi, secondo me, non è fascismo, ma istinto: ignorarlo è pernicioso tanto quanto assecondarlo.
Ma l'etologia insegna che spesso l'alloctono è pericoloso per l'autoctono, specialmente quando il numero di individui cresce ma le risorse si riducono. Ogni manuale di ecologia -tanto cara alle sinistre ecologiche e libere- avverte che prima o poi troppi scoiattoli grigi americani estingueranno gli scoiattoli rossi europei. Ma, forse, la preoccupazione per gli scoiattoli europei è data solo dal fatto che sono rossi; fossero neri, cazzi loro.
Però è solo l'opinione di uno poco "intellettuale". Mi scusino i maestri del pensiero se ho espresso qualche opinione fascista, razzista o perfin omofoba: pensare è un'attività che non mi è familiare.
@ Zugzwang

Perdonami ma non sono affatto d'accordo. Lo scopo pedagogico del sito-burla non esiste (a mio modesto avviso) per il semplice fatto che per avere un effetto pedagogico si presuppone che il lettore faccia quella riflessione che tu auspichi sui pregiudizi e sulla verifica delle fonti... ma ahime' non la fanno.
Chi non è in grado di sgamare la burla o peggio ancora chi fa finta di non essere in grado e anche se l'ha sgamata lo stesso condivide l'articolo su FB perchè gli fa comodo alimentare qualche pregiudizio non si cura affatto di fare riflessioni del genere.
E se per caso gli dovesse capitare di essere preso in giro da qualche amico per aver condiviso su FB una cazzata sa benissimo che il giorno successivo non se ne ricordera' piu' nessuno perchè tanto ci saranno nuove cazzate da condividere che distoglieranno l'attenzione... e la storia riparte daccapo.
@Maurizio
Ogni manuale di ecologia -tanto cara alle sinistre ecologiche e libere- avverte che prima o poi troppi scoiattoli grigi americani estingueranno gli scoiattoli rossi europei. Ma, forse, la preoccupazione per gli scoiattoli europei è data solo dal fatto che sono rossi; fossero neri, cazzi loro
Questa frase è proprio sintomatica di come il razzismo sia (ancora) inconsciamente radicato, tanto da portare a confondere il caso di persone di nazionalità diverse alla stregua di specie diverse... Ovviamente il caso della "lotta salariale al ribasso" è serio ed è da affrontare, ma sarebbe da affrontare per quello che è, ossia essenzialmente un problema economico, non razziale.
@ Riccardo DC:
"A mio parere la proliferazione di questi siti costringerà i canali ufficiali della comunicazione a sfruttare meno la sensazionalità della notizia e focalizzare sui contenuti o sulo stile narrativo per potersi distingurere dalle notizie burla"

aspetto speranzosa, ma anche oggi megatitolone su diversi siti di quotidiani online: "Equitalia gli pignora la casa - 60enne si suicida". Solo in piccolo riportato "Equitalia smentisce di aver mai mandato avvisi al contribuente"... da un vero quotidiano mi aspetterei un minimo di verifica, prima di fare il megatitolone. Lo so, non si tratta di notizie burla ma forse è anche peggio :(
@ violetta

E dei titoloni tipo "Schumacher si risveglia" per attirare click, ma quando poi si va a leggere l'articolo si scopre che non è assolutamente così? Ovvero l'articolo che smentisce il proprio stesso titolo?
@Violetta: Beh io non mi aspetto miracoli ma se è stata elaborata la teoria del picco di Hubbert per i combustibili fossili c'è un barlume di speranza che si possa applicare un modello simile alle idiozie su internet. Ahimè uno dei presupposti è che la risorsa sia limitata e noi tutti sappiamo che ci sono solo due cose infinite seppur Einstein fosse in dubbio sulla natura dell'universo.
Ogni manuale di ecologia -tanto cara alle sinistre ecologiche e libere- avverte che prima o poi troppi scoiattoli grigi americani estingueranno gli scoiattoli rossi europei. Ma, forse, la preoccupazione per gli scoiattoli europei è data solo dal fatto che sono rossi; fossero neri, cazzi loro
Questa frase è proprio sintomatica di come il razzismo sia (ancora) inconsciamente radicato, tanto da portare a confondere il caso di persone di nazionalità diverse alla stregua di specie diverse...


Gatonegro, era ironico.

Rinuncia, Maurizio: sei destinato a essere frainteso :-)
Scoiattoli???

Cfr. Up, Disney/Pixar.
@gatonegro
Sei in malafede quando ignori volutamente la mia frase precedente "quando il numero di individui cresce ma le risorse si riducono"?
Certo che è un problema economico. È SEMPRE un problema economico, indipendentemente se le risorse sono nocciole o posti di lavoro.

@martino
Grazie. Purtroppo mi capita spesso e l'opera di Swift citata qualche riga più su, evidentemente è, dopo 300 anni, ancora troppo in anticio su tempi per essere capita.
Tornando alla bufala in questione... Qualcuno sa indicarmi una pagina Internet dove se ne spiegano le origini e dove si dimostra come si tratti di un falso? Stavolta Paolo ha sbufalato la notizia semplicemente dicendo che "Il corriere del mattino" è un sito burla, però non mi pare un elemento sufficiente per affermarlo. Ci vorrebbero un po' di fonti. Io ho cercato, ma non ho trovato fonti utili sulla foto neanche in inglese...
@ Alemig

Non hai trovato fonti in inglese? Hai digitato su Google "giant human hoax" per caso? No perché a me di risultati ne vengono fuori a migliaia...
Stavolta Paolo ha sbufalato la notizia semplicemente dicendo che "Il corriere del mattino" è un sito burla, però non mi pare un elemento sufficiente per affermarlo.

Non proprio. Non è Paolo a "dirlo" bensì è la dicitura del sito stesso citata da Paolo "Giornale del Corriere è un sito satirico, e dunque alcuni gli [sic] articoli contenuti in esso sono da ritenere tali.” a far capire che si tratta di una bufala. Vedi il disclaimer a piè pagina sul sito del Giornale del Corriere per credere.

Se questo non ti basta, buona ricerca di giganti. :)
Se un sito-burla riporta una notizia, questo non è un elemento sufficiente per dire che quella notizia è falsa, così come se una persona autorevole fa un'affermazione non significa che sia per forza vera: magari in quell'occasione si sbaglia.
Ho appena sfogliato i risultati di Google per la chiave di ricerca che mi hai suggerito, e ho trovato vari siti che parlano di varie foto. Ma nessuno che parli della foto in questione.
Alemig,

in linea di puro principio hai ragione. Ma quanto tempo vuoi sprecare a vedere se è vera o no una notizia pubblicata da un sito-burla?

Quanto tempo della tua esistenza ritieni che valga la pena di dedicare alla valutazione della veridicità del presunto rinvenimento di uno scheletro di un gigante "dimostrato" esclusivamente da una foto?

Io non intendo sprecare neanche un nanosecondo. Se tu preferisci fare diversamente, accomodati, ma permettimi di suggerirti forme più costruttive di investire il tuo tempo. Per esempio indagando se le scoregge degli orsi fanno rumore quando non c'è nessuno a sentirle.
Alemig

https://davidblaine.wordpress.com/2014/02/05/1606/
Paolo, anche tu hai ragione. Solo che quando vedo inviare su FB delle notizie che probabilmente sono stupidaggini mi piace:
- spiegare che nel dubbio è bene evitare di divulgare
- spiegare come e perché si tratti di una burla nella fattispecie. E per fare questo ho bisogno di fonti. Come ben tu dici, non vale la pena sprecare troppo tempo. Proprio per questo, dopo un po' che non trovavo notizie sul web su quella foto, ho chiesto aiuto qui! E l'aiuto me l'ha dato Alemig, che ringrazio.
Alemig,

scusa la mia scortesia di prima. Ho interpretato male il tono del tuo commento. Sembrava che tu fossi uno di quelli che crede ai giganti della preistoria (qui ne capita spesso di gente così). Ora ho capito e mi scuso.
Io non solo bacchetto i bufalieri. Sono arrivata, in una discussione sulle bufale, a farmi chiedere scusa da Paolo Attivissimo. Chick Norris, where is your god now?
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alemig, sei meglio di Chuck Norris, dato che ti aiuti da sola...

Chick Norris

:D
Si tratta solo di miseri tentativi di imitare il No.1 indiscusso in questo campo, e cioe "Il Vernacoliere". Un titolo come

Nuvola Atomi'a
Primi Spaventosi Effetti delle Radiazioni
L'E' NATO UN PISANO FURBO

rimane un capolavoro assoluto.
Tra un po' bisognerà scrivere che gli asini non volano
[quote-"Variola Major"]Perdonami ma non sono affatto d'accordo. Lo scopo pedagogico del sito-burla non esiste[/quote]

Sicuro?
Certo, si ha sempre un'opinione scientifica per etichettare bufale cose che NON si conoscono. Capitò a Colombo e Galilei. Ogni possibilità di un Rinascimento scientifico che farebbero crollare parecchie cattedre e "luminari" viene soffocato. MEGLIO l'ignoranza, anche se OGGI potremmo inciampare in calamari giganti che fino a cinque anni fa erano considerate "bufale" da "illustri" scienziati.
Unknown,

Ogni possibilità di un Rinascimento scientifico che farebbero crollare parecchie cattedre e "luminari" viene soffocato

Certo. Infatti non è stato fatto nessun progresso scientifico da anni a questa parte e i ricercatori vengono mandati all'Inquisizione invece di pubblicare articoli sulle riviste scientifiche.

Prima di inanellare stupidaggini e luoghi comuni ti farebbe bene documentarti e magari anche ragionare. Ma forse chiedo troppo.
Non concordo con la trattazione di questo problema.
La satira è Lercio o Spinoza, dove si riscrive la realtà con elementi chiaramente finti. Corriere del Mattino gioca sporco, crea articoli e finti scoop che, per quanto falsi, ai meno attenti e forse meno acculturati, potrebbero sembrare reali e veritieri.
E li, secondo me, si configura un reato (procurato allarme).
Vedo molta differenza tra Satira e Falsa informazione. Andrebbero chiusi e denunciati secondo me
Per sussistere di reato di procurato allarme devono esserci delle precise condizioni che non mi pare un sito del genere abbia mai creato.
E comunque non sussisterebbe in quanto, come ha detto anche Paolo, in fondo a ogni pagina è riportato il seguente avvertimento: "Giornale del Corriere è un sito satirico e dunque alcuni articoli contenuti in esso
sono inventati".
Beh, in realtà la consequenzialità logica ("in quanto") non regge, perché non è che "sito satirico" significa "sito che si inventa le notizie". Satira è in realtà quando si vuole suscitare ilarità su fatti che hanno un fondo di verità.
Ciò non toglie che la non veridicità di alcune notizie è dichiarata dalla suddetta frase. È vero, è scritta in grigio su uno sfondo verde e si vede poco bene, ma d'altra parte, di fronte a certe notizie palesemente pazzesche come può un navigante non essere spinto ad andare a spulciare un po' il sito per informarsi se fanno sul serio o no?
siete degli idioti, gli scheletri giganti gli hanno trovati 100 anni fa in america (ci sono dei bellissimi articoli del NYT,chi cerca trova), e comunque sono stati ritrovati in varie parti del mondo…..leggete i libri anziché trolleggiare sul web !
gli hanno trovati …..leggete i libri

Ecco, dai il buon esempio.
Leggiti un bel libro di grammatica italiana, con particolare attenzione al capitolo "Pronomi personali".
Filippo Ponti ha commentato:
gli scheletri giganti gli hanno trovati

... vicino ai fossili supergiganti che dimostrano l'esistenza, già allora, del viagra rettiliano (NSFW).
leggete i libri anziché trollegiare sul web

Perché? PERCHÉ?

Perché non star zitti e sembrare stupidi invece che scrivere e togliere ogni dubbio?
Cosa spinge la gente a scrivere cazzate?
Ma perché, c'è qualcuno che li spinge?
SPINGITORI DI CAZZARI!

Everywhere.
E' la prima volta che trovo il sito. Spiritosissimo. Ci voleva! BiFasano
@ Variola Major:
Lo scopo pedagogico del sito-burla non esiste (a mio modesto avviso) per il semplice fatto che per avere un effetto pedagogico si presuppone che il lettore faccia quella riflessione che tu auspichi sui pregiudizi e sulla verifica delle fonti... ma ahime' non la fanno.

Non sono d'accordo. Penso che la mancata verifica delle fonti da parte dell'utonto non sia imputabile a che diffonde l'evidente bufala (con tanto di disclaimer sulla pagina) ma esclusivamente all'utonto stesso. Diverso è il discorso qualitativo: Lercio mi fa ridere, del CdM non apro nemmeno i link perché la loro satira è allo stesso livello di quella del Bagaglino, ma i gusti non sono in discussione.

@ Alemig:
Tornando alla bufala in questione... Qualcuno sa indicarmi una pagina Internet dove se ne spiegano le origini e dove si dimostra come si tratti di un falso?

http://goo.gl/h363lv
Spiritoso. Naturalmente avevo già cercato con Google e mi sembrava chiaaro. Ho trovato solamente siti che affermano che è un falso, ma nessun sito che lo dimostra. Qualcuno conosce una (ripeto) * PAGINA INTERNET * (non una serp di Google) in cui si dimostra inequivocabilmente che è un falso?
Alemig,

Qualcuno conosce una (ripeto) * PAGINA INTERNET * (non una serp di Google) in cui si dimostra inequivocabilmente che è un falso?

Non ho capito. Stai cercando una fonte che ti dica che la foto di scheletri giganti è un falso?

In tal caso, forse non hai notato che alla fine del mio articolo c'è un link che potrebbe interessarti.

O forse, appunto, non ho capito.
Ah! Aggiornamento! Ok, molte grazie! Carino il sito e il concorso :-)
Piccolo refuso: "indetto tempo da da Worth1000"

Forse per questo Alemig non capiva ;-)